Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |
1 | |

Disney nella nostra cultura...

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

OkQuack
Visir di Papatoa
   (1)

  • *****
  • Post: 2377
  • La vera forza è nella tua mente!Cercala.
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Disney nella nostra cultura...
    Sabato 4 Giu 2011, 18:31:00
    Ascoltando questasimpatica canzone di Eugenio Finardi ho notato e riflettuto sul fatto che i personaggi Disney vengano menzionati da sempre,e più volte,in diversi ambiti della nostra cultura.Ciò avviene soprattutto perchè essi rappresentano dei modelli comportamentali,con vizi e virtù,in cui ognuno di noi si configura.
    Tuttavia ciò accade anche perchè essi sono delle icone oramai conosciutissime,compenetrate integralmente nel tessuto della nostra cultura!
    Mi piacerebbe fare menzione di tutti quegli aspetti della nostra epoca (seri o meno seri) dove,in un modo o nell'altro,vengono richiamati i personaggi Disney.
    Tanto per cominciare,accanto alla già nominata canzone di Finardi dove vengono più volte richiamati i nostri beniamini,mi viene in mente questo articolo (dibattuto tempo fa anche sul forum) dove vengono presi in causa Topolino e Paperino!

    *

    Hon-ki-ton
    Ombronauta
       (1)

    • ****
    • Post: 831
    • Catalogatore insaziabile
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re: Disney nella nostra cultura...
      Risposta #1: Sabato 4 Giu 2011, 20:50:42
      Questo è un esempio di come Qui, Quo, Qua siano visti come esempi di diligenza ::), e i Bassottini di discolaggine.
      Il bello è che in questi giorni sui cartelloni di Roma è apparso un manifesto, contro lo spostamento dei ministeri al Nord, dove i Bassotti tentano di prendersi il Colosseo ;D

      [mode OT on] Una copertina come questa del Venerdì di Repubblica va segnalata nell' INDUCKS, o l' uso dei personaggi disneyani come archetipi li pone di per ciò stesso fuori dal mondo Disney?[mode OT off]
      « Ultima modifica: Sabato 4 Giu 2011, 23:32:51 da Hon-ki-ton »

      *

      Hon-ki-ton
      Ombronauta
         (3)

      • ****
      • Post: 831
      • Catalogatore insaziabile
        • Offline
        • Mostra profilo
         (3)
        Re: Disney nella nostra cultura...
        Risposta #2: Domenica 5 Giu 2011, 11:29:54
        Un altro caso della presenza dell' immaginario Disney nella vita di tutti
        è il cappello pensatore di Archimede. Saputo che faccio il ricercatore,
        amici di piscina mi hanno chiesto scherzando :
        -Che fai al lavoro, ti metti in testa il cappello di Archimede? :D

        Ci sono anche dei farabutti che sfruttano la popolarità dell' oggetto in questo modo


        *

        ML-IHJCM
        Diabolico Vendicatore
           (2)

        • ****
        • Post: 1828
        • Nuovo utente
          • Offline
          • Mostra profilo
           (2)
          Re: Disney nella nostra cultura...
          Risposta #3: Domenica 5 Giu 2011, 14:37:28
          Ci sono anche dei farabutti che sfruttano la popolarità dell' oggetto in questo modo

          Prendendo un punto di vista rozzamente darwiniano, sarei tentato di dire che, se c'e' gente che compra ed utilizza (su di se') quest'oggetto, puo' essere un bene.
          « Ultima modifica: Domenica 5 Giu 2011, 14:37:52 da ML-IHJCM »

          *

          Brigitta MacBridge
          Flagello dei mari
          Moderatore
             (1)

          • *****
          • Post: 4727
          • Paperonuuuuccciooooo....
            • Offline
            • Mostra profilo
             (1)
            Re: Disney nella nostra cultura...
            Risposta #4: Domenica 5 Giu 2011, 17:05:06

            Prendendo un punto di vista rozzamente darwiniano, sarei tentato di dire che, se c'e' gente che compra ed utilizza (su di se') quest'oggetto, puo' essere un bene.
            Ma quanto costa? Tanto per quantificare il celebre detto secondo cui "un idiota e il suo denaro si separano presto".
            I miei teSSSSori: http://tinyurl.com/a3ybupd

            "You must be the change you want to see in the world" -- Gandhi

            *

            OkQuack
            Visir di Papatoa

            • *****
            • Post: 2377
            • La vera forza è nella tua mente!Cercala.
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re: Disney nella nostra cultura...
              Risposta #5: Domenica 5 Giu 2011, 20:06:39
              [mode OT on] Una copertina come questa del Venerdì di Repubblica va segnalata nell' INDUCKS, o l' uso dei personaggi disneyani come archetipi li pone di per ciò stesso fuori dal mondo Disney?[mode OT off]
              Potresti dirmi numero e data della rivista???

              Comunque qualcosa di simile c'è anche qui:http://pazzoperrepubblica.blogspot.com/2010/12/libero-il-quotidiano-fumetti.html
              « Ultima modifica: Domenica 5 Giu 2011, 21:08:26 da OkQuack »

              *

              Hon-ki-ton
              Ombronauta
                 (1)

              • ****
              • Post: 831
              • Catalogatore insaziabile
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re: Disney nella nostra cultura...
                Risposta #6: Domenica 5 Giu 2011, 23:18:28
                Potresti dirmi numero e data della rivista???

                Comunque qualcosa di simile c'è anche qui:http://pazzoperrepubblica.blogspot.com/2010/12/libero-il-quotidiano-fumetti.html

                È il Venerdi di Repubblica n. 1153 del 23 aprile 2010 (acc... me la sono presa comoda, credevo fossero passati solo pochi mesi ;D)

                Il disegno è di Gervasio, e il testo che accompagna l' illustrazione è:

                Diamogli una lezione:
                Lo dicono le statistiche: i bambini di oggi sono sempre più maleducati. Tanto che diverse scuole hanno deciso di tenere corsi di buona educazione. Programma: usare il lei con gli adulti, salutare, non sputare o mordere. Obiettivo: nell' Italia dei Bassotti far trionfare il modello Qui, Quo, Qua...

                @ML-IHJCM  Concordo, ma temo che l' oggetto funzionerebbe (per cosi dire) a bassa tensione.

                Però sono andato a guardare meglio il blog da cui veniva quella pagina, e credo sia un sito di burloni che pubblicano notizie sensazionalistiche pseudo-scientifiche, probabilmente inventandosene anche un bel po'. Ecco un' altra loro perla:
                il sensory-deprivation-skull
                O pensano di essere un sito serio?!? :o
                « Ultima modifica: Domenica 5 Giu 2011, 23:44:14 da Hon-ki-ton »

                *

                feidhelm
                Flagello dei mari

                • *****
                • Post: 4775
                • Fizz! Snarl!
                  • Offline
                  • Mostra profilo

                  Re: Disney nella nostra cultura...
                  Risposta #7: Lunedì 6 Giu 2011, 02:25:55
                  Oltretutto in quel coso non sembra di poter respirare... ::)
                           
                  In memoria di chi ci ha "cucinato" tante storie memorabili...

                  *

                  Paperinika
                  Imperatore della Calidornia
                  Moderatore

                  • ******
                  • Post: 10327
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Disney nella nostra cultura...
                    Risposta #8: Lunedì 6 Giu 2011, 12:10:47
                    Lol, mi piace soprattutto quel "disturbano i meccanismi" del cervello... ;D
                    Non sarà una traduzione da qualcosa di estero?

                      Re: Disney nella nostra cultura...
                      Risposta #9: Lunedì 6 Giu 2011, 14:35:34
                      Lol, mi piace soprattutto quel "disturbano i meccanismi" del cervello... ;D
                      Non sarà una traduzione da qualcosa di estero?

                      Nonononono! Cotale guisa di disturbo deriva, all'atto pratico, dall'utilizzo del cappello da parte di chi ha scritto la pubblicità, fornendoci la prova provata del "funzionamento" del meccanismo. ;D ;D ;D

                      *

                      Paperinika
                      Imperatore della Calidornia
                      Moderatore

                      • ******
                      • Post: 10327
                        • Offline
                        • Mostra profilo

                        Re: Disney nella nostra cultura...
                        Risposta #10: Lunedì 6 Giu 2011, 14:56:07

                        Nonononono! Cotale guisa di disturbo deriva, all'atto pratico, dall'utilizzo del cappello da parte di chi ha scritto la pubblicità, fornendoci la prova provata del "funzionamento" del meccanismo. ;D ;D ;D
                        Caspita! Archimede è un vero genio, quindi! ;D ;D

                        *

                        OkQuack
                        Visir di Papatoa
                           (3)

                        • *****
                        • Post: 2377
                        • La vera forza è nella tua mente!Cercala.
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (3)
                          Re: Disney nella nostra cultura...
                          Risposta #11: Sabato 6 Ott 2012, 03:52:20
                          Qualche giorno fa,sfogliando una rivista di enigmistica,mi sono imbattuto in una pagina umoristica ed ho trovato questa vignetta di Mariano Congiu con un Paperone non eccellentissimo ma che strappa comunque un piccolo sorriso. :)

                          *

                          Amelia de Spell
                          Pifferosauro Uranifago

                          • ***
                          • Post: 372
                          • Novellino
                            • Offline
                            • Mostra profilo

                            Re: Disney nella nostra cultura...
                            Risposta #12: Sabato 6 Ott 2012, 13:30:36
                            valgono anche i modi di dire che sono ormai affermati nella nostra lingua?
                            In tv sento spesso dire "I Paperoni" per indicare persone oltremodo ricche

                            *

                            New_AMZ
                            Sapiente Ciminiano

                            • ******
                            • Post: 8070
                            • Nuove Argomentazioni Modificate Zootecnicamente
                              • Offline
                              • Mostra profilo

                              Re: Disney nella nostra cultura...
                              Risposta #13: Sabato 6 Ott 2012, 14:02:54
                              [mode OT on] Una copertina come questa del Venerdì di Repubblica va segnalata nell' INDUCKS, o l' uso dei personaggi disneyani come archetipi li pone di per ciò stesso fuori dal mondo Disney?[mode OT off]

                              L'utilizzo dei personaggi impone l'indicizzazione. Come siano stati utilizzati, poco ne cala ;)
                              "Una omnia di Scarpa è un po' come avere la discografia completa dei Beatles, o un "vocabolario" del fumetto Disney." - cit.

                              *

                              Volkabug
                              Cugino di Alf

                              • ****
                              • Post: 1285
                              • affezionato lettore
                                • Offline
                                • Mostra profilo

                                Re: Disney nella nostra cultura...
                                Risposta #14: Sabato 6 Ott 2012, 16:36:19
                                valgono anche i modi di dire che sono ormai affermati nella nostra lingua?
                                In tv sento spesso dire "I Paperoni" per indicare persone oltremodo ricche

                                Se è per questo dalle mie parti si dice talvolta "sei un Archimede Pitagorico/Pico De Paperis" per indicare che hai un cervello da favola/ sai tutto, "parli come Paperino" per indicare che non si capisce niente di cosa dici, "sembri Zio Paperone" ad uno zio per indicare che sei un aguzzino o comunque uno che non si interessa ai suoi nipoti (penso però che col tempo potrebbe allargare la sua sfera d'uso a tutti i membri della famiglia), "sì, il Commissario Basettoni" l'ho sentito una volta per indicare una persona indeterminata o che ha il nome strano, "ti senti Gastone Paperone" nel senso di "sei snob" o qualche volta nel senso di persona fantomatica come per il commissario basettoni, e quando devi fare l'elenco delle persone che partecipano a qualcosa metti alla fine Qui Quo Qua nel senso di "ci sono persino loro". Ad esempio vengono Luca, Marco, Carlo, Giovanna, Silvia, Clara, Carla, Quiquoqua... quindi nel senso di "che mi chiedi a fare chi viene, sono troppi non te li posso elencare tutti!"

                                P.S.: una volta un mio amico aveva detto "mi sembra Clarabella", io gli ho chiesto "Che vuoi dire?" e lui mi ha risposto "Boo, l'ho sparata lì a caso" o qualcosa del genere... ::)
                                « Ultima modifica: Sabato 6 Ott 2012, 16:45:19 da Gabriele_Iurato »
                                Micropaperi! Dove siete?

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.