Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
3 | |
5 | |
3 | |

WALL·E

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Utente
Bassotto

  • *
  • Post: 25
  • Novellino
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: WALL·E
    Risposta #30: Giovedì 4 Dic 2008, 21:10:17
    L'ho visto ormai da tempo, ma lo commento solo ora. Visto che prima non ero ancora iscritto.
    Ordunque, mi è piaciuto. Più o meno ai livelli dell'eccezionale Ratatouille. Sarà già stato detto migliaia di volte, ma lo ripeto anch'io: Wall-e ed Eve riescono a trasmettere sentimenti senza ricorrere all'uso della parola, ed essenso solo robot. Cioè, un cubo con un cannocchiale attaccato sopra ed un uovo con gli occhi. Avendolo visto prima in originale, e solo successivamente in italiano, avevo paradossalmente (in un film con pochi dialoghi - anche se da come si diceva, avevo l'impressione che ce ne fossero ancora meno) qualche preoccupazione per il doppiaggio. Invece è stato buono, senza sfigurare rispetto alla versione originale. E, dopo queste considerazioni generali, passiamo a commentare il film vero e proprio. Bello. Inizia bene, benissimo, con la parte quasi esclusivamente muta sulla Terra, priva con Wall-e da solo, con sequenze che hanno lo scopo di presentarci il personaggio, e lo fanno più che bene, e dopo con l'arrivo di Eve, e infine il graduale avvicinamento dei due robot. Poi la pianta, Wall-e che assiste Eve mentre è spenta (e a questo momento si ricollegerà una delle scene migliori del film), eccetera. E fin qui funziona decisamente bene. Ma poi andiamo nello spazio, e dopo la prima parte, più coraggiosa, ci ritroviamo di fronte alla tanto criticata parte avventurosa, decisamente più commerciale, e che cerca di farsi piacere anche dagli spettatori che adorano i film della Dreamworks. Per carità, questa seconda parte non fa schifo, ma è peggiore rispetto alla prima. Anche il finale è banale (e molti lo conoscevano già, grazie all'intelligenza dei media italiani...) e scontato. Nonostante tutto, il film è decisamente più che buono e, tutto sommato, non delude.
    No, niente firma per ora.

    *

    Zironi
    Gran Mogol

    • ***
    • Post: 623
    • Nuovo utente
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re: WALL·E
      Risposta #31: Martedì 6 Gen 2009, 19:44:34
      Alla fine me lo sono visto anch'io.
      UN ASSOLUTO E TOTALE CAPOLAVORO!
      Personalmente non amo Bird e questo ASSOLUTO CAPOLAVORO consolida la mia idea. Il patema per le sorti Pixar che mi aveva preso dopo Ratatouille è scomparso: LUNGA VITA ALLA PIXAR, LUNGA VITA A LASSETER!
      Divertente e ultra commovente. Ottimo.
      Alla fine, lo sguardo fisso di WallE è da brivido, come quando ricomincia a cubizzare rifiuti dimentico di tutto. Ma anche all'inizio, quando porge a Eve alcuni oggetti della sua collezione: le passa una lampadina e -sorpresa- lei è capace di accenderla. Mai vista miglior sintesi del concetto che tra diversi ci si completa.
      Mi ha messo di buon umore.
       :) :) :)

      *

      MarKeno
      Cugino di Alf

      • ****
      • Post: 1387
      • "C'è sempre un altro arcobaleno"
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: WALL·E
        Risposta #32: Martedì 6 Gen 2009, 23:51:09
        Un film semplicemente delizioso. Un protagonista più "vivo" di decine di suoi predecessori; una critica pungente alla società e all'individuo odierni; una storia d'amore che non cade nel banale; un affresco delle diversità-ricchezza contro le diversità-pregiudizi; citazioni e controcitazioni. Si ride, si piange quasi, di certo ci si emoziona sin nel profondo.
        C'è un leggero calo nella seconda parte del film, è vero, ma a una piccola gemma come questa lo si perdona. Da vedere assolutamente.
        "Sarò tanto di quel che sono, sono tanto di quel che ero" (Nostal Gino)

        *

        Zironi
        Gran Mogol
           (1)

        • ***
        • Post: 623
        • Nuovo utente
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: WALL·E
          Risposta #33: Mercoledì 7 Gen 2009, 10:00:32
          una storia d'amore che non cade nel banale;

          Anche questa volta mi piace offrire un punto di vista appena eccentrico ma forse giusto.
          Secondo me il protagonista non è Walle, ma Eve, la cui storia d'amore è molto banale. Ma banale non significa stupida o noiosa, ma, semplicemente, "non originale".
          Immaginate che Eve riprenda il tipo alla Katharine Hepburne, la bella donna un po' virile che ha imparato a farsi strada nel mondo maschile. Elegantissima, quasi altezzosa, tiene a bada con un solo sguardo centinaia di sciocchi pretendenti. Ha pure un lavoro importante che svolge con assoluta dedidizione. Facciamo che sia a capo di una grossa agenzia pubblicitaria. Un giorno incontra un giovanotto bruttarello e nemmeno troppo sveglio, un sempliciotto (facciamo Mickey Rooney). Dapprima lo snobba, poi  concede qualche sorriso alle sue goffaggini, dopo ancora si ritrovano a lottare per uno scopo comune, ad esempio impedire la chiusura dell'agenzia. Nel corso dell'impresa la nostra dirigente scopre con stupore di non sapere fare tutto e che l'ingenuità del ragazzotto consente ad entrambi di superare importanti ostacoli. Tra i due nasce una buona intesa, ma quando l'obiettivo è raggiunto la dirigente torna ad essere la roccia di prima e il giovanotto viene rispedito nei suoi ranghi. Ma, giorno dopo giorno, la dirigente sente crescere un vuoto nella pancia e nel cuore. Le manca il giovanotto, la sua spontaneità, il suo porsi direttamente e senza malizia. La dirigente capisce di essersi costruita una corazza per proteggersi dal mondo, privandosi di una quantità di emozioni. Fa chiamare il giovanotto ma quello si è licenziato. Allora la dirigente lo cerca nei bassifondi, nei bar, agli imbarchi per continenti lontani. Nulla, lei è disperata, nessuno le offrirà mai più quella parte di sé che ha deciso di sacrificare al successo.
          Rientra nel suo lussuoso appartamento, si riempie il bicchiere e versa qualche lacrima.
          Improvvisamente, un'idea, il ricordo di un frammento di conversazione. Ora sa dove trovare il giovanotto (non chiedetemi dove, dovrei pensarci). Piove, ma lei esce lo stesso, non trova un taxi e corre a piedi lungo le strade deserte. Grida il suo nome, i passanti la prendono per pazza. Eccola a destinazione, irrompe nell'edificio, la gente si scosta per farla passare. Lui la sente, si volta, le parole non servono. Si abbracciano forte, un lungo bacio. Parola fine, dissolvenza, titoli di coda.

          Ecco, una cosa così si è vista mille volte, tipica anni '40. La bravura di Pixar sta nell'accennarla senza sbandamenti, pescando da intenditori in un repertorio infinito e super collaudato. Idem per tutto il resto, riferimenti a 2001 compresi.
          Anche se la mia versione umanizzata del rapporto tra Walle e Eve è un poco diversa da quello che si vede nel film, la sostanza non cambia: Eve ritrova una parte di sé che credeva perduta e, quando Walle sembra incosciente, noi ci commuoviamo per ciò che EVE rischia di perdere. Il pubblico NON è Walle, ma Eve. Siamo noi quelli duri, insensibili e corazzati e siamo noi che Walle ha il compito di salvare. Dunque è il nostro disgraziato destino che ci fa scivolare nella commozione.

          *

          MarKeno
          Cugino di Alf

          • ****
          • Post: 1387
          • "C'è sempre un altro arcobaleno"
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: WALL·E
            Risposta #34: Mercoledì 7 Gen 2009, 12:35:58
            La tua conoscenza del cinema è sicuramente anni luce oltre la mia. Non conosco i riferimenti da te citati, ma io avevo scritto "banale" intendendo proprio
            Citazione
            stupida o noiosa
            !! Quanto all'originalità, beh forse se restringiamo l'ambito ai soli film Disney o Pixar, ecco che guadagna qualcosa. Solitamente il principe e la principessa si amano alla follia di un amore ricambiato e puro, che una serie di eventi e di antagonisti rischia di minare, sino al riscatto finale. WallE, che del principe non ha nulla, si invaghise di Eva, che della principessa ha invece moltissimo, e fa di tutto per farsi notare da lei, che, di contro non lo degna di uno sguardo.
            E anche qui scatta l'identificazione.
            Quando dici:

            Siamo noi quelli duri, insensibili e corazzati e siamo noi che Walle ha il compito di salvare. Dunque è il nostro disgraziato destino che ci fa scivolare nella commozione.

            hai colto nel segno, assolutamente. Ma l'identificazione, a parer mio, si concretizza anche nello stesso WallE, appunto, perfetta realizzazione di tutti i "no", di tutti i "per ora siamo solo amici", di tutte le attenzioni che avremmo voluto ricevere, e che invece andavano immancabilmente altrove (rivali o piante!)
            L'amore non scatta, si conquista. Almeno, nella vita reale, funziona (quasi) sempre così. Non c'è incantesimo, filtro d'amore, colpo di fulmine che, al di là della magia dello schermo, possa vincere la logica del lottare, impegnarsi, fare di tutto affinchè la tua lei dagli occhi di ghiaccio si accorga di te. E in questo WallE non sbaglia un colpo. E' proprio come eravamo noi, come ancora siamo. Umano, insomma. Chi non si è rivisto in lui sotto questa prospettiva?
            "Sarò tanto di quel che sono, sono tanto di quel che ero" (Nostal Gino)

            *

            Zironi
            Gran Mogol

            • ***
            • Post: 623
            • Nuovo utente
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: WALL·E
              Risposta #35: Mercoledì 7 Gen 2009, 13:58:54
              Tutto vero.
              Ma tu sei di certo più giovane di me e pensi ancora alla ragazza da conquistare. Io, decrepito relitto, cerco invece chi mi salvi dall'indurimento senile.

              *

              MarKeno
              Cugino di Alf

              • ****
              • Post: 1387
              • "C'è sempre un altro arcobaleno"
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: WALL·E
                Risposta #36: Mercoledì 7 Gen 2009, 14:10:59
                Tutto vero.
                Ma tu sei di certo più giovane di me e pensi ancora alla ragazza da conquistare. Io, decrepito relitto, cerco invece chi mi salvi dall'indurimento senile.

                Apperò! E pensare che mio babbo invece lamenta il contrario... :D :D :D
                "Sarò tanto di quel che sono, sono tanto di quel che ero" (Nostal Gino)

                *

                Zironi
                Gran Mogol

                • ***
                • Post: 623
                • Nuovo utente
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re: WALL·E
                  Risposta #37: Mercoledì 7 Gen 2009, 14:55:57
                  Indurimento morale.
                   ;)

                  *

                  MarKeno
                  Cugino di Alf

                  • ****
                  • Post: 1387
                  • "C'è sempre un altro arcobaleno"
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: WALL·E
                    Risposta #38: Mercoledì 7 Gen 2009, 20:12:25
                    Indurimento morale.
                     ;)
                    aaaaaaaaaaaaaah.... ;D
                    "Sarò tanto di quel che sono, sono tanto di quel che ero" (Nostal Gino)

                    *

                    Paperinika
                    Imperatore della Calidornia
                    Moderatore

                    • ******
                    • Post: 10207
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: WALL·E
                      Risposta #39: Domenica 11 Gen 2009, 17:40:26
                      Non mi ero accorta del thread.
                      Un capolavoro assoluto, non dico altro, d'altronde non potrei aggiungere una virgola alle vostre recensioni.

                      P.S. Qualcuno sa il titolo del motivetto che fa da sottofondo al sito?

                      *

                      Hybiscus
                      Evroniano

                      • **
                      • Post: 103
                      • Una rarità etnica
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: WALL·E
                        Risposta #40: Domenica 11 Gen 2009, 23:18:39
                        Wall-E, e dura un paio di minuti. :)
                        « Ultima modifica: Domenica 11 Gen 2009, 23:22:50 da Hybiscus »
                        "Tieniti stretti gli amici e ancora più stretti i nemici, sperando che tutti usino il deodorante!" ACWW  

                        Hybiscus, una cantante allo stato grezzo.

                        *

                        Paperinika
                        Imperatore della Calidornia
                        Moderatore

                        • ******
                        • Post: 10207
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: WALL·E
                          Risposta #41: Domenica 11 Gen 2009, 23:32:27
                          Grazie. :)

                          *

                          conker
                          Diabolico Vendicatore

                          • ****
                          • Post: 1839
                          • Listen to many, speak to a few.
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re: WALL·E
                            Risposta #42: Martedì 13 Gen 2009, 22:17:49
                            non l'ho visto al cinema per poterlo apprezzare appieno direttamente in bluray... e non aggiungo niente a quanto già detto, il film è meritevolissimo (anche se forse la storia di Ratatouille è un filo sopra per originalità)

                            e detto da me che non sono un grande estimatore del 3d non è poco  ;)

                            il corto poi è da Oscar  8-)
                            "Si 50 millions de personnes disent une bêtise, c'est quand même une bêtise." - Anatole France

                            *

                            Paperinika
                            Imperatore della Calidornia
                            Moderatore

                            • ******
                            • Post: 10207
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re: WALL·E
                              Risposta #43: Domenica 8 Feb 2009, 14:18:43
                              Si sa la data di uscita del DVD?

                              *

                              Anders And
                              Diabolico Vendicatore

                              • ****
                              • Post: 1610
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re: WALL·E
                                Risposta #44: Domenica 8 Feb 2009, 18:47:52
                                Si sa la data di uscita del DVD?
                                mercoledì 11 febbraio. ;)

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.