Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
2 | |
4 | |
5 | |
2 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
3 | |
3 | |

Topolino e il gioco Made in Japan

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

pappotar
Bassotto
   (2)

  • *
  • Post: 2
  • Nuovo arrivato
    • Offline
    • Mostra profilo
   (2)
    Re: Topolino e il gioco Made in Japan
    Risposta #15: Mercoledì 20 Ago 2014, 16:09:04
    Sinceramente, anche impegnandomi, non riesco a trovare nulla di buono in questa storia. Il lato investigativo (Topolino) è semplicemente senza senso. Il lato comico (Pippo) non mi fa ridere. Restano i bei disegni di Scarpa e immagino con che mal di pancia possa aver dato vita ad una "sceneggiatura" simile il Maestro. Oggettivamente parlando è difficile poterla definire storia..non c'è un filo narrativo. 

      Re: Topolino e il gioco Made in Japan
      Risposta #16: Mercoledì 20 Ago 2014, 23:15:32
      Sinceramente, anche impegnandomi, non riesco a trovare nulla di buono in questa storia. Il lato investigativo (Topolino) è semplicemente senza senso. Il lato comico (Pippo) non mi fa ridere. Restano i bei disegni di Scarpa e immagino con che mal di pancia possa aver dato vita ad una "sceneggiatura" simile il Maestro. Oggettivamente parlando è difficile poterla definire storia..non c'è un filo narrativo. 

      Lo stesso dicasi delle altre storie di Fanton ;D

      *

      Dominatore delle Nuvole
      Diabolico Vendicatore
         (9)

      • ****
      • Post: 1402
      • Guazzabù!
        • Offline
        • Mostra profilo
         (9)
        Re: Topolino e il gioco Made in Japan
        Risposta #17: Sabato 23 Ago 2014, 10:55:44
        Vi dirò la verità, a me per un bel po' Fanton non è piaciuto: trovavo "presuntuoso" il suo dare per scontate le cose tanto che un povero lettore era costretto a chiedersi se non stava per caso leggendo la seconda puntata di una storia in due parti.
        In seguito tuttavia ho cominciato ad apprezzare il suo Pippo "estremo", che può permettersi di essere tanto più assurdo quanto lo è il resto della storia, e anche -diciamolo- il suo Topolino deciso e poco cerimonioso che non si mette a spiegare punto per punto ad un Basettoni ritardato e succube come ha scoperto il colpevole e cosa si deve fare per catturarlo.
        Le storie di Fanton, alla fine, si capiscono (tranne questa, lo ammetto); e sono originali. Basta starci un po' di più. Molto meglio una storia un po' (tanto) sconnessa, ma con delle idee o delle trovate, che non una perfettamente coerente, tecnicamente ineccepibile, ma che evapora al contatto col cervello.

        Dedicate cinque minuti in più ad una storia di Fanton (non sono nemmeno poi tante, in fondo) e la ricorderete con un sorriso. Un po' sardonico, forse, di chi si sente un po' preso in giro. Ma pur sempre un sorriso.

        Poi, intendiamoci: veramente Sommo è chi la perfezione la raggiunge a tutti i livelli, e con un equilibrio magistrale; e infatti, se dopo tre o quattro storie di Fanton uno chiede grazia, Rodolfo ce lo tracanneremmo a giornata. (Quando ci lasciò, feci una maratona di tutte le sue storie che possedevo. E non vi meraviglierete se avrei dato chissà cosa per averne altre cento…)



        « Ultima modifica: Sabato 23 Ago 2014, 18:17:21 da A.Basettoni »

        *

        Gilberto 66
        Pifferosauro Uranifago
           (1)

        • ***
        • Post: 511
        • Ahhhh! Sono satollo... groan!
          • Offline
          • Mostra profilo
           (1)
          Re: Topolino e il gioco Made in Japan
          Risposta #18: Domenica 24 Ago 2014, 23:13:19
          Vi dirò la verità, a me per un bel po' Fanton non è piaciuto: trovavo "presuntuoso" il suo dare per scontate le cose tanto che un povero lettore era costretto a chiedersi se non stava per caso leggendo la seconda puntata di una storia in due parti.
          In seguito tuttavia ho cominciato ad apprezzare il suo Pippo "estremo", che può permettersi di essere tanto più assurdo quanto lo è il resto della storia, e anche -diciamolo- il suo Topolino deciso e poco cerimonioso che non si mette a spiegare punto per punto ad un Basettoni ritardato e succube come ha scoperto il colpevole e cosa si deve fare per catturarlo.
          Le storie di Fanton, alla fine, si capiscono (tranne questa, lo ammetto); e sono originali. Basta starci un po' di più. Molto meglio una storia un po' (tanto) sconnessa, ma con delle idee o delle trovate, che non una perfettamente coerente, tecnicamente ineccepibile, ma che evapora al contatto col cervello.

          Dedicate cinque minuti in più ad una storia di Fanton (non sono nemmeno poi tante, in fondo) e la ricorderete con un sorriso. Un po' sardonico, forse, di chi si sente un po' preso in giro. Ma pur sempre un sorriso.

          Poi, intendiamoci: veramente Sommo è chi la perfezione la raggiunge a tutti i livelli, e con un equilibrio magistrale; e infatti, se dopo tre o quattro storie di Fanton uno chiede grazia, Rodolfo ce lo tracanneremmo a giornata. (Quando ci lasciò, feci una maratona di tutte le sue storie che possedevo. E non vi meraviglierete se avrei dato chissà cosa per averne altre cento…)




          Hai detto tutto! Mi sento solo di aggiungere che in ogni caso il discorso meriterebbe un approfondimento nel topic specifico dell'autore. Il gioco made in Japan non sono mai riuscito ad apprezzarla come storia ma la ricordo, e quando succede questo, può anche darsi che da qualche parte, anche se la nostra personale sensibilità non lo ravvisa, qualcosa ha funzionato.
          « Ultima modifica: Sabato 30 Ago 2014, 23:25:40 da antonello_auteri »
          Finalmente due concorrenti degni di rispetto!  Avete notato i due Cucurbitoni di Casimiro?
          Sì...ma questa coppia di Catafurgi di Tamerlano li sovrasta!
          Ah! C'è anche un Decumbalione di Carlotta la Racchia!

          *

          Gumi
          Cugino di Alf
          Moderatore
             (4)

          • ****
          • Post: 1355
            • Offline
            • Mostra profilo
             (4)
            Re: Topolino e il gioco Made in Japan
            Risposta #19: Venerdì 9 Ott 2015, 11:30:43
            Capolavoro assoluto!

            Fanton colpisce ancora con una storia che è delirante al punto giusto.
            E se ci aggiungiamo che, oltre ai disegni di Scarpa, ha anche una parvenza di trama, possiamo senza indugio affermare che ci troviamo davanti a una pietra miliare del fumetto in generale! :D

            Un continuo giocare con le parole e con le situazioni, dei personaggi vivi e reali come non mai, scene al limite dell'assurdo, dialoghi a metà fra lo sconclusionato e il geniale.

            Questa storia è una continua sorpresa; dubito che qualcuno durante la lettura sia riuscito a capire dove l'autore volesse andare a parare.
            Certo, trattandosi di Fanton, immagino anche che ci sia qualcuno che non ha capito nulla anche dopo averla finita.
            Una storia che comunque lascia il segno.
            E non annoia certamente.
            E se proprio dovesse annoiare, si può sempre far finta di niente sbadigliando con le orecchie! ;)

            « Ultima modifica: Venerdì 9 Ott 2015, 11:31:56 da teoo »

            *

            Maximilian
            Dittatore di Saturno

            • *****
            • Post: 3390
            • Innamorato di Bill Walsh
              • Offline
              • Mostra profilo

              Re:Topolino e il gioco Made in Japan
              Risposta #20: Domenica 23 Ago 2020, 18:53:21
              E' una storia che a me piace molto, di cui in un primo momento ci si capisce poco ma dove, a ragionarci un attimo, tutte le domande trovano risposta.

              Riguardo alla trovata degli avventori che si accomodano nelle botti, a me è sembrata una delle ante bizzarre idee che i gestori di attività commerciali escogitano talvolta per incuriosire ed attirare i clienti. In diversi l'hanno trovata insensata, ma personalmente trovo marcatamente più assurda la costruzione, in Svezia, di alberghi fatti di ghiaccio che durano pochi mesi perchè d'estate si sciolgono (con successiva ricostruzione in periodi più freddi. Eppure, succede davvero.

              A tal proposito, mi divertono i due che brindano da una botte all'altra senza vedersi e facendo passare le braccia da due sportelli.
              Senza contare il tipo che sogna di sollevare pesi ciclopici perchè Pippo si è addormentato su di lui, con tanto di Topolino che li trova e commenta "Che carini".

              Una scena tra le meglio riuscite è quella in cui nostri si travestono per capire come le spie trasferiscono informazioni: la battuta sul niente costruttivo ha una sua logica perfettamente coerente con  il contesto. E il gesto di Pippo può essere visto come sfondamento della quarta parete ma anche no: magari si rivolgeva a eventuali inseguitori che, data l'angolazione della vignetta, noi lettori non vediamo.

              Poi abbiamo il personaggio del barista che non sopporta i clienti fracassoni, i quali esclamano "Acqua! Che affronto!"

              Di certo ognuno è liberissimo di non gradirla, però nel caso si adducano almeno delle argomentazioni che siano tali e non "Perchè è trash", "Perchè è di Fanton" o simili

              Come direbbero Aldo, Giovanni e Giacomo: se questa storia è finita nel dimenticatoio...ci sarà una ragione!  ;)
              Sarò sintetico e chiaro: una boiata a livello Pk-Pikappa "The end".
              Quei poveri ragazzi che negli anni 70 si leggevano storie di questo tipo nel Topo.... Poveracci!
              « Ultima modifica: Domenica 23 Ago 2020, 18:58:56 da Maximilian »

              *

              Aoimoku
              Diabolico Vendicatore

              • ****
              • Post: 1524
                • Offline
                • Mostra profilo

                Re:Topolino e il gioco Made in Japan
                Risposta #21: Domenica 30 Ago 2020, 17:06:17
                Sono abbastanza sicuro che se la gag sulla rottura della quarta parete di Pippo l'avesse fatta Scarpa, staremmo qua a scrivere "genio!"

                 

                Dati personali, cookies e GDPR

                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.