Il forum del PaperseraLe PubblicazioniTopolino › Topolino 3199 Salta a:
Pagine: 1 2 
Topolino 3199 (Letto 2845 volte)
Andy98
*
5
Bassotto
Offline

Esordiente

Post: 2
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (3)


Re: Topolino 3199
Rispondi #15 - 17.03.17 alle 15:27:40
 
Trovo che questo numero possa offrire, al di là del commento delle singole storie, l'analisi per almeno tre tipi di sceneggiature e registri che potremmo oramai definire consolidati all'interno delle pagine di Topolino. Mi riferisco, rispettivamente, a quello di Casty, di Faccini e di Panaro.

[Sono previsti degli Spoiler]

Per quanto riguarda Casty, è un vero maestro dell'azione, e dico solo questo: credo che in nessun altro autore ci sia l'intento di fare una storia dinamica, con scene e dialoghi velocissimi ma al contempo chiarificatori e che non scadono nel didascalismo. A conferma di ciò, visto che non voglio esprimermi su Darkneblot 3 - Nemesis se non a lettura ultimata, prendo come esempio il primo capitolo della saga pubblicato due settimane fa. Non bisogna però scordarsi che la bravura di un autore si può vedere anche attraverso stili e registri differenti, e con l'intermezzo di settimana scorsa Casty si è dimostrato capace di mescolare una saga dai toni epici con una piccola parte ironica ma funzionale nel raccordo tra l'antefatto e la saga stessa.

Ovviamente Casty non è l'unico autore del pantheon. Come maestro di comicità attuale mi sento di proporre Faccini e la sua opera, altro esempio di sceneggiatura particolare: inquadrature essenziali, poche battute - se non addirittura assenza di dialoghi - ma tanta simpatia ed innocenza, unita a molta ironia. Infatti, quell'Archimede che è convinto di fare un bene al cane facendolo ringiovanire, cosa che di per sé sembrerebbe bella, diventa vittima della sua stessa benignità: la vicenda è surreale ma efficace nel suo intento, dietro quella riempitiva si può anche trarre una riflessione profonda - e penso che Faccini non volesse solo farci strappare un sorriso con questa storiella. Apprezzabilissimo, dunque, nella sua semplicità apparente, visto che c'è un'architettura e una costruzione precisa delle vignette e del loro senso generale. In conclusione, l'ho molto apprezzata.

E poi c'è il registro panariano, o meglio il "tòpos" tipico, della vicenda classicheggiante e senza pretese che cerca però di trovare qualche chicca di originalità o qualche elemento che la renda appetibile. Su questo mi dissocio particolarmente, anzi, c'è da dire che non riesco proprio ad apprezzare quest'ultimo Panaro, che invece ho notato piacere particolarmente.
Secondo me - e prendo in analisi Paperino e il ritrovamento storico - il problema di fondo dell'ultimo Panaro è proprio rappresentato dal voler a tutti i costi essere semplice ma al contempo completo, un duplice intento che crolla nelle sue stesse fondamenta. Non tanto per lo spunto di partenza di molte sue storie, molto quotidiane e naturali, quanto per il modo in cui vengono raccontate, ed è lì che mi dissocio proprio dal suo stile.
Tralasciando lo spunto di partenza e lo svolgimento in sé che non ho apprezzato in quanto mi è parso basarsi su ben poco di concreto, limitandosi al semplice "Paperino ha trovato una busta appartenuta a Cornelius Coot per puro caso e la deve consegnare in municipio per una cerimonia" quando mi sarei aspettato molta più carne al fuoco e molta più dinamicità (e il titolo me lo aveva fatto pensare), ci sono alcuni punti critici su cui voglio soffermarmi.
Anzitutto, lo stile è troppo didascalico: questa costante dell'ultimo Panaro (preciso, intendo il Panaro che ha scritto dal periodo De Poli fino ad oggi) la ritengo estremamente artificiosa, quasi fosse uno strumento utilizzato dall'autore per far quadrare tutti i conti e non dare l'impressione che ci siano falle nella trama.
Tuttavia, nel suo voler essere estremamente chiarificatore, Panaro dà per scontata la ragione per cui i Bassotti sapessero del ritrovamento della lettera (visto che non mi sembra molto normale il fatto che abbiano spiato i nipoti di Paperone nella fattoria di Nonna Papera); per di più la lunghissima scena di Paperino che cerca di dormire invano è giustificata da "opportune registrazioni di rumori disturbatori sparati a tutto volume", e qui verrebbe da chiedersi due cose:
1) Perché i nipoti siano riusciti a dormire.
2) Perché nessuno si sia accorto di questi rumori sparati a tutto volume, soprattutto i nipotini. Conoscendo Panaro, visto che tiene alla comprensione di tutto quanto, mi sembra strano che nel dialogo tra Paperino e i nipoti uno di loro non abbia detto "Abbiamo sentito dei rumori pazzeschi, ma grazie al manuale delle Giovani Marmotte siamo riusciti a ecc..." (spiegazione che avrei evitato, ma quantomeno mi sembra innaturale il fatto che nessuno si sia accorto di nulla).
Inoltre, il malvagio panariano di turno è tutto fuorché malvagio: riscrivere la storia è estremamente pericoloso, su questo sono pienamente d'accordo, ma non mi sembra che nella vicenda sia stato sottolineato questo aspetto. Oltretutto cosa avrebbe guadagnato nel distruggere Cornelius Coot per risaltare il proprio avo? Assolutamente nulla. C'era un ottimo pretesto, volendo anche inaspettato rispetto al solito villain che ce l'ha a morte con Paperone o vuole essere cattivo, però tutto quanto viene liquidato negli spiegoni e in una risoluzione molto banale, con un voltafaccia dei Bassotti che ritengo estremamente poco affine con le loro personalità: alla faccia della "terribile Banda Bassotti", mi verrebbe da dire, a me è sembrato un pretesto estremamente forzato per far finire tutto bene, quando partendo dallo stesso Donovan che voleva falsificare la lettera si sarebbe potuto costruire tutt'altro.
Insomma, alla fine questa storia ha avuto tutto fuorché sostanza e originalità. Mi spiace, ma sarò sempre contrario a questo ridurre gli avvenimenti a spiegoni, immagino a quanto di bello si sarebbe potuto costruire dal ritrovamento della lettera di Cornelius Coot, soprattutto facendo a meno di tutte quelle tavole che rinunciano all'azione per chiarire tutto quanto.

P.S. sono AndyHG, purtroppo non ho capito come ma il file utenti sembrerebbe essersi corrotto e il mio account sembrerebbe essere stato cancellato. Qualora non fosse possibile riaverlo, terrò questo.
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Mister Felicità
*
17
Brutopiano
Offline

Disgustosa ostentazione
di plutocratica sicumera!

Post: 47
Dimensione Delta!
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #16 - 17.03.17 alle 17:30:50
 
Un numero più che discreto, secondo solo tra i più recenti al 3197.
Ecco il mio personale giudizio.

Darkenblot 3 Nemesis - Ep. 1: Macchia Nera incombe (Casty/Pastrovicchio): ottimo principio, la premiata ditta Casty - Pastrovicchio non delude. La storia cresce con il passare del tempo. L'inizio è chiaro e interessante ma nulla più. Poi l'intrigo s'infittisce e non mancano i colpi di scena. Al contrario di altri, trovo molto simpatici e interessanti i ragazzi in costumi (a parte ovviamente Din, che credo tuttavia che possa riservarci delle sorprese). Il finale è piuttosto inquietante e molto gradito (almeno da parte mia Occhiolino). S.V.

La storia dell'arte di Topolino - Gambadilegno falsario surrealista (Gagnor/Zanchi): ottima storia anche questa, la seconda migliore del numero. Ormai Zanchi è una garanzia e Gagnor lo era già. Storia in pieno stile Magritte. Voto: 7 e mezzo

Archimede e il raggio della verdissima età (Faccini): breve che svetta sulla successiva. La quasi muta è molto gradevole pur non avendo praticamente dialoghi ("Gù, gà" Grin). Voto: 7

Se fossi un supereroe - Problemi di coda (Gianatti/Panniello): solita solfa: sceneggiatura insipida e disegni pure. Quello contro il bullismo è un messaggio da trasmettere, ma non si riesce a farlo al meglio con quattro tavole! Voto: 5

Comunicazioni papere - Pony express (Figus/Sarda/Marini): molto carina. Non è tanto in linea con la solita caratterizzazione di un Paperino pigro, ma lui che cerca in tutti i modi di salvare l'unica lettera è da incorniciare. Voto: 7

Paperino e il ritrovamento storico (Panaro/Urbano): questa non mi è proprio piaciuta. Tanto per cominciare i disegni di Emilio Urbano sono brutti (il sindaco non si guarda) e in particolare esagerati in alcune espressioni. Poi, scusate, da quando i Bassotti si redimono per una così "frivola" (per loro) causa. Certo, lo spirito patriottico è sempre il benvenuto, ma non mi sembra una cosa tanto da Bassotti... Indeciso Voto: 6

Comunque un buon numero, in definitiva, a parte alcune storie un po' bruttine. Spero che il prossimo soddisfi altrettanto! Sorridente

- Mister Felicità Occhiolino
 
« Ultima modifica: 17.03.17 alle 19:58:37 da Mister Felicità »  

Spero non si perda di vista che tutto è cominciato con un topo! (Walt Disney)
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
zetapi
*
13
Brutopiano
Offline

Esordiente

Post: 46

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #17 - 17.03.17 alle 20:52:52
 
Se qualcuno lo sa, tornerà il tenente Neve?
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Sir Top de Tops
***
206
Gran Mogol
Offline

Novellino

Post: 585
Friuli
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #18 - 18.03.17 alle 11:53:45
 
Piaciuta la prima parte di Darkenblot
Simpatica la citazione castyana a pagina 26 del robottone di "Topolino e il mondo di tutor"  Smiley
 
 

...
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Solomon Cranach
***
357
Pifferosauro Uranifago
Offline

Axaxaxas mlö!

Post: 393
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #19 - 18.03.17 alle 21:54:19
 
Qualcuno in passato, qui nel forum, aveva già individuato nella serie di videogiochi Bioshock (il cui tema centrale è la creazione di utopie iper-tecnologiche, abitate dalle più illustri menti del pianeta) una possibile fonte di ispirazione per la Robopolis di Darkenblot.
Ebbene, in questa terzo capitolo della saga la cosa si fa ancora più evidente: i robot-palombari che appaiono all'inizio (e che Zippo sostiene siano i responsabili dell'incendio al magazzino) sono praticamente identici ai Big Daddy, gli inquietanti esseri (la cui reale natura non viene mai chiarita in modo netto) che il giocatore affronta nel primo capitolo di Bioshock:

...

La corazza da palombaro deriva dal fatto che il gioco è ambientato in una città sottomarina. I robot di Casty & Pastrovicchio sono appena un po' più piccoli e meno tozzi.

Tra l'altro in una recente intervista (a proposito del Raggio di Atlantide) Casty ha dichiarato di essere un giocatore a tempo perso, e di aver apprezzato, nel corso della sua "carriera" videoludica, proprio Bioshock. Ergo queste supposizioni sono assolutamente giustificate.

 
 

...

« Frankly, I cannot conceive how any thoughtful man can really be happy. » --- Howard Phillips Lovecraft
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
★ Mirko ★
***
460
Gran Mogol
Offline

PluriCampione Fantacalcio

Post: 715
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #20 - 19.03.17 alle 16:40:29
 
@
Solomon Cranach

Dopo questa supposizione mi hai fatto venire voglia di leggere subito la storia Sorridente
 
 

CAMPIONE DI CALISOTA
CAMPIONE CALISOTA CUP
CAMPIONE EMPEROR'S SUPERCUP
CAMPIONE CALISOTIAN FUTSAL CUP
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Cornelius Coot
******
3856
Uomo Nuvola
Premio Papersera
Offline

Mais dire Mais

Post: 7485
Duckburg

Polliciata!
Polliciata! (2)


Re: Topolino 3199
Rispondi #21 - 19.03.17 alle 22:21:50
 

DARKENBLOT 3 - NEMESIS

Si respira aria vagamente manga in questa nuova avventura in cui Minni, che si era un po' 'allargata' nello scorso episodio, torna 'dietro le quinte' andando subito in vacanza con le amiche Clara e Patrizia, lasciando Mickey 'libero' di confrontarsi con quattro giovani cosplayers (più o meno) all'interno di una grande Esposizione Tecnologica Universale che si tiene a Miratoshi, in Giappone.

GAMBADILEGNO FALSARIO SURREALISTA

Mi aspettavo di vederle sfilarsi le maschere e mostrare la loro vera identità maschile (come spesso accade nei fumetti Disney) e invece le terribili e bruttine vecchiette sono proprio tali: più reali che surrealiste. Forse la migliore storia artistica di Gagnor supportato da uno Zanchi perfetto per l'occasione.

ARCHIMEDE E IL RAGGIO DELLA VERDISSIMA ETA'

Faccini si conferma il re delle storie mute e speriamo che resti tale: una proliferazione del genere mi turberebbe un poco.

SE FOSSI UN SUPER EROE - PROBLEMI DI CODA

In quattro tavole questa ennesima storiellina educativa non sarebbe neanche male ma la Gianatti, quando ne azzecca una, sembra comunque ripetersi sottolineando sempre la stessa cosa e sempre con Tip e Tap.

COMUNICAZIONI PAPERE - PONY EXPRESS

Curioso intermezzo culinario del professor De' Paperis che riceve una visita in un certo senso 'adeguata' al tema trattato: tra una fetta di pizza e l'altra il tuttologo ci parla del Pony Express, mezzo di comunicazione tipico di un breve periodo storico della storia americana.
https://it.wikipedia.org/wiki/Pony_Express

PAPERINO E IL RITROVAMENTO STORICO

Una lettera di Cornelius Coot è al centro di tutta la vicenda tanto che alla fine sarebbe stato quasi meglio non renderla pubblica, per mantenere un po' di mistero (da risolvere magari in due puntate). Se a Springfield il mito del fondatore Jebediah è rimasto pubblicamente 'sano' anche se sappiamo che pochi privati conoscono scomode verità (fra i quali Lisa Simpson), a Paperopoli scomode bugie private non sono riuscite a distorcere una realtà storica fortunatamente positiva (a meno che non si scoprano in futuro pericolose lettere non taroccate...)
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Bramo
*****
1442
Visir di Papatoa
Recensore
Offline

Sognatore incallito

Post: 2758
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3199
Rispondi #22 - 19.03.17 alle 23:25:25
 
Gran bel numero, dove la parte del leone la fanno Casty e Pastro ovviamente.
Darkenblot III Nemesis è solo alla prima parte di 4, ma conferma subito il rilancio in grande stile della serie: Topolino che si butta nell'avventura, lo scenario tecnologico, i nuovi comprimari, il robot simpatico e un nuovo, ancora complesso piano di Macchia Nera ben introducono in quella che promette di essere la trama più complessa di tutto la saga. Non vedo l'ora di proseguire nella lettura, anche perché i disegni del Pastro continuano ad essere efficaci: adoro il suo gusto per la rappresentazione di elementi avveniristici e "robottosi" e adoro il suo Mickey, dallo sguardo furbetto e dallo stile giovanile, a partire dal ciuffetto per finire al giubbino. Ottimo.

Molto buono anche Roberto Gagnor con la sua Gambadilegno falsario surrealista: lo sceneggiatore ha rilanciato alla grande la sua serie sula storia dell'arte, creando finora una tripletta di storie decisamente valide: quella di settimana scorsa a questa sono tra le migliori di tutta la serie, e in questo caso apprezzo davvero molto l'ironia (la banda delle vecchiette!) e il modo intelligente con cui l'arte di Magritte dialoga con i personaggi Disney. Alcune scene, come la moltitudine di pippidi, sono straordinariamente d'effetto, e questo è merito anche del bravissimo Stefano Zanchi, che qui in alcune tavole si supera.

Enrico Faccini fa una "faccinata" delle sue e come sempre gli riesce benissimo: forse meno incisiva di altre simili del recente passato, limitandosi ad essere una breve serie di gag non sempre irresistibili, Archimede e il raggio della verdissima età diverte in modo comico, moderno e surreale, un approccio che dovrebbe avere più proseliti.

Carlo Panaro scrive una storia dal soggetto interessante, minata però da una scrittura che rovina le idee pur buone alla base:un intrigo ben calato nella "storia ufficiale" di Paperopoli, un cattivo per nulla scontato e un plot twist valido rendono Paperino e il ritrovamento storico un'avventura che ho letto più che volentieri, anche se alcuni passaggi sono veramente troppo forzati, come il contorto piano dei Bassotti di non far dormire Paperino per ottenerlo spossato si scontra con il fatto di avere... un congegno che genera sonno! Rumori assurdi tutta la notte e solo Paperino li patisce, QQQ hanno dormito come angioletti. Inoltre, anche se la conclusione mi ha piacevolmente sorpreso, arriva in modo fin troppo repentino, e i dialoghi risultano spesso fin troppo didascalici. Sul fronte disegni, avrei preferito che lo stile di Urbano fosse meno sulla recente falsariga e più simile a quello di alcuni anni fa. Ma tant'è, l'artista riesce comunque a realizzare tavole buone per accompagnare una storia potenzialmente molto bella ma che risulta monca nella stesura.
Comunicazioni papere - Pony express è una storia meno interessante: ben scritta, per carità, ma che non riesce ad appassionare limitandosi a raccontare un'avventura fin troppo lineare e classica. Vi si adattano però bene i disegni sempre piacevoli di Marini.

La breve con Tip e Tap, come le precedenti di questa miniserie didattica, non c'entra l'obiettivo ed è indolore.
 
« Ultima modifica: 19.03.17 alle 23:51:52 da Bramo »  
WWW WWW Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
pap
**
43
Giovane Marmotta
Offline

Tutto è posibile

Post: 169
Paperopoli
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #23 - 20.03.17 alle 17:18:52
 
Secondo me:
Darkenblot III Nemesis - Ep.1: Macchia Nera incombe
,voto:/
L' episodio comincia benissimo.Non vedo l' ora di leggere le prossime puntate
La storia dell’arte di Topolino – Gambadilegno falsario surrealista
,voto:7.5
Il ciclo continua bene ,ma non mi fermo qui
Archimede e il raggio della verdissima età
,voto:7
Faccini=Risate.Che cosa si vuole di più?
Se io fossi un supereroe – Problemi di coda
,voto:5
Niente di interessante
Comunicazioni papere – Pony express
,voto:6.5
Simpatica ,ma niente di più.Buoni i disegni
Paperino e il ritrovamento storico
,voto:7.5
La storia è buona ma nel finale pensavo qualcosa di meglio

Alla fine un buon Topolino: Smiley
 
 
WWW WWW Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Carlo Panaro
***
552
Pifferosauro Uranifago
Offline

(d.o.c.!)

Post: 374
(d.o.c.!)
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (3)


Re: Topolino 3199
Rispondi #24 - 20.03.17 alle 17:41:44
 
Il 19.03.17 alle 23:25:25 Bramo ha scritto:
come il contorto piano dei Bassotti di non far dormire Paperino per ottenerlo spossato si scontra con il fatto di avere... un congegno che genera sonno! Rumori assurdi tutta la notte e solo Paperino li patisce, QQQ hanno dormito come angioletti.


Ciao Bramo,
ho letto le tue considerazioni e quelle degli altri utenti del forum riguardo alla mia storia.
Come sempre, rispetto e accetto le opinioni di tutti, sia di quelli che hanno gradito il mio lavoro, sia di quelli che l'hanno criticata.
Qui volevo semplicemente chiarire due punti della storia che forse non sono stati compresi adeguatamente. Paperino dice chiaramente che, se non dorme almeno dieci ore per notte, il giorno dopo è uno straccio... pensavo che fosse comprensibile, senza addentrarmi in spiegazioni, che a Qui, Quo e Qua ne sono bastate meno, magari soltanto sette... è ovvio che anche loro hanno sentito i rumori, ma ne hanno risentito molto meno rispetto al pigro e sonnacchioso zio. D'altra parte, nella mia sceneggiatura, che ho ripreso, non ho indicato che i ragazzi dovevano apparire particolarmente svegli o freschi  come una rosa...
Riguardo invece al piano dei Bassotti, la spiegazione è più articolata: il perfido Donovan vuole che Paperino dorma solo per un'ora e, quindi, non sia assolutamente consapevole dell' anormalità del suo sonno, ma lo ritenga frutto della "nottataccia" senza perciò avere il benché minimo sospetto dell'accaduto. Se Paperino avesse trascorso un'ottima nottata, almeno secondo me, sarebbe rimasto quanto meno sconcertato dal fatto di aver avuto un improvviso colpo di sonno mentre era nella 313.
Spero che tu gradisca maggiormente le mie prossime storie, ti saluto e, come sempre, buon Topolino a tutti! Smiley
 
 
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Lucandrea
******
2094
Uomo Nuvola
Offline

Appassionato lettore

Post: 7475
Villa Estense (PD)
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Re: Topolino 3199
Rispondi #25 - 20.03.17 alle 22:49:16
 
Il 20.03.17 alle 17:41:44 Carlo Panaro ha scritto:
Ciao Bramo,
ho letto le tue considerazioni e quelle degli altri utenti del forum riguardo alla mia storia.
Come sempre, rispetto e accetto le opinioni di tutti, sia di quelli che hanno gradito il mio lavoro, sia di quelli che l'hanno criticata.
Qui volevo semplicemente chiarire due punti della storia che forse non sono stati compresi adeguatamente. Paperino dice chiaramente che, se non dorme almeno dieci ore per notte, il giorno dopo è uno straccio... pensavo che fosse comprensibile, senza addentrarmi in spiegazioni, che a Qui, Quo e Qua ne sono bastate meno, magari soltanto sette... è ovvio che anche loro hanno sentito i rumori, ma ne hanno risentito molto meno rispetto al pigro e sonnacchioso zio. D'altra parte, nella mia sceneggiatura, che ho ripreso, non ho indicato che i ragazzi dovevano apparire particolarmente svegli o freschi  come una rosa...
Riguardo invece al piano dei Bassotti, la spiegazione è più articolata: il perfido Donovan vuole che Paperino dorma solo per un'ora e, quindi, non sia assolutamente consapevole dell' anormalità del suo sonno, ma lo ritenga frutto della "nottataccia" senza perciò avere il benché minimo sospetto dell'accaduto. Se Paperino avesse trascorso un'ottima nottata, almeno secondo me, sarebbe rimasto quanto meno sconcertato dal fatto di aver avuto un improvviso colpo di sonno mentre era nella 313.
Spero che tu gradisca maggiormente le mie prossime storie, ti saluto e, come sempre, buon Topolino a tutti! Smiley


Anche da questa risposta si nota come Carlo Panaro sia un gran signore e risponda con grande gentilezza ed eleganza di altri tempi alle nostre domande. Faccio i complimenti a Carlo per questa risposta e per la storia di questo Topo che ha parlato della fondazione di Paperopoli, tema non sempre agevole da affrontare
 
 

17 Aprile 1993: inizio di una passione
WWW WWW https://www.facebook.com/luca.zamarco.7 Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Kim Don-Ling
****
1275
Cugino di Alf
Premio Papersera
Moderatore
Recensore
Offline


Post: 1360
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino 3199
Rispondi #26 - 03.04.17 alle 18:41:17
 
Un Topolino così così...

Bella la partenza di Darkenblot con ambientazione nipponica, come dire Topolino ancora più fuori dal suo guscio, eppure sarà sicuramente in grado di reagire a quello che accadrà meglio di altri che in teoria dovrebbero essere più a loro agio!

Carina la storia dell'arte, con Gamba alle prese col surrealismo; ancora una volta, questi episodi slegati trovo che manchino della continuity che aveva la prima - bellissima - serie.

Poco da dire sulle brevi, dimenticabili... ma per fortuna c'è Faccini, che in poche tavole e senza parole organizza attorno a Paperoga un piccolo ma esilarante bailamme!

Infine, la storia dedicata alle origini di Paperopoli ha sicuramente un'idea carina e un finale a sorpresa, ma nel complesso l'insieme mi appare un po' forzato. Gli stessi Bassotti che rinunciano al guadagno per salvaguardare la memoria di Cornelius Coot mi paiono troppo buoni, non ci sono più i cattivi di una volta!
 
 

"Se nato cigno nessuno ti trasformerà in avvoltoio"
federico.pavan.14 Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Pagine: 1 2 
 
Il forum del PaperseraLe PubblicazioniTopolino › Topolino 3199 Salta a: