Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
1 | |
2 | |
3 | |
2 | |
3 | |
4 | |

Cortometraggi Disney

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Astrus
Diabolico Vendicatore
   (5)

  • ****
  • Post: 1616
  • Affamato di grandi storie
    • Offline
    • Mostra profilo
   (5)
    Re: Cortometraggi Disney
    Risposta #150: Venerdì 8 Mar 2013, 17:19:41
    Rapunzel - Le Incredibili Nozze (Tangled Ever After) 2012

    Uno dei meriti di Rapunzel, quando uscì nei cinema, fu quello non solo di recuperare il caro vecchio stile fiabesco, ma anche di essere riuscito a proporre un tipo di umorismo molto moderno, ma non per questo chiassoso e fuori luogo come quello Dreamworksiano. Tra i personaggi più divertenti, il migliore era sicuramente il cavallo Maximus, equino fuori e cane da segugio dentro, che si conquistò subito le simpatie del pubblico, al punto che si decise di realizzare un cortometraggio spin-off dedicatogli. Maximus, questo il nome originale dello short, però, venne messo in cantiere solo dopo l'uscita del film nelle sale, dunque troppo tardi per essere inserito nel DVD e BD di Rapunzel. Distribuito nei cinema abbinato alla versione 3D de La Bella e la Bestia[/i, Rapunzel - Le Incredibili Nozze fu, però, trasmesso in anteprima su Disney Channel nella primavera del 2012, due mesi prima dell'uscita cinematografica. Un vero e proprio travaglio distributivo che si è concluso con l'inserimento del corto nel BD di Cenerentola, uscito lo scorso anno. C'è da dire, però, che Tangled Ever After ripaga ampiamente qualsiasi tipo di attesa: ciò che si ha davanti, infatti, non è solo un corto spin-off che recupera ambientazioni e personaggi del film, ma una delle pellicole più divertenti e coinvolgenti della storia disneyana. E ciò che lo rende tanto incredibile è, forse, uno degli elementi del cinema d'animazione più noiosi e ripetitivi, l'umorismo slapstick, quello dei corti di Pluto e Paperino e, uscendo fuor di Disney, cavallo di battaglia di Tom & Jerry e Looney Toons. In questo caso, però, si raggiungono vette mai viste, con l'uso di tempi comici assolutamente perfetti e una narrazione dai ritmi veloci e coinvolgenti, che raggiunge livelli di assurda esagerazione che, però, risultano verosimili e conferiscono al corto una carica di comicità senza precedenti. I protagonisti (Maximus e Pascal), poi, non fanno che accrescere, con la loro mutezza e  la loro espressivissima mimica facciale, questa esplosiva vis comica. Diretto dagli stessi registi del film, Nathan Greno e Byron Howard, il corto mette la parola fine alla vicenda di Rapunzel, focalizzandosi non sulla trama, che vede Flynn e la principessa sposarsi, ma su di una storia parallela ma assolutamente più interessante e sviluppabile, ricordando, un po', le vecchie storie di Carl Barks con Archimede in cui, più che l'inventore, il protagonista diventava il piccolo aiutante Edi, impegnato in piccole quest su misura per lui.

    *

    Astrus
    Diabolico Vendicatore
       (4)

    • ****
    • Post: 1616
    • Affamato di grandi storie
      • Offline
      • Mostra profilo
       (4)
      Re: Cortometraggi Disney
      Risposta #151: Martedì 12 Mar 2013, 16:16:26
      Paperman (Paperman) 2012

      E' davvero difficile per me analizzare questo cortometraggio, sia per la sua natura che per ciò che rappresenta all'interno del panorama disneyano. Paperman è, infatti, una delle migliori opere mai realizzate dalla Casa del Topo ed anche quella che, più di tutte, ne rappresenta la travagliata storia recente. Fin dai tempi dell'annuncio di Michael Eisner di chiudere con l'animazione tradizionale, agli Studi Disney si assistette alla nascita di una vera e propria dicotomia produttiva ed artistica, rappresentata dalle tecniche artistiche classiche da una parte, dall'emergente animazione computerizzata dall'altra. Da allora, a periodi alterni, le dirigenze di turno hanno favorito questa o quella a seconda di come soffiava il vento e questo clima non poteva che creare confusione non solo a livello produttivo, ma anche a livello d'immagine, con una Disney che si presentava al pubblico in maniera sempre diversa, proponendo pellicole piuttosto diverse tra loro. Il primo a tentare di risolvere la questione fu il veterano Glen Keane che, già nella prima metà degli anni 2000, si mise al lavoro su di una mirabolante tecnica che avrebbe conferito alle animazioni computerizzate una resa pittorica, punto d'incontro tra le due arti. Purtroppo, il lavoro di Keane subì gli effetti delle continue rielaborazioni del film in cui sarebbe confluito, Rapunzel, e, alla fine non se ne fece più niente. In compenso, il veterano si occupò personalmente della supervisione dell'animazione nella versione definitiva del film e riuscì a conferire ai personaggi un aspetto e una resa animata e visiva che gli avvicinava parecchio allo stile dell'animazione tradizionale. Già all'indomani di Rapunzel, però, un team creativo, guidato dal ex-pixariano John Kahrs, si mise al lavoro su un nuovo progetto, un cortometraggio che avrebbe proposto una nuova tecnica d'animazione che avrebbe fuso assieme il disegno a matita con i modelli tridimensionali. L'asso nella manica della squadra di Kahrs era rappresentato da un nuovissimo e rivoluzionario software, Meander, grazie al quale era possibile "scolpire" i modelli tridimensionali con il disegno a matita e, contemporaneamente, realizzare automaticamente le intercalazioni delle animazioni. E il risultato di questo procedimento è ben visibile nella versione finale, in cui l'aspetto dei protagonisti pare realizzato a matita mentre le loro animazioni e i personaggi secondari  rivelano la loro natura digitale. Bisogna, però, tenere conto del fatto che siamo di fronte ad una tecnica sperimentale e che sia necessario un po' di tempo per perfezionarla. La fine della rivalità tra CGI e 2D vale questo e altro, però non è solo su questo che Paperman punta. Perchè è vero che già la tecnologia di Meander rende straordinario questo corto, tuttavia il suo straordinario successo è dovuto maggiormente a quello che racconta. In perfetto stile disneyano, Paperman propone una storia relativamente semplice ma, in questo caso, viene giocata la carta dell'immedesimazione, sfruttando una situazione in cui quasi tutti, almeno una volta nella vita si sono trovati, vale a dire l'incontro casuale con un ragazzo/a, del possibile feeling che può esserci e della possibilità di trasformarlo in qualcosa di più se solo tutto questo non durasse che pochi minuti: Paperman ci parla, quindi, della seconda chance concessa ad un giovane impiegato, George, di reincontrare una ragazza conosciuta alla fermata del treno. Una storia molto intrigante che propone un'idea di relazione amorosa molto moderna e suggestiva e che si dimostra tremendamente coinvolgente, questo anche grazie alla recitazione dei due protagonisti, dalla caratterizzazione perfetta. Gran parte del merito, però, va anche alla regia di Kahrs, praticamente ineccepibile e che racconta in maniera chiara e concisa la vicenda in esame, e alle incredibili musiche di Christopher Beck, dalle sonorità pop ma pur sempre perfette ad accompagnare la visione di una metropoli anni '50, oltre che assolutamente d'atmosfera. Nessuno spettatore avrebbe mai potuto immaginare una cosa del genere prima di entrare nei cinema e il corto sta godendo, ora, di un meritatissimo successo, legato strettamente a quello del lungometraggio a cui era stato abbinato, l'incredibile Ralph Spaccatutto, e si è reso addirittura meritevole del Premio Oscar per il miglior cortometraggio animato. Appare, quindi, naturale la scelta compiuta dai registi John Musker e Ron Clements di girare un intero lungometraggio con questa nuova tecnica. L'impresa è titanica, la resa di Meander va perfezionata, ma la strada intrapresa pare essere, finalmente, quella giusta e il futuro dell'animazione disneyana, dopo un burrascoso decennio, sembra più rosea che mai.

      *

      Caps
      Brutopiano

      • *
      • Post: 73
      • Novellino
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Cortometraggi Disney
        Risposta #152: Venerdì 22 Mar 2013, 13:52:35
        PEPERINO E IL GORILLA...mi fa ridere come un pazzo ogni volta che lo rivedo ("Qui giace un papero morto"  ;D ). E' il cartone più bello di sempre!  ;D

        *

        Sergio di Rio
        Diabolico Vendicatore
           (1)

        • ****
        • Post: 1780
        • Novellino
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: Cortometraggi Disney
          Risposta #153: Sabato 23 Mar 2013, 15:53:32
          Anche se, chiudendo gli occhi, sembra sempre di sentir parlare Duffy Duck :P


          Et-voilà :)

          [media]http://www.youtube.com/watch?v=WPS67lYBw7Y[/media]

          Su Duffy Duck, bè, si, è inevitabile, ma del resto, i due hanno qualcosina in comune :)

          L'episodio del golf è fantastico, ma secondo me il top resta il baseball. Da piccolo lo avrò visto non so quante volte...e ancora oggi, ad almeno 16 anni da quando sono sparite le videocassette, perfino i miei genitori si ricordano delle urla del telecronista "Prendila! Prendila! Tiralaaaa" :D

          Comunque, sono riuscito a trovare tutti gli episodi del paperino soldato che avevo su un vhs dal titolo "Paperino Marmittone", su Youtube, e per fortuna col doppiaggio originale...uno spettacolo ;D

          Quello che non capisco è il ridoppiaggio moderno : a che scopo farlo? Cioè, capisco restaurare le immagini, i colori, per cortometraggi molto vecchi, ma le voci? Cioè, anche se sono di decenni fa, si capiscono perfettamente e parlano la stessa lingua che si parla oggi.

          *

          Astrus
          Diabolico Vendicatore
             (1)

          • ****
          • Post: 1616
          • Affamato di grandi storie
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re: Cortometraggi Disney
            Risposta #154: Domenica 24 Mar 2013, 23:38:45
            Quello che non capisco è il ridoppiaggio moderno : a che scopo farlo? Cioè, capisco restaurare le immagini, i colori, per cortometraggi molto vecchi, ma le voci? Cioè, anche se sono di decenni fa, si capiscono perfettamente e parlano la stessa lingua che si parla oggi.
            I corti classici, almeno nelle loro versioni italiane, hanno avuto una miriade di ridoppiaggi, dovuti, penso, al fatto che, fino all'inizio degli anni '90, non erano trasmessi così frequentemente e massicciamente e, quindi, poteva capitare che un corto già mandato in onda anni prima lo si ritenesse inedito e lo si ridoppiasse, senza contare, poi, quelli che sono passati in TV o al cinema in compilation di vario genere.. Le versioni definitive, ormai, sono quelle di inizio anni '90 (per intenderci, quelle con Pippo doppiato da Amandola, Topolino da Varcasia/Quarta e Paperino da Eliani), realizzate, perlopiù, per le messe in onda sulla Rai ma anche per le VHS che raccoglievano corti sparsi.

            *

            Sergio di Rio
            Diabolico Vendicatore

            • ****
            • Post: 1780
            • Novellino
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Cortometraggi Disney
              Risposta #155: Domenica 24 Mar 2013, 23:57:21
              Si ma anche se uno li ritenesse inediti, perchè non mandarli comunque in onda col doppiaggio che si ritrovano? Non capisco perchè rifarlo, visto che comunque un sacco di persone che lo conoscono sono abitutati col doppiaggio storico.

              Ma per esempio, fra questo :

              http://www.youtube.com/watch?v=j9Q-QGBkoh4

              e quest'altro :

              http://www.youtube.com/watch?v=lAYOYtcVgb0

              Si sa quanti anni passano? Perchè comunque la prima versione dovrebbe essere abbastanza famosa, trasmesso in TV e diffuso in un VHS che peraltro dovrebbe risalire ai primi anni '90.

              *

              Testaquadramento
              Cugino di Alf

              • ****
              • Post: 1022
              • Poffare! Cosa veggono le mie fosche pupille?
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Cortometraggi Disney
                Risposta #156: Lunedì 25 Mar 2013, 14:02:11
                Io ho sempre addotto come motivazione principale dei ridoppiaggi il fatto che le voci adottate nei doppiaggi storici fossero diversissime da quelle originali (a quell'epoca sentivamo Paperino uguale a Daffy Duck, Topolino "effeminato", Pippo sfiatato "alla Fantozzi" e via dicendo...) e non conformi agli standard Disney. Per cui negli anni '90 si ridoppiarono tutti gli episodi cercando di attenersi maggiormente ai modelli originali.
                Io forse sono un po' di parte perché non cresciuto con i doppiaggi storici (per motivi anagrafici ovviamente), ma oggettivamente i nuovi doppiaggi mi sembrano di qualità superiore: il Paperino di Eliani sarà incomprensibile ma la sua parlata starnazzata era, nell'originale, il suo punto di forza e non era giusto che andasse persa (il Paperino di Latini era simpaticissimo, è vero, ma ben lontano dalla caratterizzazione originaria...) mentre il compianto Vittorio Amandola a mio parere E' Pippo e sempre lo sarà, nei secoli dei secoli.
                Poi, de gustibus non disputandum est, ma per me i ridoppiaggi hanno migliorato la resa dei corti da molti punti di vista. :)

                "Se mettessimo in fila tutti i bulloni prodotti negli USA dal 1937 ad oggi, otterremmo una fila di bulloni molto ma molto lunga." (Enigmi Paperi)

                *

                brigo
                Diabolico Vendicatore

                • ****
                • Post: 1857
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re: Cortometraggi Disney
                  Risposta #157: Lunedì 25 Mar 2013, 16:30:57
                  Pur non essendo presenti nuovi corti cinematografici con Topolino Pippo e Paperino (a parte sporadici casi), vi sono cmq un'infinità di altri NUOVI prodotti in cui questi personaggi si trovano a parlare(serie tv, videogiochi ecc....). Quindi una mia personale opinione è che, per standardizzare il vecchio con il nuovo e rendere il tutto più omogeneo (qualora si decida di riproporre vecchio materiale), sia opportuno ridoppiare più cose possibili per avere sempre le stesse voci. Inoltre,si sa, la Disney decide di "rinfrescare" i doppiatori italiani ogni 10-15 giorni*.

                  EDIT:*anni
                  « Ultima modifica: Lunedì 25 Mar 2013, 16:40:40 da brigo »

                  *

                  Astrus
                  Diabolico Vendicatore
                     (1)

                  • ****
                  • Post: 1616
                  • Affamato di grandi storie
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (1)
                    Re: Cortometraggi Disney
                    Risposta #158: Lunedì 25 Mar 2013, 18:19:16
                    Si sa quanti anni passano? Perchè comunque la prima versione dovrebbe essere abbastanza famosa, trasmesso in TV e diffuso in un VHS che peraltro dovrebbe risalire ai primi anni '90.
                    Be', il doppiaggio di Latini dovrebbe essere della metà-fine anni '80, quello di Eliani dei primi '90. Dispiace un po' perchè, in fondo, Latini era bravissimo e doppiava tutto lui, però con i nuovi doppiaggi sistematici si è guadagnato in omogeneità.

                    CUT
                    Sulle motiviazioni del ridoppiaggio penso sia più probabile la tua ipotesi rispetto alla mia. Sulla questione delle singole voci, essendo cresciuto anch'io con i doppiaggi recenti, ti quoto dalla prima all'ultima parola, Amandola è insuperabile e il Paperino di Eliani, per quanto incomprensibile, è molto vicino al modello di Nash, anche se, in inglese, la voce di Donald è più acuta e, quindi, più comprensibile.

                    *

                    Sergio di Rio
                    Diabolico Vendicatore

                    • ****
                    • Post: 1780
                    • Novellino
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Cortometraggi Disney
                      Risposta #159: Lunedì 25 Mar 2013, 21:34:09
                      Io ho sempre addotto come motivazione principale dei ridoppiaggi il fatto che le voci adottate nei doppiaggi storici fossero diversissime da quelle originali (a quell'epoca sentivamo Paperino uguale a Daffy Duck, Topolino "effeminato", Pippo sfiatato "alla Fantozzi" e via dicendo...) e non conformi agli standard Disney. Per cui negli anni '90 si ridoppiarono tutti gli episodi cercando di attenersi maggiormente ai modelli originali.
                      Io forse sono un po' di parte perché non cresciuto con i doppiaggi storici (per motivi anagrafici ovviamente), ma oggettivamente i nuovi doppiaggi mi sembrano di qualità superiore: il Paperino di Eliani sarà incomprensibile ma la sua parlata starnazzata era, nell'originale, il suo punto di forza e non era giusto che andasse persa (il Paperino di Latini era simpaticissimo, è vero, ma ben lontano dalla caratterizzazione originaria...) mentre il compianto Vittorio Amandola a mio parere E' Pippo e sempre lo sarà, nei secoli dei secoli.
                      Poi, de gustibus non disputandum est, ma per me i ridoppiaggi hanno migliorato la resa dei corti da molti punti di vista. :)

                      Sarà, però io non riesco a trovarli divertenti allo stesso modo. Cioè, secondo me ad esempio il Paperino dei corti militari faceva ridere anche per quello che diceva : scene fenomenali quando gridava "i giapponesi!" o diceva di voler volare. Se invece al posto di parole di senso compiuto (per quanto comunque pronunciate in modo "papero") dice "shsafashjga" si perde qualcosa, imho.
                      Se poi la mettiamo sulla questione della fedeltà all'originale, comunque nell'ultimo doppiaggio di "Donald Gets Drafted" hanno italianizzato la canzone originale.

                      Su Pippo sono d'accordo anche se non ho presente quale doppiaggio è fatto da Amandola, cioè se è quello dei vecchi corti in VHS dei primi '90 o più vecchio. Ad esempio, in questo video chi è? Io me lo ricordo diverso il doppiagggio, ma sono passati più di 15 anni potrei ricordare male : http://www.youtube.com/watch?v=pTtATytM_4o
                      « Ultima modifica: Lunedì 25 Mar 2013, 21:35:47 da Sergio_di_Rio »

                      *

                      Grrodon
                      Flagello dei mari

                      • *****
                      • Post: 4041
                      • Potere e Potenza!
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Cortometraggi Disney
                        Risposta #160: Martedì 26 Mar 2013, 01:23:49
                        Lol ma quindi fatemi capire, se un prodotto viene tradotto per metà si becca il plauso per la fedeltà all'originale, rispetto ad un corto come Donald Gets Drafted, che è stato sistematicamente e accuratamente tradotto?

                        *

                        Sergio di Rio
                        Diabolico Vendicatore

                        • ****
                        • Post: 1780
                        • Novellino
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Cortometraggi Disney
                          Risposta #161: Martedì 26 Mar 2013, 19:39:06
                          Lol ma quindi fatemi capire, se un prodotto viene tradotto per metà si becca il plauso per la fedeltà all'originale, rispetto ad un corto come Donald Gets Drafted, che è stato sistematicamente e accuratamente tradotto?

                          Per quanto mi riguarda non mi riferivo ad una traduzione più o meno accurata del corto, ma solamente alle voci doppiaggio - cioè per dire che preferisco una versione piuttosto che un'altra. Sulla traduzione comunque mi riferivo solo alla canzone iniziale di Donald Gets Drafted che personalmente avrei lasciato in versione originale.
                          Poi certo, su tutto questo influisce inevitabilmente la nostalgia, essendo abituato a sentirlo nella versione anni '80.

                          *

                          Astrus
                          Diabolico Vendicatore
                             (1)

                          • ****
                          • Post: 1616
                          • Affamato di grandi storie
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re: Cortometraggi Disney
                            Risposta #162: Venerdì 29 Mar 2013, 00:15:15
                            Su Pippo sono d'accordo anche se non ho presente quale doppiaggio è fatto da Amandola, cioè se è quello dei vecchi corti in VHS dei primi '90 o più vecchio. Ad esempio, in questo video chi è? Io me lo ricordo diverso il doppiagggio, ma sono passati più di 15 anni potrei ricordare male : http://www.youtube.com/watch?v=pTtATytM_4o
                            Sì, è proprio Amandola qui e il doppiaggio dovrebbe risalire agli anni '90.

                            *

                            Duck Fener
                            Dittatore di Saturno
                               (1)

                            • *****
                            • Post: 3555
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re: Cortometraggi Disney
                              Risposta #163: Giovedì 24 Apr 2014, 19:22:58
                              Le primissime notizie sul corto che precederà Big hero 6: http://blogs.disney.com/insider/2014/04/24/get-hungry-for-walt-disney-animation-studios-feast/

                              Mi ispira, sembra molto "pixariano".
                              « Ultima modifica: Giovedì 24 Apr 2014, 19:23:30 da Duck_Fener »

                              Il mio canale... addirittura ci metto la faccia!: https://www.youtube.com/channel/UCBsX4YXAsD3W0LjrjN8JvEQ

                              *

                              SalvoPikappa
                              Ombronauta

                              • ****
                              • Post: 899
                              • Potere e Potenza!
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re:Cortometraggi Disney
                                Risposta #164: Martedì 15 Mag 2018, 20:15:17
                                Mi pare il topic adatto per ricordarvi che ben 90 anni fa comparivano Topolino e Minnie nel primo cortometraggio Disney, Planet Crazy

                                Nessuno è povero, quando può fare ciò che gli piace quando gli piace!... A me piace tuffarmi nel denaro, come un pesce baleno, e scavarci gallerie, come una talpa, e gettarlo in aria e farmelo ricadere sulla testa!

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.