Il forum del PaperseraLe PubblicazioniTopolino › Topolino 3189 Salta a:
Pagine: 1 2 3 4 5 
Topolino 3189 (Letto 7008 volte)
AndyHG

Ex Utente


Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3189
Rispondi #30 - 05.01.17 alle 16:10:16
 
Il 05.01.17 alle 15:49:57 Juro ha scritto:
Seriamente, agenti lievitanti è un riproporre nell'ordine preciso e ripetitivo tutti i cliché della serie, e se annoiavano un tempo, non vedo perché oggi sia diverso. Esprimerei il mio modesto e assolutamente soggettivo parere anche sul comparto grafico, su cui stavolta avevo anche qualcosa di buono da dire, ma vorrei evitare le solite polemiche e offese in cui si incappa ogni qual volta si osi criticare Lavoradori...


Perché dovresti astenerti dal dire la tua opinione personale, se in cuor tuo sai di non voler offendere l'autore e i suoi disegni? Lascia che chi recepisca il tuo pensiero come un insulto o un offesa rimanga nel suo brodo e non curarti di loro.
Per di più, soprattutto perché hai anche dei meriti da attribuire, perché privarti della possibilità di farlo?
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Vincenzo
***
172
Sceriffo di Valmitraglia
Offline

Esordiente

Post: 352
Torre del Greco
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3189
Rispondi #31 - 05.01.17 alle 17:02:30
 
Partiamo dalla fine: Pia e Wom sono due filoni che hanno estremo bisogno di nuova linfa, questo è assodato. Ci sono cliché che si ripetono in continuazione e non aggiungono mai nuovi spunti.
Per me appartengono a due generi abbastanza limitati, quello spionistico e il fantasy, quindi è chiaro che trovare idee valide non è semplice. Detto ciò la prima storia non è un disastro totale, al netto dei disegni molto particolari (che personalmente non incontrano tanto i miei gusti, del resto Picasso non è tra i miei artisti preferiti) di Lavoradori.
Il secondo episodio di Magicraft aggiunge un po' di carne al fuoco(il tema della coscienza è stato trattato piuttosto bene) e può sempre contare sulle magistrali matite di Marini che conferiscono alla storia un quid in più: per ora direi che ci siamo risollevati dalla pessima saga precedente.

Ma inevitabilmente passa tutto in secondo piano quando ti si presenta una storia come Metopolis: premetto che al contrario di altri io non mi sono affidato né a Wikipedia né al Tubo per conoscere i dettagli, preferendo immergermi direttamente nella lettura. E che lettura!
Artibani si conferma lo sceneggiatore eccezionale che è con dialoghi semplicemente perfetti, incisivi e profondi soprattutto da parte dei cattivi. Sono rare le volte in cui Gamba e Macchia Nera collaborano e qui interagiscono alla grande, rappresentando una minaccia reale per il protagonista. Mottura è semplicemente incredibile. Insieme a Celoni è un maestro nel destreggiarsi in queste atmosfere e regala tavole spettacolari che ti fanno restare a bocca aperta. Un capolavoro senza se e senza ma, standing ovation.

In conclusione, permettete un osservazione: ho quasi vent'anni e iniziai a leggere Topolino a sei, pertanto ho conosciuto solo la gestione Muci e quella De Poli. Mi considero molto fortunato in quanto il passaggio di consegne è avvenuto proprio nel momento in cui un certo tipo di fumetto iniziava a stancarmi. Le storie pubblicate in questo momento non mi danno mai l'impressione di stufarmi di Topolino, bensì mi stimolano a conoscere molto di più. E di questo sono entusiasta.
 
 

If you can dream it, you can do it.
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Rockerduck87
***
480
Gran Mogol
Offline

Apprendista Stregone

Post: 545
Villaggio dei Maghi Neri
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3189
Rispondi #32 - 05.01.17 alle 19:18:40
 
Concentro il mio breve intervento sul motivo per cui ho comprato il Topo, cioè Metopolis. Dopo un'attesa bella lunga, praticamente iniziata dalla prima locandina presentata nel topic di Mottura, il risultato finale mi ha soddisfatto ampiamente, ma con riserva.
Sotto il profilo grafico non avevo il minimo dubbio che mi sarei trovato davanti ad un capolavoro, e così è stato, ancora una volta siamo davanti a pagine e vignette che sono opere d'arte, Mottura è un Grande Maestro e non c'è zltro da aggiungere, non si poteva rendere meglio la visione e l'atmosfera.
Il compito dello sceneggiatore era per un certo verso più facile, per il fatto della semplicità e linearità della trama, e per certi versi più difficile, cioè trovare fuori da quella trama un quid di originalità per la celebrazione (parodia è una parola che non userò più per storie di questo livello qualitativo).
Ne esce un lavoro pieno zeppo di godibilissimi riferimenti al film, evidenti o nascosti praticamente nei meandri di ogni pagina, nella costruzione delle vignette, perfino nei giochi di luce e negli sguardi dei personaggi. hanno fatto realmente rivivere Metropolis.
Finezza quella di Artibani nel sostituire alla morale religiosa una paritetica morale/etica scientifica (non perché io sia contro la religione ma poiché il giornalino è di tutti giusto renderlo fruibile a tutti, e la conoscenza come elemento parificatore e livellante è un'ottima soluzione).
Ne esce, va ripetuto, una storia lineare, priva altri tipi di raffinatezze, troppo complicato davvero andare a pescare oltre il substrato di "lotta sociale" le numerose altre implicazioni del film. In tal senso chi è rimasto spiazzato credendo magari di leggere altro, magari più profondo, posso capirlo.
Dovendo fare una votazione darei alla sceneggiatura un 8 pieno, e alla grafica un 10 con lode. Mi si perdonerà se faccio sperequazioni proprio sulla celebrazione di Metropolis  Occhiolino

Ad ogni modo chiudo con un grazie agli autori per essersi cimentati in questa impresa non facile, anche spaventosa sotto certi punti di vista. Il risultato li ha comunque ripagati certamente della sfida e ha ripagato noi fan del capolavoro in oggetto.
 
 

Cinefilo arreso, Donrosiano convinto, Juventino rancoroso, Simpsoniano estremista e allenatore di Pokémon (GO)!
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Piccola Pker
****
1070
Cugino di Alf
Premio Papersera
Offline

Fantasia portami via!

Post: 1282
Con la testa fra le nuvole
Sesso: female

Polliciata!
Polliciata! (3)


Re: Topolino 3189
Rispondi #33 - 05.01.17 alle 19:38:28
 
Bene, ho letto finora commenti di persone che non hanno visto il film/hanno letto da wikipedia/hanno spulciato il film.
Io me lo sono visto tutto 6 mesi fa, quindi mi sento di fare un confronto con cognizione di causa.

La parodia è assolutamente fedele dal punto di vista della trama. Il neo dei dialoghi segnalato da qualcuno non sussiste, perché il film, pur essendo muto, ha tantissimi interventi con scritte ferme per il dialogo per la media del periodo.
Sui disegni non si può dire nulla. Forse l'unico neo che ammetto mi sarebbe piaciuto vedere e non c'è stato è  l'animazione del robot.

Per il resto è assolutamente fedele, al netto delle piccole differenze inevitabili in un fumetto Disney, e che prontamente vi segnalo sotto spoiler:
-Gambadilegno interpreta quello che nell'originale è proprio il padre di Freder, ma la logica con cui gestisce la città è praticamente la stessa;
-Maria, ovvero Minny, nell'originale non è una maestra (viene dato per scontato che questi operai non studino), ma semplicemente una persona a cui vengono affidati i figli degli operai mentre lavorano, che un giorno decide di portare in superfice e farli vedere ai ricchi abitanti del mondo di sopra, durante una festa. E' in questa occasione che Freder incontra Maria. La versione con cui è resa però mi piace molto di più, è più realistica, e da neo maestra non posso dire che mi dispiaccia... Grin
-Il personaggio interpretato da Macchia Nera è in realtà il nonno di Freder, che vorrebbe ricreare con il suo robot la figlia morta. Verrà poi costretto dal cognato a convertire la sua creazione in una copia di Maria. L'obiettivo non è creare dei robot per sostituire gli operai, ma individuare ed eliminare questi ultimi che già hanno in mente una rivolta per sostituirli con altri operai.
-L'operaio che Topolino aiuta c'è anche nell'originale, ed effettivamente ha un ruolo, anche se più ridotto rispetto a questa versione: Freder si sostituirà a lui per poter provare sulla sua pelle la vita degli operai.
-E' stata saltata per ovvi motivi tutta la parte in cui il padre di Freder usa il robot per cercare di far dimenticare al figlio Maria, constringendola ad esibirsi in abiti molto succinti in un locale di soli uomini.
-La scena che è stata alleggerita, seppure godibilissima anche in questa versione nella già citata pagina 67, è la distruzione della fabbrica. C'è tutta una parte, su cui avevo fatto numerose ipotesi di come potesse essere parodiata, in cui la vera Maria, scappata dallo scienziato, fa presente agli operai che allagando le loro case sotteranee (con l'idea indotta dal robot che distruggendole sarebbero stati costretti a trasferirli nella parte alta di Metropolis) uccideranno i loro bambini, rimasti ovviamente sotto mentre loro andavano a lavorare. Segue una scena disperata, con Freder e la vera Maria che cercano di salvarli. Sinceramente del film originale ho adorato una frase di Maria che più o meno significa: "Sciocchi! Nel tentativo di crearvi un presente migliore state distruggendo il vostro futuro!". Questo concetto è stato traslato nell'idea della scuola, ed è una buona soluzione. Avevo pensato in realtà a soluzioni alternative, come sostituire i bambini con, ad esempio, libri di una biblioteca o tracce comunque di una certa importanza del passato, anche quello da non dimenticare per costruirsi un futuro.
-L'inseguimento, anche se può sembrare strano, è molto simile all'originale: ovviamente il tono è un po' più drammatico, ma alla fine c'è un corpo a corpo tra Freder e lo scienziato e quest'ultimo muore. Il finale è praticamente che gli abitanti del mondo di sopra, comrpeso il padre di Freder, accolgono, con la dovuta diffidenza, quelli di sotto e che Freder e Maria staranno ovviamente insieme. Messa così addirittura è quasi più drammatica la parodia, dove non c'è redenzione per Gambadilegno.


Ovviamente nelle segnalazioni ho tolto le parti che potevano essere interpretate politicamente, altra questione scottante riguardante il film. Occhiolino
In ogni caso per quanto mi riguarda è davvero un'ottima revisione, non è nemmeno una parodia perché a parte un punto segnalato sopra non parodia un bel niente, la storia è questa, nella sua semplicità e qualche punto banalità, ma che non per questo è una brutta storia.

Spero di aver aiutato nell'interpretazione di Metopolis. Ora vado a leggere il resto Grin
 
« Ultima modifica: 05.01.17 alle 19:47:03 da Piccola Pker »  

.........
WWW WWW Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Solomon Cranach
***
338
Pifferosauro Uranifago
Offline

Dal

Post: 372
Vagabondo senza meta
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3189
Rispondi #34 - 05.01.17 alle 20:36:21
 
Il 05.01.17 alle 19:38:28 Piccola Pker ha scritto:
In ogni caso per quanto mi riguarda è davvero un'ottima revisione, non è nemmeno una parodia perché a parte un punto segnalato sopra non parodia un bel niente, la storia è questa, nella sua semplicità e qualche punto banalità, ma che non per questo è una brutta storia.


Come non era parodia nemmeno Moby Dick, per certi versi.

In un certo senso, Artibani & Mottura hanno inaugurato un filone di omaggi "seri" (ben distinti dalle parodie: per dire, pure nella Trilogia dell'Orrore ci sono comunque momenti che definirei "comici", e infatti le storie di quel ciclo sono parodie), un esperimento piuttosto originale* all'interno del panorama disneyiano italiano, che invece predilige proprio le parodie Smiley



*se a qualcuno vengono in mente altri esempi, ben vengano
 
« Ultima modifica: 05.01.17 alle 20:46:18 da Solomon Cranach »  

...

« Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- Howard Phillips Lovecraft
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Ahrimotto
*
9
Brutopiano
Offline

Esordiente

Post: 41
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3189
Rispondi #35 - 05.01.17 alle 20:38:48
 
Metropolis è davvero una signora storia, di quelle che tra qualche tempo avranno un volumetto dedicato(ovviamente e giustamente).
Non ho mai visto il film e lo recupererò in sti giorni(anche se 2 ore di film muto del '27 immagino siano un pò pesantucce per chiunque eheh), ma mi è ugualmente piaciuta moltissimo e sicuramente l'apprezzerò ancora di più alla seconda lettura!

Io non compro settimanalmente topolino, lo prendo appunto solo quando ci sono storie come questa o semplicemente mi ispira... ma metropolis da sola vale forse un abbonamento annuale sulla fiducia ahah!
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
pap
**
41
Giovane Marmotta
Online

Tutto è posibile

Post: 152
Paperopoli
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3189
Rispondi #36 - 05.01.17 alle 21:55:19
 
Secondo mele  le storie di questo topo sono ottime e non ottime in generale:
Metopolis,voto:9

La storia è sceneggiata molto bene quindi viva Francesco Artibani e Paolo Mottura per invece i suoi perfetti disegni.Mi sarei limitato a dare più di un 9 ma ci sono opere migliori a questa(non per declassarla ,perchè in sè è fantastica ma ho altri gusti.
Paperino e Paperoga agenti lievitanti,voto:6

7 per la storia perchè di tutte le avventure P.I.A ne ho viste decisamente di migliiori,5 per i disegni (e sono stato anche generoso!)pechè sono proprio irrealistici(e molti altri aggettivi): tipo nella scena in cui Paperino,Paperoga...passano in una porta del treno stetta nella realtà 10 cm,le ruote piccolissime...
WoM - Magicraft,voto:\

La storia continua a procedere ma non mi fermo qui.
Nonostante la seconda storia lo considero un ottimo numero



 
 
WWW WWW Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Barksiano
****
309
Cugino di Alf
Premio Papersera
Offline

W Barks!

Post: 1158
Valle del Limpopo
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3189
Rispondi #37 - 06.01.17 alle 13:12:50
 
Il Topolino di questa settimana e' un acquisto obbligato per qualunque lettore per la presenza di una storia attesissima che possiamo definire parodia di un film drammatico che,in ogni caso,si può adattare ad una storia Disney. Ma lo spirito originario di quel
Metropolis
diretto da
Fritz Lang
(a proposito,il nome dell'autista della sesta tavola e' un chiaro omaggio al regista) viene conservato anche in questa magnifica rivisitazione di Artibani e Mottura,già consacrati nel panorama Disneyano per Moby Dick e Pk v.s DD-Timecrime. E dico subito che la storia va letta tutta insieme,senza alcuna pausa,per vivere come Top Topper il dramma di questo capolavoro del film muto.La vivi come se fossi lì,come se tu fossi tra quei sontuosi palazzi e nella fabbrica insieme agli schiavi che mantengono viva Metopolis. Disegni divini,con pagina 67 da fotocopiare,ritagliare e incorniciare. Capolavoro. Purtroppo non si può dire li stesso del resto del numero. La storia della PIA ha dei disegni imcomprensibili e una trama piatta e banale,e WOM continua ad essere un efficace sonnifero senza colpi di scena. Quattro stellette scarse.
 
 

...
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Pedro Paperon de las Pesetas
*
7
Bassotto
Offline

Esordiente

Post: 17

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3189
Rispondi #38 - 06.01.17 alle 19:27:54
 
Metopolis per me è eccezionale, in primis per i disegni, che riescono a rendere perfettamente lo stile espressionista dell'epoca. Aggiungo però una cosa: a mio parere la storia è funziona anche se non si conosce il film originale, un po' come per certe parodie storiche della disney.
La cosa che bisogna sottolineare è che qui però non siamo in presenza di una parodia, ma di una rilettura.
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
brigo
****
1506
Cugino di Alf
Premio Papersera
Offline


Post: 1194
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (4)


Re: Topolino 3189
Rispondi #39 - 06.01.17 alle 20:34:07
 
Per i pochi che non sapessero a cosa si riferisce Mottura nella brevissima introduzione alla storia:

https://www.youtube.com/watch?v=azdwsXLmrHE
Link del video nel canale ufficiale.


La storia odora di capolavoro e memorabilità lontano da un chilometro. Riuscire a trasformare in storia Disney un film espressionista tedesco, muto, politico e di 90 anni d'età (arrivato a noi, a tutt'oggi, nemmeno nella sua versione integrale) non riesco nemmeno a concepirla come idea; figurarsi quando ne ho sentito parlare per la prima volta: la curiosità prese subito piede, alternandosi con un po' di sano scetticismo. Ma ai testi c'era Artibani, alle matite si sapeva da subito ci fosse Mottura... e i concept furono brevemente resi disponibili, in modo da far rimettere la sveglia a qualsiasi scimmia che avesse letto la notizia.
Poi, più la data trapelata si avvicinava, più veniva posticipata, creando malumore e decuplicando l'attesa. Attesa finalmente finita, la storia è stata pubblicata: e CE L'ABBIAMO!
Difficile poter apprezzare totalmente questa storia senza aver visto almeno una volta il film, ma una cosa si capisce subito: siamo al cospetto di una storia disneyana politica, altro che banale! E fare politica in Disney è come fare del nuoto in una palude: 'accomodati pure, ma non è detto che ne uscirai vivo'. La storia potrà apparire banale nel suo svolgimento, ma qui si parla di diritti dell'uomo, della macchina che sta lentamente rubando il posto alla persona, ci sono riferimenti al suicidio (Minny- anzi, la sua versione robotica- che si getta nel cuore di calore, con Topolino che la guarda attonito, ignorando che si tratti, appunto, di un robot), ci sono i sindacati, c'è la rivolta popolare... e tutto questo rende una storia Disney banale?
Dal canto suo, Mottura assorbe come non mai l'opera di riferimento, fotogramma per fotogramma, e non contento si fionda su altre opere inerenti, dal video di Radio Ga-ga dei Queen, fino a- ci scommetto- altre pellicole espressioniste tedesche. Sarò pazzo, ma nelle ombre sghembe e nelle locations oblique non si può non ripensare a "Il gabinetto del Dr. Caligari".
La colorazione, poi, ha il difficilissimo compito di valorizzare e non affondare le superlative chine di Mottura. A proposito, di chi sono stavolta i colori? Lavoro ottimo, non c'è che dire, ma la curiosità di poter avere fra le mani, un giorno, la versione in b/n così come l'ha disegnata e inchiostrata Mottura stesso, è altissima.

Questo non solo è fumetto Disney ai massimi livelli, questo è fumetto altissimo e punto.
 
« Ultima modifica: 06.01.17 alle 23:54:09 da brigo »  
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Dippy Dawg
*****
1403
Visir di Papatoa
Premio Papersera
Offline


Post: 2148
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3189
Rispondi #40 - 06.01.17 alle 21:05:37
 
Il 04.01.17 alle 19:10:52 Negritas ha scritto:
Quindi ora mi leggo per bene le vostre impressioni e se la storia ha convinto almeno il 95% di voi decido se acquistare il settimanale. E se non lo compro mi rileggo per l'ennesima volta Casablanca.

A me è piaciuta molto! E, visto che l'hai tirata in mezzo, mi è piaciuta molto più di Casablanca! Occhiolino

Io ho visto il Metropolis qualche mese fa (guardatelo tutti, non abbiate paura: è molto più scorrevole di quello che si pensi!), e penso di averla apprezzata molto anche per questo! Comunque, come hanno detto altri, è una storia molto "piena" di contenuti, che può funzionare anche senza conoscere il film originale...

Quanto alla solita discussione su quanto sia meglio o peggio il Topolino di oggi rispetto a quello di una volta, rimando a quanto scritto da Tito Faraci nel suo recente libro...
 
 

Io son nomato Pippo e son poeta
Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
Verso un'oscura e dolorosa meta
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Paper Bat 82
***
308
Sceriffo di Valmitraglia
Premio Papersera
Offline

Fuori Topicsista      
           (ex Babongo)

Post: 301
tramite Papersera@mobile
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (3)


Re: Topolino 3189
Rispondi #41 - 06.01.17 alle 21:55:10
 
Il 04.01.17 alle 23:39:53 luciochef ha scritto:
Se parlate con un anziano vi dirà: " I calciatori di oggi sono tutte donnine!


Smiley Smiley

Lo sei se scrivi una bibliografia a ventidue anni senza aver vinto nulla, per di più insultando anche i tifosi della tua squadra.

Lo sei... se prima di scendere in campo pensi più alla pettinatura ed al gel che hai messo sui capelli.

Lo sei... quando ogni scusa e buona per denudarsi dopo un goal

Lo sei... se appena ti toccano cadi a terra come una colomba.

Lo sei, quando anzichè giocare di squadra fai la prima donna.
(vedi l'eterna Inter)


Il 04.01.17 alle 23:39:53 luciochef ha scritto:
Ai miei tempi i giocatori calciavano palloni che pesavano quanto un maiale!



Vero anche questo, oggi i palloni sono sintetici e morbidissimi.
Quelli fatti con cuoio bovino, una volta bagnati diventavano duri come pietre.
Facevano malissimo...


Il 04.01.17 alle 23:39:53 luciochef ha scritto:
Se parlate di calcio con un uomo di mezza età vi dirà: " Il calcio dei NOSTRI anni 80 era il migliore! Tutti gli stranieri migliori ce li avevamo noi!


Più che vero.
Quando nel tuo campionato giocano nello stesso momento storico:

Platinì, Falcao, Rumenigge, Zico e Maradona
.

Giù il cappello !!!

E poi quando questi appena trentenni vanno via, ed al loro posto ed arrivano:

Careca, Matheus, Van Basten, Gullit e Riijkard

CHAPEAU !!!


Tornando ai fumetti disney c?è poco da aggiungere.
Basta vedere le espressioni infantili che assumono Donald e Mickey. In moltissime (troppe!) cover.
In netto contrasto con le loro origini da monelli.
Molti disegni in copertina mi ricordano quei volumetti abecedari destinati alla prima infanzia.

Purtroppo.

 
 

...
WWW WWW Paper Bat 82 http://spiritismo.altervista.org/libri.htm Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Vincenzo
***
172
Sceriffo di Valmitraglia
Offline

Esordiente

Post: 352
Torre del Greco
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (4)


Re: Topolino 3189
Rispondi #42 - 06.01.17 alle 23:42:27
 
E allora? Dopo la copertina ci stanno 160 pagine di fumetto.
 
 

If you can dream it, you can do it.
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Voronwe
*
31
Brutopiano
Offline

Esordiente

Post: 51
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3189
Rispondi #43 - 07.01.17 alle 11:35:10
 
Bene, dopo aver digerito Metopolis ho finito di leggere il resto dell'albo e posso tirare le somme.

Paperino e Paperoga agenti lievitanti: avendo letto le impressioni di vari utenti ero partito con basse aspettative
ma sono felice di essermi ricreduto durante la lettura. E' vero che l'archetipo "PIA" è stato ampiamente sfruttato, ma credo che l'introduzione di diversi elementi abbia riscattato la storia dall'eccessiva banalità. Mi riferisco al personaggio del blogger culinario, macchiettistico e irriverente, che fornisce l'assist per un buon finale. Se si aggiunge il fatto che ho un debole per i disegni di Lavoradori, per me questa è stata proprio una lettura piacevole.

WoM: questa serie è una vera penitenza da leggere. Il filone "WoM" mi risulta di difficile lettura persino nei momenti migliori, figuriamoci adesso. Mi sembra che nel complesso la trama sia frettolosa e i personaggi piatti e inespressivi, tanto nella caratterizzazione quanto nel disegno. L'unica cosa buona sono alcune splash page spettacolari.

A conti fatti do 4 stelle.
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
JoannesChrysostomusTheophilus
**
59
Evroniano
Offline

Fremdschämen

Post: 82
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3189
Rispondi #44 - 07.01.17 alle 14:35:46
 
Anche io non capisco tutto l'astio verso la storia della PIA.
Come altre storie della serie strappa una risata tra trama leggerina e gag . Non è un capolavoro, ovvio, ma si legge con piacere e la vicenda rimane simpaticamente in testa.
Lavoradori forse non è la matita più adatta per queste storie scanzonate (ci vedo più un Panaro, un Mazzarello) ma a me piace molto e dà quel quid in più alla storia.
Certo che questo Paperoga...  Grin

...
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Pagine: 1 2 3 4 5 
 
Il forum del PaperseraLe PubblicazioniTopolino › Topolino 3189 Salta a: