Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
4 | |
2 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
4 | |
2 | |
4 | |
2 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - fdl 98

Pagine: [1]  2  3  ...  75 
1
Le altre discussioni / Re: Tiratura Topolino
« il: Giovedì 7 Nov 2013, 19:50:54 »
Come diceva in questo stesso topic New AMZ qualche tempo fa, ecco che si incominciano a delineare le motivazioni della scarsa rendita del Topo nelle edicole. Come ribadito prima di me non è mai esistito negli ultimi cinquant`anni di storia del topo, una continuità tale da sfornare un capolavoro ogni settimana, neanche 10 anni o 5 anni fa, anzi. Per chi si aspetta un capolavoro ogni settimana da Topolino, non lo compri: non è il suo stile e, ripeto, non lo è mai stato.
 ;)

2
Citazione da: hendrik link=1281115497/900#912 date=1379750663
Il TuttoScarpa? :D 8-)
Se sarà il TuttoScarpa (io il dubbio ce lo metto per sicurezza) sarà davvero titanico.
E a quanto ho capito (o meglio mi ricordo) proveranno a pubblicare proprio tutto (disegnatore e sceneggiatore) con anche le storie postume, sia quelle già edite che due o tre ancora da pubblicare. E, quindi, anche quelle storie inedite solo in Italia (almeno spero, non aveva accennato a questo Boschi). :)

3
Il sito del Papersera / Re: Votazione dei post
« il: Venerdì 6 Set 2013, 21:13:22 »
Citazione da: teoo link=1252932011/435#437 date=1377709794
E anche fdl98 si iscrive al ristretto club degli stellati d`oro! Complimenti!Per la tua ancor giovane età hai sempre dimostrato una grande maturità e una conoscenza fumettistica fuori dal comune! :)
Ehm... grazie! Anche se non credo di possedere tutte quelle qualità che mi affibbi, ringrazio te per queste belle parole e anche i pollciatori che mi hanno aggiunto questa stella d`oro (di cui non mi ero accorto, ma vabbe`). E, naturalmente, complimenti anche a te per la stella che ti sei guadagnato sicuamente più degnamente di me. :)

4
Testate Chiuse / Re: Disney Anni d`oro 26
« il: Sabato 18 Mag 2013, 15:33:59 »
Citazione da: CAGLIOSTRO link=1368864334/0#2 date=1368883772
Puoi stare tranquillo, la prima tavola della seconda puntata della storia ZIO PAPERONE E IL RICUPERO... ARMATO c`è.
Visto che l`hai sfogliato mi sai dire in che condizioni è la storia di Moores? Proviene da Paperino Mese o è in alternanza colori e b/n?
Non che ci speri molto. :(

5
Una storia per essere bella non deve essere adulta, o pubblicata in ampio formato, queste sono solo possibili aggiunte, l'importante è che cotal storia sia fatta bene. ;)

6
Testate Chiuse / Re: Almanacco Topolino
« il: Domenica 28 Apr 2013, 15:45:43 »
Mi credevate disperso e invece no, eccomi qua! Dunque, appropinquiamoci  dunque all'analisi di questo trimestre.

Aprile 1972

 
L'albo che 41 anni fa debuttava nelle edicole è praticamente tutto "'mmerigano" con otto storie codificate con la S di Studio Disney, e due provenienti dai Comic Book della Dell/Gladstone. Ad aprire compare però la sublime matita di Romano Scarpa ripassato da Cavazzano, che in tandem illustrano un breve giallo in cui vedremo Topolino e Pippo scontrarsi con nientepopodimeno che i Vichinghi. Vichinghi?! Ne siamo proprio sicuri? A seguire una ten-page disegnata da Carlos Hedgard Herrero, l'autore brasileiro si occupa invece dell'ennesima scommessa Paperino-Paperone che questa volta dovranno riuscire a racimolare 1000 dollari partendo con solo uno. Iniziano le brevissime, si parte con Jack Bradbury che invece si adopera a disegnare un'avventura marittima di Pippo, che se la dovrà vedere con un motoschifo... ehm motoscafo, volevo dire. Subito dopo autori sconosciuti (e il disegnatore posso capire che non si voglia rivelare) se la vedono con la classica avventura di Paperino e Paperoga nelle redazione del Papersera, questa volta alle prese con l'inquinamento delle acque. Inizia il piccolo blocco (le prossime due storie) delle avventure realizzate per i fumetti d'oltreoceano, con Pete Alvarado in gran spolvero grazie anche alle chine di Joe Messerli, che illustra un'avventura che vede come protagonisti i simpatici mici de "Gli Aristogatti" che cercano l'avventura nei vicoli di Parigi. Subito dopo ci si può godere una breve dell'ultimo periodo dell'Uomo dei Paperi, Carl Barks, con le GM, disegnate da Kay Wright, che si occupano di tendoni e tornado. Ritornano nomi già visti come Jack Bradbury che si ritrova con Pippo per documentarne una breve avventura semi-gialla, rivediamo anche Pete Alvarado che questa volta si ripassa le chine da solo in una brevissima avventura con Paperino e i nipotini. A chiudere ci sono due storie di autori italiani ma codice USA, prima la mitica coppia Chendi-Bottaro, sempre garanzia di qualità, che mette Paperone in difficoltà per via di una festa in maschera. A chiudere definitivamente il numero i disegni de primo Massimo De Vita che trasportano ZP, DD e QQQ al Polo dove si scontreranno con animali di vario tipo, compresi esseri umani con intenzioni poco pacifiche.
Maggio 1972

Ad iniziare il banchetto del numero c’è una storia tutta italiana, realizzata appositamente per questo numero dell’Almanacco,  in cui ritroviamo ambientazioni nordiche, infatti i paperi partiranno alla ricerca del famoso Oro del Reno che da il titolo alla storie in questione. Storia che porta la firma del solito Guido Martina alla sceneggiatura e uno splendente Luciano Gatto ai disegni. Inizia la sfilza delle storie S-code, ovvero prodotte dallo Studio Disney, con la coppia Fallberg/Moore, che scrivono e illustrano un’avventura di Ezechiele Lupo in cui lo vediamo alle prese con i sliti Porcellini e il solito Compare Orso, protagonista di un crossover tra il mondo de “I racconti dello Zio Tom” e appunto la serie dei Tre Porcellini. Ritroviamo i disegni di Hedgar Herrero per ben due storie, una che vede come protagonista Archimede alle prese con problema di pulizia ed ecologismo, l’altra ha invece come mattatore Paperoga alla ricerca di qualche scoop per il Papersera. Lo studio Bierrecì delle origini illustra e scrive le due storie a seguire, sempre a codice USA, infatti la prima delle due storie porta il dittico Chendi/Bottaro la seconda il meno visto Chendi/Rebuffi. Nella storia illustrata da Bottaro Paperino viene trascinato da Zio Paperone in un problema “esotico” in cui verrà addirittura titolato Principe. In quella illustrata da Rebuffi l’ambientazione è più quotidiana. A chiudere Jack Manning illustra una lunga storia di sceneggiatura sconosciuta, realizzata per i comic book americani in cui ritroviamo Topolino (mancava dallo scorso numero) alla prese con dei sassi “stravaganti”, ma credo che la copertina di questo albo, sempre opera di Manning, illustri bene il tema. Segnalo, all’inizio del volume, la presenza di un racconto scritto da Andrea Fanton e illustrato da un certo “F.Arseni” (leggo dalla firma)

Giugno 1972

Illustrata da uno strepitoso Gibì Carpi, apre il numero una storia che documenta un colpo dei Bassotti quasi riuscito e ingegnato perfettamente. Ennesima storia importata dagli Usa e, quindi, S-code ma di cui rimane sconosciuto l’autore di una sceneggiatura abbastanza carina. A seguire, udite udite, una storia proveniente dalla Danimarca, che anticipa l’invasione che il successore dell’Almanacco accoglierà, che porta , su sceneggiatura di Bengt-Åke Håkansson, i disegni di uno dei capiscuola del disegno barksiano nei paesi nordici ovvero il cileno Vicar che illustra splendidamente una sceneggiatura abbastanza quotidiana con Donald al tentativo di sfondare nel mondo del lavoro. A seguire l’ennesima storia che porta la matite dell’ultra prolifico (parliamo di 2354 storie, credo che sia il più prolifico) Tony Strobl, che questa volta illustra una storia senza scrittore in cui vediamo Paperoga e Paperino sopportare in maniera molto ironica il carattere dello Zione. Ritornano Romeo e gli Aristogatti illustrati da Al Hubbard in un’avventura ristampata anche su Disney Anni d’oro , in cui vediamo il maggiordomo Edgar diventare lattaio. Autori sconosciuti realizzano questa storia per la produzione extra americana, in cui Topolino si troverà in non poche difficoltà nel sistemare la casa di Minni. Ritorna un dittico dello studio Bierrecì con prima una storia della coppia Chendi/Rebuffi con i soliti problemi ecologici delle fabbriche RK e PdP, poi la coppia Chendi/Bottaro quest’ultimo aiutato alle chine da un giovane (artisticamente parlando) Guido Scala in cui sempre i soliti Rk e PdP dovranno fronteggiare dei fantasmi e il dottor Zantaf. Le due storie sono inframmezzate da una tavola settimanale per gli allegati ai quotidiani, di Karp/Talliaferro, con questioni automobilistiche. A chiudere le matite di Romano Scarpa ripassate da Cavazzano, sempre su sceneggiatura anonima,  su una storia famosissima riguardante un nipote di Zio Paperone che tesserà una rivalità con Paperino per l’eredità. Da segnalare un racconto illustrato scritto da Salvator Gotta e illustrato da Claudio Mazzoli.

7
Testate Chiuse / Re: Disney Anni d`oro n.25
« il: Lunedì 1 Apr 2013, 16:13:07 »
Cosa dire dell`indice (devo ancora leggere il numero precedente questo deve ancora aspettare): eccellente! A parte le solite storie più conosciute ma, a detta di molti, meritevoli di essere lette l`indice è davvero unico e imperdibile. Personalmete poi sono al settimo cielo, ben due rarità del mio autore preferito Gibì Carpi, quindi :DIncredibile come mi tocchi dire la stessa cosa a distanza di pochi minuti: complimenti e grazie Barone per aver resuscitato queste striscie e grazie a Disney Anni d`Oro per averle messe a disposizione di tutti.

8
Testate Chiuse / Re: Tesori Disney - Discussione generale
« il: Domenica 31 Mar 2013, 20:01:10 »
Mah! Non capisco questa ribellione verso una soluzione come il ciclo dei Pirati di Bottaro. Chi vi ha mai detto che Tesori conteneva solo cose irristampate? Anche Reginella era già stata ristampata, come tutti i tre volumi inziali erano tutti gia ristampati in altre edizioni. Mi pare evidente che la forza di questi volumi deve essere la qualità della ristampa non la rarità. Dovrebbe. Il condizionale purtroppo non riesce a passare all'indicativo. :( Detto questo anch'io sono abbastanza scontento da questa notizia, ma quando Boschi me l'ha annunciata non sono rimasto così sconvolto.

9
Testate Chiuse / Re: Tesori Disney - Discussione generale
« il: Venerdì 29 Mar 2013, 14:07:25 »
In tal caso, confidiamo nelle tavole integrali e magari nella pubblicazione  di queste chicche inedite su di un progetto di bottaro mai compiutosi: http://www.lucianobottaro.it/i-personaggi/la-serie-dei-pirati/
Ci sarà, a detta di Boschi.

10
Testate Chiuse / Re: Disney Anni d`oro 24
« il: Domenica 20 Gen 2013, 12:33:27 »
Citazione da: ereduz link=1358410782/0#12 date=1358680769

Interessante, ho 2-3 volumi della testata e ho sempre trovato parecchio rognoso tenere aperto il volume in quanto la rilegatura e la carta "spessa" delle pagine non consentivano una comoda lettura..

Adesso come siamo messi? :)
Carta leggera, stampa ottima, giusto un odore strano appena lo apri, ma passa dopo poco.
 Oltre a questo cambio che mi rende molto felice, quella carta pesante era buona ma anche rognosa da sfogliare, c`è anche un buon indice, non eccezionale. In fondo quasi tutte le storie non è che siano ricercatissime o che possano spingere a approfondimenti particolari, anzi (mi pare) che siano storie normalissime. Giusto il "pacchetto" Marconiano con intervista e storia rende questo numero ottimo, la storia è rara quanto basta e l`intervista mi pare molto ricca ed interessante.

11
Testate Chiuse / Re: PKNA - Paperinik New Adventures - Discussione Generale
« il: Domenica 13 Gen 2013, 14:13:57 »

Me ne sarei fatto una ragione
Io no! A parte questo non è l'essere nerd che non va bene è l'esserlo al momento giusto. Quando sapremo qualcosa di più che qualche sparuta frase allora anch'io potrei dare un giudizio o crearmi delle aspettative.

12
Testate Chiuse / Re: PKNA - Paperinik New Adventures - Discussione Generale
« il: Domenica 13 Gen 2013, 13:47:46 »
Va bè vedremo che succederà... essere titubanti e preoccupati è la stessa cosa che essere fiduciosi in modo cieco senza avere la possibilità di critica: prendere come oro colato qualsiasi decisione/annuncio/idea/storia è la più grande forma di ottusità, non solo il contrario. ;)

Ma non è altrettanto ottuso partire subito con dei pregiudizi? Vi ricordo che dalla singola frase di Catenacci "Pk potrebbe tornare presto" è partita una discussione che si basava sostanzialmente sul nulla, ancora non si sa se si farà e già sono partite le critiche al formato, alle storie, agli autori. Insomma, vabbe' che nella redazione di Pk non sono famosi per essere dei lavoratori indefessi, ma almeno qualcosa lasciamolo fare a loro. :P
Un conto è essere fiduciosi in modo cieco, un conto è dire "quando uscirà prenderò la prima uscita e in quel momento e solo in quel momento valuterò", un altro conto è mettersi di traverso a cose che non sappiamo se arriveranno. ;)

13
Con tutta sincerità: mi affido al Pk Team o a quello che sarà. Non ho aspettative, ne illusioni e idee su questo progetto. So che lo comprerò quando uscirà, dove e come sia, e poi deciderò. In qualsiasi posto lo mettano qualsiasi progetto, reboot altro abbiano in mente spero che comunque venga dietro ci sia lo spirito del "vecchio" Pk e sono sicuro che per ogni cosa ci sarà una ragione. Adesso però incomincio a piazzare il telescopio in direzione edicola per vedere se arriva :P.

14
Testate Chiuse / Re: Almanacco Topolino
« il: Venerdì 11 Gen 2013, 15:30:58 »
OTTOBRE 1971

Inizia l'inverno di 41 e qualche mese anni fa. Come iniziarlo meglio che con una coppia di disegnatori davvero fulminante, il duo ligure Chendi-Bottaro che sotto soggetto e codice dello Studio Disney sfornano una storiella carina ma non al topo della loro sfavillante produzione, forse troppo usata sia in passato che nel futuro in fatto di trama. Sempre S-code ma autori e personaggi totalmente diversi per la lupesca avventura a seguire, molto cartoonesca l'avventura di Glenn Schmitz (che poi cura solo i disegni) con una sfilza di gag alla Willy Il Coyote per l'esito. Tutta Made In Italy è invece il giallo di Martina-Perego, sempre originale e fresca arricchita da un Perego in risalita. Di nuovo Glenn Schimtz alla prese con i disegni di Ezechiele Lupo. Dopo due classiche avventure topolinesche S-code rispettivamente di Jack Bradbury e Carson Van Osten, ecco una tavole settimanale americana di Karp-Grundeen che rappresenta una simpatica particolarità del numero. Chiude Tony Strobl con una fantasmagorica avventura di Zio Paperone e i nipotini.
A corredare i soliti giochi e un racconto di Andrea Fanton illustrato da Claudio Mazzoli, la pubblicità dell'intramontabile colla Pritt e del più datato Cine Royal. Le simpatiche barzellette di Sansone e Co., i regali per gli abbonati (set per "Dama cinese e altri 5 giochi" e "Le follie di Eta Beta") e altri fioccanti pubblicità. Quiz a premi, angolo della posta della mitica Elisa Penna, articolo con tanto di foto su Willy Wonka e la fabbrica del cioccolato, ancora quiz e un po' di Fai da te e finale, mitico "Qui Paperino Quack".
DICEMBRE 1971

Ad aprire i battenti ci pensano le matite di Romano Scarpa con le chine di Cavazzano per una storia proveniente dallo Studio Disney, un simpatico miscuglio tra giallo, avventura e western. A seguire due storie che portano le matite del prolificissimo Tony Strobl, la prima vede Archimede alle prese con l'ennesima invenzione non ben riuscita, la seconda invece di racconta delle disavventure allo zoo di Paperino, Daisy e i nipotini, molto da cartone anni'40. Da sottolineare come tutte le storie tranne la penultima provengano dalla produzione S-code, anche quella sfornata dalla coppia tutta italiana composta da Carlo Chendi e Giorgio Rebuffi, in cui troviamo Nonna Papera, Zio Paperone e nipoti alle prese con questioni di eredità, devo dire che mi hanno straordinariamente colpito i disegni di Rebuffi, più personali e particolari di quando veniva ripassato da Bottaro (grande maestro ma un po'invadente nelle chine). A seguire ritroviamo Glenn Schmitz con il "suo" Ezechiele Lupo in una caccia in un luogo insolito, il Luna Park del titolo. Ritorna il titolare della testata, il topastro con il grande Vic Lockman a dargli una mano nel svolgere le indagini, ripassato dal "solito" Tony Strobl, in un giallo classico che fa passare qualche  minuto in leggerezza. Chiude l'unica storia con il codice italiano, con i disegni di Luciano Gatto ma su sceneggiatura in-identificata in una lita tra i classici Rockerduck e Zio Paperone su delle opere d'arte.
A corredare il tutto tanta pubblicità e qualche rubrica. Sulle pubblicità troviamo delle casette da gioco ad altezza uomo, con al seguito una selezione di giochi illustrata e una pubblicità su quel capolavoro che è "Gli Aristogatti", un servizio sulle "compere" di Cheetah, simpatica selezione di barzellette illustrate. Ennesimo qui "Chi indovine è bravo" e "La Segretaria per tutti". Segue il racconto "Il cilindro del piccolo Lord" scritto da Salvator Gotta e illustrato da Claudio Mazzoli.
DICEMBRE 1971


I freddi dicembrini avvolgono anche il 1971, e l'Almanacco svetta in edicola con la sua copertina di firma Tony Strobl e unica storia del numero non S-Code. A pag.3 ritroviamo (vedasi il numero di Novembre) le matite di Romano Scarpa con le chine di Cavazzano
in una delle solite trasferte in stati misconosciuti. Subito dopo ci si sposta nella "tranquilla" Paperopoli e con il solito Archimede e le sue invenzioni, questa volta a presentare le sue avventure ci sono Carl Fallber e Tony Strobl aiutato da Mike Royer. Incontriamo poi Topolino alla ricerca dell'ennesimo impiego, questa volta come postino, disegnato da Jack Bradbury. Di nuovo a Paperopoli ma questa volta dentro la sede del Papersera si svolge l'ennesimo disast... ehm avventura di Paperino e Paperoga. Il solito appuntamento con i Tre Porcellini e l'immancabile Ezechiele Lupo di Glenn Schmitz stavolta riguarda una strana vicenda riguardante il miele. Recentemente ristampata è l'avventura  volante di Chendi/Bottaro, con una sfida sull'aviazione che coinvolge naturalmente Rk e Zp. Concorsi televisivi e cose simili sono il tema delle breve avventura di Pete Alvarado. Ci si sposta nel West e nelle famose Ghost Town grazie di nuovo a Jack Bradbury. Chiude l'avventura "intellettuale" dell Snowbell scomparso, piccolo gioiello di Romano Scarpa con il solito ripasso di Cavazzano.
Tante pubblicità e giochi ma quasi tutti già nominati. Da segnalare il racconto illustrato "La ruota miracolosa" scritto da Salvator Gotta e illustrato appunto da Claudio Mazzoli.

15
Testate Chiuse / Re: Almanacco Topolino
« il: Domenica 16 Dic 2012, 14:38:19 »
Da adesso mi "approprio" di questi mesi. Qualche giorno e arriva l'ultimo trimestre del '71. ;)

Pagine: [1]  2  3  ...  75 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.