Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
5 | |
3 | |
Uack! 35 - Vita da Paperi 1 - Recensione di scrooge4

Secondo giro di boa per la collana edita da Panini che, dall'aprile 2014, sta riportando in edicola le storie di Carl Barks. Dopo un cambio netto tra la prima e la seconda serie con la fine della pubblicazione delle storie tratte dalla collana Uncle $crooge, per approcciarsi a Walt Disney's Comics and Stories in modalità cronologica e agli albi one-shot della serie Four Color in modalità antologica, Vita da Paperi prosegue in versione ridotta quanto visto in Paperopoli. Eliminate, come era prevedibile, le storie di Don Rosa, autore al quale la Panini sta riservando un'ottima collana cronologica mensile, vengono ridotte in maniera sensibile la foliazione e lo spazio riservato agli articoli di approfondimento. Siamo così a constatare come purtroppo anche questa collana (come già avvenuto in questi mesi per le altre pubblicazioni di maggior prestigio dell'editore) subisca un sostanziale ridimensionamento, pur mantenendo inalterato il prezzo di copertina.
Fatte queste dovute premesse è comunque impossibile non evidenziare come si sia di fronte ad un albo davvero imperdibile per i fan dell'Uomo dei Paperi. Addirittura imprescindibile per coloro che non abbiano mai avuto modo di leggere Paperino e il segreto del vecchio castello, certamente tra i più noti e apprezzati lavori dell'artista dell'Oregon. Seconda avventura con Paperon de' Paperoni, la storia è in realtà la prima a presentarci lo zione in veste di protagonista attivo, alla ricerca di un tesoro di famiglia celato da secoli nell'antica dimora di famiglia: un'avventura emozionante, a tratti inquietante che non mancherà di sorprendere soprattutto i giovani lettori ormai assuefatti a tonalità e registri del fumetto Disney contemporaneo lontanissimi dall'intensità di questi capolavori senza tempo. Oltre ad un portfolio finale che approfondisce, tra le altre cose, i quadri a olio dell'autore ispirati alla storia, l'albo contiene tutte le tavole autoconclusive tratte da Four Color 189 del giugno 1948: due delle quali mai riproposte (e quindi ricolorate e ritradotte) nella cosiddetta "serie bianca" di Zio Paperone e pertanto qui ripubblicate nella vecchia versione Mondadori di fine anni '80.
La cronologia di Walt Disney's Comics and Stories prosegue con Paperino e il ladro fantasma e Paperino e il picchio dai numeri 56 e 57 del 1945, dai quali sono tratte anche due sunday pages rimontate e una tavola autoconclusiva disegnate da Al Taliaferro.
Infine, oltre alla seconda versione di Le Giovani Marmotte e il Colossosaurus Paperopolensis, trova qui spazio anche una breve inedita scritta e disegnata da Daan Jippes nel 2010: Zio Paperone, invulnerabile quanto basta, che presenta uno zione oniricamente alle prese di un tracollo monetario causato dall'incontrollato diffondersi di fake news finanziarie.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (20)
Esegui il login per votare

Uack! 35 - Vita da Paperi 1

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.


*

Cornelius Coot
Sapiente Ciminiano
   (8)

  • ******
  • Post: 9821
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo
   (8)
    Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
    Risposta #1: Giovedì 25 Gen 2018, 22:44:10
    Sicuramente una bella copertina come anche la quarta, con la classica posa familiare dei paperi di Barks che fa da logo ai redazionali interni. Sempre in quarta noto una certa incongruenza nello scrivere 'Uack! presenta Vita da paperi n. 35' e poi vedere il n. 1 sulla costina.

    Delle pagine 'alternative' sono quelle del Sommario, con la scritta che non entra del tutto nel quadro (la S e la O sono tagliate quasi a metà) e accanto una serie di vignette tratte dalle storie del numero, divise in 16 caselle delle quali una completamente gialla (come il colore della cover).

    Nel redazionale introduttivo Luca Boschi ci fa vedere un albo americano del 1980 che, ristampando il 'Segreto', tradusse in inglese i testi italiani del 1972 usciti nel cartonato Mondadori 'Io, Paperone', da cui la storia fu presa. Evidentemente gli americani della Abbeville Presse non avevano facile reperibilità dei loro albi degli anni '40 e considerarono la ristampa più recente avvenuta appunto in Italia.

    Nel Portfolio finale vediamo un Duck Family Tree di Barks relazionato agli antenati creati per la storia del 'Segreto del Vecchio Castello': Matilda avrebbe adottato Gastone, orfano della zia di Paperino Daphne (che evidentemente sarebbe morta mentre Don Rosa la fa vivere come madre dalla quale il figlio ha ricevuto per eredità naturale la grande fortuna) e la sorella Della diventa Thelma.

    Una chicca è sicuramente un disegno di Barks fatto per una copertina di Uncle Scrooge ma poi scartato: è scritto che il Maestro spediva sempre tre o quattro disegni per la varie copertine e dunque molti altri inediti scartati dovrebbero essere ancora in circolazione: in questo si vede Paperone suonare una cornamusa davanti a quello che dovrebbe essere il castello di famiglia.

                                                                                     
                                                                                     

    Per far vedere la quarta di copertina (che è rimasta uguale) notiamo nella principale una striscia gialla con la scritta Uack! che poi scompare in quella definitiva, come sopra. Scompaiono anche il numero 1 sopra la I (che diventa una i minuscola) mentre cambiano i caratteri grafici (più 'mossi') del titolo 'Paperi' e i colori e i caratteri di 'Vita da' 
     
    « Ultima modifica: Venerdì 26 Gen 2018, 14:09:41 da Cornelius Coot »

    *

    Andrea87
    Uomo Nuvola
       (1)

    • ******
    • Post: 6564
    • Il terrore di Malachia!
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
      Risposta #2: Venerdì 26 Gen 2018, 12:54:26
      indubbiamente il titolo finale è migliore
      Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario (G. Orwell)

      *

      Topdetops
      Diabolico Vendicatore

      • ****
      • Post: 1949
      • Amante del fumetto
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
        Risposta #3: Venerdì 26 Gen 2018, 18:13:34
        Preso oggi e molto soddisfatto!
        Purtroppo le pagine sono diminuite, ma quello che conta e' la qualità, e qui, con Barks, e' sempre ai massimi livelli!
        Appassionato del fumetto e amante della buona tavola.

        *

        Pap
        Ombronauta
           (1)

        • ****
        • Post: 836
        • Uack!
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
          Risposta #4: Venerdì 26 Gen 2018, 18:55:52
          Preso oggi e molto soddisfatto!
          Purtroppo le pagine sono diminuite, ma quello che conta e' la qualità, e qui, con Barks, e' sempre ai massimi livelli!
          Già, anche senza Don Rosa la testata rimane buona. Ora bisogna vedere solo che non ci siano altre sorprese.

          *

          Cornelius Coot
          Sapiente Ciminiano
             (4)

          • ******
          • Post: 9821
          • Mais dire Mais
            • Offline
            • Mostra profilo
             (4)
            Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
            Risposta #5: Venerdì 26 Gen 2018, 20:58:06
            Per chi non ha l'omnia di Barks o la collana Zio Paperone, questa serie di Uack! dai vari titoli, arrivata al 35° numero, ha fino ad oggi stampato sempre storie diverse del Maestro (non credo ci siano ristampe al suo interno); per cui, anche se a fatica e in maniera irregolare, l'intera opera dell'autore dovrebbe essere alla fine pubblicata, considerando che Vita da Paperi, per male che vada (speriamo di no), un'altra ventina di numeri dovrebbe aggiungere a quelli già usciti. E se ne uscissero di più la "Operazione Uack!" (intesa come un TuttoBarks) potrebbe dirsi alla fine riuscita.

            *

            Max
            Cugino di Alf
               (2)

            • ****
            • Post: 1054
            • Appassionato Disney
              • Offline
              • Mostra profilo
               (2)
              Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
              Risposta #6: Giovedì 1 Feb 2018, 16:50:40
              Per chi non ha l'omnia di Barks o la collana Zio Paperone, questa serie di Uack! dai vari titoli, arrivata al 35° numero, ha fino ad oggi stampato sempre storie diverse del Maestro (non credo ci siano ristampe al suo interno); per cui, anche se a fatica e in maniera irregolare, l'intera opera dell'autore dovrebbe essere alla fine pubblicata, considerando che Vita da Paperi, per male che vada (speriamo di no), un'altra ventina di numeri dovrebbe aggiungere a quelli già usciti. E se ne uscissero di più la "Operazione Uack!" (intesa come un TuttoBarks) potrebbe dirsi alla fine riuscita.


              Effettivamente per pubblicare tutte le storie di Barks occorrerebbero, a questi ritmi, almeno altri 30 numeri, ma anche qualcuno in più, se consideriamo i vari extra. Ovvero altri 5/6 anni. Difficile? Io credo di sì, ma non impossibile se si continuerà a sostenere la testata. Temevo per gli articoli, ma non ho ravvisato alcuna penalizzazione: è stata eliminata solo la storia di Don Rosa con la relativa presentazione, tutto il resto dei contenuti è rimasto intatto. Mi rammarica solo la copertina, veramente pessima, con una vignetta ingrandita brutta e per nulla attinente con l'interno, e la scelta senz'altro discutibile di far ripartire la numerazione in costa da 1.

              *

              Gancio
              Dittatore di Saturno
                 (2)

              • *****
              • Post: 3143
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (2)
                Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                Risposta #7: Sabato 3 Feb 2018, 11:21:27
                e la scelta senz'altro discutibile di far ripartire la numerazione in costa da 1.
                Il numero 1 sulla costina segue esattamente la stessa logica che ha portato al cambio di intestazione: far sembrare il prodotto ciò che non è, vale a dire una testata nuova.
                E chiaramente lo scopo è quello di attirare nuovi lettori, ben sapendo che è più facile se dai l'impressione di qualcosa di appena iniziato... han fatto la stessa cosa col mensile Paperinik, che ha perso la denominazione "appgrade" nell'intestazione ed è ripartito da zero, ma che di fatto è il proseguo dell'appgrade.
                Tritumbani fritti!

                *

                Topaccio
                Brutopiano
                   (3)

                • *
                • Post: 60
                • Novellino
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (3)
                  Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                  Risposta #8: Sabato 3 Feb 2018, 13:41:41
                  Arrivato oggi il numero, da utente abbonato fin dal D1 di Uack, ma , senza averlo ancora letto, mi sembra un passo indietro rispetto a prima.
                  Nel senso che non trovo giusto ridurre a praticamente 100 pagine la testata (Se ne sono andate via una 30ina) e pagarla  lo stesso di prima.

                  Anche la qualità della rivista non sembra la stessa, sia come carta che come copertina.

                  Vi aggiornerò comunque appena leggero il contenuto in toto.


                  *

                  Bladestarr
                  Giovane Marmotta
                     (2)

                  • **
                  • Post: 159
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (2)
                    Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                    Risposta #9: Sabato 3 Feb 2018, 15:28:18
                    La qualità delle storie contenute è ovviamente alta, i redazionali sono sempre più scarni e il volume è ormai ridotto a una sottiletta, la grafica di copertina e costina rompe decisamente con il passato favorendo gli eventuali e, a mio avviso improbabili, nuovi o occasionali lettori, deludendo e sfavorendo i collezionisti di Uack! che ne hanno permesso la pubblicazione fino a oggi.

                    Come accadde con il passaggio avvenuto tra il numero 23 e il numero 24 credo che qualche affezionato lettore si perderà per strada, ma evidentemente recupereranno sulle spalle di chi continuerà la testata avendo diminuito il numero di pagine lasciando inalterato il prezzo...

                    *

                    Max
                    Cugino di Alf
                       (1)

                    • ****
                    • Post: 1054
                    • Appassionato Disney
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                      Risposta #10: Sabato 3 Feb 2018, 17:41:46
                      La qualità delle storie contenute è ovviamente alta, i redazionali sono sempre più scarni e il volume è ormai ridotto a una sottiletta, la grafica di copertina e costina rompe decisamente con il passato favorendo gli eventuali e, a mio avviso improbabili, nuovi o occasionali lettori, deludendo e sfavorendo i collezionisti di Uack! che ne hanno permesso la pubblicazione fino a oggi.

                      Come accadde con il passaggio avvenuto tra il numero 23 e il numero 24 credo che qualche affezionato lettore si perderà per strada, ma evidentemente recupereranno sulle spalle di chi continuerà la testata avendo diminuito il numero di pagine lasciando inalterato il prezzo...

                      A parte il fatto che gli articoli non sono più scarni di prima (e manca solo quello che introduceva la storia di Don Rosa) se hai delle soluzioni migliori per assicurare il proseguimento, dato che la testata era in crisi sia prima del numero 24 che prima di questo nuovo cambiamento, vorrei consigliarti di farle presenti. Non limitarti a una critica fine a se stessa, come se alla Panini fossero degli autolesionisti e non fosse evidente che la testata non abbia mai venduto bene (forse non avrebbe dovuto nemmeno essere creata, dato che, come già osservato da qualcuno, il mercato delle storie di Barks in Italia era già saturo).
                      « Ultima modifica: Sabato 3 Feb 2018, 17:45:53 da Max »

                      *

                      Garalla
                      Dittatore di Saturno
                         (2)

                      • *****
                      • Post: 3152
                      • ex Topo_Nuovo ex ASdrubale
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                        • La soffitta di Camera Mia
                         (2)
                        Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                        Risposta #11: Sabato 3 Feb 2018, 19:05:00
                        La qualità delle storie contenute è ovviamente alta, i redazionali sono sempre più scarni e il volume è ormai ridotto a una sottiletta, la grafica di copertina e costina rompe decisamente con il passato favorendo gli eventuali e, a mio avviso improbabili, nuovi o occasionali lettori, deludendo e sfavorendo i collezionisti di Uack! che ne hanno permesso la pubblicazione fino a oggi.

                        Come accadde con il passaggio avvenuto tra il numero 23 e il numero 24 credo che qualche affezionato lettore si perderà per strada, ma evidentemente recupereranno sulle spalle di chi continuerà la testata avendo diminuito il numero di pagine lasciando inalterato il prezzo...

                        A parte il fatto che gli articoli non sono più scarni di prima (e manca solo quello che introduceva la storia di Don Rosa) se hai delle soluzioni migliori per assicurare il proseguimento, dato che la testata era in crisi sia prima del numero 24 che prima di questo nuovo cambiamento, vorrei consigliarti di farle presenti. Non limitarti a una critica fine a se stessa, come se alla Panini fossero degli autolesionisti e non fosse evidente che la testata non abbia mai venduto bene (forse non avrebbe dovuto nemmeno essere creata, dato che, come già osservato da qualcuno, il mercato delle storie di Barks in Italia era già saturo).

                        Ho appena registrato il video che uscirà tra un paio di settimane dove parlo di questo Uack! e... sì gli articoli sono più scarni di prima.
                        Non tanto a livello di pagine ma la "colonna" degli articoli è più corta.
                        La Soffitta di Camera Mia è un canale youtube che tratta di fumetti. Ogni Lunedì il video sul Topolino della settimana precedente.

                        https://www.youtube.com/lasoffittadicameramia

                        *

                        Bladestarr
                        Giovane Marmotta
                           (3)

                        • **
                        • Post: 159
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (3)
                          Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                          Risposta #12: Sabato 3 Feb 2018, 20:10:31
                          La qualità delle storie contenute è ovviamente alta, i redazionali sono sempre più scarni e il volume è ormai ridotto a una sottiletta, la grafica di copertina e costina rompe decisamente con il passato favorendo gli eventuali e, a mio avviso improbabili, nuovi o occasionali lettori, deludendo e sfavorendo i collezionisti di Uack! che ne hanno permesso la pubblicazione fino a oggi.

                          Come accadde con il passaggio avvenuto tra il numero 23 e il numero 24 credo che qualche affezionato lettore si perderà per strada, ma evidentemente recupereranno sulle spalle di chi continuerà la testata avendo diminuito il numero di pagine lasciando inalterato il prezzo...

                          A parte il fatto che gli articoli non sono più scarni di prima (e manca solo quello che introduceva la storia di Don Rosa) se hai delle soluzioni migliori per assicurare il proseguimento, dato che la testata era in crisi sia prima del numero 24 che prima di questo nuovo cambiamento, vorrei consigliarti di farle presenti. Non limitarti a una critica fine a se stessa, come se alla Panini fossero degli autolesionisti e non fosse evidente che la testata non abbia mai venduto bene (forse non avrebbe dovuto nemmeno essere creata, dato che, come già osservato da qualcuno, il mercato delle storie di Barks in Italia era già saturo).

                          Tralasciando il fatto che ho sostenuto questa testata acquistandone ogni singolo numero e consigliandola in giro e che gli intenti con la quale era iniziata sono stati smentiti in corso d'opera, tutte le storie di Barks.
                          Non serve ricordarti che viviamo in un paese democratico nel quale vige la libertà di parola e che anche il forum sul quale scriviamo rispetta tali principi.

                          Se leggi bene il mio post vedrai che la critica non è fine a se stessa, ma pongo delle questioni per me importanti, in primo luogo l'omogeneità editoriale e grafica di una collana, la ricchezza degli editoriali in una pubblicazione riservata a collezionisti, il mantenimento delle promesse che erano state fatte nelle prime fasi della vita editoriale di Uack!

                          Infine, anche se non ce n'è alcun bisogno, propongo gratuitamente a Panini qualche consiglio per il futuro, anche se sono certo che le figure professionali di cui dispone sono di certo superiori nelle proposte al sottoscritto.
                          Il titolo Uack! è stato sbagliato fin da subito e Vita da Paperi lo è forse ancor di più, sarebbe stato più semplice intitolarla semplicemente Zio Paperone e riproporre con le dovute modifiche e gli adeguati aggiornamenti la gloriosa serie che per prima in Italia aveva con successo pubblicato il corpus barksiano e sarebbe stata quella la sede forse più opportuna in cui inserire Il Natale sul Monte Orso e i suoi seguiti o altre storie ispirate alle opere dell'Uomo dei Paperi.


                          *

                          Bruce Banner
                          Pifferosauro Uranifago

                          • ***
                          • Post: 490
                          • Novellino
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                            Risposta #13: Sabato 3 Feb 2018, 20:17:58
                            L’omogeneita grafica  e di contenuti si è persa perché non vendeva. Ma veramente credete che se fosse stata un successo avrebbero cambiato qualcosa? Certe volte penso che, se fossi in Panini, avrei fatto meglio a chiudere la testata con la fine di Uncle Scrooge. Tanto qualsiasi scelta fatta non va bene.

                            *

                            Bladestarr
                            Giovane Marmotta
                               (5)

                            • **
                            • Post: 159
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (5)
                              Re:Uack! 35 - Vita da Paperi 1
                              Risposta #14: Sabato 3 Feb 2018, 20:40:23
                              L’omogeneita grafica  e di contenuti si è persa perché non vendeva. Ma veramente credete che se fosse stata un successo avrebbero cambiato qualcosa? Certe volte penso che, se fossi in Panini, avrei fatto meglio a chiudere la testata con la fine di Uncle Scrooge. Tanto qualsiasi scelta fatta non va bene.

                              Noi siamo i fruitori di questi prodotti, li paghiamo, vorremmo qualcosa e ci tocca talvolta accontentarci di qualcosa di meno a un prezzo che non ci convince, è corretto lamentarsi.

                              Panini è una multinazionale che ha una divisione specializzata nel fumetto, non possono pretendere di pubblicare una collana su Barks e attirare decine di migliaia di lettori, è evidente a noi che non vendiamo fumetti ma che li compriamo che la terza serie dedicata a Barks non può essere di richiamo per il pubblico generalista del fumetto, perché loro non l'hanno capito dopo due tentativi falliti?
                              Ora stanno facendo lo stesso errore con Tesori International.

                              Non siamo noi lettori a dover dire agli editori cosa fare, noi paghiamo per quello che vogliamo acquistare se ci piace, ma se non ci convince appieno abbiamo tutto il diritto di criticare con educazione.

                               

                              Dati personali, cookies e GDPR

                              Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                              Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                              Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.