Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
5 | |
5 | |
4 | |
5 | |
5 | |
4 | |
3 | |

Ratatouille

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

joe mango
Gran Mogol

  • ***
  • Post: 570
  • un viaggiatore esteta che ha per casa la strada
    • Offline
    • Mostra profilo

    Ratatouille
    Mercoledì 17 Ott 2007, 21:07:55
    Credo sia doveroso aprire un topic, nel giorno della sua uscita nelle sale,  dedicato al nuovo film Disney/Pixar: Ratatouille.


    Qui potete trovare recensioni e trama:
    http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=44452


    Dal canto mio, l'uscita di ogni Pixar, così come quella di  ogni Classico, è sempre un grande evento, ma credo che con Ratatouille si tratti di qualcosa di più: si tratta di un capolavoro del genere.
    Ovviamente, giudizi più razionali sono tutti rimandati al post-visione (prevista per il week-end)

    Tutti al cinema, nessuno escluso (ed Alex Andrew men che meno!)
    « Ultima modifica: Mercoledì 17 Ott 2007, 21:10:16 da cuginosgrizzo »
    Rockstar Chef
                                   <><>Blog-scritti-liriche-ricette

    *

    Aoimoku
    Diabolico Vendicatore

    • ****
    • Post: 1510
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re: Ratatouille
      Risposta #1: Giovedì 18 Ott 2007, 15:03:25
      si tratta di un capolavoro del genere.

      Come fai a dirlo senza averlo visto?

      *

      camera9
      Gran Mogol

      • ***
      • Post: 606
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Ratatouille
        Risposta #2: Giovedì 18 Ott 2007, 15:27:03
        Io l'ho visto e confermo che è un capolavoro.
        Io lo fermai dicendo:"De,t'arresta!
        Non infierir su questi due tapini:
        Io so che l'intenzion lor fu onesta!
        Se l'uno ha scritto versi sbarazzini
        E l'altro li ha illustrati con pupazzi
        L'han fatto per

        *

        doppioscherzo
        --


          Re: Ratatouille
          Risposta #3: Giovedì 18 Ott 2007, 15:56:43
          io invece lo vado a vedere domani :) con gli amici
          naturalmente spero che sia un capolavoro
          « Ultima modifica: Sabato 20 Ott 2007, 19:23:32 da maghetto »

          *

          joe mango
          Gran Mogol

          • ***
          • Post: 570
          • un viaggiatore esteta che ha per casa la strada
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Ratatouille
            Risposta #4: Giovedì 18 Ott 2007, 18:24:02
            si tratta di un capolavoro del genere.

            Come fai a dirlo senza averlo visto?

            Puro giudizio irrazionale.
            A caldo. L'ho anche detto.
            Rockstar Chef
                                           <><>Blog-scritti-liriche-ricette

            *

            Samuele
            Pifferosauro Uranifago

            • ***
            • Post: 370
            • Cappello di Paglia
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Ratatouille
              Risposta #5: Venerdì 19 Ott 2007, 00:02:33
              Tornato poco fa dal cinema.

              Ratatouille è, nel complesso, un film divertente, allegro, riuscito.
              Diceva Walt Disney: "Se puoi sognarlo puoi farlo" e Remy è un simpatico topolino della Parigi degli odori.
              Ha un olfatto così sviluppato che è in grado di ambientarsi nel fugace regno degli odori. Questa è la sua chiave d'accesso per un mondo diverso dal suo: quello degli uomini.
              A differenza dei topi gli uomini non si procurano il cibo per sopravvivere. Loro sperimentano, creano, fanno arte.
              Remy è un novello Jean Baptiste Grenouille  del romanzo Il Profumo di Patrickl Suskind, ma che preferisce i fornelli ai distillati di profumi.
              Tutti possono cucinare, se vogliono farlo.
              E lui conquista gli uomini in questo modo.
              C'è un ragazzo che lo aiuto, uno sguattero che diventa chef in men che non si dica e che si innamora della classica brunetta parigina coi capelli a caschetto.
              C'è una lettera: un testamento che non darà Cartoonia ai Cartoni come accadde al suo collega Roger Rabbit ma darà una cucina al legittimo erede.
              L'azione non manca: inseguimenti in cucina come in Chi ha paura delle streghe?. solo che qui non ci sono streghe che trasformano i bambini im topi...
              Ci sono, in compenso, un piccolo chef cinese che diventa paranoico con i topi; l'agente sanitario che arriva al momento meno opportuno e un lontano parente di una Crudelia de Mon: un critico culinario.
              Ma anche i cattivi diventano buoni, e per farlo devono tornare ad essere bambini, a ricordarsi di come vedevano il mondo. E basta solo un assaggio.
              Tuttavia, qualcosa non convince nell'opera.
              Il piccolo Remy porta avanti da solo l'intera storia: è più umano lui che tutti i cuochi messi assieme. Il suo amico immaginario prende il posto del Grillo Parlante.
              Molto sa di già visto, sebbene la Pixar, per restare in tema, sa amalgamare con la giusta salsina che camuffa un po' i sapori già degustati.
              Piatto buono ma non nuovissimo, insomma.
              Buon appetito ugualmente :)

              *

              camera9
              Gran Mogol

              • ***
              • Post: 606
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Ratatouille
                Risposta #6: Venerdì 19 Ott 2007, 20:21:06
                BASTA COGLI OT

                Dalla TANA DEL SOLLAZZO:

                Visto.
                Commento sintetico: [smiley=thumbup.gif] [smiley=thumbup.gif] [smiley=thumbup.gif]

                Versione lunga: questo film è ottimo in tutto e per tutto.Smaniavo dal vedere questo film da dicembre 2006, quando ho visto il trailer nel dvd di CARS, e non ne sono rimasto deluso.
                Come nei piatti gustosi di Remy più sapori sono messi insieme per creare un unico capolavoro, così hanno fatto Brad Bird e soci dandoci oltre alla trama principale del sorcio che vuole fare il cuoco un sacco di altre sottotrame e storie parallele, spesso addensate in un solo personaggio.
                Remy è un topo (destinato a diventare una star,me lo sento, come già successo a un altro noto roditore della medesima casa di produzione) innamorato di un'arte che il mondo gli nega e in questa arte è anche bravo.Naturalmente si metterà in testa di perseguire comunque il suo sogno e di qui in poi gli sviluppi non sono certo banali.
                C'è anche la sottotrama della famiglia, e anche qui si evitano stereotipi.Il padre non è totalmente contro la passione del figlio, non è dispotico, gli lascia comunque una certa libertà e lo aiuta nei momenti del bisogno e queste sono scene ottime.
                Viene affrontata la tematica delle scelte morali,difatti Remy preferisce creare invece che rubare ma si ritrova comunque a proporre il furto quando Alfredo Linguini lo abbandona e qui segue il rimorso e impara varie amare lezioni.
                E ha anche una coscienza, che si presta di più a indagini freudiane della psiche.

                C'è anche la storia parallela di Alfredo Linguini,che si ritrova Remy per coscienza e contro il quale si sconrtra quando subentra l'amore.
                E oltre alla storia d'amore c'è la sottotrama piena di intrighi e colpi di scena della vera identità del personaggio con riconoscimento...a metà film.
                La storia si muove abilmente fra le varie sottotrame e il film va avanti fluidamentebfra momenti di riposo e colpi di scena.
                Per non parlare del realismo raggiunto dagli studi PIXAR ,in RATATOUILLE le immagini sembrano reali,il film si conclude con una visione di Parigi che sembra vera,persino il cielo e le nuvole sembra vero.
                Vi rendete conto poi che alla fine l'unico cattivo del film vince?Quel cuoco nano e irritabile (e comico, mi sono messo a ridere quando parlava di Remy all'avvocato) è riuscito nel suo intento di far chiudere il ristorante...ma i nostri eroi non si sono fatti fregare lo stesso.
                Belli anche i titoli di coda ,anche se non li ho visti tutti .


                Ah, bello anche il personaggio del critico Ego.Sul CITY oggi ho letto la pagina dellle recensioni cinematografiche(che ha dato il pollice alzato a RATATOUILLE) questo di lui:"Il lugubre critico,illuminato da un lampo figlio di Proust,si sorprende filtro di se stesso.Che per un critico è la sola possibilità,e non è detto che sia poco."
                La recensione di Ego nel finale in effetti era molto bella.


                Insomma,uno dei migliori film della DISNEY/PIXAR.

                E lo ricorderò anche per il primo film DISNEY a vedere il quale ho accompagnato mio fratello.Cioè,non il suo primo film al cinema,e già lo avevo portato a vedere PIRATI DEI CARAIBI, ma si sa che la DISNEY è sopratutto animazione.

                 M'è venuto in mente oggi il corto IL MIO AMICO BEN in cui un topo era l'artefice del successo di Benjamin Franklin e gli dava consigli nascosto nel cappello.
                Che questo corto sia stato una fonte di ispirazione per Bird?

                  
                « Ultima modifica: Venerdì 19 Ott 2007, 20:21:50 da cAMERA_9 »
                Io lo fermai dicendo:"De,t'arresta!
                Non infierir su questi due tapini:
                Io so che l'intenzion lor fu onesta!
                Se l'uno ha scritto versi sbarazzini
                E l'altro li ha illustrati con pupazzi
                L'han fatto per

                *

                joe mango
                Gran Mogol

                • ***
                • Post: 570
                • un viaggiatore esteta che ha per casa la strada
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re: Ratatouille
                  Risposta #7: Sabato 20 Ott 2007, 19:02:13
                  L'attesa era tanta e i riflettori puntati, vietato fallire. Ratatouille è sbarcato sui nostri grandi schermi con l'irruenza di una piccola atomica del cinema, ha calamitato l'attenzione di tutti, s'è preso la copertina del più diffuso settimanale per ragazzi...ed è esploso frantumando ogni pregiudizio, ogni più rosea aspettativa andando al di là, nell'Olimpo, tra gli dei, a conquistarsi un cantuccio piccolino fra Cenerentola e Fantasia. Perché le avventure del piccolo Remy sono Cinema, sono la nuova dimensione dell'animazione, sono un capolavoro. Un capolavoro rivoluzionario, una scarica elettrica che rivolta come un calzino tutte le misere convinzioni di casa Dreamworks; casa che, parrà strano ma è vero, sembrò avesse messo in crisi la baracca di zio Walt. Tutte effimere impressioni spazzate vie dal più riuscito connubio di sempre: il fascino indiscusso e la maestria eterna della Disney con la genialità e i prodigi tecnici di Pixar. E ciò si deduce dall'animazione incantevole, dai panorami abbacinanti, dai piccoli gioielli di personaggi, dalla sceneggiatura mai prettamente umoristica ma sempre tesa a ricercare l'essenza del Cinema, ad uscire dai rigidi schemi predefiniti imposti dal passato,... Il capolavoro è elegantemente confezionato in una lussuosa sede: preceduto da "Lifted", il solito maledettamente impeccabile cortometraggio, è chiuso da una frizzante sigla che strizza l'occhio al 2D; infarcito, come se non bastasse, da una "morale" che morale non è, perché fantasma, perché non palesata e non abusata, perché semplicemente pone una facile scaletta verso nuovi significati, verso nuovi mondi, tutti  da esplorare come la cucina di Remy.
                  E io, accidenti, sono pronto.
                  « Ultima modifica: Sabato 20 Ott 2007, 19:05:31 da cuginosgrizzo »
                  Rockstar Chef
                                                 <><>Blog-scritti-liriche-ricette

                  *

                  Brigitta MacBridge
                  Flagello dei mari
                  Moderatore

                  • *****
                  • Post: 4726
                  • Paperonuuuuccciooooo....
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Ratatouille
                    Risposta #8: Lunedì 22 Ott 2007, 11:09:01
                    infarcito, come se non bastasse, da una "morale" che morale non è, perché fantasma, perché non palesata e non abusata
                    Credo che questa sia una delle cose che più mi sono piaciute di questo film. Del resto Brad Bird ha sempre realizzato storie relativamente "mature" in questo senso (ho adorato il suo "Gigante di ferro", anche se per motivi diversi).
                    Per il resto, Ratatouille è il capolavoro che ci aspettavamo dal punto di vista tecnico, mentre la trama forse a tratti si fa un po' troppo ingarbugliata, ma è comunque più che apprezzabile.
                    Bellissime le scene di "azione" (fughe e inseguimenti):  Bird si conferma uno specialista nel genere, è abilissimo a realizzare scene molto complesse e concitate ma di facile comprensione (ne "Gli incredibili" a mio giudizio è stato strepitoso, non è facile fare una scena velocissima in cui succedono mille cose e si capiscono tutte).
                    Mi sono piaciuti molto i personaggi comprimari, primo fra tutti il critico Ego, che si rivela personaggio più tridimensionale e meno stereotipato di quel che appariva all'inizio.

                    Il finale è, a mio giudizio, assolutamente perfetto, con il suo non volere ottenere a tutti i costi una vittoria totale dei "buoni", ma quella che potremmo definire una "vincente sconfitta". Alzi la mano chi non si aspettava di veder riaccendere le due stelle sull'insegna di Gusteau's, e invece... tutti a pranzo al bistró "la ratatouille"  :).

                    BTW, anche mia mamma mi preparava la ratatouille quando ero piccola, ma non somigliava affatto a quella specie di budino che prepara Remy... molto di più a quella tradizionale che si intravede nel ricordo proustiano di Ego... splendida scena, mi ha veramente commosso. E splendida tutta la sequenza che da lì porta al finale, con la voce narrante che commenta le scene nel ristorante vuoto, con Ego che ascolta il racconto di Linguini, la recensione del critico, tutto vola con leggerezza fino al panorama di Parigi che segna la fine del film. .

                    In altre parole, bellissimo. Ah, ed è piaciuto anche a mia figlia :)
                    « Ultima modifica: Lunedì 22 Ott 2007, 11:37:46 da Brigitta_McBridge »
                    I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

                    "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

                    *

                    Giona
                    Visir di Papatoa

                    • *****
                    • Post: 2274
                    • FORTVNA FAVET FORTIBVS
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Ratatouille
                      Risposta #9: Lunedì 22 Ott 2007, 11:20:53
                      con il suo non volere ottenere a tutti i costi una vittoria totale dei "buoni", ma quella che potremmo definire una "vincente sconfitta". Alzi la mano chi non si aspettava di veder riaccendere le due stelle sull'insegna di Gustave, e invece... tutti a pranzo al bistró "la ratatouille"  :).
                      Ma infatti le due stelle vengono davvero riaccese sull'insegna di Gusteau's, anche se il ristorante viene chiuso per motivi sanitari.

                      Un dibattito si chiedeva "i film Disney devono osare di piú?" Beh, in questo si parla di:
                      - una nascita illegittima;
                      - possibile incredulità verso la vita post mortem;
                      - un fantasma come proiezione della mente e non come semplice simpatico spiritello.
                      Mi pare che si sia osato parecchio.
                      « Ultima modifica: Lunedì 22 Ott 2007, 11:24:06 da giona »
                      "Coi dollari, coi dollari si compran le vallate / Così le mie ricchezze saran settuplicate" (da Paperino e l'eco dei dollari)

                      *

                      Brigitta MacBridge
                      Flagello dei mari
                      Moderatore

                      • *****
                      • Post: 4726
                      • Paperonuuuuccciooooo....
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Ratatouille
                        Risposta #10: Lunedì 22 Ott 2007, 11:58:06
                        Ah, aggiungo che, per chi rimane fino alla fine dei credits, c'è un curioso disclaimer:

                        NO MOTION CAPTURE
                        PURA ANIMAZIONE!

                         ;D
                        « Ultima modifica: Lunedì 22 Ott 2007, 11:58:17 da Brigitta_McBridge »
                        I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

                        "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

                        *

                        flip
                        Cugino di Alf

                        • ****
                        • Post: 1202
                        • ?
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Ratatouille
                          Risposta #11: Lunedì 22 Ott 2007, 12:55:49
                          Ah, aggiungo che, per chi rimane fino alla fine dei credits, c'è un curioso disclaimer:

                          NO MOTION CAPTURE
                          PURA ANIMAZIONE!

                           ;D
                          E chi vuol capir, capisca.. ::) [smiley=vrolijk_1.gif]

                          *

                          Warren
                          Diabolico Vendicatore

                          • ****
                          • Post: 1576
                          • Non chiamarmi nipote, chiamami vendetta!
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re: Ratatouille
                            Risposta #12: Venerdì 26 Ott 2007, 20:18:34
                            Quante volte uscite dal cinema potendo dire di aver provato sincera emozione?
                            Ecco, questo Ratatouille, di cui fortunatamente non sapevo quasi NULLA (troppo spesso mi rovino i film guardando i trailers) tranne che parlava di un topo con velleità da chef, mi ha emozionato e nella scena della "redenzione" di Ego -giuro- quasi commosso per la semplicità dei sentimenti mostrati.

                            La storia è di per se molto semplice, certo più semplice di altri prodotti quali "Monster & Co." o "Gli Incredibili", la vera forza sta nel lavoro della regia e degli animatori, capaci di dare vita a quel fantastico topolino e di infondere come al solito un'incredibile umanità a personaggi che sono per nulla perfetti e che hanno come loro grande pregio il fatto di essere degli antieroi, dei perdenti e dei diversi.

                            Bellissimo il messaggio, che passando per lo chef Gousteau, sembra pervenire dallo stesso Walt Disney.
                            Ognuno può essere ciò che vuole, se ci crede.
                            Questo posto è semplicemente perfetto! Aria pura, sassi e rape!

                            Il mio blog: http://morellogiak.splinder.com/

                            *

                            Zironi
                            Gran Mogol

                            • ***
                            • Post: 623
                            • Nuovo utente
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re: Ratatouille
                              Risposta #13: Lunedì 29 Ott 2007, 09:52:48
                              Quante volte uscite dal cinema potendo dire di aver provato sincera emozione?
                              Ecco, questo Ratatouille, di cui fortunatamente non sapevo quasi NULLA (troppo spesso mi rovino i film guardando i trailers) tranne che parlava di un topo con velleità da chef, mi ha emozionato e nella scena della "redenzione" di Ego -giuro- quasi commosso per la semplicità dei sentimenti mostrati.
                              .


                              Eccomi a dire in piccolissima parte la stessa cosa: la zoomata nel passato di Ego ha quasi commosso anche me. Giuro.
                              Però il film mi sembra molto ma molto debole. Il mio parere è che si sia dato troppo potere a Bird e che lui si sia lasciato andare. Come è successo quando Raimi ha scritto il terzo Spider Man.
                              La vera Ratatouille è il film stesso, riempito di frammenti di altri film, alla rinfusa e senza cognizione.  Poi il topo Remy non è disegnato molto bene.
                              Magari tra un po' commento in modo più dettagliato e argomentato.

                              *

                              Samuele
                              Pifferosauro Uranifago

                              • ***
                              • Post: 370
                              • Cappello di Paglia
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re: Ratatouille
                                Risposta #14: Lunedì 29 Ott 2007, 10:25:05

                                Però il film mi sembra molto ma molto debole. Il mio parere è che si sia dato troppo potere a Bird e che lui si sia lasciato andare. Come è successo quando Raimi ha scritto il terzo Spider Man.
                                La vera Ratatouille è il film stesso, riempito di frammenti di altri film, alla rinfusa e senza cognizione.

                                Ti quoto ciò che condivido perfettamente.
                                Sia chiaro, il film in se mi è piaciuto, però mi ha lasciato quel senso di "manca qualcosa", "trama debole".


                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.