Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
5 | |
4 | |
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |

Into the woods

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

V
Dittatore di Saturno
   (1)

  • *****
  • Post: 3274
  • Torino
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Into the woods
    Giovedì 2 Apr 2015, 16:03:42
    Gran bel film, anch'io sono d'accordo con i commenti, anche se la seconda parte è un po' confusionaria e non svolge benissimo la morale della trama
    musiche ottime salvano tutto, insieme al buon cast.

    Qui una rece su ARTempi, dopo l'anteprima del film: http://www.tempi.it/blog/into-the-woods ... R1Kp_ysV1A
    Quando hai capito che è tutto uno scherzo, essere Il Comico è l'unica cosa sensata.
    Watchmen, Alan Moore and Dave Gibbons

    Disney Compendium Don Rosa: http://www.ilsollazzo.com/c/disney/lista/fumetti-donrosa

    Il mio mercatino: http://www.papersera.net/forum/index.php/topic,6635.0.html

    *

    Fillo Sganga
    Visir di Papatoa
       (1)

    • *****
    • Post: 2399
    • ex turk182
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re: Into the woods
      Risposta #1: Domenica 5 Apr 2015, 13:11:16
      allora l'ho visto e il primo tempo mi e' piaciuto molto..bella l'idea dissacrante e irriverente di fondere favole e stravolgerle anche se di fatto dopo sherk potrebbe essere vista come un operazione fuori tempo massimo :-)
      la seconda parte invece (gli ultimi 40 minuti per intenderci) mi da l'idea che tutto vada un po' a ramengo...tutto diventa un po' confuso e stilisticamente poco perfetto..come se si volesse osare senza completamente farlo...forse era uno di quei film da fare 15 anni fa con altro regista (Terry Gilliam o Tim Burton pre diabete di zucchero) e sopratutto un'altra casa di distribuzione : per disney musical e dissacranza non vanno molto d'accordo.
      cmq per musiche, scenografie e cast e primo tempo a un 7 ci si arriva.

      *

      Giack
      Giovane Marmotta

      • **
      • Post: 166
      • Errare paperum est!
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Into the woods
        Risposta #2: Sabato 11 Apr 2015, 15:11:33
        L'ho visto ieri sera, anche se mi sono perso l'ultima parte (
        Spoiler: mostra
        diciamo che sono stato attento fino alla scomparsa della strega, poi sono stato...ehm...distratto dalla mia ragazza  ::)
        .

        Il film, come forse qualcuno ha già scritto, è l'adattamento di un musical di cui lessi a suo tempo la trama su Wikipedia.
        L'idea di fondo su cui si sviluppa la storia (le favole più famose dei fratelli Grimm che si intrecciano grazie alla storia originale del fornaio, sua moglie e la strega) mi aveva affascinato, per quanto il finale
        Spoiler: mostra
        dai tratti drammatici
        mi avesse lasciato un po' con l'amaro in bocca (a me piace
        Spoiler: mostra
        il lieto fine in tutto e per tutto
        ); non avendo occasione di andare a vedere il musical, ho colto la palla al balzo e sono andato a vedere l'adattamento cinematografico.

        In sintesi, un film piacevole, immaginifico e stimolante, che riesce a intrattenere ed affascinare.
        La seconda parte si distacca un po' (almeno secondo Wikipedia) dalla trama originale, ma l'ho trovata ben riuscita e conforme alla morale che vuole trasmettere.

        Molto belle le parti musicali, anche se mi sembravano tutte molto simili tra loro. La mia preferita è la colonna sonora del film, Into the Woods, appunto.

        La parte che ho seguito con più interesse, non so perché, è stata quella dedicata a una "sottotrama" rispetto alla trama principale, e cioè quella che vede come protagonista Cappuccetto Rosso, dall'incontro col Lupo (uno dei personaggi meglio riusciti del film, assieme alla Strega)
        Spoiler: mostra
        alla sua morte per mano del fornaio
        .

        Non potrei definire il film nè un capolavoro nè particolarmente bello, ma riesce a intrattenere e fa riflettere sulla morale. Mi ha fatto passare una serata piacevole  :)
        "La solita ostentazione di plutocratica sicumera!"
        "Ti rendi conto che dici sempre le stesse cose?"
        (dialogo tra Paperino e Paperone da "Zio Paperone in:missione effetto farfalle")

        *

        Tigrotta
        Gran Mogol
           (1)

        • ***
        • Post: 547
        • The wonderful thing about Tiggers...
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: Into the woods
          Risposta #3: Sabato 11 Apr 2015, 21:54:38
          Io abitando in Inghilterra l'ho visto il mese scorso. Copio le mie impressioni scritte il 14 marzo da La Tana del Sollazzo:

          E mentre in Italia non si fa che parlare della Cenerentola di Kenneth Branagh, io mi sono vista questo a Londra in una sala completamente a mia disposizione. :D

          Into the Woods è spettacolare. Imho è uno dei live action Disney migliori degli ultimi anni, e nonostante si presenti come un'ennesima variante dell'ormai abusatissimo filone delle fiabe, l'effetto già visto si avverte davvero molto poco anche perché i personaggi stranoti vengono rivisti in maniera molto originale evitando del tutto le melensaggini che troppo spesso questo genere si porta dietro.

          Devo ammettere di non conoscere l'opera teatrale da cui questo film è tratto, ma da quello che ho letto in giro è molto fedele e ci sono stati pochi cambiamenti e tagli. Il primo "atto" del film è quello più tradizionale in cui personaggi come Cenerentola, Cappuccetto Rosso, Giacomino e Rapunzel vivono le loro rispettive storie intrecciando i loro destini con i due fornai, gli unici personaggi non canonici. In questa prima parte il musical si rifà molto ai racconti dei fratelli Grimm, non lesinando particolari cupi e grotteschi. Il film potrebbe benissimo concludersi finito il primo tempo con il lieto fine di tutti i personaggi, ma il secondo "atto" rimette tutto in discussione mettendo i personaggi di fronte alle conseguenze dei loro desideri che porteranno ad un finale molto diverso da quello delle classiche fiabe disneyane, un finale molto malinconico ma non meno bello e ricco di significati.

          Ovviamente il piatto forte sono le canzoni, che come in ogni musical che si rispetti fanno da collante al film e forniscono un valido approfondimento dei personaggi. Canzoni che ho trovato davvero molto belle, forti del loro stile particolarissimo. Canzoni divertenti e argute, canzoni vagamente inquietanti, canzoni dal forte spessore psicologico, ce n'è davvero per tutti i gusti. E gli attori mi sono piaciuti tutti. Per farla breve, se non si fosse capito, vi consiglio vivamente di andarlo a vedere quando uscirà in Italia perché si tratta di un prodotto molto raffinato che ti fa uscire dal cinema con la voglia di perdonare gli eccessi subiti da questo filone...

          ...poi accendi il computer e Tim Burton ti ricorda dell'esistenza di Dumbo live action e torni con i piedi per terra, ma per qualche ora è stato bello. :P
          « Ultima modifica: Sabato 11 Apr 2015, 21:56:16 da Tigrotta »
          Tata a te, tata per ora! (Tigro)

          • **
          • Post: 80
          • Quando i venti dell'Etherium soffiavano placidi...
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Into the woods
            Risposta #4: Venerdì 24 Apr 2015, 10:57:56
            Io ho scritto una recensione su questo film nel mio blog:

            http://wanderinmovies.com/2015/04/20/into-the-woods/?fb_action_ids=10153263397329216&fb_action_types=news.publishes&fb_ref=pub-standard

            In generale ho trovato molto molto bella la prima parte, ma con la seconda mi sono annoiato e un po' innervosito per alcune storie che vengono mollate a casaccio e invece che essere sviluppate vengono abbandonate a sé stesse. In definitiva, alla fine del film, ero più deluso che soddisfatto..

            *

            Duck Fener
            Dittatore di Saturno

            • *****
            • Post: 3553
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Into the woods
              Risposta #5: Venerdì 24 Apr 2015, 13:04:09
              Ma quindi io sono l'unico fissato disneyano, amante dell'animazione, delle fiabe e dei musical a cui non è piaciuto assolutamente?

              Forse l'ho visto con occhi sbagliati io, ma:
              - La trama dov'è? Che cosa racconta? Cos'ha di originale? A me pare nient'altro che un miscuglio di 4 fiabe stranote. Invece di fare 4 film diversi, ne hanno fatto uno unico, con un finale appicciccato "extra" che pare un nuovo film troncato a metà.
              - Un minimo di approfondimento ai personaggi bisogna darlo.
              - Le canzoni vanno un minimo differenziate e staccate fra di loro, non si puo' sentire un tale ridondante calderone. Non me n'è rimasta impressa una sola, né mi son piaciute musicalmente.
              - Soprattutto... non si puo' fare una canzone su anche il singolo capello che si stacca dalla testa del principe. O basarle su improvvisi cambi di carattere dei personaggi o su altre schiocchezze varie che non c'entrano nulla con la trama vera e propria. Mi viene in mente solo l'aggettivo "assurde", anche per molti passaggi nei testi.
              - Se al posto di Johnny Depp il lupo lo interpretavo io, non penso nessuno se ne sarebbe accorto.

              Non scendo in altri 100 dettagli ma davvero, davvero brutto. Ma forse la maggior parte della colpa va all'opera originale teatrale.

              Il mio canale... addirittura ci metto la faccia!: https://www.youtube.com/channel/UCBsX4YXAsD3W0LjrjN8JvEQ

              *

              Daydreamer
              Pifferosauro Uranifago
                 (3)

              • ***
              • Post: 408
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (3)
                Re: Into the woods
                Risposta #6: Giovedì 30 Apr 2015, 23:16:47
                Io l'ho visto un paio di giorni fa, e in lingua originale. Per non ricoprire di giallo tutto quanto, avviso che di seguito ci sono vari SPOILER! :P

                Allora, la prima cosa che mi viene da dire è che l'ho trovato un film alquanto strano. Diverso dal solito, un po' ambiguo, cupo, triste e con un finale amaro che proprio non ci si aspetta da una fiaba, che mi ha commossa, ma anche lasciato un senso di insoddisfazione e malinconia.
                Poi c'è da dire che il film non presenta una trama molto unitaria e sembra quasi comporsi di due film diversi: si può dividere chiaramente in una prima e in una seconda parte... e la parte più interessante, per me, è la seconda. La seconda parte è quella innovativa, spiazzante, ed è quella che mi ha colpito. Alla fine della prima parte, questo live action mi aveva lasciata freddina, mi era sembrato poco più di un collage di fiabe neanche troppo originale, dove una delle poche cose interessanti era osservare la fedeltà tenuta con la versione dei Grimm della storia di Cenerentola (non credevo avrebbero messo pure i dettagli macabri della prova della scarpetta!)... se poi non fosse stato rimesso tutto in discussione, l'avrei trovato un film del tutto dimenticabile.
                Ma veniamo al dunque. Into the woods, secondo me, può essere visto in due modi: come una fiaba qualunque, con un capovolgimento un po' insolito e forse anche un po' forzato nel finale, o come un film ricco di metafore che ha qualcosa in più da dire, rispetto a ciò che sembra. Io nella seconda parte ho iniziato a guardarlo in questo secondo modo, e mi ha affascinata, anche se sono ancora piuttosto perplessa su cosa la morale, con la bella Children will listen, voglia dirci esattamente, oltre al fatto di stare attenti ai desideri che facciamo e alle loro conseguenze.

                Il particolare su cui mi sono concentrata di più è stato proprio... il bosco, e non inteso solo come luogo fisico. Il motivo del bosco è molto insistito in tutto il film, in particolare nelle canzoni, che quindi non sono inutili, ma aiutano a capire il senso della metafora. Il bosco rappresenta la vita, o comunque il percorso interiore che ognuno di noi compie nella vita. “Capita purtroppo che qualcuno ci lasci, attraverso il bosco” mi pare canti Cenerentola a Jack mentre lo consola per la morte della madre. Il bosco può essere un luogo amichevole e familiare, dove il percorso è segnato chiaramente, ma a volte può capitarci di avventurarci anche per una strada non nota, oppure il bosco può essere sconvolto da un terremoto e rivelarci allora il suo lato minaccioso. E qui i sentieri scompaiono, i punti di riferimento si perdono. Siamo da soli, possiamo contare solo su noi stessi. Ed ecco che allora la foresta diventa simbolo dello sconosciuto e dell'irrazionale. Il luogo dove l'inconscio si esprime e dove i desideri possono avverarsi, un luogo che non tutti hanno il coraggio di affrontare (vedasi la rinuncia della matrigna e delle sorellastre). Luogo di crescita o di perdizione. Di arricchimento o di distruzione.
                Prendiamo, ad esempio, la coppia di fornai protagonista. In lui avviene una crescita, nel bosco acquista sicurezza in se stesso, impara ad accettare il suo passato e diventa una persona nuova. La stessa moglie glielo fa notare e sì, c'è una canzone sul cambio di carattere del marito, ma è un particolare importante, non un qualcosa da nulla: il bosco ci mette davanti a delle scelte, ci costringe a metterci alla prova, a cambiare, ci porta a conoscere lati di noi e degli altri che prima non conoscevamo, a riscoprire noi stessi e rinforzare gli affetti.
                Nella moglie, invece, accade il contrario. Lei, che sembrava quella forte, così sicura di tutto, alla fine si rivela più fragile: da sola, nel bosco, cede alla tentazione e si abbandona agli istinti. “E' tutto un inganno di questo bosco, torna alla normalità, nessuno vive nel bosco” si ripete nel pieno del suo conflitto interiore. Restare razionale o cedere all'irrazionalità? La donna fa di tutto per eliminare la confusione che si è creata nella sua mente e per convincersi a ritornare sui suoi passi, ma quando finalmente decide di farlo, ormai è troppo tardi: ha smarrito la via, si è persa nei rimugini della sua mente, e non può più tornare indietro. E la conseguenza è la più terribile: la morte, l'annientamento.
                Ma non è finita qui. Il bosco, in quanto situazione sconosciuta, ci spoglia di tutto, ci rivela per quello che siamo. Ed emergono allora tutte le risorse della persona, ma anche tutte le debolezze, gli egoismi e i difetti peggiori. La cosa è particolarmente evidente quando i personaggi superstiti, invece di collaborare per affrontare insieme le difficoltà, cominciano ad incolparsi fra di loro. E accade un'altra cosa singolare: scompare la tradizionale divisione fiabesca tra buoni e cattivi; nessun personaggio è completamente senza colpe, nessuno è più puro, i “buoni” rivelano il loro lato peggiore, mentre la strega, cattiva per antonomasia, si trasforma quasi in una vittima sacrificale (“you're not good, you're not bad, your just nice, I'm not good, I'm not nice, I'm just right. I'm the witch”)
                Alla fine, comunque, ognuno si redime e si riappacifica, e si creano i presupposti per un nuovo inizio: i personaggi rimasti, pur avendo subito ognuno delle gravi perdite, decidono di andare avanti, uniti come una famiglia, verso quel che la vita gli riserverà, forti di ciò che hanno visto di poter compiere restando insieme.

                Spero di non avervi ammorbato con questa mia riflessione, ma avevo voglia di condividere la mia personale interpretazione di alcuni aspetti del film. :P E, se alla fine non so ancora se ritenerlo bello o meno a livello di intreccio, lo ritengo un film con un cast eccezionale, in grado di emozionare, lasciare un messaggio, e proporre vari spunti di riflessione... e se un film riesce a fare questo, sicuramente non è stata tutta fatica sprecata :)

                *

                Astrongman
                Papero del Mistero
                   (3)

                • **
                • Post: 233
                • Poeta incompreso
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (3)
                  Re: Into the woods
                  Risposta #7: Domenica 3 Mag 2015, 22:40:08
                  Non ho molto da aggiungere allo splendido commento di #daydreamer.
                  Ho trovato questo film di un'intensità travolgente e nelle due ore di proiezione mi sono emozionato tantissimo. Ho amato tanto la prima parte, più convenzionale, quanto la seconda con i suoi twist inaspettati. Sono moltissimi gli insegnamenti che si possono trarre dalla pellicola vista l'enorme quantità di temi trattati, forse troppi.
                  Ciò su cui volevo soffermarmi in particolare sono le canzoni: le ho amate visceralmente. Numerosissime, intelligenti, compatte nel complesso e forti del loro stile particolarissimo, sono a mio parere la vera punta di diamante del film (insieme al cast che è davvero ottimone). Cose come il prologo, Giants in the sky, On the step of the palace, No one is alone(ma potrei citare anche tutte le altre) hanno profondamente influenzato il mio coinvolgimento emotivo e mi hanno fatto venire una gran voglia di vedere il musical da cui il film è tratto. Mi rendo conto che certe armonie sono piuttosto particolari e distanti da quelle della filmografia disneyana ma spingo coloro che in un primo momento non hanno gradito le canzoni a riascoltarle, perché per essere gradite al 100% vanno assimilate bene.
                  Capolavoro IMHO, e pure bello grosso, altro che Cenerentole varie.
                  « Ultima modifica: Lunedì 4 Mag 2015, 00:04:04 da Poeta_incompreso »

                  *

                  brigo
                  Diabolico Vendicatore
                     (1)

                  • ****
                  • Post: 1814
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (1)
                    Re: Into the woods
                    Risposta #8: Martedì 5 Mag 2015, 15:57:35
                    Film demmerda.
                    'Demmerda' tutto attaccato.

                    *

                    Duck Fener
                    Dittatore di Saturno
                       (1)

                    • *****
                    • Post: 3553
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (1)
                      Re: Into the woods
                      Risposta #9: Martedì 5 Mag 2015, 20:54:55
                      Mai visti tanti giudizi diversi tutti assieme.

                      Il mio canale... addirittura ci metto la faccia!: https://www.youtube.com/channel/UCBsX4YXAsD3W0LjrjN8JvEQ

                      *

                      Daydreamer
                      Pifferosauro Uranifago

                      • ***
                      • Post: 408
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Into the woods
                        Risposta #10: Martedì 5 Mag 2015, 21:49:00
                        Film demmerda.
                        'Demmerda' tutto attaccato.
                        Commento diretto ed eloquente ;D Però potresti motivarlo...

                        *

                        brigo
                        Diabolico Vendicatore

                        • ****
                        • Post: 1814
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Into the woods
                          Risposta #11: Mercoledì 6 Mag 2015, 00:34:58
                          Commento diretto ed eloquente ;D Però potresti motivarlo...

                          Considera che non sono riuscito a terminare la visione.. E io sono tipo che si è sorbettato anche "Andrej Rublëv" con sottotitoli e in pessima qualità!

                          Melodie dimenticabili, messa in scena posticcia, mix di tanto e incuranza di tutto, attori palesemente sperduti e/o inadeguati.
                          A metà film pensavo che fosse finalmente finito e credevo che si fossero sbagliati a dire che durava due ore.
                          Be', invece non si erano sbagliati. Io però mi sono arreso.

                          *

                          Marvinnub
                          Bassotto

                          • *
                          • Post: 2
                          • Esordiente
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Into the woods
                            Risposta #12: Lunedì 18 Feb 2019, 11:22:53
                            in effetti la trama sembra interessante...ci far un pensierino.
                            piccolo OT/ Joo Ji Hoon recita anche nel nel drama The Devil che a breve vedr. ho letto in giro che Joo Ji Hoo  stato coinvolto in uno scandalo di droga e per questo la sua carriera potrebbe essere stroncata mi spiace, ma si  rovinato con le sue stesse mani. /fine OT

                             

                            Dati personali, cookies e GDPR

                            Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                            Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                            Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.