Il forum del PaperseraFumetti DisneyCommenti sulle storie › Topolino e i radio-pirati circolari Salta a:
Cambia Pagina Indice Pagine: 1
Topolino e i radio-pirati circolari (Letto 184 volte)
AzureBlue
***
372
Gran Mogol
Premio Papersera
Offline

Martiniano estremista.

Post: 631
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata! (1)


Topolino e i radio-pirati circolari
13.09.17 alle 13:54:28
 
Avventura gialla del 1979 a firma Martina/Scala. Il Professore è ormai al tramonto (forzoso) della sua carriera mentre Scala si sta evolvendo verso quel tratto morbido e sinuoso che lo ha reso celebre.
La trama è, in realtà, abbastanza ingegnosa:Topolino e Pippo al ritorno da una giornata di pesca notano un falco che si dirige verso la città per poi tornare. Nello stesso momento la radio-ricetrasmittente della polizia che il topo ha in auto trasmette una canzonetta che, si scoprirà, è stata captata anche dalle varie macchine di agenti dislocati in città, seguendo un percorso circolare. Il giorno dopo una delle vetture da l'allarme per un crimine in un punto X della città, mentre una vera rapina si tenta da tutt'altra parte. Questa viene sventata da un coraggioso cassiere che prima da l'allarme e poi esce pistola in pugno per inseguire i ladri che, però, si fanno scudo di una ragazza. La ragazza, si scoprirà attraverso dei raffronti, era in realtà una complice dei rapinatori. A tutto questo si aggiunge il caso del professor Sandars che è convinto che il suo assistente lo abbia derubato della sua ultima invenzione (un radio trasmettitore miniaturizzato) oltre che rapire sua figlia con l'intenzione di sposarla. Si scopre che la figlia e la complice sono la stessa persona e, grazie alla deduzione, Topolino capisce quale sarà il prossimo obbiettivo riuscendo a incastrare la banda.

In questa storia si segnalano un Topolino veramente insopportabile, tanto che è lo stesso Pippo a dirglielo più volte (Sgrunt! Oggi sei davvero impossibile!), ma Martina gioca anche con la sua spalla preferita. Se nelle avventure fantoniane era il canide ad essere una specie di deus ex machina inconsapevole, qui il famoso sesto senso di Pippo viene sbeffeggiato e usato come meccanismo comico. L'avventura è talmente stipata di flashback e brusche svolte che in realtà la carne al fuoco è poca, sembra quasi che Martina abbia dovuto rimpolpare una sceneggiatura un po' esile, fino a renderla quasi troppo ricca. Comunque una testimonianza di come potesse essere moderno il Professore che pesca a piene mani dal poliziottesco allora di moda in Italia.

Sarebbe interessante sapere come è stata resa la battuta "Spara e ammazzi la bella brunetta!" nella ristampa del 1986 e del 2006 soprattutto. Se qualcuno lo sa si faccia avanti!

PS: grazie infinitamente alla pagina FB Guido Martina che mi ha ricordato l'esistenza di questa storia!
 
 

Ahimè! Così finisce una grande missione di cultura e di civiltà!
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
doppio segreto
**
243
Papero del Mistero
Offline

Esordiente

Post: 221
castel san pietro terme
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino e i radio-pirati circolari
Rispondi #1 - 16.09.17 alle 23:17:22
 
Il 13.09.17 alle 13:54:28 AzureBlue ha scritto:
[url=https://inducks.org/story.php?c=I+AT++265-B&search=radio%20pirati%20circolari]

In questa storia si segnalano un Topolino veramente insopportabile, tanto che è lo stesso Pippo a dirglielo più volte (Sgrunt! Oggi sei davvero impossibile!),

Sarebbe interessante sapere come è stata resa la battuta "Spara e ammazzi la bella brunetta!" nella ristampa del 1986 e del 2006 soprattutto. Se qualcuno lo sa si faccia avanti!


Ma sai ... mi sono sempre domandato se sia più insopportabile Topolino quando riprende Pippo per le enormi sciocchezze che dice o Pippo per le stesse che pronuncia. Divertito

Comunque la frase nelle ristampe successive diventa "Spara e ammazzi la bambola".
 
 

Il pensiero di essere tanto felice mi rende triste! (Pippo)
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
AzureBlue
***
372
Gran Mogol
Premio Papersera
Offline

Martiniano estremista.

Post: 631
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino e i radio-pirati circolari
Rispondi #2 - 18.09.17 alle 16:15:06
 
Il 16.09.17 alle 23:17:22 doppio segreto ha scritto:
Ma sai ... mi sono sempre domandato se sia più insopportabile Topolino quando riprende Pippo per le enormi sciocchezze che dice o Pippo per le stesse che pronuncia. Divertito


E' come se tu avessi un amico che sai essere "non del tutto normale" e ogni volta che dice qualcosa gli intimassi di stare zitto e non dire sciocchezze!

Il 16.09.17 alle 23:17:22 doppio segreto ha scritto:
Comunque la frase nelle ristampe successive diventa "Spara e ammazzi la bambola".


Pensavo avrebbero adottato un qualche espediente per riuscire a togliere il riferimento all'assassinio
 
 

Ahimè! Così finisce una grande missione di cultura e di civiltà!
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
doppio segreto
**
243
Papero del Mistero
Offline

Esordiente

Post: 221
castel san pietro terme
Sesso: male

Polliciata!
Polliciata!


Re: Topolino e i radio-pirati circolari
Rispondi #3 - 18.09.17 alle 17:18:18
 
Il 18.09.17 alle 16:15:06 AzureBlue ha scritto:
E' come se tu avessi un amico che sai essere "non del tutto normale" e ogni volta che dice qualcosa gli intimassi di stare zitto e non dire sciocchezze!

Sì, d'accordo ma questa risposta va bene per la realtà.

Nel discorso invece del rapporto Topolino /Pippo, sarebbe invece importante analizzare la questione in maniera storica e filologica, tenendo comunque sempre presente che a far agire sia fisicamente che verbalmente i personaggi di un fumetto, sono delle persone reali che, rispetto a quei personaggi, hanno delle loro convinzioni e simpatie.
Il rapporto Topolino e Pippo nelle strisce giornaliere e tavole domenicali - e dunque nelle sue origini e nel suo primo sviluppo - era molto spesso basato sul fatto che Pippo diceva la sua battuta e Topolino per reazione cadeva a terra - come se svenisse - e questo avveniva alla fine della striscia perché era nella loro logica finire con una battuta comica. In seguito però, quando le strisce divennero auto-conclusive, spesso si poteva assistere a Topolino che correva dietro con una scopa a Pippo, e qui siamo però, già alla fine degli anni 60 inizi 70.

Ma veniamo a Guido Martina.

Come si sa, al professore Topolino non stava molto simpatico e questo a dispetto del fatto che fu lui a scrivere le prime storie italiane che lo riguardavano ... e senza alcun dubbio, questo sicuramente ha influito sul modo di gestire i due amici.
Diciamo che spesso è una costante nelle loro storie di Martina avere da una parte Pippo che dice sciocchezze a raffica e Topolino che reagisce più o meno in maniera scocciata, salvo poi, rendersi conto che proprio da quelle battute, riesce a risolvere l'enigma di turno: il famoso sesto senso di Pippo in questa storia così esplicitato.
Questa cosa sarà ripresa anche da altri autori ma sicuramente fu Martina ad introdurre e ad insistere in maniera particolare su questo tipo di rapporto fra i due amici per antonomasia.
La storia che tu recensisci è dunque a tutti gli effetti la punta di una piramide su quel rapporto che prende le mossa fin dagli anni 50.

Ciò detto però, dal mio punto di vista, aldilà della risposta un po' ironica che ho dato prima, in realtà la cosa non mi ha mai dato fastidio e tanto meno mi ha fatto porre domande su chi fosse più insopportabile fra i due perché l'ho sempre visto come un classico gioco delle parti: da un lato un personaggio assai intelligente e lungimirante che ha saputo trovare, dall'altro lato, un personaggio, certamente goffo e limitato e che però, in quanto tale, sa solo lui esprimere la vera  amicizia disinteressata e quella punta di saggezza che è data solo alle persone che solitamente definiamo "strambe".
 
 

Il pensiero di essere tanto felice mi rende triste! (Pippo)
Showcase   IP memorizzato
Inizio pagina
Cambia Pagina Indice Pagine: 1
 
Il forum del PaperseraFumetti DisneyCommenti sulle storie › Topolino e i radio-pirati circolari Salta a: