Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
2 | |
4 | |
5 | |
2 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
3 | |
3 | |
Paperinik 8 - Recensione di Gancio

Il numero "agostano" del mensile dedicato al papero mascherato si rivela molto ben riuscito, più di quanto il periodo estivo non lasci immaginare.
Introdotto da una copertina decisamente "a tema", l'albo si apre con l'inedita Paperinik e il pesante Big-Boy (Zemelo/Florio), storia che vede il protagonista alla prese con un avversario di tutto rispetto, non solo "pesante" ma anche ben caratterizzato, e questo costituisce un indubbio punto a favore per una vicenda che riesce a non patire lo stringente limite delle 20 tavole e risultare gradevole alla lettura, insomma una piacevole sorpresa!
La selezione delle ristampe muove da Paperinik e l'impresa messicana (Bosco/Lavoradori), ottimo giallo (il tocco di Marco bosco si sente) ambientato in terra messicana e con la partecipazione di Manuela Danarosa De Doblon y Pesetas; i disegni di Lavoradori si fondono alla perfezione con la sceneggiatura prevalentemente notturna e dinamica, per un risultato davvero di livello. Più tradizionale per il protagonista, sia a livello grafico che di ambientazione urbana, è la successiva Paperinik e l'identità perduta (Salvatori/Del Conte), che vede Paperinik vittima di un'inopportuna amnesia occorsa durante un fine settimana che l'eroe si era ritagliato a fini di puro relax: buona la resa del comprensibile stato di angoscia del protagonista, cosi come la caretterizzazione del simpatico personaggio che fa da involontaria "spalla" a Paperino.
Si prosegue con Paperinik e il passato senza futuro (Gervasio), terzo "prequel" alla fortunata serie di Marco Gervasio dedicata al predecessore di Paperinik, quel Fantomius che agiva nella "ruggente" Paperopoli degli anni '20: alla sua prima ristampa, l'episodio sembra richiamare alcuni elementi della celebre saga di "Ritorno al Futuro", con Paperinik intrappolato nel passato e che rischia che Dolly Paprika si innamori di lui anziché di Fantomius. Anche la successiva Paperinik ...in tournée (Russo/Pisapia/Venturini) non delude: a parte lo stile dinamico ed espressivo tipico di Pisapia, la storia ironizza sulla "comodità", per ogni pubblica amministrazione, dell'avere un eroe "cittadino" che integra le forze dell'ordine, anche se, tirando troppo la corda, questa rischia di spezzarsi. Fra le più lunghe del numero, Paperinik, missione incredibile (Fasano/Arcuri) vede il nostro papero mascherato quasi a far da spalla... alla fidanzata del suo alter ego: tra sprazzi di ironico femminismo, una trama semplice ma dallo stile cinematografico, tanta azione ed un misterioso ed innovativo reattore nucleare da trasferire, questa storia risulta particolare ed appassionante.
Infine, per la sezione guest ecco finalmente riproposta Paperinik contro il perfido... Perfidus (Poloveri/Marabelli), storia classica dal sapore anni '90 la cui vicenda editoriale scopriamo (grazie al sapiente lavoro di ricerca di Andrea87) essere stata parecchio tormentata, in particolar modo al fine di eliminare tutti i riferimenti più marcatamente noir e "stemperare i toni": i risultati sono particolarmente evidenti nella caratterizzazione del personaggio (tutt'altro che bonario prima della trasformazione nella versione originale) e nello sviluppo centrale, dove la battaglia tra lui e Paperinik sarebbe dovuta risultare più complessa e lasciar spazio a nuovi episodi che, tuttavia, non videro mai la luce a causa dello scarso interesse che il personaggio suscitò nella redazione del tempo. Sia come sia, pur con tutto il rammarico per gli adattamenti e la mancata fiducia in un personaggio dalle indubbie potenzialità, la storia resta a suo modo gradevole ed indubbiamente meritevole di esser qui riproposta.
In conclusione, questo numero 8 merita a buon diritto di essere annoverato fra i migliori mai usciti dell'intera testata, nel conto considerando anche i precedenti numeri con la dicitura "appgrade", dunque costituisce un acquisto altamente consigliato.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (11)
Esegui il login per votare

Topostorie n. 38 - In viaggio con lo zio

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

OracolOdi DelfI
Giovane Marmotta
   (1)

  • **
  • Post: 186
  • volonta di convincere i MOD della mia stima
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re: Topostorie n. 38 - In viaggio con lo zio
    Risposta #15: Domenica 11 Giu 2017, 01:15:39
    Con tutto il rispetto,pur essendo un buon albo,mi sembra che le danesi siano un po fotocopia l una delle altre.infatti lo stile grafico sembra un po appiattito e omogeneo e le trame ,piu o meno si assomigliano con le loro isolette tropicali.Secondo me nei prossimi albi non deve mancare un po di varieta per non avere uneffetto soporifero sul lettore.Van bene le straniere ma che si peschi non da un solo Paese.

      Re: Topostorie n. 38 - In viaggio con lo zio
      Risposta #16: Venerdì 1 Set 2017, 11:18:06
      La mia:
      Il titolo rende giustizia alle storie, tutte che trattano di viaggi con Paperino e i nipoti, inoltre, cosa che ho apprezzato molto amando fumetti a tema del periodo in cui ci si trova, si fa quasi sempre riferimento alle vacanze estive.
      Le frame-story collegano benissimo tutti i racconti raccolti, però alla lunga viene da pensare che 'sti quattro non ne abbiano mai abbastanza fare vacanze, quando all'inizio i nipoti erano disperati per non riuscire a farne neanche una.

      Si comincia bene con Paperino In Vacanza - Alberi! anche se i disegni la fanno sembrare molto più vecchia (è solo del '98).

      Carina anche Paperino E L'Isola Incantata, con personaggi fantamitologici, non tra i miei preferiti ma vengono usati bene.

      Paperino E La Crociera Delle GM inizia male coi tre gemelli veramente stronzi, i quali pretendono che lo zio sganci i soldi per oggetti futili e lo rimproverano di andare a lavorare mentre loro sono in crociera, però poi la storia si fa interessante, invischiando lo sfortunato papero con dei truffatori.

      Paperino E L'Amuleto Di Amundsen è una gran bella avventura in Antartide, realizzata nel 1956, quando probabilmente se ne sapeva molto meno su questo posto, così gli autori si sbizzarriscono con trovate inverosimili, degne di Julius Verne.

      Ingredienti: mistero, paranormale, leggenda, pirati e un pizzico di poesia. Risultato: Paperino E La Notte Dei Pirati, la storia che ho preferito in questo volume.

      Paperino E Il Paradiso Perduto ha l'unico difetto di risolvere il mistero troppo facilmente, non appena Qui, Quo e Qua citano il film che hanno visto sull'aereo, al lettore è tutto chiaro, anche se nelle vignette seguenti proseguono con gli indizi, fino ad arrivare alla conclusione. Però mi è piaciuta lo stesso, nonostante il breve sbadiglio di questa pagina.
      Gli autori sono gli stessi della prima storia, Paul Halas e Flor Collins, che in entrambe descrivono un Paperino che non sono abituato a vedere, esageratamente irascibile (più dei classici cartoni) e rissoso.

      Paperino Aspirante Cavaliere sembra messa tanto per riempire il volume, pur trattando un viaggio in Giappone, con l'ultima frame-story si poteva tranquillamente chiudere. Ad ogni modo c'era, l'ho letta e ho passato qualche piacevole minuto.
      Comunque veramente brutti questi kappa!

      Un numero che consiglio decisamente.
      Ciao,
      Emanuele.

      Il mio blog:
      The Reign of Ema
      18/12 Natalissimo (Disneytime n. 88, 2018)
      11/12 Natalissimo (DisneyISSIMO n 94, 2019)
      04/12 Natalissimo (Dinseytime n. 10, 1996)
      26/09 Topomistery n. 28 (1994)

       

      Dati personali, cookies e GDPR

      Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

      Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

      Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.