Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
2 | |
1 | |
2 | |
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Dippy Dawg
Visir di Papatoa
   (6)

  • *****
  • Post: 2472
    • Offline
    • Mostra profilo
   (6)
    Fumetti in Belgio
    Martedì 7 Lug 2015, 22:46:43
    Sono stato qualche giorno in Belgio e, ovviamente, tra le altre cose, sono andato anche in cerca di fumetti...

    Il Belgio, si sa, è una delle patrie del fumetto; non a caso, quella "franco-belga" è una delle scuole fumettistiche più importanti del mondo, che ha prodotto dei veri capolavori, oltre ad un vero e proprio stile (la "linea chiara").
    A Bruxelles, del resto, si trova anche un bel museo del fumetto, che sono riuscito a visitare; in esso, ci sono varie sezioni:
    - una di storia del fumetto, che parte addirittura dalle pitture neolitiche, passando per le miniature medievali e arrivando ai primi fumetti veri e propri del 1800!
    - una di tecnica, che, con l'esposizione di tavole originali e disegni di tutti i tipi (tutti di produzione belga) espone le varie fasi della produzione di un fumetto (soggetto, disegno, chine, ecc...)
    - una parte di mostre temporanee: io ne ho trovate due di particolare interesse, una sui puffi (bella! :) ) e una su Jean Van Hamme, l'autore, tra l'altro, di XIII...
    - un negozio a dir poco ben fornito di tutto il ben di Dio fumettoso, fortunatamente tutto in francese, altrimenti mi rovinavo! C'erano anche dei numeri della dinastia dei paperi francese, un numero dell'opera omnia di Don Rosa, e un volumone celebrativo di Le journal de Mickey, che non ho preso perché viaggiavo con il bagaglio a mano (ripeto: fortunatamente! :P )...

    Sono anche riuscito a visitare una fumetteria (ne ho incontrata un'altra, ma era chiusa) e un po' di edicole, in una delle quali ho preso i volumi sotto (che, come tutte le altre disneyane che ho visto, sono pubblicazioni francesi importate)...
    Tutto ciò a Bruxelles, che è una città francofona; nelle città delle fiandre dove sono stato, invece, ho trovato molto di meno: le edicole erano molto meno fornite, e non c'era nulla di disneyano; mi hanno detto che ad Anversa si trova una delle fumetterie più grandi d'Europa (!), ma quando ci sono passato io era chiusa...

    E' vero che lì i fumetti sono più considerati che da noi, lo dimostra anche la presenza di murales ispirati ai fumetti sparsi qua e là per Bruxelles, nonché la dedicazione aggiuntiva di alcune vie a personaggi di fumetti: la Rue d'Aremberg, ad esempio, si chiama anche Rue XIII! (avrei dovuto fare qualche foto, me ne rendo conto adesso... :-[ )

    Però... però... permettetemi di dire una cosa...

    Con tutto il rispetto, da quel che ho potuto vedere io, e nonostante ciò che ho detto sopra, come varietà, quantità e disponibilità, l'Italia è superiore di almeno 5 a 1!
    Una nostra edicola mediamente fornita è un autentico paese del bengodi fumettistico, rispetto a quelle loro! E da noi, c'è molta più varietà: lì, ho visto pochissimi fumetti americani, nessun manga, solo una cosa italiana (il Caravaggio di Manara), e tantissima produzione franco-belga; da noi, invece, si trova molto di quello che hanno loro, più i supereroi, i manga, i Bonelli, tante pubblicazioni Disney e chi più ne ha più ne metta!

    Insomma, è vero che nella mia patria vorrei più considerazione per il nostro medium preferito, ma, tutto sommato, almeno da questo punto di vista (ma anche altri, eh!), sono contento di vivere in Italia! :)
    Io son nomato Pippo e son poeta
    Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
    Verso un'oscura e dolorosa meta

    *

    Gladstone
    Diabolico Vendicatore

    • ****
    • Post: 1557
    • Edizione straordinaria! L'Eco del Mondo!
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re: Fumetti in Belgio
      Risposta #1: Mercoledì 8 Lug 2015, 15:24:25
      Stesse impressioni che ebbi io quando andai a Bruxelles nel 2012 in visita alle varie istituzioni comunitarie.
      Al tuo dettagliato reportage sulle varie realtà belghe aggiungerei quindi la scelta abbastanza variegata dell'edicola del Parlamento Europeo: per quanto riguarda il fumetto Disney, c'erano tutte le testate francesi, il nostro Topolino e qualcosa di tedesco (sicuramente il Lustiges Taschenbuch).
      Homo viator

      Omnia tempus habent, et momentum suum cuique negotio sub caelo

      *

      paolobar
      Diabolico Vendicatore

      • ****
      • Post: 1474
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Fumetti in Belgio
        Risposta #2: Sabato 11 Lug 2015, 19:52:13
        Francesi e Belgi sono un po' sciovinisti, quindi avrai trovato quasi esclusivamente produzione francofona originale, e meno traduzioni di materiale estero.
        PS: sei per caso stato al negozio dei Puffi che c'è vicino alla stazione dei treni?

        *

        Dippy Dawg
        Visir di Papatoa

        • *****
        • Post: 2472
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re: Fumetti in Belgio
          Risposta #3: Lunedì 13 Lug 2015, 17:12:00
          PS: sei per caso stato al negozio dei Puffi che c'è vicino alla stazione dei treni?
          No, non sapevo che esistesse! :(
          Io son nomato Pippo e son poeta
          Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
          Verso un'oscura e dolorosa meta

          *

          paolobar
          Diabolico Vendicatore

          • ****
          • Post: 1474
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Fumetti in Belgio
            Risposta #4: Martedì 13 Ott 2015, 21:08:43
            Sotto al negozio, c'è il museo delle statuine a fumetti, il più grande d'Europa del suo genere. Posto alcune foto qui.

            *

            paolobar
            Diabolico Vendicatore

            • ****
            • Post: 1474
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Fumetti in Belgio
              Risposta #5: Martedì 13 Ott 2015, 21:09:16
              ...

              *

              pippospesso
              Bassotto

              • *
              • Post: 14
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Fumetti in Belgio
                Risposta #6: Martedì 13 Ott 2015, 23:10:49
                ho vissuto in belgio per qualche anno ed è proprio grazie ai fumetti, in massima parte, che ho imparato quel che so di francese e olandese.
                fondamentalmente, avete ragione quando dite che in edicola in italia si trova molto di più, ma è vera anche la situazione diametralmente opposta: in libreria in belgio si trova molto di più. (e non era raro vedere ragazzini seduti a terra, alla fnac (esiste ancora?), intenti a leggere l'ultimo volume di qualche fumetto... anche io, sebbene più grandicello, mi mettevo lì e passavo i pomeriggi, come se fossi in biblioteca. certo, io poi uscivo con caterve di cartonati...  :'( l'emoticon rappresenta il mio portafogli dell'epoca. e anche quello di adesso, ma per altri motivi...  ;D)

                se è vero che in italia il fumetto sta guadagnando spazio, sta crescendo, diventando pian piano "adulto", più considerato da un pubblico diverso da quello tradizionale, grazie anche alle nostre generazioni, che lo stanno "trascinando" insieme a loro, lo stanno facendo crescere con loro (in misura minore e in maniera diversa accade anche con l'animazione), in belgio e in francia ha sempre potuto godere di ben altri palcoscenici.

                e secondo me non è un caso che lì il fumetto sia più presente in libreria che in edicola: l'edicola è (consciamente? inconsciamente?) considerata un veicolo più popolare, mentre la libreria ha una connotazione più elevata.

                lì, inoltre, le riviste disney sono comunque destinate a un pubblico più giovane (basta dare un'occhiata al journal de mickey o al picsou magazine), mentre in italia sono rivolte a un pubblico transgenerazionale, di sicuro di almeno un paio d'anni in più rispetto al mercato francese. e comunque esistono varie riviste dedicate a vari tipi di pubblico.

                il ruolo che disney ha e ha avuto da noi, in belgio è ed è stato svolto dalle mille e mille pubblicazioni giovanili e non acquistabili in libreria, destinate anch'esse a target differenti.

                a mio parere le cose stanno iniziando a cambiare con la grande diffusione in libreria delle opere di barks, rosa, gottfredson e simili, e con l'invasione degli americani e dei giapponesi, ma, all'altro estremo, prima di vedere nelle edicole belghe o francesi un asterix o un titeuf alla maniera italiana mi sa che ce ne vorrà.

                io, devo dire, se mi pubblicassero un asterix mensile realizzato da vari autori, una sorta di topolinix, insomma, mi fionderei subito ad acquistarlo!

                 

                Dati personali, cookies e GDPR

                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.