Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
3 | |
4 | |
3 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
4 | |
4 | |
Gli anni d'oro di Topolino 10 - Recensione di Paolo

Poco da dire: uno dei migliori numeri della serie, si parte con le ultime brevi del periodo, per poi affrontare, tutte di fila, le prime storie di Eta Beta: da "Topolino e Eta Beta, l'Uomo del 2000" a "Topolino, Eta Beta e la Spia Poeta", una carrellata di capolavori memorabile, e non finisce qui!
Non so nemmeno se abbia senso recensire un volume del genere tanto e' importante nella storia del fumetto e tanto ne e' opportuno l'acquisto, pero' mi piace mettere i miei commenti sulle storie che contiene, a cominciare proprio da "Topolino e Eta Beta, l'Uomo del 2000", l'avventura con la quale si apre l'ultimo grandissimo ciclo delle avventure di Mickey Mouse. Nelle storie a continuazione pre-belliche avevamo lasciato Topolino già sulla via della maturazione psicologica. Il Mickey che ci si presenta oggi è profondamente diverso da quello, è adulto, maturo, disincantato e alieno dai miti roosveltiani dei suoi primi anni. à il Topolino che ha vinto la guerra, ma anche grazie alla bomba di Hiroshima, è un Topolino che ha raggiunto la consapevolezza della morte e che ha provato delle pulsioni sessuali per le comprimarie delle sue avventure. Probabilmente, però, è anche un Topolino stanco, incapace di auto-motivarsi all'avventura e dunque bisognoso di un elemento forte ed alieno al suo mondo per poter ancora sostenere con successo il suo ruolo predominante nelle strisce quotidiane. E l'elemento alieno per eccellenza fa la comparsa sulle strisce della serie il 26 settembre del 1947. Eta Beta proviene dal futuro, e rappresenta il campione di un'umanità migliore (utopistica) di quella dell'epoca: è probabilmente l'iniezione di fiducia che è in grado di dare a Topolino l'energia sufficiente per ricominciare la sua attività avventurosa, ma, ormai, con un ruolo diverso: non ha più il ruolo di catalizzatore degli eventi che si sviluppano attorno a lui, ma spesso ha quello dell'osservatore, limitandosi a riportare i comportamenti e le reazioni dell'"uomo" normale di fronte ai fatti di cui si trova ad essere testimone. Ormai la sua parte avventurosa ed imprevedibile è stata fatta assumere ad Eta Beta, assimilabile ad un alter-ego di Topolino che ne incarna la parte che il topo ha perso: quella più ottimistica, più disposta all'avventura fine a sé stessa.
Il set di quattro storie che precedono l'avventura dell'atombrello serve a delineare con maggiore chiarezza le capacità e le stranezze del nuovo amico di Mickey: Eta Beta prevede il futuro, dorme sul pomo del letto, è mortalmente allergico al denaro e si nutre di piume di piccione per poi passare alle palline di naftalina, o meglio ai pnickeled pkumquats. Inoltre ha un suo cucciolo, Flip il gangarone, ispirato al Jeep creato da E. C. Segar per Popeye e presumibile risultato di operazioni di ingegneria genetica, essendo composto da "parti" di vari animali: cane, volpe, unicorno, panda, drago, eccetera. Chiaramente un cucciolo come questo non può non avere una sua dieta specifica: si nutre difatti esclusivamente di manzanilli (misteriosi animali che solo i gangaroni possono vedere).
In "Topolino, Eta Beta e l'atombrello" ci si rende conto che la guerra fredda sta iniziando, e nuovamente i protagonisti dei fumetti vengono utilizzati come efficaci strumenti di propaganda. Il pericolo della bomba atomica, nonostante i proclami degli organi ufficiali, è sentito come reale, contribuendo a diffondere un senso d'insicurezza nella popolazione degli Stati Uniti che si sente minacciata all'interno del Paese (e forse lo stesso sentimento avrà un peso rilevante nell'affermarsi del maccartismo negli anni successivi). A garantire la tranquillità degli americani, così come quella di Topolino, pensò allora Eta Beta con la costruzione dell'atombrello: uno strumento che proteggeva chiunque lo indossasse da tutti i pericoli fisici, comprese le radiazioni nucleari. Anche in quest'avventura troviamo conferma di quanto il ruolo di Topolino si stia riducendo a quello di semplice osservatore: al momento del collaudo dell'atombrello viene utilizzato lui come cavia, essendo il meno importante del gruppo...
Il volume si conclude con "Topolino, Eta Beta e la Spia Poeta", memorabile storia "politica" di Mickey: l'atombrello realizzato nell'avventura precedente potrebbe venir rubato dagli agenti di qualche potenza straniera, ed infatti Topolino ed Eta Beta si trovano subito a dover affrontare gli attacchi di un ben organizzato trio di spie che riesce a sottrarre loro il prezioso marchingegno. Durante lo svolgimento della storia assistiamo anche, nella migliore tradizione delle spy-story, alla disintegrazione di una di loro (Trucco) da parte di Eta Beta(!) e all'eliminazione di un'altra (Mirta) da parte della Spia Poeta; la stessa Spia Poeta si rivelerà essere in realtà il capo della polizia Sovietica, in possesso di insospettabili risorse come un disco volante (sul modello di quelli avvistati per la prima volta da Kennet Arnold nel 1947). Al termine dell'avventura la Spia Poeta sembrerà morire affogata a causa del peso delle medaglie sulla sua divisa che non gli consentiranno di risalire a galla... anche se ultimamente si è scoperto che le cose sono andate in maniera diversa...
Concludo proponendo le sei stelle per questo volume, ma accontentandomi di darne solo 5, causa mancanza di tempo per modificare il software di gestione delle pagine dell'edicola! ;-)

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (36)
Esegui il login per votare

Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

pap_313
Papero del Mistero

  • **
  • Post: 248
  • W questo FORUM!!!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
    Risposta #45: Venerdì 28 Mag 2010, 14:56:14
    no, scusate...visto che io, come abbonato, non ho ricevuto neanche il secondo numero, quindi scopro le cose leggendo il forum...ETA BETA MANGIA MANDARINI E NON NAFTALINA??? MA CHE SENSO HA LA TRADUZIONE?!?
    è come il Grande Cocomero per Charlie Brown, The Great Pumpkin...zucca per l'appunto...
    per fortuna ero già seduto quando l'ho scoperto... :'( :'( :'(

    *

    cianfa88
    Diabolico Vendicatore
       (2)

    • ****
    • Post: 1417
    • SI...è Siena!
      • Offline
      • Mostra profilo
       (2)
      Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
      Risposta #46: Venerdì 28 Mag 2010, 18:19:22
      è come il Grande Cocomero per Charlie Brown, The Great Pumpkin...zucca per l'appunto...

      Se in una nuova traduzione mi sostituissero Grande Cocomero con Grande Zucca non mi piacerebbe per niente: la traduzione italiana ormai è entrata nell'immaginario ed è giusto che rimanga la medesima....così la penso anche per il caso "naftalina": nel 99,9% dei casi la traduzione letterale è da preferire, ma questa volta ritengo che la scelta di mantenere naftalina sia corretta in quanto ormai facente parte della consuetudine.

      *

      Special Mongo
      Diabolico Vendicatore

      • ****
      • Post: 1735
      • Sapiente Martiniano. (Martina era edgy?)
        • Offline
        • Mostra profilo
        • Disney Comic Guide - La guida ai fumetti Disney

        Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
        Risposta #47: Venerdì 28 Mag 2010, 20:20:24

        Se in una nuova traduzione mi sostituissero Grande Cocomero con Grande Zucca non mi piacerebbe per niente: la traduzione italiana ormai è entrata nell'immaginario ed è giusto che rimanga la medesima....così la penso anche per il caso "naftalina": nel 99,9% dei casi la traduzione letterale è da preferire, ma questa volta ritengo che la scelta di mantenere naftalina sia corretta in quanto ormai facente parte dpella consuetudine.

        Perché si usa la ''consuetudine'' come unico criterio di giudizio? Coi miei precedenti post mi pare di aver fatto giustamente notare che dando retta a questa ''consuetudine'' si mantengono quegli stravolgimenti di senso - che non erano l'obiettivo di questa collana - come l'idiozia dell'alberello di naftalina e la sequenza in cui Pippo da perfetto imbecille ''assaggia la naftalina'' (quando nell'originale assaggia semplicemente un mandarino. Per favore, se uno vuole ''sentirsi a casa'', che vada a rispolverarsi i vecchi albi; perché l'obiettivo di questa collana non doveva essere far sentire i lettori ''di casa''. Questo è il peggior tradimento del senso di una storia che ho riscontrato nella collana. Spero vivamente di non veder di peggio.
        Disney Comic Guide - La guida ai fumetti Disney: https://disneycomicguide.wordpress.com/


        *

        Special Mongo
        Diabolico Vendicatore
           (1)

        • ****
        • Post: 1735
        • Sapiente Martiniano. (Martina era edgy?)
          • Offline
          • Mostra profilo
          • Disney Comic Guide - La guida ai fumetti Disney
           (1)
          Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
          Risposta #48: Venerdì 28 Mag 2010, 20:37:18

          Io pensavo che fosse qualcosa di inglese fortuitamente trovato :)
          Un po' come altre cose in arrivo nel giro di pochissimo tempo, un numero diciamo ::) ::)

          e se anche così non capite, dopo uno status di Facebook a questa cosa dedicata, forse c'avete dei problemi :D :D

          Magari un numero di Disney Anni d'Oro? ::)
          Disney Comic Guide - La guida ai fumetti Disney: https://disneycomicguide.wordpress.com/


          *

          V
          Dittatore di Saturno
             (1)

          • *****
          • Post: 3506
          • Torino
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
            Risposta #49: Venerdì 28 Mag 2010, 22:03:30
            Ragazzi, se vi interessano i mandarini cinesi in salamoia, potete sempre trovarli qui ;): http://coa.inducks.org/issue.php?c=it/BIG++21
            Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
            Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

            Disney Compendium Don Rosa: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-donrosa

            Il mio mercatino: http://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

            *

            alec
            Dittatore di Saturno

            • *****
            • Post: 3883
            • Novellino
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
              Risposta #50: Sabato 29 Mag 2010, 00:52:32
              E allora il povero Barks, che si è visto trasformare Halloween in Carnevale? (Paperino e le forze occulte) >:(
              Per fortuna, nel TuttoBarks si è posto rimedio...ma la naftalina nel TuttoGott non ci sta per nulla! E poi, fare inutili salti mortali per rendere appena credibili le traduzioni...Walsh stabilì mandarini, e tali debbono rimanere!
              PS: se per voi è la stessa cosa, provate ad infilare i mandarinetti nella tasca del vostro cappotto per tutta la stagione calda... ::) ;D
              « Ultima modifica: Sabato 29 Mag 2010, 01:28:12 da alec »

              *

              TRAM
              Pifferosauro Uranifago

              • ***
              • Post: 371
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                Risposta #51: Sabato 29 Mag 2010, 09:36:35
                Tra l'altro, la traduzione originale è ben presente negli allegati, in cui ci sono esattamente le stesse storie. Anzi, si può fare un confronto immediato. Per quanto riguarda la consuetudine, allora a maggior ragione doveva valere per le discese viste dal basso e quant'altro ho scritto in precedenza.

                  Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                  Risposta #52: Sabato 29 Mag 2010, 17:58:09
                  la storia in cui si nota davvero il contrasto fra mandarini e naftalina è Topolino e la crisi di Eta Beta... per il resto 60 anni di sceneggiatori italiani hanno incastonato nella memoria di tutti (anche non lettori) l'assioma ETA BETA = NAFTALINA !!! ma alla fine il tutto non è che una accezione diversa della caratteristica principale dell'ometto: eta è il diverso per eccellenza che ci permette con le sue azioni e reazioni di assistere alla rappresentazione satirica e pungente delle normali stranezze della società !!!

                  *

                  cianfa88
                  Diabolico Vendicatore

                  • ****
                  • Post: 1417
                  • SI...è Siena!
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                    Risposta #53: Lunedì 31 Mag 2010, 18:59:40
                    Conoscevo già queste storie dal bemerito Oscar Mondadori Le Follie di Eta Beta, ma come al solito erano in forma tagliata, censurata, alterata.

                    Con l'avvento di Eta Beta rieccoci nuovamente ad una vera e propria continuity nelle avventure di Topolino, cosa che non succedeva già da un bel po' di tempo con una serie di storie lunghe, storielle e strisce autoconclusive non legate fra di loro. E se le prime strisce servono a presentare il personaggio (memorabile e geniale la sua fulminea apparizione illuminato dalla torcia di Topolino) e a mostrare le sue strane facoltà (interessante il fatto che i due autori non hanno le idee molto chiare sul personaggio, generando una rapida evoluzione grafica e un comportamento contraddittorio), la struttura a gag blandamente collegate si esaurisce magnificamente con la storia qui divisa (perchè?) dell'Atombrello e della Spia Poeta. Un'avventura ottima per suspence, caratterizzazione dei personaggi e varietà dei registri stilistici.

                    Eta Beta prende piano piano il sopravvento su Topolino: emblematica in questo senso la striscia del 2 agosto 1948, con il nostro eroe apparentemente incapace di ragionare senza il valido aiuto del suo nuovo amico. Alla fine comunque Topolino sarà parte attivo del lieto fine, con un finale a forte impatto.

                    Peccato solo che con l'arrivo di Eta Beta scompaiano quasi dalle strisce i personaggi canonici come Pippo e compagnia.
                    Siamo ai vertici della creatività di Walsh.

                    *

                    V
                    Dittatore di Saturno

                    • *****
                    • Post: 3506
                    • Torino
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                      Risposta #54: Mercoledì 2 Giu 2010, 20:55:11
                      ), la struttura a gag blandamente collegate si esaurisce magnificamente con la storia qui divisa (perchè?) dell'Atombrello e della Spia Poeta. Un'avventura ottima per suspence, caratterizzazione dei personaggi e varietà dei registri stilistici.
                      Io l'ho sempre vista divisa, e in fondo è giusto così. Piuttosto, nella versione sul cartonatone "Io Eta Beta", la Spia cominciava dopo una settimana di strisce, quando il professore ritorna a casa dalla madre(lol).
                      Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
                      Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

                      Disney Compendium Don Rosa: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-donrosa

                      Il mio mercatino: http://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

                        Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                        Risposta #55: Venerdì 4 Giu 2010, 20:42:32
                        Da notare che mentre nella storia sempre di Bill Walsh e Gottfredson è l'aereo americano a risultare invisibile e imprendibile al nemico nazista,qui avviene l'esatto contrario col disco della Spia.

                        *

                        Unchienandalou
                        Gran Mogol
                           (2)

                        • ***
                        • Post: 560
                        • Pippo andaluso
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (2)
                          Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                          Risposta #56: Sabato 5 Giu 2010, 10:51:26
                          Bel volume!! Davvero belle storie sia l'atombrello che quella con la Spia Poeta. Finalmente dopo tanto tempo la mia curiosità su questo personaggio è stata appagata. Nell'introduzione alla storia viene presentato (con ragione) come uno dei personaggi più enigmatici dai tempi di Macchia Nera. Beh, per certi versi a me è sembrato ancora più enigmatico, forse perchè anche senza manto nero appare come personaggio i  cui segreti e il mistero che aleggia intorno alla sua figura li porta dentro di lui. Perchè parla in rima? Che posizione occupa realmente e di preciso all'interno del servizio segreto di appartenenza? Sembra il capo ma poi si aspetta riconoscimenti (politici sicuramente). E va bene che - dato il periodo storico in questione - proviene probabilmente dall'URSS, ma a me in divisa sembra un generale di qualche Stato sudamericano dalla situazione pesante e promiscua.
                          Inevitabilmente uno dei più bei personaggi incontrati in questi 10 numeri.

                          Merita una menzione anche il piccolo Prof. Koppenhoper (o come diavolo si scrive ;D).

                          « Ultima modifica: Sabato 5 Giu 2010, 10:52:54 da Unchienandalou »
                          "Sempre, tra le tante sofferenze che attendono il giudice giusto, vi è anche quella di sentirsi accusare, quando non è disposto a servire una fazione, di essere al servizio della fazione contraria."

                          Piero Calamandrei - "Elogio de

                          *

                          V
                          Dittatore di Saturno
                             (1)

                          • *****
                          • Post: 3506
                          • Torino
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                            Risposta #57: Venerdì 11 Giu 2010, 22:24:41
                            ah, che numero brillante. A parte le polemiche con la naftalina, ci si presenta unEta Beta genuino, un essere buono e candido, che non può che provocare scompensi con la società moderna.
                            E con l'arrivo della Spia Poeta abbiamo un po' di sano thrilling. Applausi scroscianti per un magnifico cattivo, e per una storia inquietante e emozionante. Ottimo volume.
                            Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
                            Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

                            Disney Compendium Don Rosa: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-donrosa

                            Il mio mercatino: http://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

                              Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                              Risposta #58: Martedì 15 Giu 2010, 16:32:09
                              Nell'articolo c'è scritto: "Abbiamo preferito mantenere la consolidata tradizione della naftalina..."; con tutto il cuore, io mi domando: "Ma perché, chi li ha obbligati?? Ma perché, visto che è lontana anni luce dall'originale?? Ma perché??"

                              perché in Italia Eta Beta mangia la Naftalina ... questa è la verità non ce ne sono altre e la verità consolidata dal tempo e da tantissime altre storie italiane in cui Eta Beta mangia la naftalina ... che poi in america all'orugine si fossero sbagliato e avessero fatto mangiare altro a Eta Beta non ci azzecca nulla con il vero Eta Beta conosciuto in tutta Italai come mangiatore di Naftalina ... sarebbe come dire che l'Uomo Ragno si chiama Spiderman ed è protagonista di films e non di fumetti!

                                Re: Gli Anni d'oro di Topolino 10 (1947-48)
                                Risposta #59: Martedì 15 Giu 2010, 16:35:06
                                E allora il povero Barks, che si è visto trasformare Halloween in Carnevale? (Paperino e le forze occulte) >:(
                                Per fortuna, nel TuttoBarks si è posto rimedio...ma la naftalina nel TuttoGott non ci sta per nulla! E poi, fare inutili salti mortali per rendere appena credibili le traduzioni...Walsh stabilì mandarini, e tali debbono rimanere!
                                PS: se per voi è la stessa cosa, provate ad infilare i mandarinetti nella tasca del vostro cappotto per tutta la stagione calda... ::) ;D

                                si vede  che Halloween ha avuto molto più successo dei mandarini cinesi in questi decenni!
                                Maddai che cavolo centra quello che dici. E' ovvio che Barks parla di Halloween e non di carnevale invece se Eta Beta mangiasse palline da pIng Pong non cambia un fico secco.

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.