Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
5 | |
4 | |
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |

Un sequel per Mary Poppins?

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Mark
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1046
  • Esperto animazione disneyana
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: Un sequel per Mary Poppins?
    Risposta #15: Giovedì 7 Gen 2016, 12:21:33
    Penso che l'unica strada realmente percorribile sarebbe proprio quella del reboot. E visto che qualcuno ipotizza una versione più dark, penso che non starebbe male Tim Burton alla regia, sarebbe un degno interprete del lato dark delle storie

    *

    Chen Dai-Lem
    Cugino di Alf
       (3)

    • ****
    • Post: 1191
    • Cip & Ciop
      • Offline
      • Mostra profilo
       (3)
      Re: Un sequel per Mary Poppins?
      Risposta #16: Giovedì 7 Gen 2016, 13:55:12
      Aiuto..allora secondo me NON ci sono strade percorribili.. Quello con Julie Andrews è e rimarrà l'unico film con questo personaggio che noi (e per noi intendo chiunque abbia più di 5anni di età) possiamo accettare. Fare un reboot o un remake o un seguito sono tutte strade secondo me impraticabili perché, anche volendo partire da zero impostando un film con nuove scene, sempre con il film del 1965 dovrà fare i conti..e che conti.. Pensate un attimo a Saving mr Banks..lì è bastato che ci cambiassero i testi delle canzoni (per stare più vicini alle canzoni originali inglesi pare) per disturbarci..ricordo il fastidio al cinema di iniziare a canticchiare trovandomi poi parole nuove..come potremmo accettare una Mary Poppins tutta nuova??
      Per quanto riguarda la versione dark, poi, con tutto l'affetto per Tim Burton ne farei decisamente a meno.. Ma ricordate Mary Poppins :-)? "Oh come è bello passeggiar con Mary, Mary ti sa rallegrar..anche quando è un giorno dei più neri, Mary il sole fa spuntar" :-) E me la volete fare dark?? È la donna praticamente perfetta sotto ogni aspetto, in grado di far venire un sorriso a Bert con la sua sola presenza..la donna che gioca con i bambini trascurati dal padre con dolcezza ma al tempo stesso con fermezza ("Su la testa Michael..non stare gobbo :-)!)e colei che è in grado di toccare il cuore al signor Banks.. Questo film ha una dolcezza e una magia che Disney ha dato ormai cinquant'anni fa (chi non si è commosso nella scena in cui il padre, solo, di sera, va alla banca?) e toccarlo in qualche modo, in qualunque modo, mi sembra uno sbaglio enorme.
      "Un libro es un espejo y solo podemos encontrar en él lo que ya llevamos dentro"
      - Carlos Ruiz Zafón -

      *

      Ser Soldano
      Ombronauta

      • ****
      • Post: 879
      • scarpiano e classicista
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Un sequel per Mary Poppins?
        Risposta #17: Giovedì 7 Gen 2016, 18:07:24
        Per quanto riguarda la versione dark, poi, con tutto l'affetto per Tim Burton ne farei decisamente a meno..
        Il fatto è che i libri originali della Travers SONO dark, e la versione disneyana ne ha edulcorato l'essenza, finendo per fare una cosa assai diversa dalle intenzioni della scrittrice e, in pratica, riscrivere l'intera vicenda.
        Che poi "quel" Mary Poppins sia irripetibile non ci sono dubbi, ma non dimentichiamoci che essa NON è una creazione disneyana, e che un film basato sui libri di Pamela L. Travers lo può fare chiunque senza che si gridi allo scandalo, basta che si metta d'accordo con gli eredi per i diritti.
        Per quel che riguarda le canzoni... basterebbe eliminarle, mi sembra semplice. Personalmente io non ne avvertirò né la mancanza né la necessità...
        « Ultima modifica: Giovedì 7 Gen 2016, 18:10:20 da Michelangelo »

        *

        Chen Dai-Lem
        Cugino di Alf

        • ****
        • Post: 1191
        • Cip & Ciop
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re: Un sequel per Mary Poppins?
          Risposta #18: Giovedì 7 Gen 2016, 18:22:03
          Il fatto è che i libri originali della Travers SONO dark, e la versione disneyana ne ha edulcorato l'essenza, finendo per fare una cosa assai diversa dalle intenzioni della scrittrice e, in pratica, riscrivere l'intera vicenda.
          Che poi "quel" Mary Poppins sia irripetibile non ci sono dubbi, ma non dimentichiamoci che essa NON è una creazione disneyana, e che un film basato sui libri di Pamela L. Travers lo può fare chiunque senza che si gridi allo scandalo, basta che si metta d'accordo con gli eredi per i diritti.
          Per quel che riguarda le canzoni... basterebbe eliminarle, mi sembra semplice. Personalmente io non ne avvertirò né la mancanza né la necessità...
          Sai che è un po' strano? Sembri dire che il film ti è piaciuto, ma poi nel commento si capisce tutto il contrario..e, quello che dici sulle canzoni basta per confermare questa impressione..
          I libri saranno anche molto diversi dal film (motivo per cui sto evitando ed eviterò di leggerli perché per me quella Disney è Mary Poppins..ho conosciuto quella, ho amato quella) ma  credo che tutto ciò che ha fatto Disney, anche se allontanava il personaggio dal romanzo originale, sia stato il motivo per cui molti amano questo film.
          Detto questo ognuno poi può fare ciò che vuole, ma mi sembra pazzesco che un film perfetto, così amato da noi e voluto così da Walt in persona e forse l'ultima creatura in cui ha profuso le sue magie, sia poi modificato dalla stessa casa che lui ha fondato.

          "Un libro es un espejo y solo podemos encontrar en él lo que ya llevamos dentro"
          - Carlos Ruiz Zafón -

          *

          Ser Soldano
          Ombronauta

          • ****
          • Post: 879
          • scarpiano e classicista
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Un sequel per Mary Poppins?
            Risposta #19: Giovedì 7 Gen 2016, 20:18:14
            Sai che è un po' strano? Sembri dire che il film ti è piaciuto, ma poi nel commento si capisce tutto il contrario..e, quello che dici sulle canzoni basta per confermare questa impressione..

            Il film mi è piaciuto, le canzoni meno perché le sopportavo poco da bambino, figuriamoci ora. Carine nella loro riproposizione del music hall vittoriano, ma se ne può fare a meno, tanto più che ora il pubblico le apprezza poco.
            Ma che c'entra? 

            mi sembra pazzesco che un film perfetto, così amato da noi e voluto così da Walt in persona e forse l'ultima creatura in cui ha profuso le sue magie, sia poi modificato dalla stessa casa che lui ha fondato.

            "Modificato"?
            No, se è un reboot che, come detto, è un'operazione concettualmente diversa. La nuova (eventuale) Mary Poppins non escluderebbe la vecchia e, dal momento che MP non è (vedo che la cosa continua a sfuggire) creatura disneyana, non vedo il problema.
            Scusa tanto: ma se, che so, Spielberg volesse rifare 20.000 leghe sotto i mari, tu saresti contraria perché "il capitano Nemo è solo James Mason e Ned Land solo Kirk Douglas"?

            *

            Chen Dai-Lem
            Cugino di Alf

            • ****
            • Post: 1191
            • Cip & Ciop
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Un sequel per Mary Poppins?
              Risposta #20: Giovedì 7 Gen 2016, 20:42:15
              La questione "remake" e la questione "canzoni" sono due cose diverse.
              Quello che volevo dire è che, se gli eredi della Travers danno la loro autorizzazione, Spielberg potrebbe rifare Mary Poppins come e quanto vuole; non capirei invece un remake Disney.. sempre parlando di Spielberg ti faccio io un esempio: se (regista a caso) Ron Howard volesse rifare ET e avesse le autorizzazioni di Spielberg, potrebbe procedere come meglio crede... verrebbe un bel prodotto? Magari si, non lo sappiamo. Non capirei invece se lo stesso Spielberg volesse rifarlo andando a toccare uno dei suoi capolavori.

              Per quanto riguarda le canzoni, invece, mi risulta difficile pensare che ti sia piaciuto un musical (perché Mary Poppins è un musical) senza che ti siano piaciute le canzoni.

              Detto questo (e poi chiudo sennò diventa una conversazione a due) ho capito che Mary Poppins è della Travers, ma quello che la gente oggi identifica con lei è il personaggio Disney, fortemente voluto così da Walt stesso.
              "Un libro es un espejo y solo podemos encontrar en él lo que ya llevamos dentro"
              - Carlos Ruiz Zafón -

              *

              Mark
              Cugino di Alf

              • ****
              • Post: 1046
              • Esperto animazione disneyana
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Un sequel per Mary Poppins?
                Risposta #21: Giovedì 7 Gen 2016, 20:56:17
                Quello che volevo dire è che, se gli eredi della Travers danno la loro autorizzazione, Spielberg potrebbe rifare Mary Poppins come e quanto vuole; non capirei invece un remake Disney.. sempre parlando di Spielberg ti faccio io un esempio: se (regista a caso) Ron Howard volesse rifare ET e avesse le autorizzazioni di Spielberg, potrebbe procedere come meglio crede... verrebbe un bel prodotto? Magari si, non lo sappiamo. Non capirei invece se lo stesso Spielberg volesse rifarlo andando a toccare uno dei suoi capolavori.


                Se mi permetti c'è un errore di fondo. Spielberg è una persona; quando dici Disney non intendi Walt (non sarebbe lui a rifare il film, ovviamente, essendo non più tra noi da mezzo secolo), ma la Disney, un'azienda o se vogliamo una casa cinematografica in questo ambito. La Disney è fatta da diverse personalità, con diverse sensibilità, com'è naturale. A rifare il film quindi non sarebbe la stessa persona e quindi non ci sarebbe "l'andare a toccare uno dei propri maggiori successi rifacendolo in modo diverso!, perché chi lo farebbe non è chi l'ha fatto ai tempi.

                Sul fatto che Mary Poppins sia per la cultura popolare il personaggio Disney, hai perfettamente ragione

                *

                Ser Soldano
                Ombronauta
                   (2)

                • ****
                • Post: 879
                • scarpiano e classicista
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (2)
                  Re: Un sequel per Mary Poppins?
                  Risposta #22: Venerdì 8 Gen 2016, 10:53:20
                  Per quanto riguarda le canzoni, invece, mi risulta difficile pensare che ti sia piaciuto un musical (perché Mary Poppins è un musical) senza che ti siano piaciute le canzoni.
                  Se è per questo, mi è piaciuto pure Cantando sotto la pioggia di Stanley Donen, meno quando si mettono a cantare. Mi è piaciuto pure Notre Dame, per restare in casa Disney, ma ho giudicato altamente stressanti le cantatine di Massimo Ranieri e di Mietta.

                  E, comunque, non ho detto che le canzoni non mi sono piaciute. Ho solo detto che, da bambino, mi sono piaciute MENO del resto del film. Passi per Supercalifragilistichespiralidoso, per La pillola va giù o per Cam Camin In, ma una canzone ogni 4 o 5 minuti è una prova stressante, per me. E per il resto della platea, a giudicare dai commenti che si sentivano...
                  E lo dico da profondo amante della musica, che la ascolta e la pratica continuamente.

                   

                  Dati personali, cookies e GDPR

                  Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                  Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                  Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.