Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |
Topolino 3368 - Recensione di Chen Dai-Lem

La copertina di Andrea Freccero ci introduce alla nuova saga calcistica dal titolo Il torneo delle cento porte, scritta da Marco Nucci e disegnata da Donald Soffritti, che ci accompagnerà nelle prossime settimane. In 1° Turno – 313 Football Club si delineano i contorni della competizione: il grande campione di calcio Andrew D. Ribbling, una volta appesi gli scarpini al chiodo, ha dedicato la sua vita al Villaggio delle Cento porte, il centro calcistico più grande dello stato del Calisota, ma a causa dell’età avanzata decide di cedere la proprietà. Tutti i grandi magnati, da Rockerduck a Paperone passando per Cuordipietra Famedoro, partecipano quindi al torneo calcistico indetto, per acquisire il terreno e trasformarlo in qualcosa di remunerativo, affiancati dai Bassotti e da Filo Sganga, anch’essi desiderosi di approfittare dell’occasione. Solo Paperino e i nipotini, “aiutati” da Paperoga, competono per preservare quest’oasi ricreativa per le giovani generazioni. Nascono quindi sei squadre: i Klondike, i Boeros, i Rocks, i Bassotti, gli Sgangas e i 313 Football Club. Come da tradizione, insomma, siamo in presenza di una saga che avrebbe dovuto accompagnare gli Europei di calcio, la cui inaugurazione era prevista proprio in questi giorni ma che, come tutti sappiamo, sono stati rimandati di un anno a causa del Covid-19. Possiamo comunque dire che, nonostante questo, la storia non sembra averne risentito, dimostrando fin da subito un buon ritmo e regalando buone battute. Il fatto che si accompagni anche ad un album di figurine, ad essa dedicato, non fa che aumentare l’interesse del lettore che, come spesso accade, finisce per non concentrarsi tanto sulla trama, quanto sui personaggi e sulle caricature dei nomi (D. Ribbling ad esempio) che, già in passato, hanno creato gag divertenti. Prosegue la continuity… Altro spunto interessante è dato dalla prosecuzione, dopo Tre paperi in gioco e X Music, della separazione caratteriale di Qui, Quo e Qua: mentre i primi due si appassionano alla competizione, finendo per partecipare nella squadra di Paperino, Qua si dimostra annoiato dal gioco del calcio, lo ribadisce più volte e finisce per estraniarsi dal contesto che lo circonda. Una buona introduzione, quindi: speriamo che la storia continui su questo binario. Si conclude in questo numero Topolino e le onde Skertz (Casty/Coppola). Topolino e Minni, aiutati dal direttore di Gioiosity Rodrigo, si rifugiano in una parte dell’isola distrutta e abbandonata per sfuggire ai villeggianti che sembrano impazziti. Verranno raggiunti dal professor Skertz, che spiegherà loro il funzionamento delle onde che portano il suo nome e risolverà la situazione. Anche in questo caso Casty riesce a creare una buona avventura e, nonostante la trama sia molto classica e ricordi molto alcune delle sue storie precedenti, l’autore riesce sempre a creare la suspense che tiene incollato il lettore alle pagine. Anche se la minaccia dei villeggianti impazziti non è la più spaventosa possibile, si percepisce comunque un senso di inquietudine che accompagna fino alla risoluzione del problema. Per quanto riguarda le brevi, troviamo Sulla vecchia ferrovia di Enrico Faccini, un’altra piccola opera d’arte surreale a cui l’autore ligure ci ha ormai abituati: la storia, muta, è molto semplice, ma ogni tavola, per come è gestita, è un piccolo capolavoro. Uno stile inconfondibile Pippo Blog & Tales: Soluzione con interruzione (Panini/Di Vita), invece, mostra un Pippo impegnato a scrivere una storia, continuamente interrotto da un lettore, membro di un forum, che gli suggerisce le soluzioni da adottare, facendo finire la trama a catafascio. Il pretesto sembra quello di ironizzare su coloro che scrivono in internet le loro opinioni, tanto che la critica emerge fin dal nome dell’utente, Nulladafare99, in questa continua diatriba autore/lettore, che un po’ ha stancato e che forse non è il caso di far arrivare fino alle pagine del libretto. Prosegue poi la serie Storia papera, con l’episodio L’antico Egitto, scritta anche in questo caso da Augusto Macchetto e disegnata stavolta da Renata Castellani. Continuano le lezioni in cui Pico de Paperis tenta di arginare un irrefrenabile Paperoga, che mescola dati storici a leggende metropolitane e inanella una serie di imprecisioni dietro l’altra, riuscendo a catturare l’attenzione non solo degli studenti a cui si rivolge, ma anche dei lettori, creando gag che, alla fine, risultano divertenti. Infine Zio Paperone, che fine ha fatto il deposito? (Michelini/Amendola), è una storia classica, ma talmente classica che sa quasi di vecchio. Il lettore ripercorre punto per punto i soliti temi: succede qualcosa al Deposito, Paperino e i nipotini vengono prelevati di peso da Paperone sotto minaccia della solita lista dei debiti, iniziano un giro intorno al mondo su un improbabile trabiccolo, seguiti dai Bassotti che vengono, come sempre, respinti nel modo più semplice possibile, finché non si arriva alla soluzione finale, che risulta essere fin troppo macchinosa. Insomma, niente di memorabile. Per quanto riguarda i redazionali segnaliamo quello dedicato all’uscita il 12 giugno su Disney+ di Artemis Fowl, film dedicato all’omonimo romanzo di successo con la regia di Kenneth Branagh.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (19)
Esegui il login per votare

Topolino 3368

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

camera_nøve
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1016
  • Bentornati al The Fisbio Show!
    • Offline
    • Mostra profilo

    Topolino 3368
    Mercoledì 10 Giu 2020, 09:04:31
    Indice Topolino 3368:

    - Il torneo delle cento porte - Primo turno: 313 Football Club (M. Nucci - D. Soffritti)
    - Topolino e le onde skertz (Casty - A. Coppola)
    - Sulla vecchia ferrovia (E. Faccini)
    - Pippo Blog & Tales: soluzione con interruzione (G. Panini - G. Di Vita)
    - Zio Paperone, che fine ha fatto il deposito? (F. Michelini - M. Amendola)
    - Storia Papera: l'antico Egitto (A. Macchetto - R. Castellani)

    Allegato in edicola a € 4,90 l'album di figurine dedicato alle squadre del "Torneo delle cento porte".



    Copertina: disegno di Andrea Freccero e colori di Mario Perrotta.
    « Ultima modifica: Mercoledì 10 Giu 2020, 09:10:10 da camera_nøve »
    "Anche io una volta ero curioso..."

    Il mio canale YouTube dedicato ai fumetti Disney: The Fisbio Show  SmMickey


    @instafisbio su Instagram: https://www.instagram.com/instafisbio/

    *

    hendrik
    Dittatore di Saturno

    • *****
    • Post: 3193
    • W Carlo Barx!
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3368
      Risposta #1: Mercoledì 10 Giu 2020, 09:55:57
      Telegraficamente:
      - un Casty minore... peccato, anche se il fatto di non essersela disegnata da solo era forse un indizio
      - complimenti a Faccini per l'audacia nello sperimentare una nuova "griglia"
      - l'idea del torneo è un cliché abusato, ma il primo capitolo delle Centoporte è scritto bene e tanto mi basta.
      « Ultima modifica: Mercoledì 10 Giu 2020, 09:58:22 da hendrik »
      ... non ferma a Verkuragon!

      *

      Castyano
      Papero del Mistero

      • **
      • Post: 221
      • Tripomponato
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3368
        Risposta #2: Mercoledì 10 Giu 2020, 17:31:16
        Il fatto che in copertina non ci siano tutti e tre i nipotini è un caso? O Qua è ancora interessato alla musica? :)
        "Chissà che cosa stava cercando Moby Dick?"

        *

        King Jay
        Brutopiano

        • *
        • Post: 55
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3368
          Risposta #3: Mercoledì 10 Giu 2020, 17:52:00
          Molto, molto promettente la saga del torneo delle cento porte. Non sono un calciofilo, ma la storia si fa leggere molto bene e prende lo stesso. Nucci dimostra di saper gestire tranquillamente anche alti quantità di personaggi senza snaturarli. Molto buone anche la follia di Faccini, che stavolta ha contagiato anche la gabbia, e la demenzialità di Macchetto, che con queste storie che mi ricordano quelle che leggevo da piccolo e che apprezzavo molto, ma spogliate dell'incredibile (nel senso di poca credibilità) status di "gli stessi paperi in ogni quando", visto che è tutto parto della mente di Paperoga.

          Ottimo Topo, 7/10.
          Il fatto che in copertina non ci siano tutti e tre i nipotini è un caso? O Qua è ancora interessato alla musica? :)

          Nella storia
          Spoiler: mostra
          il terzo nipotino trova il calcio noioso e Paperoga ricorda di essere stato allenatore, quindi direi che si è formata una certa continuity con Due paperi in gioco
          .

          *

          Jaki92
          Bassotto
             (2)

          • *
          • Post: 2
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
             (2)
            Re:Topolino 3368
            Risposta #4: Mercoledì 10 Giu 2020, 21:14:14
            Stavo sfogliando le prime pagine del Topo quando mi imbatto in una piacevole sorpresa!
            Come nella storia “il deposito sotto A.S.S.E.D.I.O.”, anche in ”il torneo delle 100 porte”, nelle prime pagine

            Spoiler: mostra
            Viene utilizzata la mia mappa di Paperopoli! Esattamente a pagina 14, zio Paperone ha davanti a sé la mia cartina della città!
            Posso ufficialmente dire in giro che il mio lavoro è canon!  :))


            Questa cosa mi fa davvero molto felice, e spero succeda ancora e ancora e ancora!  :))

            *

            Volkabug
            Cugino di Alf

            • ****
            • Post: 1297
            • affezionato lettore
              • Online
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3368
              Risposta #5: Mercoledì 10 Giu 2020, 21:40:01
              Stavo sfogliando le prime pagine del Topo quando mi imbatto in una piacevole sorpresa!
              Come nella storia “il deposito sotto A.S.S.E.D.I.O.”, anche in ”il torneo delle 100 porte”, nelle prime pagine

              Spoiler: mostra
              Viene utilizzata la mia mappa di Paperopoli! Esattamente a pagina 14, zio Paperone ha davanti a sé la mia cartina della città!
              Posso ufficialmente dire in giro che il mio lavoro è canon!  :))


              Questa cosa mi fa davvero molto felice, e spero succeda ancora e ancora e ancora!  :))

              E stavolta ti hanno contattato? :)
              Micropaperi! Dove siete?

              *

              Filo Sganga
              Sceriffo di Valmitraglia

              • ***
              • Post: 343
              • Esordiente
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3368
                Risposta #6: Mercoledì 10 Giu 2020, 22:08:42
                Il torneo delle cento porte si preannuncia una storia notevole. Incredibile come in poche battute e in una prima puntata di una storia ci sia una freschezza Nei dialoghi così Ispirata. Il modo di scrivere di Nucci è esaltante, cose così le ho viste in uno Scarpa, un Gott o un Pezzin e a volte in Casty.  Senza contare la incredibile prolificità. Sono profondamente colpito.  :)

                Veniamo a  Casty: Le onde skertz Soffre di un’eccessiva banalizzazione del contesto. L’idea c’era e Casty ha sempre quel guizzo in più, ma stavolta è tutto troppo piatto e finisce così a pizze e fichi, con nessuno veramente mai in pericolo. Tanto che in fondo ho pensato: si poteva anche lasciar la gente a far scherzi per 5 giorni, che mai sarebbe successo?

                I bambini non sono così stupidi, perché filtrare la realtà in questo modo sul settimanale quando su internet già a 8 anni hanno visto di tutto... decine di autori negli anni scorsi hanno dato prova di creare storie più accattivanti e con temi scomodi e renderle accessibili anche ad un ragazzo...

                Interessante Faccini e il suo esperimento, peccato che la mia copia era fallata e metà storia ileggibile.


                La altre storie si attestano sulla mediocrità di questi ultimi 2-3 numeri. Secondo me il numero
                Si salva solo per la storia delle 100 porte, e leggermente per Casty, con riserve.

                *

                Andy98
                Evroniano

                • **
                • Post: 126
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re:Topolino 3368
                  Risposta #7: Mercoledì 10 Giu 2020, 22:45:34
                  Il Faccini di questa settimana è davvero degno di nota, anche solo per la brillante architettura delle vignette, che gioca sia con il lettore sia con lo schema classico del fumetto stesso.
                  Sperimentare con la griglia del fumetto non è facile, in quanto presuppone che lo spazio sia attivo partecipe del racconto, anziché essere un vuoto contenitore da riempire con precise istantanee temporali, e l'autore ha avuto una brillante intuizione che potrebbe portare una ventata di novità al taglio narrativo con cui ha proposto molte delle sue storie mute.

                  Mi auguro che anche altri disegnatori seguano il suo esempio, giacché se è vero che le trame si ripetono - soprattutto i ben consolidati schemi, sempre cari a molti sceneggiatori - è sì vero che una messa in scena differente le renderebbe quasi "inedite" e "originali", e, di riflesso, divertenti e fruibili.

                  *

                  Gancio
                  Dittatore di Saturno
                     (5)

                  • *****
                  • Post: 3192
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (5)
                    Re:Topolino 3368
                    Risposta #8: Giovedì 11 Giu 2020, 10:18:01
                    Molto curioso di capire dove volesse andare a parare il buon Castellan, appena preso il topo ho subito fatto un breve ripasso della prima parte e mi sono fiondato sulla seconda.
                    Queste sono le mie impressioni:
                    [SPOILER!]
                    Spoiler: mostra
                    Inizio dal dire che - magari è già stato detto nei commenti sulla prima parte, o magari no - la storia mi ricorda un po' un film visto al cinema di recente, tale Fantasy Island, che presenta alcuni elementi simili: l'isola particolare, il resort di lusso, strani fenomeni (lì si avveravano i desideri, qui si ritrova la serenità), un mistero dietro tali situazioni, una situazione che sfugge al controllo... insomma, non so se un qualche influsso ci sia stato, ma le similitudini non mancano. Si potrebbe aggiungere - ahimè - che l'ulteriore, non auspicato, elemento in comune è la netta sensazione di "occasione persa" in esito alla visione/lettura di entrambi.
                    Ma andiamo con ordine.
                    La prima parte mi aveva alquanto incuriosito, vuoi per l'accostamento al film visto di recente, vuoi per l'ambientazione, vuoi per la fiducia nell'autore; insomma, mi aspettavo molto da questa seconda parte, certamente molto più di quanto non vi abbia trovato!
                    In tutta onestà, fino al climax tutto sommato questa seconda parte stava mantenendo le promesse: l'esplorazione della parte abbandonata dell'isola, la scoperta del centro di comando ed il sospetto di strani esperimenti, il senso (molto blando) d'ansia che avrebbe dovuto trasmettere la scoperta del cavo da parte degli "sfarfallati" (escamotage non dei più riusciti per far capire che sarebbero giunti anche loro alla parte abbandonata), ma dall'arrivo del professor Skertz le cose cambiano; il ritmo della narrazione - fino a quel momento adeguato - acquisisce un'improvvisa accelerata, ed il tutto si risolve in poche tavole. Poche e banali, soprattutto.
                    A parte la necessaria spiegazione da parte del proff., per Topolino basta abbassare una leva e tutto si risolve... no, ma davvero? Tutto qui?
                    La soluzione alla vicenda, mi spiace dirlo, appare imbarazzante a livelli insostenibili: veramente bastava riattivare il generatore per far calmare gli scalmanati?
                    E serviva Topolino per pensarci?
                    L'esimio professore, che aveva scoperto, studiato ed applicato il fenomeno non era mai stato in grado di arrivare ad un così alto colpo d'ingegno?
                    Non riesco in alcun modo a nascondere e celare la delusione!
                    Casty, seppur non abbia letto tutte le sue storie, non mi ha mai deluso, non in questi termini!
                    A questo punto, ho rianalizzato brevemente tutta la vicenda, trovando vari punti critici:
                    • Innanzitutto, la scoperta delle onde: il patto, implicito, tra autore e lettore impone di credere che effettivamente il professor Skertz abbia scoperto un sistema per ricavare energia dai sentimenti negativi delle persone (gli Evroniani c'erano arrivati da tempo...). Bene, ecco il primo "inghippo": se tale energia "bionegativa" può essere sfruttata, e di fatto ciò avviene, come mai ad un certo punto essa si "satura"? Anzi, ancor prima: come fa Skertz a realizzare in men che non si dica quale era il problema? Ed ancora, ammesso che si saturi, perchè non basta ampliare la capacità del generatore? Perchè mai il limite fisso dei 15 giorni, indipendentemente da quanta di questa energia sia stata immagazzinata e adoperata? Tutta una serie di illogicità che indeboliscono la trovata narrativa: di certo Casty ci ha abituato a spiegazioni "scientifiche" molto più intrisecamente coerenti!
                    • Altro punto: ammettiamo che l'energia bionegativa vada necessariamente liberata nell'ambiente circostante. Ok, un concentrato di sentimenti negativi (tristezza, stress, rabbia, ansia, e via dicendo) una volta riassorbito dalle persone dovrebbe avere effetti ben diversi: sarebbero tutti dovuti diventare dei pazzi esaltati psicopatici, magari anche violenti e desiderosi di "scaricare" tutta questa tensione. Ovviamente, un risultato del genere, seppur del tutto logico, sarebbe incompatibile con i margini disneyani (oggi più di ieri). Me ne rendo conto, eppure quella sorta di allegria esagerata contrasta con la premessa della "negatività" di tale energia. Fatto sta che anche un minimo di realismo in più avrebbe probabilmente imposto che qualcuno si facesse male, anche solo leggermente.
                    • Ancora, posto che non si capisce se, in fin dei conti, l'energia possa, o meno, essere sfruttata economicamente, ad un certo punto entra in scena Mr. Zaurax: che abbia saputo della "Città della gioia" è verosimile, che fosse a conoscenza di quanto ci fosse dietro lo è molto meno. Quel che è certo è che, anche se non detto esplicitamente, Zaurax è un vero e proprio criminale che sottopone ignari turisti agli effetti di pericolosi esperimenti solo per il suo tornaconto, economico, personale. E Skertz, a conoscenza di tutto, è il suo degno complice. Il finale avrebbe dovuto vedere il loro arresto, altro che "Ci perdo una montagna di soldi" e amen. Non è questo il messaggio corretto da far passare!
                    • Sempre nel finale: che senso si deve attribuire a quanto afferma il professor Skertz parlando di una "precauzione" che egli avrebbe preso nel caso Zaurax non avesse rispettato i patti? Un codice di disattivazione? E perchè non l'ha usato subito? Ovviamente, sorvoliamo sul quel "Non ve lo spiegherò mai!" dato in risposta a Zaurax che gli chiedeva come avessero fatto a risolvere la situazione... effettivamente abbassare una leva è una soluzione che mai nessuno aveva immaginato in tutti quegli anni...
                    Concludendo, il mio giudizio è, purtroppo, negativo.
                    L'idea alla base di questa storia è sicuramente buona, però un suo sviluppo logico e coerente avrebbe magari portato a risultati poco compatibili con i canoni disneyani, seppur ciò che è mancato è forse stata la volontà di osare di più.
                    A mio avviso: andava spiegato meglio il problema della onde skertz; bisognava definire diversamente la reazione dei soggetti investiti dall'energia di ritorno (senza esagerare, ma accentuare un po' l'aspetto della negatività, qualche litigio, magari ipotizzare che da soggetto a soggetto la reazione poteva essere diversa, evitando la banalità degli scherzi); sicuramente trovare una soluzione finale diversa (magari il proff. nel frattempo, preso dal rimorso, aveva lavorato ad un qualche congegno per modificare il progetto originale); si sarebbe dovuto mettere in evidenza il comportamento scorretto di Zaurax.
                    Chiaramente non so se, ed eventualmente in che misura, la versione che abbiamo letto possa esser stato il risultato di modifiche ed aggiustamenti volti a rendere la storia più compatibile con la media disneyana, però resta una eccessiva banalizzazione di fondo che ne ha sminuito le indubbie potenzialità.
                    Tritumbani fritti!

                    *

                    Hero of Sky
                    Ombronauta

                    • ****
                    • Post: 779
                    • L'Occhio che tutto scruta,tuttoosservaetuttoindaga
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3368
                      Risposta #9: Giovedì 11 Giu 2020, 11:20:41
                      Sono fondamentalmente d'accordo con Gancio. La sua storia più frivola che ho letto dai tempi dell'occhio di Topoltec, 15 anni fa. Casty è uno di quegli autori che penso che se non è convinto di quello che scrive, il che è capitato assai di rado, commette errori. Che la storia sia stata commissionata? Ma anche il Mondo di Tutor gli era stato commissionato ed è un capolavoro. Che stia perdendo smalto? Onestamente spero di no
                      Perchè di questo mondo siamo solo ospiti, fra i tanti. E non i padroni.                                                                                                 Insieme abbiamo dimostrato tante cose, ma la più importante è che non esiste l'impossibile

                      *

                      Paperinika
                      Imperatore della Calidornia
                      Moderatore
                         (3)

                      • ******
                      • Post: 10327
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (3)
                        Re:Topolino 3368
                        Risposta #10: Giovedì 11 Giu 2020, 11:27:04
                        Mah, io resto ogni volta sempre più perplessa per tutte le critiche che piovono addosso a Casty ogni volta che fa una storia non eccezionale (e a volte anche quando eccezionale lo è 😅). Eppure non è difficile rendersi conto che rispetto alla media del settimanale Casty resta oro anche quando non è di prima qualità.
                        Come si può umanamente pensare che produca solamente la perfezione?

                        *

                        Atius
                        Sceriffo di Valmitraglia

                        • ***
                        • Post: 309
                        • "Dentro spazzatura!" "Fuori iettatura"
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re:Topolino 3368
                          Risposta #11: Giovedì 11 Giu 2020, 11:33:52
                          Sono fondamentalmente d'accordo con Gancio. La sua storia più frivola che ho letto dai tempi dell'occhio di Topoltec, 15 anni fa. Casty è uno di quegli autori che penso che se non è convinto di quello che scrive, il che è capitato assai di rado, commette errori. Che la storia sia stata commissionata? Ma anche il Mondo di Tutor gli era stato commissionato ed è un capolavoro. Che stia perdendo smalto? Onestamente spero di no

                          Credo che Casty non stia assolutamente perdendo colpi. A testimoniarlo "Topolino e la casa dei dipinti che fingono", uscita qualche settimana fa, che credo che sia fra le sue autoconclusive migliori.
                          O Patria, mia solleva il capo affranto / Sorridi ancora, o bella tra le belle / o madre delle madri asciuga il pianto! / Il ciel per te s'accenda di fiammelle / Splendenti a rischiarar ancor la via / Sì che tu possa riveder le stelle! / Dio ti protegga Italia, così sia.

                          *

                          Flash X
                          Sceriffo di Valmitraglia

                          • ***
                          • Post: 344
                          • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re:Topolino 3368
                            Risposta #12: Giovedì 11 Giu 2020, 15:11:47
                            Finalmente ho avuto modo di leggere il topo ed ecco che cosa ne penso.
                            Premetto ricordando che io sono uno di quelli che non ne può più di storie sui giovani e sui loro problemi adolescenziali che non interessano neanche agli adolescenti stessi.
                            Ora dico che, in questo caso, mi è stato dimostrato che delle belle storie con i giovani, è possibile crearle! E chi poteva mai essere a farlo? Ma ovviamente il grande Marco Nucci! Ha mantenuto ancora la sua linea, secondo me, da migliore autore assieme a Gervasio. Ed è riuscito a farlo ANCHE in una storia che gli è stata probabilmente quasi del tutto commissionata dalla redazione. Insomma, questo bravissimo sceneggiatore non smette mai di stupirci! Ha creato una storia molto semplice ma funzionale al suo scopo a tal punto che vi consiglio il numero già solo per questa storia. Bello vedere inoltre come anche a far tornare personaggi usati poco se la cavi benissimo come in questo caso Cuordipietra Famedoro, e Newton nel ciclo dedicatogli. Unica pecca della storia (o comunque un particolare che a me non piace, ma che ad altri può piacere): come facevano notare altri utenti a Qua non piace il calcio e a me la cosa non aggrada perché  si vuole andare a creare una continuity con storie che neanche per scherzo potrebbero essere paragonate a quelle di Marco Nucci. In ogni caso è chiaro che non è colpa dell'autore, ma di chi gli ha chiesto di mantenere la continuity di tre paperi in gioco. Comunque la storia è un capolavoro e non vedo l'ora di sapere il seguito ora che Ribbling ha capito che intenzioni hanno i miliardari. Segnalo inoltre che è stata inserita anche nel volume Speciale Paperino - A tutto calcio. E se hanno inserito in un vattelapesca del genere una storia del nuovo topo di questa settimana, vuol dire che parliamo di una storia-bomba! Altro che tre paperi in gioco, foglie rosse, X-music, Area 15 e via dicendo... .
                            Anche a me devo dire che Casty mi ha un po' deluso, più che altro perché abbiamo una prima parte di alto livello in cui vengono presentati i problemi, e una seconda che vale la metà della qualità della prima e dura la metà delle pagine circa. Insomma, la seconda parte è troppo veloce e tutto si risolve in maniera troppo sbrigativa, come ad esempio qualche utente ha fatto notare che Topolino in un attimo ha risolto la situazione, quando il tutto poteva essere approfondito maggiormente.
                            Mah, io resto ogni volta sempre più perplessa per tutte le critiche che piovono addosso a Casty ogni volta che fa una storia non eccezionale (e a volte anche quando eccezionale lo è 😅). Eppure non è difficile rendersi conto che rispetto alla media del settimanale Casty resta oro anche quando non è di prima qualità.
                            Come si può umanamente pensare che produca solamente la perfezione?
                            In ogni caso concordo perché non è che possiamo riempire il povero Casty di critiche, solo perché per una volta la storia non gli è uscita perfetta. Ha fatto capolavori, li fa e ne farà tanti altri, ma se qualche volta capitano storie come questa, non bisogna farne uno scandalo!
                            Come Nucci, anche Enrico Faccini si è superato stavolta, con una bellissima storia muta fuori dagli schemi che ha Paperoga come protagonista. Bello vedere come manchi l'inquadratura delle vignette, ma ne esca comunque una storia splendida in tutti i sensi!
                            La breve di Pippo Blog & Tales è nella media e scuce qualche risata.
                            La storia che viene dopo dedicata a Zio Paperone, riconoscibile subito per i disegni unici di Amendola, è una storia particolare e molto strana. Non credo di aver mai letto o sentito parlare di una storia con una trama simile: lo Zione si porta dietro il Deposito e viene inseguito dai Bassotti? Lascio a voi scoprire la curiosa storia, in cui ci sono dei doppi se non tripli giochi sul luogo in cui si trova realmente il Deposito. Ho trovato deludente però il finale, in cui ci viene rivelato dov'è il Deposito, ma con semplicemente Zio Paperone che lo dice come frase in un balloon. In ogni caso posso considerare la storia riuscita.
                            La storia di chiusura è la seconda del nuovo ciclo "Storia Papera" ed è piuttosto divertente con una trama molto simile a quella della scorsa volta, solo che questa volta il periodo storico che Pico e Paperoga analizzano (quest'ultimo a modo suo, ovviamente) è l'Antico Egitto. Se si può dire, mi è piaciuta un filino di meno della prima e non so spiegare precisamente il perché. Comunque ricordo sempre che si tratta di storie minori ed è giusto che stiano in chiusura perché hanno tutte le caratteristiche per fare il lavoro di storie finali dell'albo (anche se quella sulla Preistoria non lo era).
                            Dunque, che dire? Questo numero ha meno storie belle rispetto allo scorso, però le belle che ci sono lo sono moltissimo, detto in maniera molto semplice. Quindi sì, ve lo consiglio per Nucci assolutamente, ma anche per Faccini!

                            *

                            luciochef
                            Ombronauta

                            • ****
                            • Post: 867
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re:Topolino 3368
                              Risposta #13: Giovedì 11 Giu 2020, 16:06:17
                              A dire la verità non ero minimamente intenzionato ad acquistare e completare l'album di figurine del "Torneo delle Cento porte" ma dopo aver letto la storia ed aver visto lo splendido lavoro grafico compiuto da Donald Soffritti mi sono fiondato in edicola ad acquistare la copia con l'album.
                              Una vastità di caratterizzazioni, di volti, particolari distintivi veramente frutto di un immane lavoro. Sperando che alcuni di essi possono entrare a far parte del cast di Paperopoli.
                              L'album lo credevo più grande, non dico come quello dei calciatori Panini ma non in un formato tanto ridotto. La carta utilizzata per le pagine interne dell'album è piuttosto sottile e abbastanza delicata (occhio nel girare le pagine). In compenso le figurine sono bellissime, con colori sgargianti e minuziose nei dettagli.
                              Un lavoro che dovrebbe posizionare Soffritti tra i top del suo comparto !
                              Io sono un cattivo... e questo è bello! Io non sarò mai un buono e questo non è brutto! Io non vorrei essere nessun altro... a parte me.

                              *

                              Mr. Bunz
                              Ombronauta

                              • ****
                              • Post: 814
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re:Topolino 3368
                                Risposta #14: Giovedì 11 Giu 2020, 16:32:40
                                Mi piace il calcio, ma detesto le storie sul calcio. Stavolta mi devo ricredere. Pensavo : anche un autore in gamba come Marco Nucci finira' tritato dalle solite sfide pallonare. Invece... La sfida, ovviamente, c'e', ma qui c'e' anche l'autore. La prima puntata fila via liscia,liscia (e comunque, otimamente disegnata da Soffritti). Semplice, ma d'impatto, personaggi azzeccati, ottimi dialoghi (non una parola di troppo ne una di meno), in sintesi : scritta bene !!! E, se una storia e' ben scritta e ha un'anima, l'argomento su cui si basa e' molto relativo. Ottimo Nucci. Vedremo la continuazione, ma sono ottimista. 
                                Conosciuto anche come : Velodromo Vigorelli

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.