Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
2 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
4 | |
Topolino 3345 - Recensione di Giani Santarelli

Il primo numero del 2020 segna il ritorno di Double Duck sul settimanale a distanza di un anno e mezzo dall’ultima apparizione. Vitaliano (con Zanchi ai disegni) fa risorgere l’Actinia, apparentemente sconfitta proprio in quella occasione, per trasformarla in una P2 in versione papera e avere quindi il pretesto per richiamare in servizio il papero dalle mille vite segrete.

Caratterizzata dal tipico umorismo dell’autore, “arricchita” (non si sa bene perché) da citazioni gratuite a Fantozzi e Totò, gravata dalle storture editoriali che affliggono da tempo le storie Disney italiane, ha comunque tutto per essere una classica avventura della serie, ovvero piacevole pur con tutte le riserve del caso.

C’è un passaggio però sul quale sprecare qualche parola in più: è chiaro ormai come determinati argomenti, tra cui le armi da fuoco, siano pressoché banditi dalle storie ed è fuori di dubbio che gli autori lo sappiano fin troppo bene. Qual è quindi lo scopo di inserire una scena come quella delle pagine 41-42? Prima mostrare delle pistole e due personaggi potenzialmente pericolosi e subito dopo rivelare che le prime sono dei giocattoli e i secondi degli elementi inoffensivi?

Vorrei pensare che si tratti di un modo dell’autore per evidenziare le assurdità a cui devono sottostare, ma mi è più facile credere che non si sia rinunciato all’occasione per una gag la quale, però, stride in maniera fastidiosa con il contesto in cui viene generata.

Comunque sia, Double Duck resta l’unica cosa degna di nota di questo numero. Il resto è ordinaria amministrazione di poco interesse.

Zemelo era fino a non troppo tempo fa uno dei giovani autori più promettenti, con idee molto valide. Ora sembra avviato verso una discesa irrefrenabile fatta di storie irrisolte (Perfettopoli), storielle dimenticabili (le molte brevi degli ultimi due anni) e personaggi dimenticati che sarebbe stato meglio restassero tali (Nocciola e Gilberto).

Spero vivamente torni ai livelli a cui ci aveva abituato e che riesca anche a fare quell’ultimo salto di qualità a cui era atteso prima di questa lunga ed anonima parentesi.

Amelia befana per forza rientra nelle storie del periodo: è una riempitiva piuttosto riuscita, una simpatica variazione su un tema ormai difficile da trattare in maniera originale.

Paperina e la casa armonica è una anonima breve, una gag di poche pagine con Paperoga, neanche particolarmente divertente. La cito unicamente perché non riesco a capacitarmi dell’involuzione della Migheli, una disegnatrice con ormai una attività ventennale e proveniente dall’Accademia Disney che incappa sovente in veri e grossolani errori. Basti la vignetta conclusiva di questa storia come sintesi di una parabola discendente iniziata ormai da tempo.

Salati e Faccini prendono in giro il fenomeno dei gatti social, ma sono Alessandro Sisti e Giampaolo Soldati ad introdurre un progetto e un argomento decisamente più importanti: illustrare i principi basilari della programmazione, o meglio del coding. Il coding sta trovando spazio anche nelle scuole dell’obbligo con l’obiettivo non di formare dei programmatori ma di far invece acquisire una forma mentis specifica, utile anche nella vita di tutti i giorni. Questa prima puntata è essenzialmente introduttiva e priva di riferimenti specifici (il software usato dai nipotini potrebbe essere Scratch o un qualunque altro dello stesso genere) ma chissà che le successive non siano maggiormente ricche di dettagli, magari accompagnate da redazionali all’altezza.

L’albo si chiude con una nuova serie dedicata alle avventure giovanili di Indiana Pipps: Bruno Sarda non si rassegna e cerca di tenere a galla il suo personaggio più famoso rovistando nei suoi anni al college. Peccato che con l’abbassarsi dell’età del protagonista si abbassi notevolmente anche quella del target: storia, per ora, banale e rivolta ad un pubblico da scuola primaria.

Per completare coerentemente il numero, anche l’apparato redazionale è scarno e poco interessante: la rubrica sportiva di Licari, i soliti consigli per la lettura, un gattaro della rete, cose così.

L’anno insomma non inizia certamente alla grande

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (14)
Esegui il login per votare

Topolino 3345

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Paperinika
Imperatore della Calidornia
Moderatore

  • ******
  • Post: 10268
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3345
    Martedì 31 Dic 2019, 16:16:15
    DoubleDuck Corto circuito - Elemento zero (Episodio 1)
    Testi: Fausto Vitaliano
    Disegni: Stefano Zanchi

    Amelia befana per forza
    Testi: Gaja Arrighini
    Disegni: Carlo Limido

    Il coding a Paperopoli - Paperino e la riparazione a blocchi
    Testi: Alessandro Sisti
    Disegni: Giampalo Soldati

    Pippo vs. Nocciola - Il doppio della metà
    Testi: Pietro Zemelo
    Disegni: Francesco D'Ippolito

    Paperina e la casa armonica
    Testi: Marco Bosco
    Disegni: Roberta Migheli

    Miao - Con gli occhi di un gatto
    Testi: Giorgio Salati
    Disegni: Enrico Faccini

    Young Indiana Tales - Il segreto del quadro (Episodio 1)
    Testi: Bruno Sarda
    Disegni: Marco Palazzi
    « Ultima modifica: Mercoledì 1 Gen 2020, 17:16:32 da Paperinika »

    *

    Paolodan3
    Visir di Papatoa

    • *****
    • Post: 2520
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3345
      Risposta #1: Martedì 31 Dic 2019, 16:30:38
      Avendo acquistato il numero, trovo la cover molto festosa, moderna.  :)

      *

      Atius
      Giovane Marmotta

      • **
      • Post: 173
      • Ostentazione di Plutocratica Sicumera!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3345
        Risposta #2: Mercoledì 1 Gen 2020, 01:26:14
        DoubleDuck Corto circuito - Elemento zero (Episodio 1)
        Testi: Fausto Vitaliano
        Disegni: Stefano Zanchi

        Amelia befana per forza
        Testi: Gaja Arrighini
        Disegni: Claudio Limido

        Il coding a Paperopoli - Paperino e la riparazione a blocchi
        Testi: Alessandro Sisti
        Disegni: Giampalo Soldati

        Pippo vs. Nocciola - Il doppio della metà
        Testi: Pietro Zemelo
        Disegni: Francesco D'Ippolito

        Paperina e la casa armonica
        Testi: Marco Bosco
        Disegni: Roberta Migheli

        Miao - Con gli occhi di un gatto
        Testi: Giorgio Salati
        Disegni: Enrico Faccini

        Young Indiana Tales - Il segreto del quadro (Episodio 1)
        Testi: Bruno Sarda
        Disegni: Marco Palazzi

        Preciso semplicemente che il nome del disegnatore Limido è "Carlo", non "Claudio" :)

        *

        Flash X
        Brutopiano

        • *
        • Post: 60
        • Esordiente
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3345
          Risposta #3: Mercoledì 1 Gen 2020, 11:44:19
          Io ieri stavo cercando in edicola il nuovo Paperino mese e ho trovato Topolino in anticipo di un giorno, come la scorsa settimana. Capisco che è per far leggere il numero di Capodanno apodanno alla vigilia, prima che scatti la mezzanotte, peró, voglio dire: Alex Bertani poteva benissimo avvisare sul numero prima nell'editoriale che anche questo albo sarebbe arrivato prima, esattamente come aveva fatto con il numero di Natale.

          *

          raes
          Pifferosauro Uranifago
             (1)

          • ***
          • Post: 434
          • Nuovo utente
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3345
            Risposta #4: Mercoledì 1 Gen 2020, 12:35:06
            più che altro è dovuto al fatto che l' edicole oggi sono chiuse

            *

            Flash X
            Brutopiano

            • *
            • Post: 60
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3345
              Risposta #5: Mercoledì 1 Gen 2020, 12:47:35
              Già letto. Un numero secondo me interessante. La storia di Amelia ci stava alla grande in questo periodo, anche se non mi è piaciuto molto che un bel po' di pagine erano riempite solamente dalla fattucchiera e da zio Paperone che parlavano al deposito. So che la storia del coding serviva più che altro come spiegazione di un qualcosa di importante, peró mi è sembrata un po' monotona nello svolgersi solamente nel giardino di casa di Paperino. Il nuovo episodio di Pippo VS Nocciola mi ha divertito, anche se a un certo punto nella lettura mi ero perso, nonostante la storia fosse una breve: sarà stata distrazione mia oppure è capitato anche a voi? La storia di Paperina era una classica riempitiva, ma mi ha saputo strappare qualche risata, nonostante fosse l'ennesima storia con Paperoga che fa danni. L'iniziativa di reintrodurre il gatto Malachia mi ha soddisfatto con la prima storia comparsa su questo numero. Per quanto riguarda la nuova saga di Indiana Pipps, se continua così come è iniziata in questo primo episodio e non fa grossi balzi all'indietro, allora potrò ritenermi soddisfatto. Ho tenuto per ultimo Doubleduck perché voglio fare una domanda alla community. La storia mi ė piaciuta, almeno come primo episodio, nonostante io abbia grossi buchi narrativi nella testa, non avendo letto tutte le sue storie, che però sto recuperando con la definitive collection. Ed è appunto questa la domanda (anche se so che può non sembrare il topic più adeguato, peró scrivo più che altro perché si parla di Doubleduck): secondo voi usciranno nuovi volumi della definitive collection? Se sì, il prossimo sarà dedicato al nostro agente segreto preferito, considerando la pubblicità che Panini sta facendo con Corto circuito, la nuova storia sul topo e con l'albo dei nuovi classici che ha come protagonista il papero spia? Quando potrebbe uscire? Magari per il Cartoomics a Milano?
              Comunque, tornando all'oggetto del topic, secondo voi questo Topolino è degno di essere letto? La pensate come me sulle storie? La pensate diversamente? Sono proprio curioso di sentire le vostre opinioni riguardo al topo 3345 e anche riguardo al possibile nuovo volume della definitive collection dedicato a Doubleduck.

              *

              Paperinika
              Imperatore della Calidornia
              Moderatore
                 (1)

              • ******
              • Post: 10268
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:Topolino 3345
                Risposta #6: Mercoledì 1 Gen 2020, 17:16:11
                Preciso semplicemente che il nome del disegnatore Limido è "Carlo", non "Claudio"

                Lapsus, ovviamente. Corretto, grazie.

                  Re:Topolino 3345
                  Risposta #7: Venerdì 3 Gen 2020, 17:04:42
                  Preso oggi ma ancora non letto . cover bellissima non ho ancoro visto chi ne è l'autore ma davvero fantastica salta subito all'occhio dagli scaffali dell'edicola speriamo non deluda anche il suo contenuto  ;D

                  *

                  camera_nøve
                  Ombronauta

                  • ****
                  • Post: 953
                  • Un Pker nostalgico..
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3345
                    Risposta #8: Sabato 4 Gen 2020, 10:47:54
                    Topolino trovato in edicola già martedì 31 dicembre e divorato prima di capodanno, rabbrividendo per i disegni della Migheli.. immancabile la recensione settimanale del The Fisbio Show: https://youtu.be/BEefNHvbAu0
                    "Anche io una volta ero curioso..."

                    Il mio canale YouTube dedicato ai fumetti Disney: The Fisbio Show  SmMickey


                    @instafisbio su Instagram: https://www.instagram.com/instafisbio/

                    *

                    tang laoya
                    Cugino di Alf
                       (1)

                    • ****
                    • Post: 1062
                    • Mano rampante in campo altrui
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re:Topolino 3345
                      Risposta #9: Venerdì 10 Gen 2020, 01:44:52
                      Trovo elegantissimi i paperi di Zanchi con quelle loro forme affusolate e leggere. Encomio a Vitaliano per le nobildonne Serbellon, Mazzant e Vieen Dal Maar che mi hanno fatto morire. Arguto anche il cameo della Principessa di Casador.
                      Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

                      *

                      Cornelius Coot
                      Imperatore della Calidornia

                      • ******
                      • Post: 10057
                      • Mais dire Mais
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re:Topolino 3345
                        Risposta #10: Sabato 11 Gen 2020, 23:52:03
                        DoubleDuck - Corto circuito  (Episodio 1)
                        Il 'nuovo' DD senza l'Agenzia è circondato da una realtà meno 'glamour' e più quotidiana, fatta di mille lavoretti per sbancare il lunario; da questa situazione trae 'vantaggio mediatico' Liz Zago: la segretaria ha uno spazio maggiore, prima sacrificato dalla presenza preponderante di agenti segreti, spie, controspie, capi e viaggi intorno al mondo. Oltre a Qwerty, nuovo character somigliante ad un giovane Archimede che ha fatto il suo ingresso solo di recente. Anche Kay K (alias Red Primrose) ha un ruolo molto diverso da quello in cui l'avevamo conosciuta: è tornata ad essere una criminale internazionale, una pericolosa avversaria per l'ex collega DD.
                        Amelia befana per forza
                        La DeSpell continua ad essere 'vessata' da maghi e stregoni per la sua cronica difficoltà nel raggiungere l'obbiettivo che si è prefissata da (molto) tempo. Ragion per cui ogni ragione è buona per farle pagare un 'dazio' e questa volta la costringono a diventare una befana, operazione favorita anche dalla sua ottima conoscenza del paese dove andare ad agire: il Calisota. Divertente storia di Arrighini resa ancor più convincente dalle brillanti matite di Limido.
                        Pippo vs Nocciola - Il doppio delle metà
                        Questa nuova serie di un classico filone si caratterizza per la presenza di Gilberto, anch'egli poco incline (come lo zio) a dare credito alla strega. Situazione interessante sebbene la presenza di un altro stregone identico a Pippo (chissà perché, non era neanche un parente) non mi abbia convinto.
                        Miao - Con gli occhi di un gatto
                        Malachia è finalmente tornato con una storia tutta sua e sembra essere tornato anche a casa sua, che sarebbe quella di Paperino, grazie ad una esplosione nella casa di Paperoga che ha costretto il papero a dormire in tenda (situazione decisamente rifiutata da Malachia che ha preso la palla al balzo per richiamare Paperino al suo 'dovere'). Con una 'minaccia' finale da parte di Paperoga, però: "Appena ho sistemato, torno a prenderti!" "Senza fretta!" la risposta silenziosa del piccolo felino. Bravi Salati e Faccini (il suo Malachia è quello che più si avvicina all'originale dei '60, dopo diversi look poco convincenti da parte di altri disegnatori) ad aver ripreso un micio accantonato da troppo tempo.
                        Paperina e la casa armonica
                        Finalmente Paperoga paga per le catastrofiche invasioni in una simpatica breve di Bosco. La Migheli, che sfiora la sufficenza solo con i quacktonians, tende a infantilizzare anche i paperi adulti (o a invecchiarli, a seconda delle posture spesso curve e rattrappite, da artrosi avanzata). Nel nuovo corso di Bertani (che ha eliminato Luciano Gatto) non si capisce la presenza di questa disegnatrice: spero solo che il soggetto in questione sia uno degli ultimi lavori della precedente direzione, ancora da 'smaltire'.
                        Young Indiana
                        Questa nuova serie di sei episodi si concentra sugli anni del college frequentato dal cugino di Pippo (simpatico vedere i due in un quadretto con la zia Tessy) dove viene approfondito anche il personaggio di Kranz, all'epoca stranamente amico di 'Indy' (come viene chiamato Pipps) insieme ad un terzo compagno di origine nativa americana. Kranz sembra più alto ma è Indiana ad essere più basso: i due da adolescenti erano alti uguali e in seguito solo uno crescerà moltissimo.
                        « Ultima modifica: Domenica 12 Gen 2020, 00:43:31 da Cornelius Coot »

                        *

                        GioReb
                        Evroniano
                           (1)

                        • **
                        • Post: 115
                        • Sono un ammiratore del maestro Rebuffi
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (1)
                          Re:Topolino 3345
                          Risposta #11: Domenica 12 Gen 2020, 21:36:24
                          Mia breve opinione.  ;D

                          DoubleDuck Corto circuito - Elemento zero (Episodio 1): Piacevole ritorno del nostro agente segreto e soprattutto un Paperino alle pese con i vari debiti come ai bei vecchi tempi (anche se qui, finalmente si adopra in vari lavori anziché battere la fiacca). Considero invece una caduta di tono le due pistole a pagina 42 che a mio parere hanno inutilmente infantilizzato la storia. Buoni come sempre i disegni di Zanchi. Voto sospeso.

                          Amelia befana per forza: In genere non amo le storie natalizie di Topolino degli ultimi anni, tuttavia questa l'ho trovata divertente e originale (La Befana vien di notte con le scarpe tutte rotte...)  :D Certo però che Amelia se le va proprio a cercare: finalmente arrivata al decino, lo fa cadere come l'ultima delle impiastre! Voto 8.

                          Il coding a Paperopoli - Paperino e la riparazione a blocchi: Storia non eccezionale basata sulla programmazione informatica. Idem i disegni. Tuttavia anche qui ritroviamo il papero presuntuoso che ingarbuglia inutilmente le cose più semplici anzichè usare il buonsenso e i nipotini ormai rassegnati. Voto 7.

                          Pippo vs. Nocciola - Il doppio della metà: Questa storia ha il merito di farmi ritrovare la strega Nocciola, Pippo nonché il saccente nipote Gilberto. Inoltre, forse per la prima volta Pippo ha creduto - anche se a modo suo - alla fattucchiera. Non mi hanno convinto molto i disegni di D'Ippolto. Voto 7.

                          Paperina e la casa armonica: Il solito Paperoga e la solita parente che gli dà corda. Ma per una volta tanto si becca quello che merita. Voto 7.

                          Miao - Con gli occhi di un gatto: Che gioia ritrovare Malachia e, anche se per quattro sole vignette, Cip e Ciop!  :) :) :) Breve non eccezionale ma simpatica. Voto 8.

                          Young Indiana Tales - Il segreto del quadro (Episodio 1): Non ho mai amato questo genere di storie sulle presunte infanzie di questo o quell'altro personaggio. L'unico dettaglio degno di nota è il quadretto della quinta di pagina 153, che richiama un personaggio di Topolino degli anni '80 ovvero la zia Elisabetta, alias Betta alias Tessie. Voto 6 1/2.

                          In conclusione un numero magari non memorabile ma con varie chicche che lasciano ben sperare.  :)

                          GioReb

                           

                          Dati personali, cookies e GDPR

                          Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                          Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                          Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.