Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
2 | |
1 | |
2 | |
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |

Young Donald Duck

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Andy392
Evroniano
   (2)

  • **
  • Post: 92
    • Offline
    • Mostra profilo
   (2)
    Re: Young Donald Duck
    Risposta #105: Giovedì 22 Ago 2019, 11:17:12
    Se siete fissati con la continuity e roba del genere per godere di questa miniserie dovete necessariamente considerarla un qualcosa di alternativo. Un what if, una dimensione parallela, fate vobis. Quello che io personalmente amo di più del fumetto Disney è la sua versatilità, la sua capacità di mutare assecondando le intuizioni dell'autore di turno. Leggendo polemiche su puzze, continuity non rispettata e personaggi modificati il mio primo pensiero è che oggi siamo troppo abituati alla poca libertà espressiva degli autori e che dovremmo desiderarne di più, non certo di meno.
    Un conto è la continuità delle storie che può esserci o non esserci, un conto è cambiare il carattere a un personaggio. La Trudy nel terzo episodio è diversa dalla Trudy adulta, che fa parte degli antagonisti. Mi sembra una frittolata, che pur di inserire un personaggio al contesto gli stravolgono il suo modo di essere, cosa che va fatto il meno possibile. Poi magari nelle puntate successive diventa una mascalzona, ma per ora è una pecora bianca.

    *

    Manuel Crispo
    Papero del Mistero
       (2)

    • **
    • Post: 235
      • Offline
      • Mostra profilo
       (2)
      Re: Young Donald Duck
      Risposta #106: Giovedì 22 Ago 2019, 11:19:31
      Renditi conto che questo è un problema tuo.
      Mi rendo ben conto che non è un mio problema, è un mio punto di vista (rispettabilissimo, credo).
      Anche che non esista un vissuto dei personaggi disneyani è un tuo punto di vista (rispettabile anch'esso, ma non so quanto fondato).

      Intendevo dire che, per quanto possa (legittimamente o meno) dare fastidio, questo approccio indubbiamente esiste. Da tempo immemorabile le origini dei personaggi vengono riscritte, le loro avventure riraccontate: quante volte Topolino è stato ad Atlantide? Quante volte Paperino ha incontrato gli alieni? Vogliamo parlare delle parodie, dei racconti degli antenati, delle identità segrete che si accumulano senza soluzione di continuità? Da lettori si può scegliere di non accettarlo ma mi sembra irragionevole da un punto di vista pratico perché il giorno in cui gli autori cominceranno a porsi il problema di uniformare i vari racconti a una visione univoca sui personaggi e il loro vissuto, quella sarà la morte del fumetto Disney come lo conosciamo, che vive anche di operazioni come Young Donald.
      « Ultima modifica: Giovedì 22 Ago 2019, 11:35:31 da Manuel Crispo »

      *

      paolo87
      Sceriffo di Valmitraglia
         (2)

      • ***
      • Post: 285
      • Novellino
        • Offline
        • Mostra profilo
         (2)
        Re: Young Donald Duck
        Risposta #107: Giovedì 22 Ago 2019, 11:51:44
        Per quanto questa serie non mi stia facendo impazzire, non trovo fondata questa critica su Trudy. Chi lo ha detto che uno nasca già criminale? Se da grande è una poco di buono doveva per forza esserlo già da bambina? 

        *

        Paperinika
        Imperatore della Calidornia
        Moderatore
           (2)

        • ******
        • Post: 10227
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re: Young Donald Duck
          Risposta #108: Giovedì 22 Ago 2019, 13:51:19
          Penso che sia arrivato il momento di elaborare il fatto che questa è una serie a parte, non necessariamente legata al vissuto dei personaggi come li conosciamo.
          Perchè, secondo te, c'è questa necessità di concepire delle serie a parte, e di slegare il vissuto dei personaggi dalla loro consolidata storia?
          Ma io davvero continuo a non capire quale sia il problema nel voler proporre nuove idee.
          Quello Disney non è un universo seriale, non lo è mai stato e mi auguro vivamente che non lo diventi mai! La sua forza e il suo successo sono dovuti anche e soprattutto al grandissimo palcoscenico che ha saputo offrire ai lettori per oltre novant'anni, senza pensare a canoni, continuity e quant'altro. Negli anni, quanti autori si sono contraddetti a vicenda nelle loro storie? O vorreste dirmi che il Paperone di Martina è lo stesso di quello di Cimino, o di Rota, di Barks o di Don Rosa?

          Renditi conto che questo è un problema tuo.
          Mi rendo ben conto che non è un mio problema, è un mio punto di vista (rispettabilissimo, credo).
          Anche che non esista un vissuto dei personaggi disneyani è un tuo punto di vista (rispettabile anch'esso, ma non so quanto fondato).

          Intendevo dire che, per quanto possa (legittimamente o meno) dare fastidio, questo approccio indubbiamente esiste. Da tempo immemorabile le origini dei personaggi vengono riscritte, le loro avventure riraccontate: quante volte Topolino è stato ad Atlantide? Quante volte Paperino ha incontrato gli alieni? Vogliamo parlare delle parodie, dei racconti degli antenati, delle identità segrete che si accumulano senza soluzione di continuità? Da lettori si può scegliere di non accettarlo ma mi sembra irragionevole da un punto di vista pratico perché il giorno in cui gli autori cominceranno a porsi il problema di uniformare i vari racconti a una visione univoca sui personaggi e il loro vissuto, quella sarà la morte del fumetto Disney come lo conosciamo, che vive anche di operazioni come Young Donald.
          Parole sante!

          *

          Dippy Dawg
          Visir di Papatoa

          • *****
          • Post: 2473
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Young Donald Duck
            Risposta #109: Giovedì 22 Ago 2019, 14:09:04
            Renditi conto che questo è un problema tuo.
            Mi rendo ben conto che non è un mio problema, è un mio punto di vista (rispettabilissimo, credo).
            Anche che non esista un vissuto dei personaggi disneyani è un tuo punto di vista (rispettabile anch'esso, ma non so quanto fondato).

            Intendevo dire che, per quanto possa (legittimamente o meno) dare fastidio, questo approccio indubbiamente esiste. Da tempo immemorabile le origini dei personaggi vengono riscritte, le loro avventure riraccontate: quante volte Topolino è stato ad Atlantide? Quante volte Paperino ha incontrato gli alieni? Vogliamo parlare delle parodie, dei racconti degli antenati, delle identità segrete che si accumulano senza soluzione di continuità? Da lettori si può scegliere di non accettarlo ma mi sembra irragionevole da un punto di vista pratico perché il giorno in cui gli autori cominceranno a porsi il problema di uniformare i vari racconti a una visione univoca sui personaggi e il loro vissuto, quella sarà la morte del fumetto Disney come lo conosciamo, che vive anche di operazioni come Young Donald.
            Come al solito, credo che il giusto sia nel mezzo...

            Ognuno ha i suoi gusti; io, personalmente, non ho problemi ad accettare tutte le visioni, da quella super filologica alla Don Rosa/Gervasio a quella molto più libera alla Young Donald... e anche tutte quelle che ci sono in mezzo, perché non è tutto bianco o nero!
            In ogni caso, l'importante è che siano storie belle da leggere!

            Quello che mi premeva di dire è che l'attuale tendenza all'attualismo e a seguire le tendenze a tutti i costi, mi lascia sempre parecchio perplesso e basito.
            Stavo per scrivere che sono d'accordissimo e che non piace neanche a me...
            ... poi, però, ho pensato: ma davvero è una cosa così "attuale"? E allora, cosa si può dire di storie come Topolino nella seconda guerra mondiale o Paperino e le tribolazioni dell'austerity?
            Probabilmente, un certo attualismo c'è sempre stato; quello che a noi dà fastidio è il cercare di rincorrere le mode giovanili, invece di rimanere sempre fedeli a se stessi...
            ... ma, in fondo, è un problema così grave?

            In effetti, mai come in questo caso, stiamo parlando di una storia singola (lunga e a puntate, ma singola), isolata dal resto e che non verrà più ripresa (almeno penso), quindi riesco a sopportarla! Un po' come quando, tempo fa, hanno pubblicato i fumetti di Duck Tales...

            Il nocciolo duro del settimanale, insomma, rimangono le storie tradizionali...
            Io son nomato Pippo e son poeta
            Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
            Verso un'oscura e dolorosa meta

            *

            Manuel Crispo
            Papero del Mistero

            • **
            • Post: 235
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Young Donald Duck
              Risposta #110: Giovedì 22 Ago 2019, 14:11:03
              In ogni caso, l'importante è che siano storie belle da leggere!

              Questo è il punto.

              *

              Hero of Sky
              Gran Mogol

              • ***
              • Post: 685
              • L'Occhio che tutto scruta,tuttoosservaetuttoindaga
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Young Donald Duck
                Risposta #111: Giovedì 22 Ago 2019, 14:41:43
                Renditi conto che questo è un problema tuo.
                Mi rendo ben conto che non è un mio problema, è un mio punto di vista (rispettabilissimo, credo).
                Anche che non esista un vissuto dei personaggi disneyani è un tuo punto di vista (rispettabile anch'esso, ma non so quanto fondato).

                Intendevo dire che, per quanto possa (legittimamente o meno) dare fastidio, questo approccio indubbiamente esiste. Da tempo immemorabile le origini dei personaggi vengono riscritte, le loro avventure riraccontate: quante volte Topolino è stato ad Atlantide? Quante volte Paperino ha incontrato gli alieni? Vogliamo parlare delle parodie, dei racconti degli antenati, delle identità segrete che si accumulano senza soluzione di continuità? Da lettori si può scegliere di non accettarlo ma mi sembra irragionevole da un punto di vista pratico perché il giorno in cui gli autori cominceranno a porsi il problema di uniformare i vari racconti a una visione univoca sui personaggi e il loro vissuto, quella sarà la morte del fumetto Disney come lo conosciamo, che vive anche di operazioni come Young Donald.
                Come al solito, credo che il giusto sia nel mezzo...

                Ognuno ha i suoi gusti; io, personalmente, non ho problemi ad accettare tutte le visioni, da quella super filologica alla Don Rosa/Gervasio a quella molto più libera alla Young Donald... e anche tutte quelle che ci sono in mezzo, perché non è tutto bianco o nero!
                In ogni caso, l'importante è che siano storie belle da leggere!

                Quello che mi premeva di dire è che l'attuale tendenza all'attualismo e a seguire le tendenze a tutti i costi, mi lascia sempre parecchio perplesso e basito.
                Stavo per scrivere che sono d'accordissimo e che non piace neanche a me...
                ... poi, però, ho pensato: ma davvero è una cosa così "attuale"? E allora, cosa si può dire di storie come Topolino nella seconda guerra mondiale o Paperino e le tribolazioni dell'austerity?
                Probabilmente, un certo attualismo c'è sempre stato; quello che a noi dà fastidio è il cercare di rincorrere le mode giovanili, invece di rimanere sempre fedeli a se stessi...
                ... ma, in fondo, è un problema così grave?

                In effetti, mai come in questo caso, stiamo parlando di una storia singola (lunga e a puntate, ma singola), isolata dal resto e che non verrà più ripresa (almeno penso), quindi riesco a sopportarla! Un po' come quando, tempo fa, hanno pubblicato i fumetti di Duck Tales...

                Il nocciolo duro del settimanale, insomma, rimangono le storie tradizionali...
                Se è un problema grave? Per me sì e mi riferisco non solo alle storie, ma anche alla parte redazionale del settimanale, ricca di esempi in tal senso, tanto che ormai la salto
                Perchè di questo mondo siamo solo ospiti, fra i tanti. E non i padroni

                *

                Vincenzo
                Cugino di Alf
                   (2)

                • ****
                • Post: 1179
                • Esordiente
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (2)
                  Re: Young Donald Duck
                  Risposta #112: Giovedì 22 Ago 2019, 17:19:46
                  Sono stato via una settimana e non ho letto le puntate a cui vi riferite, né lo farò. Quello che mi premeva di dire è che l'attuale tendenza all'attualismo e a seguire le tendenze a tutti i costi, mi lascia sempre parecchio perplesso e basito. Nessuno si ricorderà di queste storie, tra dieci o vent'anni. Nessuno. Sulla questione dei personaggi mi trovo in sintonia con il generale

                  Peggio per te, ti perdi una buonissima lettura, che ti devo dire. Sicuramente se ci fosse stato Internet vent'anni fa qualcuno avrebbe detto lo stesso di Pkna, MMMM e via dicendo, tacciandole di seguire l'attualismo (termine che trovo abbia pochissimo senso), sempre considerando che il valore di un'opera non si basa solo sul ricordo che essa lascia nel tempo.
                  Tornando in tema, credo che la scelta di Trudy sia dettata dal fatto che gli autori abbiano ritenuto più pertinente affidare un ruolo comunque delicato a qualcuno già mediamente conosciuto piuttosto che a un'anonima comparsa. Ma il punto focale della questione è trattare un certo tema, ovviamente con i protagonisti impegnati nel combatterlo.
                  If you can dream it, you can do it.

                  *

                  Cornelius Coot
                  Sapiente Ciminiano

                  • ******
                  • Post: 9873
                  • Mais dire Mais
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Young Donald Duck
                    Risposta #113: Giovedì 22 Ago 2019, 17:35:13
                    Non dimentichiamo che YDD è una serie alternativa e non credo si imporrà, a lungo termine, a livello di PP8. E se anche lo farà sarà sempre una visione giovanilistica di personaggi che hanno la loro canonicità (perché ce l'hanno) nella età dell'eterno presente che è fra i 30 e i 40 anni (almeno per quelli apparsi fino ad ora). Non credo che eventuali dinamiche che potranno nascere arriveranno a influenzare i classici plot delle storie 'presenti' (come è in parte capitato con PP8: vedi solo la presenza di Quack Town nelle storie con Nonna Papera - e non solo -  e, fino ad oggi, l'unica apparizione degli amici di Paperino nella loro età adulta).

                    Se mai dovesse avvenire (magari con qualche nuovo character realizzato proprio per YDD) sarebbe comunque un arricchimento per il fumetto disneyano, non fine a se stesso ma in sinergia. Certe perplessità possono essere giustificate ma lo sarebbero ancor più se vedessimo le relazioni e le situazioni di topi e paperi modificate radicalmente nel loro presente di trentenni/quarantenni. In questo caso si tratta di un presente molto 'attualizzato' apparentemente in contrasto con le adolescenziali età dei protagonisti che però, in serie alternative, possono vivere i loro anni giovanili in ipotetici anni '50 per PP8 (anche questi poco 'coerenti' con i protagonisti attuali che, semmai, dovrebbero vivere nei '90 - e nei '70 dei primi episodi della serie iniziata venti anni fa) o negli anni '10 del 2000 per YDD (incoerenza temporale tutto sommato meno elastica rispetto a quella dei piccoli quacktonians: si 'sgarra' di vent'anni piuttosto che di quaranta)

                    « Ultima modifica: Giovedì 22 Ago 2019, 22:09:58 da Cornelius Coot »

                    *

                    Vito65
                    Cugino di Alf

                    • ****
                    • Post: 1207
                    • ex Generale Westcock
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Young Donald Duck
                      Risposta #114: Venerdì 23 Ago 2019, 09:24:10
                      Ma io davvero continuo a non capire quale sia il problema nel voler proporre nuove idee.
                      Cosa c'è di particolare da capire, Paperinika? Qualunque lettura suscita sensazioni ed opinioni diverse, a seconda dell'approccio e dei punti di vista personali. Se ne discute e basta, no? A me piacciono le nuove idee, sono uno a cui non dispiace Sio su Topolino, pensa un po'...Poi, leggendo ed entrando nel merito, qualche nuova idea convince e piace, qualche altra lascia perplesso. A me ha fatto tanto piacere il Paperino adolescente alle prese con le situazioni tipiche dell'età, nonché la rappresentazione degli entusiasmi e della freschezza di sentimenti degli adolescenti. Poi, se mi lascia perplesso una Trudy così debole ed indifesa, che potrebbe benissimo essere sostituita da qualsiasi altra ragazzina, penso che lo si possa scrivere, senza per questo essere presi per retrogradi e/o rigidi conservatori.
                      « Ultima modifica: Venerdì 23 Ago 2019, 09:27:00 da Vito65 »

                      *

                      Andy392
                      Evroniano
                         (1)

                      • **
                      • Post: 92
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re: Young Donald Duck
                        Risposta #115: Venerdì 23 Ago 2019, 17:33:40
                        Cito l'espressione "Super zaino multi-uso!Adoro!" di pag 89. Ma davvero i ragazzi di oggi usano tale espressione, adoro, usato in quel modo??

                        *

                        Paperinika
                        Imperatore della Calidornia
                        Moderatore

                        • ******
                        • Post: 10227
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Young Donald Duck
                          Risposta #116: Venerdì 23 Ago 2019, 18:02:17
                          Cito l'espressione "Super zaino multi-uso!Adoro!" di pag 89. Ma davvero i ragazzi di oggi usano tale espressione, adoro, usato in quel modo??
                          Eccome! A me capita spesso di sentirla.

                          *

                          ilFumettista
                          Sceriffo di Valmitraglia

                          • ***
                          • Post: 291
                          • Non prendetevi troppo sul serio...
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re: Young Donald Duck
                            Risposta #117: Venerdì 23 Ago 2019, 18:09:00
                            Sì bro. È ganzo.

                            ...

                            -ilFu

                            *

                            Hero of Sky
                            Gran Mogol

                            • ***
                            • Post: 685
                            • L'Occhio che tutto scruta,tuttoosservaetuttoindaga
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re: Young Donald Duck
                              Risposta #118: Venerdì 23 Ago 2019, 18:39:49
                              Cito l'espressione "Super zaino multi-uso!Adoro!" di pag 89. Ma davvero i ragazzi di oggi usano tale espressione, adoro, usato in quel modo??
                              Eccome! A me capita spesso di sentirla.
                              Ecco una cosa che avrei preferito non sapere
                              Perchè di questo mondo siamo solo ospiti, fra i tanti. E non i padroni

                              *

                              Andy392
                              Evroniano
                                 (1)

                              • **
                              • Post: 92
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re: Young Donald Duck
                                Risposta #119: Venerdì 23 Ago 2019, 21:59:17
                                Non è ganzo. È un abominevole stupro della lingua italiana. Avrei preferito perfino lovvo, che nella sua oscenità, ha la giustificazione di essere un termine inglese italianizzato e potrebbe stare anche senza articoli. Mi chiedo da dove hanno trovato il coraggio gli autori a inserirlo. Si sono ubriacati??
                                Caro Artibani, devi smettere di bere orzate non diluite. Beviti una bella birra  :crazy:

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.