Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
5 | |
3 | |
Topolino 3298 - Recensione di piccolobush

Faraci promette e non mantiene in una storia che, se gestita diversamente, avrebbe potuto invece regalare un futuro classico. L'amico non ritrovato comincia con una tipica situazione "impossibile", la sparizione di un personaggio noto a tutti, lettori compresi, e prosegue tra sequenze enigmatiche e atmosfere oniriche, ben supportata dai disegni di Vian, che contribuiscono al senso di straniamento che permea tutta la vicenda. Ma arriva il punto in cui l'incantesimo si spezza: gli echi hitchcockiani si dissolvono nel momento in cui entra in gioco la Macchina del tempo. Tutto viene ricondotto ad una anomalia temporale, soluzione interessante ma non originalissima, e che soprattutto distrugge la tensione accumulata fino a quel momento. Con una storia indirizzata verso un finale a quel punto già scritto, lo sceneggiatore tenta un colpo di scena in extremis per riportare la storia negli ambiti da cui era stata trascinata via a viva forza, ottenendo il solo risultato di mandare tutto in malora definitivamente. Peccato, una occasione sprecata.
Una cosa si deve dire de Il conte di Anatrham: si lascia leggere con grande piacere. Bosco introduce nuovi personaggi ben delineandoli e continua a sviluppare la trama in maniera estremamente scorrevole e avvincente. Era parecchio che non aspettavo con curiosità la puntata successiva di una storia.
Paperino e la stella andina è una avventura molto classica, a suo modo un evergreen: se sono ben scritte, ed è questo il caso, raramente annoiano.
Buona anche la storia che chiude l'albo, Paperetta, Paperoga e l'improponibile Grumby: nata dalla collaborazione con l'attrice Isabella Ragonese, accreditata come co-soggettista, e sceneggiata da Giulio D'Antona (disegni di Vitale Mangiatordi), vede come protagonista una Paperetta con le sue principali e originali caratteristiche, affiancata da Paperoga. La coppia è ben assortita e regala diversi momenti divertenti, anche se tutta la seconda parte si regge su un pretesto alquanto esile. Nell'editoriale che precede il fumetto si dice che l'attrice ha in mente decine di idee con la giovane papera: chissà se questa prova avrà un seguito.
Quella del presente albo sembra una formula promettente: quattro storie tutto sommato allo stesso livello e della stessa lunghezza (pagina più, pagina meno), con una sola riempitiva. Considerando che tutte e quattro sono al di sotto delle 30 tavole, si potrebbe anche sacrificarne una, trasformandola in una seconda breve e "donare" le tavole in più a una o due delle storie rimanenti così da permettere agli autori un minimo di possibilità di sviluppo in più. Quale che sarà la formula definitiva, comunque, speriamo che la qualità continui ad accompagnare il giusto numero di storie e di tavole.
Per i contenuti giornalistici, solite pagine dedicate al calcio e un promemoria sulla mostra di Desenzano, Mickey 90, prorogata fino al 3 marzo a beneficio di chi riuscirà a raggiungere la cittadina sul lago di Garda.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (18)
Esegui il login per votare

Topolino 3298

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Paperinika
Imperatore della Calidornia
Moderatore
   (2)

  • ******
  • Post: 10207
    • Offline
    • Mostra profilo
   (2)
    Re:Topolino 3298
    Risposta #30: Martedì 12 Feb 2019, 10:05:36
    Anche a me non è piaciuto il finale de L‘amico non ritrovato e faccio fatica a capire come altri non si accorgano della sua incongruenza. Cioè...

    SPOILER

    Spoiler: mostra
    Topolino aggiusta le cose nel passato ma torna nel presente e Zapotec e Marlin -colpo di scena!- ancora non si ricordano di Pippo. Poi però Topolino torna a casa e Pippo é lí che lo aspetta! Ma che diavolo...?!? Purtoppo per inserire la sorpresa finale si fa una forzatura che rovina di molto la storia.

    Credo che non serva aggiungere molto altro a quello che è il mero svolgimento dei fatti, che per me resta con un grosso buco di trama. Il suggerimento di Zapotec (gli effetti si producono in ritardo) è una forzatura enorme, vuoi perchè è palesemente un escamotage per mantenere la suspence, vuoi perchè non ricordo storie con la macchina del tempo in cui gli effetti di paradossi o pasticci non si siano visti nell'immediato.

    Sul fatto poi che, nonostante questo, Pippo si materializzi così dal nulla a casa di Topolino senza nessun nesso logico con la trama, devo ancora capirne il motivo.

    Ripeto, bella storia, ma la sceneggiatura nel finale lascia parecchio a desiderare.

    *

    Sir Top de Tops
    Ombronauta

    • ****
    • Post: 775
    • Novellino
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3298
      Risposta #31: Martedì 12 Feb 2019, 12:00:54
      Anche a me non è piaciuto il finale de L‘amico non ritrovato e faccio fatica a capire come altri non si accorgano della sua incongruenza. Cioè...

      SPOILER

      Spoiler: mostra
      Topolino aggiusta le cose nel passato ma torna nel presente e Zapotec e Marlin -colpo di scena!- ancora non si ricordano di Pippo. Poi però Topolino torna a casa e Pippo é lí che lo aspetta! Ma che diavolo...?!? Purtoppo per inserire la sorpresa finale si fa una forzatura che rovina di molto la storia.

      Credo che non serva aggiungere molto altro a quello che è il mero svolgimento dei fatti, che per me resta con un grosso buco di trama. Il suggerimento di Zapotec (gli effetti si producono in ritardo) è una forzatura enorme, vuoi perchè è palesemente un escamotage per mantenere la suspence, vuoi perchè non ricordo storie con la macchina del tempo in cui gli effetti di paradossi o pasticci non si siano visti nell'immediato.

      Sul fatto poi che, nonostante questo, Pippo si materializzi così dal nulla a casa di Topolino senza nessun nesso logico con la trama, devo ancora capirne il motivo.

      Ripeto, bella storia, ma la sceneggiatura nel finale lascia parecchio a desiderare.

      No ragazzi non c'è nessun bucco nessuna forzatura, non aveta ancora capito? è la marea la marea dei secoli  SmRoll

      A parte gli scherzi, letta solo ieri per ritardi postali, ma cosa è successo a Vian? Ha rotto il tavolo da disegno e ha disegnato la storia tenendo i fogli sulle gionocchia?  SmShame2 perchè veramente in alcuni casi era irriconoscibile, sopratutto nei visi

      *

      Vincenzo
      Cugino di Alf
         (1)

      • ****
      • Post: 1174
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re:Topolino 3298
        Risposta #32: Martedì 12 Feb 2019, 12:39:57
        Bah, mi sembra la classica ricerca del pelo nell'uovo.
        Se dovessimo fare le pulci a ogni singola storia di fantasia  (non solo di Topolino) non se ne salverebbe nessuna, ma non avrebbe senso perché è molto più importante il messaggio che essa propone.
        If you can dream it, you can do it.

        *

        Andy98
        Evroniano

        • **
        • Post: 110
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3298
          Risposta #33: Martedì 12 Feb 2019, 15:34:33
          Bah, mi sembra la classica ricerca del pelo nell'uovo.
          Se dovessimo fare le pulci a ogni singola storia di fantasia  (non solo di Topolino) non se ne salverebbe nessuna, ma non avrebbe senso perché è molto più importante il messaggio che essa propone.

          Posto che a mio avviso la forma giochi comunque un ruolo di rilievo nella veicolazione di un messaggio - non predominante, ovviamente, altrimenti giustificherei seducenti discorsi dall'impeccabile retorica ma dalla vacua sostanza - una narrazione che si rispetti non dovrebbe mai scendere a compromessi pur di regalare un colpo di scena: nonostante il finale possa apparire bello, con quel Topolino contento quanto il lettore che ha seguito la vicenda, il momento rimane comunque cristallizzato come qualcosa di a sé stante che non si incastra bene nell'architettura complessiva.
          Penso che ciò sia da imputare alla spiegazione, piuttosto pretestuosa, di Zapotec sul ritardo degli effetti: avrei preferito che tutti si ricordassero di Pippo senza che però questi comparisse davanti a loro, di modo che Topolino rimanesse col dubbio sino alla fine.
          In ogni caso, Faraci è riuscito a scrivere una storia permeata di una malinconica inquietudine, sensazione perfettamente trasmessa dai disegni di Vian: concordo con quelli che lo vedono "diverso" dal suo solito tratto, però sospetto che sia stata una scelta voluta per via dei toni della narrazione, il che sarebbe ben gradito poiché è giusto che il tratto del disegnatore riesca a restituire quello che la sceneggiatura intende comunicare, e per farlo è alle volte necessario una sorta di "stile dello stile", una raffinazione significativa degli stilemi più distintivi. Magari poi potrei essere smentito dalle prossime prove di Vian, tuttavia ritengo che un disegnatore così solido come lui abbia comunque raggiunto la propria maturità espressiva, quindi non sarei così sorpreso se avesse cominciato a "distorcere" un po' il proprio stile, del resto è quello che è accaduto, per esempio, alla Migheli, a Lavoradori o ad Intini.

          Menzione speciale per Paperino e la stella andina di Figus/Baccinelli. Per quanto classica, è supportata da una solida sceneggiatura, e questo basta a non renderla una blanda ripetizione di situazioni trite e ritrite. Direi che è esattamente il genere di storie intermedie che mi aspetterei sempre di leggere: senza pretese, cioè, ma lo stesso piacevoli. Ogni tanto fa piacere ritrovarsi un Pico de Paperis, peraltro ottimamente disegnato da Baccinelli, funzionale alla trama e che si discosti dalla figura dell'intellettuale dalle lauree coi nomi improbabili, come è purtroppo accaduto di frequente.
          « Ultima modifica: Martedì 12 Feb 2019, 15:36:51 da Andy98 »

          *

          rambo
          Brutopiano

          • *
          • Post: 48
          • Nuovo arrivato
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Topolino 3298
            Risposta #34: Martedì 12 Feb 2019, 15:40:50
            ...a me il "nuovo stile" provato da Vian piace. Mi sembra un omaggio/un'evoluzione moderna dello stile dello Scarpa della Collana Chirikawa e dei tratteggi a china del Cavazzano anni 70

            *

            piccolobush
            Flagello dei mari
            Moderatore
               (2)

            • *****
            • Post: 4233
              • Offline
              • Mostra profilo
               (2)
              Re:Topolino 3298
              Risposta #35: Martedì 12 Feb 2019, 15:56:47
              Bah, mi sembra la classica ricerca del pelo nell'uovo.
              Se dovessimo fare le pulci a ogni singola storia di fantasia  (non solo di Topolino) non se ne salverebbe nessuna, ma non avrebbe senso perché è molto più importante il messaggio che essa propone.
              Vedo che noi "contro" stiamo dicendo tutti le stesse cose. Questo significa che la storia in effetti ha qualcosa (più di qualcosa) che non va. Poi certo, come dici tu e gli altri "pro", si può decidere di dare la precedenza al messaggio e preferire il finale rassicurante ma stonato.
              Per quel che mi riguarda ho pensato che questa storia sarebbe stata un'ottima occasione per qualcosa di insolito: cioè chiudere sulla frase finale di zapotec o magari mentre topolino apre la porta. Lasciare quindi in sospeso la vicenda, forti del patto con il lettore che si rinnova ad ogni storia (tutto deve tornare al punto di partenza).
              Scarpa lo aveva fatto 60 anni fa, in tempi diversi in cui sicuramente una cosa del genere era più semplice da produrre.
              Eppure se dovessi fare un nome su chi oggi potrebbe fare una operazione del genere, considerando nome, curriculum, "forza", faraci è probabilmente il primo che mi verrebbe in mente.
              Ecco perchè questa storia, in me, ha generato più rimpianti che soddisfazioni

              *

              rambo
              Brutopiano

              • *
              • Post: 48
              • Nuovo arrivato
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3298
                Risposta #36: Martedì 12 Feb 2019, 16:20:40
                Cambio completamente discorso... a proposito dell'intro del Direttore: "Vi segnalo che [...] Paperino e Zio Paperone saranno stampati con una nuova tecnica che ne migliorerà la leggibilità, intervento che ci ha costretto [...] a un leggerissimo cambiamento di formato. Un investimento importante per un miglioramento della qualità delle nostre collane [...] che [...] continuerà anche nei prossimi mesi."
                Magari chi di voi segue queste due testate, nel prossimo futuro mi saprà levare il dubbio... sicuramente è un'iniziativa nel solco di quanto già fatto sul Libretto per migliorare la leggibilità del testo per i lettori con dislessia. Ma - a pensar male si fa peccato... - se il cambio di formato (e forse anche di carta) fosse dovuto a un nuovo stampatore, più economico di quello attuale, a cui sono state passate le due testate? Di sicuro sarò clamorosamente smentito... scusatemi se ho indugiato per un attimo a voler pensare per forza male, non me ne vogliate.

                *

                Dippy
                Diabolico Vendicatore

                • ****
                • Post: 1555
                • Tra un corto e una sciocca sinfonia...
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3298
                  Risposta #37: Martedì 12 Feb 2019, 17:56:04
                  Uhm... Continuo a non essere convinto della vostra lettura. Mi sembra abbiate preso le storie di Zapotec e Marlin per un trattato di fisica quantistica... Forse può apparire un po' forzato l'espediente,  ma non esagererei così tanto. Piuttosto, Vian... Quello sì mi ha convinto un po' meno.
                  Sappiate che tutte le cose sono così: un miraggio, un castello di nubi... Nulla è come appare  -  Buddha

                  *

                  Gancio
                  Dittatore di Saturno
                     (4)

                  • *****
                  • Post: 3143
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (4)
                    Re:Topolino 3298
                    Risposta #38: Mercoledì 13 Feb 2019, 10:50:00
                    Non ho ancora letto tutto il numero, ma ho piacere a scrivere due righe sulla storia d'apertura.
                    Innanzitutto, partendo dall'aspetto grafico, credo che il risultato sia stato abbastanza buono: certo, lo stile di Vian sembra portare alcune innovazioni o modifiche, e tuttavia, a parte forse qualche primo piano (che altri avete già definito "un po' vuoto", e trovo sia appropriata come definizione), in generale ritengo che il suo tratto sia riuscito a trasmettere le sensazioni di inquietudine e senso di smarrimento provate dal protagonista.
                    Passando, invece, alla trama, beh il mio giudizio è ampiamente positivo: Faraci propone un qualcosa che, già a prima vista, si presenta originale ed allo stesso tempo "serio"; questo è un aspetto importante, perchè pone in dubbio le certezze del lettore mettendo subito in chiaro che non si tratta di uno scherzo, di una situazione ironica, ma di un accadimento di una certa gravità ed importanza; lo stesso lettore, quindi, avanzando tra le pagine, prova il medesimo senso di smarrimento di Topolino, quell'impotenza data dal fuggevole ricordo di qualcosa che forse non è mai esistito, che sembra ormai relegato ad una dimensione meramente onirica, ma che allo stesso tempo continua a vivere nella mente del protagonista grazie al fortissimo legame della loro amicizia. E così, combattuto tra un senso dell'ineluttabile e voglia di non cedervi, Topolino insiste, tenta varie strade, finchè ecco l'illuminazione, l'idea risolutiva, tentare di sondare la sua mente ed i suoi ricordi, andare alla radice del problema. Questo ribadisce ulteriormente il messaggio della forza dell'amicizia, perchè razionalmente pure Topolino avrebbe dovuto dimenticare, invece la sua mente resiste e gli indica la soluzione, o quantomeno dove cercarla. Il finale risulta forse un po' accelerato: dall'incontro di Pippo con il suo antenato in poi prevale, infatti, l'azione, a differenza della prima parte dove maggioritaria era la dimensione interiore del protagonista; certo, a pensarci bene Topolino ha un unico tentativo a disposizione, non può sbagliare ma non ha neppure troppo tempo per pianificare la strategia, e così improvvisa, mettendo in mostra un lato meno razionale e più emotivo. Più "pippesco", se vogliamo.
                    Quanto al finale, capisco come - da un punto di vista più logico - questo parte possa aver fatto storcere il naso ad alcuni; e tuttavia immagino che fare immediatamente ricordare Pippo a Zapotec e Marlin non avrebbe avuto la stessa resa, in termini d'impatto emozionale. D'altronde, a voler mettere al primo posta la logica razionale, resterebbero vari punti critici: Pippo quando rientra, di preciso? Ed ancor prima, quando è che sparisce? E perchè solo Topolino lo ricorda? Stiamo pur sempre tentando di cercando una logica in ciò che per definizione è un paradosso (Ritorno al Futuro docet, ricordate la progressiva scomparsa dei volti dei fratelli di Marty dalla fotografia?), per cui forse meglio lasciar un po' di spazio in più alla fantasia ed all'aspetto emozionale del messaggio che - finalmente - una bella storia di Topolino ci vuol trasmettere.
                    Tritumbani fritti!

                    *

                    Donald112
                    Papero del Mistero

                    • **
                    • Post: 189
                    • Esordiente
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3298
                      Risposta #39: Mercoledì 13 Feb 2019, 14:29:45
                      Volevo scrivere anche io un commento sulla storia d'apertura, di cui ho apprezzato anche il finale, ma credo che non ci sia altro da aggiungere al commento di Gancio, che sottoscrivo in pieno.
                      L'unico appunto riguarda la copertina, pur bella, che ho trovato un po' troppo "spoilerosa": infatti lascia intuire che una parte della storia sia ambientata nel passato e il viaggio nel tempo avviene solo verso la fine della vicenda.

                      *

                      Paperinika
                      Imperatore della Calidornia
                      Moderatore
                         (1)

                      • ******
                      • Post: 10207
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3298
                        Risposta #40: Mercoledì 13 Feb 2019, 15:03:59
                        L'unico appunto riguarda la copertina, pur bella, che ho trovato un po' troppo "spoilerosa": infatti lascia intuire che una parte della storia sia ambientata nel passato e il viaggio nel tempo avviene solo verso la fine della vicenda.
                        Sta faccenda degli spoiler sta un po' sfuggendo di mano, secondo me.
                        Ma non mi rivolgo solo a te, eh, ormai qualunque anticipazione, trailer, immagine o altro relativo ad un'opera (cinematografica, letteraria, fumettistica, videoludica o qualunque altra tipologia) lo vedo etichettato quasi sempre come spoiler.
                        Lo spoiler è quello che brucia i colpi di scena, non quello che dice dove o quando è ambientata la vicenda. Almeno secondo me.

                        *

                        brigo
                        Diabolico Vendicatore
                           (2)

                        • ****
                        • Post: 1832
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (2)
                          Re:Topolino 3298
                          Risposta #41: Mercoledì 13 Feb 2019, 19:47:20
                          Il "Topolino" in questione mi è arrivato solo oggi e ancora non l'ho letto completamente, ma mi piacerebbe intervenire al volo solo in merito alla prima storia:

                          da un lato non posso dar torto a chi l'ha apprezzata appieno; dall'altro ci sono forzature lievi, ma effettivamente palesi.

                          E quindi???

                          Quindi quando l'ho letta, nel finale, mi è venuto un brivido di emozione e soddisfazione, pur sapendo che lo status quo non sarebbe stato alterato.
                          E se dopo 30 anni leggi una storia con animali parlanti, e pur immaginando come andrà a finire ti capita di essere 'scosso' da un'emozione, io personalmente passo sopra a tutto ciò che non va.  :)

                          Ringrazio Faraci per questa scintilla d'emozione.
                          Ringrazio un po' meno Vian, che questa volta non sono riuscito ad apprezzare. Per carità, crea ottime atmosfere, ma disegna un Topolino spesso irriconoscibile. E anche l'inchiostrazione non mi ha convinto (e Vian ci ha abituati ad inchiostrazioni pressoché perfette).

                          *

                          Donald112
                          Papero del Mistero
                             (1)

                          • **
                          • Post: 189
                          • Esordiente
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re:Topolino 3298
                            Risposta #42: Mercoledì 13 Feb 2019, 21:35:28
                            Sta faccenda degli spoiler sta un po' sfuggendo di mano, secondo me.
                            Ma non mi rivolgo solo a te, eh, ormai qualunque anticipazione, trailer, immagine o altro relativo ad un'opera (cinematografica, letteraria, fumettistica, videoludica o qualunque altra tipologia) lo vedo etichettato quasi sempre come spoiler.
                            Lo spoiler è quello che brucia i colpi di scena, non quello che dice dove o quando è ambientata la vicenda. Almeno secondo me.
                            Effettivamente credo di aver sbagliato con l’utilizzo del termine spoiler perché, come giustamente scrivi, si riferisce ai colpi di scena mentre nella copertina non vi è nulla di tutto ciò ma solo l’anticipazione dell’ambientazione (parziale) in epoca storica. Forse avrei dovuto utilizzare altre parole per scrivere ciò che intendevo.
                            La storia d'apertura ha anche una forte componente di giallo e di suspence (dove è finito Pippo? Perchè nessuno si ricorda di lui?). Le soluzioni al mistero potevano essere molteplici, oltre a quella utilizzata: per esempio Macchia Nera che rapisce Pippo e crea una macchina ipnotica per farlo dimenticare oppure qualche congegno futuristico azionato per sbaglio da Eta Beta. Tuttavia, mentre leggevo la storia ho subito pensato che la causa del mistero avesse a che fare con un evento accaduto in un’epoca passata o che comunque questo fosse importante ai fini della risoluzione, conoscendo la copertina. Ed effettivamente è ciò che successo nella seconda parte. Quindi una piccola componente di suspence/sorpresa è scomparsa quasi subito, almeno per me, per questo avevo parlato di copertina “spoilerosa”. Ovviamente la sorpresa non è scomparsa totalmente perché in ogni caso mi era ignoto il come quella scena ambientata nel passato avrebbe influito sulla trama, tuttavia sapevo che doveva avvenire. Detto questo ribadisco quanto scritto sopra: la storia mi è piaciuta moltissimo e mi ha emozionato parecchio.

                            *

                            Sir Top de Tops
                            Ombronauta

                            • ****
                            • Post: 775
                            • Novellino
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3298
                              Risposta #43: Giovedì 14 Feb 2019, 09:57:12
                              Nella storia di Paperetta c'è un immagine di Papeoga a pagina 138, seconda vignetta che fa riderissimo "l'aggeggio mi è ostico"
                              Servirebbe che qualcuno salvasse l'mmagine prima che venga dimenticata, tornerebbe utile in tanti frangenti su questo forum

                              *

                              bunny777
                              Gran Mogol

                              • ***
                              • Post: 613
                              • Strapapero
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re:Topolino 3298
                                Risposta #44: Giovedì 14 Feb 2019, 11:56:17
                                se dopo 30 anni leggi una storia con animali parlanti, e pur immaginando come andrà a finire ti capita di essere 'scosso' da un'emozione, io personalmente passo sopra a tutto ciò che non va.  :)
                                Non ho letto la storia in questione, quindi non entro nel merito, ma mi piace sottolineare il pensiero di Brigo. Non è sempre il finale prevedibile di una storia che ne decreta la qualità ma il percorso: diversamente, sarebbe come dire che dopo aver visto un buon film giallo non lo si possa rivedere di nuovo perchè ne si conosce già il finale. Io rivedo sempre con piacere 'Il delitto perfetto' di Hitchcock ed è sempre un brivido.


                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.