Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
5 | |
2 | |
2 | |
2 | |
Topolino 3398 - Recensione di Matteo Gumiero

I lettori appassionati di Topolino non possono che apprezzare molto il tentativo della Redazione di provare ad aumentare la presenza del personaggio di Mickey Mouse sulle pagine del settimanale. È già da un po’ di tempo, infatti, che soprattutto attraverso le sempre più presenti sceneggiature di Marco Nucci, ma anche grazie all’apporto di altri autori come Alessio Coppola, Topolino è tornato a essere protagonista di gialli ed avventure, dopo che per molti anni le sue comparsate si limitavano prevalentemente alle grandi produzioni in costume e alle storie di Casty, quando presenti. Quindi questa ripresa del Topolino-personaggio e della sua quotidianità nell’avventura è un’operazione che lo scrivente guarda con molto favore, altrettanta fiducia e solide aspettative. Purtroppo però a volte tali aspettative devono fare i conti con la realtà. Topolino e i misteri di Mister MacGuffin (Nucci/Soldati), nonostante il rimando al maestro del brivido Alfred Hitchcock che ha coniato il termine, è a conti fatti una storia leggera e dai toni comici che gioca sul presupposto (piuttosto abusato) secondo cui Topolino non sarebbe in grado di restare lontano da guai e misteri. E che risulta anche particolarmente insopportabile quando si va a evidenziarne in maniera marcata le sue spiccate qualità di aiutante della legge. Lo svolgimento è abbastanza banale nel suo complesso, ma ciò che riesce a salvare la storia sono l’ambientazione, con Topolino finalmente (e speriamo sempre più) calato nella vita di Topolinia e dintorni, un buon ritmo di sceneggiatura e qualche buona trovata comica. Non contribuiscono al risultato finale i disegni di Giampaolo Soldati questa volta, in quanto non sembrano adatti all’atmosfera che si voleva creare, e non convincono le espressioni convulse di un Topolino a tutti gli effetti in crisi di astinenza. Un Topolino vincente e un po’… antipatico Un miglior risultato è riscontrabile in Zio Paperone e il trasloco dello spread, di Sisti e Mangiatordi, che fa parte dell’ottimo ciclo di storie sull’alta finanza. Questa volta vengono spiegati con semplicità e chiarezza i meccanismi alla base dello spread e i vantaggi nel tenere basso tale indice. La trama fila e la spiegazione è chiara e non didascalica. Belli come sempre i disegni di Mangiatordi. Anche la storia finale del numero può definirsi abbastanza riuscita. Storia Papera: Il rinascimento (Macchetto/Held) rimane sulla falsariga delle altre puntate di questa serie. Che la coppia Paperoga-Pico funzioni era già un dato di fatto, e le trovate assurde e paradossali con cui viene presentata la storia del XV secolo sono adatte a qualche minuto di leggero intrattenimento. Nulla di trascendentale, ma la storia mantiene un aspetto “classico” anche grazie al tratto morbido di Held. I due mattatori Pippo e il successino del cibo tiepidino (Fontana/Piras) è una semplicina riempitivina che probabilmente si farà ricordare solamente per il titolino bruttino. Ma la notizia inaspettata di questo numero è il ritorno di Young Donald Duck, che in questa “seconda ondata” riporta già dal primo episodio molte delle criticità della “stagione” precedente. Tra le cose non riuscite di questo numero va purtroppo menzionato anche il Che aria tira di Silvia Ziche, rubrica che negli ultimi tempi alterna intuizioni simpatiche a vignette anonime come quella di questa settimana. Sono presenti tra le pagine del settimanale ben due interviste: la prima fatta all’attore Rocco Papaleo, in promozione di un film, la seconda a Riccardo Zanotti, il frontman dei Pinguini Tattici Nucleari, band italiana in grande ascesa tra i ragazzi e non solo. Chiude il numero, e la recensione, il prologo de L’inizio e la fine di Marco Gervasio. In questa nuova saga di Fantomius l’autore romano ha promesso grandi cambiamenti e colpi di scena, e queste prime sei tavole, che vedono il ritorno di un personaggio che già avevamo incontrato in passato, assolvono bene al compito di incuriosire il lettore per le puntate future.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (28)
Esegui il login per votare

Topolino 3398

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Vito65
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1372
  • ex Generale Westcock
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re:Topolino 3398
    Risposta #30: Domenica 10 Gen 2021, 23:08:08
    I salti nel tempo con macchine artigianali convincono poco anche me, ma chiaramente sono un espediente narrativo per saltare d'epoca. C'è da dire che il termine "artigianale" implica una valutazione della perfezione tecnica del macchinario secondo canoni e criteri della nostra contemporaneità. se valutiamo l'orologio a cucù realizzato da Copernico secondo le tecniche del 1929, parliamo in realtà di un macchinario avanzatissimo.
    Se Gervasio ci mostrerà la "fine della storia" di Fantomius e Dolly Paprika, o se invece inizierà solo a centellinare le vicende della coppia nell'ultimo periodo della loro vita pubblica, lo staremo a vedere.
    La tecnica di mostrare la fine di una vicenda e di narrare poi vicende retrodatate non è poi così anomala: in fondo è quel che è successo con Pk: PKNA n. 48 "Le parti e il Tutto" ci ha mostrato già, vent'anni fa circa, l'epilogo della saga, ma ciò non ha impedito di arricchirla di nuovi ed ulteriori sviluppi, ancora in corso.

    *

    Grande Tiranno
    Gran Mogol

    • ***
    • Post: 568
    • Sfortunato Creaturo!
      • Online
      • Mostra profilo

      Re:Topolino 3398
      Risposta #31: Domenica 10 Gen 2021, 23:14:12
      Ritorno a recensir!
      Il numero si apre con una bella copertina di Mottura, ahimè un po' spoilerosa. Essa è collegata alla storia di apertura nucciana, che conferma i miei dubbi riguardo a sue storie di Topi: non sa utilizzare questi personaggi. Questa infatti, insieme a Yo-Youn... no, non ce la faccio, insieme a quello scempio che neanche riesco a nominare, è secondo me la storia peggiore dell'albo. Le caratterizzazioni sono totalmente sbagliate, Topolino non è uno psicopatico ebete (che sente "rapina mano armata" anziché "piadina senza insalata"), e Minni non è un'odiosa rompiscatole petulante. Che poi il giallo sia appassionante o no non è importante: caratterizzazioni sbagliate=storia sbagliata. Buoni i disegni di Soldati.
      Si prosegue con una bella storia di Sisti sulla finanza, educativa ma non pedante o troppo didascalica. Anche la trama è buona e i personaggi di contorno sono ben costruiti. Ottimo Mangiatordi.
      Abbiamo poi quella storia, e le mie aspettative non sono state deluse, anzi, è più brutta di quanto pensassi. Mi limito a dire che secondo me l'operazione non ha alcun senso e che mi sembrava di leggere una storia con dei personaggi omonimi di Topolino e Paperino, ma senza che fossero loro. Brutti anche i disegni di D'Ippolito, con delle teste squadrate tanto che non riuscivo quasi a riconoscere i personaggi.
      Arriviamo poi con quella che è la storia migliore del numero (senza contare il prologo di Fantômius), Pippo e il successino del cibo tiepidino. Nonostante il titolo bruttino (rimanendo in tema), è divertente e satirica come non se ne vedevano da tempo. Complimenti a Fontana e a Piras, un po' il Lavoradori dei Topi, che fa un ottimo lavoro.
      Si prosegue con l'ennesimo noioso capitolo di Storia Papera, serie che non sfrutta le potenzialità comiche della strana coppia Pico-Paperoga. Quest'episodio non fa eccezione, e va pure in contrasto col Grande Gioco Geniale. Buono Held.
      L'albo si chiude con il prologo della prossima avventura di Fantômius, che mette tanto hype e con una banale autoconclusiva.

      In definitiva:  SmMickey SmMickey.

      Allora si potrebbe fare anche una storia con Amelia e Roberta, l'ultima manca  mi pare anche lei da tempo?
      Non tanto...

      Ciao!

      Il Grande Tiranno
      « Ultima modifica: Domenica 10 Gen 2021, 23:35:25 da Grande Tiranno »
      Catturamento Catturamento!

      *

      tang laoya
      Cugino di Alf
         (3)

      • ****
      • Post: 1152
      • Mano rampante in campo altrui
        • Offline
        • Mostra profilo
         (3)
        Re:Topolino 3398
        Risposta #32: Lunedì 11 Gen 2021, 04:40:24
        Ritengo anche io che Nucci abbia ancora da trovare il giusto affiatamento con il mondo topesco, un'affinità con i caratteri non totalmente sbocciata e che si esplicita in reazioni talvolta sopra, altre volte sotto, le righe (personalmente il Topo mi ha ricordato taluni eccessi paperoniani da dollarallergie varie, anche se in quel contesto sono decisamente più consoni).
        E tuttavia dipinge un mondo che non solo trovo intrigante per lo straniamento di cui si intride, ma che raggiunge puntualmente uno di quelli che ritengo da sempre essere fra gli scopi più alti di Topolino: offrire spunti intellettuali (con intelligenza e non pedissequamente) che spingano la mia curiosità ad andare oltre la storia appena letta per approfondire ulteriormente le tematiche affrontate.
        Non solo, quindi i vari ed espliciti riferimenti al mondo cinematografico di Hitchcock mi hanno invitato in questi giorni a rivedere alcuni dei film "toccati" dalla storia: da L'Altro Uomo (Strangers on a Train) che Minnie e Clarabella vanno a vedere in un cinema d'essai, a Psycho, la cui casa si intravede dal treno, fino alla citazione da La Signora Scompare (The Lady Vanishes) quando Toplan riferisce di aver perduto la zia Alma (il nome della moglie del regista che fu anche sceneggiatrice del film) e per chiudere con il nome dell'antagonista Alfred. Sempre al mondo del giallo appartiene il nome del villaggio dove il Topo è diretto per raggiungere Minnie, Mousetrap, dal titolo della pièce di Agatha Christie.

        Ma mi pare che il gioco letterario si faccia più raffinato nella citazione principale della storia, ovvero il cognome dell'antagonista MacGuffin, una figura narrativa da sempre presente negli intrecci di poemi epici, di romanzi o di film, ma in qualche modo teorizzata (e battezzata) dallo stesso Hitchcock; anche si trattasse di puro citazionismo fine a se stesso quello di Nucci, gliene sarei comunque grato per avermi dato l'occasione di approfondire questo tema, e tuttavia credo che l'autore si sia doppiamente divertito, utilizzando come MacGuffin un personaggio e un piano entrambi totalmente ininfluenti per il lettore e per lo svolgimento della storia (il criminale poteva essere biondo e slanciato e il piano poteva essere l'assalto a un portavalori in Texas e nulla sarebbe cambiato ai fini della narrazione) benché ne siano i motori fondamentali: diciamo che ho l'impressione che Nucci ci abbia voluto far intravedere la bottega dello sceneggiatore mettendo in bella mostra alcuni degli strumenti del mestiere.
        « Ultima modifica: Lunedì 11 Gen 2021, 11:01:24 da tang laoya »
        Mi avevano dato le mappe del percorso, ma nessuna idea circa i bizzarri paesaggi che avremmo attraversato durante lunghi mesi. - Per Nettuno Capitano! Con questa luna di sghimbescio gli sgombri cremisi fluttuano flessi!

        *

        salimbeti
        Pifferosauro Uranifago
           (2)

        • ***
        • Post: 493
        • W questo FORUM!!!
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re:Topolino 3398
          Risposta #33: Lunedì 11 Gen 2021, 10:11:54

          Certo, se MG dovesse arrivare ad illustrare i motivi e le azioni della fine della presenza di Fantomius e Dolly a Paperopoli in questa storia, mi sembrerebbe difficile poi tornare a scrivere altre storie di questa serie come nulla fosse, retrodatate di qualche anno, nel periodo 'aureo' della diabolica coppia. Ma, non avendo letto nulla riguardo una 'Fine' improvvisa della serie (anzi, mi pare il contrario), immagino che l'autore avrà escogitato un modo per scavare le prime verità sui misteri della scomparsa dei due ma non al punto da non poterli riproporre come solito.



          Questo invece è molto plausibile .  Anche se nel giro di qualche puntata Fantomius e Dolly dovessero concludere la loro attività nel 1930, nulla vieta ogni tanto di fare altre storie ambientate in anni precedenti, così come fece per esempio  Don Rosa con la saga su Paperone dove una volta conclusa la saga creò altre storie aggiuntive ambientate in vari periodi della vita di Paperone

          *

          Vincenzo
          Cugino di Alf
             (1)

          • ****
          • Post: 1335
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re:Topolino 3398
            Risposta #34: Lunedì 11 Gen 2021, 10:18:44
            Ritorno a recensir!
            Il numero si apre con una bella copertina di Mottura, ahimè un po' spoilerosa. Essa è collegata alla storia di apertura nucciana, che conferma i miei dubbi riguardo a sue storie di Topi: non sa utilizzare questi personaggi. Questa infatti, insieme a Yo-Youn... no, non ce la faccio, insieme a quello scempio che neanche riesco a nominare, è secondo me la storia peggiore dell'albo. Le caratterizzazioni sono totalmente sbagliate, Topolino non è uno psicopatico ebete (che sente "rapina mano armata" anziché "piadina senza insalata"), e Minni non è un'odiosa rompiscatole petulante. Che poi il giallo sia appassionante o no non è importante: caratterizzazioni sbagliate=storia sbagliata. Buoni i disegni di Soldati.


            Scusa ma non penso che abbia molto senso questo tuo discorso. Le caratterizzazioni dei personaggi sono sempre funzionali alla trama in cui agiscono, e il fatto che a te non convincano non implica che possano definirsi "sbagliate".
            Topolino è sempre alla ricerca di nuove sfide da affrontare, sono la molla che lo spingono all'azione: in questo caso però, anche a fini comici, queste sfide lo portano a un esaurimento nervoso, cosa che è anche abbastanza plausibile considerando la nostra realtà.
            Non vedo perché solo Paperone debba essere sfruttato in quel modo.
            Non trovo criticabile neanche il comportamento di Minni, che si sente semplicemente trascurata e, essendo di norma tutt'altro che un personaggio dal carattere passivo, si sente in dovere di dare una sorta di ultimatum per ristabilire la serenità. Dove la vedi l'incoerenza nel suo personaggio?
            If you can dream it, you can do it.

            *

            Dippy Dawg
            Visir di Papatoa

            • *****
            • Post: 2711
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino 3398
              Risposta #35: Lunedì 11 Gen 2021, 10:56:17
              Topolino e i misteri di Mister MacGuffin
              Leggo di giudizi diametralmente opposti su questa storia, ma io sono dalla parte di chi l'ha apprezzata!
              Una storia quasi pezziniana, per certi versi; tra le altre cose, Topolino in crisi di astinenza l'ho trovato troppo divertente!
              Secondo me Nucci i personaggi li sa utilizzare, eccome! :)

              Zio Paperone e il trasloco dello spread
              Sisti, al 99%, è una garanzia, e anche questa volta non sbaglia!
              Come per le criptovalute, ho capito più sull'argomento da questa storia di quanto ne sapevo in precedenza!
              Solo, non ho capito se sono storie vecchie, magari destinate all'Economia di ZP, o se sono state prodotte recentemente...
              Comunque, Mangiatordi mi piace troppo! Dovrebbe lavorare di più!

              Young Donald Duck - Un giorno da ricordare
              Bah... :-\
              Proprio a voler essere generosi, a parte i disegni orribili e una trama confusa e snervante, un paio di risate me le ha strappate...

              Pippo e il successino del cibo tiepidino
              Un titolino un tantino bruttino, ma una storiellina carina! ;D

              Storia Papera - Il Rinascimento
              A parte il fatto che ora non si può più nominare neanche la peste nera (ma perché?!?), non mi è dispiaciuta!
              Un po' più "realistica" delle precedenti, ma non per questo negativa!

              Fantomius - L'inizio e la Fine - Prologo
              Finalmente! :)
              Agognavo questa storia da anni!
              Vediamo cosa si inventa Gervasio...
              Come detto da altri, nulla vieta di raccontare in futuro altre storie di Fantomius precedenti a questa! Senza esagerare, però... ;)
              Io son nomato Pippo e son poeta
              Or per l'Inferno ce ne andremo a spasso
              Verso un'oscura e dolorosa meta

              *

              Flash X
              Ombronauta

              • ****
              • Post: 942
              • Mezzanotte: l'ora di Paperinik!
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino 3398
                Risposta #36: Lunedì 11 Gen 2021, 11:29:33
                Citazione
                "Considera che la mia saga di Fantomius è ambientata negli anni Venti del Novecento e si snoda (per ora) sino al 1930".
                Parole di Marco Gervasio.
                Secondo me Nucci i personaggi li sa utilizzare, eccome!
                Concordo pienamente! Per me Nucci è uno degli autori più in forma attualmente su Topolino.

                *

                Paper_Butler
                Gran Mogol
                   (3)

                • ***
                • Post: 662
                • Soffia il vento del sud...
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (3)
                  Re:Topolino 3398
                  Risposta #37: Lunedì 11 Gen 2021, 11:30:49
                  i vari ed espliciti riferimenti al mondo cinematografico di Hitchcock
                  All'ottima analisi "hitchcockiana" di Tang mi permetto di aggiungere i riferimenti a un altro capolavoro, Intrigo Internazionale (North by Northwest).
                  Il tale che in treno cerca la zia Alma dice di chiamarsi Toplan, ma scopriamo poi che il suo vero nome è Top Thornhill.
                  Nel film di Sir Alfred il personaggio interpretato da Cary Grant si chiama Roger Thornhill ma viene scambiato per un tale Kaplan... ;)

                  *

                  camminatadisney
                  Evroniano
                     (1)

                  • **
                  • Post: 89
                  • Muori, malnato! Muori! Muori!
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (1)
                    Re:Topolino 3398
                    Risposta #38: Lunedì 11 Gen 2021, 22:01:50
                    Le caratterizzazioni sono totalmente sbagliate, Topolino non è uno psicopatico ebete (che sente "rapina mano armata" anziché "piadina senza insalata"), e Minni non è un'odiosa rompiscatole petulante. Che poi il giallo sia appassionante o no non è importante: caratterizzazioni sbagliate=storia sbagliata. Buoni i disegni di Soldati.


                    Come ebbe a dire qualcuno ben più autorevole di me, "Sono le buone storie che fanno i buoni personaggi", e non viceversa.
                    Il richiamo era ai film alla Frank Capra, la credibilità dei cui characters era diretta conseguenza della solidità dell' intreccio.

                    Perciò non credo che, nell' elaborazione di una nuova trama per il Topo, il processo debba partire da un brainstorming intorno alle caratteristiche del nostro eroe per poi cucirgli addosso una trama che fili liscia come l' olio.
                    Penso invece che una storia strutturalmente valida si ripercuota positivamente sulla caratterizzazione del protagonista.

                    Marco Nucci, da appassionato dell' universo Disney, ne conosce indubbiamente i personaggi.
                    Così come è in grado di elaborare solide avventure, a volte molto convincenti, altre un po' meno.

                    Ecco, questa 'T. e i misteri di Mister MacGuffin' mi sembra una avventura gradevole, il cui efficace impianto narrativo si ripercuote sulla credibilità dei characters che sono in gioco.

                    Nucci è abile nel destreggiarsi tra vari registri, e questa storia non si può ascrivere né al genere mistery né alla commedia.
                    E' un' avventura leggera -dove la leggerezza deriva dalla sintesi degli estremi-, la cui lievità scivola con metodo deduttivo, dal generale al particolare, ai personaggi coinvolti.
                    Quindi, pur nel rispetto filologico dei vari characters storici, le intemperanze di una Minni o le paranoie di un Topolino vanno presi con la medesima leggerezza, in quanto funzionali allo sviluppo dell' intreccio.

                    In questo senso, i buoni disegni di Giampaolo Soldati, forse un po' anonimi ma esacerbati in certe mimiche e gestualità, risultano piuttosto congeniali all' intera vicenda.

                    Se Curie si trovasse a leggere questi misteri di Mister MacGuffin, direbbe probabilmente che "la simmetria delle cause si ripercuote sugli effetti".
                    E lo intenderebbe come un complimento.


                    *

                    Grande Tiranno
                    Gran Mogol

                    • ***
                    • Post: 568
                    • Sfortunato Creaturo!
                      • Online
                      • Mostra profilo

                      Re:Topolino 3398
                      Risposta #39: Lunedì 11 Gen 2021, 22:46:58
                      Le caratterizzazioni sono totalmente sbagliate, Topolino non è uno psicopatico ebete (che sente "rapina mano armata" anziché "piadina senza insalata"), e Minni non è un'odiosa rompiscatole petulante. Che poi il giallo sia appassionante o no non è importante: caratterizzazioni sbagliate=storia sbagliata. Buoni i disegni di Soldati.
                      Perciò non credo che, nell' elaborazione di una nuova trama per il Topo, il processo debba partire da un brainstorming intorno alle caratteristiche del nostro eroe per poi cucirgli addosso una trama che fili liscia come l' olio.
                      Però allora è come se un autore realizzasse una storia (strutturalmente valida, con un intreccio solido, piena di bei momenti di tensione alternati a divertenti gag...) insomma, da questo punto di vista diciamo che abbia scritto la storia perfetta. Storia che magistralmente parla di Topolino il quale, per vendicarsi delle rapine da lui effettuate, va a casa di Macchia Nera e lo uccide nel sonno. La storia credo che tutti la giudicheremmo pessima, orrenda, con un Mickey out of character... eppure dal punto di vista tecnico sarebbe perfetta, ineccepibile. Eppure sarebbe pessima lo stesso. E per questa storia secondo me vale lo stesso, tralasciando il fatto che ovviamente Nucci non ha scritto la storia perfetta dal punto di vista della trama.

                      Marco Nucci, da appassionato dell' universo Disney, ne conosce indubbiamente i personaggi.
                      Questo sicuramente, ho detto solo che non mi piace come li usa.

                      Ritorno a recensir!
                      Il numero si apre con una bella copertina di Mottura, ahimè un po' spoilerosa. Essa è collegata alla storia di apertura nucciana, che conferma i miei dubbi riguardo a sue storie di Topi: non sa utilizzare questi personaggi. Questa infatti, insieme a Yo-Youn... no, non ce la faccio, insieme a quello scempio che neanche riesco a nominare, è secondo me la storia peggiore dell'albo. Le caratterizzazioni sono totalmente sbagliate, Topolino non è uno psicopatico ebete (che sente "rapina mano armata" anziché "piadina senza insalata"), e Minni non è un'odiosa rompiscatole petulante. Che poi il giallo sia appassionante o no non è importante: caratterizzazioni sbagliate=storia sbagliata. Buoni i disegni di Soldati.


                      Scusa ma non penso che abbia molto senso questo tuo discorso. Le caratterizzazioni dei personaggi sono sempre funzionali alla trama in cui agiscono, e il fatto che a te non convincano non implica che possano definirsi "sbagliate".
                      Certo, ovviamente sono sbagliate per me, non necessariamente per voi :)!

                      Citazione da: Vincenzo
                      Topolino è sempre alla ricerca di nuove sfide da affrontare, sono la molla che lo spingono all'azione: in questo caso però, anche a fini comici, queste sfide lo portano a un esaurimento nervoso, cosa che è anche abbastanza plausibile considerando la nostra realtà.
                      Mi sembra che si vari troppo dal Topolino classico, certi eccessi non sono da lui, neanche in un esaurimento nervoso. E poi io Topolino non l'ho mai visto come uno che cerca misteri, ma che viene "cercato" da loro. 

                      Ciao!

                      Il Grande Tiranno
                      « Ultima modifica: Lunedì 11 Gen 2021, 23:03:34 da Grande Tiranno »
                      Catturamento Catturamento!

                      *

                      Ottone
                      Bassotto
                         (1)

                      • *
                      • Post: 4
                      • Esordiente
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (1)
                        Re:Topolino 3398
                        Risposta #40: Venerdì 15 Gen 2021, 13:22:19
                        Non contribuiscono al risultato finale i disegni di Giampaolo Soldati questa volta, in quanto non sembrano adatti all’atmosfera che si voleva creare, e non convincono le espressioni convulse di un Topolino a tutti gli effetti in crisi di astinenza.

                         

                        Leggendo la storia ho trovato le espressioni di Topolino molto convincenti e divertenti, Soldati è riuscito a rendere ottimamente la storia. De gustibus

                         

                        Dati personali, cookies e GDPR

                        Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                        Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                        Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.