Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
5 | |
4 | |
3 | |
2 | |
4 | |
5 | |
3 | |
3 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |

Il tempo e la continuity nelle storie Disney

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Cornelius Coot
Imperatore della Calidornia

  • ******
  • Post: 10038
  • Mais dire Mais
    • Offline
    • Mostra profilo

    Re: La continuity nelle storie Disney
    Risposta #180: Sabato 19 Dic 2015, 20:05:56
    Per farla breve: l'unico modo per rendere i due fratello e sorella è quello di negare che Paperone sia zio di Paperino.
    Scusami caro 'figliuolo'... ma il fratello di tua nonna non lo chiami zio?
    Io si: lo zio Alberto era il fratello di nonna Emilia e lo zio Augusto era il fratello di nonna Mentana (pace all'anima loro, son tutti morti).

    Con questo non voglio dire che i due anziani paperi siano fratelli ma che la cosa non sarebbe da escludere solo per il fatto di essere chiamati dai nipoti 'nonna' e 'zio'.
    « Ultima modifica: Sabato 19 Dic 2015, 20:09:25 da leo_63 »

    *

    clinton coot
    Sceriffo di Valmitraglia
       (1)

    • ***
    • Post: 365
    • Novellino
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re: La continuity nelle storie Disney
      Risposta #181: Sabato 19 Dic 2015, 20:33:35
      Scusami caro 'figliuolo'... ma il fratello di tua nonna non lo chiami zio?
      Io si: lo zio Alberto era il fratello di nonna Emilia e lo zio Augusto era il fratello di nonna Mentana (pace all'anima loro, son tutti morti).

      Con questo non voglio dire che i due anziani paperi siano fratelli ma che la cosa non sarebbe da escludere solo per il fatto di essere chiamati dai nipoti 'nonna' e 'zio'.
      Eh no "papà", non ci siamo, se dici così siamo tornati al punto di partenza... ma qualcuno ha letto quello che ho scritto nella pagina precedente o i miei messaggi vengono saltati a piè pari?

      È vero che anch'io chiamo zii i miei prozii, per brevità, ma è anche vero che in numerose storie di Barks Paperino è definito nipote ("nephew") e QQQ sono definiti pronipoti ("grandnephews"), mentre non accade MAI che Paperino venga definito pronipote ("grandnephew") e QQQ pro-pronipoti (great-grandnephews):



      D'altra parte, uno può anche decidere di ignorare tutto ciò e considerare Paperone il prozio di Paperino per renderlo fratello di Nonna Papera, ma se lo fa conferma quello che ho scritto, cioè che "l'unico modo per rendere i due fratello e sorella è quello di negare che Paperone sia zio di Paperino". E chi cerca di confutare questo fatto ricordando che spesso i prozii vengono chiamati zii (suggerendo dunque che possa essere così per Paperone rispetto a Paperino), in realtà non confuta la mia frase ma anzi la rafforza.

      Comunque mi piacerebbe sentire il parere di Paperotto il mozzo, dato che questa discussione è iniziata con la sua affrmazione "Mai ci fu accenno alla fratellanza non significa che fosse identificata come Elvira Coot. Se vale la regola di chi definisce prima la parentela allora dovrebbe essere valida quella dell sorella di Paperone".
      « Ultima modifica: Sabato 19 Dic 2015, 20:37:16 da clinton_coot »

      *

      Maximilian
      Dittatore di Saturno

      • *****
      • Post: 3266
      • Innamorato di Bill Walsh
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re: La continuity nelle storie Disney
        Risposta #182: Sabato 19 Dic 2015, 20:47:33
        E poi c'è da considerare il fatto che anche Paperina la chiama "nonna" [...] Teoria che può essere rafforzata anche dal fatto che lei chiama "zio" Paperone e lui talvolta la chiama "nipote".
        Piccola parentesi: ecco, a me queste cose danno fastidio.

        *

        Cornelius Coot
        Imperatore della Calidornia
           (1)

        • ******
        • Post: 10038
        • Mais dire Mais
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: La continuity nelle storie Disney
          Risposta #183: Sabato 19 Dic 2015, 21:41:57

          PER NON PERDERE IL FILO DELLE PARENTELE (secondo l'asse barks-donrosiano)


          « Ultima modifica: Sabato 19 Dic 2015, 21:51:20 da leo_63 »

          *

          frrr7
          Papero del Mistero

          • **
          • Post: 204
          • Esordiente
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: La continuity nelle storie Disney
            Risposta #184: Sabato 19 Dic 2015, 22:35:46
            Quindi secondo Rosa, Ciccio è pronipote di Nonna Papera, eppure mi sembra che l'abbia sempre chiamata nonna o ci sono storie in cui si riferisce a lei come (pro)zia?

            ciao

            *

            Il Cugino Bambo
            Brutopiano

            • *
            • Post: 32
            • Toh, Guarda! Un portafoglio!
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: La continuity nelle storie Disney
              Risposta #185: Sabato 19 Dic 2015, 22:43:02
              Be si ma ora hanno tirato fuori che nonna papera è sorella di Paperone

                Re: La continuity nelle storie Disney
                Risposta #186: Domenica 20 Dic 2015, 00:21:24
                Quindi, caro Juro, tu sei del partito per cui lo sceneggiatore può "barare" se la storia è bella? E fino a che punto?

                *

                Paperotto il mozzo
                Ombronauta
                   (7)

                • ****
                • Post: 778
                • Dimwitty Duck
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (7)
                  Re: La continuity nelle storie Disney
                  Risposta #187: Domenica 20 Dic 2015, 09:29:44
                  Io davvero non riesco ancora a crederci. Elisa Penna risponde a un lettore che nel 1976 chiede perche' nonna Papera e' da tutti chiamata nonna : per un senso di affetto e rispetto, e poi in sostanza afferma che non si sta a sottilizzare sulla parentela.
                  Questa e' l impostazione storica per me corretta che sosterro' sempre.
                  L intransigente albero genealogico del don vale solo x la sua intransigente saga, salvo per chi e vedo che purtroppo sono molti, da quando c' e' lui pretende che detti legge su tutto, persino su quanto scritto prima. Ecco riapparire il mitico albero e tutti a genuflettersi.

                  Non possono queste regole intransigenti valere per tutti non possono rendetevene conto. Sono state inventate dopo decenni che questi personaggi esistevano e negando ls precefente necessaria elasticita'. Per tentaredi farle passare si tenta subdolamente di radicarle in barks - ma lui stesso ha dato solo brevi cenni , su cui rosa ha costruito un macigno pretenzioso e inamovibile che tutto ingessa - ve ne rendetese conto ? - barks stesso non utilizzava la continuity. Non certo  in questo senso assurdo di non essere liberi di pensare che la nonna NON deve per forza chiamarsi elvira.

                  E dovrei smetterla anch io di intervenire qui ma non ci riesco perche` e` una deriva pericolosa pericolosissima
                  'Specchio magico, specchio rotondo, sono il piu' stupido di tutto il mondo?'
                  'No Paperotto, tu sei intelligente come tanta altra gente'

                  *

                  Juro
                  Diabolico Vendicatore
                     (7)

                  • ****
                  • Post: 1491
                  • Gradite del tè?
                    • Offline
                    • Mostra profilo
                     (7)
                    Re: La continuity nelle storie Disney
                    Risposta #188: Domenica 20 Dic 2015, 10:11:59
                    Quindi, caro Juro, tu sei del partito per cui lo sceneggiatore può "barare" se la storia è bella? E fino a che punto?
                    Tanto per sapere, se il non puntualizzare su un funzionamento di un oggetto, citato ogni morte di papa, è barare, allora anche creare un personaggio nuovo perché serve alla storia è barare?
                    « Ultima modifica: Domenica 20 Dic 2015, 10:12:09 da Scroogie »

                    *

                    Gumi
                    Cugino di Alf
                    Moderatore
                       (2)

                    • ****
                    • Post: 1325
                      • Offline
                      • Mostra profilo
                       (2)
                      Re: La continuity nelle storie Disney
                      Risposta #189: Domenica 20 Dic 2015, 11:08:23
                      A me sembra come se in un ipotetico "codice penale" si voglia affermare che rubare una susina dall'albero del vicino e fare una strage possano essere accomunati visto che "una volta che si infrange il muro della legalità è tutto sullo stesso piano". E quindi pena di morte per tutti! ::)

                      *

                      clinton coot
                      Sceriffo di Valmitraglia
                         (2)

                      • ***
                      • Post: 365
                      • Novellino
                        • Offline
                        • Mostra profilo
                         (2)
                        Re: La continuity nelle storie Disney
                        Risposta #190: Domenica 20 Dic 2015, 11:33:44
                        Quindi secondo Rosa, Ciccio è pronipote di Nonna Papera, eppure mi sembra che l'abbia sempre chiamata nonna o ci sono storie in cui si riferisce a lei come (pro)zia?

                        ciao
                        Ciao.
                        La parentela tra Paperino e Ciccio è quella he ha subito più cambiamenti, ma per il suo albero genealogico Don Rosa si è basato su quanto affermato nella storia I tre Paperini e Nonna Papera (1950), disegnata da Barks su sceneggiaura probabilmente di Chase Craig:



                        Nonna Papera definisce Ciccio "nephew", cioè nipote di zia, e non "grandson", cioè nipote di Nonna. Per rendere Ciccio e Paperino coetanei Don Rosa ha interpretato "nephew" come abbreviazione di grandnephew, rendendo dunue Ciccio pronipote di Nonna Papera, come si vede nell'albero.

                        Io davvero non riesco ancora a crederci. Elisa Penna risponde a un lettore che nel 1976 chiede perche' nonna Papera e' da tutti chiamata nonna : per un senso di affetto e rispetto, e poi in sostanza afferma che non si sta a sottilizzare sulla parentela.
                        Questa e' l impostazione storica per me corretta che sosterro' sempre.
                        L intransigente albero genealogico del don vale solo x la sua intransigente saga, salvo per chi e vedo che purtroppo sono molti, da quando c' e' lui pretende che detti legge su tutto, persino su quanto scritto prima. Ecco riapparire il mitico albero e tutti a genuflettersi.

                        Non possono queste regole intransigenti valere per tutti non possono rendetevene conto. Sono state inventate dopo decenni che questi personaggi esistevano e negando ls precefente necessaria elasticita'. Per tentaredi farle passare si tenta subdolamente di radicarle in barks - ma lui stesso ha dato solo brevi cenni , su cui rosa ha costruito un macigno pretenzioso e inamovibile che tutto ingessa - ve ne rendetese conto ? - barks stesso non utilizzava la continuity. Non certo  in questo senso assurdo di non essere liberi di pensare che la nonna NON deve per forza chiamarsi elvira.

                        E dovrei smetterla anch io di intervenire qui ma non ci riesco perche` e` una deriva pericolosa pericolosissima
                        Non ho capito fino a che punto questo messaggio fosse rivolto a me, ma comunque sono d'accordo con la prima affermazione che fai: Nonna Papera è chiamata così non solo dai nipoti, ma anche da altri parenti e perfino da estranei, dato che "Nonna Papera" è divenuto col tempo una sorta di soprannome (lo stesso vale per Nonno Bassotto).

                        Detto ciò, è innegabile che Nonna Papera sia la nonna di Paperino (negarlo non è segno di elasticità, è solo uno stravolgimento del personaggio come definito sin dalle sue prime storie), ed è altrettanto innegabile che Paperone sia lo zio (e non il prozio) di Paperino.

                        Ergo, il tuo ragionamento ("Se vale la regola di chi definisce prima la parentela allora dovrebbe essere valida quella dell sorella di Paperone") è errato, se vale la regola di chi definisce prima la parentela allora Nonna Papera NON è sorella di Paperone, indipendentemente da come si chiami. A proposito, perchè ho l'impressione che il nome Elvira ti faccia schifo?

                        *

                        Maximilian
                        Dittatore di Saturno
                           (1)

                        • *****
                        • Post: 3266
                        • Innamorato di Bill Walsh
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (1)
                          Re: La continuity nelle storie Disney
                          Risposta #191: Domenica 20 Dic 2015, 14:22:02
                          Per tentaredi farle passare si tenta subdolamente di radicarle in barks
                          Come ha spiegato in modo esauriente Clinton Coot, la parentela tra Papeirno e Paperone è stata definita da Barks. Il resto viene di conseguenza.

                          PS: all'avvocato non rispondo più, tanto ripeterei sempre le stesse cose.

                          *

                          Paperotto il mozzo
                          Ombronauta
                             (1)

                          • ****
                          • Post: 778
                          • Dimwitty Duck
                            • Offline
                            • Mostra profilo
                             (1)
                            Re: La continuity nelle storie Disney
                            Risposta #192: Domenica 20 Dic 2015, 15:00:27
                            `il resto viene di conseguenza` come da un sassolino che rotola si fa una valanga ____ in ogni caso, una buona volta si capisca che il punto di vista di barks era come quello di tutti allora : non porsi come la verita' assoluta. Che poi certe cose siano ricorse diventando consuetudini ok, ma per principio mai 'storia' definita e scritta come la saga.

                            Perche' poi e' successo quanto si vede : discussioni interminabili pur di rigettare quanto osa contraddirla
                            'Specchio magico, specchio rotondo, sono il piu' stupido di tutto il mondo?'
                            'No Paperotto, tu sei intelligente come tanta altra gente'

                            *

                            clinton coot
                            Sceriffo di Valmitraglia
                               (2)

                            • ***
                            • Post: 365
                            • Novellino
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (2)
                              Re: La continuity nelle storie Disney
                              Risposta #193: Domenica 20 Dic 2015, 15:21:12
                              `il resto viene di conseguenza` come da un sassolino che rotola si fa una valanga ____ in ogni caso, una buona volta si capisca che il punto di vista di barks era come quello di tutti allora : non porsi come la verita' assoluta. Che poi certe cose siano ricorse diventando consuetudini ok, ma per principio mai 'storia' definita e scritta come la saga.

                              Perche' poi e' successo quanto si vede : discussioni interminabili pur di rigettare quanto osa contraddirla
                              Le discussioni interminabili nascono solo quando qualcuno nega un fatto evidente, ossia che essendo Paperone zio e non prozio di Paperino (e questa è verità assoluta anche per Barks, dato che ci ricorda questo fatto in numerose storie), allora Paperone non può essere fratello della nonna di Paperino.

                              Per il resto quello che avevo da dire l'ho detto, e in assenza di argomentazioni nuove non credo sia il caso di ripetersi all'infinito.
                              « Ultima modifica: Domenica 20 Dic 2015, 15:22:46 da clinton_coot »

                                Re: La continuity nelle storie Disney
                                Risposta #194: Domenica 20 Dic 2015, 15:42:39
                                Tanto per sapere, se il non puntualizzare su un funzionamento di un oggetto, citato ogni morte di papa, è barare, allora anche creare un personaggio nuovo perché serve alla storia è barare?

                                Credo proprio di no, ma che c'entra, scusa?

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.