Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |

La distribuzione dei periodici Disney

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Mayo25
Evroniano
   (1)

  • **
  • Post: 126
  • Nuovo arrivato
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re:La distribuzione dei periodici Disney
    Risposta #1785: Venerdì 7 Dic 2018, 12:53:38
    Inconsueto ritardo per il Topo che questa mattina non è uscito. Mancano ancora Best of Paperopoli e Zio Paperone. Regolare invece Paperinik

    Anche qui a Trento per ora né Topolino con francobolli né Zio Paperone n. 6....

    Trovato Topolino con francobolli!!
    Mario

    collezione INDUCKS - Mayo25

    *

    Cornelius Coot
    Imperatore della Calidornia
       (1)

    • ******
    • Post: 10013
    • Mais dire Mais
      • Online
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:La distribuzione dei periodici Disney
      Risposta #1786: Venerdì 7 Dic 2018, 18:43:26
      Ultimamente le distribuzioni di alcuni periodici (ZP, Tesori Made in Italy) come di albi speciali (Manuale DuckTales) sembrano essere sporadiche se non rarefatte: il Manuale l'ho trovato quasi per caso alla Coop (c'era una sola copia) e non l'ho visto da nessun altra parte. Il quarto Tesori devitiano (decimo della serie) è uscito in pochissime edicole e non ancora nelle fumetterie dove è anche abbinato al cofanetto (qualcuno lo ha già recuperato, per caso?). Il sesto numero di ZP dovrebbe uscire il 15 dicembre ma, vista la generale assenza del quinto, non so cosa aspettarmi. Oltretutto è il primo senza abbinamenti o gadget ma con una invitante copertina natalizia: una scarsa distribuzione non sarebbe certo l'ideale per questa nuova testata comunque già affiancata a quelle di più lungo corso per gli abbonamenti. Speriamo bene!
      « Ultima modifica: Venerdì 7 Dic 2018, 18:45:07 da Cornelius Coot »

      *

      gategate
      Bassotto
         (1)

      • *
      • Post: 13
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re:La distribuzione dei periodici Disney
        Risposta #1787: Lunedì 10 Dic 2018, 16:09:44
        Ultimamente le distribuzioni di alcuni periodici (ZP, Tesori Made in Italy) come di albi speciali (Manuale DuckTales) sembrano essere sporadiche se non rarefatte: il Manuale l'ho trovato quasi per caso alla Coop (c'era una sola copia) e non l'ho visto da nessun altra parte. Il quarto Tesori devitiano (decimo della serie) è uscito in pochissime edicole e non ancora nelle fumetterie dove è anche abbinato al cofanetto (qualcuno lo ha già recuperato, per caso?). Il sesto numero di ZP dovrebbe uscire il 15 dicembre ma, vista la generale assenza del quinto, non so cosa aspettarmi. Oltretutto è il primo senza abbinamenti o gadget ma con una invitante copertina natalizia: una scarsa distribuzione non sarebbe certo l'ideale per questa nuova testata comunque già affiancata a quelle di più lungo corso per gli abbonamenti. Speriamo bene!

        Confermo di aver trovato il decimo volume di "Tesori made in Italy" soltanto venerdì scorso (7 dicembre), mentre in edicola dovrebbe essere apparso il 15 novembre. Sigh!

        *

        Max
        Cugino di Alf

        • ****
        • Post: 1072
        • Appassionato Disney
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:La distribuzione dei periodici Disney
          Risposta #1788: Martedì 11 Dic 2018, 09:07:11
          Ultimamente le distribuzioni di alcuni periodici (ZP, Tesori Made in Italy) come di albi speciali (Manuale DuckTales) sembrano essere sporadiche se non rarefatte: il Manuale l'ho trovato quasi per caso alla Coop (c'era una sola copia) e non l'ho visto da nessun altra parte. Il quarto Tesori devitiano (decimo della serie) è uscito in pochissime edicole e non ancora nelle fumetterie dove è anche abbinato al cofanetto (qualcuno lo ha già recuperato, per caso?). Il sesto numero di ZP dovrebbe uscire il 15 dicembre ma, vista la generale assenza del quinto, non so cosa aspettarmi. Oltretutto è il primo senza abbinamenti o gadget ma con una invitante copertina natalizia: una scarsa distribuzione non sarebbe certo l'ideale per questa nuova testata comunque già affiancata a quelle di più lungo corso per gli abbonamenti. Speriamo bene!
          Caro Cornelius, le tirature sono ormai ai minimi storici: mai delle testate Disney da edicola ne hanno avute di così basse. Per ridurre al minimo le rese stanno stampando e distribuendo meno copie possibile, praticamente solo dove c'è alta probabilità di venderle. Premesso questo, nella mia zona Zio Paperone si trova facilmente ma non Tesori né l'ulltimo numero di Vita da Paperi, che non ho trovato da nessuna parte. Anche di Grandi Classici ho notato una riduzione delle copie distribuite.

          *

          Garalla
          Dittatore di Saturno

          • *****
          • Post: 3207
          • ex Topo_Nuovo ex ASdrubale
            • Offline
            • Mostra profilo
            • La soffitta di Camera Mia

            Re:La distribuzione dei periodici Disney
            Risposta #1789: Martedì 11 Dic 2018, 10:41:25
            Manuale DuckTales

            Considera che questo è un libro da libreria (al limite ordinabile in fumetteria) e non un albo da edicola
            La Soffitta di Camera Mia è un canale youtube che tratta di fumetti. Ogni Lunedì il video sul Topolino della settimana precedente.

            https://www.youtube.com/lasoffittadicameramia

            *

            Cornelius Coot
            Imperatore della Calidornia

            • ******
            • Post: 10013
            • Mais dire Mais
              • Online
              • Mostra profilo

              Re:La distribuzione dei periodici Disney
              Risposta #1790: Martedì 11 Dic 2018, 11:09:29
              Manuale DuckTales
              Considera che questo è un libro da libreria (al limite ordinabile in fumetteria) e non un albo da edicola

              Certamente, cambiano luoghi di vendita ed editori ma riguardo la distribuzione il discorso è simile agli albi da edicola: rarefatta. Soprattutto se consideriamo i Manuali storici con le loro recenti ristampe (GM, Nonna Papera, Paperinik...), visibili ovunque ad un prezzo simile (comunque scontato nei supermercati). Questo "Manuale degli Esploratori curiosi" collegato alle DuckTales in onda con nuovi episodi proprio in questo periodo, con gli accattivanti disegni del 'nuovo corso', avrebbe potuto avere una distribuzione migliore.

              Come ha scritto Max, con le testate Disney ai minimi storici di vendita, ecco che stiamo entrando in un periodo 'gramo' delle cui difficoltà quotidiane nel trovare albi fino a poco tempo fa reperibili non avevamo tenuto conto. Se fino a ieri ci si preoccupava che la Panini portasse a termine alcuni progetti, qualora lo facesse ecco un altro ostacolo porsi davanti al cliente: la difficoltà nel trovare una testata che, sebbene esca, lo fa in molti meno punti vendita di prima. Temo sia un'agonia che potrebbe portarci ad una situazione 'spagnola', sperando che la grande tradizione italiana in questo campo lo impedisca.
              « Ultima modifica: Martedì 11 Dic 2018, 11:11:34 da Cornelius Coot »

              *

              Max
              Cugino di Alf

              • ****
              • Post: 1072
              • Appassionato Disney
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:La distribuzione dei periodici Disney
                Risposta #1791: Martedì 11 Dic 2018, 13:00:39
                Manuale DuckTales
                Considera che questo è un libro da libreria (al limite ordinabile in fumetteria) e non un albo da edicola

                [...] con le testate Disney ai minimi storici di vendita, ecco che stiamo entrando in un periodo 'gramo' delle cui difficoltà quotidiane nel trovare albi fino a poco tempo fa reperibili non avevamo tenuto conto. Se fino a ieri ci si preoccupava che la Panini portasse a termine alcuni progetti, qualora lo facesse ecco un altro ostacolo porsi davanti al cliente: la difficoltà nel trovare una testata che, sebbene esca, lo fa in molti meno punti vendita di prima. Temo sia un'agonia che potrebbe portarci ad una situazione 'spagnola', sperando che la grande tradizione italiana in questo campo lo impedisca.
                Suvvia, evitiamo catastrofismi. La difficoltà nel reperire una testata già a tiratura molto ridotta rischia di peggiorare ulteriormente le cose, ma è pur vero che il collezionista le cerca quanto possibile, e chi collezionista non è, ma un potenziale acquirente, le trova nei punti vendita dove hanno più visibilità ed è più probabile che vengano vendute. Salvo, ovviamente, i casi di acquisto regolare in edicole che ad alta visibilità non sono. Si tratta di dinamiche affatto nuove nel mondo delle edicole italiane, ma sono nuove, effettivamente, per gli albi Disney che mai hanno avuto questi problemi, a parte qualche testata particolarmente di nicchia. La situazione attuale non è un'agonia, ma una fase di adattamento alla domanda del mercato ed alle tirature piccole. La situazione spagnola è ben lontana dalla nostra, fortunatamente: basti pensare a Topolino che mantiene vendite di tutto rispetto per un settimanale (circa 100000 copie di diffusione, di cui almeno due terzi di venduto, anche grazie agli abbonamenti) e alle tante altre testate ormai storiche le quali, seppure con tirature bassine (20000 copie?) continuano a vendere. I fumetti Disney da edicola non sono più un fenomeno di massa, ma si possono ancora considerare popolari se consideriamo che arrivano in tutte le edicole.
                « Ultima modifica: Martedì 11 Dic 2018, 13:02:36 da Max »

                *

                Cornelius Coot
                Imperatore della Calidornia

                • ******
                • Post: 10013
                • Mais dire Mais
                  • Online
                  • Mostra profilo

                  Re:La distribuzione dei periodici Disney
                  Risposta #1792: Martedì 11 Dic 2018, 15:00:24
                  I fumetti Disney da edicola non sono più un fenomeno di massa, ma si possono ancora considerare popolari se consideriamo che arrivano in tutte le edicole.

                  Arrivano in tutte le edicole le testate più classiche e tradizionali a cui i lettori sono più affezionati:
                  Topolino-Paperino-Classici-Grandi Classici-Paperinik-Big.
                  Le altre, quelle 'alternative', tematiche o per collezionisti, non solo hanno chiuso i battenti dopo un percorso più o meno articolato ma le poche sopravvissute hanno pure una distribuzione rarefatta:
                  Uack!-Tesori-MegAlmanacco-Migliori Anni-TopoStorie-Definitive-Vatt vari...

                  Il nuovo Zio Paperone, per l'abbonamento e per il nome, dovrebbe far parte del primo gruppo ma la sua irregolare distribuzione lo fa pericolosamente pendere verso il secondo (adesso poi che è scevro di ogni 'impalcatura' da abbinamento o da gadget il rischio è grosso).

                  La crisi dell'editoria in generale, congenita nel nostro paese, unita a quella economica che dura da un decennio (raggiunto il traguardo temporale del crack di Wall Street che si protrasse fino allo scoppio della Seconda GM) fa si che le prospettive future non siano certo rosee. Se in Italia il lettore medio di fumetti Disney non da credito a nuove proposte editoriali, si spera almeno che continui ad essere lo 'zoccolo duro' che permette alle sei testate sopra riportate (sperando che si aggiunga a loro la settima paperoniana) di andare comunque avanti. Una lunghissima tradizione storica e autoriale (che in Spagna non c'è) dovrebbe permettere ciò ma in un'epoca di grandi stravolgimenti non mi sorprenderei se, anche a lunga scadenza, lo 'spauracchio spagnolo' del fumetto Disney (paragonabile a quello greco in economia) dovesse prendere corpo.
                  « Ultima modifica: Domenica 16 Dic 2018, 20:57:20 da Cornelius Coot »

                  *

                  Max
                  Cugino di Alf
                     (1)

                  • ****
                  • Post: 1072
                  • Appassionato Disney
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (1)
                    Re:La distribuzione dei periodici Disney
                    Risposta #1793: Martedì 11 Dic 2018, 16:28:01
                    I fumetti Disney da edicola non sono più un fenomeno di massa, ma si possono ancora considerare popolari se consideriamo che arrivano in tutte le edicole.

                    Arrivano in tutte le edicole le testate più classiche e tradizionali a cui i lettori sono più affezionati:
                    Topolino-Paperino-Classici-Grandi Classici-Paperinik.
                    Le altre, quelle 'alternative', tematiche o per collezionisti, non solo hanno chiuso i battenti dopo un percorso più o meno articolato ma le poche sopravvissute hanno pure una distribuzione rarefatta:
                    Uack!-Tesori-MegAlmanacco-Migliori Anni-TopoStorie-Definitive-Vatt vari...

                    Il nuovo Zio Paperone, per l'abbonamento e per il nome, dovrebbe far parte del primo gruppo ma la sua irregolare distribuzione lo fa pericolosamente pendere verso il secondo (adesso poi che è scevro di ogni 'impalcatura' da abbinamento o da gadget il rischio è grosso).

                    La crisi dell'editoria in generale, congenita nel nostro paese, unita a quella economica che dura da un decennio (raggiunto il traguardo temporale del crack di Wall Street che si protrasse fino allo scoppio della Seconda GM) fa si che le prospettive future non siano certo rosee. Se in Italia il lettore medio di fumetti Disney non da credito a nuove proposte editoriali, si spera almeno che continui ad essere lo 'zoccolo duro' che permette alle cinque testate sopra riportate (sperando che si aggiunga a loro la sesta paperoniana) di andare comunque avanti. Una lunghissima tradizione storica e autoriale (che in Spagna non c'è) dovrebbe permettere ciò ma in un'epoca di grandi stravolgimenti non mi sorprenderei se, anche a lunga scadenza, lo 'spauracchio spagnolo' del fumetto Disney (paragonabile a quello greco in economia) dovesse prendere corpo.
                    Io non so da quali basi affermi che il nuovo Zio Paperone è mal distribuito. Ha una tiratura minore di Paperino, questo mi sembra evidente, ed è meno immediato trovarlo, ma posso dirti che io lo sto vedendo in molte edicole da tempo. Non ne arriveranno tante copie, ma mi sembra senz'altro reperibile con relativa facilità (e d'altra parte non converrebbe nemmeno diffonderne moltissime per poi avere tante rese). Fa parte della logica delle piccole tirature che abbiamo appena citato. Riguardo lo "zoccolo duro" di cui parli, si tratta di un pubblico generalista, che non fa troppo caso agli autori delle storie e continua a sostenere Topolino, Classici, Paperino, Big ed anche i vari Vattelapesca. Non è che il lettore medio non dà credito a nuove proposte editoriali. Semplicemente le proposte editoriali che abbiamo avuto non sono state adatte al pubblico generalista (rapporto quantità/prezzo poco conveniente) né a quello degli appassionati/collezionisti, giustamente esigenti, e poco inclini ad acquistare ristampe di materiale che hanno già. Sono state quindi le proposte nuove a non essere state adeguate al pubblico, mentre le tradizionali possono resistere ancora abbastanza a lungo, sebbene - a mio modestissimo parere - sarebbe ora di aumentare la qualità delle storie che ospitano, siano esse nuove o delle ristampe, per fare in modo di riconquistare molti lettori perduti.
                    Quello che è accaduto in Spagna (la totale scomparsa di pubblicazioni a fumetti Disney dalle edicole, a causa di una carenza estrema di lettori) mi sembra ben lontano dalla prospettva attuale in Italia, a meno che non avvenga uno sconvolgimento decisamente grave che riguardi tutto il settore, costringendo ad abbandonare la distribuzione capillare dell'edicola così come resiste tutt'oggi. Ma in tal caso la catastrofe riguarderebbe tutte le pubblicazioni da edicola e non solo i fumetti Disney. Topolino vende ancora molto bene per i tempi, fortunatamente, Cornelius.

                      Re:La distribuzione dei periodici Disney
                      Risposta #1794: Domenica 16 Dic 2018, 20:38:34
                      in giro avete visto la don rosa library 14 e zio paperone 6? da me nada.  :-\

                      *

                      Cornelius Coot
                      Imperatore della Calidornia

                      • ******
                      • Post: 10013
                      • Mais dire Mais
                        • Online
                        • Mostra profilo

                        Re:La distribuzione dei periodici Disney
                        Risposta #1795: Domenica 16 Dic 2018, 21:01:04
                        Venerdì scorso ho preso la DRL 14 in edicola.
                        ZP 6 trovato oggi sempre in edicola.
                        « Ultima modifica: Lunedì 17 Dic 2018, 13:09:11 da Cornelius Coot »

                          Re:La distribuzione dei periodici Disney
                          Risposta #1796: Lunedì 17 Dic 2018, 22:04:06
                          in giro avete visto la don rosa library 14 e zio paperone 6? da me nada.  :-\
                          Da me sono usciti Don Rosa Library mercoledi e Zio Paperone sabato

                            Re:La distribuzione dei periodici Disney
                            Risposta #1797: Mercoledì 19 Dic 2018, 10:47:38
                            Stamattina, oltre al Topo e al BIG, in netto anticipo è uscito Grandi Classici

                            *

                            paolo87
                            Sceriffo di Valmitraglia

                            • ***
                            • Post: 306
                            • Novellino
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:La distribuzione dei periodici Disney
                              Risposta #1798: Mercoledì 19 Dic 2018, 11:53:25
                              Da me la Don Rosa Library è uscita da un pezzo. Zio Paperone, che, in generale è distribuito malissimo, ancora latita...

                              *

                              Uncle Carl
                              Flagello dei mari

                              • *****
                              • Post: 4082
                              • Be water, my friend..
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re:La distribuzione dei periodici Disney
                                Risposta #1799: Mercoledì 19 Dic 2018, 18:26:01
                                Zio Paperone, che, in generale è distribuito malissimo, ancora latita...

                                Oggi ho avuto una sorpresa.
                                Mi sono recato senza molta convinzione c/o la mia fumetteria di fiducia per avere notizie di Zio Paperone 5, e ne sono uscito con 6,40€ in meno dal portafoglio.
                                Sono arrivati in contemporanea, il numero 5 e il numero 6 ::) ;D

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.