Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
2 | |
3 | |
2 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
2 | |
4 | |
4 | |
Mega Almanacco 1 - Recensione di piccolobush

La prima sensazione dopo la lettura del "nuovo" Mega Almanacco è di stridente contrasto tra l’editoriale e i contenuti effettivi. Nel primo la direttrice promette il meglio della produzione recente nostrana e soprattutto di altri paesi ed è una dichiarazione d’intenti che manderebbe in visibilio qualsiasi appassionato, ma il contenuto non mantiene nulla di tutto ciò. Una veloce lettura del sommario permette di verificare che non c’è traccia di storie nostrane, non c’è nessuna inedita e le più recenti risalgono ai primissimi anni 2000 che non sono poi tanto dietro l'angolo: quando si comincia ad andare avanti con gli anni, si tende ad avere una percezione errata del tempo, ma basta fermarsi un attimo a riflettere per capire che i primi anni 2000 significa quindici e più anni fa! Alcuni degli autori ospitati sul volume sono anche morti nel frattempo…
Il fatto è che questo Mega, al di là del formato più grande, si presenta del tutto identico, anche visivamente, ai suoi predecessori, i vari Mega 2000, Mega 3000, Disney Comix… E’ una rivista di fumetti da un tanto al chilo, dove si può trovare la storiella divertente, la storiella simpatica, la storiella così così, la storiella brutta, l’autore un po’ più noto e quello di cui non si conosce nemmeno la data di nascita, tutto insieme senza nessun criterio che non sia quello di raggiungere la foliazione prevista.
A meno di una forte inversione di rotta con i numeri successivi non si capisce cosa abbia più delle testate defunte per poter avere un maggior successo (Disney Comix, uguale in tutto per tutto, è durato tre anni o poco più): certamente si ritaglierà un suo pubblico, probabilmente potrebbe anche essere remunerativa dato che ristampa storie già edite sulle collane precedenti e quindi non richiede chissà quale sforzo produttivo però dispiace vedere come si tenti di prendere in giro il lettore cercando di propinargli un’accozzaglia di riempitive spacciandola per una raccolta di primizie.
Per di più il rapporto quantità/prezzo, unico fattore che potrebbe far pendere un po' l'ago della bilancia in favore dell’acquisto, non è nemmeno dei più alti. Impossibile trovare qualcosa di positivo in una rivista che nasce già vecchia, nelle idee e nei contenuti.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (39)
Esegui il login per votare

Mega Almanacco (Nuova Serie) - 2017/18

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Andrea87
Uomo Nuvola
   (1)

  • ******
  • Post: 6564
  • Il terrore di Malachia!
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re:Mega Almanacco (Nuova Serie) - 2017/18
    Risposta #300: Giovedì 3 Mag 2018, 20:33:07
    credo sia comunque sempre sbagliato essere contenti perchè una testata chiude (non è un attacco a te, ognuno ha le sue idee), non ti piace ? non la compri ! ma perchè essere contento? io ho l'intera vecchia serie del Mega, ma i lettori più giovani, anche se solo per 14 numeri, hanno avuto l'occasione di leggere delle belle storie che non trovano solitamente posto altrove ! spero al più presto di vedere in edicola un'alternativa al Mega, certo se ci fossero redazionali ed approfondimenti (magari anche copertine straniere) sarebbe perfetto, ma purtroppo non sempre si può avere tutto

    ma infatti! Io ero uno dei più interessati PRIMA che uscisse il primo numero, perchè di chicche da pubblicare (anche senza per forza pagare degli editoriali) ce n'erano a bizzeffe!
    Però era gestita di merLa come testata, senza alcun senso critico... penso che un randomizzatore avrebbe potuto compilare indici migliori! Io non conosco gli editor che si curano degli indici, ma sembravano scelte strafottenti, quasi un insulto all'intelligenza dei lettori!

    Alla fine ho preso solo il numero 10 perchè c'era una storia di Paper Bat che mi mancava...
    Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario (G. Orwell)

      Re:Mega Almanacco (Nuova Serie) - 2017/18
      Risposta #301: Venerdì 4 Mag 2018, 10:06:32
      Grazie a Valerio e Max per le segnalazioni. Avevo notato tempo fa Picsou Magazine in un'edicola in aeroporto e mi era sembrata un'ottima pubblicazione. Purtroppo non leggo il francese.

      *

      Max
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1104
      • Appassionato Disney
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Mega Almanacco (Nuova Serie) - 2017/18
        Risposta #302: Venerdì 4 Mag 2018, 11:23:27
        credo sia comunque sempre sbagliato essere contenti perchè una testata chiude (non è un attacco a te, ognuno ha le sue idee), non ti piace ? non la compri ! ma perchè essere contento? io ho l'intera vecchia serie del Mega, ma i lettori più giovani, anche se solo per 14 numeri, hanno avuto l'occasione di leggere delle belle storie che non trovano solitamente posto altrove ! spero al più presto di vedere in edicola un'alternativa al Mega, certo se ci fossero redazionali ed approfondimenti (magari anche copertine straniere) sarebbe perfetto, ma purtroppo non sempre si può avere tutto

        Ciao, chiarisco il mio punto di vista in quanto anch'io ho scritto di essere, in qualche modo, contento. Non per la chiusura delle testate in sé (ed indipendentemente dal fatto che io ne sia stato acquirente o meno) che ovviamente è sempre spiacevole, né per i non pochi problemi che queste testate hanno dato alla Panini con le loro vendite minime. È un po' come nella vita, se non ti trovi davvero in difficoltà, se hai modo di scamparla sempre, non cambierai mai pensiero, non cercherai mai nuove strade. Ecco perché, come avevo già accennato, credo si possa essere contenti di queste "morti": quasi sicuramente faranno da preludio ad una rinascita, ad una nuova politica, nell'interesse dell'azienda ma anche di noi lettori, che abbiamo dimostrato, con questi mancati sostegni, di essere più esigenti di quello che si preventivava. Non c'entra nulla la questione del "non comprare se non piace". Anche la più brutta e meno curata delle testate ha senz'altro qualcosa di positivo per qualche categoria di lettori, ma non è un buon motivo per sostenere una politica oggettivamente sbagliata, che non rende onore alla lunga ed invidiabile tradizione di testate Disney da edicola del nostro Paese.
        « Ultima modifica: Venerdì 4 Mag 2018, 13:28:58 da Max »

        *

        Pap
        Ombronauta
           (1)

        • ****
        • Post: 836
        • Uack!
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:Mega Almanacco (Nuova Serie) - 2017/18
          Risposta #303: Venerdì 4 Mag 2018, 16:11:40
          Non posso che essere contento sulla chiusura del Mega Almanacco.
          E' nata come testata inutile ed e' morta come testata inutile.
          Nata come testata inutile non direi. L'idea di pubblicare delle storie straniere era buona, ma non hanno saputo applicarla meglio.

           

          Dati personali, cookies e GDPR

          Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

          Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

          Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.