Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
1 | |
2 | |
3 | |
2 | |

Topolino 3316

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

SalvoPikappa
Ombronauta
   (4)

  • ****
  • Post: 899
  • Potere e Potenza!
    • Offline
    • Mostra profilo
   (4)
    Topolino 3316
    Lunedì 10 Giu 2019, 14:32:23
    Indice

    Paperinik, tutto cominciò così - Marco Gervasio
    Zio Paperone e il guazzabuglio linguistico - Carlo Panaro/Libero Ermetti
    Gambadilegno e la fuga domestica - Pietro B. Zemelo/Alessandro Del Conte
    Paperoga e l'invadente rampicante - Giorgio Salati/Luciano Gatto
    Topolino, Pippo e l'invenzione del cucù - Danilo Deninotti/Roberto Vian
    Paperino e il segreto della 313 - Fabio Michelini/Massimo De Vita


    Nessuno è povero, quando può fare ciò che gli piace quando gli piace!... A me piace tuffarmi nel denaro, come un pesce baleno, e scavarci gallerie, come una talpa, e gettarlo in aria e farmelo ricadere sulla testa!

    *

    bunny777
    Gran Mogol
       (1)

    • ***
    • Post: 620
    • Strapapero
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3316
      Risposta #1: Mercoledì 12 Giu 2019, 14:25:45
      Comunque non posso crederci: a Napoli, in piena città, ho girato mezzo quartiere e nessun'edicola ha la versione liscia, tutte invece con la copia con l'accessorio. Non m'era mai capitato. Ovviamente non l'ho presa.


      *

      Gumi
      Cugino di Alf
      Moderatore
         (10)

      • ****
      • Post: 1341
        • Offline
        • Mostra profilo
         (10)
        Re:Topolino 3316
        Risposta #2: Mercoledì 12 Giu 2019, 14:49:02
        DISCLAIMER:

        Sono abbastanza sicuro che questo numero potrà generare molta discussione.
        Auspico e richiedo che la discussione si mantenga sempre su binari di estrema correttezza e pacatezza.

        In caso ciò non avvenga mi riservo di eliminare insindacabilmente i commenti che non saranno rispondenti ai suddetti requisiti.
        Ho letto già su facebook alcuni commenti simil-indignati o che andavano a citare gli autori più che le storie.
        L'indignazione può andare bene per i social network ma non per un luogo deputato alla discussione.
        Ricordate che coi commenti esprimete la vostra opinione, noi consentiamo ad ospitarvela solamente se è adatta al tipo di discussione che auspichiamo.
        Quindi se dovete indignarvi potete farlo liberamente sulle vostre bacheche e sui vostri profili social. Qui no.

        Le Cassandre invece lasciamole all'Iliade, personaggio che peraltro non fece una bella fine.

        Eventuali risposte in merito ai commenti cassati saranno ovviamente anch'esse cancellate e in caso di recidività verranno presi provvedimenti commisurati.

        Buona discussione.
        « Ultima modifica: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:22:17 da Gumi »

        *

        Manuel Crispo
        Papero del Mistero
           (20)

        • **
        • Post: 240
          • Offline
          • Mostra profilo
           (20)
          Re:Topolino 3316
          Risposta #3: Mercoledì 12 Giu 2019, 15:36:29
          Non ho ancora letto la storia di Gervasio, intervengo solo per segnalare che un quarantenne di Galbiate ha lanciato su Change.org una petizione per resuscitare il professor Guido Martina tramite un rituale di necromanzia

          *

          Vito65
          Cugino di Alf
             (3)

          • ****
          • Post: 1221
          • ex Generale Westcock
            • Offline
            • Mostra profilo
             (3)
            Re:Topolino 3316
            Risposta #4: Mercoledì 12 Giu 2019, 15:59:20
            Proviamo a commentare la tanto attesa storia/riscrittura delle origini di Paperinik: l'attesa e la curiosità era tanta, ed infatti io, da parte mia, l'ho letta subito stamattina, cosa che di solito non faccio con i Topolino nuovi, normalmente li leggo nel tardo pomeriggio o nella serata del mercoledì. "L'altro personaggio" di cui abbiamo parlato la settimana scorsa era quello che un po' tutti ci aspettavamo; anche la soluzione tecnica per farlo agire nel 1969 era fra quelle che molti avevano ipotizzato.
            Dare una valutazione di merito dell'impresa in cui si è imbarcato Gervasio è difficile: l'originale martiniano è una pietra miliare del fumetto Disney di produzione italiana ed era, ed è, difficile che una rilettura/riscrittura/rifacimento potesse/possa reggere il confronto con l'originale. Personalmente mi ha lasciato perplesso che con questa storia si vadano a rivedere le ragioni e le motivazioni della nascita del nostro eroe mascherato, ma, in ogni caso, al di là del fatto che questa "revisione" possa piacere o non piacere, è certamente una testimonianza dell'interesse di Gervasio per Paperinik e per il suo antesignano, e vale comunque come tributo al personaggio.
            Dal punto di vista del respiro espositivo, c'è da dire che la storia probabilmente avrebbe richiesto qualche tavola in più: a fine lettura infatti  rimane l'impressione di una vicenda fortemente e forzatamente sintetizzata, ma questa impressione forse è determinata/accentuata per chi come me ha presente lo sviluppo dell'originale, e quindi individua chiaramente i passaggi e gli snodi che sono stati oggi fatti oggetto di sintesi/riduzione/restringimento.
            « Ultima modifica: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:11:19 da Vito65 »

            *

            neptune85
            Bassotto
               (5)

            • *
            • Post: 3
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo
               (5)
              Re:Topolino 3316
              Risposta #5: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:01:37
              Ho letto soltanto "Paperinik, tutto cominciò così" e confesso che non mi ha entusiasmato.
              Senza spoiler per chi deve ancora leggerla, la storia mi è sembrata meno dirompente di quanto si potesse immaginare; soprattutto, però, non mi sembra aggiungere molto. Mi spiego meglio: come pure viene esplicitamente scritto nell'articolo che introduce la storia, si tratta di un remake del "Diabolico vendicatore", peraltro piuttosto fedele in alcuni dialoghi. Se non si può obiettare nulla sul comparto grafico (lo stile è quello classico a cui ci ha abituati Gervasio), la storia soffre un po' secondo me di eccessiva brevità: soltanto 25 tavole per ripercorrere una storia che, in origine, era in due tempi. Il risultato è che, per chi non ha letto l'originaria storia di Paperinik, si fatica un po' a comprendere l'evoluzione della storia (soprattutto non si capisce bene, a mio parere, perché Paperino senta il desiderio di essere vendicatore e perché in concreto prenda di mira zio Paperone). D'altro canto, per chi ha invece ben presente la storia originaria questa avventura non aggiunge moltissimo.
              La storia è comunque piacevole e credo sia anche molto positivo, visti i "paletti" che oggi bisogna rispettare, che ci siano parole e situazioni un po' più crude rispetto a quanto siamo abituati: nessun alleggerimento sul fatto che Paperino intende derubare Paperone, così pure come parole forti (ad es.: "morto").
              Non posso però nascondere il fatto che mi aspettavo una storia un po' più memorabile; secondo me, nel 2014 la storia a bivi "Paperinik in i destini di un eroe" aveva meglio colto nel segno, forse anche perché era prevalente il lato umoristico/parodistico.

              *

              Vito65
              Cugino di Alf
                 (1)

              • ****
              • Post: 1221
              • ex Generale Westcock
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:Topolino 3316
                Risposta #6: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:13:14
                Comunque non posso crederci: a Napoli, in piena città, ho girato mezzo quartiere e nessun'edicola ha la versione liscia, tutte invece con la copia con l'accessorio. Non m'era mai capitato. Ovviamente non l'ho presa.
                Anche qui a Canicattì è arrivata solo la versione accessoriata, ma io l'ho presa per troppa curiosità della storia di Gervasio.
                « Ultima modifica: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:23:56 da Vito65 »

                *

                Gingerin_Rogers
                Diabolico Vendicatore
                   (8)

                • ****
                • Post: 1661
                • Lurkatrice sfegatata
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (8)
                  Re:Topolino 3316
                  Risposta #7: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:27:24
                  Un commento velocissimo: la storia non solo non aggiunge niente per noi della vecchia guardia, ma ha il difetto a mio parere di togliere tutto il carattere del personaggio. Altro non aggiungo, a scanso spoiler, ma se dovessi dare un giudizio, sarebbe: Fuori tema.
                  « Ultima modifica: Mercoledì 12 Giu 2019, 16:41:18 da Gingerin_Rogers »

                  *

                  Cornelius Coot
                  Sapiente Ciminiano
                     (3)

                  • ******
                  • Post: 9966
                  • Mais dire Mais
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (3)
                    Re:Topolino 3316
                    Risposta #8: Mercoledì 12 Giu 2019, 19:21:48
                    Una storia tanto simbolica quanto, possibilmente, 'realistica': Gervasio voleva approfondire il 'passaggio del testimone' tra Fantomius e Paperinik, renderlo molto più vicino degli ipotetici 40 anni che lo separano, dalla crisi del 1929 (non a caso evocata dallo stesso Lord Quackett come principale causa della fine della 'carriera' di Fantomius) al 1969, inizio della carriera di Paperinik (ma in questo caso l'anno è molto meno ufficiale del precedente, più sfumato se non del tutto inesistente nello scorrere del tempo paperopolese, utile solo a noi lettori per festeggiare, oggi, il 50° del diabolico vendicatore).

                    La macchina del tempo resta comunque 'quasi' indispensabile quando un ipotetico quarantennio è, in realtà, quasi un secolo (come quello evocato da Martina mezzo secolo fa) visto che oggi stiamo per entrare nei 'nostri' anni '20. Ed anche per non far invecchiare troppo un John Quackett che potrebbe essere, in ogni caso, un bel papero 'brizzolato' (come in fondo lo è Zio Paperone che è ancor più vecchio del Lord, in realtà). Il fatto che la macchina del tempo fosse già stata protagonista di questi crossover tra mascherati fa si che la cosa non sorprenda più di tanto, per quanto mi piacerebbe 'conoscere' l'anziana coppia John-Dolly.

                    Alcuni passaggi sono divertenti, altri sono incastrati comunque bene nel succedersi degli avvenimenti, altri ancora ci danno dei retroscena davvero clamorosi che magari potremo approfondire meglio fra qualche giorno, quando tutti avranno letto la storia di Gervasio. Storia che poteva estendersi su due puntate, come l'originale, per sviluppare meglio tutti i passaggi, facendo, oltretutto, rimanere i lettori per una settimana con una certa suspence: strano che in Panini non abbiano pensato ad allungare un brodo sicuramente saporito.

                    Io considererei questa 'rilettura' delle origini di Paperinik come un qualcosa di 'alternativo', voluto probabilmente più da Gervasio che dalla stessa Panini che ha poi approvato il soggetto. Un autore che, amando fortemente i due mascherati ed avendone particolarmente sviluppato uno, ha voluto che fossero fisicamente vicini in quel momento decisivo (come scrivevo all'inizio). Sebbene qualche 'coerenza' potrebbe esserci nell'intervento di Lord Quackett, magari senza utilizzare la macchina del tempo.

                    Non sarebbe affatto strano che un anziano Lord, sapendo che la sua antica dimora (per quanto abbandonata, chissà poi perché...) sta per andare improvvisamente nelle mani di un estraneo, si preoccupasse che andasse nelle mani 'giuste', anche riguardo i sotterranei o altre cose che fino a quel momento non avevano interessato nessuno. Dunque ci sta che l'ex Fantomius 'intervenga' proprio in quel particolare passaggio: Gervasio l'ha scritto in questo modo e chi, meglio di lui, poteva farlo?
                    « Ultima modifica: Mercoledì 12 Giu 2019, 19:54:06 da Cornelius Coot »

                    *

                    Fillo Sganga
                    Visir di Papatoa
                       (8)

                    • *****
                    • Post: 2402
                    • ex turk182
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (8)
                      Re:Topolino 3316
                      Risposta #9: Mercoledì 12 Giu 2019, 20:03:00
                      Onestamente ? apprezzo Gervasio, adoro PAPERINIK (diabolico vendicatore) e leggo con piacere le storie di Fantomius...ma dopo lunga riflessione posso dire che a me sta storia non è tanto piaciuta.
                      Di fatto l'idea di rivederne le origini in occasione dei 50 anni della sua prima apparizione era un'idea dignitosa.
                      il problema è, a mio avviso, che in tutta questa ricetta fatta di buoni ingredienti ne manca uno fondamentale;un po' come servire una buona carbonara senza l'uovo.
                      L' ingrediente mancante a mio avviso qui è la "cattiveria" che accompagnava il contesto delle mitiche storie del passato caratterizzate da situazioni e personaggi ora impresentabili: un Gastone arrogante e cinico, uno zio Paperone piu' viscido che mai e un Paperino proletario e un poco inetto.
                      Era in quel contesto ormai improponibile che Paperinik traeva forza e ora purtoppo rischia di venire un po' snaturato e sarebbe un vero peccato..
                      Se devo dirla tutta, proprio in vista di una serie di nuove avventure del Paperinik "classico" ho visto questa storia come uno dei tanti remake dei classici animati disney che ora vanno di moda: si rilancia la formula adattandolo alle attuali politiche aziendali...e se le cose stanno cosi' potrebbe essere un vero peccato...
                      « Ultima modifica: Venerdì 14 Giu 2019, 07:41:35 da Fillo Sganga »

                      *

                      Dippy Dawg
                      Visir di Papatoa
                         (3)

                      • *****
                      • Post: 2481
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (3)
                        Re:Topolino 3316
                        Risposta #10: Mercoledì 12 Giu 2019, 22:50:30
                        Ho letto per ora solo la prima storia, ma ci tenevo a lasciare subito un commento...
                        (temo che mai come stavolta le altre storie saranno un po' trascurate! ;D )

                        Chiarisco subito una cosa: altro che essere indignato! A me è piaciuta, tanto che l'ho già letta due volte e probabilmente lo farò ancora! :)

                        (un po' di spoiler sto per farli...)

                        Il divertimento maggiore è stato proprio scoprire i retroscena di alcune cose (il pacco arrivato all'indirizzo sbagliato, l'assenza iniziale della maschera...), e anche l'accenno alla crisi del '29 mi è piaciuto; quello che avrei preferito sarebbe stato evitare la macchina del tempo e vedere il Quackett anziano che, magari dopo averlo osservato per anni, decideva di passare il testimone a Paperino! Capisco che sarebbe stato più complicato (per esempio; perché Villa Rosa era abbandonata?), ma avrebbe avuto molto più fascino (avrebbe potuto anche essere la degna conclusione delle avventure di Fantomius!)...

                        Certo, per apprezzarla meglio forse avrebbe dovuto essere un po' più lunga, ma mi sembra che comunque le cose importanti siano state "dette"!

                        Aggiungo anche che non mai avuto una grossa venerazione per la storia originale (trovo che le migliori storie di Paperinik siano quelle successive), ma fortunatamente alcune "situazioni forti" presenti allora sono state riportate anche qui (o, meglio, non ci sono state censure ignobili!), e ne sono contento (di questi tempi, bisogna accontentarsi!)...

                        Ora cercherò di leggere anche il resto del numero... ;D
                        Io son nomato Pippo e son poeta
                        Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
                        Verso un'oscura e dolorosa meta

                        *

                        Tapirlongo Fiutatore
                        Pifferosauro Uranifago
                           (15)

                        • ***
                        • Post: 500
                        • Orrido bestio!
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (15)
                          Re:Topolino 3316
                          Risposta #11: Mercoledì 12 Giu 2019, 23:24:45
                          Premesso che non sono un grande fan di reboot, remake, recuperi di storie passate e affini, imho la storia non funziona appieno per vari motivi.

                          Leggendola ci si accorge che alla fine non è altro che la riscrittura identica della prima storica avventura del diabolico vendicatore di Martina e Carpi con l’aggiunta di un Fantomius in più come direttore d’orchestra e minuzioso pianificatore di ogni singolo avvenimento. Se già una riproposizione quasi pedissequa dell’originale è, per me, assai poco interessante, trovo che la presenza del ladro mascherato depotenzi moltissimo la nascita dell’alter-ego di Paperino, togliendoli quell’aura di epicità che l’ha sempre circondata: la Dea Bendata che finalmente, attraverso un errore di recapito, dava al papero la possibilità di vendicarsi dei torti e dei soprusi subiti da Paperone, Gastone e parentame. La presenza di Fantomius, che aveva programmato ogni dettaglio possibile, fa passare Paperinik per una sorta di burattino nelle mani di Quackett, che agisce come lui ha previsto e preparato. Senza contare la presenza, secondo me, di alcune falle (per esempio, capire come Paperino si sarebbe meritato la nomina di “erede”: solo perché è fannullone e vessato? Non mi pare che il ragionamento di Fantomius lasci trasparire altre possibilità.)

                          Aggiungo, oltre alle considerazione sulla qualità della storia, alcuni miei pensieri sul personaggio Paperinik: ho sempre trovato che l’unico Paperinik davvero sensato fosse quello di Martina, che riparava ai torti subiti da Paperino, in maniera spesso non del tutto legale: era qualcosa di forte, di bello, con una sorta di mistero e di senso di rivalsa che lo permeava. Il Paperinik supereroe, quello nato con Pezzin per intenderci, lo digerisco poco, e per me il papero mascherato poteva addirittura quasi rimanere one-shot (anche le avventure martiniane, escluse le prime dieci circa, iniziavano a mostrare una certa stanchezza e ripetitività). Nessun altro riutilizzo del personaggio è stato condotto, a mio avviso, in maniera intelligente, escludendo Pk che, piaccia o non piaccia, è oggettivamente un ripescaggio sensato e mirato. Va da se’ che con i paletti odierni recuperare quel Paperinik è praticamente impossibile. A quanto pare nei prossimi mesi verrà tentato un suo ripescaggio. L’unica cosa che mi viene da pensare è l’insensatezza di questa operazione, visto che ricreare quelle atmosfere e quelle storie non è consentito. L’unica possibilità potrebbe essere un utilizzo à la Fantomius: ladro gentiluomo. Ma non posso fare a meno di chiedermi, ne varrebbe davvero la pena?
                          « Ultima modifica: Mercoledì 12 Giu 2019, 23:39:15 da Tapirlongo Fiutatore »
                          Sérait-t-il impossible de vivre debout?

                          *

                          Vito65
                          Cugino di Alf

                          • ****
                          • Post: 1221
                          • ex Generale Westcock
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:Topolino 3316
                            Risposta #12: Giovedì 13 Giu 2019, 00:33:03
                            Leggendola ci si accorge che alla fine non è altro che la riscrittura identica della prima storica avventura del diabolico vendicatore di Martina e Carpi con l’aggiunta di un Fantomius in più come direttore d’orchestra e minuzioso pianificatore di ogni singolo avvenimento. Se già una riproposizione quasi pedissequa dell’originale è, per me, assai poco interessante, trovo che la presenza del ladro mascherato depotenzi moltissimo la nascita dell’alter-ego di Paperino, togliendoli quell’aura di epicità che l’ha sempre circondata: la Dea Bendata che finalmente, attraverso un errore di recapito, dava al papero la possibilità di vendicarsi dei torti e dei soprusi subiti da Paperone, Gastone e parentame.
                            Credo che questo sia il punto focale del soggetto di questa storia: aver scelto di presentare la nascita di Paperinik non più come frutto di un'occasione, determinata dal caso e sfruttata da Paperino, ma come il risultato di una vera e propria regia orchestrata da Fantomius.
                            Ora cercherò di leggere anche il resto del numero... ;D
                            Riguardo alle altre storie: le brevi centrali sono simpatiche e strappano diversi sorrisi; Topolino e l'invenzione del cucù è quasi una riscrittura in chiave disneyana del film Ritorno al futuro; Paperino e il segreto della 313 è simpatica ed interessante, e mi fa piacere non averla letta all'epoca della sua prima pubblicazione, così la gusto come se fosse una storia nuova; Il guazzabuglio linguistico è una classica storia nello stile di Panaro, che presenta una scelta interessante della persona del cattivo ma soffre un po' troppo dell'uso degli spiegoni.
                            « Ultima modifica: Giovedì 13 Giu 2019, 00:35:07 da Vito65 »

                            *

                            conker
                            Diabolico Vendicatore
                               (10)

                            • ****
                            • Post: 1851
                            • Listen to many, speak to a few.
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (10)
                              Re:Topolino 3316
                              Risposta #13: Giovedì 13 Giu 2019, 06:58:54
                              la storia di Paperinik trovo sia una evidente “donrosata” della peggior specie e poiché non nutro simpatia alcuna verso quello che l’autore del Kentucky ha più volte fatto a Barks, cosa che qui vedo fatta pari pari (se non peggio) a Martina, il mio giudizio non può certamente essere positivo

                              a questo si aggiunge, particolare non banale, che la caratterizzazione del Paperino di 50 anni fa secondo Martina (perché già Scarpa, ad esempio, era del tutto differente), andata poi  perduta con il "professore”, sia inconciliabile con quella attuale, rendendo questa storia un nonsense completo

                              accettare questa storia, con protagonista Fantomius, master of puppets di un Paperino del tutto incomprensibile, sarebbe anche un accettare la totale demolizione della storia di origini del ‘69, cosa che non farò, ergo questa storia per me non esiste, non è mai esistita
                              « Ultima modifica: Giovedì 13 Giu 2019, 10:55:48 da conker »
                              "Si 50 millions de personnes disent une bêtise, c'est quand même une bêtise." - Anatole France

                              *

                              Devis91
                              Brutopiano
                                 (3)

                              • *
                              • Post: 64
                              • Esordiente
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (3)
                                Re:Topolino 3316
                                Risposta #14: Giovedì 13 Giu 2019, 09:30:25
                                Non ho ancora terminato il numero ma volevo fare un paio di considerazioni su quelle che immagino siano le due storie principali. Le origini di paperinik mi sono piaciute parecchio, considero la storia non come un remake ma come un omaggio, una sorta di what if autoconclusivo (la conferma, secondo me, del fatto che sia un omaggio e non un remake é data dalla vignetta conclusiva) e pertanto non ritengo abbia snaturato le origini di paperinik. La storia originale la lessi centinaia di volte da piccolo e vedere come l’autore è riuscito ad incastrare il tutto in poche pagine con continui riferimenti visivi alla storia principale mi ha davvero lasciato a bocca aperta. L’unica cosa che non capisco é la censura dello scambio di battute tra paperino e zio Paperone nella scenetta del cestino in testa... non mi pareva necessario cambiare il dialogo.

                                Altro è per il segreto della 313: la storia è carina ma l’idea di una ristampa sul topolino mi fa storcere il naso, ho timore che possa creare un precedente per la futura ristampa di vecchie storie come riempitivo. Se avessi voluto leggerla avrei preso il vecchio topolino che la conteneva in origine. È vero che questo vale per tutte le testate visto che la stragrande maggioranza sono ripubblicazioni di vecchie storie uscite su topolino, ma il discorso è diverso in quanto il formato è un altro e la pubblicazione anche. Qui si tratta della stessa identica collana che riprende una sua vecchia (neanche tanto) storia. Avrei preferito anche qui un remake, anche senza particolari differenze.
                                « Ultima modifica: Giovedì 13 Giu 2019, 11:50:16 da Devis91 »

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.