Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
5 | |
4 | |
3 | |
2 | |
4 | |
5 | |
3 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |
L'opera omnia di Romano Scarpa vol. 1 - Recensione di V

Recensione primo volume Opera Omnia Scarpa su Artempi
"Muori, malnato! Muori! Muori!" e la sagoma di Topolino che, con coltello in mano, si scaglia con violenza su di un Basettoni addormentato. Il Castello di Biancaneve crollato, col principe Azzurro forse morto tra le macerie. Paperino che, intrepido reporter, sventa intrighi internazionali, all’ombra di uno scontro giornalistico di proporzioni epiche, nell’aroma denso dei Gamberi in salmì.
Classe 1927, Romano Scarpa ha spaziato nel campo dell’animazione con importanti successi, come La Piccola Fiammiferaia (1956) e Ahinoo degli icebergs (1972), oltre che con i personaggi disney con la sigla del programma televisivo Topolino Show. Amante dei personaggi in movimento, è però con i fumetti che ha dato il meglio di sè, con vere storie cult. Capolavori come Topolino e l’unghia di Kalì e Topolino e l’enigma di Brigadoom, oppure Paperolimpiadi e Paperino e la leggenda dello Scozzese Volante: tutte storie straordinarie capaci di mettere in piedi con naturalezza e spontaneità il cast disneyano.
Ma concentriamoci sui contenuti di questo primo, straordinario volume, dalla qualità altissima. In Topolino e il doppio segreto di Macchia Nera, su testi di Guido Martina, ci immergiamo in un thriller di alta tensione, in cui il diabolico criminale ordisce ai danni di Topolino e Basettoni una trappola mortale, con l’obiettivo dichiarato di trascinarli in un vortice di follia. Lo sceneggiatore piemontese non esita a inanellare episodi trucidi e letali, uno dietro l’altro, disorientando il lettore. Scarpa è abilissimo a sostenerlo, e mostra un Topolino vivace e un Pippo perfettamente disorientato. Scene epiche, come quella del coltello oppure dello specchio restano indelebili. E, come inciso, spiace pensare che una sceneggiatura così adulta e seria oggi non sarebbe più possibile. Scarpa impara in fretta come disegnare con stile disney, esercitandosi su Biancaneve e i Sette Nani, oltre che su deliziose commedie degli equivoci, in cui mettere in scena tutto il cast. Con questo bagaglio di esperienze, propone la sua prima storia, la memorabile Paperino e i gamberi in salmì. Non solo vi compare un nuovo personaggio, Gedeon de’ Paperoni, irreprensibile direttore di giornale amante della verità, ma imbastisce un giallo frizzante in cui i nodi si sciolgono solo alla fine. Paperino è eroico e risoluto, i nipotini svegli ma non saccenti, Paperone spregiudicato ma non troppo. L’abilità di Scarpa di tenere col fiato sospeso, mantenendo però umani e reali i suoi personaggi.
Ecco la grandezza di questo autore, ed è giusto che sia lui ad inaugurare, per la prima volta, un’opera omnia di un artista disney italiano (e, tra parentesi, solo Barks e Gottfredson ebbero questo onore, nel mondo). Scarpa sa far recitare e muovere tutti gli attori con capacità e piglio vero e trascinante, donando sempre piccole sfumature di umanità. Inoltre, dotato di una certa inventiva, è capace di riempire le sue storie di mille personaggi, di mille situazioni che arricchiscono ancor di più la trama generale. Spunti che potrebbero reggere intere sceneggiature, lui li "brucia" per dare il là alla vicenda, come un’acciuga bianca oppure l’anziano re Tapioco VI.
Vero continuatore del Topolino epico di Gottfredson, vero rielaboratore dei Paperi di Barks: Scarpa ha saputo prendere il meglio dai maestri americani, innescando la miglior creatività italiana. Il risultato è una miniera di storie straordinarie, che in questa collana curata da Luca Boschi e Alberto Becattini sapranno rivivere al meglio. L’apparato iconografico e critico, il grande formato, la cura editoriale nell’esposizione (seppur con qualche mancanza che ai puristi potrebbe risultare indigesta) sono la perfetta cornice di avventure di Paperi e Topi umani e reali, capaci di emozionare con forza e di risultare sempre fresche e attuali. Come solo Romano Scarpa sapeva fare.
Opera fondamentale, di assoluto rilievo che nobilita il fumetto disney italiano e un grande artista. Una collana da seguire tutta, con cura e affetto, al di là di alcuni spiacevoli errori (che si spera non si ripetano).
Per i filologi, indicativamente: Carnevale, Gamberi e le tavole dell’Almanacco provengono dalle loro ristampe recenti sulla testata Zio Paperone (quindi con colori sfumati e nuovo lettering), mentre tutte le altre sono edizioni fedeli alla prima edizione con le pagine originariamente in bianco e nero ricolorate appositamente (con colori simili a quelli veri) per questa edizione (tranne il Doppio segreto che era già stata colorata interamente in precedenza). Sulle tavole di raccordo, rispetto alla loro edizione su Zio Paperone, sono state ripristinate quasi tutte le vignette originali dove erano stati modificati dei testi.
Completano il volume: la presentazione di Fabio Licari, l’introduzione di Luca Boschi, le schede introduttive di ogni storia a cura di Alberto Becattini, un portfolio con alcune foto e disegni di Scarpa, una scheda su Luciano Gatto (primo inchiostratore di Scarpa) e su Gedeone De’ Paperoni (primo personaggio originale di Scarpa).
Recensione primo volume Opera Omnia Scarpa su Artempi
Da lunedì 20 gennaio 2014 in edicola a 1,9€; da lunedì 27 gli altri volumi, ogni settimana, per 7,99€.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (34)
Esegui il login per votare

Disney Noir

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Vito65
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1252
  • ex Generale Westcock
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:Disney Noir
    Risposta #105: Venerdì 14 Dic 2018, 15:25:57
    Strano che nel titolo Manetta da tenente diventi commissario.

    Credo che ci si riferisca al titolo della storia di apertura del volume.

    *

    Walecs
    Giovane Marmotta

    • **
    • Post: 150
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Disney Noir
      Risposta #106: Lunedì 17 Dic 2018, 10:53:00
      Detto ciò volevo anche chiedere una cosa: questi volumi sarebbero da comprare insieme ad un quotidiano, ma effettivamente mi è successo che molto spesso l'edicolante mi vendesse solo il volume in questione. Tralasciando il mio vantaggio economico, questa cosa che tipo di penalizzazioni (anche legali) può portare all'edicolante?
      Io non lo so, ma non credo che vi siano penalizzazioni: anche la GDDP e L'Omnia Scarpiana venivano, all'epoca, vendute in forma libera, per cui deduco che sia un sistema normale e senza pregiudizio per nessuno.
      Al di là della liceità o meno del vendere un allegato "sfuso" in sé e per sé, posto che il numero di vendite del solo allegato sia inferiore alle copie vendute del quotidiano senza allegato, non credo ci siano chissà che rischi... che io sappia è prassi di uso comune, perchè comunque il quotidiano sfuso vende sempre molte più copie di quello con l'allegato.
      Se anche su 50 copie, vendo 20 copie del quotidiano, 5 con allegato e 2 allegati sfusi, credo che per l'edicolante non faccia differenza.
      Diverso il fatto se di copie singole del quotidiano ne vende solo (ad esempio) 5: più di 5 allegati sfusi non può venderli, altrimenti le rese non tornerebbero. Situazione che però è quasi impossibile che capiti, perchè il quotidiano sfuso vende generalmente molte, ma molte più copie di quanti siano gli allegati, in abbinamento o meno che siano.

      Questo in teoria, suppongo, perchè in pratica, a me (salvo i primi numeri in omaggio o a prezzo ridotto) non hanno quasi mai neanche chiesto se volessi il quotidiano abbinato, per cui immagino che conseguenze non ce ne siano, finchè si rimane con le rese corrette.
      A meno che non ci sia davvero qualche illecito punibile penalmente, ma su eventuali sanzioni o altro, lascio la parola a chi ne conosce più di me sull'argomento.

      È probabile che sia così. A me è capitato che l'edicolante vendesse solo l'allegato proprio perché il giornale lo aveva finito (tanto meglio, ovviamente, perché il quotidiano non lo leggevo ;D)

      *

      Lucandrea
      --
         (1)

         (1)
        Re:Disney Noir
        Risposta #107: Lunedì 17 Dic 2018, 22:06:25
        A termine collana, devo dire che questo Disney Noir mi è piaciuto molto: abbiamo avuto una saggia scelta delle storie, ottimi e dettagliati articoli introduttivi e una qualità generale della testata medio-alta

        *

        Filo Sganga
        Sceriffo di Valmitraglia

        • ***
        • Post: 306
        • Esordiente
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Disney Noir
          Risposta #108: Martedì 26 Feb 2019, 11:17:09
          Sappiamo se è andata bene?

          *

          Paperinika
          Imperatore della Calidornia
          Moderatore

          • ******
          • Post: 10275
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Disney Noir
            Risposta #109: Martedì 26 Feb 2019, 16:35:28
            Sappiamo se è andata bene?
            In che senso? Come vendite, dici?

            *

            Filo Sganga
            Sceriffo di Valmitraglia

            • ***
            • Post: 306
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Disney Noir
              Risposta #110: Martedì 26 Feb 2019, 18:12:12

               

              Dati personali, cookies e GDPR

              Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

              Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

              Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.