Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |
1 | |
Topolino 3367 - Recensione di Paperinika

La copertina di Giorgio Cavazzano è dedicata alla storia di Casty Un numero quasi completamente sciapo, quello di questa settimana. La parte del leone sembra farla la pubblicità alla grande saga calcistica dell’estate che comincerà su Topolino 3368 (Il torneo delle cento porte), a corredo della quale è presente anche una approfondita intervista ai due autori, Marco Nucci e Donald Soffritti. Parlare invece delle storie presenti sul settimanale è più ostico del solito, stavolta. In apertura abbiamo la prima parte (di due) di Topolino e le onde Skertz (Casty/Coppola): narrazione piacevole (per quelli a cui piace il genere di storie soft dell’autore) ma senza particolari guizzi, almeno al momento. A seguire, purtroppo, la fiera delle banalità.
Il nuovo episodio della serie dedicata al nipote combinaguai di Archimede, ossia Newton Pitagorico e il grammofono silenzia-tutto (Nucci/Intini), è praticamente il rifacimento di una precedente avventura, dove il maldestro genietto scombinava senza troppi complimenti i colori, salvo poi rimettere tutto a posto dopo innumerevoli tentativi di ripristino non andati a buon fine. Stavolta quelli presi di mira sono i suoni e, anche stavolta, l’invenzione fa cilecca. Quale sarà la soluzione? Spegnere il marchingegno e attendere che lo scompiglio torni al suo posto da solo. Mi chiedo a che pro pubblicare queste storie (che alla fine sono tutte basate sullo stesso canovaccio) a così breve distanza l’una dall’altra, se poi i risultati sono questi. Inflazionare un autore e una trama non credo sia mai una buona cosa. In Paperino e la fonte scintillante (Panaro/Soldati) vediamo invece Paperino e nipoti in cerca di una misteriosa fonte che risolverebbe i problemi di lucidatura delle monete di Zio Paperone, ma sono ostacolati da qualcuno… Chi sarà mai? L’attenzione resta quindi alta per scoprire l’identità del sabotatore, salvo poi arrivare a leggere le vignette finali e chiedersi quale sia stato il senso di tutto quanto letto fino a poco prima. Dopo la breve Pippo Blog & Tales: L’arrembaggio a sorpresa (Panini/Ubezio), secondo episodio della serie che ripropone in veste dinamica e scherzosa la struttura dei Mercoledì di Pippo, ma che è appunto troppo breve per reggere sulle sue spalle l’intero numero, arriviamo a quella che, dal titolo, sembra essere un’idea interessante, visti i protagonisti. I fratelli de’ Paperoni: Lo scarabeo d’oro (Stabile/Asaro) ci presenta infatti Paperone e Gedeone imbarcati nella stessa avventura, alla ricerca di un tesoro. Ci si aspetterebbe una storia dinamica, frizzante e piena di colpi di scena, visti i protagonisti, e invece tutto si riduce ad una sequela continua di battibecchi tra i due, senza nessun ostacolo, nessun antagonista, nessun colpo di scena, nessun perché. In chiusura, Rockerduck e il segnale dal futuro (Mazzoleni/Mazzon), storia che sembra arrivare dritta dagli anni Novanta, visto l’impianto e la macrotrama che, fondamentalmente, sono stati già sfruttati diverse volte in passato. Lettura che se non altro scorre via senza problemi, ma che soffre purtroppo tremendamente di già visto. È chiaro che il settimanale, per scopo dichiarato ormai sempre più frequentemente dagli autori e dagli addetti ai lavori, è indirizzato ad un pubblico di giovani(ssimi), ma è altrettanto vero che scrivere per i bambini non vuol dire scrivere storie senza né capo né coda. Non si chiedono certamente contenuti di livello aulico o con risvolti filosofici che portino a considerazioni sui massimi sistemi dell’universo, ma una lettura che lasci qualcosa al lettore anche dopo aver chiuso l’albo non dovrebbe essere una richiesta così fuori dal mondo. Speriamo in numeri migliori, insomma, che almeno si facciano ricordare anche a distanza di qualche settimana. Oltre alle storie, troviamo un’intervista ad una giovane cantante, un piccolo approfondimento sui campioni olimpici e alcuni consigli di lettura per ragazzi. In allegato, inoltre, la borraccia con le immagini di Paperino o Topolino.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (20)
Esegui il login per votare

Topolino 3367

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Flash X
Sceriffo di Valmitraglia

  • ***
  • Post: 344
  • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3367
    Martedì 2 Giu 2020, 14:02:16
    Indice del numero 3367, da domani in edicola, ma dalle mie parti è arrivato già oggi:
    Topolino e le onde Skertz - Prima parte (Casty, Alessio Coppola);
    Newton Pitagorico e il grammofono silenzia-tutto (Marco Nucci, Stefano Intini);
    Paperino e la fonte scintillante (Carlo Panaro, Giampaolo Soldati);
    Pippo Blog & Tales - L'arrembaggio a sorpresa (Gabriele Panini, Giampiero Ubezio);
    I fratelli De' Paperoni - Lo scarabeo d'oro (Vito Stabile, Massimo Asaro);
    Rockerduck e il segnale dal futuro (Gabriele Mazzoleni, Michele Mazzon).
    Sono presenti inoltre 2 brevi interviste: una a Marco Nucci e l'altra a Donald Soffritti, con domande inerenti alla nuova miniserie di 5 episodi del torneo delle 100 porte, scritta dal primo e disegnata dal secondo, che parte nel prossimo numero.
    Questo numero è disponibile anche a € 9,90 con una borraccia, che a scelta può essere rossa con Paperino oppure blu con Topolino. Io, come sempre, ho acquistato il numero col gadget e ho scelto quella con Paperino, però sarebbe stato bello se avessero messo i 2 tipi di borracce in 2 numeri diversi, così se le si avessero volute, si sarebbero potute comprare entrambe.
    « Ultima modifica: Martedì 2 Giu 2020, 15:10:28 da Flash X »

    *

    Flash X
    Sceriffo di Valmitraglia

    • ***
    • Post: 344
    • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3367
      Risposta #1: Martedì 2 Giu 2020, 17:13:45
      Veramente un buon numero!
      Abbiamo, come storia di apertura la prima parte della nuova storia di Casty disegnata da Coppola, che mi ha convinto a pieno. La trama di per sé per ora non è neanche molto complessa, ma è ben riuscita (Casty=garanzia): Topolino e Minni si trovano a Gioiosity, un resort per vacanze in cui, se ci stai per un po', ti liberi dallo stress e sei più contento. Tutte le persone che erano in vacanza lì, però, saranno costrette a prolungare il loro soggiorno per una serie di ragioni e c'è qualcuno a cui ciò non aggrada. Nel frattempo alcune strane "farfalle" hanno una strana influenza sulle persone, che cominciano a ridere e a fare scherzi senza motivo. Topolino e Minni riescono a non essere "contagiati", per ora. Veramente una prima parte ottima! Speriamo che la storia resti su questo livello nella sua seconda parte che ci sarà sul prossimo numero. Unica cosa: alla fine Topolino e Minni vengono circondati da tutte le persone contagiate dagli scherzi e riescono a uscire da quella situazione grazie all'intervento di Rodrigo, il direttore di Gioiosity. La storia si interrompe subito dopo e ci dà appuntamento alla prossima settimana. Avrei preferito sinceramente che la prima parte si concludesse invece poco prima: i 2 protagonisti sono circondati dai burloni, non sanno come salvarsi e proprio QUI doveva esserci una didascalia che ci dice: "Per sapere come i nostri eroi verranno fuori da questa situazione, appuntamento tra una settimana!". Quello era il finale perfetto per creare suspense (tra l'altro si trattava solo di spostare l'ultima tavola precisa nella seconda parte, la prima si poteva concludere con la tavola prima e con l'aggiunta di una didascalia), invece sappiamo già che è Rodrigo a risolvere il tutto. Comunque, una cosa da niente, perché la storia funziona alla grande, è bella e mi ha intrattenuto moltissimo.
      Anche la storia successiva non è da meno, anche perché ormai da tempo pure Nucci è entrato nel cast delle garanzie. Si tratta di un semplice concept: a Paperopoli ci sono un sacco di rumori fastidiosi, così Newton decide di costruire qualcosa che li elimini tutti, solo che arriverà a svuotare tutta la Terra dai suoni e dai rumori. Questa storia è molto valorizzata dai disegni  di Intini, che fa un ottimo lavoro e che rende tutta la faccenda molto divertente. Anche il finale molto riuscito, sempre uno di quei finali caratteristici dello stile di scrittura di Nucci, uno di quelli che non ti saresti mai aspettato e che ti lascia a bocca aperta, riprendendo un particolare della storia che magari il lettore ha già dimenticato. Sarei contento che questa miniserie di Nucci con Newton diventi una vera e propria saga che compare di tanto in tanto sul topo, e magari che venga raccolta in maniera cronologica e organica in dei volumi economici, un po' come lo spero per il Paperinik di Gervasio.
      La storia successiva, all'inizio pare una storia di Paperino come tante altre ma è molto particolare il colpo di scena finale che la rende una bellissima prova di Carlo Panaro!
      Continua il ciclo di Pippo Blog & Tales con una nuova storia breve di 6 pagine che stavolta non è disegnata da Amendola. Niente di che, come anche lo era la scorsa, ma fa il lavoro che deve fare una riempitiva.
      Anche la storia dopo è una breve (10 tavole) però è già più particolare e interessante perché ha come protagonisti Zio Paperone e Gedeone. Di quest'ultimo ho sentito tanto parlare ma NON avevo mai letto una sua storia (ricordo che è da qualche anno che mi sono appassionato ai fumetti Disney, pertanto non sono un lettore datato, anche se di roba datata ne ho recuperata parecchia). Ora, non so quando ci sia stata l'ultima volta sul topo una storia con questo personaggio, ma sicuramente durante il periodo in cui ho iniziato a leggere il settimanale questa è la prima. In realtà non ho niente da dire anche perché non conosco il personaggio, né il suo carattere. In questa storia non so neanche se, da come si è comportato, rispecchi le sue caratteristiche vere. Comunque, come storia in generale, non è male.
      La storia finale è godibile: fa il suo lavoro di storia di chiusura. Inoltre è da tanto che non si vede una storia con Rockerduck come effettivo protagonista e non che faccia da comparsa in una storia di Paperone (qui semmai è il contrario). Ripeto: non chissaché, ma buona. Inoltre evidenzio il chiaro riferimento a Topolino che c'è in una mongolfiera a pagina 138.
      In conclusione consiglio il numero soprattutto per Casty e Nucci, ma anche per la storia di Panaro che ha un suo significato importante. Le altre storie sono buone, nella media.

      *

      paolo87
      Pifferosauro Uranifago

      • ***
      • Post: 427
      • Novellino
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3367
        Risposta #2: Mercoledì 3 Giu 2020, 11:19:47
        Ci avrei scommesso che I fratelli De Paperoni fosse farina del sacco di Vito Stabile, l'autore più genuinamente "paperoniano" dell'attuale parco autori disneyano. Spero a questo punto che questa mini-serie possa essere il rodaggio di un recupero più ampio del personaggio, magari sulla scia dell'ottimo lavoro già fatto con Paperette.

        *

        Cornelius Coot
        Imperatore della Calidornia

        • ******
        • Post: 10245
        • Mais dire Mais
          • Online
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3367
          Risposta #3: Mercoledì 3 Giu 2020, 14:37:25
          Ricordo che oggi sono uscite le borracce di Topolino e Paperino (se mettevano anche Zio Paperone - magari in verde o giallo oro - mi sa che ne vendevano ancora di più). Insieme al libretto al prezzo di 9,90 l'una.

          « Ultima modifica: Mercoledì 3 Giu 2020, 16:51:39 da Cornelius Coot »

          *

          MarioCX
          Diabolico Vendicatore
             (1)

          • ****
          • Post: 1433
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3367
            Risposta #4: Mercoledì 3 Giu 2020, 16:50:40
            Una storia nuova di Casty a poche settimane dalla precedente non me l'aspettavo.
            Corro in edicola!
            ...ho la febbre, ma ti porto fuori a bere...

            *

            Filo Sganga
            Sceriffo di Valmitraglia

            • ***
            • Post: 343
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3367
              Risposta #5: Mercoledì 3 Giu 2020, 17:47:20
              Peccato che questi gadget hanno sempre i personaggi in pose plastiche e con i sorrisoni, però carina  :)

              *

              Cornelius Coot
              Imperatore della Calidornia
                 (1)

              • ******
              • Post: 10245
              • Mais dire Mais
                • Online
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re:Topolino 3367
                Risposta #6: Mercoledì 3 Giu 2020, 20:32:26
                Topolino e le Onde Skertz   (prima parte)
                Una prima parte che non mi ha particolarmente colpito: diciamo un 'prologo' ad avvenimenti successivi caratterizzato da queste risarelle e scherzetti 'gioiosi' che però lasciano il tempo che trovano (se non fossero causati da queste misteriose farfalline, apparentemente innocue). Anche i disegni mi convincono poco: immagino che se Casty avesse disegnato la storia questa avrebbe avuto un impatto diverso, almeno su di me. E' come se Coppola avesse involontariamente trasferito le sue gioiose e ridenti cover papere nel plot di Casty, influenzandone in qualche modo la trama.
                Newton Pitagorico e il grammofono silenzia tutto
                Anche in questo caso le matite di Intini (ormai abbonato a Newton) influiscono negativamente nella mia considerazione di un soggetto che, fra quelli finora presentati da Nucci, risulta il meno incisivo.
                Paperino e la fonte scintillante
                Questa volta Panaro sorprende ma la sorpresa mi lascia piuttosto perplesso: senza spoilerare la si potrebbe considerare la vittoria del masochismo. Almeno i disegni, questa volta, mi piacciono: bravo Soldati.
                I fratelli De' Paperoni - Lo scarabeo d'oro
                Vito Stabile è bravo a riproporre contrasti e battibacchi tra i due consanguinei nella comune impresa che li interessa da due diverse angolazioni: la brama di ricchezza e la passione del giornalismo. Tornano a piacermi poco le illustrazioni soprattutto quando Asaro delinea Gedeone: dove sono le folte sopracciglia che dovrebbero caratterizzarlo e perché fargli delle basette simili al fratello maggiore, quando le sue dovrebbero restare all'insù?
                Rockerduck e il segnale dal futuro
                Più che la trama di per se incuriosisce la causa da cui tutto inizia (una invenzione di Archimede un po' 'sballata'). Mazzoleni ha comunque il merito di rendere protagonista Rockerduck fin dal titolo (cosa stranamente rara per un personaggio importante come lui) mentre Mazzon credo si trovi ad un bivio (se mai fosse ancora in forze alla Panini): continuare a disegnare rifacendosi al maestro Gatto (e qui la contraddizione tra chi è 'fuori' e 'dentro' sarebbe evidente) o prenderne le distanze sviluppando uno stile tutto suo che potrebbe garantirgli maggior attenzione da parte dell'editore (e qualcosa in corso pare intravedersi fra le pagine di quest'ultima storia).
                                                                     
                                                                           Il Gedeone anni '60 di Romano Scarpa
                                                                     
                « Ultima modifica: Giovedì 4 Giu 2020, 19:26:51 da Cornelius Coot »

                *

                Vito65
                Cugino di Alf

                • ****
                • Post: 1306
                • ex Generale Westcock
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3367
                  Risposta #7: Mercoledì 3 Giu 2020, 23:21:40
                  La prima puntata del nuovo giallo di Casty ci ripropone una struttura collaudata e vincente: in una situazione di vita quotidiana, in questo caso le ferie estive, apparentemente tranquilla si insinua qualcosa di inquietante, che troverà il suo disvelamento e completo sviluppo nella seconda puntata. Bene così, aspettiamo per il prosieguo.
                  Riguardo al ritorno sulle pagine di Topolino di Gedeone De' Paperoni, inserito a quanto sembra in una nuova miniserie, premetto che non ho presenti alla memoria le altre poche storie in cui Gedeone è apparso, eccettuata la scarpiana storia d'esordio "I gamberi in salmì". Ricordo benissimo che in detta storia Scarpa caratterizza Gedeone come un appassionato giornalista, fervente di onesto zelo per il suo lavoro, che considera alla stregua di una missione, ed appassionato nella ricerca della verità. Per il resto, in effetti, Gedeone è un personaggio ancora "vergine", che può ben essere ulteriormente caratterizzato e delineato dai nostri autori senza entrare in palesi contraddizioni con il canone di Romano Scarpa. Nella storia breve di questo Topolino Vito Stabile ha scelto di presentarcelo come una persona concreta, riflessiva e razionale. Flash X, nel suo post di ieri, si chiede se la figura che ne risulta risponda alle caratteristiche originali del personaggio: in realtà non è domanda a cui si possa rispondere affermativamente o negativamente, perchè certamente la concretezza che oggi Gedeone dimostra non conferma o smentisce nulla delle caratteristiche del personaggio originario, semplicemente va ad aggiungere degli elementi nuovi a quanto già descritto da Scarpa, come un mattoncino che vada ad integrare la struttura che già ci è nota. Forse, se vogliamo essere precisini, questa sua concretezza è un filino non perfettamente corrispondente al Gedeone scarpiano, in cui spicca invece l'impetuosità e la passione con cui affronta il suo mestiere, più che la razionalità e l'atteggiamento deduttivo oggi mostratoci. Condivido, inoltre, le perplessità di Cornelius sulla rappresentazione grafica di Gedeone, con basette troppo simili a quelle di Paperone e chioma bianca troppo folta, che lo fanno sembrare coetaneo del fratello maggiore.
                  Riguardo alla storia di Carlo Panaro, senza dire troppo della trama, mi pare adeguato sottolineare che raramente si vede un Paperino "classico"  così volenteroso e desideroso di apprendere.
                  Anche le altre storie dell'albo sono simpatiche e contribuiscono a rendere il numero di quesrta settimana meritevole dell'acquisto.
                  « Ultima modifica: Mercoledì 3 Giu 2020, 23:23:39 da Vito65 »

                  *

                  Volkabug
                  Cugino di Alf

                  • ****
                  • Post: 1297
                  • affezionato lettore
                    • Online
                    • Mostra profilo

                    Re:Topolino 3367
                    Risposta #8: Giovedì 4 Giu 2020, 13:06:46
                    Una nuova magnifica copertina, sempre priva di strilli e raffigurante una scena decisamente acconcia all'uscita del settimanale in corrispondenza della "riapertura" nel paese :)

                    Troppo presto per valutare la qualità della nuova prova di Casty, che IMHO sarebbe stato meglio non dividere, dal momento che la prima puntata procede abbastanza a rilento; le atmosfere di mistero e sospetto però ci sono tutte e costituiscono delle buone premesse per aspettare il prossimo episodio. I disegni di Coppola mi sono sempre piaciuti, anche se ho l'impressione che in questo caso Topolino e Minni abbiano una gamma di espressioni un po' ridotta rispetto a ciò che servirebbe per sostenere la sceneggiatura; faccio poi un piccolo appunto su Orazio e Clarabella, dei quali ci ricordiamo l'esistenza solo quando vengono riproposti, e che qui non lasciano trasparire in alcun modo la frizzante personalità che un tempo li contraddistingueva... ma forse era inutile caratterizzarli avendo essi un ruolo così risicato.

                    Torna ancora Newton Pitagorico (è davvero molto presente ultimamente, sono colpito dalla produzione elevata di storie su di lui tutte in una volta); non sarà l'avventura più articolata o più interessante delle sue, ma fa la sua figura: disegni di Intini come sempre azzeccatissimi e briosi, e dei guizzi di ilarità che valorizzano la storia; inoltre devo dire che mi piacciono particolarmente i testi di Nucci, usa il vocabolario giusto, non troppo ricercato ma neanche troppo "moderno", e la lettura scorre fluida.

                    La storia di Carlo Panaro l'ho trovata un vero gioiellino, una di quelle avventure classiche non troppo impegnative ma ben fatte, che per fortuna ultimamente non mancano sul settimanale. Personaggi credibili e simpatici, trama interessante, finale gradevole e bellissimi disegni di Giampaolo Soldati. Ottima prova per Panaro, che è meglio tenersi ben stretto (come tanti altri del resto).

                    E stavolta mi è piaciuta anche Pippo blog & tales, perché, complice la brevità, ha funzionato quel tanto che bastava a riempire le poche pagine: meno male che non si è andato avanti o l'umorismo demenziale sarebbe venuto a noia, così invece è un rilassante intermezzo tra una storia e l'altra.

                    Per quanto riguarda il ritorno di Gedeone, non sembra malaccio: forse, come già è stato detto, Asaro avrebbe potuto rappresentarlo diversamente, anche se personalmente lo considero un Gedeone da post-lockdown che avrebbe bisogno del barbiere (ma il cappello da tipografo a che diavolo serve nel deserto?), d'altro canto i suoi disegni dinamici mi piacciono un sacco quando tratteggia le mummie, i congegni e gli spazi sotterranei. La sceneggiatura di Stabile invece mi appare deboluccia... ho avuto l'impressione che ci fosse una buona idea dietro ma il risultato non sia stato ottimale, soprattutto per la caratterizzazione e l'interazione dei fratelli, che avrebbe potuto regalare qualcosa in più; tuttavia voglio vedere cosa produrrà in futuro sempre con questa coppia, prima di mettere alla berlina.

                    La storia di Rockerduck non mi ha convinto granché, perché per quanto lo spunto sia interessante e l'evoluzione credibile, il finale (che mi appare forzatamente rivolto al ripristino dello status quo) non l'ho proprio capito:
                    Spoiler: mostra
                    che male c'era se Rockerduck riusciva a prevedere il futuro, visto che apparentemente non faceva nulla di male, se non arricchirsi? Perché mai viene esposto al pubblico ludibrio per questo? Ricordo una storia anni '80 che aveva una trama simile: in il superbernoccolo di Zio Paperone era Scrooge a godere della condizione di preveggenza, e alla fine perdeva il suo potere per colpa ovviamente di Paperino, nell'ottica del "troppo bello, non poteva durare", ma nessuno pensava che il riccastro dovesse le scuse a qualcuno, almeno non più di quando si arricchisce smisuratamente con le sue sole forze polverizzando la concorrenza in barba all'antitrust
                    . Molto belli i disegni di Mazzon, comunque!
                    « Ultima modifica: Giovedì 4 Giu 2020, 13:16:56 da Volkabug »
                    Micropaperi! Dove siete?

                    *

                    luciochef
                    Ombronauta

                    • ****
                    • Post: 867
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3367
                      Risposta #9: Giovedì 4 Giu 2020, 17:08:40
                      Ecco il mio commento settimanale al Topolino 3367  ;)
                      - La storia di Casty vive una bella prima parte piuttosto introduttiva. L'episodio parte con toni molto calmi e ci presenta una Minni "stressatissima" che decide di vivere la vacanza a Gioiosity da sola, in attesa di Topolino. Il mistero comincia a montare pian piano con un problema che terrorizza anche il gestore del complesso. I disegni di Coppola sono molto dinamici e trasmettono, tramite l' iperattività dei turisti, la "folle allegria" che li contagia. Chiusura con l'ingresso verso la zona abbandonata dell'isola che lascia il lettore proprio sull'uscio iniziale della risoluzione del mistero.
                      - Nuovo episodio di Nucci/Intini su Newton Pitagorico. Comincio dicendo che i disegni sono portentosi: dinamici, caricaturali e divertenti al solo vederli.
                      La trama è invece sin troppo simile a quella precedente sui colori
                      Spoiler: mostra
                      (stesso scambio in fase di restituzione)
                      ed il finale è troppo improvviso, quasi come mozzato.
                      - Un piccolo gioiello la nuova storia di Carlo Panaro ! La trama è costruita come un ottimo giallo, ma divertente, con un mistero da risolvere che viene orchestrato benissimo.
                      La lunghezza è quella giusta ed anche i disegni di Soldati sono molto ispirati (bella la vignetta del paesaggio verticale con il distributore in primo piano).
                      Non scontato neppure il finale che ci mostra un Paperino furbo ed intraprendente.
                      - Poco riuscita questa volta la breve del ciclo "Pippo & blog tales".
                      - Buona la storia di Vito Stabile sulla strana coppia di fratelli. La trama permette ad entrambi di mostrare all'altro le proprie doti, senza che nessuno dei due sia schiacciato dall'altro. Buoni davvero i disegni di Massimo Asaro che, anche grazie alla particolare colorazione, danno un tocco diverso dal solito.
                      -La storia finale di Rockerduck è molto ben congeniata e fila davvero bene. Peccato per il finale in cui i Bassotti mollano subito e senza tentennamenti il frutto prezioso del loro furto per
                      Spoiler: mostra
                      una semplice voce dall'aldila'.

                      Un finale che, se gestito meglio, poteva regalare una storia davvero molto riuscita.
                      Insomma il mio giudizio finale su questo numero si ferma a tre stelle, molto vicino alle quattro.....ma non le agguanta.
                      Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

                      *

                      camera_nøve
                      Cugino di Alf
                         (1)

                      • ****
                      • Post: 1016
                      • Bentornati al The Fisbio Show!
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3367
                        Risposta #10: Venerdì 5 Giu 2020, 17:28:28
                        Ed anche questa settimana la video recensione l'abbiamo portata a casa: https://youtu.be/IQr0XZH4_qw  ;D

                        Molto bene Coppola ai disegni nella storia di Casty e la coppia Nucci-Intini è sempre più convincente!
                        "Anche io una volta ero curioso..."

                        Il mio canale YouTube dedicato ai fumetti Disney: The Fisbio Show  SmMickey


                        @instafisbio su Instagram: https://www.instagram.com/instafisbio/

                        *

                        Cooper
                        Bassotto

                        • *
                        • Post: 3
                        • Re di Pasticci
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3367
                          Risposta #11: Venerdì 5 Giu 2020, 17:49:46
                          Qualche commento sul Topo 3367:
                          -Topolino e le onde skertz di Casty. Ho trovato questa prima parte molto introduttiva (forse troppo) per quello che si spera sia un ottimo secondo atto. Ho apprezzato i disegni di Alessio Coppola anche se in alcune scene avrei preferito una rappresentazione più inquietante dei villeggianti di Gioiosity.
                          Il resto del Topolino, a mio giudizio, fa fatica a salvarsi.
                          -Newton Pitagorico e il grammofono silenzia-tutto, come qualcuno ha già fatto notare, presenta una trama molto simile a una storia dello stesso ciclo. Inoltre Newton è (per il momento) la copia esatta di Archimede in formato small. Personalmente avrei preferito un altro utilizzo del personaggio, magari opposto al carattere dello zio.
                          -Paperino e la fonte scintillante, non un granchè sinceramente. Perché Paperino dovrebbe sabotarsi continuamente quando poteva effettuare solamente lo scambio finale di acqua con quella della fonte magica?
                          -breve poco memorabile la storia del ciclo Pippo blog & tales
                          -I fratelli de' Paperoni, lo scarabeo d'oro, ritorna Gedeone ma la cornice della storia mi pare strana. Piramidi con mummie-fantocci, soffitti che si abbassano ma nella stanza c'è in bella vista il vaso con il solvente per fuggire.
                          -Rockerduck e il segnale dal futuro, storia carina se non per il finale dove i Bassotti si arrendono in maniera troppo banale

                          Con tono ironico e un po' provocatorio devo dire che la storia più divertente (escludendo quella di Casty, il cui giudizio è sospeso) è la breve in fondo al Topo disegnata sempre da Alessio Coppola.

                          P.S.: siccome l'ultima volta che ho scritto un post mi sono dimenticato di presentarmi (sono un nuovo utente in questo forum) rimedio ora. Ciao a tutti gli utenti del Papersera, sono Riccardo, leggo Topolino (saltuariamente) da quando avevo 6 anni (nell'ormai lontano 2004). Sono molto contento di aver scoperto questo forum che tratta il mondo del fumetto Disney in maniera così approfondita.

                          *

                          Gumi
                          Cugino di Alf
                          Moderatore

                          • ****
                          • Post: 1337
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:Topolino 3367
                            Risposta #12: Sabato 6 Giu 2020, 12:42:16
                            Ciao, benvenuto!

                            Concordo sulla rappresentazione troppo "serena" e "rasserenante" di Gioiosity e dei suoi abitanti. Credo sarebbe stato necessario rappresentare il tutto sottolineando in maniera più netta l'inquietudine, la follia nel volto degli inquilini e più paura sulle facce di Topolino e Minni (che in finale di episodio ha una espressione quasi annoiata, quando dovrebbe essere terrorizzata)

                            *

                            Vincenzo
                            Cugino di Alf

                            • ****
                            • Post: 1266
                            • Esordiente
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3367
                              Risposta #13: Sabato 6 Giu 2020, 17:44:38
                              Credo sia semplice rassegnazione.
                              Comunque come al solito la trama imbastita da Casty si dipana in modo armonico e coinvolgente, e penso che il tratto di Coppola si adatti molto bene al suo stile.
                              Una piccola nota: per non essersi accorti del baccano durante la notte Topolino e Minni devono avere un sonno pesantissimo.
                              Il resto del numero si mantiene su un ottimo livello, sebbene forse questo episodio di Newton sia meno riuscito dei precedenti. 
                              Riuscito il colpo di scena della storia di Panaro e divertente la prova di Mazzoleni, con Rockerduck protagonista.
                              Molto buono il ritorno di Gedeone, con relativi siparietti col fratello. La scena in cui i due dispiegano le bende è una chiara citazione della sigla di Ducktales.
                              If you can dream it, you can do it.

                              *

                              MarioCX
                              Diabolico Vendicatore
                                 (1)

                              • ****
                              • Post: 1433
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (1)
                                Re:Topolino 3367
                                Risposta #14: Sabato 6 Giu 2020, 19:42:11
                                Al momento questa storia di Casty, pur piacevole, non mi pare si possa inserire nelle sue migliori.
                                Di gran lunga migliore quella di qualche settimana fa dei dipinti che fingono, quella si potenziale classico dell'autore.
                                Ho letto anche il resto, ma come al solito non sono in sintonia con i nuovi autori.
                                ...ho la febbre, ma ti porto fuori a bere...

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.