Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |

Up

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Schroeder
Sceriffo di Valmitraglia
   (9)

  • ***
  • Post: 363
  • Uomo di Scienza, Uomo di Fede
    • Offline
    • Mostra profilo
   (9)
    Up
    Sabato 17 Ott 2009, 23:19:26
    Visto che nessuno ha ancora aperto un topic sul nuovo film Pixar, lo faccio io, anche per "sfogare" il mio entusiasmo dopo la visione di oggi pomeriggio... Dopo "Ratatouille" e "Wall-e", non pensavo che il film fosse degno dei suoi predecessori; certo, la storia sembrava divertente e la Pixar non sbaglia mai un colpo, ma tre capolavori in tre anni mi sembrava un traguardo impossibile... Invece sono stato smentito: "Up" è persino superiore (IMHO) ai suoi predecessori. Ma partiamo dall'inizio: se esistesse una classifica dei migliori primi cinque minuti di un film, "Up" starebbe di certo in cima al podio. Un consiglio: se dopo questa prima parte non siete commossi (o in lacrime, come nel mio caso), allora forse avete sbagliato sala. Siete ancora in tempo per "Halloween II" e "Fame"... Anche per questo, credo che la maggior parte dei bambini non gradirà la visione... In sala ho sentito gran sbuffi, commenti tipo "ma non è questo il film che volevo vedere" e ben poche risate. Poi lascio giudicare ad altri... Il resto del film è una gran giostra di avventure, paesaggi mozzafiato, divertimento e momenti di grande poesia. La storia fila liscia come l'olio, tutto funziona come dovrebbe e non c'è un solo momento di noia, fino ai meravigliosi titoli di coda in stile "album fotografico". Il 3D dà un tocco in più al film, ma non se ne fa un uso eccessivo: non sono stati inseriti ad hoc oggetti che volano contro lo spettatore, tanto per intenderci (meno male). La colonna sonora di Michael Giacchino è stupenda e vi accompagnerà nelle ore successive la visione... In una parola, un film leggero, quasi come i palloncini che fanno decollare la casa di Carl e, con essa, l'anima dello spettatore, non nel senso dispregiativo di "pellicola con poche pretese", ma di film essenziale, diretto, spassoso, non prolisso, tedioso o autocompiaiciuto. L'Oscar come miglior film di animazione è praticamente scontato, quello come migliore soundtrack più che possibile. Se proprio devo trovare una pecca, è nell'uso un po' esagerato dei cani e... dei loro collari. Chi vedrà capirà... Per concludere, una parola sul corto inziale, "Parzialmente nuvoloso"("Partly Cloudy"), anche se avrete già capito l'andazzo della mia recensione: stupendo, forse il migliore della Pixar finora (non resistendo fino ad ottobre, l'ho visto su YouTube qualche mese fa). In altre parole: correte al cinema!
    È così che muore la libertà, sotto scroscianti applausi.

    *

    EGO
    Pifferosauro Uranifago
       (1)

    • ***
    • Post: 439
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re: Up
      Risposta #1: Domenica 18 Ott 2009, 00:43:08
      Quoto il correre al cinema. Wall-E sembrava IL capolavoro inarrivabile, ma Up è talmente superbo che per qualcuno potrebbe anche essergli superiore. Per vari motivi sono arrivato in sala con un umore che pensavo mi avrebbe impedito di godere anche del film più bello del mondo, eppure minuto dopo minuto Up mi ha portato fino all'entusiasmo. Superlativo, davvero.

      *

      valsedre
      Pifferosauro Uranifago
         (1)

      • ***
      • Post: 411
      • Nuovo utente
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re: Up
        Risposta #2: Domenica 18 Ott 2009, 19:33:54
        L'ho isto oggi pomeriggio,bellissimo,la pare iniziale è commovente. :'(

        *

        Brigitta MacBridge
        Flagello dei mari
        Moderatore
           (3)

        • *****
        • Post: 4727
        • Paperonuuuuccciooooo....
          • Offline
          • Mostra profilo
           (3)
          Re: Up
          Risposta #3: Lunedì 19 Ott 2009, 10:57:01
          Il corto allegato, "parzialmente nuvoloso", è bellissimo. Pure io lo avevo già visto su internet, peccato perché mi sono rovinata il gusto della sorpresa. Per certe cose varrebbe la pena di trattenere la curiosità e godersele direttamente in sala.

          Poi inizia il film.

          Sin da quando ho visto nelle anticipazioni la faccia immusonita di Carl Fredricksen, chiaramente ispirata a Spencer Tracy (nel film c'è anche un personaggio che è tutto Kirk Douglas, lol), ho saputo che gli avrei voluto bene. E così è stato.
          I primi minuti sono molto particolari e toccanti. Confesso che piangevo nella sequenza muta in cui il dottore rivela ad Ellie che il bambino non nascerà (beh, forse dipende dal fatto che pure io sono passata da qualcosa di simile :(. Ma per quanto siano belli e poetici, non credo che siano la parte migliore del film. Che è bello, divertente, dinamico, avvincente ed appassionante. Niente di più si può chiedere ad un film.
          E niente di più si può chiedere ad una casa di produzione, che di produrre film sempre buoni, sempre di qualità, sempre in una qualche misura innovativi e coraggiosi. Gli esperti di marketing dicevano che sarebbe stato un flop, perché un cartone deve essere un prodotto per bambini ed i bambini non si possono appassionare alle avventure di un vecchio brontolone e di un ragazzotto ciccione, soprattutto se poi non ci sono canzoncine orecchiabili, sidekick divertenti e personaggetti laterali pensati apposta per vendere i pupazzetti e gli Happy Meal da McDonald.
          Ma in barba agli esperti di marketing, il film c'è, e ieri il cinema era pieno di adulti e di bambini, e si divertivano tutti, e i bambini saltavano sulle sedie dall'entusiasmo. E mia figlia si è divertita un sacco, e io pure, e se questo significa aver fatto un flop, magari ce ne fossero tutti i mesi, di flop così. Grazie Pixar.

          Una curiosità: anche secondo voi Russell, il ragazzino, è orientale? Mio marito dice di no, ma a me pareva avesse chiaramente lineamenti cinesi o giapponesi...
          « Ultima modifica: Lunedì 19 Ott 2009, 11:41:59 da Brigitta_McBridge »
          I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

          "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

          *

          sed
          Papero del Mistero

          • **
          • Post: 234
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Up
            Risposta #4: Lunedì 19 Ott 2009, 22:15:27
            premesso che a me piacciono di più i film alla "monster inc,", con trama e sentimenti ma con taaanta comicità (non becera e idiota, però...), devo ancora vedere UP... vorrei vederlo al cinema, ma dopo la fredatura con "l'era glaciale 3" e la parziale delusione di wall-e (non mi è piaciuto troppo a livello di trama...se dico di aver apprezzato di più il corto del robot riparatore mi uccidete? ;D) non vorrei trovarmi davanti una delusione (e la consapevolezza di aver buttato 20 euro per due biglietti , "rifornimentialimentari" vari e un film moscio come battute e comicità)

            che mi consigliate?

            ah, ho visto il corto della nuvola: divertente, ma perchè ho provato disgusto nel vedere la "cicogna porta bambini"? la ritengo troppo infantile e, in parte, diseducativa (non dico di far vedere già l'amplesso completo ;D , ma magari si poteva usare un altro tema).

            PS: dopo i titoli di coda del corto, per caso c'è un'altra scenetta? perchè di solito nei corti, dopo i titoli, avviene qualcos'altro di comico...
            « Ultima modifica: Lunedì 19 Ott 2009, 22:17:15 da sed »

            *

            Grrodon
            Flagello dei mari
               (2)

            • *****
            • Post: 4041
            • Potere e Potenza!
              • Offline
              • Mostra profilo
               (2)
              Re: Up
              Risposta #5: Martedì 20 Ott 2009, 01:36:52
              Fila a vedere Up e finiscila con queste pare, su.

              *

              Tigrotta
              Gran Mogol

              • ***
              • Post: 547
              • The wonderful thing about Tiggers...
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Up
                Risposta #6: Martedì 20 Ott 2009, 12:29:07
                Questo è stato il primo film visto al cinema che mi ha fatto piangere nel vero senso della parola, e a più riprese per giunta.
                Non è un film da ridere come ci si poteva aspettare dal trailer, in cui vengono mostrate esclusivamente le scene più divertenti per attirare lo spettatore medio, ma un lungometraggio drammatico e melanconico.
                Davvero molto bello e straconsigliato.

                Carino anche il corto della nuvola ma io continuo a preferire Presto.
                Tata a te, tata per ora! (Tigro)

                *

                Pietro B. Zemelo
                Papero del Mistero
                   (1)

                • **
                • Post: 231
                • Fumettista
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (1)
                  Re: Up
                  Risposta #7: Martedì 20 Ott 2009, 12:41:43
                  Bellissimo!
                  La Pixar centra un colpo dopo l'altro!
                  Mi stupisce, Schroeder, che nella sala dove l'hai visto ci fosse gente così ignorante e stupida... Io ho visto, come Brigitta, bambini, ma per lo più adulti, entusiasti!! Risate dall'inizio alla fine e, nei momenti più toccanti, un silenzio che è raro sentire anche in un cinema!

                  Un film da inserire subito nella propria top10! Una splendida trama, assolutamente imprevedibile, fino alla fine non sapevo cosa aspettarmi, personaggi umanissimi e divertenti, spunti e idee che Diosolosadoveleprendono!  ;D
                  Una colonna sonora bellissima, poi.

                  Bisogna aggiungere altro per rendere bello un film? Disney/Pixar fa tutto questo e anche di più. Chi non l'ha ancora visto si dia una mossa, che 7 Euro per il cinema raramente li spenderete così bene e volentieri!

                  *

                  Brigitta MacBridge
                  Flagello dei mari
                  Moderatore

                  • *****
                  • Post: 4727
                  • Paperonuuuuccciooooo....
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Up
                    Risposta #8: Martedì 20 Ott 2009, 13:21:26
                    Ah, aggiungo una cosa. Alla fine del film c'è pure stato un applauso. Timido, solo una parte della sala, ma c'è stato. Finora mi era capitato solo alla fine del Signore degli Anelli, ma quella era una proiezione affollata di fan Tolkieniani e non c'era da meravigliarsi. Domenica, invece, era un pubblico "normale", mamme, papà, bambini, spettatori vari, e l'applauso è stata una sorpresa :)
                    « Ultima modifica: Martedì 20 Ott 2009, 13:25:16 da Brigitta_McBridge »
                    I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

                    "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

                    *

                    Alle
                    Visir di Papatoa
                    Moderatore

                    • *****
                    • Post: 2359
                    • Proud to be buiaccaro!
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Up
                      Risposta #9: Martedì 20 Ott 2009, 13:35:39
                      Una curiosità: anche secondo voi Russell, il ragazzino, è orientale? Mio marito dice di no, ma a me pareva avesse chiaramente lineamenti cinesi o giapponesi...
                      Secondo IMDB, Russell é il primo personaggio di origine asiatica ad apparire in un film Pixar, ed anche il ragazzino che gli da la voce nella versione originale lo é.
                      "Something not in the Guidebook? Impossible!"
                      "I never thought it would be happen in our lifetime!"
                      "... I feel faint ..."
                      HDL in D 2003-081

                      "I don't want to survive, I wanna

                      *

                      alec
                      Dittatore di Saturno

                      • *****
                      • Post: 3884
                      • Novellino
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Up
                        Risposta #10: Martedì 20 Ott 2009, 23:14:11
                        Ci andrò. L'animazione mi sembra ottima, ma la trama sarà a livello di Ratatouille? Ve lo saprò dire.
                        PS: anch'io ho visto "Partly cloud". Molto bello.  Neppure a me Wall-E era piaciuto.
                        « Ultima modifica: Martedì 20 Ott 2009, 23:19:43 da alec »

                        *

                        valsedre
                        Pifferosauro Uranifago

                        • ***
                        • Post: 411
                        • Nuovo utente
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Up
                          Risposta #11: Mercoledì 21 Ott 2009, 18:08:56
                          Io non ho ben capito la faccenda di Muntz:come ha fatto a sopravvivere?Era gia adulto quando Carl era bambino!....


                          quando rivelate dettagli non arcinoti della trama, PER FAVORE, copriteli con l'antispoiler!!!! - Brigitta
                          « Ultima modifica: Mercoledì 21 Ott 2009, 18:22:52 da Brigitta_McBridge »

                          *

                          ang3|81_2
                          Evroniano
                             (1)

                          • **
                          • Post: 87
                          • Novellino
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re: Up
                            Risposta #12: Giovedì 22 Ott 2009, 23:16:16
                            Veramente uno spettacolo, mi aspettavo fondamentalmente di farmi delle gran risate, che ci sono comunque state, ed invece ho passato una buona parte del tempo a singhiozzare...non ricordo nemmeno l'ultima proiezione che mi ha fatto lo stesso effetto.
                            Piacevolmente sorpresa :)

                            • *
                            • Post: 22
                            • WoW!!
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re: Up
                              Risposta #13: Venerdì 23 Ott 2009, 13:35:50
                              Fantastico, assolutamente! Condivido e non saprei aggiungere di più i commenti entustiasti di voi tutti, e a tutti faccio una domanda: alla fine quando Russel viene premiato, saluta una ragazza/donna seduta in prima fila.... mi sono perso qualcosa, o non se ne era parlato durante il film... chi è secondo voi? Saluti a tutti!

                              *

                              Bramo
                              Dittatore di Saturno
                                 (2)

                              • *****
                              • Post: 2976
                              • Sognatore incallito
                                • Offline
                                • Mostra profilo
                                 (2)
                                Re: Up
                                Risposta #14: Domenica 25 Ott 2009, 23:09:16
                                Il film è preceduto come da tradizione dal cortometraggio Pixar.

                                Partly Cloudy



                                Contiene spoiler

                                Due parole sul cortometraggio che precede Up al cinema.
                                Consuetudine che non smetterò mai di lodare nei prodotti Pixar.
                                Mi è piaciuto. E molto. Anche se mai come Presto dell'anno scorso. Ok, c'è anche da dire che le finalità nei due corti sono diverse, a mio parere. In Presto tutto o quasi era votato alla comicità di tipo slapstick per la maggior parte, in omaggio quasi ai cartoni del Tex Avery Show. E anche se c'era un aspetto "sentimentale" nel rapporto tra mago e coniglio, era la minima parte.
                                Qui la cosa si capovolge: già il punto di partenza - le cicogne portano i bambini, ma da dove li prendono? ma dalle nuvole che li creano dai loro "cumulonembi" (citando Russel)! - è poetico e dolcissimo, e dunque la parte più "sentimentale" è quella pregnante nel corto, con la nuvola Gus che sforna cuccioli di razze animali non proprio socievoli o tranquille, da consegnare alla sua cicogna di riferimento per la quale ogni consegna vuol dire dolori e cerotti. la parte divertente è proprio nel vedere quali assurdi animali tira fuori dal cilindro Gus di volta in volta, le reazioni della povera cicogna e i danni che le bestione gli creano.
                                Ma il corto ti tocca (oltre, ripeto, che per la poesia intrinseca all'idea stessa della nascita dei bambini vista così) per il team dell'emraginazione del diverso e per l'analisi di un rapporto d'amicizia: per quanto sia pericoloso per quella cicogna continuare a lavorare con Gus, è un suo amico e non lo abbadona.
                                Bellissimo, ovviamente anche per l'animazione che rende spettacolari gli sfondi, oltre che i personaggi.




                                Contiene ovviamente numerosi spoiler

                                Il decimo film della Disney-Pixar è simbolizzato da una casa che vola grazie a un sacco di palloncini. Già questo non può che far pensare a qualcosa di poetico, fantastico e fantasioso.
                                Così è stato?
                                No, decisamente di più.
                                Visto il sabato sera della settimana scorsa con la mia carissima e dolcissima morosa Minnie, Up si è rivelato qualcosa di decisamente meraviglioso, che ha saputo catturarmi in moltissimi modi e su piani diversi.
                                C'è l'inizio, ovviamente, il tanto osannato inizio: tanto osannato a ragione, direi, dato che anch'io (e Minnie) faccio parte della schiera di quelli che hanno versato una lacrimuccia nel vedere tutta la vita di Carl ed Ellie scorrere sullo schermo in pochi minuti, dopo aver assistito al loro primo incontro. E già lì iniziano i palloncini... ;)
                                Vedere i due che si frequentano, si sposano, vivono insieme, coltivano i proprio sogni, affrontano problemi economici, subiscono il dramma dell'aborto (io l'ho interpretato tale)... e infine la morte di Ellie. In modo del tutto realistico per una coppia che ha vissuto in modo così affiatato e innamorato per tutta la vita, Carl preferisce vivere di ricordi. La sua casa diventa la personificazione della donna con cui ha condiviso l'esistenza, per questo non la vende a quelli che stanno ricostruendo tutto il quartiere con abitazioni più moderne. Carl non ha bisogno di niente e di nessuno, finchè resta nella sua casa a stretto contatto con la sua Ellie.
                                La scena della cassetta delle lettere a questo proposito è eccezionale. E' lì che si possono toccare con mano i sentimenti di Carl, dove vediamo fin dove il suo attaccamente patologico alla memoria della moglie può arrivare. In tutto questo non si arrende, e a chi lo vuole in ospizio per portargli via la casa, lui decide di andarsene portando via con sè la casa, parte di sè. Ma c'è un ospite imprevisto in questa fuga dalla realtà: Russel. Il pacioccoso e orientale boyscout vuole a tutti i costi aiutare in qualche modo l'anziano signore, che come sappiamo vorrebbe solo starsene in pace, e a questo punto è costretto a seguire Carl fino alle Cascate Paradiso, posto dove aveva promesso di portare Ellie ma dove alla fine non erano mai potuti andare. Un atto fortemente simbolico, se si pensa che lui ci porta la casa alle Cascate, casa che per lui è come se fosse il nuovo corpo di Ellie. Il fatto che la faccia volare con i palloncini, che sono una costante della sua vita, è una cosa bellissima e ancora collegata al passato, per lo spettatore è motivo per far volare la fantasia e vedere scene stupenda con mille palloncini colorati che portano nel cielo azzurro una casetta di legno. Spettacolare!
                                Non trovo ci sia una calo nella seconda parte del film. Sono d'accordo con chi dice che un cambio di registro c'è, ma anche che lo stacco non si nota per niente. Questa poetica prima parte è la giusta introduzione alla seconda parte, di certo più "action" ma senza dimenticare il grande divertimento e le basi su cui poggia.
                                Il personaggio di Kevin è un catalizzatore di divertimento: a me ha ricordato tantissimo l'uccello Aracuan di  I tre caballeros e del corto Clown of the jungle. Infatti questo grande uccello (bellissima la continuità con la storia del beccaccino  :P ) fa della mimica e dei movimenti il suo cavallo di battaglia, che molte risate strappano (come muove le zampe, quando imita Carl). E' un coloratissimo catalizzatore di guai e risate, di cui poi capiremo l'importanza per la parte d'azione dell'avventura e per la psicologia di Carl. Ma anche Dug non scherza. Meno divertente in effetti di quello che pensavo, è comunque un personaggio non invasivo e funzionale alla storia, con un umorismo non eccessivo ma dunque ben calibrato.
                                ]L'incontro dei nostri eroi con il vecchio mito e ispiratore del mito dell'avventura di Carl non è del tutto una sorpresa per lo spettatore, e neanche la sua parte da cattivo, ma è un personaggio interessantissimo sotto molti aspetti, e regala (oltre alla scena superba della battaglia "artritica" con Carl) momenti divertenti ed emozionanti.
                                Il bruciare la casa di Carl è un momento, per esempio, di grande impatto emotivo anche per chi guarda il film, oltre che per il protagonista: io serrva i pugni sulla poltroncina del cinema, vedendo andare a fuoco quello che simboleggava la vita di quello che era il mio eroe.

                                Un film molto convincente, che io ho preferito a Wall-E, per esempio, che già mi era piaciuto un sacco. C'è tutto, come dicevo all'inizio: la poesia, la simbolistica, la commozione per nulla scontata o forzata, il divertimento, la commedia, la parte d'azione, il ritmo, i personaggi forti e ben caratterizzati, una storia che val la pena di raccontare e di ascoltare perchè ti può far arrivare molto. Potrei dire ancora molte cose per spiegare quanto questo film mi sia piaciuto, ma finirei per sbrodolare più di quanto non stia già facendo, quindi mi limito a un paio di appunti finali.
                                Sulla parte tecnica, innanzitutto: non è un mistero che ad ogni film l'animazione 3D della Pixar migliori. Qui l'ho notato particolarmente, se mi sembrava troppo irrealistico l'aspetto di Carl quando vidi le prime immagini mesi fa, ormai lo vedo come più che credibile. L'aspetto cubico dell'anziano protagonista è quello che gli calza a pennello e lo rende molto simpatico da vedere, così come è calzante la rotorndità di Russel. Non mi dilungherò troppo quindi su come mi sia stato anche una gioia per gli occhi. Per la visione con occhialetti in 3D, mi è piaciuto vedere alcune scene (l'alzata in volo della casa, la veduta delle Cascate) con la profondità, ma secondo me anche vederlo normalmente non avrebbe tolto niente.
                                Infine, un appunto negativo e una cosa che non mi torna, fattami notare da Minnie. Innanzitutto, mi sta bene vedere i cani che possono parlare grazie allo speciale collare. Ma se la battuta "Scoiattolo!" a me ha fatto abbastanza ridere (non è nemmeno abusata), mi è sembrata stonata quella della voce in falsetto del capo-cane. E in tutto ciò, mi è sembrato eccessivo perfino in un contesto fantastico il fatto che i cani pilotassero degli elicotteri.
                                La cosa che non torna a me e a Minnie: quando Carl entra in casa lasciando fuori i due che lo porteranno all'ospizio, e anche quando la casa subito dopo si alza in volo... ecco, in tutte queste scene si può vedere bene la verando fuori dalla porta, ma di Russel nemmeno l'ombra. Com'è possibile che invece poco dopo lo ritroviamo proprio lì, sostenendo di essere lì a cercare il beccaccino? Qualcuno ha notato la cosa, ha una risposta, magari qualcosa che ci è sfuggita?

                                A parte ciò, comunque, Up è qualcosa di stupefacente, un viaggio meraviglioso che porta un anziano a scoprire meglio se stesso e a trovare il coraggio di andare avanti, e lo spettatore a commuoversi e a riflettere.
                                « Ultima modifica: Lunedì 26 Ott 2009, 20:29:03 da Everett_Ducklair »

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.