Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |
1 | |
4 | |
3 | |
Topolino 3358 - Recensione di Matteo Gumiero

Ottimo numero il 3358. La copertina ci porta a dedurre che sia Zucchero il grande protagonista del numero della settimana ma, fortunatamente, si tratta di un falso indizio. Di sicuro non leggerete da queste pagine l’ennesima filippica contro i Vip che fanno di volta in volta capolino sul settimanale, anche perché va certamente detto che il format scelto ormai da diverso tempo per queste occasioni (copertina + intervista) permette di dare sì un certo risalto all’ospite, ma anche di lasciarlo rapidamente da parte e concentrarsi sul resto del giornale. Il punto debole del numero in effetti può essere rintracciato proprio nelle tre brevi strip di una pagina poste a corredo dell’intervista al cantante reggiano. Nessuna infatti ci appare particolarmente ispirata. Ma passando oltre l’inserto musichereccio e nel resto del numero ci imbattiamo in una serie di storie tutte molto godibili. La storia di apertura del numero è Topolino e il richiamo dell’Outback, che vede una prova da autore completo di Beppe Zironi. La storia fa parte della serie Topolino giramondo ed è forse la più riuscita di questo ciclo. Il protagonista stavolta si trova a fronteggiare le difficoltà del deserto australiano ed è suo malgrado testimone di un rapimento. Possiamo notare un riferimento al celebre romanzo di Jack London Il richiamo della foresta sia nelle suggestioni evocate dal titolo, sia in alcuni rimandi nella trama. Il Topolino di Zironi è sempre gradevolissimo dal punto di vista grafico e il suo tratto graffiante è l’ideale per mostrare la natura selvaggia dell’inospitale territorio australiano. Si prosegue poi con la seconda storia di Marco Nucci e Stefano Intini con protagonista il personaggio di Newton Pitagorico. Anche stavolta il risultato è molto buono. Newton Pitagorico e la pistola aspira-arcobaleno è una storia divertente e ben costruita, che si prende il giusto respiro per raccontare gli avvenimenti e inserire piccole digressioni che vivacizzano la narrazione, fonte di ottime gag umoristiche. I disegni di Intini in questo senso sono ideali in quanto contribuiscono al tono allegro e scanzonato della storia. Allegria che lasciamo da parte nel leggere la quarta puntata di Area 15, la saga “teen” di Roberto Gagnor e Claudio Sciarrone. Buona fortuna Qua è una storia che fa della malinconia (unita ad un pizzico di sentimentalismo) la sua cifra stilistica, andando ad analizzare in maniera abbastanza verosimile i classici problemi di chi sta crescendo, mettendoli in rapporto alla loro controparte adulta (Paperino, in questo caso). La scelta di proporre metà della storia senza dialoghi accentua in maniera molto piacevole il dialogo che segue, in particolare il momento netto in cui paperino rompe il silenzio. Tuttavia la parte muta risulta un pochino macchinosa e non sempre immediata nella comprensione, soprattutto a causa delle vignette “disegnate”, francamente evitabili. Godibile anche Zio Paperone e la regola sregolata, una breve intelligente in cui Marco Bosco riesce, in poche pagine, a mostrare l’applicazione di una legge fondamentale del marketing: il principio di Pareto. Amendola non impressiona e risulta anzi particolarmente legnoso. Il numero si conclude con la storia in due parti Paperino e Paperoga in…una notte al deposito, che vede ai testi l’accoppiata Giorgio Fontana e Giulio D’Antona e ai disegni Federico Franzò ed Emanuele Virzì. Interessante l’idea di proporre il racconto di una stessa vicenda da due differenti punti di vista ed è simpatico anche il pretesto che fa da base all’intreccio. Il risultato è buono, anche se forse non mi sarebbe dispiaciuto trovare maggiore verve nella sceneggiatura e nei dialoghi perché questo buono spunto potesse essere sfruttato in maniera ancora migliore.
Insomma un numero in cui nessuna storia spicca in maniera particolare, ma solamente perché si tratta di tutte storie di buon livello, piacevoli da leggere e da commentare.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (23)
Esegui il login per votare

Topolino 3358

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Ottone
Bassotto

  • *
  • Post: 2
  • Esordiente
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:Topolino 3358
    Risposta #15: Giovedì 9 Apr 2020, 15:14:04
    Se in Australia è mattina a Topolinia è notte e una chiamata notturna allarma sempre.

    Per essere corretti, se in Australia è mattina, a Topolinia è pomeriggio. Il chiarimento voleva essere tra pomeriggio in Australia e notte a Topolinia?

    *

    Zironi
    Gran Mogol
       (1)

    • ***
    • Post: 633
    • Nuovo utente
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3358
      Risposta #16: Venerdì 10 Apr 2020, 07:20:26
      Per essere corretti, se in Australia è mattina, a Topolinia è pomeriggio. Il chiarimento voleva essere tra pomeriggio in Australia e notte a Topolinia?

      Giusto, hai ragione.
      Evidentemente Topolino era stanchissimo e si è alzato nel primo pomeriggio, il tempo di una doccia e passa mezzora, Minni va a letto moooolto presto, etc etc  :D

      *

      Volkabug
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1263
      • affezionato lettore
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3358
        Risposta #17: Martedì 14 Apr 2020, 18:29:14
        Grande Zironi  :D ottima prova, continua così! Adorabile il tuo Topolino, ma ottimi anche i deliziosi personaggi (e antagonisti) con cui si confronta! Una ventata d'aria fresca. Piccolo appunto: una Minni furiosa sul finale ci stava, con lo squillo della suoneria a rovinare il romanticismo del paesaggio e un piccolo balloon che mostrasse la sua faccia imbronciata.

        Sono riuscito a recuperare questo numero al volo prima che fosse di nuovo mercoledì, ci tenevo tanto dopo aver letto le recensioni positive. Non posso che lodare la storia di Sciarrone e Gagnor per l'originale impostazione narrativa. Come accennava qualcuno, pure io ho fatto un po' di fatica a comprendere il significato degli "ideogrammi" di Qua, ma sono anche questi il pezzo forte del tormento del personaggio. Devo dire che da tempo non vedevo una rappresentazione dei paperi così incisiva ed efficace nel rendere l'emozione e il sentimento, oserei dire che mi ricordano la grande espressività dei volti barksiani, ma non voglio esagerare: certo è che il talento comunicativo di Sciarrone lo sta innalzando ai vertici dei grandi maestri IMHO.

        Gradevole la storia disegnata da Amendola, interessante e assolutamente della lunghezza giusta... come dovrebbero essere anche le storielle con Pippo che fa affari.

        Riguardo alla conclusiva, anche io ho apprezzato sia i disegni che il soggetto, ma credo che ciò che non ha funzionato non sia stata tanto la lunghezza eccessiva, quanto il personaggio di Paperoga: al termine del primo tempo ero assolutamente curioso di leggere la versione del secondo cugino, poiché, nonostante tutte le varie conclusioni fossero in linea di massima prevedibili, mi ero divertito molto a gustarmi le peripezie di Paperino contro un nemico immaginario; tuttavia, la seconda parte è venuta a noia semplicemente perché Paperoga non convinceva, avrei preferito infatti una versione più "facciniana" o "pezziniana" del simpatico papero, con un umorismo basato quindi sulla graziosa sbadataggine e spirito naif del cugino, e non su arzigogolate elucubrazioni quali quelle che abbiamo visto. Abbastanza telefonato ed evitabile anche il finale dello zione.

        E per quanto riguarda Newton Pitagorico, ottima serie! Trovo perfetta l'accoppiata Nucci/Intini, quest'ultimo assolutamente in piena forma. Direi la più divertente ed entusiasmante del numero.
        Micropaperi! Dove siete?

        *

        GioReb
        Giovane Marmotta

        • **
        • Post: 141
        • Sono un ammiratore del maestro Rebuffi
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3358
          Risposta #18: Martedì 14 Apr 2020, 21:31:51
          Rece un po' tardiva.  ;)

          -Topolino e il richiamo dell’outback - Premetto che non sono estimatore dei disegni di Zironi, troppo piatti e abbozzati per i miei gusti. Anche la storia non l'ho trovata un gran che, per certi tratti inutilmente stucchevole e con ingenuità che non pensavo di trovare ancora nel 2020: Topolino impara in un paio di vignette a usare con maestria il boomerang meglio di un aborigeno e, peggio ancora con esso spaccare di netto una mazza da baseball che per giunta torna indietro dopo aver colpito l'obieettivo (e che è, il Grande Boomerang del Grande Mazinga!?!???). E con il cellulare che squilla nel momento più inopportuno, non si capisce se Topolino stia scherzando o parlando sul serio quando dice che deve assolutamente rispondere alla sua fidanzata... Voto 6- .

          -Newton Pitagorico e la pistola aspira-arcobaleno - Vedo con piacere che stanno tornando poco alla vlta personaggi che pensavo orma definitivamente caduti nel dimenticatoio come Cip&Ciop, Malachia e qui il nipote genietto - buon sangue non mente - ma ancora inesperto e pasticcione di Archimede Pitagorico. Storia simpatica perlopiù incentrata sul senso di inferiorità del nipote nei confronti dello zio dimenticando l'importanza degli anni di esperienza (e con un pizzico di presunzione che fa trascurare la soluzione più semplice per risolvere i problemi più complessi). I disegni di Intini aggiungono sempre quella comicità che non guasta mai in questo genere di storie. Voto 8.

          -Area 15 - Buona fortuna Qua - Come già detto più volte, non ho mai amato le storie pseudoadolescenziali che il più delle volte finiscono nel cadere nello stucchevole. Ma questa vede finalmente un normale adolescente, Qua, confidare i propri problemi con il suo adulto di riferimento ovvero lo zio Paperino che nonostante i mille impegni trova il tempo per dedicarsi a lui. Complici i disegni di Sciarrone, è stata per me una delle migliori storie degli ultimi tempi. Voto 9 1/2.

          -Zio Paperone e la regola sregolata - Breve che lascia un poco perplessi, in effetti il riccastro avrebbe potuto spiegarsi decisamente meglio. Voto 6/7

          -Paperino e Paperoga in…una notte al deposito - Storia forse prevedibile ma ugualmente divertente. Personalmente ho preferito i disegni di Franzò. Voto 8

          Nel complesso un buon numero.

          GioReb

          *

          Volkabug
          Cugino di Alf

          • ****
          • Post: 1263
          • affezionato lettore
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re:Topolino 3358
            Risposta #19: Martedì 14 Apr 2020, 22:35:02
            Rece un po' tardiva.  ;)

            -Topolino e il richiamo dell’outback - Premetto che non sono estimatore dei disegni di Zironi, troppo piatti e abbozzati per i miei gusti. Anche la storia non l'ho trovata un gran che, per certi tratti inutilmente stucchevole e con ingenuità che non pensavo di trovare ancora nel 2020: Topolino impara in un paio di vignette a usare con maestria il boomerang meglio di un aborigeno e, peggio ancora con esso spaccare di netto una mazza da baseball che per giunta torna indietro dopo aver colpito l'obieettivo (e che è, il Grande Boomerang del Grande Mazinga!?!???). E con il cellulare che squilla nel momento più inopportuno, non si capisce se Topolino stia scherzando o parlando sul serio quando dice che deve assolutamente rispondere alla sua fidanzata... Voto 6- .


            Beh de gustibus per i disegni, ma riguardo all'ingenuità ricorda sempre che siamo di fronte a un fumetto con un certo target... esiste la sospensione dell'incredulità; il titolare della rivista è un topo eroico e in gamba che in qualche modo se la cava sempre, nel 1930 con Gottfredson come nel 2020 con Zironi. Del resto, all'interno di una sola storia, in mezzo a tutte le varie vicende da affrontare, l'autore è riuscito a inserire la scena con il boomerang ben due volte, così da mostrarci Mickey dapprima fallire e poi eccellere; molti gli avrebbero fatto fare centro al primo colpo solo perché è lui. Io anzi proprio per questi particolari evidenziati apprezzo particolarmente questo lavoro di Zironi.
            Micropaperi! Dove siete?

            *

            conker
            Diabolico Vendicatore

            • ****
            • Post: 1876
            • Listen to many, speak to a few.
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3358
              Risposta #20: Mercoledì 22 Apr 2020, 16:28:59
              come da un po' di Topolino a questa parte, la prima metà del giornalino tende a essere molto piacevole... la seconda decisamente meno

              belli gli scorci australiani tratteggiati da Zironi nella storia di apertura in una storia che ha buon ritmo e non annoia mai, ho molto apprezzato in alcuni frangenti l'uso più libero della gabbia... Nucci/Intini confermano la perfetta sinergia di questo team creativo con un altro episodio divertentissimo in cui l'umorismo dei testi si fonde con quello visivo, anche qui i personaggi "secondari" (dai granchietti di Coccodega Bay ai pennuti di questa storia) contribuiscono notevolmente alla vis comica della storia... Area 15 in un episodio che tocca diverse corde, comico, sentimentale ma non stucchevole, finanche filosofico e poetico (alcune sbavature grafiche, tipo Qua che esce di casa salutando Quo e Qua? o le proporzioni del deposito rispetto ai paperi che sembra piccolissimo durante l'attacco di Amelia ed enorme qualche pagina più avanti, non inficiano comunque la bontà complessiva)
              "Si 50 millions de personnes disent une bêtise, c'est quand même une bêtise." - Anatole France

              *

              Dada75
              Brutopiano

              • *
              • Post: 43
              • Disneyana dalla nascita
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3358
                Risposta #21: Venerdì 1 Mag 2020, 21:05:44
                Non avevo avuto ancora modo di leggere il numero, ora che l'ho fatto lasciatemi dire: l'episodio di Area 15 è proprio un piccolo capolavoro! Ho avuto voglia di rileggerla appena l'ho finita, bellissima atmosfera, ottima caratterizzazione dei personaggi e azzeccatissima la scelta di proporre la prima parte della storia in forma "muta".
                Insomma, una storia che ho davvero adorato!
                Disneyani si nasce ed io, modestamente, lo nacqui!

                 

                Dati personali, cookies e GDPR

                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.