Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
4 | |
4 | |
4 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

Paperinika
Imperatore della Calidornia
Moderatore
   (2)

  • ******
  • Post: 10250
    • Offline
    • Mostra profilo
   (2)
    Re: Topolino e le cronache della frontiera
    Risposta #45: Domenica 14 Set 2014, 14:08:18
    Non concordo con chi dice che sarebbe stata perfetta nelle mani di De Vita: De Vita a suo tempo fu chiamato a illustrare opere di Pezzin a suo tempo e si arrogò il diritto di modificarle. Un diritto acquisito dal niente: opere vilipese da un disegnatore (grandissimo, per carità) che ha scritto poco e niente se non la Trilogia dell'Argaar di "memorabile", saga bella ma dilettantistica per il numero di refusi in essa contenuti e la fiacchezza dei dialoghi.

    Il genio e la letteratura di Giorgio Pezzin, per "Le Cronache della Frontiera", avrebbero meritato molto di meglio. Sarebbe stato molto più un vilipendio assegnare queste storie a Massimo De Vita che alla povera Migheli.
    Non avrei saputo dirlo peggio.


    E non sono d'accordo con le opinioni espresse in merito nel post, ovviamente, in particolar modo con la parte sottolineata.
     :o
    « Ultima modifica: Domenica 14 Set 2014, 14:08:35 da Paperinika »

    *

    Kim Don-Ling
    Diabolico Vendicatore
    Moderatore
       (1)

    • ****
    • Post: 1500
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re: Topolino e le cronache della frontiera
      Risposta #46: Domenica 14 Set 2014, 14:17:16
      I disegni sono realmente vergognosi ed è ulteriormente vergognoso che ben tre capitoli su undici siano stati affidati agli scarabocchi della Migheli (Tosolini, Urbano e Barbaro non hanno fatto peggio solo perché è impossibile fare peggio)....

      Non andavano valorizzati giovani disegnatori, andava valorizzato il capolavoro che è stato vilipeso da alcuni imbrattatele e dalla sciagurata scelta redazionale di usare "Le Cronache" come laboratorio...

      De Vita a suo tempo fu chiamato a illustrare opere di Pezzin a suo tempo e si arrogò il diritto di modificarle. Un diritto acquisito dal niente: opere vilipese da un disegnatore (grandissimo, per carità) che ha scritto poco e niente...

      Il genio e la letteratura di Giorgio Pezzin, per "Le Cronache della Frontiera", avrebbero meritato molto di meglio. Sarebbe stato molto più un vilipendio assegnare queste storie a Massimo De Vita che alla povera Migheli...

      Caro Piumo, nessuna ira, quand'anche legittima, può giustificare i toni da te utilizzati in alcuni passaggi.
      Definire i disegnatori Disney "imbrattatele" e accusarli di vilipendio ai testi di un altro sceneggiatore va sicuramente oltre il diritto di critica.
      « Ultima modifica: Domenica 14 Set 2014, 14:26:53 da inthenight »
      "Se nato cigno nessuno ti trasformerà in avvoltoio"

      *

      Piumo Anatracci
      Giovane Marmotta
         (1)

      • **
      • Post: 130
      • Nuovo utente
        • Offline
        • Mostra profilo
         (1)
        Re: Topolino e le cronache della frontiera
        Risposta #47: Domenica 14 Set 2014, 19:21:26
        @Inthenight
        Ho moderato il tono del mio intervento ma non il mio pensiero. Credo che mai nella storia Disney - almeno quella italiana - sia stato dato un calcio al secchio del latte come ne "Le Cronache della Frontiera". Per me rimane un affronto che un autore che appartiene all'empireo, un fabbricante di sogni, un genio della sceneggiatura abbia visto quest'opera sia maltrattata da matite insufficienti (con le uniche eccezioni di Gula e Turconi) sia da scelte redazionali che l'hanno spezzata di ben due anni (l'episodio "Di nuovo insieme" fu pubblicato il 28 novembre del 2000, quello successivo "Missione Impossibile" il 22 ottobre del 2002).
        Grunf.
        Maledette libellule!

        *

        Kim Don-Ling
        Diabolico Vendicatore
        Moderatore

        • ****
        • Post: 1500
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re: Topolino e le cronache della frontiera
          Risposta #48: Domenica 14 Set 2014, 23:21:56
          @Inthenight
          Ho moderato il tono del mio intervento ma non il mio pensiero. Credo che mai nella storia Disney - almeno quella italiana - sia stato dato un calcio al secchio del latte come ne "Le Cronache della Frontiera". Per me rimane un affronto che un autore che appartiene all'empireo, un fabbricante di sogni, un genio della sceneggiatura abbia visto quest'opera sia maltrattata da matite insufficienti (con le uniche eccezioni di Gula e Turconi) sia da scelte redazionali che l'hanno spezzata di ben due anni (l'episodio "Di nuovo insieme" fu pubblicato il 28 novembre del 2000, quello successivo "Missione Impossibile" il 22 ottobre del 2002).

          Per prima cosa, voglio dirti che apprezzo molto che tu abbia apportato le giuste modifiche al tuo messaggio iniziale. :)

          Quanto al resto, lungi da me spingerti a cambiare idea a proposito di questa serie, o meglio, della sua realizzazione grafica.
          Personalmente, la ricordo con molto piacere: una serie diversa e originale per i motivi che hai giustamente evidenziato, dalla caratterizzazione dei personaggi che va formandosi alla perfetta continuità che fa delle cronache un vero e proprio romanzo.
          Ma anche graficamente la apprezzo molto: trovo che ad una saga "fresca" come fu questa, ben si siano prestate le matite poco tradizionali dei vari autori che l'hanno realizzata.
          Un autore più affermato (sia De Vita o un altro) avrebbe dato un tono più classico a questa che invece era una serie "giovane" di fantascienza. Basti pensare ai Signori della Galassia: c'è tutto un altro respiro, tutta un'altra atmosfera.
          Riguardo invece alla "frattura" che si verificò nelle pubblicazioni, sono d'accordo con te. La serie sparì da un giorno all'altro per poi ricomparire quando risultava in fondo difficile ricordare bene le puntate precedenti. Ma anche in questo caso, vedo il bicchiere mezzo pieno: nei 3000 numeri di Topolino è capitato, purtroppo, che alcune serie, dalla prosecuzione già annunciata, non abbiano mai visto le stampe.
          Qui, invece, anche se c'è stato qualche problema, oggi possiamo fortunatamente godercela nella sua completezza! E sarebbe stato un vero peccato se così non fosse stato.
          « Ultima modifica: Domenica 14 Set 2014, 23:23:21 da inthenight »
          "Se nato cigno nessuno ti trasformerà in avvoltoio"

          *

          prezio
          Diabolico Vendicatore

          • ****
          • Post: 1415
          • (credevo di essere un) Pker
            • Offline
            • Mostra profilo

            Re: Topolino e le cronache della frontiera
            Risposta #49: Lunedì 15 Set 2014, 09:54:09
            E' sicuramente una serie che la Panini deve recuperare e pubblicare magari in un paio di raccolte, dato che ormai stanno uscendo tanti volumi...


            Dopo Fantomius e Darkenblot potrebbe essere lei la protagonista della Ultimate Collection.


            Probabilmente una delle cose più mature mai viste sul Topo!
            ...poche ragazze da quelle parti...

            www.acroteri.altervista.org - sito amatoriale della mia squadra di calcetto
            www.goblins.net - sito dedicato ai giochi da tavolo

            *

            Gumi
            Cugino di Alf
            Moderatore
               (2)

            • ****
            • Post: 1342
              • Offline
              • Mostra profilo
               (2)
              Re: Topolino e le cronache della frontiera
              Risposta #50: Lunedì 15 Set 2014, 12:36:42
              L'ho riletta recentemente e ho scritto assieme a Piccola Pker l'articolo sulla saga per il volume del papersera sul topolino libretto. Mi sento dunque esortato all'intervento. :)

              Sono d'accordo su molte delle cose di cui scrive Piumo Anatracci. Il sottotitolo dell'articolo in effetti fu: "una saga sfortunata". Ma forse solo in parte possiamo parlare di sfortuna,  in parte si è trattato di un vero e proprio tentativo di affondarla. Con il passaggio di consegne in direzione infatti la saga venne via via abbandonata e trascurata con i risultati che abbiamo poi visto. Lo stesso Pezzin in questo stesso Topic ha detto che questa situazione è stata molto frustrante ed ha influito sulle ultime sceneggiature,  obbiettivamente non al livello delle prime. Solamente grazie al volume "Topolino e la guerra dei mondi" sono riuscito poi a recuperarla nella sua interezza.

              E però si è palesato l'altro grande problema editoriale di questo Capolavoro di Pezzin: i disegni, che già si vedeva che non erano stati sempre eccelsi, sono andati sempre più peggiorando. Le differenze tra gli stili che, se in lunghi periodi, potevano anche passare quasi inosservate, leggendo la saga tutta di seguito risultavano essere un bel cazzotto nell'occhio del lettore, anche perché i vari personaggi, soprattutto quelli creati apposta per la saga (come Seline), variavano sensibilmente da un autore all'altro.

              L'errore (o, se vogliamo, il "crimine") a mio avviso è stato quello di utilizzare le cronache della frontiera come palestra per i giovani disegnatori: la saga meritava molto di più.  E soprattutto meritava una maggiore qualità dei disegni e coerenza.

              Anche così però rimane una bellissima avventura. Mutilata, certo, ma pur sempre bellissima.

              Non concordo su De Vita, ma questa è un'altra storia ;)
              « Ultima modifica: Lunedì 15 Set 2014, 14:27:41 da teoo »

              *

              Aoimoku
              Diabolico Vendicatore
                 (1)

              • ****
              • Post: 1510
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (1)
                Re: Topolino e le cronache della frontiera
                Risposta #51: Lunedì 15 Set 2014, 13:01:48
                Una saga stupenda. Ho apprezzato soprattutto come Pezzin ha illustrato i rapporti tra i personaggi, vero motore della saga. Il trio Gambadilegno-Topolino-Pippo mette in scena un caleidoscopio di relazioni, emozioni, affetti e odi che non ho paura a definire alta letteratura! In particolare quando ad un certo punto
                Spoiler: mostra
                abbiamo Gambadilegno e Pippo uniti contro Topolino, con Pippo pienamente consapevole! Mai visto! E anche Topolino che si lascia andare dopo il fallimento nell'ammissione, manco Paperino ha raggiunto mai tali livelli di depressione! Avesse tentato di suicidarsi non sarebbe stato strano!


                La Guerra rimane sullo sfondo, un grande evento per poter mostrare i piccoli eventi, cosa che ho apprezzato tantissimo. Anche il Nemico rimane a livello indefinito e quasi metaforico, oltre a venire spiegato
                Spoiler: mostra
                come sia un cattivo per necessità e non per malvagità
                ... altra lode a Pezzin!

                Insomma, per quanto ho letto io (ma di Disney non ho letto poco) questa saga è IL kolossal fantascientifico della Disney, il punto di riferimento del genere applicato a Topolino quanto La Spada di Ghiaccio lo è per il genere fantastico! Anzi, personalmente apprezzo di più il lavoro di Pezzin di quello di De Vita!

                Mille complimenti a Pezzin :)
                « Ultima modifica: Lunedì 15 Set 2014, 13:04:30 da Pandrea »

                *

                MiTo
                Diabolico Vendicatore
                   (2)

                • ****
                • Post: 1594
                • Amante del Cavallino Rampante
                  • Offline
                  • Mostra profilo
                   (2)
                  Re: Topolino e le cronache della frontiera
                  Risposta #52: Mercoledì 4 Feb 2015, 22:04:03
                  Finalmente ho avuto modo di leggere la saga completa.
                  E che dire, capolavoro assoluto!
                  La massima espressione del genio di Pezzin.

                  Parlare di una saga così lunga e articolata non è affatto facile.
                  Mi limito a illustrare quelli che (per me) sono i maggiori pregi.
                  -Inanzitutto, l'universo (è il caso di dirlo) in cui tutta la storia si svolge. Un pianeta di frontiera, e poi il misterioso, sconfinato e inesplorato spazio profondo.
                  -Poi l'atmosfera molto oscura, moto dark. Tutto è velato da un alone di mistero.
                  -Il nemico. Indefinito, non scontato.
                  -l'uso dei personaggi, infine. Topolino e Pippo che cadono in depressione, Gamba e Trudy...

                  Poi l'elenco sarebbe troppo lungo.
                  Dico solo che amo questa saga.

                  *

                  Maximilian
                  Dittatore di Saturno

                  • *****
                  • Post: 3239
                  • Innamorato di Bill Walsh
                    • Offline
                    • Mostra profilo

                    Re: Topolino e le cronache della frontiera
                    Risposta #53: Venerdì 6 Feb 2015, 11:15:32
                    Questa saga l'ho letta a suo tempo sui numeri di topolino, ma purtroppo solo gli ultimi episodi. Inutile dire che mi ha lasciato abbastanza confuso e non mi abbia mai entusiasmato troppo

                    *

                    MiTo
                    Diabolico Vendicatore

                    • ****
                    • Post: 1594
                    • Amante del Cavallino Rampante
                      • Offline
                      • Mostra profilo

                      Re: Topolino e le cronache della frontiera
                      Risposta #54: Venerdì 6 Feb 2015, 11:41:28
                      Questa saga l'ho letta a suo tempo sui numeri di topolino, ma purtroppo solo gli ultimi episodi. Inutile dire che mi ha lasciato abbastanza confuso e non mi abbia mai entusiasmato troppo

                      Anche io finché ne avevo solo qualche puntata non la capivo.
                      Per apprezzarla bisogna leggerla nella sua interezza. È una storia abbastanza intricata e con continui riferimenti agli episodi precedenti.

                      *

                      Lunatico
                      --
                         (1)

                         (1)
                        Re:Topolino e le cronache della frontiera
                        Risposta #55: Domenica 25 Ago 2019, 18:02:12
                        Le “Cronache della Frontiera” è stata per me una delle più belle sage mai apparse sul Topolino.
                        Una vicenda lunga e di ampio respiro, con personaggi che mutano ed evolvono coerentemente con se stessi, attraversando vari momenti catartici della vita come l’infanzia, l’adolescenza, la giovinezza  e l’età adulta.
                        Personaggi che prendono strade inaspettate e si ritrovano a dover modificare i propri obbiettivi e le proprie ambizioni, che affrontano la complessità del reale e di un mondo che muta insieme a loro, diventando sempre più cupo e ostile.
                        Ad averne ancora di sage così, sul Topolino attuale.

                        *

                        Donald112
                        Papero del Mistero
                           (1)

                        • **
                        • Post: 205
                        • Esordiente
                          • Offline
                          • Mostra profilo
                           (1)
                          Re:Topolino e le cronache della frontiera
                          Risposta #56: Giovedì 29 Ago 2019, 14:16:19
                          Le “Cronache della Frontiera” è stata per me una delle più belle sage mai apparse sul Topolino.
                          Una vicenda lunga e di ampio respiro, con personaggi che mutano ed evolvono coerentemente con se stessi, attraversando vari momenti catartici della vita come l’infanzia, l’adolescenza, la giovinezza  e l’età adulta.
                          Personaggi che prendono strade inaspettate e si ritrovano a dover modificare i propri obbiettivi e le proprie ambizioni, che affrontano la complessità del reale e di un mondo che muta insieme a loro, diventando sempre più cupo e ostile.
                          Ad averne ancora di sage così, sul Topolino attuale.
                          Concordo, è un'ottima saga in cui si può notare la completa evoluzione dei personaggi dalla giovinezza all'età adulta. Mi colpì molto la scena della
                          Spoiler: mostra
                          bocciatura di Topolino
                          con la conseguente forte delusione e caduta in depressione a causa del sogno infranto. Sono scene forti che molto raramente si vedono sul Topo, soprattutto se riguardano un personaggio come Topolino. Io lessi la saga completa sulla testata a lei dedicata e credo sia anche il modo migliore per apprezzarla: su Topolino fu molto sottovalutata e fu frammentata in molti numeri non consecutivi.

                          *

                          Lunatico
                          --
                             (2)

                             (2)
                            Re:Topolino e le cronache della frontiera
                            Risposta #57: Giovedì 29 Ago 2019, 19:30:18
                            con la conseguente forte delusione e caduta in depressione a causa del sogno infranto. Sono scene forti che molto raramente si vedono sul Topo, soprattutto se riguardano un personaggio come Topolino.
                            Credo anch'io che sia uno dei capitoli più belli, insieme a quello del tradimento di Pippo. La scena dove Topolino cammina sotto la pioggia in un torbido vicolo, ormai alla stregua di un indigente, illuminato dalla fredda luce di un lampione... sembra una scena di MMMM, non certo di una storia del Topolino. Inoltre davvero notevole che nel finale la morale non è un irrealistico lieto fine, ma la presa di coscienza che semplicemente, spesso, nella vita bisogna rielaborare le proprie aspettative perché le cose non vanno come vorremmo. E che un sogno infranto non significa la fine del mondo.
                            "Ho compreso Commissario. Oggi stesso ritirerò il mio diploma dell'Accademia, e vedrò di rendermi ugualmente utile per questo pianeta" "Ben tornato fra noi, ragazzo"

                            *

                            Alby87
                            Pifferosauro Uranifago
                               (1)

                            • ***
                            • Post: 440
                            • Avatar così provvisorio... da restare definitivo!
                              • Offline
                              • Mostra profilo
                               (1)
                              Re:Topolino e le cronache della frontiera
                              Risposta #58: Sabato 14 Set 2019, 12:59:25
                              Commissario

                              Ecco, Basettoni. Che ruolo fantastico che ha avuto. In un paio di episodi, è quel tipo di persona che la gente nella situazione di Topolino dovrebbe incontrare per uscire dalle tante situazioni brutte della vita. Serie che ho sempre adorato, sempre. Criminalmente ristampata poco.
                              The Alby87 Project
                              Pinball Own: T*Z

                                Re:Topolino e le cronache della frontiera
                                Risposta #59: Sabato 14 Set 2019, 17:30:55
                                Criminalmente ristampata poco.
                                Ma infatti, dovrebbero riproporla. Anziché ammorbarci per due mesi con Young Donald (a mio modesto parere una delle sage più insulse di sempre) una bella ristampa de "Le Cronache della Frontiera" settimana per settimana, magari con delle belle copertine dedicate, che con la qualità attuale sarebbero state spettacolari, da collezione!

                                 

                                Dati personali, cookies e GDPR

                                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.