Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
2 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
Topolino 3270 - Recensione di piccolobush

Giuseppe Zironi con "Topolino e le notti blues" ci porta alle origini del blues, della leggenda "sulfurea" di Robert Johnson e per certi versi dello stesso Topolino: il delta del Mississippi è geograficamente lontano dalla California, ma siamo sempre nelle aree rurali degli anni 30 e questo Mickey ha tanto in comune col primo Mickey di Gottfredson. È una storia di ordinaria prepotenza, di amicizie, amori e affetti, un pizzico di magia più evocata che reale: una storia che se ne sbatte di rivolgersi ad un pubblico in particolare e si fa leggere da tutti, di ogni età. Qualcosa di migliorabile sicuramente c’è: forse un eccesso di sintesi o, più banalmente, un numero insufficiente di tavole lasciano qualche dubbio ma Zironi ha una cifra autoriale evidente sin dai suoi primi lavori come sceneggiatore e disegnatore ed è un vero peccato che compaia così raramente in questa doppia veste.
"Piccole grandi papere" si conclude e in un primo momento sembra farlo quasi in stile "papero del mistero" o "topokolossal", cioè facendosi beffe di certi clichè (presa di coscienza della propria miseria umana, confessione, richiesta di perdono e conseguente perdono, il tutto in una sequenza memorabile per rapidità, "lei un giorno ci lascerà", "perdonami sono un’egoista", "tesoro, abbracciamoci!"). Poi Bosco, improvvisamente, questi cliché decide invece di cavalcarli e tira fuori due passaggi decisamente più mélo (il chiarimento tra Brigitta e Doretta e quello tra Paperino e lo zio): l’accostamento tra registri narrativi così diversi è un po’ spiazzante ma comunque nel complesso è stata una storia gradevole anche se con rarissimi momenti divertenti (okay, non è obbligatorio, però la Ziche mi induce automaticamente simili aspettative). Faccini torna alle sue sceneggiature surreali e deliranti con una breve (ma in realtà non è breve, è lunga il giusto) di Paperoga .
Il resto è ordinaria amministrazione.
Per chi l’estate ama leggere qualche libro in più, consigli di lettura per ragazzi e per la parte musicale intervista a Calcutta il re dell’Indie (sarebbe itpop ma dai non stiamo a fare i precisini, non dimentichiamo mai a chi si rivolgono i redattori).

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (15)
Esegui il login per votare

Topolino 3270

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Juro
Diabolico Vendicatore
   (2)

  • ****
  • Post: 1491
  • Gradite del tè?
    • Offline
    • Mostra profilo
   (2)
    Topolino 3270
    Mercoledì 25 Lug 2018, 16:52:12

    Disegni di Giorgio Cavazzano - Colori di Andrea Cagol

    STORIE

    Piccole grandi papere - ep. 4
    Soggetto e sceneggiatura di Marco bosco - Disegni di Silvia Ziche

    Topolino e le notti blues
    Soggetto, sceneggiatura e disegni di Giuseppe Zironi

    Istantanee... in vacanza!
    Soggetto, sceneggiatura e disegni di Enrico Faccini

    Zio Paperone racconta - le uova d'oro
    Soggetto e sceneggiatura di Vito Stabile - Disegni di Giovanni Rigano

    Dinamite Bla e l'invasione a pois
    Soggetto e sceneggiatura di Matteo Venerus - Disegni di Graziano Barbaro

    Paperino e il pericolo sottomarino
    Soggetto e sceneggiatura di Pihil Andreas - Disegni di Giorgio Cavazzano


    Next  >>>>>  Gambadilegno e la rapina remunerativa ma non troppo, nuova mini-saga ad opera di Sio



    Gradite un tè?

    *

    Bramo
    Dittatore di Saturno
       (1)

    • *****
    • Post: 2979
    • Sognatore incallito
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3270
      Risposta #1: Mercoledì 25 Lug 2018, 23:14:12
      Topolino #3270: un'amena lettura estiva, niente di più e niente di meno. Sicuramente ho visto di peggio, sul Topo, ecco.
      Ritengo che la storia migliore del numero sia Le notti blues di Giuseppe Zironi: un fumetto dall'impronta autoriale, in cui si respira un certo tipo di America, troviamo un Topolino coraggioso e volitivo come piace a me e una trama con al centro la musica, il riscatto sociale e un pizzico di magia. Ottimo anche il Pippo di questa storia e ben raccontato il rapporto tra i due amici. Alcuni passaggi della trama avrebbero beneficiato di qualche pagina in più (certe svolte appaiono leggermente affrettate e in un caso poco chiare), e avrebbe favorito anche ritmi più distesi che sarebbero stati in linea con l'atmosfera del racconto, ma anche così si tratta di un lavoro molto buono. I disegni di Zironi si riconfermano piacevolmente dettagliati, in particolare negli sfondi e nelle ambientazioni, e i volti dei due protagonisti risultano assai espressivi. Il tratto "sporco" ben si adatta al paesaggio rustico in cui si svolge a vicenda.

      Molto simpatiche anche le due brevi di Enrico Faccini e di Vito Stabile: il primo realizza una delle sue pantomime (in senso letterale) in cui il surreale irrompe in una situazione molto normale, con un crescendo dagli esiti comici che travolge Paperoga. Il secondo firma una 4-pages che sembra essere parte di un nuovo filone di storie, Zio Paperone racconta. In questa Le uova d'oro troviamo lo Zione amante dell'avventura ma anche quello... amante degli aneddoti, a tal punto da ingrossarli un po' a beneficio dell'uditorio. Come sempre lo sceneggiatore azzecca la visione del personaggio, e anche nel poco spazio infila un paio di dialoghi non male e una vignetta finale che funziona. Buoni i disegni di Giovanni Rigano.

      La storia di Dinamite Bla e la danese si fanno leggere e dimenticare subito: non sono brutte, ma non vi ho trovato particolari guizzi che mi rimanessero una volta concluse.

      Beccarmi Calcutta a tradimento mi ha disorientato.

      *

      Lucandrea
      --
         (2)

         (2)
        Re:Topolino 3270
        Risposta #2: Mercoledì 25 Lug 2018, 23:26:58
        Il mio commento:
        Piccole grandi papere - ep. 4 voto 7,5
        Questo ultimo episodio riscatta in parte tutta la storia. Il finale è buono, si respira anche una buona dose di sentimenti e non manca la poesia e l'humour. Peccato che le due puntate centrali non hanno detto molto alla trama e sono state un pò insipide, allungate e poco avvincenti. Insomma una storia a due velocità: buoni finale e inizio, migliorabile la parte centrale
        Topolino e le notti blues voto 8,5
        Zironi riesce ad essere uno di quegli autori che riesce a caratterizzare al meglio non solo i personaggi, ma anche l'ambiente e tutto ciò che la storia deve esprimere. Il lettore si sente avvolto da quest'atmosfera da America Old-Style e la storia risulta piacevole
        Istantanee... in vacanza! voto 6,5
        Simpatica breve di Faccini
        Zio Paperone racconta - Le uova d'oro voto 6
        Una "pillola" delle avventure di Zio Paperone ben fatta
        Dinamite Bla e l'invasione a pois voto 6,5
        Simpatica, ma alcune scelte le ho trovate molto forzate. Si legge velocemente
        Paperino e il pericolo sottomarino voto 7,5
        Piacevole avventura estiva senza particolari degni di nota se non i "soliti" (in senso positivo ovviamente) magnifici disegni del Giorgio lagunare

        *

        Vito65
        Cugino di Alf
           (1)

        • ****
        • Post: 1238
        • ex Generale Westcock
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re:Topolino 3270
          Risposta #3: Mercoledì 25 Lug 2018, 23:36:57
          La quarta puntata di Piccole grandi papere scorre bene, forse meglio degli episodi precedenti. I punti che hanno destato in particolare il mio interesse sono stati: la rappresentazione "sintetica" dell'opera teatrale a pagina 11; la conversazione fra Elvira ed Etta (quel
          Spoiler: mostra
          "sorella"
          in grassetto a pagina 28 mi sembra confermare che l'attenzione di matrice donrosiana per le parentele fra paperi ha ormai lasciato il segno per sempre!); l'affiorare di un momento di lirismo in
          Spoiler: mostra
          zio Paperon
          a pagina 31.
          Topolino e le notti del blues presenta un'ambientazione storica con echi da "C'era una volta in America"; i protagonisti sono perfettamente coerenti con il loro carattere originario. Forse alcuni presupposti della trama sono all'inizio dati un po' troppo per scontati (l'esistenza di un
          Spoiler: mostra
          debito contratto da Topolino per mettere in sesto l'officina, l'esistenza di un'ipoteca su una casa che sembra distinta dall'officina),
          ma per il resto la trama scorre bene, con alcuni picchi di comicità (l'equivoco della
          Spoiler: mostra
          mucca Bessy,
          le canzoncine a tema) ed alcuni tocchi di leggenda affascinanti.
          La facciniana non originalissima, ma comunque spassosissima.
          La breve di Vito Stabile tiene fede con coerenza al suo tema "Zio Paperone racconta...".
          Dinamite Bla e l'invasione a pois è un'ulteriore dimostrazione che la coppia Paperoga/Dinamite funziona e garantirsce esiti di gustosa comicità; speriamo che il filone non venga abusato.
          La danese finale, che gode del valore aggiunto dei disegni di Cavazzano, riecheggia, nelle ambientazioni, il regno subacqueo terrestre di Reginella, di ciminiana memoria, e scorre abbastanza fluidamente verso il finale di chiaro, ma non pesante in verità, intento didascalico, ove troviamo la rappresentazione di due
          Spoiler: mostra
          innamorati quasi alla Romeo e Giulietta,
          ma decisamente con miglior sorte.
          « Ultima modifica: Mercoledì 25 Lug 2018, 23:45:42 da Vito65 »

          *

          Dmenini
          Brutopiano
             (1)

          • *
          • Post: 33
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3270
            Risposta #4: Giovedì 26 Lug 2018, 12:24:01
            La nuova saga delle papere ha me e piaciuta molto però come avete detto voi le due puntate centrali si potevano fare meglio.

            *

            tang laoya
            Cugino di Alf
               (3)

            • ****
            • Post: 1062
            • Mano rampante in campo altrui
              • Offline
              • Mostra profilo
               (3)
              Re:Topolino 3270
              Risposta #5: Giovedì 26 Lug 2018, 17:59:11
              Zironi autore completo giganteggia in questo numero decisamente di ottima fattura. Introiettata la migliore essenza di Scarpa e di De Vita, la trascende in un suo personale approccio autoriale al fumetto disneiano, regalando squarci poetici e dettagliati di una sublime idea d’America. Il Topolino che corre a perdifiato, il cuore in gola e le ali ai piedi sotto infiniti cieli stellati e fra praterie sconfinate, arpeggi e scale in un soffuso mare di lucciole, la forza propulsiva, eternamente e indomabilmente positiva del protagonista che ritrova le sue lontane origini, travolge qualsiasi ostacolo e trionfa nella beatifica abitudine al bene. Incantevole. Quasi come leggere Pavese. O Steinbeck.
              « Ultima modifica: Giovedì 26 Lug 2018, 18:10:38 da tang laoya »
              Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

              *

              camminatadisney
              Evroniano
                 (3)

              • **
              • Post: 81
              • Muori, malnato! Muori! Muori!
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (3)
                Re:Topolino 3270
                Risposta #6: Giovedì 26 Lug 2018, 22:07:03



                A proposito di "Topolino e le notti blues".


                Giuseppe Zironi è un ottimo autore che, soprattutto in tempi di carestia creativa come questi, la gestione De Poli dovrebbe tenersi ben stretto.

                Già apprezzato in avventure come "Topolino e il Natale lontano da casa", di cui è autore completo, o in "Topolino e gli amichevoli bisonti", la cui zampata personale si trasferisce dai disegni suoi alla sceneggiatura altrui.
                Le atmosfere da America nostalgica, con praterie sconfinate e abitudini di vita old style, gli sono congeniali.
                 
                In questo emblematico episodio, avventura on the road, folk americano, gangster story, e molto altro si fondono mirabilmente, in un' alchimia dai coefficienti stechiometrici perfetti.
                Il soggetto è ben robusto e lascia margini a personaggi solidi e strutturati. La lezione di Frank Capra, già elaborata tra gli altri da Casty, trova qui un' ulteriore applicazione: sono le belle storie a creare dei bei personaggi, e non viceversa.

                La sceneggiatura è molto serrata, ricca di dettagli che Zironi avrebbe potuto tagliare e che non sono funzionali allo sviluppo dell' intreccio. Però sono così dannatamente gustosi! La chitarra persa e ritrovata, le leggende folkloristiche, gli stessi protagonisti a bordo di un treno merci nonostante in possesso di denaro in abbondanza per un biglietto...
                Il gusto nell' imbattersi in questi dettagli agevola la lettura, incuriosisce, diverte, educa...

                Che dire dei disegni? La poesia delle praterie sconfinate, gli scorci bucolici notturni, i dettagli dei primissimi piani a nascondere l' azione sullo sfondo... Tutto è maledettamente cinematografico! Quel genere di cinema americano dagli anni '40 in poi che ben conosciamo e che abbiamo assimilato. Ecco perché la lettura di questa avventura a fumetti scorre via così bene...

                Da un punto di vista di politica editoriale, Zironi avrebbe a mio avviso meritato almeno uno strillo in copertina.
                Comunque, anche relegata nelle pagine interne, una godibile storia di 36 tavole è tutto grasso che cola!...

                Si tratta, e non mi stanco di ripeterlo, di una signora avventura con protagonisti forti.
                Protagonisti che suggellano il loro rapporto di amicizia.
                "My best friend is the one who brings out the best in me", diceva Henry Ford.
                Come non trovarne un' esemplare rappresentazione nella storia di Zironi?




                Piccola nota a margine su pag. 95:
                Solo a chi ha un' etica ottocentesca questa pagina informativa appare come una colossale marchetta? Del piccolo drone si descrive l' impiego con toni entusiastici, si chiarisce quanto sia connettibile, si puntualizza che è da assemblare, si aggiunge un bel "like" nel caso la Redazione fosse stata troppo neutra, e si garantiscono maggiori info al sito dedicato.
                Poche settimane fa su questo forum una vicenda di "puzzette" scatenò uno psicodramma.
                Questa pagina pubblicitaria spacciata per un servizio di informazione mi sembra debba ingenerare ben più indignazione!





                « Ultima modifica: Giovedì 26 Lug 2018, 22:16:51 da camminatadisney »

                *

                fab4mas
                Giovane Marmotta
                   (1)

                • **
                • Post: 161
                • Swim-Bike-Run-Disney
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (1)
                  Re:Topolino 3270
                  Risposta #7: Venerdì 27 Lug 2018, 09:54:03
                  Già pronto a venir calpestato per questa mia affermazione ma mi pre-difendo dicendo che:

                  1) non ho ancora letto la storia perchè per me vige la regola bimillenaria che non inizio mai un topolino senza aver finito quello precedente...cosa non ancora avvenuta aimè.

                  2) è una mera considerazione personale

                  Io il tratto di Zironi non riesco non solo ad apprezzarlo ma nemmeno a ritenerlo sufficiente. LE tavole mi danno un idea di 'confusione' , che sicuramente confusione non è , ma che poi se le metto a fianco dei disegnatori storici che apprezzo mi sembrano 'affrettate'.

                  Appena ho visto l ambientazione e i disegni mi son subito detto che sarebbe stata una di quelle storie che avrei letto giusto per poter passare al topolino successivo (per la regola bimillenaria sopra citata).

                  Ha invece molto attratto la mia curiosità 'il pericolo sottomarino' e del disegnatore cosa altro potrei dire che non sia stato detto se non un grazie?

                  Felicissimo di riquotare questo mio post a storia blues letta per smentirmi piacevolmente nel caso.
                  1980 - 2020 Verso i 40 anni di ininterrotta presenza degli Amici Topolinesi e Paperopolesi in casa mia

                  *

                  Vincenzo
                  Cugino di Alf
                     (3)

                  • ****
                  • Post: 1204
                  • Esordiente
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (3)
                    Re:Topolino 3270
                    Risposta #8: Venerdì 27 Lug 2018, 17:01:42
                    Ti smentirai sicuramente, visto che parliamo di una delle migliori storie dell'anno in tutto e per tutto.
                    Ma andiamo con ordine: il finale di Piccole grandi papere non delude e riannoda molto bene i fili che Bosco e la Ziche hanno tracciato nei precedenti episodi. Piccole donne è sicuramente un'opera che si discosta abbastanza dalle tipiche atmosfere del fumetto Disney, ma direi che i due autori come già in precedenti occasioni hanno dimostrato di saper sfruttare molto bene il cast di personaggi a loro disposizione, in particolare la coppia che per logica doveva avere più spazio. Molto belle in particolare
                    Spoiler: mostra
                    la scena in cui Paperone ripensa al suo passato di pianista dopo aver dato al nipote la propria benedizione e anche la riconciliazione fra la nonna e zia Etta
                    .
                    Faccini come sempre si fa apprezzare per il surrealismo che solo lui sa maneggiare con maestria, carina anche la breve di Vito che non dimentica il lato fanfaronesco dello zione, un tratto a volte dimenticato dagli autori.
                    Gradevole anche la storia di Venerus con un finale particolarmente divertente, mentre la danese ha il problema di presentare una trama già vista e rivista in tutte le salse, sebbene valorizzata dai disegni del Maestro.


                    Ma è innegabile notare che la perla del numero sia la bellissima prova da autore completo di Zironi, il cui tratto sicuramente non
                    convenzionale ma che personalmente apprezzo tantissimo riesce a donare davvero un quid in più a una trama solidissima in cui Topolino, Minni, Pippo e Gamba (o meglio, i loro alter ego) risultano più vivaci e attivi che mai, regalandoci grandi dialoghi e momenti comici gustosissimi, immersi nel folklore dell'America rurale che evidentemente Giuseppe conosce e ama particolarmente. Insomma, visto che l'autore bazzica spesso da queste parti ci tengo che sappia quanto ritenga questo suo lavoro davvero stupendo, e che sarà fra le mie prime scelte al prossimo TopoOscar.

                    « Ultima modifica: Sabato 28 Lug 2018, 12:46:16 da Vincenzo »
                    If you can dream it, you can do it.

                    *

                    Dr. Talos
                    Brutopiano
                       (1)

                    • *
                    • Post: 55
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Topolino 3270
                      Risposta #9: Sabato 28 Lug 2018, 10:39:49
                      Piccole grandi papere, episodio 4: Questo episodio è il migliore della serie. Lo spettacolo, riassunto in modo originale, non prende spazio al resto della storia. Però la storia al completo ha avuto alcuni momenti di stanca, forse si poteva fare un episodio in meno o dedicare più spazio all'approfondimento dei caratteri. Voto comunque 7
                      Topolino e le notti blues: Bella prova di Zironi, ovviamente anche ai disegni. Splendida l'ambientazione rurale negli States degli anni '30. Un pizzico d'inquietudine con la leggenda del Signore dei crocicchi. Voto 8,5
                      Istantanee... In vacanza!: Divertente breve surreale di Faccini. Voto 8
                      Zio Paperone racconta... Le uova d'oro: Probabile inizio di una serie di brevi che si potrebbe dimostrare riuscita. Questa lo è abbastanza, pur non piacendomi troppo un Paperone esageratamente fantasioso nei suoi ricordi, che dovrebbero almeno partire da una base realistica, vedi la serie di Cimino sui suoi diari. Voto 6
                      Dinamite Bla e l'invasione a Pois: altro capitolo dell'idilliaca amicizia tra Dinamite e Paperoga. Mostra un po' la corda, anche del maglione  ;D Voto 5,5
                      Paperino e il pericolo sottomarino: Storia banalotta, sopratutto procedendo, coi paperi che passano in secondo piano. Cavazzano meriterebbe migliori soggetti. Voto 5

                      *

                      Dippy
                      Diabolico Vendicatore
                         (1)

                      • ****
                      • Post: 1584
                      • Tra un corto e una sciocca sinfonia...
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3270
                        Risposta #10: Lunedì 30 Lug 2018, 21:13:39
                        Avete già scritto molto, dicendo il giusto, riguardo la storia di Zironi. Non aggiungo altro. Quello che mi sembra sia sfuggito ai più credo però siano un certo ukulele e la musica, in generale... Cosa c'è, se c'è di (auto)biografico in questa storia? Desideri, aspirazioni paterne? Sarebbe bello saperlo, o forse anche no, nel caso fossero cose personali.
                        Sappiate che tutte le cose sono così: un miraggio, un castello di nubi... Nulla è come appare  -  Buddha

                        https://ilnumeroprimopiugrande.wordpress.com/author/arcelli1947/

                        https://numeriprimiaritmeticamodulare.wordpress.com/

                        *

                        Zironi
                        Gran Mogol
                           (5)

                        • ***
                        • Post: 624
                        • Nuovo utente
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (5)
                          Re:Topolino 3270
                          Risposta #11: Martedì 31 Lug 2018, 20:36:57
                          Cosa c'è, se c'è di (auto)biografico in questa storia? Desideri, aspirazioni paterne? Sarebbe bello saperlo, o forse anche no, nel caso fossero cose personali.

                          Ciao.
                          L'ukulele me l'ha suggerito Faccini :-)
                          Lo faceva ridere l'idea di Gamba con uno strumentino.
                          Il resto è tutto autobiografico, ma anche no. La vita dei musicisti è un po' quella e per chi suona blues la leggenda di Robert Johnson è un classico indimenticabile. Sotto sotto si spera sempre che saper suonare sia un dono che un giorno o l'altro ti caverà dai guai, cosa che invece non succede quasi mai, però può accadere in una storia ed ecco qua.
                          Le aspirazioni paterne le racconterò un'altra volta.

                          *

                          Dippy
                          Diabolico Vendicatore
                             (1)

                          • ****
                          • Post: 1584
                          • Tra un corto e una sciocca sinfonia...
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re:Topolino 3270
                            Risposta #12: Martedì 31 Lug 2018, 21:00:57
                            Grazie Zironi, molto gentile! :)
                            Sappiate che tutte le cose sono così: un miraggio, un castello di nubi... Nulla è come appare  -  Buddha

                            https://ilnumeroprimopiugrande.wordpress.com/author/arcelli1947/

                            https://numeriprimiaritmeticamodulare.wordpress.com/

                            *

                            Paolo
                            Flagello dei mari
                            Moderatore
                               (1)

                            • *****
                            • Post: 4357
                            • musrus adroc
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re:Topolino 3270
                              Risposta #13: Domenica 12 Ago 2018, 11:52:30
                              Ottima recensione di piccolobush che condivido al 100% per quello che riguarda l'eccellente storia di Zironi: davvero bella e carica di suggestioni. Anche la parte grafica con qualche "esagerazione" sulla figura di Pippo mi è piaciuta molto!

                              Davvero storie come questa alzano la media del settimanale, e poi - scusate ma è una mia fissazione - quando c'è una storia di un "autore completo" mi sembra sempre di vederci qualcosa in più, di percepire una passione maggiore in quello che viene fatto, un coinvolgimento dell'autore che è spesso merce rara e preziosa.

                              Domanda da ignorante: non conosco leggende e racconti sul demone degli incroci se non quel poco che ho visto sulla serie tv "Supernatural", si tratta di un argomento tipico/tradizionale di quella zona? E comunque la trovata mi ha fatto ridere.

                              Anche Piccole Papere si è conclusa in maniera più che soddisfacente, un paio di "colpetti di scena", qualche espressione tipica della Ziche che non smette mai di divertirmi, e soprattutto la parte dello spettacolo che è "volata via" senza facili gag: immaginavo vignette con cadute al momento di entrare in scena, battibecchi col pubblico e tutta una serie di trovate logore che invece non ci sono state, rendendo la storia ancor più interessante.

                              Un buon numero, che mi conforta nella scelta di aver ripreso la lettura del settimanale dopo un bel po' di tempo (la lettura, eh... l'acquisto non è mai saltato, ovviamente!) e che per quanto mi riguarda si merita le 4 stelle.

                                - Paolo
                              Orrore! Panzaal non è Panzaal!

                              *

                              hendrik
                              Dittatore di Saturno
                                 (1)

                              • *****
                              • Post: 3156
                              • W Carlo Barx!
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re:Topolino 3270
                                Risposta #14: Lunedì 13 Ago 2018, 13:41:32
                                Io avevo pensato a questo...
                                ... non ferma a Verkuragon!

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.