Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |
1 | |
I Grandi Classici 53 - Recensione di Dominatore delle Nuvole

Come capitato più di una volta, la copertina del numero di maggio (che fedeli ai nostri princìpi recensiamo a fine giugno) è una (bella) rielaborazione da parte di Giorgio Cavazzano dei disegni di una storia di… Giorgio Cavazzano. Significativa la differenza di stile nei ventidue anni che intercorrono tra la pubblicazione di Zio Paperone e la galassia dei profeti indovini, e questa sua quinta ristampa (o sesta, se si vuol contare una delle mitiche Raccolte Topolino): allora era all’apice della “linea curva”, scolpita nella memoria dei lettori in un dinamico classicismo che ha fatto storia; negli anni Duemila molti ricorderanno il progressivo e peculiarissimo geometrizzatarsi in uno stile terso e dalla recitazione impeccabile; e infine ecco la graduale fluidificazione rispetto a quel rigore geometrico, tipica degli anni Dieci, con linee più differenziate e corpi lievemente più compatti: quasi un ritorno agli anni Novanta in questo secondo aspetto, ma molto diverso nell’economia della tavola a vantaggio della recitazione, retaggio appunto della stagione immediatamente precedente. Fino allo stile attuale, quello di questa copertina appunto, che sembra transitare dopo tanto tempo verso linee più appuntite e che promette una nuova interessante stagione del Maestro di Cannaregio. La storia, opera di Rodolfo Cimino, ha uno spunto molto originale dal sapore barksiano, con uno sviluppo forse poco movimentato ma con un arguto cavillo logico-giuridico finale. Buona la prova del collaudato duo Dick Kinney & Al Hubbard in Paperoga cacciatore degli abissi, in cui il decisivo valore aggiunto alla storia è rappresentato dall’indipendenza morale e argomentativa… del gatto Malachia. Dopo una azzeccata quando leggera one-page dei prolificissimi Vic Lockman e Tony Strobl (con le immancabili chine di John Liggera, quelle stesse che a parere di chi scrive ci hanno consegnato uno Strobl al di sotto delle sue possibilità) ecco Le Tops Stories: Topolino e la caverna di Alì Babà è una buona storia del ciclo, forse non la migliore, ma con il pregio di una buona e sostanziosa elaborazione. E cogliamo l’occasione per segnalare ai più distratti del materiale davvero interessante: una succosissima conversazione con Giorgio Pezzin, datata 23-24 maggio 2020, ad opera di Fabio Del Prete; qui e qui le due parti dell’intervista, densa di informazioni anche molto personali e talvolta molto divertenti sull’opera dell’autore veneto e su questo ciclo di storie in particolare, compreso l’enigma del fantomatico “finale”. Nulla più di uno spunto, condito dai sempre funambolici (è il caso di dirlo) disegni di Carl Barks, Paperino e la gara di sci acquatico; e assai bella a parere di chi scrive, nel suo continuo straniamento, Ser Lock e il furto d’auto: gli autori non sono riportati né sull’albo né sull’Inducks, ma il disegnatore è certamente lo stesso di molti degli episodi di Ser Lock, ossia un membro del Jaime Diaz Studio. L’assenza dell’informazione è forse da imputarsi al fatto che la prima pubblicazione di questa storia avvenne per motivazioni che ignoriamo su un settimanale jugoslavo il quale, come Topolino per lungo tempo, non pare aver segnato i nomi degli autori nella prima tavola. Come rubare un’auto Si vola meno alto con Pippo e la superfantasia, di Alfredo Saio e Andreina Repetto, soprattutto per i disegni – spiace dirlo – veramente statici di Sandro Dossi. Degne di grande interesse invece le Superstar: anzitutto Archimede e la superventosa, piccola perla della fortunata collaborazione tra Michele Gazzarri e Giovan Battista Carpi ai testi (però su soggetto del Walt Disney Program), che chi scrive ricorda di aver letto a suo tempo sulle mitiche Imperdibili. Un po’ più debole Paperino re delle banane (autore ignoto, disegni del veterano Jack Bradbury), che paga una impostazione al risparmio della trama, ma beneficia di alcune trovate che in altro contesto avrebbero fatto buona figura. Una strana antesignana di Miss Paperett e il Commendator de’ Paperoni in una gagliarda distonia prospettica Ma a fare la parte del leone in questo numero è Paperino nel mare di Groenlandia, la prima storia di Giuseppe Perego con i paperi e seconda in assoluto (siamo nel 1952) dopo l’immaginifica Topolino e il satellite artificiale. Un profluvio di gloriose storture, inquadrature incerte e volti irriconoscibili in cui lentamente, a forza di sbozzare, comincia ad emergere lo stile dell’autore che ben conosciamo e che avrebbe goduto della sua migliore stagione negli anni immediatamente successivi. Una vera perla per gli appassionati che coinvolge ovviamente anche la storia, opera dell’allora factotum Guido Martina, piena di spostamenti e battute imprevedibili, oltre che di situazioni estreme veramente ben imbandite, e che suscitano più volte il riso tipico del dolce straniamento. Il tutto con in sottofondo l’ombra di un atavico nemico di Qui Quo e Qua, tipico del suo tempo: il tremendo olio di fegato di merluzzo usato a scopo curativo. Di segno opposto – ma ancor più bella, nella sua perfetta misura ritmica – la storia conclusiva, Zio Paperone e il monte degli eremiti, sempre di Guido Martina, con un Luciano Bottaro decisamente in gran forma. Noi ci fermiamo qui, in colpevolissimo ritardo come sempre, e vi diamo appuntamento al prossimo numero… che è già in edicola! Buona lettura! Quanto disinteressato affetto…

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (4)
Esegui il login per votare

I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Geronimo
Giovane Marmotta
   (4)

  • **
  • Post: 134
    • Offline
    • Mostra profilo
    • Canale Youtube
   (4)
    I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
    Lunedì 18 Mag 2020, 21:26:40
    Ricco, ma non abbastanza... Cannatella
    Zio Paperone e la galassia dei profeti indovini   Cimino/Cavazzano
    Paperoga cacciatore degli abissi  Kinney / Hubbard
    Pico De Paperis e il premio inadatto Lockman/ Strobl ( chine di Liggera)
    Le Tops Stories - Topolino e la caverna di Alì Babà Pezzin/ Massimo De Vita
    Paperino e la gara di sci acquatico Barks
    Ser Lock e il furto d'auto
    Pippo e la superfantasia Saio- Repetto/ Dossi 
    STORIE SUPERSTAR - In dono agli abbonati Boschi
    La superventosa di Archimede Studio Disney - Gazzarri/ Carpi
    Paperino re delle banane ?/ Bradbury
    Paperino nel mare di Groenlandia Martina/ Perego
    Zio Paperone e il monte degli eremiti Martina/Bottaro 
    « Ultima modifica: Lunedì 18 Mag 2020, 21:36:27 da Geronimo »
    Luca Giacalone

    *

    Baraquack
    Papero del Mistero
       (1)

    • **
    • Post: 220
    • Riprendete assolutamente le TOPOSTORIE
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
      Risposta #1: Lunedì 18 Mag 2020, 23:12:23
      mi lasciano sempre in dubbio le brevi americane di 6-7 pagine che vedo presenti anche in questo numero e dire che ci sarebbe tanto materiale da ripescare sui topolini anni 60 -70-80-90
      come faccio a mettere immagine qui

      *

      Gus Goose
      Giovane Marmotta

      • **
      • Post: 161
      • Disneyano ritrovato
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
        Risposta #2: Lunedì 18 Mag 2020, 23:18:37
        Urca... Paperino nel mare di Groenlandia!  Era da un po' che volevo recuperare questa vecchia storia che mi sembra la più interessante dell'albo, anche per il modo in cui fu realizzata da Perego, in uno stile evidentemente barksiano e differente da quello che adotto' nelle storie successive

          Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
          Risposta #3: Mercoledì 20 Mag 2020, 19:52:06
          E' più un numero da "studio" che non da puro piacere di lettura.
          Ci sono storie curiose e molto antiche ed un Cimino un po' decotto di fine anni '90.
          Manca una bella storia lunga come quella dello scorso numero dei ribelli di Brillifrilly.
          Solo per filologi.
          ...ho la febbre, ma ti porto fuori a bere...

          *

             (1)

          • *
          • Post: 55
          • Viva Topolinia!
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
            Risposta #4: Mercoledì 20 Mag 2020, 20:46:33
            Bel numero! Quasi quasi lo prendo! Soprattutto per leggere la storia della coppia Cimino-Cavazzano ed anche per "Paperino nel mare di Groenlandia"
            Aiotto! Aiotto! Sono... Crack! https://inducks.org/story.php?c=I+TL+1834-AP

            *

            Baraquack
            Papero del Mistero

            • **
            • Post: 220
            • Riprendete assolutamente le TOPOSTORIE
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
              Risposta #5: Giovedì 21 Mag 2020, 22:55:55
              Giusto,manca una storia a puntate, oltre ai consueti difetti che ho spiegato poco sopra
              come faccio a mettere immagine qui

              *

              Max
              Cugino di Alf

              • ****
              • Post: 1144
              • Appassionato Disney
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                Risposta #6: Venerdì 22 Mag 2020, 14:36:45
                mi lasciano sempre in dubbio le brevi americane di 6-7 pagine che vedo presenti anche in questo numero e dire che ci sarebbe tanto materiale da ripescare sui topolini anni 60 -70-80-90
                Il tuo dubbio è semplicemente grottesco. Se tutti ragionassero come te allora occorrerebbe ristampare solo storie lunghe, ma sappiano bene, invece, che ad una storia breve non corrisponde necessariamente una bassa qualità né uno scarso valore storico. I Grandi Classici cercano di realizzare il miglior compromesso possibile ospitando, nel limitato spazio disponibile, una selezione variegata di storie che abbracciano almeno cinquant'anni e con una miriade di autori e personaggi.

                *

                Baraquack
                Papero del Mistero

                • **
                • Post: 220
                • Riprendete assolutamente le TOPOSTORIE
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                  Risposta #7: Venerdì 22 Mag 2020, 21:19:14
                  si, pero´ ci sono storie  lunghe meritevoli di pubblicazione  che ancora non hanno visto la luce su questa testata
                  come faccio a mettere immagine qui

                  *

                  Max
                  Cugino di Alf

                  • ****
                  • Post: 1144
                  • Appassionato Disney
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                    Risposta #8: Sabato 23 Mag 2020, 08:53:22
                    si, pero´ ci sono storie  lunghe meritevoli di pubblicazione  che ancora non hanno visto la luce su questa testata
                    Arriveranno senz'altro. Non è un buon motivo per eliminare le brevi, che sono già una minoranza.

                      Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                      Risposta #9: Sabato 23 Mag 2020, 20:06:06
                      si, pero´ ci sono storie  lunghe meritevoli di pubblicazione  che ancora non hanno visto la luce su questa testata

                      Sono d'accordo con te.
                      A mio modo di vedere la riproposta di storielle brevi americane fa un po' a pugni con il nome della testata che lascia supporre la sola presenza di "Grandi Classici". E le brevi americane non lo sono certamente.

                      Mi domando quando inizieranno a mettere in modo non sporadico i capolavori di Casty e Mezzavilla, insomma le belle storie ormai classiche (appunto) degli anni '90 e (almeno) '00.
                       
                      « Ultima modifica: Sabato 23 Mag 2020, 21:14:19 da MarioCX »
                      ...ho la febbre, ma ti porto fuori a bere...

                      *

                      Max
                      Cugino di Alf

                      • ****
                      • Post: 1144
                      • Appassionato Disney
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                        Risposta #10: Sabato 23 Mag 2020, 22:04:47

                        [...] Sono d'accordo con te.
                        A mio modo di vedere la riproposta di storielle brevi americane fa un po' a pugni con il nome della testata che lascia supporre la sola presenza di "Grandi Classici". E le brevi americane non lo sono certamente.

                        Mi domando quando inizieranno a mettere in modo non sporadico i capolavori di Casty e Mezzavilla, insomma le belle storie ormai classiche (appunto) degli anni '90 e (almeno) '00.

                        Se è per questo, anche una buona parte delle storie italiane più lunghe di solito pubblicate non sono grandi classici. Se avessero dovuto seguire il ragionamento del nome della testata corrispondente al contenuto, allora questa, di testata, avrebbe dovuto chiudere da un pezzo, mentre ad esempio Zio Paperone (1987-2008) avrebbero dovuto ospitare solo storie del personaggio in questione oppure cambiare nome, e così via. La destinazione dei Grandi Classici invece è stata ben presto definita nella ripubblicazione di storie del passato non recente, a differenza dei Classici che invece ripubblicano storie meno lontane nel tempo, e con la parola "Grandi" che appare riferirsi più alla foliazione che alla particolarità delle storie contenute di essere dei best seller. Con gli anni questa differenziazione si è sempre più consolidata, portando le due testate ad occuparsi di fasce temporali nettamente separate fra loro, con un orizzonte entro i 20 anni circa indietro per i Classici e di oltre 20 anni per i Grandi Classici, i quali, peraltro, da tempo ormai cercano di presentare selezioni il più possibile variegate, per offrire un'ampia panoramica di quanto veniva pubblicato, riservando uno spazio fisso a quelle storie pre-1961/1962 che, forse proprio perché uscite originariamente con alternanza di pagine a colori ed in b/n, prima venivano ospitate molto di rado. Sono state affiancate così alle storie memorabili di grande qualità anche altre minori meno ristampate, fra cui alcune che sono dei veri e propri reperti d'archivio. Ma sta proprio nella varietà la forza della testata, dato che riesce ad offrire ogni mese un compromesso accettabile sia da chi cerca la qualità, sia da chi cerca storie rare. Fosse per me ripubblicherei solo le rare, altri solo quelle di qualità, ma entrambe le politiche sarebbero fallimentari.

                        Riguardo le storie di Mezzavilla e Casty, per le prime probabilmente c'è spazio, mentre le seconde sono ancora troppo recenti. Andrebbero benissimo per i Classici.
                        « Ultima modifica: Sabato 23 Mag 2020, 22:09:40 da Max »

                          Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                          Risposta #11: Sabato 23 Mag 2020, 22:35:18

                          Riguardo le storie di Mezzavilla e Casty, per le prime probabilmente c'è spazio, mentre le seconde sono ancora troppo recenti. Andrebbero benissimo per i Classici.

                          Mezzavilla è stato già ristampato sui Grandi Classici sebbene sporadicamente ad esempio qui:

                          https://inducks.org/issue.php?c=it%2FGCD+323

                          Si tratta della vecchia serie dei GCD, ma lo spirito è lo stesso della nuova.
                          ...ho la febbre, ma ti porto fuori a bere...

                          *

                          Maximilian
                          Dittatore di Saturno

                          • *****
                          • Post: 3332
                          • Innamorato di Bill Walsh
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                            Risposta #12: Domenica 24 Mag 2020, 17:09:49
                            E' più un numero da "studio" che non da puro piacere di lettura.
                            Ci sono storie curiose e molto antiche ed un Cimino un po' decotto di fine anni '90.
                            Manca una bella storia lunga come quella dello scorso numero dei ribelli di Brillifrilly.
                            Solo per filologi.
                            Beh, c'è anche Pezzin al suo meglio

                            *

                            Ciube27
                            Evroniano
                               (1)

                            • **
                            • Post: 122
                            • Perché ti interessi al passato? Cerco risposte.
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                              Risposta #13: Venerdì 29 Mag 2020, 08:33:06
                              Rispetto al numero 50 (l'ultimo che avevo acquistato), queston purtroppo non mi ha particolarmente estusiasmato. Mi sono piaciute le storie di Cimino, Pezzin e la prima di Martina. Tutte le altre le ho trovate abbastanza prive di mordente.
                              Pippo e la superfantasia l'ho trovata difficile da leggere forse per il fatto di non aver capito
                              Spoiler: mostra
                              perché Nocciola si sente in dovere di ricompensare Pippo? Per aver ballato una Polka?  :o
                              Oltre a non capire in cosa consiste effettivamente questa ricompensa.
                              Lettore convinto...

                              *

                              Gus Goose
                              Giovane Marmotta

                              • **
                              • Post: 161
                              • Disneyano ritrovato
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                Risposta #14: Sabato 30 Mag 2020, 09:31:39
                                Sui volumi "in dono agli abbonati"  c'e' da dire che questi non erano solamente riservati a chi sottoscriveva un abbonamento a Topolino, ma potevano essere scelti come "regalo" anche da chi si abbonava a qualsiasi altra rivista Mondadori di quei tempi e questo a cominciare già dal primo volume della serie.

                                *

                                Baraquack
                                Papero del Mistero

                                • **
                                • Post: 220
                                • Riprendete assolutamente le TOPOSTORIE
                                  • Offline
                                  • Mostra profilo

                                  Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                  Risposta #15: Domenica 31 Mag 2020, 20:07:33
                                  vorrei un parere da chi ha letto il volume,se e ´ davvero un bel numero o preponderano storie di poco conto
                                  come faccio a mettere immagine qui

                                  *

                                  Max
                                  Cugino di Alf
                                     (1)

                                  • ****
                                  • Post: 1144
                                  • Appassionato Disney
                                    • Offline
                                    • Mostra profilo
                                     (1)
                                    Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                    Risposta #16: Giovedì 25 Giu 2020, 15:40:41
                                    Spero di non essere il solo curioso di scoprire i dialoghi originali che sono stati censurati in Paperino nel mare di Groenlandia.

                                    *

                                    Mister Felicità
                                    Brutopiano
                                       (1)

                                    • *
                                    • Post: 53
                                    • Disgustosa ostentazione di plutocratica sicumera!
                                      • Offline
                                      • Mostra profilo
                                       (1)
                                      Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                      Risposta #17: Venerdì 26 Giu 2020, 13:55:31
                                      Mi sembra che al posto dei "bokkoni di likeni" ci fosse un "kane akkoppato", almeno nella versione apparsa sull'omaggio per gli abbonati "Le grandi storie di Qui Quo Qua".
                                      « Ultima modifica: Venerdì 26 Giu 2020, 13:57:25 da Mister Felicità »
                                      Spero non si perda di vista che tutto è cominciato con un topo! (Walt Disney)

                                      *

                                      rikki-tikki-tavi
                                      Pifferosauro Uranifago
                                         (7)

                                      • ***
                                      • Post: 517
                                      • Esordiente
                                        • Offline
                                        • Mostra profilo
                                         (7)
                                        Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                        Risposta #18: Venerdì 26 Giu 2020, 15:03:58
                                        Mi sembra che al posto dei "bokkoni di likeni" ci fosse un "kane akkoppato", almeno nella versione apparsa sull'omaggio per gli abbonati "Le grandi storie di Qui Quo Qua".
                                        Si, in origine era "io akkoppato uno kane  mia slitta! Kosì prokurato karne per voi!"
                                        Ed è diventato "Sono bokkoni di likeni.Buoni eh?"
                                        Ma anche altri dialoghi, dove "skuisiti bokkoni  karne"  diventano "bokkoncini" poi ancora "...non potere sostituire kane akkoppato" è " non potere aiutare kani da slitta".
                                        E Paperino che si rivolgeva ad un cane che lo stava leccando diceva " sudicia bestiaccia" ora è "da bravo, smetti!"
                                        I merluzzi non sono "arpionati" ma "pescati" e non vengono "passati allo strizzatoio" ma "passati in questa macchina".
                                        Anche dei dialoghi di Paperone che fuma un sigaro avana sono stati censurati.
                                        Mi domando allora perché scrivere in apertura del volume che le storie sono ristampate nella loro interezza come apparse nella loro prima pubblicazione.

                                        *

                                        Gus Goose
                                        Giovane Marmotta

                                        • **
                                        • Post: 161
                                        • Disneyano ritrovato
                                          • Offline
                                          • Mostra profilo

                                          Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                          Risposta #19: Domenica 28 Giu 2020, 11:07:40
                                          Mi sembra che al posto dei "bokkoni di likeni" ci fosse un "kane akkoppato", almeno nella versione apparsa sull'omaggio per gli abbonati "Le grandi storie di Qui Quo Qua".
                                          Si, in origine era "io akkoppato uno kane  mia slitta! Kosì prokurato karne per voi!"
                                          Ed è diventato "Sono bokkoni di likeni.Buoni eh?"
                                          Ma anche altri dialoghi, dove "skuisiti bokkoni  karne"  diventano "bokkoncini" poi ancora "...non potere sostituire kane akkoppato" è " non potere aiutare kani da slitta".
                                          E Paperino che si rivolgeva ad un cane che lo stava leccando diceva " sudicia bestiaccia" ora è "da bravo, smetti!"
                                          I merluzzi non sono "arpionati" ma "pescati" e non vengono "passati allo strizzatoio" ma "passati in questa macchina".
                                          Anche dei dialoghi di Paperone che fuma un sigaro avana sono stati censurati.
                                          Mi domando allora perché scrivere in apertura del volume che le storie sono ristampate nella loro interezza come apparse nella loro prima pubblicazione.
                                          Che tristezza.... come stravolgere o meglio deturpare una vecchia e rara storia nel nome di un "fumettisticamente corretto" che non ha senso.

                                          *

                                             (2)

                                          • ****
                                          • Post: 1399
                                          • Guazzabù!
                                            • Offline
                                            • Mostra profilo
                                             (2)
                                            I Grandi Classici 53
                                            Risposta #20: Domenica 28 Giu 2020, 17:24:03
                                            Recensione I Grandi Classici 53


                                             Come capitato più di una volta, la copertina del numero di maggio (che fedeli ai nostri princìpi recensiamo a fine giugno) è una (bella) rielaborazione da parte di Giorgio Cavazzano dei disegni di una storia di… Giorgio Cavazzano. Significativa la differenza di stile nei ventidue anni che intercorrono tra la pubblicazione di Zio Paperone e la galassia dei profeti indovini, e questa sua quinta ristampa (o sesta, se si vuol contare una delle mitiche Raccolte Topolino): allora era all’apice della “linea curva”, scolpita nella memoria dei lettori in un dinamico classicismo che ha fatto storia; negli anni Duemila molti ricorderanno il progressivo e peculiarissimo geometrizzatarsi in uno stile terso e dalla recitazione impeccabile; e infine ecco la graduale fluidificazione rispetto a quel rigore geometrico, tipica degli anni Dieci, con linee più differenziate e corpi lievemente più compatti: quasi un ritorno agli anni Novanta in questo secondo aspetto, ma molto diverso nell’economia della tavola a vantaggio della recitazione, retaggio appunto della stagione immediatamente precedente. Fino allo stile attuale, quello di questa copertina appunto, che sembra transitare dopo tanto tempo verso linee più appuntite e che promette una nuova interessante stagione del Maestro di Cannaregio.

                                             La storia, opera di Rodolfo Cimino, ha uno spunto molto originale dal sapore barksiano, con uno sviluppo forse poco movimentato ma con un arguto cavillo logico-giuridico finale.

                                             Buona la prova del collaudato duo Dick Kinney & Al Hubbard in Paperoga cacciatore degli abissi, in cui il decisivo valore aggiunto alla storia è rappresentato dall’indipendenza morale e argomentativa… del gatto Malachia.

                                             Dopo una azzeccata quando leggera one-page dei prolificissimi Vic Lockman e Tony Strobl (con le immancabili chine di John Liggera, quelle stesse che a parere di chi scrive ci hanno consegnato uno Strobl al di sotto delle sue possibilità) ecco Le Tops Stories: Topolino e la caverna di Alì Babà è una buona storia del ciclo, forse non la migliore, ma con il pregio di una buona e sostanziosa elaborazione. E cogliamo l’occasione per segnalare ai più distratti del materiale davvero interessante: una succosissima conversazione con Giorgio Pezzin, datata 23-24 maggio 2020, ad opera di Fabio Del Prete; qui e qui le due parti dell’intervista, densa di informazioni anche molto personali e talvolta molto divertenti sull’opera dell’autore veneto e su questo ciclo di storie in particolare, compreso l’enigma del fantomatico “finale”.

                                             Nulla più di uno spunto, condito dai sempre funambolici (è il caso di dirlo) disegni di Carl Barks, Paperino e la gara di sci acquatico; e assai bella a parere di chi scrive, nel suo continuo straniamento, Ser Lock e il furto d’auto: gli autori non sono riportati né sull’albo né sull’Inducks, ma il disegnatore è certamente lo stesso di molti degli episodi di Ser Lock, ossia un membro del Jaime Diaz Studio. L’assenza dell’informazione è forse da imputarsi al fatto che la prima pubblicazione di questa storia avvenne per motivazioni che ignoriamo su un settimanale jugoslavo il quale, come Topolino per lungo tempo, non pare aver segnato i nomi degli autori nella prima tavola.

                                             
                                            Come rubare un’auto

                                             Si vola meno alto con Pippo e la superfantasia, di Alfredo Saio e Andreina Repetto, soprattutto per i disegni – spiace dirlo – veramente statici di Sandro Dossi.

                                             Degne di grande interesse invece le Superstar: anzitutto Archimede e la superventosa, piccola perla della fortunata collaborazione tra Michele Gazzarri e Giovan Battista Carpi ai testi (però su soggetto del Walt Disney Program), che chi scrive ricorda di aver letto a suo tempo sulle mitiche Imperdibili. Un po’ più debole Paperino re delle banane (autore ignoto, disegni del veterano Jack Bradbury), che paga una impostazione al risparmio della trama, ma beneficia di alcune trovate che in altro contesto avrebbero fatto buona figura.

                                             
                                            Una strana antesignana di Miss Paperett e il Commendator de’ Paperoni in una gagliarda distonia prospettica

                                            Ma a fare la parte del leone in questo numero è Paperino nel mare di Groenlandia, la prima storia di Giuseppe Perego con i paperi e seconda in assoluto (siamo nel 1952) dopo l’immaginifica Topolino e il satellite artificiale. Un profluvio di gloriose storture, inquadrature incerte e volti irriconoscibili in cui lentamente, a forza di sbozzare, comincia ad emergere lo stile dell’autore che ben conosciamo e che avrebbe goduto della sua migliore stagione negli anni immediatamente successivi.

                                             Una vera perla per gli appassionati che coinvolge ovviamente anche la storia, opera dell’allora factotum Guido Martina, piena di spostamenti e battute imprevedibili, oltre che di situazioni estreme veramente ben imbandite, e che suscitano più volte il riso tipico del dolce straniamento. Il tutto con in sottofondo l’ombra di un atavico nemico di Qui Quo e Qua, tipico del suo tempo: il tremendo olio di fegato di merluzzo usato a scopo curativo.

                                             Di segno opposto – ma ancor più bella, nella sua perfetta misura ritmica – la storia conclusiva, Zio Paperone e il monte degli eremiti, sempre di Guido Martina, con un Luciano Bottaro decisamente in gran forma.

                                             Noi ci fermiamo qui, in colpevolissimo ritardo come sempre, e vi diamo appuntamento al prossimo numero… che è già in edicola! Buona lettura!

                                             
                                            Quanto disinteressato affetto…



                                            Voto del recensore: 4/5
                                            Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
                                            http://www.papersera.net/wp/2020/06/28/i-grandi-classici-53/

                                              Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                              Risposta #21: Domenica 28 Giu 2020, 17:29:56
                                              In colpevole ritardo, la recensione... e potete sperimentare anche la nuova funzionalità che pubblica automaticamente la recensione qui nel topic, per commentarla.

                                              Buona lettura!

                                                Re:I Grandi Classici Disney n. 53 - Maggio 2020
                                                Risposta #22: Domenica 28 Giu 2020, 17:30:40
                                                Mi sembra che al posto dei "bokkoni di likeni" ci fosse un "kane akkoppato", almeno nella versione apparsa sull'omaggio per gli abbonati "Le grandi storie di Qui Quo Qua".
                                                Si, in origine era "io akkoppato uno kane  mia slitta! Kosì prokurato karne per voi!"
                                                Ed è diventato "Sono bokkoni di likeni.Buoni eh?"
                                                Ma anche altri dialoghi, dove "skuisiti bokkoni  karne"  diventano "bokkoncini" poi ancora "...non potere sostituire kane akkoppato" è " non potere aiutare kani da slitta".
                                                E Paperino che si rivolgeva ad un cane che lo stava leccando diceva " sudicia bestiaccia" ora è "da bravo, smetti!"
                                                I merluzzi non sono "arpionati" ma "pescati" e non vengono "passati allo strizzatoio" ma "passati in questa macchina".
                                                Anche dei dialoghi di Paperone che fuma un sigaro avana sono stati censurati.
                                                Mi domando allora perché scrivere in apertura del volume che le storie sono ristampate nella loro interezza come apparse nella loro prima pubblicazione.


                                                Interessantissima informazione, grazie!

                                                 

                                                Dati personali, cookies e GDPR

                                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.