Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
5 | |
3 | |
3 | |
2 | |
5 | |
3 | |
5 | |

Tomart's Disneyana Update

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Alle
Visir di Papatoa
Moderatore

  • *****
  • Post: 2357
  • Proud to be buiaccaro!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Tomart's Disneyana Update
    Domenica 28 Ott 2007, 20:09:45


    Ho accennato altrove al fatto che ogni collezionista di qualsivoglia cosa negli USA ha la sua rivista di riferimento; per i collezionisti di materiale Disney questa Tomart's Disneyana Update; vi avevo gi resi edotti, molto tempo fa, del fatto che tra i miei acquisti regolari in fumetteria ci fosse anche questa rivista. Senza alcun preavviso era sparita dalla circolazione per diverso tempo; all'inizio di quest'anno ne usc un numero che parlava di non meglio specificati problemi, ma che da quel momento in poi tutto avrebbe dovuto essere stato risolto. E' passato ugualmente diverso tempo, ma finalmente me ne sono giunte contemporaneamente due uscite (quelle di cui vedete le copertine), anche se in realt avrebbero dovuto essere tre, ma non dispero di ricevere la mancante con il prossimo arrivo di materiale USA, ed un nuovo numero stato annunciato per dicembre.
    Il nome deriva dal fatto che, in teoria, ogni numero della rivista aggiorna il Tomart's Illustrated Disneyana Catalog and Price Guide, uscito in edizione di quattro volumi (primo e terzo volume), in seguito aggiornato da un quinto. Ogni numero della rivista contiene articoli sugli svariati oggetti che sono stati creati in passato e che vengono tuttora creati aventi come protagonisti i personaggi disneyani; ecco, per essere pi chiari, il contenuto dell'ultimo numero uscito, il 67. In copertina c' una figure di Jack Sparrow, e la parte centrale della rivista interamente dedicata al collezionismo Disney di carattere piratesco, iniziando con i gadgets in circolazione all'apertura dell'attrazione di Disneyland Pirates of the Caribbean per poi proseguire con quanto invece stato messo in vendita in contemporanea all'uscita dell'ultimo film della saga. Un altro articolo dedicato alla Ohio Art Company che negli anni '30 e '40 produsse articoli in metallo quali tamburi, secchi, innaffiatoi, articoli per il mare ed addirittura servizi da t. Molte pagine della rivista, come da diversi numeri a questa parte, sono dedicate ai collezionisti di pins (le nostre spillette), con foto e quotazioni di (non esagero) centinaia di pezzi singoli e set contenenti pi pezzi. C' poi una panoramica con tutte le riproduzioni giocattolo blisterate dei personaggi di Cars, con addirittura suggerimenti su come distinguere i pezzi relativi a Sarge prodotti in Cina (quelli rivelatisi tempo fa dannosi e ritirati dalla Mattel) da quelli prodotti in Thailandia (che non contengono vernici dannose per l'organismo umano). Un altro articolo riproduce tutti i Disney Dollars, ossia le banconote dello stesso valore dei dollari veri che raffigurano personaggi e locations Disney, che hanno valore legale all'interno dei parchi Disney USA e dunque possono essere utilizzate per pagare biglietti di ingresso, souvenirs, cibo, ecc. Una pagina della rivista dedicata alle Big Figs, ossia, per dare un'idea, le figure di grandi dimensioni che adornano i Disney Stores anche qui in Italia, e che oltreoceano sono ricercate e collezionate, tanto che la Disney ne produce alcune apposta. Completano la rivista le rubriche fisse di ogni uscita: le lettere al direttore, Tom Tumbusch; la presentazione dei pezzi della Walt Disney Classics Collection appena usciti ed in uscita, con le valutazioni di quelli usciti in passato; i risultati di un'asta con in vendita originali di animazione (disegni, cels, fondali); gli annunci di compravendita di collezionisti che cercano o vendono materiale per completare le proprie o le altrui collezioni; anticipazioni sui libri, i dvd ed i dischi in uscita; ed infine una rubrica dedicata a quanto prodotto in Europa, che questo mese riguarda direttamente l'Italia, dato che Didier Ghez, titolare della rubrica, ha ospitato per l'occasione un articolo di Alberto Becattini dedicato alla collana Nel Regno di Topolino (nei tre numeri precedenti, invece, sono stati presentate pubblicazioni disneyane anteguerra realizzate in Turchia).
    Nei numeri passati ci sono state anche interviste (nel numero precedente, quello con Jessica Rabbit in copertina, stato intervistato Fess Parker, interprete in tv ed al cinema di Davy Crockett), presentazione di artisti (comprai per la prima volta questa rivista con il numero 7 che aveva in copertina Carl Barks intento a realizzare uno dei suoi quadri; all'interno un servizio sulle opere da lui realizzate), di case produttrici di materiale con licenza Disney, soprattutto del passato; in molti numeri della rivista, a partire dal primo, c' stata una storia del merchandising Disneyano in tutte le sue vicissitudini ed in tutti i suoi aspetti. Ogni numero consta di 64 pagine e costa $ 6,00, ed ordinabile nelle fumetterie che lavorano con Previews, oltre che ricevibile direttamente tramite abbonamento dagli USA.
    "Something not in the Guidebook? Impossible!"
    "I never thought it would be happen in our lifetime!"
    "... I feel faint ..."
    HDL in D 2003-081

    "I don't want to survive, I wanna

     

    Dati personali, cookies e GDPR

    Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

    Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

    Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.