Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
4 | |
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
5 | |
2 | |
2 | |

Sondaggio

Siete pro o contro la sospensione d'incredulità nei film Disney?

Pro
20 (38.5%)
Contro
13 (25%)
Dipende dai casi
19 (36.5%)

Totale votanti: 49

Le canzoni nei film Disney

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Paperinika
Imperatore della Calidornia
Moderatore

  • ******
  • Post: 10389
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: Le canzoni nei film Disney
    Risposta #105: Sabato 15 Lug 2017, 20:03:13
    Bisogna che qualcuno se ne faccia una ragione.

    Inoltre, qualora non fosse chiaro: una versione italiana non potrà mai essere in nessun caso pari o migliore all'originale. Al massimo massimo massimo arriverà al 50%, perché la lingua italiana non è fatta per la musica anglosassone, che ha una diversa scansione ritmica, qualunque compositore e studioso di musica potrà confermarlo.
    Dissento. Fortemente.

    E ho citato giusto le prime due che mi sono venute in mente.
    Sfido chiunque a dire che siano inferiori alla versione originale (soprattutto la prima)!
    « Ultima modifica: Sabato 15 Lug 2017, 20:03:32 da Paperinika »

    *

    Vincenzo
    Cugino di Alf

    • ****
    • Post: 1338
    • Esordiente
      • Offline
      • Mostra profilo

      Re: Le canzoni nei film Disney
      Risposta #106: Sabato 15 Lug 2017, 21:01:31
      Ser Soldano,  è solo la tua opinione.
      E la rima baciata esiste anche in inglese.
      If you can dream it, you can do it.

      *

      Sergio di Rio
      Diabolico Vendicatore

      • ****
      • Post: 1781
      • Novellino
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: Le canzoni nei film Disney
        Risposta #107: Sabato 15 Lug 2017, 21:23:15
        non è questione di sudditanza, è solo che in inglese le canzoni suonano meglio e hanno testi meno scemi, tutto lì.
        La rima baciata con la vocale elisa alla Rabagliati, sinceramente, nun se pò sentì più.
        Ecco il motivo; e se poi la gente intorno sbuffa e dice "maròòòò che pizza queste scemenze in italiano", insomma, vuol dire che la cosa non è più gradita al pubblico. Se mai lo è stata, visto che io ho sempre sentito questi commenti al cinema, dagli anni '60 in poi.
        Bisogna che qualcuno se ne faccia una ragione.

        Inoltre, qualora non fosse chiaro: una versione italiana non potrà mai essere in nessun caso pari o migliore all'originale. Al massimo massimo massimo arriverà al 50%, perché la lingua italiana non è fatta per la musica anglosassone, che ha una diversa scansione ritmica, qualunque compositore e studioso di musica potrà confermarlo.

        Ma non vedo perchè. Cioè, e' vero che per forza di cose hanno una ritmica diversa, ma questo non vuol dire che una delle due sia migliore.

        Non ho capito poi cosa voglia dire "pari o migliore all'originale"; fermo restando l'ovvia soggettività della questione, c'è un modo per stabilirlo?

        Il fatto del "suonare meglio" poi che roba è? A parte il fatto che non sta scritto da nessuna parte che il cantante/doppiatore "originale" debba avere una voce migliore di quella della traduzione, ma sta storia dei testi "meno scemi"?

        Le canzoni originali hanno l'ovvio vantaggio di essere scritte in base alla metrica, quelle tradotte si devono adattare e a volte bisogna fare contorsioni notevoli per non snaturare il senso.
        I testi in inglese sembrano meno scemi perchè c'entra sempre la sudditanza di cui sopra. Perchè per il meccanismo psicologico di sottomissione che hanno molti, le parole in forma straniera,  sembrano sempre suonare meglio,pur avendo identico significato.

        Poi, ovviamente, non sempre il risultato è eccelso, dipende dalla situazione. Ma direi che le versioni italiane si difendono bene quasi sempre, e possono essere pari o anche superiori a quelle originali.

        Qui qualcuno dovrebbe farsi una ragione del fatto che le canzoni devono essere per forza tradotte, e non solo in italiano, ma in tutte le lingue dei paesi in cui il film viene distribuito.
        Non se ne può fare assolutamente a meno. Così è stato e così sarà, amen.

        *

        Ser Soldano
        Ombronauta
           (1)

        • ****
        • Post: 879
        • scarpiano e classicista
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: Le canzoni nei film Disney
          Risposta #108: Domenica 16 Lug 2017, 17:49:56
          Dissento. Fortemente.
          E ho citato giusto le prime due che mi sono venute in mente.
          Sfido chiunque a dire che siano inferiori alla versione originale (soprattutto la prima)!
          Mi dispiace, ma puoi sfidarmi tranquillamente e vincerei comunque facilmente.
          Basta far sentire la versione originale e quella tradotta a una giuria di addetti ai lavori (addetti ai lavori che peraltro si sono già espressi illo tempore, basta leggere i commenti e le recensioni dei film sulla stampa specializzata o quelle delle colonne sonore).
          Per cui... a questo punto non è più una mia opinione ma una opinione generalizzata. Quando Gino Paoli cantò il verso "come il Sole ad est" fu preso a sonore pernacchie dalle recensioni. Non lo ricorda nessuno?

          Ripeto: avete mai sentito i commenti del pubblico durante le canzoncine? Si va dagli sbuffi di noia a commenti molto più pittoreschi, che di solito fanno scoppiare le risate fra gli spettatori. Succede solo in Toscana? Mi sento di escluderlo.

          Ser Soldano, è solo la tua opinione.
          E la rima baciata esiste anche in inglese.
          Ripeto, NON è una mia opinione e, secondo, la rima baciata in inglese, intesa come quella italiana, con le sdrucciole e tutto il resto alla Sanremo, assolutamente no. Chiedere ad uno studioso di testi di canzoni, please.
          Esistono le rime che sono eredità delle folksong inglesi dei secoli scorsi, ma sono metriche e rime completamente differenti da quelle italiane, sviluppatesi con le canzoni di inizio '900. No davvero, siamo lontani anni luce.
          Comunque, quando anche fosse solo una mia opinione (e non lo è), forse che non ho il diritto di manifestarla? devo per forza dire "Oh, In Fondo al Mar, qual sublime poesia, qual meraviglia letteraria, invece di quell'orrida Under the sea"?


          « Ultima modifica: Domenica 16 Lug 2017, 17:58:04 da Michelangelo »

          *

          Sergio di Rio
          Diabolico Vendicatore
             (2)

          • ****
          • Post: 1781
          • Novellino
            • Offline
            • Mostra profilo
             (2)
            Re: Le canzoni nei film Disney
            Risposta #109: Martedì 18 Lug 2017, 18:13:40
            Mi dispiace, ma puoi sfidarmi tranquillamente e vincerei comunque facilmente.
            Basta far sentire la versione originale e quella tradotta a una giuria di addetti ai lavori (addetti ai lavori che peraltro si sono già espressi illo tempore, basta leggere i commenti e le recensioni dei film sulla stampa specializzata o quelle delle colonne sonore).
            Per cui... a questo punto non è più una mia opinione ma una opinione generalizzata. Quando Gino Paoli cantò il verso "come il Sole ad est" fu preso a sonore pernacchie dalle recensioni. Non lo ricorda nessuno?

            Ma invece di questo atteggiamento alla "gli esperti dicono che" (quali? dove? come? quando?) riportare dei riferimenti precisi a queste opinioni spacciate come dogmi religiosi?

            Peraltro mi rifiuto di credere che sti presunti addetti ai lavori siano così fessi da non capire che su una canzone tradotta, per cui devi mantenere lo stesso ritmo e lo stesso significato, e soprattutto seguire le immagini, non si può pensare di avere una scrittura da triplo diploma al Conservatorio, ma bisogna adattarla il più possibile a costo di inserire forzature clamorose.

            C'è un modo migliore di tradurre quelle canzoni, mantenendo inalterati suono e significati? La vedo difficile.

            Citazione
            Ripeto: avete mai sentito i commenti del pubblico durante le canzoncine? Si va dagli sbuffi di noia a commenti molto più pittoreschi, che di solito fanno scoppiare le risate fra gli spettatori. Succede solo in Toscana? Mi sento di escluderlo.

            Tu hai mai sentito i commenti alle canzoncine nella versione originale?
            Sai per certo che il pubblico rimanga affascinato e stupefatto da queste composizioni che potrebbero rivaleggiare con le opere di Mozart e Beethoven?

            Sarebbe poi interessante sapere CHI fa queste presunti commenti... Forse gli adolescenti che, per definizione, ridicolizzano tutto ciò che è destinato anche ai bambini? O forse il vecchio brontolone che va al cinema in giacca e cravatta pensando di ascoltare la Filarmonica di Vienna?

            .
            Citazione
            Ripeto, NON è una mia opinione e, secondo, la rima baciata in inglese, intesa come quella italiana, con le sdrucciole e tutto il resto alla Sanremo, assolutamente no. Chiedere ad uno studioso di testi di canzoni, please.
            Esistono le rime che sono eredità delle folksong inglesi dei secoli scorsi, ma sono metriche e rime completamente differenti da quelle italiane, sviluppatesi con le canzoni di inizio '900. No davvero, siamo lontani anni luce
            .

            E quindi mo che dovemo fà?
            Consultare gli "studiosi di testi di canzoni" (tipo?) per adattare la musica di un personaggio animato che canta? Chiedere alla Disney se possono usare una metrica adatta alla lingua italiana?
            Evitare di esportare i classici Disney nei paesi con lingue inferiori che non possono apprezzarli?

            Non può essere che alla gente freghi un cavolo della struttura delle "folksong" inglesi e che apprezzi semplicemente una canzone orecchiabile e dal testo che spiega la trama, e quindi se la ricordi con piacere anche a distanza di anni?

            Citazione
            Comunque, quando anche fosse solo una mia opinione (e non lo è), forse che non ho il diritto di manifestarla? devo per forza dire "Oh, In Fondo al Mar, qual sublime poesia, qual meraviglia letteraria, invece di quell'orrida Under the sea"?

            E' davvero uno scandalo che un granchio che canta battendo sulle conchiglie non abbia un testo degno di Bob Dylan.

            *

            Vincenzo
            Cugino di Alf
               (1)

            • ****
            • Post: 1338
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re: Le canzoni nei film Disney
              Risposta #110: Martedì 18 Lug 2017, 18:30:20
              Ma veramente, pare che Ser Soldano consideri le musiche originali al pari di Mozart e Beethoven. Ridicolo.
              Ecco perché detesto gli anglofili.
              If you can dream it, you can do it.

              *

              Sergio di Rio
              Diabolico Vendicatore

              • ****
              • Post: 1781
              • Novellino
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re: Le canzoni nei film Disney
                Risposta #111: Mercoledì 19 Lug 2017, 15:23:27
                Ma il problema non è l'anglofilia in se, ma il non capire che adattare le canzoni da un'altra lingua in molti casi può portare a modifiche sostanziali, e questo vale per tutte le lingue.

                Visto che si è citata spesso Spagna e la sua versione di The circle of life : questa canzone apre il film e introduce il concetto fondamentale del "cerchio della vita". Ora, non è che i traduttori sono stupidi che non l'hanno capito, è che semplicemente dovendo mantenere la metrica della canzone, l'espressione in italiano non ci rientra proprio, da nessuna parte, quindi è stata resa con le metafore della giostra che gira e non si ferma e il fiore che rinasce.

                Nello stesso film poi c'è la canzone I just can't wait to be king, che, per una circostanza fortunata, in italiano si adatta molto bene, e infatti, a parte qualche inevitabile modifica, è tradotta praticamente uguale frase per frase.

                Poi ci sono Be Prepared e Hakuna Matata che sono un po' modificate per necessità ma mantenendo il significato di base (i piani di Scar per diventare re e la filosofia del "senza pensieri"). Poi anche la canzone vincitrice dell'Oscar Can you feel the love tonight ha modifiche per gli stessi motivi.

                Quindi, le canzoni originali si cerca di seguirle quanto più è possibile, ma è inevitabile che a delle fortunate coincidenze di traducibilità quasi perfetta, corrispondano molte altre dove bisogna adattare, viste le lingue diverse.
                Poi, non sta scritto da nessuna parte che una canzone tradotta sia più brutta...è soltanto diversa, ma può essere peggio, uguale o anche meglio.

                Infine, non sono del tutto sicuro, qui ci vorrebbero gli esperti di animazione, tipo Grrodon, credo che la casa madre Disney abbia comunque voce in capitolo negli adattamenti in lingua straniera dei suoi film.

                *

                Aoimoku
                Diabolico Vendicatore

                • ****
                • Post: 1529
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re: Le canzoni nei film Disney
                  Risposta #112: Sabato 22 Lug 2017, 12:58:48
                  Personalmente, la cosa che più amavo da bimbo dei film Disney era proprio che anche le canzoni venivano tradotte e tradotte bene, anziché lasciate in lingua e voce diverse che consideravo e considero una serie di schiaffoni alle orecchie che mi facevano smettere di vedere il film, quando presentava la doppia lingua :)

                  *

                  Aoimoku
                  Diabolico Vendicatore

                  • ****
                  • Post: 1529
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Le canzoni nei film Disney
                    Risposta #113: Sabato 22 Lug 2017, 13:10:39
                    Scusate, ma chi l'ha detto che la versione di Montagnani di Romeo non ebbe successo ? Si trattava di rendere l'irlandese Phil Harris ( Baloo e Little John ) in modo accattivante e comprensibile per il pubblico italiano. Il buon Renzo fece un capolavoro, non essendo neppure romano di nascita !!! Amo quella canzone!
                    Concordo pienamente! La canzone di Romeo è una delle canzoni Disney più famose in Italia, tanto da essere ripresa anche extra Disney (nel celebre "Promessi Sposi in 10 minuti") e in generale essere perfettamente riconoscibile dalla maggioranza delle persone :)

                    *

                    Ser Soldano
                    Ombronauta
                       (2)

                    • ****
                    • Post: 879
                    • scarpiano e classicista
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (2)
                      Re: Le canzoni nei film Disney
                      Risposta #114: Martedì 25 Lug 2017, 11:42:27
                      Ma veramente, pare che Ser Soldano consideri le musiche originali al pari di Mozart e Beethoven. Ridicolo.
                      A quanto pare lo sport nazionale è farmi dire delle cose che mai mi sarei sognato di dire: questo sì che è veramente ridicolo.

                      In quanto agli esperti che mi si accusa di voler tirare in ballo chiedendo "chi sono?", come ho già detto basta leggere le recensioni dei film sulle riviste del settore, e scoprire che una delle frasi più ricorrenti è "purtroppo la brutta abitudine di tradurre le canzoni con testi infantili non è ancora tramontata".
                      Leggete, leggete pure: la cosa non è un segreto e non è certo un mio problema.

                      *

                      Sergio di Rio
                      Diabolico Vendicatore

                      • ****
                      • Post: 1781
                      • Novellino
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Le canzoni nei film Disney
                        Risposta #115: Martedì 25 Lug 2017, 18:49:06
                        In quanto agli esperti che mi si accusa di voler tirare in ballo chiedendo "chi sono?", come ho già detto basta leggere le recensioni dei film sulle riviste del settore, e scoprire che una delle frasi più ricorrenti è "purtroppo la brutta abitudine di tradurre le canzoni con testi infantili non è ancora tramontata".
                        Leggete, leggete pure: la cosa non è un segreto e non è certo un mio problema.

                        Si, vorremmo sapere chi sono e dove è possibile trovare queste presunte recensioni di presunti esperti su presunte riviste del "settore" (ma quale settore poi?), dato che finora è tutto molto ipotetico.

                        Poi, se anche fosse : chissenefotte?
                        Da quando la parola di un critico è la verità rivelata?

                        Per la cronaca, io continuo ad avere l'impressione che tu non abbia affatto visto o sentito svariati classici Disney e le rispettive canzoni. Dopo aver citato erroneamente la musica del Re Leone, hai parlato della versione italiana di "Under the Sea" nella Sirenetta.
                        Ebbene, non conoscevo il testo originale, ma andandolo a cercare, mi sono accorto che in effetti somiglia molto alla traduzione italiana.

                        Cioè, il senso è sempre lo stesso, cambiano alcune cose per necessità metriche, ma si è cercati di rimanere il più possibile fedeli all'originale, l'unico appunto puntiglioso che si può fare è qualche errore ittiologico.

                        Il contenuto è uguale : il granchio che descrive quanto è bella la vita sotto il mare dicendo quanto si divertono, con pesci che fanno cose e confrontandola con quella triste degli abitanti della terraferma.

                        Quindi non ho capito esattamente perchè il testo italiano sarebbe infantile e l'originale no.

                        Sarei curioso di sentire il parere di qualche immaginario esperto a riguardo.

                        Per la cronaca, intervista a chi si occupa di tradurre le canzoni Disney in Italia : https://imperodisney.com/2014/01/23/intervista-a-lorena-brancucci-paroliera-ed-adattatrice-delle-canzoni-disney/

                        Ora, sorvolando sull'oscenità dell'uso del termine "lipsynch", alla fine dice le stesse cose abbastanza ovvie che intuitivamente sappiamo tutti...o quasi tutti.

                        *

                        Gumi
                        Cugino di Alf
                        Moderatore

                        • ****
                        • Post: 1371
                          • Offline
                          • Mostra profilo

                          Re: Le canzoni nei film Disney
                          Risposta #116: Mercoledì 26 Lug 2017, 19:45:07
                          Senza entrare nello stucchevole esercizio di stile della discussione se è meglio usufruire di un'opera "in lingua" oppure "adattata", detto che nell'adattamento di queste canzoni, e in generale negli adattamenti in generale, sono impiegate e sono state impiegate delle professionalità a volte strepitose.

                          I risultati di questi adattamenti sono stati a volte canzoni altrettanto strepitose.

                          MA...

                          Ha ragione Ser Soldano, che per quanto una canzone possa essere adattata bene non può essere al livello della versione originale semplicemente perché la canzone è stata scritta per essere cantata nella versione originale, ed un adattamento, pur bello, rimane sempre un venire a compromessi, nella metrica, nel significato dei versi, nella correlazione con l'immagine animata.

                          Credo sia una cosa oggettiva, ha ragione Ser Soldano.

                          Che poi tra le canzoni tradotte siano presenti dei capolavori di adattamenti non ci piove, ma credo che nemmeno il buon Ser lo stia negando.

                          *

                          Zampe di Gallina
                          Sceriffo di Valmitraglia

                          • ***
                          • Post: 276
                          • Nient'altro che zampe di gallina!
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re: Le canzoni nei film Disney
                            Risposta #117: Venerdì 28 Lug 2017, 23:37:37
                            Consiglierei di leggere recensioni scritte da anglofoni statunitensi, perché la cosa causa non poche sorprese.

                            Gli statunitensi corrono il rischio di svalutare un accento britannico troppo marcato considerandolo distraente o mal gestito. Per noi italiani la voce di Jeremy Irons è estremamente apprezzabile perché veramente bella e profonda, ma nella patria del film non tutti sono entusiasti, perché la qualità della stessa è obnubilata dall'accentazione. E credo che per gli inglesi le voci troppo statunitensi stonino altrettanto.

                            Dalle parti nostre ci sono state voci prese senza grandi meriti, ma accadde lo stesso nei settori originali. Parlo ad esempio delle voci dei bambini e dei ragazzi: Semola in originale ebbe almeno tre doppiatori diversi con tre differenti età (identificabili) e nessuna di buona qualità.

                            C'è poi il problema della voce troppo riconoscibile: sappiamo bene come presso di noi vi sia l'alto rischio che il richiamo di un doppiatore di grido faccia sì che esso interpreti sé stesso senza entrare nella parte ma cercando di imporre la propria.
                            E che vedendolo non si pensi più a colui che è stato disegnato ma alla voce che c'è dietro.
                            Negli Stati Uniti accade lo stesso: chi è abituato a sentire Mel Gibson in originale per abitudine e non occasionalmente non appena vede Pocahontas non vede un John Smith ma vede un Mel Gibson. Ho letto frasi come "Mushu non è Mushu, è Eddie Murphy che recita sé stesso animato in forma di draghetto". Problema che in Italia non ha avuto (e sono rimasto infatti stupito le prime volte che ho letto critiche simili ad un personaggio che apprezzo). E non crediate che il fatto di essere attori hollywoodiani li elevi al di sopra dei nostri, vivono solo in produzioni a più alto budget in un periodo loro favorevole della storia del cinema (cosa che l'Italia non passa per il momento).
                            Perlomeno il nostro doppiatore deve tentare di entrare in un ruolo che non viene costruito su di lui.

                            Cantanti da festival si trovano ad interpretare personaggi Disney e sembra di essere a Sanremo?
                            Accade lo stesso, solo che noi non conosciamo quei cantanti all'infuori di quei film. Non seguiamo le loro pedisseque interviste giornaliere, non seguiamo il loro gossip (fin quando non è eclatante qui arriva un po' meno) e non seguiamo i loro festival.
                            Così evitiamo l'impressione di saturazione e riconosciamo meno le similitudini con le altre loro canzoni...

                            Due cose ci fanno dunque erroneamente percepire gli originali come migliori a prescindere (la prima già citata):
                            [list bull-blueball]
                            • Una sopravvalutazione della lingua inglese tipica delle generazioni che l'hanno studiato a scuola, per cui esso acquisisce di per sé un valore particolare (non è colpa nostra, il francese fa lo stesso effetto per le generazioni antecedenti).
                            • Il differente contesto per cui si può esaltare un esotico lontano solo perché non lo si vive (vedasi la diversa valutazione degli attori, il nostro diverso rapporto col genere musical ecc.)

                            Cui si aggiungono alcune difficoltà oggettive, tra cui generi musicali meno adatti alla vocalità italiana. Di solito in Italia vi si é ovviato in modo più che valido.
                            Alcune sono venute meglio, altre son venute peggio, a seconda di chi le gestiva.

                            Detto questo i cartoni animati (anche le canzoni!) servono per insegnare ai bambini a parlare correttamente la loro lingua. Sono uno dei primi veicoli di apprendimento prescolare ed è la ragione per cui anche paesi che traducono pochissimo traducono integralmente i film disney. Canzoni incluse :)
                            E chiunque voglia può trovarsi il multilingue di ogni canzone di Oceania con tutti gli idiomi più particolari...

                            Se non le avessero tradotte io da piccolo non avrei potuto cantare i vari pezzi che ancora oggi ricordo con piacere. Come non avrebbero potuto farlo molti di coloro che da bambini se ne impararono un buon quantitativo...
                            « Ultima modifica: Venerdì 28 Lug 2017, 23:43:38 da Zampe_di_Gallina »
                            Zampe di gallina! Nient'altro che zampe di gallina! (Anacleto, La spada nella roccia)

                            *

                            Gumi
                            Cugino di Alf
                            Moderatore
                               (1)

                            • ****
                            • Post: 1371
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re: Le canzoni nei film Disney
                              Risposta #118: Sabato 29 Lug 2017, 12:19:59
                              Due contestazioni:

                              - io sono SICURO che i nostri doppiatori siano migliori delle voci originali, soprattutto se talent. Noi abbiamo una scuola di doppiaggio che è la migliore al mondo. Non vi sono dubbi al riguardo.

                              - È sacrosanto che i film vengano doppiati, soprattutto per chi, come i bambini, non è in grado di fruire l'opera in lingua originale.

                              Specificato ciò, la mia opinione rimane quella espressa nel post precedente. In Potenza non può esserci paragone. Certo, se poi l'interpretazione originale è carente è un altro tipo di discorso.

                              *

                              Zampe di Gallina
                              Sceriffo di Valmitraglia

                              • ***
                              • Post: 276
                              • Nient'altro che zampe di gallina!
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re: Le canzoni nei film Disney
                                Risposta #119: Venerdì 4 Ago 2017, 09:38:34
                                Due contestazioni:
                                Si noti bene: il mio post non era in contrasto col precedente ma in generale un commento rispetto alla discussione e rispetto a rischi che vedevo in generale serpeggiare tra i vari post. Non mi stavo riferendo a te in particolare :)

                                Citazione
                                - È sacrosanto che i film vengano doppiati, soprattutto per chi, come i bambini, non è in grado di fruire l'opera in lingua originale.
                                E anche per gli adulti che non hanno studiato inglese a scuola e per cui esso talvolta è ragione di fastidio (non fa piacere a tutti vedere pezzi di film in cui si è obbligati a capire per sottotitoli senza afferrare mezza parola).

                                Ma soprattutto per i bambini che tramite ciò impareranno la lingua. Impareranno il film a memoria, ne citeranno i dialoghi e le battute e man mano costruiranno un loro lessico italiano personale :)

                                Citazione
                                Specificato ciò, la mia opinione rimane quella espressa nel post precedente. In Potenza non può esserci paragone. Certo, se poi l'interpretazione originale è carente è un altro tipo di discorso.
                                Volevo far notare come le critiche che vedo rivolte al doppiaggio italiano siano spesso rivolte ai testi originali dal pubblico che fruisce meglio di noi di quella lingua.
                                Semplicemente noi non siamo così addentro all'inglese da poter sapere quale sia l'equivalente della rima "cuore-amore" e non ne conosciamo così a fondo gli stilemi musicali. Inoltre non frequentiamo così tanto la loro musica da recepire qualcosa come fin troppo presente perché da noi arriva in dosi meno massicce. Oppure arriva solo quando supera un tot di copie vendute, evitandoci i livelli più trascurati che affinano l'orecchio all'andamento generale ancor più basilare.
                                Carenze più o meno pronunciate esistono anche nelle versioni originali, solo noi non abbiamo un orecchio abbastanza addentro alla lingua per riuscire a coglierle con facilità.

                                Dopo di che sono concorde con quanto detto e lo espressi io stesso anche qualche pagina addietro. Una canzone scritta in un idioma è chiaramente svantaggiata quando si passa al doppiaggio, perché è stata pensata in una lingua e per quella lingua.
                                Poi ci possono essere dei casi in cui l'ispirazione del traduttore sia tale da renderla migliore, ma in linea di massima ciò che è pensato per adattarsi alla lingua inglese tende a venir peggio in lingue di diversa vocalità (e varrebbe allo stesso modo il contrario).

                                Ci possono essere dei casi in cui comunque il doppiatore è un cantante di maggior talento dell'originale e non perché il precedente sia necessariamente scarso. Cito Aladdin, ove Gigi Proietti canta meglio di Robin Williams, che finisce un po' troppo nel parlato e sostiene l'interpretazione più col suo carisma personale che con la sua abilità canora.
                                Dopo di che Robin Williams ha fatto sì che il Genio e quella stessa canzone esistessero così come sono (e i suoi meriti nell'aver fatto di quel film un successo sono indiscutibili), ma Gigi Proietti ha una formazione musicale superiore derivante dal suo retroterra negli spettacoli di varietà.

                                Il senso è ovviamente altro problema in cui qualcosa si perderà senza dubbio. Il recente Tamatoa, che parla quasi solo nella sua canzone, per quanto ben doppiato in italiano (la canzone è venuta molto bene) finisce per perdere quasi tutti gli sfondamenti della quarta parete, legati a piccole battute e ad accenni nascosti...
                                « Ultima modifica: Venerdì 4 Ago 2017, 09:46:40 da Zampe_di_Gallina »
                                Zampe di gallina! Nient'altro che zampe di gallina! (Anacleto, La spada nella roccia)

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.