Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
1 | |
2 | |
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |

Mai come ora si sente il bisogno di una sacrosanta libertà intellettuale.....

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

    Buongiorno a tutti.
    Questa discussione mi sembra in larga parte inerente a dinamiche interne al forum e pregressi che non conosco, quindi di norma me ne asterrei.
    Tuttavia, poichè vengo chiamato in causa direttamente, con conseguenze pesanti, mi inserisco.

    Sono estremamente sorpreso che la mia urbana e tranquilla richiesta di ripristino almeno parziale del thread si sia tradotta nelle dimissioni di due moderatori.
    Serve dire che non è esattamente il risultato che mi aspettavo?
    Credo di no.
    Serve dire che sono sorpreso?
    Similmente, credo di no.
    Se solo avessi veramente questo potere, mi tessererei immediatamente presso le fila di certi partiti beceri...

    Mi sembra evidente che a mia insaputa qualche nervo scoperto è stato toccato, dovuto a qualche pregresso di cui non so niente.
    Dunque, per prima cosa, me ne scuso e pregherei i moderatori di tornare urgentemente sui propri passi.
    Bannate me, al limite, ok?
    Pragmaticamente, sarà certamente un trauma minore per me che per voi (nel senso che come vedete dalla mia conta dei messaggi ho investito poco, emotivamente, in questo forum).
    Nessuno ha mai voluto "colpevolizzare", come dice Doctor Einmug, chi manda avanti la baracca.

    Ora.

    Devo dire che quali esattamente siano le cause di questa valanga io me lo sto ancora chiedendo, e forse potrebbe essere nell'interesse di tutti - e in special modo i nuovi venuti - chiarire qualcosa, in modo da non commettere gli stessi errori in futuro:

    • Cosa non andava in quella discussione?
      Questa è la domanda più importante. Con la sola eccezione di un messaggio, prontamente rimosso, di Andrea87 (ora bannato?), mi sembrava una discussione pacata, calma e assolutamente urbana per gli standard di Internet. E' archiviata e leggibile nella cache di diversi motori di ricerca, se uno volesse rinfrescarsi la memoria.
      In che modo sarebbe servito "automoderarsi"?
    • Perchè l'ultimo ricevente del Premio Papersera ha rifiutato il premio, e cosa c'entra con la discussione?
    • Nel thread si è parlato a più riprese de "i social". Da essi mi tengo alla larga e non capisco come una persona raziocinante vorrebbe farcisi intrappolare, quindi non so cosa sia successo in relazione ad essi: cos'è dunque successo, e perchè tocca il forum?
    • Infine, una domanda che può apparire una provocazione ma non lo è. La redazione di Topolino è palesemente uno stakeholder - termine inglese intraducibile che significa circa "ha interesse/è interessato" - di questo forum; criticarne l'operato è ammesso, tollerato, sconsigliato o vietato? Il tono di molte altre discussioni mi farebbe supporre che questo - fortunatamente - non sia un forum a carattere esclusivamente agiografico, ma forse ci sono dei paletti che io come altri non ho ben compreso.
    « Ultima modifica: Venerdì 22 Giu 2018, 10:40:14 da prdqp »

    *

    Paperinika
    Imperatore della Calidornia
    Moderatore
       (4)

    • ******
    • Post: 10237
      • Offline
      • Mostra profilo
       (4)
      Valentina lasciami dire che con questo tuo intervento, sommato a quello di Gumi e piccolobush, sembra di intravedere una "caccia alle streghe" che esiste solo nelle vostre fantasie.
      Frequento tutti i giorni il forum e non ricordo, almeno da 2 anni a questa parte, degli utenti che abbiano pubblicamente condannato il vostro operato.
      In pubblico e in maniera palese ed esplicita, forse. Ma non è forse anche questo stesso topic una critica alle modalità con cui cerchiamo (a torto o a ragione) di mantenere un minimo di ordine su questo forum?

      mente invece la libertà di Paolo di mettere poche e semplici regole di buon senso a casa sua sembra essere per un sacco di gente una richiesta fuori da ogni logica

      Questa frase letta come è scritta permettimi ma è sbagliata.
      Paolo ha il merito incommensurabile di aver creato e di gestire ancora questo spazio libero dedicato a tutti gli appassionati del mondo Disney. Ma in quanto creatore di un forum pubblico è ovvio che, in parte, abbia affidato questa sua creatura nelle mani virtuali di tutti. Quindi dire "a casa sua" è anacronistico.
      Anche la risposta, letta come è scritta, permettimi ma è sbagliata.
      In ogni casa, famiglia, azienda, gruppo, organizzazione sociale (e per sociale intendo composta da due o più persone che socializzano tra loro - e anche con l'esterno, perchè il mondo non è composto solo da quelle due persone) sono necessarie delle regole, che devono essere improntate alla convivenza civile a al buon senso, prima che agli obblighi. Sempre. Altrimenti tanto vale rintanarci nelle caverne come nella preistoria e ridurre a zero qualsiasi tipo di interazione con gli altri.
      E non è che se queste regole contrastano con quello che si vorrebbe dire o fare, allora si può sempre gridare alla censura.

      Senza contare che nessuno ci paga per farci il sangue amaro a vedere il Papersera ridotto al rango "forum di criticoni".

      Ecco la frase che io sto cercando di stigmatizzare da stamattina.
      Vedere il Papersera ridotto a "forum di criticoni"?
      E da chi ?
      A quali persone il forum deve dare conto se non al suo creatore e agli utenti che lo formano ?
      Perché noi dobbiamo piegare le nostre idee, i nostri giudizi a seconda di cosa pensano gli altri ?
      Se questa mentalità sarà quella che ci muove e ci muoverà in futuro non diventeremo poi tanto diversi da quella stampa clientelare che supporta questo o quel gruppo di potere e che non osa contrastarne le posizioni.
      Qua il discorso va allargato fino ad includere l'ambito dell'Associazione, per cui rimando i dovuti approfondimenti ad un altro momento più tranquillo (anche perchè ora sto scrivendo in un momento di pausa, ma non posso perderci, adesso, tutta la mattinata).

      e non abbiamo avuto modo di arginare per tempo quel benedetto topic, che sembra che nasconderlo sia stata un'offesa imperdonabile.

      Visto che ci troviamo in argomento ci potreste spiegare quali siano i messaggi talmente sovversivi contenuti in quel topic ?
      Lo stavo seguendo e, al netto di qualche sparuta critica alla rubrica e a chi l'abbia curata, non mi sembra si sia crocifisso nessuno e non si sia sfociati nella maleducazione o nel malcostume....
      Non mi pare che nessuno abbia parlato di messaggi sovversivi. Da quel poco che ho letto (perchè poi, come dicevo ieri sera, è subentrata la vita reale, e chi di dovere aveva già messo un freno al tutto, e io non sono stata a leggermi tre pagine di deliri a mezzanotte, mi capirai ma avevo ben altre priorità) il topic delle puzzette è degenerato con teorie folli a dir poco e argomenti che non c'entravano nulla, ed era palesemente fuori controllo, motivo per cui, in attesa di valutare con calma il da farsi, è stato deciso di toglierlo un attimo dal fuoco.
      Eccessivo? Forse, probabilmente lo è pure, e certamente se ne può parlare. Ma non si può gridare subito alla censura, occorre valutare l'insieme delle circostanze con quel famoso buon senso di cui dicevamo prima.


      Forse la mia posizione è così convinta (ma non intendo per forza giusta o sensata) perché non ho rapporti con nessun social e quindi non ne vengo influenzato.
      Ma credetemi che per chi non pratica i social, ed ammetto di essere io uno degli alieni nel mondo attuale, vedere che ogni cosa debba essere cambiata, corretta o cassata perché si siano alzati dei polveroni o dei plotoni di esecuzione su internet mi sembra proprio da matti.....
      Concordo che sia da matti, ma l'universo Papersera non è più solo il forum, e, volenti e nolenti, anche lui interagisce con il resto del mondo, e per salvaguardarlo occorre a volte anche ponderare quello che si fa e si dice, per non venirne divorati.


      Ma noi continuiamo pure a pretendere che tutto debba funzionare come preferiamo.
      Poi non stupiamoci se il giocattolino prima o poi si rompe, però.


      P.S. Oggi per me sarà un'altra giornata piena, e specifico già che non so quando ritornerò su questo topic: onestamente vorrei passare un fine settimana più tranquillo e rilassante delle ultime due serate.
      « Ultima modifica: Venerdì 22 Giu 2018, 11:03:35 da Paperinika »

      *

      Garalla
      Dittatore di Saturno
         (1)

      • *****
      • Post: 3190
      • ex Topo_Nuovo ex ASdrubale
        • Online
        • Mostra profilo
        • La soffitta di Camera Mia
         (1)

        • Cosa non andava in quella discussione?
          Questa è la domanda più importante. Con la sola eccezione di un messaggio, prontamente rimosso, di Andrea87 (ora bannato?), mi sembrava una discussione pacata, calma e assolutamente urbana per gli standard di Internet. E' archiviata e leggibile nella cache di diversi motori di ricerca, se uno volesse rinfrescarsi la memoria.
          In che modo sarebbe servito "automoderarsi"?
        • Perchè l'ultimo ricevente del Premio Papersera ha rifiutato il premio, e cosa c'entra con la discussione?
        • Infine, una domanda che può apparire una provocazione ma non lo è. La redazione di Topolino è palesemente uno stakeholder - termine inglese intraducibile che significa circa "ha interesse/è interessato" - di questo forum; criticarne l'operato è ammesso, tollerato, sconsigliato o vietato? Il tono di molte altre discussioni mi farebbe supporre che questo - fortunatamente - non sia un forum a carattere esclusivamente agiografico, ma forse ci sono dei paletti che io come altri non ho ben compreso.

        • Cosa non andava in quella discussione?
          Non ero intervenuto in quella discussione specifica perché stava prendendo fin da subito la piega di un accusa contro la direzione di Topolino in maniera molto ottusa e non avevo letto l'articolo ergo... non avevo molto da dire. Ma da subito mi era parso che non si teneva conto del target di Sgrunt, non si teneva conto del target di Topolino, non si teneva conto del contenuto di quella rubrica ma solo dell'argomento principale e del presunto atto di bullismo ai danni della compagna di classe di Gioele. Presunto perché... non conosciamo la composizione della classe di Gioele e potenzialmente ha 2 compagne di classi davanti a sé. Ergo di che stiamo parlando? Inoltre abbiamo accusato Federico Taddia, un professionista serio da anni nell'intrattentimento e nell'interazione con i più piccoli di fare a sua volta bullismo.
          Paventando al solito "eh ma i contenuti di una volta erano più aulici e ricercati". Che forse è vero ma ad oggi tocca abbassare il target perché se vuoi parlare ai giovani tocca abbassarlo. Non toccare terre ma scendere dal piedistallo dantesco per poter parlare un linguaggio che anche i giovani possano riconoscere. Ergo non è il linguaggio che si deve elevare ma gli argomenti e come questi si devono trattare.
          Da fuori era questo quello che si leggeva. Una massa di adulti/giovani adulti che parlavano di questo. Non era propriamente una cosa matura.
          Io l'articolo l'ho letto dopo tutta la discussione perché Topolino non mi era arrivato.
          E sapete cosa ho e vinto da quell'articolo? Che pure Gioele fa puzzette in classe. Ergo il discorso bullismo viene annullato da questo e forse ho capito un po' meglio cosa Sgrunt voglia mettere in luce e su cosa voglia far riflette. Tutti quegli atteggiamenti che in fondo ci danno fastidio ma che in realtà siamo noi i primi a portarli avanti. Una sorta di auto coscienza.
          Certo non è fatta in maniera così eloquente e chiara ma ha il suo senso.
          Non so che toni si sono arrivati a toccare ma sinceramente non sembrava un discorso fatto in maniera ragionata, matura e responsabile e che andava ad aumentare quella tensione sempre più palpabile tra forum e resto del mondo.
        • Perchè l'ultimo ricevente del Premio Papersera ha rifiutato il premio, e cosa c'entra con la discussione?
        L'ha rifiutato perché il clima che si respira nel forum è quello di criticoni che si elavano a massimo conoscitori di Topolino e dato che ha spesso trovato da ridire Artibani non voleva essere premiato da gente con cui non è d'accordo e con la quale è difficile se non impossibile instaurare un dialogo maturo.
        E i tono di quella discussione erano per quel che ho letto solo accusa cieca sostenute da teorie che non avevano un capo e una coda ma erano atte a trarre l'acqua al proprio mulino che lette da fuori facevano ridere e tanto.

        [/list]

        Invitando tutti anch'io a cogliere il punto della discussione senza divagazioni inutili, rispondo a Garalla chiedendo comunque di rispettare il pensiero di tutti e di non tacciare gli altri di visioni ottuse se non si è d'accordo con le altrui opinioni.

        Rispondo qui che magari non ero stato chiaro nel messaggio per non aprire una divagazione inutile.
        Per ottusità intendevo il focalizzarsi su un particolare, attaccando cose e persone senza apparentemente comprenderne il contesto (o almeno leggendo la discussione mi sembrava che il contesto non fosse chiaro).
        « Ultima modifica: Venerdì 22 Giu 2018, 13:23:41 da Garalla »
        La Soffitta di Camera Mia è un canale youtube che tratta di fumetti. Ogni Lunedì il video sul Topolino della settimana precedente.

        https://www.youtube.com/lasoffittadicameramia

        *

        Cornelius Coot
        Sapiente Ciminiano
           (4)

        • ******
        • Post: 9947
        • Mais dire Mais
          • Offline
          • Mostra profilo
           (4)
          Cosa non andava in quella discussione?

          Visto che ne ho preso parte, seppur in 'modica quantità', direi che potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare un vaso di variegate polemiche pregresse, con alcuni autori e fra di noi. La discussione di per se non era tacciabile di chissà quali difetti, se non quello di argomentare sulle 'puzzette'. Da 'fuori' (ma immagino anche da 'dentro') è sembrato semplicemente ridicolo stare a discutere sui pensieri di un bambino che parlava delle 'abitudini' di una sua compagna di classe. Quest'ultima sarà individuabile (e si è parlato del pericolo di prese in giro da social) o sarà una bambina fittizia, inventata dagli autori come il ragazzino protagonista (che però la faccia, a parte il nome, ce l'ha messa)?

          A parte questo, elucubrare criticamente sullo sdoganamento redazionale delle puzzette (che personalmente spero non esondi nei TopoGulp o nelle storie, coinvolgendo magari i vari nipotini - se non i paperi e i topi adulti), lo ritengo un esercizio dialettico non censurabile. E' criticato sui social? E chi se ne frega! Ci considerano bizzarri? Per me è un complimento. Evviva tutti i bislacchi, termine che amo usare non a caso, in un forum Disney. Leggere sui social tutti i commenti noiosissimi di persone 'serie' a cui piace omologarsi al 'pensiero dominante e trascinatore' mi fa ancor più apprezzare le nostre discussioni, a prescindere dal tema.

          Libertà è anche argomentare sulle puzzette, checché ne dicano. E mi sorprende che autori che dovrebbero essere capaci più di altri nel prendere spunto da piccole cose per costruirci qualcosa di più elaborato, critichino tutto ciò. Dove sta lo loro fantasia se si limitano ad alzare il sopracciglio, come tanta gente comune? Gli ottimi lavori e le valide iniziative svolte dal forum e dall'Associazione Papersera nell'ultimo decennio, che hanno procurato stima e ammirazione da parte dei più, derivano anche da queste 'follie', come elucubrare sulle puzzette.

          "Ricordate che un pizzico di follia è indispensabile per portare a termine certe imprese!"  dice saggiamente Paperone ai nipotini nel Classico 'Paperofollie' (non a caso).

          Bene, ricordiamocelo pure noi.
          « Ultima modifica: Venerdì 22 Giu 2018, 11:39:06 da Cornelius Coot »

          *

          Paperinika
          Imperatore della Calidornia
          Moderatore
             (3)

          • ******
          • Post: 10237
            • Offline
            • Mostra profilo
             (3)
            • Cosa non andava in quella discussione?
            Visto che ne ho preso parte, seppur in 'modica quantità', direi che potrebbe essere stata la goccia che ha fatto traboccare un vaso di variegate polemiche pregresse, con alcuni autori e fra di noi. La discussione di per se non era tacciabile di chissà quali difetti, se non quello di argomentare sulle 'puzzette'. Da 'fuori' (ma immagino anche da 'dentro') è sembrato semplicemente ridicolo stare a discutere sui pensieri di un bambino che parlava delle 'abitudini' di una sua compagna di classe. Quest'ultima sarà individuabile (e si è parlato del pericolo di prese in giro da social) o sarà una bambina fittizia, inventata dagli autori come il ragazzino protagonista (che però la faccia, a parte il nome, ce l'ha messa)?

            A parte questo, elucubrare criticamente sullo sdoganamento redazionale delle puzzette (che personalmente spero non esondi nei TopoGulp o nelle storie, coinvolgendo magari i vari nipotini - se non i paperi e i topi adulti), lo ritengo un esercizio dialettico non censurabile. E' criticato sui social? E chi se ne frega! Ci considerano bizzarri? Per me è un complimento. Evviva tutti i bislacchi, termine che amo usare non a caso, in un forum Disney. Leggere sui social tutti i commenti noiosissimi di persone 'serie' a cui piace omologarsi al 'pensiero dominante e trascinatore' mi fa ancor più apprezzare le nostre discussioni, a prescindere dal tema.

            Libertà è anche argomentare sulle puzzette, checché ne dicano. E mi sorprende che autori che dovrebbero essere capaci più di altri nel prendere spunto da piccole cose per costruirci qualcosa di più elaborato, critichino tutto ciò. Dove sta lo loro fantasia se si limitano ad alzare il sopracciglio, come tanta gente comune? Gli ottimi lavori e le valide iniziative svolte dal forum e dall'Associazione Papersera nell'ultimo decennio, che hanno procurato stima e ammirazione da parte dei più, derivano anche da queste 'follie', come elucubrare sulle puzzette. "Ricordate che un pizzico di follia è indispensabile per portare a termine certe imprese!" dice saggiamente Paperone ai nipotini nel classico 'Paperofollie' (non a caso). Bene, ricordiamocelo pure noi.[/list]
            Stiamo continuando a guardare al dito e non alla luna.
            Bene così.

              Stiamo continuando a guardare al dito e non alla luna. Bene così.

              "Stay hungry, stay foolish" diceva Steve Jobs al suo pubblico.

              Paperinika, sii folle!  ;D

              *

              Paperinika
              Imperatore della Calidornia
              Moderatore
                 (7)

              • ******
              • Post: 10237
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (7)
                Stiamo continuando a guardare al dito e non alla luna. Bene così.

                "Stay hungry, stay foolish" diceva Steve Jobs al suo pubblico.

                Paperinika, sii folle!  ;D
                Cornelius, sii serio!

                *

                Luxor
                Dittatore di Saturno
                   (4)

                • *****
                • Post: 3554
                • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (4)
                  Considerazioni sparse:

                  Per prima cosa, invito anche qui Gumi e piccolobush a tornare sui propri passi, che mai come ora il forum ha bisogno di loro.

                  Detto ciò, pur condividendo molti aspetti del messaggio di Luciano, trovo profondamente sbagliato parlare di limitazioni o di negazione della libertà intellettuale, mai nessuna discussione è stata troncata sul nascere, mai è stata fatta censura alcuna e pochissimi sono stati gli utenti bannati, e quelli nominati nel primo post hanno deciso volontariamente di allontanarsi (anche Andrea, per rispondere a chi chiedeva) in disaccordo con le scelte dei responsabili perchè, è sempre giusto ricordarlo, alla fine noi tutti siamo ospiti di Paolo e di chi si adopera da anni per mandare avanti la baracca e quindi è anche giusto e sacrosanto accettare le regole.

                  I post possono essere aperti senza restrizioni, e già questo dice molto a chi (stra)parla di censura, e chiunque può intervenire, solo si chiede quel minimo di automoderazione per non mandare tutto in malora e la discussione sul topic in questione si era troppo rapidamente spostata dall'argomento principale alle solite teorie complottistiche o alle già nominate svariate volte censure e amenità più o meno sparse.

                  Condivido che la situazione poteva essere gestita meglio che un messaggio di spiegazioni sarebbe stato opportuno, ma non bisogna mai dimenticare che i moderatori lavorano, hanno famiglia, il Papersera per loro è una passione e non una fonte di lucro e non possono stare h24 a monitorare tutto, e soprattutto dopo tutti questi anni spiace che non venga concessa loro fiducia sulle intenzioni ma che si parta lancia in resta accusando di cattiveria e prepotenza.

                  Il forum attraversa un momento difficile per vari motivi, eppure nonostante tutto si continua a portarlo avanti e con lui il Premio Papersera e le opere meritorie dell'Associazione, operazioni che purtroppo vengono messe in disparte o in cattiva luce da chi non vuole prendersi qualche minuto per ragionare su cosa scrivere perchè, e questo è importante che sia chiaro, a nessuno viene chiesto di fare i ruffiani, e d'altronde i recensori non si sono mai fatti problemi e mai se ne faranno a dire ciò che pensano davvero di una storia o un albo, ma solo di non scrivere teorie o ipotesi (vaccate) non veritiere e non verificabili e che non fanno altro che gettare fango e discredito sul Papersera e su chi vuole continuare a sostenerlo.

                  Io personalmente adoro questo forum, qui ho imparato tanto e trovato moltissimi amici coi quali ci si sente anche al di là dello schermo, e per questo e svariati altri motivi spero proprio che non chiuda mai, e se chi ci scrive ci tiene altrettanto allora faccia quel poco che occorre per mantenerlo in salute, che altri posti così in rete ce ne sono ormai pochissimi e non ce ne saranno più.
                  The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                    In ogni casa, famiglia, azienda, gruppo, organizzazione sociale (e per sociale intendo composta da due o più persone che socializzano tra loro - e anche con l'esterno, perchè il mondo non è composto solo da quelle due persone) sono necessarie delle regole, che devono essere improntate alla convivenza civile a al buon senso, prima che agli obblighi. Sempre. Altrimenti tanto vale rintanarci nelle caverne come nella preistoria e ridurre a zero qualsiasi tipo di interazione con gli altri.
                    E non è che se queste regole contrastano con quello che si vorrebbe dire o fare, allora si può sempre gridare alla censura.

                    E fin là non c'è ombra di dubbio.
                    Proprio per questo credo che sarebbe utile esplicitare tali regole, e, perchè no, anche le sanzioni da comminarsi a chi le infrange (come sa qualunque matricola di Giurisprudenza, la legge è tale quando c'è una corrispettiva sanzione, altrimenti è un consiglio).

                    Però esplicitiamole, così da non ripetere gli stessi errori.
                    Altrimenti che regole sono se non stanno scritte da nessuna parte?

                    In particolare, è vietato esprimere civilmente opinioni negative sull'operato dei dipendenti Panini?
                    "Sì" o "non ripetutamente ed esclusivamente" sarebbe una risposta perfettamente valida, e se qualcuno urlasse al "bavaglio" allora sì che non avrebbe capito nulla.

                    Non mi pare che nessuno abbia parlato di messaggi sovversivi. Da quel poco che ho letto (perchè poi, come dicevo ieri sera, è subentrata la vita reale, e chi di dovere aveva già messo un freno al tutto, e io non sono stata a leggermi tre pagine di deliri a mezzanotte, mi capirai ma avevo ben altre priorità) il topic delle puzzette è degenerato con teorie folli a dir poco e argomenti che non c'entravano nulla, ed era palesemente fuori controllo, motivo per cui, in attesa di valutare con calma il da farsi, è stato deciso di toglierlo un attimo dal fuoco.

                    "Teorie folli"?
                    Direi al più opinioni bislacche di vecchi barbagianni, ma sono censurabili (domanda aperta)?

                    Sappiamo tutti che a un certo punto si è aperto un filo di discussione solo marginalmente legato alla rubrica in questione e di più ampio respiro (classiche lagnanze dei vecchi sui Giovani D'Oggi), ma non sarebbe stato più proficuo separarlo in un thread a sè, anzichè azzerare tutto?


                    L'ha rifiutato perché il clima che si respira nel forum è quello di criticoni che si elavano a massimo conoscitori di Topolino e dato che ha spesso trovato da ridire Artibani non voleva essere premiato da gente con cui non è d'accordo e con la quale è difficile se non impossibile instaurare un dialogo maturo.

                    Da quel poco che ho letto nel miei 50 messaggi di permanenza il dialogo maturo qui dentro è possibile, anche nella differenza di opinione.
                    Certo, evidentemente non è una comunità di addetti ai lavori, e non mi sembra voglia esserlo.
                    Mi si perdoni l'estrema franchezza anche qualora possa infiammare ulteriormente gli animi, ma se, putacaso, l'Artibani dovesse offendersi per qualcosa che sto scrivendo ora e dunque dovesse boicottare un premio conferito da altra-gente-che-non-sono-io (o un'associazione a cui non sono tesserato e a cui non verso alcun obolo usato per finanziare il premio), non posso che dire: pazienza.
                    Io per leggere Topolino il mio contributo di 2,50 euro alle bollette dell'Artibani, che stimo enormemente come autore, lo dò, e qui dovrebbero esaurirsi i miei obblighi nei suoi confron ti.
                    Vi sono poi quelli eventualmente imposti dalle regole di un forum che scelgo di frequentare verso gli amministratori di questo.

                    E i tono di quella discussione erano per quel che ho letto solo accusa cieca sostenute da teorie che non avevano un capo e una coda ma erano atte a trarre l'acqua al proprio mulino che lette da fuori facevano ridere e tanto.

                    Non mi sembra che la discussione che ho letto io fosse così, ma non so chi ci sia dietro agli "screen name" e dunque non posso capire se qualcuno tirasse o meno "l'acqua al proprio mulino".
                    Devo dire però che se le opinioni di qualcuno, comprese le mie, fanno ridere qualcuno altro, forse il problema non è delle opinioni.

                    Forse, probabilmente lo è pure, e certamente se ne può parlare.

                    Ma non si può gridare subito alla censura, occorre valutare l'insieme delle circostanze con quel famoso buon senso di cui dicevamo prima.

                    E siamo qui apposta per parlarne. Quali sono le circostanze?
                    Perdonami, Paperinika, ma ne capisco sempre meno.

                    La spiegazione più ragionevole che mi viene per tanta solerzia nella moderazione unita a tanta vaghezza ora è che sia stata minacciata una querela verso i gestori del forum, o qualcosa di analogo.
                    Se ci ho preso, vorrei estendervi tutta la mia comprensione e ringraziamento per la pazienza con cui affrontate la questione (al lettore è lasciato di intuire la mia opinione del querelante).
                    Anche per questo io la chiudo spontaneamente qui, ma con più amaro in bocca di prima.

                    Rinnovo le scuse e l'invito ai moderatori e a riprendere il proprio ruolo.

                    P.s.: Gli slogan usati dall'AD di una ditta di elettronica di consumo per vendere gadget non mi sembrano grandi fondamenta per costruire...
                    « Ultima modifica: Venerdì 22 Giu 2018, 12:17:22 da prdqp »

                    *

                    Luxor
                    Dittatore di Saturno
                       (1)

                    • *****
                    • Post: 3554
                    • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Invitando tutti anch'io a cogliere il punto della discussione senza divagazioni inutili, rispondo a Garalla chiedendo comunque di rispettare il pensiero di tutti e di non tacciare gli altri di visioni ottuse se non si è d'accordo con le altrui opinioni.
                      The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                      *

                      Piccola Pker
                      Diabolico Vendicatore
                         (10)

                      • ****
                      • Post: 1424
                      • Fantasia portami via!
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (10)
                        Mia nonna mi diceva: attenta a quello che dici e a quello che fai, soprattutto d'estate. Sono tutti più litigiosi d'estate, il caldo dà alla testa.

                        Sono consapevole che qua non è un problema solo di temperature esterne, ma è da tempo che si respira un'atmosfera calda sul forum. Memore di quelle parole, appena vedo un topic un po' più caldo, appunto, di solito mi astengo dall'intervenire per non gettare benzina sul fuoco, e anzi cerco di raffreddare gli animi magari con notizie o interventi più leggeri, vedi quello dell'altro giorno sul servizio al tg.
                        Eccezionalmente, mi butto con il mio secchiello di acqua gelata anche qui, sperando di non gettarlo sulla centrale elettrica.

                        Non ho modo di entrare nel merito della discussione su Sgrunt!, perché avevo letto solo i primi 3 post e perché non ho comprato il numero incriminato. Tuttavia, quello che vedo in questa discussione è una serie di incomprensioni e tensioni fra persone che, a modo loro, hanno tutte lo stesso obiettivo, ovvero tenere insieme questo luogo virtuale di incontro e discussione che, e su questo mi sembra che siamo tutti più o meno d'accordo, rischia forse non di scomparire, ma di rovinarsi parecchio.
                        Io non sono un moderatore, non sono un amministratore, non do grandi contributi, non sono nemmeno uno degli utenti storici o di quelli di cui probabilmente si sentirebbe la mancanza se dovessi sparire. Ma io non voglio sparire, questo forum mi ha dato tanto, tantissimo, mi ha permesso di scoprire di non dovermi vergognare se mi piacciono i fumetti di Topolino e c., che ci sono altre persone come me, addirittura mi ha permesso di conoscere autori e di costruire grazie ai contatti ottenuti qui la mia tesi di laurea, che era uno dei miei grandi sogni.
                        Non voglio che tutto questo muoia, e soprattutto che muoia soffocato dalle litigate.
                        Se non posso offrire altro, offro il mio secchio di acqua gelata e la mia sincera preghiera: vi prego, calmatevi tutti, non abbandonate queste pagine, cerchiamo di non alzare ulteriormente la temperatura con battute sarcastiche che al momento non sarebbero apprezzate, capiamo insieme come risolvere queste tensioni.

                        Io, e spero tutti, ci credo ancora.

                        *

                        Paperinika
                        Imperatore della Calidornia
                        Moderatore
                           (2)

                        • ******
                        • Post: 10237
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (2)
                          E fin là non c'è ombra di dubbio.
                          Proprio per questo credo che sarebbe utile esplicitare tali regole, e, perchè no, anche le sanzioni da comminarsi a chi le infrange (come sa qualunque matricola di Giurisprudenza, la legge è tale quando c'è una corrispettiva sanzione, altrimenti è un consiglio).

                          Però esplicitiamole, così da non ripetere gli stessi errori.
                          Altrimenti che regole sono se non stanno scritte da nessuna parte?

                          In particolare, è vietato esprimere civilmente opinioni negative sull'operato dei dipendenti Panini?
                          "Sì" o "non ripetutamente ed esclusivamente" sarebbe una risposta perfettamente valida, e se qualcuno urlasse al "bavaglio" allora sì che non avrebbe capito nulla.
                          Regole? Non le legge mai nessuno, ma ci sono.
                          Quanto all'esprimere civilmente il dissenso, non è mai stato negato. Viceversa sono stati sempre osteggiati i messaggi con clima da caccia alle streghe , con i presunti responsabili di questa e quella decisione della redazione perché "non sanno fare il loro lavoro, tizio e caio dovevano fare questo e quello invece di quell'altro". E ce ne sono stati, di messaggi di questo tipo, anche recentemente, e da parte di utenti che adesso sono qui a lamentarsi del perché si sia giunti a questo punto.

                          Adesso però vi saluto sul serio, perché il lavoro mi chiama.

                          *

                          Luxor
                          Dittatore di Saturno
                             (4)

                          • *****
                          • Post: 3554
                          • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (4)
                            In particolare, è vietato esprimere civilmente opinioni negative sull'operato dei dipendenti Panini?
                            "Sì" o "non ripetutamente ed esclusivamente" sarebbe una risposta perfettamente valida, e se qualcuno urlasse al "bavaglio" allora sì che non avrebbe capito nulla.


                            Non è mai stato un problema, tenendo conto del "civilmente" che giustamente tieni presente, gli stessi recensori non si fanno problemi a criticare un albo o una storia, ma sempre con metodo, criterio e rispettando sempre il lavoro dei professionisti.

                            Dire che una cosa non piace, possibilmente giustificando i motivi, ci sta tutto ed è anche così che poi nascono le discussioni, dire che una cosa fa schifo o che tale autore sia incapace, assolutamente no, e non diventa questione di censura quanto di buona educazione.

                            "Teorie folli"?
                            Direi al più opinioni bislacche di vecchi barbagianni, ma sono censurabili (domanda aperta)?

                            Sappiamo tutti che a un certo punto si è aperto un filo di discussione solo marginalmente legato alla rubrica in questione e di più ampio respiro (classiche lagnanze dei vecchi sui Giovani D'Oggi), ma non sarebbe stato più proficuo separarlo in un thread a sè, anzichè azzerare tutto?


                            Il problema non è la censura, ma certe teorie, certe opinioni, non solo spostano il focus del discorso verso derive ingestibili, ma rasentano talmente il ridicolo che la discussione a quel punto può solo morire o andare alla deriva, anche qui viene chiesto semplicemente di automoderarsi.

                            Il topic è stato "congelato", non azzerato, e qui vale il discorso che ho scritto prima, i moderatori hanno una loro vita, una famiglia, un lavoro, non possono stare sempre appresso ad ogni minima cosa e decidere cosa levare o se separare dopo una lunga giornata non è semplice o immediato come può sembrare, da qui l'invito a tutti di pensare un attimo prima di scrivere la qualunque.

                            E siamo qui apposta per parlarne. Quali sono le circostanze?
                            Perdonami, Paperinika, ma ne capisco sempre meno.

                            La spiegazione più ragionevole che mi viene per tanta solerzia nella moderazione unita a tanta vaghezza ora è che sia stata minacciata una querela verso i gestori del forum, o qualcosa di analogo.
                            Se ci ho preso, vorrei estendervi tutta la mia comprensione e ringraziamento per la pazienza con cui affrontate la questione (al lettore è lasciato di intuire la mia opinione del querelante).
                            Anche per questo io la chiudo spontaneamente qui, ma con più amaro in bocca di prima.


                            Che sia chiaro, non c'è stata nè in passato nè ora alcuna querela, minaccia o chissà cosa, la moderazione serve semplicemente a mandare avanti il forum evitando che scada nel ridicolo a causa di alcuni post oggettivamente illeggibili e improponibili.

                            Se i moderatori avessero avuto tempo, la discussione sarebbe stata monitorata sul nascere e non saremmo arrivati a ciò, ma siccome vita privata e lavoro hanno la priorità si è arrivati al punto che ormai il topic era bello che andato e si è deciso di sospenderlo onde evitare che degenerasse ulteriormente.

                            Tutto ciò che viene fatto da Paolo e dai moderatori è esclusivamente per il bene del forum, per il bene del nome del Papersera e di tutto ciò che gravita attorno ad esso, tutto qui, senza imposizioni e quindi niente teorie o complotti o minacce dall'alto.
                            The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                              Ma non è forse anche questo stesso topic una critica alle modalità con cui cerchiamo (a torto o a ragione) di mantenere un minimo di ordine su questo forum?

                              Vale sai bene che il mio intento non era quello di criticare il vostro lavoro.
                              Se non mi sono saputo spiegare allora faccio le mie pubbliche scuse.
                              Ma, ripeto, non mi sembra di aver intenzionalmente dato dell'incapace a nessuno.

                              non è che se queste regole contrastano con quello che si vorrebbe dire o fare, allora si può sempre gridare alla censura.

                              Sono il primo ad essere attento alle regole e, nel mio piccolissimo, ho sempre cercato di aiutare, anche se non ne avevo le doti o la responsabilità, di "moderare" le discussioni che prendevano una piega particolare.
                              Io non ho mai parlato di censura, la quale avviene in maniera arbitraria e preventiva. Io ho parlato di discussioni troppo "influenzate" dall'opinione che altri hanno di noi come forum.
                              Che mi si permetta ma è cosa diversa.

                              Concordo che sia da matti, ma l'universo Papersera non è più solo il forum, e, volenti e nolenti, anche lui interagisce con il resto del mondo, e per salvaguardarlo occorre a volte anche ponderare quello che si fa e si dice, per non venirne divorati.

                              Non sono un bambino e quindi non intendo dire che il pallone l'ho portato io ed allora, visto che vado via (metaforicamente), non si gioca più.
                              Ho pensato alle cose scritte, alle risposte dei moderatori ed allora sono "costretto" (da me stesso, dalla mia coscienza) a rivedere la mia posizione.
                              Anche perché se cambiassi la mia opinione sentendomi influenzato da altri commetterei il medesimo errore che sottolineavo io....
                              Come detto da Paperinika il mondo va avanti e si interagisce sempre più tra mezzi di comunicazione.
                              Forse io peccando di ignoranza in questo aspetto "social" non riesco a rendermi conto di questo.
                              E visto che la stramaggioranza del mondo vira in quella direzione si vede che lo "sbagliato" sono io.
                              Quindi sicuramente avrò sbagliato io a porre la questione.
                              Ma non lo faccio per rimediare o per rimangiarmi ciò che ho detto. Non sono uno che cambia idea facilmente e in quello che ho detto ci credo ancora più fermamente di prima.
                              Ma se il volere democratico dice che le cose vanno prese così devo prenderne atto. Altrimenti verrebbe a cadere, proprio per colpa mia, quel principio democratico a cui io tanto mi sono appellato.
                              Devo quindi rendermi conto che se sono l'unico salmone che nuota controcorrente magari sono io che devo adattarmi.
                              Non seguendo i comportamenti degli altri, anche perché per principio di condizionamento autonomo non ci riuscirei mai, ma ascoltando le posizioni della maggioranza.
                              Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

                                Devo quindi rendermi conto che se sono l'unico salmone che nuota controcorrente magari sono io che devo adattarmi.

                                Non lo sei.

                                Fossimo in una situazione di stabilità (di qualunque segno) avresti il mio sostegno esplicito, su molti punti, sebbene da altri punti di vista, meno "di metodo", forse.
                                Ora come ora, il Papersera è sulla soglia di una riorganizzazione pesante, per rispondere a mutate esigenze, alcune delle quali ispirate alla percezione che se ne ha dall'esterno, es. nei social, ma non certo solo per quello e spero comunque il meno possibile. Questa riorganizzazione sarà un compromesso al rialzo, nel senso più nobile del termine. Non facciamo passi "falsi" proprio ora. Se i moderatori hanno ritenuto di dover disinnescare, credimi, è una procedura di emergenza. Valga anche per l'immediato futuro. :)
                                È chiaro peraltro che una procedura di sacrificio, se interpretata invece come abuso, causa nei moderatori un senso di sconforto difficilmente eguagliabile.

                                Un forum in cui debbano essere scritti post come il tuo iniziale, Lucio, non sarebbe degno di essere vissuto. Ma portiamo pazienza un attimo, e cerchiamo di capire come uscirne. :)
                                « Ultima modifica: Venerdì 22 Giu 2018, 14:13:14 da Dominatore delle Nuvole »

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.