Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
1 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
2 | |
2 | |
Topolino 3316 - Recensione di Paperinika

E' il numero celebrativo dei cinquant'anni di Paperinik, nato nel 1969 da Guido Martina ed Elisa Penna per le matite di G.B. Carpi. La storia che celebra questa ricorrenza è affidata a Marco Gervasio, che con la sua Paperinik, tutto cominciò così ci offre la sua personale visione dei fatti che già  ci vennero narrati cinquant'anni fa. Il compito di riprendere il personaggio degli esordi, vessato in ogni modo dal parentame e dalla mala sorte è senza dubbio arduo, e l'autore sceglie di illustrare quanto accaduto dal punto di vista di Fantomius, che viaggiando nel tempo sembra manovrare i fili che portano Paperino a diventare Paperinik, non sappiamo ancora bene se più diabolico vendicatore o ladro gentiluomo anche lui, visto che, a quanto afferma lo stesso Lord Quackett, c'è bisogno di un Fantomius in ogni epoca. Il risultato finale non sembra essere convincente fino in fondo, dato che viene a mancare quella componente di rivalsa di Paperino che chi ha letto la storia originale ha ben presente.
L'argomento comunque meriterebbe una disgressione più approfondita, che ci auspichiamo di trattare separatamente nei prossimi giorni.
A seguire abbiamo Zio Paperone e il guazzabuglio linguistico (Panaro/Ermetti), storia di stampo classico e per la verità non troppo originale, con zio Paperone e nipoti in trasferta per accaparrarsi un affare e l'inciampo nei soliti malviventi che lo rapiscono per ottenere un riscatto: una risoluzione che all'interno dell'intera trama sembra alquanto deboluccia e la sensazione è che il finale sia arrivato all'improvviso.
Le due centrali, Gambadilegno e la fuga domestica (Zemelo/Del Conte) e Paperoga e l'invadente rampicante (Salati/Gatto), sono due storie brevi "allungate" però su più pagine di quanto forse sarebbe stato sufficiente. Quella con Gambadilegno è poco più di una gag allungata, e la seconda con Paperoga, per quanto più articolata, sembra veramente troppo portata per le lunghe.
Topolino, Pippo e l'invenzione del cucù (Deninotti/Vian) è invece una storia che rientra nel filone della macchina del tempo e dei paradossi temporali ad essa collegati. Questa volta Topolino e Pippo si recano nella Foresta Nera e dovranno evitare che un paradosso temporale cancelli l'esistenza degli orologi a cucù.
A chiudere il numero ci pensa Paperino e il segreto della 313 (Michelini/De Vita). La storia, originariamente apparsa nel 1995, viene qui riproposta (e per l'occasione divisa in due puntate) per accompagnare il gadget abbinato a Topolino in questo e nel prossimo numero, e si presenta fresca e piacevole come lo era anni fa. Vediamo qui raccontate le origini della 313 ai tempi in cui Paperino si trovava - come ci racconta lui stesso - in Messico per girare un film, situazione che ricalca quella di uno dei corti più famosi del nostro, Don Donald, uscito nel 1937.
A corollario delle storie, una breve intervista a Francesco Artibani che ci anticipa la storia della prossima settimana in cui torneranno due vecchie conoscenze: Gancio e Bruto.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (31)
Esegui il login per votare

Topolino 3316

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

    Re:Topolino 3316
    Risposta #105: Venerdì 21 Giu 2019, 10:01:39
    d'altronde siamo in un periodo di estremo controllo su ciò che viene pubblicato, con il rischio sempre presente di vedere correzioni dell'ultimo momento perché chi controlla decide che alcune cose (canna da pesca anyone?) non possono passare. E quindi anche l'invecchiamento diventa un argomento tabù. Purtroppo.
    Allora Gervasio avrebbe potuto dire che Fantomius era "scomparso" (leggi: "morto e sepolto") ma che aveva fatto costruire un congegno a orologeria con le sue fattezze, incaricato di attivarsi anni dopo e cercare un erede. Un po' surreale, vero, ma sempre meno assurdo di una macchina del tempo e del proposito dello stesso Fantomius di ricreare suoi emuli nel futuro e nel passato all'infinito.
    Anzi, si sarebbe potuto non mostrare il volto del misterioso mandante del pacco e poi... colpo di scena! Sul finale, mentre le fiamme lo avvolgono, uno spettrale Fantomius meccanico che suona il piano, "felice" di aver compiuto il suo antico incarico, poco prima di esplodere con tutta Villa Rosa.
    Ribadisco, è un'idea surreale per tentare di arginare un tabù altrettanto surreale.

    (Comunque confidavo che il nuovo direttore avrebbe portato un po' di ratio in questa follia censoria, e invece... logiche imperscrutabili guidano la direzione)
    « Ultima modifica: Venerdì 21 Giu 2019, 12:20:55 da Lunatico »

    *

    Pacuvio
    Imperatore della Calidornia
    Moderatore
       (2)

    • ******
    • Post: 11855
      • Offline
      • Mostra profilo
       (2)
      Re:Topolino 3316
      Risposta #106: Venerdì 21 Giu 2019, 11:04:37
      Anzi, si sarebbe potuto non mostrare il volto del misterioso mandante del pacco e poi... colpo di scena!
      Avevo pensato pure io così, magari con un Fantomius che per tutto il tempo resta incappucciato con le sole basette alla Zio Paperone a intravedersi. Non riesco a credere che pure così sarebbe stato un problema...

      E' un grosso peccato, perchè almeno per me, anche con un semplice cambiamento del genere, la percezione della storia sarebbe stata un po' diversa. Fantomius avrebbe sempre deciso le origini di Paperinik, ma al tempo stesso dare troppo spazio a Fantomius non avrebbe pesato più di tanto, a seconda dei punti di vista. Le tante "spintarelle" fatte per aiutare Paperino sarebbero state un evento così importante da giustificare l'ultima strabiliante impresa di Lord Quackett prima del meritato riposo.

      *

      Walecs
      Giovane Marmotta
         (1)

      • **
      • Post: 150
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re:Topolino 3316
        Risposta #107: Venerdì 21 Giu 2019, 11:06:17
        (l'età non sarebbe stata un problema dato che nella saga di Fantomius compare anche il giovane Paperone)

        Su questo non ne sarei tanto sicuro.

        Non credo che per gli sceneggiatori Disney oggigiorno invecchiare un personaggio del cast principale (quale è oramai fantomius) sia una cosa molto semplice da farsi approvare...

        d'altronde siamo in un periodo di estremo controllo su ciò che viene pubblicato, con il rischio sempre presente di vedere correzioni dell'ultimo momento perché chi controlla decide che alcune cose (canna da pesca anyone?) non possono passare. E quindi anche l'invecchiamento diventa un argomento tabù. Purtroppo.

        Comunque è strano visto che Fantomius è un personaggio nato in Italia ed utilizzato esclusivamente in Italia. Capisco i paletti su Paperino, Paperone ecc. perché sono personaggi utilizzati anche negli Stati Uniti e la Disney ne vuole "salvaguardare" l'immagine, ma nel caso di Fantomius lo trovo assurdo.

        *

        Pacuvio
        Imperatore della Calidornia
        Moderatore
           (2)

        • ******
        • Post: 11855
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re:Topolino 3316
          Risposta #108: Venerdì 21 Giu 2019, 11:20:04
          Comunque è strano visto che Fantomius è un personaggio nato in Italia ed utilizzato esclusivamente in Italia. Capisco i paletti su Paperino, Paperone ecc. perché sono personaggi utilizzati anche negli Stati Uniti e la Disney ne vuole "salvaguardare" l'immagine, ma nel caso di Fantomius lo trovo assurdo.
          E' stato creato in Italia, ma è pubblicato costantemente con successo in diversi paesi europei con copertine e approfondimenti vari.

          La cosa assurda è che, se non erro, nelle storie Egmont esiste tranquillamente un Fantomius anziano che monitora le imprese del suo successore Paperinik, ma nel suo caso non sussiste nessun problema... al solito due pesi e due misure...

            Re:Topolino 3316
            Risposta #109: Venerdì 21 Giu 2019, 12:16:00
            La cosa assurda è che, se non erro, nelle storie Egmont esiste tranquillamente un Fantomius anziano che monitora le imprese del suo successore Paperinik, ma nel suo caso non sussiste nessun problema... al solito due pesi e due misure...
            "Paperinik e l'eredità", testo di Andreas Pihl e disegni di Mardon Smet: nella storia un Fantomius anzianissimo e macrocefalo, ignorando l'esistenza di Paperinik, insegue Gastone per convincerlo a diventare suo erede.
            Quindi un Fantomius anziano esiste nella storia recente, cosa costava "riesumarlo" per l'occasione e adattarlo alla caratterizzazione del Fantomius di Gervasio? Meh :/

              Re:Topolino 3316
              Risposta #110: Venerdì 21 Giu 2019, 12:19:23
              E' un grosso peccato, perchè almeno per me, anche con un semplice cambiamento del genere, la percezione della storia sarebbe stata un po' diversa. Fantomius avrebbe sempre deciso le origini di Paperinik, ma al tempo stesso dare troppo spazio a Fantomius non avrebbe pesato più di tanto, a seconda dei punti di vista. Le tante "spintarelle" fatte per aiutare Paperino sarebbero state un evento così importante da giustificare l'ultima strabiliante impresa di Lord Quackett prima del meritato riposo.
              Si, presentata così la storia avrebbe avuto tutt'altro sapore. Magari con uno stile più cupo e gotico sarebbe veramente potuto uscire fuori un piccolo capolavoro. Senza dover ricorrere per forza al lessico o alla cattiveria tipica delle storie di Martina, ormai (purtroppo) inconciliabili con il Topolino moderno.

              *

              Luxor
              Dittatore di Saturno

              • *****
              • Post: 3616
              • Supremo Organizzatore, Folle Ideatore!
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3316
                Risposta #111: Venerdì 21 Giu 2019, 12:49:45
                (l'età non sarebbe stata un problema dato che nella saga di Fantomius compare anche il giovane Paperone)

                Su questo non ne sarei tanto sicuro.

                Non credo che per gli sceneggiatori Disney oggigiorno invecchiare un personaggio del cast principale (quale è oramai fantomius) sia una cosa molto semplice da farsi approvare...

                d'altronde siamo in un periodo di estremo controllo su ciò che viene pubblicato, con il rischio sempre presente di vedere correzioni dell'ultimo momento perché chi controlla decide che alcune cose (canna da pesca anyone?) non possono passare. E quindi anche l'invecchiamento diventa un argomento tabù. Purtroppo.

                Basti pensare ai capelli della sirena di Cimino, che da bianchi sono stati colorati nelle successive ristampe...

                Comunque è strano visto che Fantomius è un personaggio nato in Italia ed utilizzato esclusivamente in Italia. Capisco i paletti su Paperino, Paperone ecc. perché sono personaggi utilizzati anche negli Stati Uniti e la Disney ne vuole "salvaguardare" l'immagine, ma nel caso di Fantomius lo trovo assurdo.

                Fantomius è stato utilizzato anche all'estero, nelle storie danesi è anziano e perseguita Gastone perchè, essendo Villa Rosa destinata a lui, vuole che sia il suo erede.

                (Comunque confidavo che il nuovo direttore avrebbe portato un po' di ratio in questa follia censoria, e invece... logiche imperscrutabili guidano la direzione)

                Queste decisioni non dipendono dal direttore, purtroppo...
                The Rabbit Hunter! (Copyright by Gancio 08.II.16)


                *

                Gumi
                Cugino di Alf
                Moderatore
                   (1)

                • ****
                • Post: 1335
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (1)
                  Re:Topolino 3316
                  Risposta #112: Venerdì 21 Giu 2019, 13:15:12
                  Quindi un Fantomius anziano esiste nella storia recente, cosa costava "riesumarlo" per l'occasione e adattarlo alla caratterizzazione del Fantomius di Gervasio? Meh :/

                  "Cosa costava" sembra che sia mancato l'impegno o non si sia voluto fare. Ma io credo che la realtà sia più che non si possa fare, più che non si voglia. Poi dispiace, credo agli autori più di noi. Ma così è.

                  *

                  Manuel Crispo
                  Papero del Mistero
                     (6)

                  • **
                  • Post: 240
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (6)
                    Re:Topolino 3316
                    Risposta #113: Venerdì 21 Giu 2019, 14:16:07
                    L'idea stessa di Fantomius che sceglie Paperino come erede è problematica da più punti di vista. Poteva scegliere qualcuno nella sua epoca. Poteva fare un figlio,  adottare un bambino. Il fatto che viaggi nel futuro e scelga fra tutti proprio il nipote di Paperone e amico di Archimede da adulto (perché non sceglierlo da ragazzino, addestrarlo, crescerlo? Perché la pagliacciata del pacco e non lasciargli la villa in eredità?) non è facile da mandar giù.
                    E tolto l'espediente del viaggio nel tempo, con il Fantomius anziano che state immaginando, non é che la situazione migliori poi così tanto perché si tratta di due personaggi troppo diversi: Fantomius è un ricco annoiato che odia i ricchi snob (che spesso sono anche criminali con pochi scrupoli) mentre Paperino ha un background completamente diverso. Tanto per cominciare è povero e potrebbe sfruttare il lascito di Fantomius per arricchirsi in modo illecito; poi è il nipote del papero più ricco del globo e quindi un giorno sarà ricchissimo a sua volta, cosa che potrebbe cambiare radicalmente il suo modo di intendere la vita; e comunque il suo odio non è mai rivolto contro i ricchi, ma contro i parenti che lo tormentano e non lo apprezzano; i loro ideali e i loro obiettivi insomma non coincidono.
                    Difatti nella storia originale Paperino sfrutta i congegni di Fantomius per farsi i fatti suoi e di certo non si comporta da ladro gentiluomo. Perché a Quackett gliene dovrebbe fregare se Paperino umilia lo zio, si vendica di un cugino arrogante o fa bella figura coi nipoti?
                    Inoltre: ha davvero senso che Fantomius voglia un erede? Per fare cosa, qual è la sua importantissima missione? Andare a caccia di tesori e insegnare agli snob ad abbassare la cresta? Quest'idea di Fantomius che sceglie Paperino, suggestiva per molti, crea molti più problemi di quanti non ne risolva.

                    *

                    Donald112
                    Papero del Mistero
                       (1)

                    • **
                    • Post: 238
                    • Esordiente
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Topolino 3316
                      Risposta #114: Venerdì 21 Giu 2019, 14:26:18
                      (l'età non sarebbe stata un problema dato che nella saga di Fantomius compare anche il giovane Paperone)

                      Su questo non ne sarei tanto sicuro.

                      Non credo che per gli sceneggiatori Disney oggigiorno invecchiare un personaggio del cast principale (quale è oramai fantomius) sia una cosa molto semplice da farsi approvare...
                      Potrebbe anche darsi: ormai con tutti questi tabù non si può dare più nulla per certo. Tuttavia solo due anni fa è stata pubblicata la storia di Enna con gli amici di Paperino Paperotto diventati adulti e tale precedente mi fa sperare un pochino.

                      *

                      Cornelius Coot
                      Imperatore della Calidornia

                      • ******
                      • Post: 10156
                      • Mais dire Mais
                        • Online
                        • Mostra profilo

                        Re:Topolino 3316
                        Risposta #115: Venerdì 21 Giu 2019, 14:29:06
                        Sposto in questo topic riaperto considerazioni e quesiti che avevo fatto in quello di MG e che non hanno avuto sviluppi.

                        Nelle polemiche riguardo il 'passaggio del testimone' tra Fantomius e Paperinik, mi è sembrato di vedere (semplificando) due fazioni più o meno contrapposte: quella dei 'gervasiani' fans di Fantomius (generalmente più giovani) e quella dei 'martiniani' fans del primo Paperinik (generalmente più maturi). Credo poi ci sia una 'fascia intermedia' (a cui sento di appartenere) che, pur avendo molto amato il diabolico vendicatore degli anni '70 (personalmente anche per una questione anagrafica, avendolo vissuto 'in diretta') non ha disdegnato questa 'intrusione' del ladro gentiluomo (con i dovuti distinguo), per quanto io l'avrei più apprezzata nel suo presente (quello di un Lord Quackett 'brizzolato' e magari meno 'puntuale' nei vari passaggi) che nel suo passato/futuro, per quanto il fascino della gioventù sia sempre stato basilare e determinante nel successo e nella popolarità di tutti i super eroi.

                        Per quanto in Egmont un Fantomius anziano, giustamente ricordato in questi ultimi post, sia stato protagonista di diverse storie anche se spero che il 'nostro' Fantomius, qualora Gervasio decidesse di farcelo vedere invecchiato, non assuma certe sembianze sinistre, da Nosferatu. Visto che le storie italiane di Lord Quackett stanno avendo successo anche nei paesi egmontiani, mi chiedo se questo non abbia provocato lassù qualche 'incongruenza' (con abbandono totale o rimozione del primo Fantomius invecchiato, qualora le sue storie proseguissero - ma mi pare che siano circoscritte ad un determinato periodo).

                        Una domanda, forse ingenua, per un non esperto di leggi dei viaggi temporali: quest'ultimo effettuato da John Quackett avrà delle ripercussioni sulla sua vita, una volta tornato nel suo presente? Che, considerando in questa storia la citazione della crisi del '29 e l'abbandono già avvenuto di Villa Rosa e, forse, di Paperopoli, dovrebbe coincidere con gli anni '30 (vista l'età ancor giovane del Lord). Perderà memoria di tutti i giochini fatti per favorire Paperino come suo erede futuro o, mantenendola, vivrà gli stessi anni '30 e quelli che seguiranno già sapendo cosa accadrà qualche decennio dopo?
                        E se sulla linea regolare del tempo si arrivasse al 1969 (anno più generico che reale nella saga di Paperinik, non così 'storicizzata' come quella di Fantomius), un ipotetico anziano John Quackett, qualora si aggirasse anche casualmente dalle parti della sua vecchia magione (magari avendo perso memoria del vecchio blitz che abbiamo appena letto), rischierebbe di incontrare se stesso proveniente dal passato?  SmBho
                        « Ultima modifica: Venerdì 21 Giu 2019, 14:35:18 da Cornelius Coot »

                        *

                        Vincenzo
                        Cugino di Alf

                        • ****
                        • Post: 1248
                        • Esordiente
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3316
                          Risposta #116: Venerdì 21 Giu 2019, 17:47:42
                          La cosa assurda è che, se non erro, nelle storie Egmont esiste tranquillamente un Fantomius anziano che monitora le imprese del suo successore Paperinik, ma nel suo caso non sussiste nessun problema... al solito due pesi e due misure...
                          "Paperinik e l'eredità", testo di Andreas Pihl e disegni di Mardon Smet: nella storia un Fantomius anzianissimo e macrocefalo, ignorando l'esistenza di Paperinik, insegue Gastone per convincerlo a diventare suo erede.
                          Quindi un Fantomius anziano esiste nella storia recente, cosa costava "riesumarlo" per l'occasione e adattarlo alla caratterizzazione del Fantomius di Gervasio? Meh :/

                          Magari perchè all'autore non piaceva? Magari perchè nella sua concezione Fantomius è ormai scomparso nel presente?
                          Non per forza tutto quello che piace a un lettore generico convince allo stesso modo chi vuole scrivere una storia. Poi questa che citi mi sa anche di mezza fetecchia.
                          If you can dream it, you can do it.

                          *

                          Lunatico
                          --
                             (1)

                             (1)
                            Re:Topolino 3316
                            Risposta #117: Venerdì 21 Giu 2019, 21:04:06
                            "Magari perchè all'autore non piaceva? Magari perchè nella sua concezione Fantomius è ormai scomparso nel presente?
                            Non per forza tutto quello che piace a un lettore generico convince allo stesso modo chi vuole scrivere una storia. Poi questa che citi mi sa anche di mezza fetecchia."

                            Mi sembri nervoso.
                            « Ultima modifica: Venerdì 21 Giu 2019, 21:08:17 da Lunatico »

                            *

                            Pacuvio
                            Imperatore della Calidornia
                            Moderatore
                               (2)

                            • ******
                            • Post: 11855
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (2)
                              Re:Topolino 3316
                              Risposta #118: Venerdì 21 Giu 2019, 21:57:42
                              Magari perchè all'autore non piaceva? Magari perchè nella sua concezione Fantomius è ormai scomparso nel presente?
                              Non per forza tutto quello che piace a un lettore generico convince allo stesso modo chi vuole scrivere una storia.
                              Premesso che sono solo ipotesi in libertà, sono certo che Marco Gervasio, se avesse potuto, avrebbe inserito il Fantomius anziano.
                              Lo si potrebbe capire anche dal fatto che il viaggio nel tempo di Fantomius venga appena accennato e giustificherebbe l'inserimento che stride i denti del "bisogno di Fantomius in ogni epoca", quindi forse è stato tagliato non perchè risultava inutile e ridondante, ma per mancanza di vignette necessarie (che già si nota così).

                              *

                              Lunatico
                              --
                                 (10)

                                 (10)
                                Re:Topolino 3316
                                Risposta #119: Venerdì 21 Giu 2019, 22:40:54
                                Una domanda, forse ingenua, per un non esperto di leggi dei viaggi temporali: quest'ultimo effettuato da John Quackett avrà delle ripercussioni sulla sua vita, una volta tornato nel suo presente? Che, considerando in questa storia la citazione della crisi del '29 e l'abbandono già avvenuto di Villa Rosa e, forse, di Paperopoli, dovrebbe coincidere con gli anni '30 (vista l'età ancor giovane del Lord). Perderà memoria di tutti i giochini fatti per favorire Paperino come suo erede futuro o, mantenendola, vivrà gli stessi anni '30 e quelli che seguiranno già sapendo cosa accadrà qualche decennio dopo?
                                E se sulla linea regolare del tempo si arrivasse al 1969 (anno più generico che reale nella saga di Paperinik, non così 'storicizzata' come quella di Fantomius), un ipotetico anziano John Quackett, qualora si aggirasse anche casualmente dalle parti della sua vecchia magione (magari avendo perso memoria del vecchio blitz che abbiamo appena letto), rischierebbe di incontrare se stesso proveniente dal passato? 
                                I viaggi nel tempo sono sempre problematici, a meno che non siano dei loop (cioè, a meno che il viaggio non si ripeta all'infinito in una linea temporale chiusa).
                                Uno dei maggiori problemi del viaggio nel tempo è la violazione del principio di conservazione dell'energia: se, ipoteticamente, ci si potesse spostare liberamente nel tempo, nel presente "si scomparirebbe" (verrebbe a mancare dell'energia) e nel punto di arrivo si creerebbe dal nulla nuova materia ed energia. Non solo: un viaggiatore cosciente potrebbe manipolare questa cosa per creare, virtualmente, quantità illimitate di energia dal nulla.
                                Esempio: Ho un candelabro. Due minuti dopo, torno indietro nel passato con il candelabro. Ora ho due candelabri. Due minuti dopo, torno indietro nel passato con due candelabri. Ora ho quattro candelabri. Due minuti dopo, torno indietro nel passato con quattro candelabri, e così via...
                                Un altro problema dei viaggi nel tempo riguarda la natura stessa del concetto di tempo: viaggiare nel passato vorrebbe dire, innanzi tutto, che questo passato deve esistere in qualche forma (altrimenti non potrei viaggiarci). Ma de facto il passato non esiste più. O meglio, esiste sotto forma di presente. Quindi, a meno che la macchina del tempo non faccia regredire tutta la linea di universo (cosa alquanto surreale), non ci sarebbe più nessun passato dove viaggiare.
                                In realtà la fisica attuale tende a fare a meno del concetto di tempo in alcuni ambiti. Teorie come la gravità quantistica a loop non hanno la variabile temporale nelle loro equazioni. Ciò che conta è solo la relazione tra il movimento delle parti. Infondo, noi esseri umani non misuriamo mai direttamente "il tempo". Osserviamo i fenomeni ripetersi con una certa regolarità, e confrontando fra di loro il moto di un pendolo e un qualunque altro movimento diciamo che è trascorso del tempo. Contando poi quante oscillazioni ha fatto il pendolo (o la lancetta) diciamo quanto tempo è passato. Sempre il confronto tra due moti è. Ma queste riflessioni erano già comuni tra i filosofi greci e lo stesso Aristotele.
                                Quindi, posto che il tempo è una caratteristica emergente della natura (così come la temperatura è in realtà il moto delle particelle di un corpo), in realtà il tempo "non esiste": non esiste una pellicola dove sono impressi i fenomeni secondo per secondo. I fenomeni, nel loro incessante mutare, "creano" l'illusione del tempo. Insomma, una macchina del tempo è illusione per il semplice fatto che "il tempo" non esiste realmente. E, per ovvi motivi, non si può viaggiare in qualcosa che non esiste.
                                Tra l'altro, un problema minore (ma comunque da considerare) è che una macchina del tempo dovrebbe anche viaggiare nello spazio. La Terra si muove di continuo, insieme al Sistema Solare, la Via Lattea, il gruppo locale e il super ammasso locale. Ogni secondo la nostra posizione nello spazio varia di decine di migliaia di chilometri. Senza un accurato calcolo dello spostamento complessivo di tutte queste masse (praticamente impossibile) un viaggiatore temporale rischierebbe di ritrovarsi nel vuoto o, peggio, compenetrato in un altro corpo (forse il nucleo di una stella, morendo carbonizzato all'istante). Generalmente nella fantascienza si tende a ignorare questo problema, ma è di importanza cruciale.
                                Aggiungo che, logicamente parlando, un viaggiatore temporale non potrebbe mai vedere il suo futuro. Perché nel presente, appena lui parte per il futuro, "scompare". Quindi l'unico futuro che un viaggiatore spazio-temporale potrebbe mai vedere e un futuro senza di lui. Fantomius, appena partito, non può incontrare il se stesso da anziano. Quindi il paradosso dei doppioni che s'incontrano non sussiste dal passato al futuro.
                                Spero di aver soddisfatto la tua curiosità ;)

                                « Ultima modifica: Venerdì 21 Giu 2019, 22:46:06 da Lunatico »

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.