Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
5 | |
4 | |
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |

Il Libro della Giungla (2016)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Vincenzo
Cugino di Alf

  • ****
  • Post: 1165
  • Esordiente
    • Offline
    • Mostra profilo

    Il Libro della Giungla (2016)
    Sabato 15 Ott 2016, 19:48:30
    Sono rimasto sorpreso nel non vedere il topic dedicato a questo film...
    Per quanto mi riguarda mi è piaciuto molto: è vero che è una manovra commerciale grande quanto una casa, ma secondo me non sfigura affatto rispetto all' originale.
    L' animazione in CGI è stupenda, animali e sfondi sembrano autentici, mentre la trama presenta delle variazioni che non stonano affatto.
    E questo Shere Khan si mangia letteralmente la scena ogni volta che appare. Che ne pensate?
    If you can dream it, you can do it.

    *

    Zampe di Gallina
    Sceriffo di Valmitraglia
       (1)

    • ***
    • Post: 276
    • Nient'altro che zampe di gallina!
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re: Il Libro della Giungla (2016)
      Risposta #1: Domenica 16 Ott 2016, 10:54:02
      Il film in sè non è male.
      Però un dettaglio me lo distrugge un pochino: i lupi.

      Più che una supremazia di Shere Khan ogni volta che vedo i lupi penso più ad una loro debolezza.
      Il film Disney originale faceva dire ad Akela "nemmeno la forza del branco può competere con la tigre".
      Ciò serviva a giustificare la partenza di Mowgli dal branco, ma l'affermazione per Kipling non avrebbe avuto alcun senso, visto che una tigre non può prevalere su un intero branco di lupi, anche se ne può uccidere una buona parte prima di soccombere. Nell'opera originale Shere Khan riesce ad ottenere l'allontanamento di Mowgli dal branco corrompendo i giovani lupi e spaccando in due il branco.
      Questo film porta quell'affermazione alle sue conseguenze, ma i risultati sono terribili.

      Spoiler: mostra
      Akela muore nel più indegno dei modi: lascia che Shere Khan gli si avvicini fino all'esagerazione mentre tutti i lupi restano sottomessi per poi essere preso e gettato via dalla sua rupe con un solo colpo di denti.

      Raksha nel libro è la mamma lupo con tutte le sue conseguenze: infatti quando Shere Khan insegue Mowgli bambino all'inizio è Raksha a reagire e a spaventare la tigre con la forza che una madre è in grado di tirar fuori nel proteggere i suoi cuccioli. Qui abbiamo solo la parodia di una mamma preoccupata e timorosa, incapace di qualunque reazione forte, che neanche si accorge del fatto che durante la notte i suoi cuccioli si allontanano da lei per andare da Shere Khan...
      « Ultima modifica: Domenica 16 Ott 2016, 10:56:11 da Zampe_di_Gallina »
      Zampe di gallina! Nient'altro che zampe di gallina! (Anacleto, La spada nella roccia)

      *

      Vincenzo
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1165
      • Esordiente
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Il Libro della Giungla (2016)
        Risposta #2: Domenica 16 Ott 2016, 17:41:31
        Anch'io ho le tue stesse perplessità e penso che avrebbero potuto gestire meglio la cosa, ma è chiaro che l'obiettivo era rendere l'antagonista veramente temibile,
        Spoiler: mostra
        del resto riesce a sconfiggere in sequenza Baloo, Bagheera e i lupi per poi affrontare Mowgli
        .
        E fondamentalmente l'ho apprezzato, anche perché la tigre è per distacco il mio animale preferito.
        Sono curioso di vedere come sarà il sequel, perché
        Spoiler: mostra
        se davvero Shere Khan fosse morto avrei grossi dubbi.
        If you can dream it, you can do it.

        *

        Giona
        Visir di Papatoa
           (1)

        • *****
        • Post: 2270
        • FORTVNA FAVET FORTIBVS
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: Il Libro della Giungla (2016)
          Risposta #3: Lunedì 17 Ott 2016, 10:04:27
          La cosa che più mi ha colpito è stata la caratterizzazione di King Louie (Re Luigi) come un gigantesco orango: veramente impressionante. È stato come se fosse una "risposta" a King Kong.
          Un'altra cosa che mi toccato favorevolmente è stato il modo in cui sono stati presentati gli elefanti. Nel classico del 1967 costituivano la "pattuglia della giungla" e si faceva riferimento al passato del Colonnello Hathi (l'"elefante-capo") nelle truppe coloniali britanniche, cosa che situava la vicenda in una finestra temporale ben precisa. Nel nuovo film, invece, come del resto avveniva nel romanzo di Kipling, questo vincolo non è più presente: la storia potrebbe essere accaduta mille anni fa, cento, ai nostri tempi oppure nel futuro.
          "Coi dollari, coi dollari si compran le vallate / Così le mie ricchezze saran settuplicate" (da Paperino e l'eco dei dollari)

          *

          Zampe di Gallina
          Sceriffo di Valmitraglia

          • ***
          • Post: 276
          • Nient'altro che zampe di gallina!
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Il Libro della Giungla (2016)
            Risposta #4: Martedì 18 Ott 2016, 14:06:30
            Anch'io ho le tue stesse perplessità e penso che avrebbero potuto gestire meglio la cosa, ma è chiaro che l'obiettivo era rendere l'antagonista veramente temibile,
            Spoiler: mostra
            del resto riesce a sconfiggere in sequenza Baloo, Bagheera e i lupi per poi affrontare Mowgli
            .
            E fondamentalmente l'ho apprezzato, anche perché la tigre è per distacco il mio animale preferito.
            Concordo sulla motivazione.
            Il punto è che un personaggio risalta come forte se supera in forza dei forti, non dei deboli.
            Spoiler: mostra
            E infatti se Shere Khan avesse sottomesso e contrastato dei lupi agguerriti (Raksha inclusa) ne avrebbero guadagnato entrambi, mentre così i lupi ne perdono molto.


            Non metto in dubbio il fatto che in una storia simile una tigre possa abbattere anche un paio di elefanti da sola, dopo tutto basta veder le dimensioni di Glut ne La Sirenetta o degli orsi in Red e Tobi e in Brave (anche se il secondo è un po' innaturale).

            Citazione
            Sono curioso di vedere come sarà il sequel, perché
            Spoiler: mostra
            se davvero Shere Khan fosse morto avrei grossi dubbi.
            Potrebbero riallacciarsi alle idee presenti nella versione originale del film Disney, con Buldeo come antagonista importante.
            Spoiler: mostra
            Dopo tutto Mowgli non è ancora andato a vivere nel villaggio degli uomini.


            Oppure potrebbero riallacciarsi agli altri racconti di Kipling legati a Mowgli (Il Secondo Libro della Giungla)... come i cani rossi...
            https://it.wikipedia.org/wiki/I_cani_rossi

            La cosa che più mi ha colpito è stata la caratterizzazione di King Louie (Re Luigi) come un gigantesco orango: veramente impressionante. È stato come se fosse una "risposta" a King Kong.
            È accaduto anche perchè gli oranghi non esistono in India, mentre simil-oranghi alti tre metri sono esistiti. ;)
            https://it.wikipedia.org/wiki/Gigantopithecus

            E la sua malignità richiama la caratterizzazione originale di Re Luigi, ove era una scimmia convinta di essere umana perchè senza coda, sostituita quando Disney litigò col suo direttore dell'animazione con la versione che che conosciamo oggi...

            Citazione
            Un'altra cosa che mi toccato favorevolmente è stato il modo in cui sono stati presentati gli elefanti. Nel classico del 1967 costituivano la "pattuglia della giungla" e si faceva riferimento al passato del Colonnello Hathi (l'"elefante-capo") nelle truppe coloniali britanniche, cosa che situava la vicenda in una finestra temporale ben precisa. Nel nuovo film, invece, come del resto avveniva nel romanzo di Kipling, questo vincolo non è più presente: la storia potrebbe essere accaduta mille anni fa, cento, ai nostri tempi oppure nel futuro.
            Più che altro il rispetto per questi immensi animali, al posto dell'ironia con cui venivano trattati poi.

            Per quanto riguarda la caratterizzazione temporale occorrerà vedere il sequel.
            Spoiler: mostra
            Se c'entrano i fucili di Buldeo potrebbe tornare ottocentesca, anche se il villaggio è fuori dal tempo in questo film...

            « Ultima modifica: Martedì 18 Ott 2016, 14:11:05 da Zampe_di_Gallina »
            Zampe di gallina! Nient'altro che zampe di gallina! (Anacleto, La spada nella roccia)

            *

            alec
            Dittatore di Saturno

            • *****
            • Post: 3884
            • Novellino
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Il Libro della Giungla (2016)
              Risposta #5: Lunedì 1 Mag 2017, 20:55:01
              Una delle rare perle del Disney contemporaneo, assieme a "Saving Mr. Banks". Paradossalmente questo è il film che Walt non voleva, cioè la versione dark più strettamente kiplinghiana: credo però che apprezzerebbe l'uso della CGI  per ricostruire personaggi "veristi". E' un'evoluzione dei suoi animatronics in fondo, e quegli animali sembrano davvero in carne e ossa ( personalmente ho sempre trovato poco piacevole questa tecnica come sostitutivo dell'animazione tradizionale: i cartoons dovrebbero restare cartoons, in CGI diventano pupazzetti ) . Pregevole il recupero della colonna sonora originale, e finalmente si vedono i rinoceronti ! ;)
              « Ultima modifica: Lunedì 1 Mag 2017, 20:55:48 da alec »

               

              Dati personali, cookies e GDPR

              Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

              Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

              Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.