Papersera.net

Le Pubblicazioni => Testate Chiuse => Topic aperto da: Bramo - Mercoledì 7 Ott 2009, 23:27:01

Titolo: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 7 Ott 2009, 23:27:01
Ci aspettiamo ora un analogo per PK2 ;D
Detto fatto :P

Pk² - L'analisi

(http://img28.imageshack.us/img28/3793/pk2v.jpg)

Il 2001 era appena iniziato, ma oltre al millennio almeno un’altra cosa stava per cambiare. PK. Dopo quasi cinque anni di pubblicazioni, le Paperinik New Adventures stavano per cambiare rotta. Io purtroppo parlo grazie alle informazioni di cronaca lette sulla Tana del Sollazzo e sulle moltitudini di articoli e forum in Internet, dato che il periodo PKNA non lo vissi in prima persona, in (piccola) parte per colpa dell’età e in massima parte per colpa della mia poca spavalderia da appassionato di fumetti (spavalderia che da qualche anno ormai è invece ben presente in me).
Ma Pk² invece lo seguii. Grazie all’acquisto dello Speciale PKNA 00 mi innamorai delle atmosfere che si respiravano in quella testata, motivo per cui quando vidi un numero 1 in edicola non esitati ad acquistarlo. E nonostante lacune nella mia conoscenza della continuity del fumetto, riuscii pian piano a raccapezzarmi. Insomma, non credo che abbia sentito l’evento come svolta epocale, come invece l’avranno sentito i pkers che da anni seguivano PK, ma il ricominciare da 1 faceva capire persino a un pischello come me che qualcosa cambiava, e che valeva la pena di approfittare del cambio di rotta per salire sul carrozzone.

Narra Grrodon parlando sul Sollazzo che il PK Team avendo intuito un leggero calo nelle vendite del mensile decise di prendersi tutto il tempo per chiudere le varie sottotrame della saga, di modo da chiudere in maniera ottimale lo story-arc, senza bruschi finali rattoppati tipici della chiusure improvvise. E tutto venne preparato dal numero 49/50 di PKNA che da un lato chiudeva la prima serie delle nuove avventure del Papero Mascherato con una sequenza di “What if…?”, dall’altro preparava il terreno agli eventi che un mese dopo si sarebbero scatenati.

Cosa dire di Pk²? Il mio punto di vista, come fatto notare sopra, è particolare avendo praticamente iniziato le mie letture pikappiche da qui, ma quello che già capii dal primo numero e dai successivi quello che nacque come un esperimento senza precedenti nella storia della Disney Italia si rivelò essere qualcosa di totalmente nuovo per la media del fumetto Disney; per la qualità delle storie, per le sperimentazioni grafiche e di trama, il target delle storie se possibile si alzò ancora rispetto a quello già maturo di PKNA. E come il celeberrimo Numero Zero cambiò decisamente le carte in tavola delle pubblicazioni disneyane da edicola, allo stesso modo il primo numero di Pk² si pose come punto di svolta ulteriore, osando di più e alzando molto il tenore delle storie. Le atmosfere devono molto a MM, più che alla saga precedente.
Pk² è un esempio di evoluzione ulteriore di quella miscela, un pigiare sull’acceleratore dello sperimentale per offrire qualcosa di nuovo restando fedeli alla buona tradizione.
Questa testata mi ha accompagnato per uno splendido anno e mezzo delle mie scuole medie, e mi affascinava per le atmosfere, il carisma del PK Team, la trame e i disegni fantastici. E’ stato qualcosa di basilare per me nella mia formazione fumettistica Disney e non solo, e per questo gliene sarò per sempre grato. Successivamente ho avuto modo di recuperare qualcosa di PKNA grazie a Reloaded, grazie al Super Mito Mondadori, grazie ad altri volumi speciali… ma Pk² ha un fascino tutto suo, tutto particolare, per i motivi che spero riuscirò a rendere bene nell’analisi che vado a compiere ora.
Il senso dell’analisi? Be’, non l’ho detto chiaramente, ma penso si sia capito dall’introduzione: è soprattutto affettiva, perché vi sono molto legato, ma slegandosi dalle ragioni soggettive seguire il percorso di Pk² può risultare interessante per osservare le innovazioni adulte che vengono usate in questa tipologia di fumetto Disney e per notare i suoi alti e bassi e la sua fase leggermente calante che a un certo punto intraprenderà.

Pk² # 1 – Ducklair

(http://img7.imageshack.us/img7/931/itpk2001a001.jpg)

Un editoriale del PK Team apre spiegando con il suo stile ermetico le ragioni del cambio di titolo, motivando con il bisogno di non ristagnare in schemi ormai collaudati, che si accompagna alla voglia di osare e di cambiare un po’ le carte in tavola. Dico qui per non ripetermi nei prossimi numeri che gli editoriali saranno sempre molto profondi, quasi filosofici, ponendo belle riflessioni ispirate ad alcune tematiche che sono presenti nella storia contenuta nel numero in questione. Una consuetudine che adoravo.
A seguire la Pk² Mail, che per l’occasione pubblica solo lettere finte. Finte? No, che dico, reali. Solo che le firme sono tutte abbastanza note! Lol, vedere lettere scritte da Sciarrone, Scarcella, la direttora Muci, Sisto, la Cannatella è stata una cosa bellissima, perfino io conoscevo gran parte dei nomi e leggere quelle battute e quelle frecciatine con i nomi della redazione che gira per la Disney Italia era una cosa che da un lato ti faceva scompisciare e dell’altro creava un clima di convivialità che credo mai in nessun’altra rivista si sia verificato.
La storia è preceduta da Updating, la facciata in cui si analizza per ogni personaggio importante per l’avventura che si sta per leggere quello che gli è successo recentemente nelle storie immediatamente precedenti. Un ottimo modo per fare il punto della situazione, ora e in futuro.
Ducklair (Artibani, Sciarrone), infine. IL capolavoro. Questa storia mi sensibilizzò parecchio, pur avendo idea solo a grandi linee di chi fosse Everett Ducklair e tutta la sua storia alle spalle, mi coinvolse emozionalmente tantissimo, tanto che ancor oggi la considero tra le migliori storie a fumetti che ho letto, e riuscii comunque a capire tutta la vicenda qui raccontata e seppi emozionarmi moltissimo. Fu la prova definitiva per me della magia narrativa del PK World, oltre che della bravura di Francesco Artibani come sceneggiatore e di Claudio Sciarrone (pardon, Jimmy Manolesta  :P ) ai disegni.
Ma cosa succede di tanto spettacolare in questa storia?
Di per sé un grande avvenimento: Everett Duckalir è tornato dal suo esilio volontario a Dhasam-Bul e stavolta per restare, non per fare solo una capatina come in Due. Se questo sulle prima entusiasma Paperinik, presto si ricrede capendo che la Duckalir Tower ritorna la sede di affari di Everett e anche che Uno è stato disattivato. Insomma, venivano tolti i grandi simboli di PKNA, quelli che più rappresentavano la svolta rispetto al Paperinik tradizionale. Rimaneva solo lo scudo Extransformer e la Pikar, ultimo regalo da parte di Uno, che nel corso della serie provocherà più guai che altro al nostro eroe.
Oltre a queste sconvolgenti novità nello status quo, Pikappa deve anche cercare di capire i motivi per cui Everett è tornato a Paperopoli, dato che la cosa non lo convince del tutto, e nei panni di Paperino trova anche lavoro come agente in prova della Starcorp, una grande compagnia di vigilanza. Conosciamo quelli che saranno i colleghi di Paperino nei prossimi numeri, e quelli che bene o male popoleranno la vita di Paperino, che sarà un buon 40% delle storie di Pk². Conosciamo il suo superiore, Mortimer Bloom, e i colleghi Tempest Gale, Rupert Potomac e Fitzroy, che spesso seminerà zizzania.
La storia trova proprio il cuore dell’azione proprio durante il primo giorno in prova, quando nell’ipermercato Duckmall Center (visualizzato la prima volta in PKNA # 12) irrompe il Verificatore, droide comandato da Everett per stanare Paperinik. Per qualche motivo, il papero ha forse visto qualcosa nei sotterranei della Ducklair Tower che non doveva e che preoccupava Ducklair, e voleva sincerarsene. Ma cosa? Il colpo di scena è nell’ultima tavola dell’epocale avventura.
E’ importante comunque anche quel poco che su Ducklair si scopre già ora: il magnate ha il potere della telecinesi, quindi sa leggere nella mente, e ha così scoperto che Paperino e Pikappa sono la stessa persona! Ma promette di non rivelarlo a nessuno.

Insomma, sono capaci tutti di fare una bella storia mettendo 4 o 5 sconvolgimenti belli grandi e da bocca spalancata, ma occorre molto più classe a minare le certezze della serie (e del protagonista), certezze con cui spesso i fan identificavano tutta la saga, per creare un nuovo status quo in cui Paperino trova un lavoro fisso e in questo modo acquisisce importanza nella serie dedicata al suo alter ego mascherato, deve tornare in qualche modo a usare il vecchio rifugio segreto sotto casa e l’apparente nuovo nemico è un vecchio amico che ha l’ambiguità come caratteristica principale. Ci vuole anche coraggio, ovviamente, e anche mestiere nel sapere mettere in tutto in una storia dai ritmi giusti e dalle trovate il più naturali possibili. Ducklair appare quindi come un vero e proprio nuovo inizio per Pikappa, così come lo era stato Evroniani per Paperinik, in entrambi i casi senza disconoscere il passato (al contrario di Frittole) ma rinnovando lo sfondo. E lo fa con maestria, in una storia che interessa per i semi che getta, diverte per le battute e le gag, commuove (io piango sempre a rileggere l’addio di Uno) e affascina con i disegni di uno Sciarrone più in forma che mai! Tutto perfetto, tanto di cappello a una storia del genere.
Unica cosa che non ho mai capito: perché nella copertina quello che vorrebbe essere il Verificatore sembra un semaforo?!?

Novità sensibili nelle nuove rubriche sono date per esempio da Tekno Room. Sorta di contraltare serio alla PK Mail, qui i lettori non vengono bellamente sbeffeggiati ma alle loro domande più tecniche sulle vicende del fumetto viene data esauriente e spesso scientifica risposta.
Per tornare al cazzeggio, Riportage si pone come spazio only-lol, in cui si costruiscono “scoop” o reportage che spesso raggiungono i vertici del demenziale e quindi del divertimento.
Ma con Digital PK2 si ritorna seri, dato che qui si resta sul piano tecnico-scientifico per analizzare aspetti controversi delle storie del mensile.

Una nota sul retrocopertina: non è più la continuazione del disegno di copertina come in PKNA e in MM, ma è l’anticipazione del numero successivo con titolo e immagine più o meno anticipativa. Bello vedere in basso come dei titoli di coda di un film, e dai nomi si poteva capire chi sarebbero stati i protagonisti di questa nuova serie.
Serie che da questo primo numero prometteva molto bene.

Pk² # 2 – Solo Un Po’ di Paura

(http://img855.imageshack.us/img855/9127/itpk2002a001.jpg)

Il secondo numero si avvale di una strepitosa copertina di Sciarrone, migliore a mio parere di quella del primo numero, e che ci introduce alla storia “di mezzo” della trilogia introduttiva di Pk². In Solo un po’ di paura (Artibani-Sisti, L. Pastrovicchio) il lettore come Paperino deve fare i conti con lo stordimento dovuto al nuovo status quo che è iniziato il mese prima, quindi vediamo un Paperino che sogna di incontrare ancora Uno, che ricomincia a pensare in termini del suo vecchio rifugio segreto, che deve trovare un posto sicuro per la Pikar (dopo l’infelice idea del cassonetto nello scorso numero) e che deve ambientarsi con il suo nuovo lavoro. In tutto questo un misterioso nuovo personaggio, vestito con un saio che gli copre anche il volto, che si fa chiamare Profunda dai barboni di Paperopoli che vivono nel sottosuolo e che l’hanno trovato, riesce tramite una sorta di ipnosi a comandare questi senzatetto per far fare a loro quello che vuole, manipolando le loro paure. Riesce a ipnotizzare anche Pikappa, il quale è convinto che Profunda sia Everett e che ha un piano per distruggere la città. Così, in questo stato di trance, Paperinik si reca alla conferenza stampa che Ducklair ha indetto per il suo ritorno agli affari, attaccandolo e azionando un misterioso congegno che si rivela essere un risuonatore di panico.
In tutto questo, Paperinik non ci fa una bella figura, e si inimica ancor di più il magnate. Che però ha mostrato di riconoscere la tecnologia di quel risuonatore, e che continua a celare un mistero nei sotterranei della Ducklair Tower, segreto che sempre più ci appare come il motivo del suo ritorno.

Situazioni rilevanti in questa storia sono Paperinik che si ricorda della Century LTD, una vecchia fabbrica abbandonata in cui vorrebbe parcheggiare la Pkar e in cui si intravede uno strano personaggio. Inoltre appare chiaro come Angus Fangus abbia ormai spostato l’obiettivo delle sue inchieste da Pikappa a Everett Ducklair, obiettivo che perseguirà per tutta la seconda serie di PK. Infine abbiamo modo di conoscere Birgit Q e Anymore Boring, braccio destro e sinistro di Everett che lo affiancheranno in questo ritorno nella vita economica di Paperopoli. Come scopriremo in in futuro Tekno Room, Boring lavorava già per le industrie Ducklair prima dell’esilio di Everett, Birgit venne assunta da Boring stesso durante l’assenza del principale. Comunque per ora i caratteri dei due sono solo abbozzati e ci sarà tempo per specificarli meglio, anche nella loro contrapposizione.
I disegni ci mostrano un Lorenzo Pastrovicchio in fase calante, che alterna alcune tavola buone con altre in cui Paperinik e altri personaggi non sono certo ritratti benissimo. Peccato.

Rubriche nella norma.

Pk² # 3 – La Voce del Buio

(http://img339.imageshack.us/img339/8932/itpk2003a001.jpg)

E’ con La voce del buio (Artibani, Sciarrone) che la trilogia introduttiva trova il suo apice narrativo e di impostazione della nuova saga pikappica. Se Ducklair rimane insuperata come shockante inizio e Solo un po’ di paura si carica su di sé le fatiche della puntata centrale, con questa terza storia alcuni tasselli vanno al loro posto e si ha la base su cui costruire l’epopea di Pk². L’inizio è particolarmente d’effetto, con Everett che apre la cella criogenica dove era custodita sua figlia Juniper, un momento molto intenso. Lo svolgimento poi si costruisce tutto attorno alla costruzione di uno strano gigantesco aggeggio nel parco della villa di Ducklair, al trasferimento alla villa di Juniper e all’attacco decisivo di Profunda a Everett. Profunda prima cerca l’aiuto di Paperinik (mandando Hobey, il più rappresentativo dei barboni che servono la misteriosa ragazza incappucciata, a prendere in ostaggio alcuni clienti del mall in cambio dell’arrivo di Pikappa), poi decide di agire da sola, ma cadrà nella trappola che Everett le ha teso appositamente, usando i poteri telepatici di sua figlia. Perché la voce che Profunda sentiva nella sua testa era quella di Juniper, la sorella di Profunda, che altri non è Korinna, altra figlia di Ducklair. Dopo uno scontro incredibile tra padre e figlia, Juniper già sconvolta di suo si sconvolge ancor di più e Korinna fugge.
Insomma, se già dal finale del primo numero si sapeva che Everett custodiva la figlia nei sotterranei delle Ducklair Tower, la notizia che anche la misteriosa Profunda fosse prole del magnate fu sconvolgente, così come i loro poteri psichici. La storia si chiude con un inasprimento dei rapporti tra Pikappa e il suo ex-mentore, e con un Paperinik più inquieto che mai per il futuro.

La storia ci mostra l’accoppiata Pikappa-Lyla, che insieme decide di recarsi alla villa di Everett seguendo i droidi che vi stanno portando Juniper. Inoltre, appunto in questo numero esordisce la Ducklair Manor, residenza di Everett che prima non ha mai avuto bisogno di comparire con il ricco papero sempre fuori Paperopoli ma che in questa serie vedremo spesso. Inoltre iniziamo a tastare con mano i problemi che Pikappa deve affrontare senza Uno, come fare il pieno di monometilidrazina alla Pikar, e vediamo la Ducklair Universe come uno dei luoghi di rifioritura delle attività del problematico papero.
Inoltre si ritorna sul sentimento che il collega Rupert prova per Stella Nice, una commessa di un negozio del Duckmall Center, cosa che già era stata mostrata nel primo numero.
Infine, come non citare la famiglia che vediamo in auto nelle ultime due tavole? Tre personaggi del tutto simili a Homer, Bart e Lisa di una certa famigliola gialla…
I disegni di Sciarrone sono meravigliosi, da lustrarsi gli occhi, graficamente perfetti, esteticamente mirabili e sopraffini, eguagliano (e nel caso di Everett forse addirittura migliorano) la magnifica prova data nel # 1.

Con questo numero insomma le basi del nuovo corso sono gettate. Ovviamente le zone d’ombra rimangono, e sono tante, ma perlomeno le fondamenta ci sono. Un viaggio che si preannuncia interessante e maturo ha inizio…

Rubriche nella norma.          
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 7 Ott 2009, 23:28:20
Pk² # 4 – Linee di Memoria

(http://img600.imageshack.us/img600/391/itpk2004a001.jpg)

Dopo quella che possiamo interpretare come la trilogia introduttiva a questa nuova serie, ecco che Linee di memoria (Cordara, L. Pastrovicchio) si pone come una storia che da una parte si può considerare come apripista di una “quadrilogia” in cui ci si concentra nel capire il mistero delle antenna che Everett Ducklair inizia a installare per Paperopoli tramite la supervisione di Boring, dall’altra mostra una delle caratteristiche di questo nuovo corso di PK: le atmosfere urbane, che spopolano in questa serie e si contrappongono a quelle più fantascientifiche di PKNA.
Infatti Paperinik stavolta se la deve vedere con tre persone, cittadini normali, che si lasciano andare ad improvvise azioni violente. E la scia di follia continua con altre persone che impazziscono, tra cui uno che cerca di buttarsi da un palazzo imbottito di dinamite. Nel corso delle indagini, Paperinik conoscerà un certo Hired Squarie, professore universitario di sociologia delle leggende metropolitane, che ha trovato un nesso tra tutti questi tizi: tutti hanno lavorato nelle imprese Ducklair. Prima che Pikappa possa ottenere spiegazioni, ecco che un altro pazzo tiene in ostaggio una scolaresca nella metropolitana. L’azione clou del numero gira attorno a questo episodio, in cui Paperinik e una squadra Duckair guidata da Birgit Q riescono a salvare i ragazzi e a portare il folle alla Ducklair Tower insieme con gli altri affinché venga loro rimossa la causa del loro cambiamento: un chip impiantato da Ducklair nel loro cervello, capace di renderli terroristi perfetti.

In questo numero insomma sembra non andare molto avanti la trama, che invece inizia a mostrare la determinazione di Everett nel portare avanti quel che cerca, con l’installazione delle antenne per la città e con questo caso dei chip, che sembra essere stato solo un diversivo per distrarre il nostro eroe dalle antenne. Inoltre Paperinik trova finalmente quello che può considerarsi un buon nuovo rifugio, nella vecchia fabbrica abbandonata della Century che abbiamo visto nel secondo numero.
La trama di Cordara scorre abbastanza bene, i disegni di Pastrovicchio continuano la loro fase calante. La copertina di Sciarrone è invece molto bella, al solito: le copertine di questi primi numeri sono tutte splendide.

Rubriche nella norma.

Pk² # 5 – La fine della Storia

(http://img849.imageshack.us/img849/7066/itpk2005a001.jpg)

Toh, un numero che più di tutti è in continuità ideale con la prima serie. Ci sono infatti i viaggi nel tempo come tema principale, pur rispettando il fenomeno della microcontrazione, e c’è Lyla nella veste di droide della Tempolizia, cosa che in PK2 non è molto frequente… Inoltre, in La fine della storia (Cordara, Turconi) viene introdotto un nuovo personaggio, il cui nome già campeggiava dalla quarta di copertina del primo numero, nei “titoli di coda”, ossia Tyrrel Duckard. Costui è creduto un pericoloso criminale fuggito dal penitenziario, mentre è invece un tempoliozotto rimasto bloccato nella nostra epoca per colpa della microcontrazione. Di più, era il fidanzato di Lyla. E quando i due si incontrano, Tyrrel decide di chiedere aiuto proprio a lei per recuperare dalla Ducklair Enterprise i congegni che gli serviranno per costruire una macchina che li riporti a entrambi a Time 0. Peccato che Tyrrel sia invece ormai impazzito, a causa della prigionia ingiusta e del non aver potuto portare a termine la sua ultima missione, e la macchina che ha costruito serva invece per cambiare il continuum spazio-temporale, per la precisione voleva far riuscire l’esperimento Sole Freddo (PKNA # 3), che avrebbe dovuto distruggere buona parte di Paperopoli ma che l’intervento di Paperinik fece fallire, causando un errore nella linea temporale secondo Duckard. Ma Paperinik e Lyla, ancora una volta insieme, riescono a fermare il folle.

La storia si incentra più su Lyla che su Paperinik, che continua ad apparire sullo sfondo in questa serie, per motivi diversi. Intanto, mentre Lyla incontrava il suo vecchio fidanzato e Paperinik indagava su Tyrrel, Everett continua a cercare un contatto con la figlia Juniper, cercando di raccontarle del suo passato. E Lyla nel frattempo è diventata addetta stampa di Everett Ducklair. Segnalo inoltre che d’ora in poi Paperinik non potrà più godere dell’appoggio della PBI dato che la sua amica Mary Ann Flagstarr è stata sostituita da Malice Sturling, che non vede di buon occhio Pikappa. Non sarà l’unica, nel corso della serie, dato che se Angus Fangus si è disinteressato di lui si è guadagnato l’odio di Korinna, Everett, la Sturling e altri nei prossimi numeri.
I disegni di Turconi sono divini, riesce a restituire freschezza e dinamicità a Lyla avvicinandosi al tratto di Sciarrone ma dandole un piglio più sbarazzino. E anche Tyrrel viene reso molto bene.

Tyrrel Duckard era un personaggio interessante, tanto che verrà pure ripreso e frittolato in PK Frittole (PK F # 009). Peccato che in Pk² questa sia la prima e ultima apparizione. Da Grrodon sappiamo che era pronta almeno un’altra sceneggiatura con il droide protagonista, e fra qualche numero scopriremo che anche un albo lo avrebbe confermato. E il fatto che il suo nome continuasse ad esserci insieme a quelli degli altri regular nei “titoli di coda” non fa che confermare. Che fosse una sottotrama a sé stante o se si sarebbe dovuta congiungere alla trama principale non è dato saperlo, fatto sta che il destino di Tyrrel rimane misterioso.

Rubriche nella norma.

Pk² # 6 – Onde Alpha

(http://img84.imageshack.us/img84/8163/itpk2006a001.jpg)

Continuare ad “andar per campi” dando un occhio solo marginale alla trama principale non ha fatto bene. Onde Alpha (Sisti, Gervasio) non è certo una storia indimenticabile. Riallacciandosi ai temi della prima serie tanto cari a Sisti, gli alieni, ecco che qui veniamo a conoscenza di uno scontro avvenuto tra due popolazioni aliene differenti per il controllo della Terra. I vincitori hanno lasciato il nostro pianeta in mano ai terrestri ma i “perdenti” hanno lasciato un condizionatore mentale, che ai giorni nostri ha i suoi diabolici effetti sul povero Rupert Potomac, collega e amico di Paperino nella Starcorp. Paperinik deve quindi lottare contro il pacioso sorvegliante guidato dall’aggeggio alieno, avendo ovviamente la meglio. I disegni di Gervasio non sono proprio niente di che, purtroppo, non raggiungeranno i bassi livelli della terza serie ma la parabola è discendente.

Ma succede qualcosa di rilevante in questo numero? Effettivamente sì: intanto Paperinik inizia a trasferire il suo armamentario alla Century, e qui iniziamo a conoscere per bene Lyonard D’Aq, burbero guardiano della vecchia fabbrica abbandonata, che gli intima di sloggiare. Costui è davvero un personaggio tra i più interessanti creati per Pk², un anziano custode della fabbrica che avrà modo (e le qualità per farlo) di diventare nuovo alleato di Pikappa. Non potrà mai sostituire Uno, né per Paperinik né per i lettori, ma è comunque un buonissimo character.
Poi continuano a diffondersi le antenne che Everett sta facendo installare per la città, e che Paperinik guarda con sospetto. Infine, verso la fine dello scontro tra Rupert e il superpapero, il nostro salva Juniper che stava per essere ferita, e per gratitudine Everett cancellerà dalla sua memoria l’identità segreta di Paperinik. Quando si dice la riconoscenza…

Rubriche nella norma.

Pk² # 7 – Ancora Un Giorno

(http://img560.imageshack.us/img560/7374/itpk2007a001.jpg)

Se si vuole trovare il numero che chiude il secondo mini-arco narrativo di Pk², è a questo che si deve guardare. In Ancora un giorno (Sisti-Macchetto, Cabella) infatti non vediamo solo il ritorno (come si vede nella magnifica copertina di Sciarrone) il ritorno di Hobey Robson, l’uomo chiave tra i seguaci di Profunda nei numeri 2 e 3. C’è anche la conclusione della vicenda delle antenne che Ducklair ha fatto istallare per tutta Paperopoli e che, ormai l’abbiamo capito chiaramente anche nei numeri precedenti, gli permettono di leggere nella mente dei suoi concittadini. In pratica fungono da ripetitori e amplificatori della lettura della mente di cui Everett è già esperto, e grazie a questa rete a rifrazione mistica l’ambiguo papero può scandagliare le menti dei paperopolesi, presumibilmente per trovare indizi sul luogo in cui è ora la figlia Korinna. Intanto, sul fronte figlie, l’ancora fragile Juniper (anche per via dell’incidente dello scorso numero) viene affidata a Lyla, ormai collaboratrice a pieno titolo di Everett e che ne gode la fiducia, per cercare di farla ambientare a Paperopoli.
Ma mentre Paperinik tenta (senza successo) di capire la funzione di quelle antenne, Hobey (che è stato rilasciato e che è tornato a fare il vagabondo) si rende conto che il condizionamento mentale che subì da parte di Korinna non è stato senza conseguenze, dato che riesce a sentire, anche se in modo disordinato, i pensieri delle altre persone, anche grazie all’amplificazione dovuta alle antenne. Ne approfitta per tentare ci ricattare il governatore, e poi decide di prendere le difese delle antenne di Ducklair, che sono oggetto di una rivolta popolare fomentata da Angus Fangus. Ducklair e un attonito Boring stanno seguendo la vicenda, ma Everett ha un piano magnificamente geniale in serbo: far esplodere tutte le antenne, partendo dal presupposto che se una cosa spaventa la gente è meglio eliminarla e contando sul fatto che l’importante era salvaguardare i cavi, i quali sono integri e pronti per essere riutilizzati. Il tutto seguendo e pilotando eventi del caso, che è un essere che si diverte a portare sulla scena perfetti sconosciuti per un giorno, per poi farli tornare nel dimenticatoio (da qui il senso del titolo).

La storia in effetti non è nulla di che, l’animo di Everett è sempre più ermetico e Hoby non è che sia un personaggio poi così interessante. Ma il fatto che le antenna vengano distrutte è importante, inoltre si sviluppa il rapporto tra Pikappa e Lyo, dato che da quando gli ha riservato un’area tutta per lui si nel numero scorso si prodiga per dargli anche consigli, in qualità di antico aiutante supereroe. Eh già, perché un tempo Lyo era il braccio destro di  Astrongman, un supereroe degli anni ’50 che aveva il suo rifugio proprio alla Century.

Per le rubriche: La Pk² Mail diventa un bilocale in questo numero, perché aggiunge una pagina per poter contenere le lettere delle lettrici di un nuovo magazine Disney, rivoluzionario e destinato (anche se all’epoca nessuno poteva nemmeno lontanamente immaginarlo)  a raggiungere un successo planetario senza precedenti. Sto parlando di Witch, ovviamente, che all’epoca era al suo quarto numero. Facendogli la dovuta pubblicità già a partire dai numeri scorsi, ormai sempre di più il PK Team (e Vitaliano in primis) ha capito quanto può giocarci su questa cosa delle streghette, specie contrapponendo le witchers ai pkers. Qui inizia a esplodere la cosa, in uno spazio della posta memorabile.
Il Riportage ha per protagonista Bertoni, che nei panni di supereroe (panni in cui si è calato nello Speciale 00) sventa l’inquinamento nelle sue varie forme. Lol.
E’ poi presente un estratto dal RomPK, la nuova rivista di enigmistica targata PK, e un Digital Pk² dedicato alla storia della Century (che verrà smentita in PK Frittole nei primi numeri, per poi tornare a questa versione originaria verso la fine della terza serie di PK)

Pk² Speciale 01 – Duckmall

(http://image.anobii.com/anobi/image_book.php?type=4&item_id=0149b376b0ef8dfb21&time=1200933079)

Il PK Team ci tiene a continuare la fortunata tradizione degli speciali estivi, una delle tante particolarità di PK. Quindi anche se siamo alla seconda serie non occorre rinunciare a quello che per tutti i pkers è un appuntamento estivo imprescindibile. Si decide di continuare sulla scia del precedente speciale, Super, che raccoglieva alcune storie autoconclusive e prettamente ironiche e divertenti, invece che fare una storia lunga particolare come nello Speciale 99, ma forse per le particolarità di struttura narrativa di Pk² era la soluzione migliore. Lo speciale viene intitolato al luogo di lavoro di Paperino, Duckmall.
Introdotte da un Prologo (Cordara, Mastantuono) di due paginette con l’ipermercato che parla mostrando la vita che lo popola nel corso delle giornate, le storie raccolte hanno tutte a che fare con il Duckmall.
Io, Robyonte (Macchetto, A. Pastrovicchio) è una storia abbastanza inutilina, sembra che le brevi di Macchetto subiscano questo effetto. Fatto sta che Paperino che viene creduto un giocattolo e venduto strappa qualche sorriso ma niente di più. Bah.
Nei panni sbagliati (Catenacci-Petruccelli, Gervasio) gioca ancora su una situazione abbastanza assurda per creare una storia only-lol. Mortimer Bloom, Tempest Gale e Fitzroy devono fare il turno in borghese dato che le divise sono a lavare, e rincorrendo un ladro vengono ostacolati dalla clientela che li crede teppisti. Divertenti le scuse della ditta che doveva consegnargli le divise. Dimenticabile come i disegni.
Il piatto del giorno (Artibani, L. Pastrovicchio) vede come protagonisti Angus Fangus e Mike Morrighan, il giornalista di Channel 00 che da sempre è in rivalità con Angus. La storia verte su una sfida tra i due a colpi di notizia, ma l’esito sarà inaspettato. Il cliché con cui si risolve la cosa è noto, ma Artibani sa come raccontarlo.
Qualcosa che manca (Enna, Sciarrone) è probabilmente la storia migliore del numero. La meno pretestuosamente legata al centro commerciale è anche quella che non cerca di puntare solo sulla risata, che nello speciale estivo ci può anche stare ma entro certi livelli. La poetica di Bruno Enna è un tocco soave all’interno dell’albo, continua la sua indagine dell’animo di Lyla che ha toccato il vertice in Frammenti d’autunno e che riproporrà sul quarto numero di PK Frittole. Qui vediamo una Lyla smarrita in questo tempo non suo cercare un contatto che la faccia sentire meno sola. Se a ciò aggiungiamo i disegni ultra-wow di Sciarrone non possiamo che amare questa breve storia. Applausi.
Circuito… chiuso (Arrighini, Ziche) è una storia decisamente al femminile, in cui Rupert cerca di parlare a Stella Nice per invitarla fuori ma succede sempre qualcosa che lo interrompe. Il tutto commentato da voci fuori campo, ma… di chi saranno?
Un gioco da ragazzi (Ambrosio, Migheli) è, credo, la prima prova di Ambrosio sul mondo di PK. La storia non è male, vede protagonisti Everett e il suo secondo Anymore Boring, dove Everett realizza una musichetta per il Duckmall che invoglia la gente a comprare. Bellissima la frase finale sull’importanza dei telecomandi per spegnere le invenzioni.
Infine Kid’s corner (Cordara, Mastantuono) finalmente ha per protagonista Paperinik, ma in una storia abbastanza banale e stereotipata. Si salvano però i disegni di Mastantuono, sempre buonissimi.
In definitiva, lo Speciale 00 è decisamente migliore sotto moltissimi aspetti, ma lodo la volontà del PK Team di tenere viva quella che ormai era una tradizione a tutti gli effetti.

Pk² # 8 – Soltanto Un Amico

(http://img852.imageshack.us/img852/6562/itpk2008a001.jpg)

Nemmeno la magnifica copertina di Sciarrone può nascondere una raffigurazione poco interessante. In effetti la dimostrazione di quanto siano urbane le storie di questo nuovo corso di PK, oltre che nel # 4, la abbiamo qui. Soltanto un amico (Ambrosio, Gula), oltre ad essere la prima storia lunga del tanto vituperato Stefano per Pk² e per PK in generale, non aggiunge assolutamente niente alla storia di Everett, ma si pone come puro divertissement.
La trama ruota attorno a una guerra tra clan rivali a Paperopoli, i Raven e i Rats, che si combattono con armi molto avanzate, decisamente troppo, sembrano quasi militari. L’indagine di due nuovi personaggi, appartenenti alla polizia di Paperopoli, il detective Spider e la recluta O’Hara, li porta a scoprire la presenza di un microchip delle industrie Ducklair in queste super armi.  Ma Everett ha amici potenti, e sa come allentare sospetti (una volta tanto infondati) da lui e farli cadere su chi gli crea troppi problemi, Pikappa, che nemmeno a Spider sta troppo simpatico. La vita privata di Paperino entra nei problemi di Paperinik quando Fitzory tenta di far credere a Rupert che Paperino ci sta provando con Stella, dato che Stella è l’ex-fidanzata del capo di una delle due bande.

Insomma, un gran casino, in cui se da un lato Ambrosio ci regala una storia veramente molto adulta a colpi di bande rivali, armi, battute sul bere alcolici, polizia, microchip e pure solitudine (quella che prova dentro di sé Stella e quella che prova Rupert), di certo poco si amalgama con i misteri che sono stati seminati nei primi numeri di questa serie. Dal punto di vista della continuity, quello che si evolve è il licenziamento di Lyla da addetta stampa delle industrie Ducklair, in favore (come apprendiamo grazie alla rubrica Digital Pk²) di Mike Morrighan, che d’ora in poi non sarà più giornalista di Channel 00, dunque. E’ sicuramente più in linea rispetto a quello che si aspetta Everett da chi ricopre quel ruolo, devozione assoluta al capo, cosa che Lyla non poteva dare in quanto paladine della verità. Lyla sarà d’ora in poi nuovo caporedattore di Channel 00. Intanto si incomincia a intravedere che Juniper si è infatuata di Pikappa e che Spider, per quanto apprezzi l’operato del superpapero, non lo può tollerare.
Bah, una storia strana, non certo brutta, molto adulta nei temi (l’Ambrosio di una volta non scriveva sempre e solo rivolto ai bambini) ma che appare poco legata al contesto.

Per le rubriche: il Riportage presenta il delirio puro, una pseudo-inchiesta di Bertoni che in realtà si sdoppia in due persone diverse (con tanto di improbabili parrucche) per dimostrare l’esistenza di un mostro lacustre nel lago di Garbagnate. Demenzialmente divertente.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 7 Ott 2009, 23:28:50
Pk² # 9 – Gradi di Separazione

(http://img155.imageshack.us/img155/1188/itpk2009a001.jpg)

E finalmente dopo il caso antenne e altre sottotrame che si susseguivano, si ritorna in pieno nella trama principale. In Gradi di separazione (Catenacci, Barbaro) assistiamo alla scoperta che fa la divisione ricerche antartiche delle imprese Ducklair, capitanata dall’ingegnere Cardaxis (amico di Everett e colui che ha scoperto il carburante adatto per quella che sarebbe diventata la Pikar): uno strano congegno quasi sicuramente alieno, che grazie a delle didascalie capiamo essere una sonda arrivata sulla Terra alla ricerca di qualcuno fuggito da un pianeta chiamato Corona. Ma perché questo ritrovamento rende così nervoso Ducklair? Infatti il magnate insieme a Angus Fangus e Lyla si reca in Antartide per seguire personalmente gli sviluppi, che saranno molto interessanti anche se ancora parzialmente misteriosi. Comunque arriva in quelle fredde terre anche Paperinik, su richiesta della giovane Juniper che qua mostra chiaramente l’attrazione che prova per Pikappa, oltre che la sua capacità di controllo mentale e di telepatia.

Una storia che già faceva intuire ai più svegli quale potesse essere il grande segreto di Everett Duckalir dopo la scoperta delle due figlie. Gli indizi qui erano sparsi pesantemente, comunque la storia è molto appassionante e ti prende, i disegni di Barbaro dal canto loro sono ottimi nel dipingere il paesaggio ghiacciato.
I dialoghi tra Pikappa ed Everett sono studiati magistralmente.

Per le rubriche abbiamo nella Pk² Mail una lettera scritta a caso che il PK Team spaccia per test di comprensione per i lettori, e una Techo Room veramente interessante giacché per spiegare le difese mentali che Paperinik dimostra in Pk² # 6 va a riprendere lo Speciale 97, gettando semi per qualcosa che si sarebbe dovuto scoprire nei numeri successivi, ma che non verrà più approfondito…

Pk² # 10 – Altovolume

(http://img10.imageshack.us/img10/329/itpk2010a001.jpg)

La spinta che il lettore aveva ricevuto alla fine di settembre 2001 viene quasi annullata da questo decimo numero, in cui si ritorna agli argomenti di due mesi prima. Infatti Altovolume (Secchi, Urbano) sembra un secondo tempo delle vicende narrate da Ambrosio in Soltanto un amico, in cui rivediamo Spider e O’Hara che indagano ancora sui microchip Ducklair rubati. Il che ci porta a un subdolo avvocato, tale Grafton, che usa tecnho-droidi compnibili grazie ai chip per i suoi loschi fini. Tutto ciò si interseca con Tempest Gale e il suo gruppo musicale che cercano un posto dove suonare, e Paperino aiuta l’amica e collega organizzando un concerto alla Century, dove poi avverrà lo scontro con i druidi di Grafton verso la fine.
Parte divertente della storia è l’intervista di Fangus a cui Ducklair si sottopone (come da patto stipulato alla fine del numero scorso), dove il giornalista vorrebbe prendere a sorpresa il riccone con domande spiazzate che invece Everett può conoscere prima che gli vengano poste leggendo la mente di Angus. Lol! Urbano bravo ma un po’ sottotono, mi pare. Ma nelle scene d’azione, aiutato anche dalla CG, fa faville.

Per le rubriche: un Riportage speciale parla del Lucca Comics dell’epoca, che allo stand Disney vedeva convergenza tra Pk² e Witch, e la descrizione dell’evento è divertentissima, con tanto di tabella con le caratteristiche di pkers e witchers. Il Riportage canonico invece si basa sulle varie professioni lavorative. Digital Pk² si limita a descrivere invece la band di Tempest.

Pk² # 11 – Il Peso dei Ricordi

(http://img251.imageshack.us/img251/1619/itpk2011a001.jpg)

Una copertina wow di Sciarrone ci introduce ad una delle più belle storie non solo di Pk², ma tra tutte quelle che ho letto in 3 serie di PK. Dopo indizi, storie che andavano per la tangente, sottotrame e cose varie, Il peso dei ricordi (Catenacci-Cordara, Sciarrone) è un piccolo capolavoro di narrazione e di disegni. Angus, che non ha mandato giù l’esito dell’intervista a Ducklair del numero scorso, decide di recarsi a Goose Beach, paesino di pescatori dove Everett ha passato la sua giovinezza, insieme a Paperino che dovrebbe fargli da guardia del corpo ma che si occupa in realtà anche delle riprese. Realizza così uno speciale televisivo intitolato come la storia, in cui tramite documenti e testimonianze dirette il giornalista riesce a ricostruire la vita del magnate, e finalmente anche noi pkers apprendiamo la vita di Ducklair. Trovato mezzo affogato da un pescatore, viene adottato da una deliziosa coppia hippy, vive a Goose Beach e diventa un genio dell’elettronica aiutando il padre adottivo nel suo negozio. Ma un giorno, dopo che ha salvato da una tempesta il pescatore che l’aveva recuperato esanime anni prima, si è trasformato e il suo unico obiettivo è stato fare soldi. Ma quello che Angus non può sapere e che invece vediamo noi è che Everett sotto il mare trova l’astronave con cui è arrivato sulla Terra!
Rivelazione shock! La spiegazione l’abbiamo da Korinna, che si trova a Goose Beach e che viene intercettata da Pikappa. Così il nostro eroe apprende dalla ragazza come Everett sia in realtà un alieno del pianeta Corona, il cui vero nome è Zardoz, che è fuggito dal suo pianeta portando con sé le figlie, ancora bambine, e facendole crescere dentro le celle criogeniche e portando via la loro infanzia. Insomma, un essere cattivo, potenzialmente pericoloso.
Il finale è condotto magistralmente, così come tutta la storia che si compone di flashback incrociati sempre suggestivi. Alla fine non ci si può non commuovere nelle ultime due tavole, anche se si è sconvolti dalla rivelazione. Il PK Team aveva giocato la sua carta jolly, e d’ora in poi si sarebbe giocato a carte scoperte.
I disegni di Sciarrone, dal canto loro, sono qualcosa di fantastico, in alcuni punti superano la già altissima prova del # 1. Magnifico!
Per le rubriche: il Digital Pk² si concentra su alcune invenzioni brevettate da Ducklair (interessante) e il Riportage è la cronaca del viaggio che il PK Team avrebbe fatto a Bulgarograsso, ridente cittadina in provincia di Como che è diventato rapidamente un tormentone made in Vitaliano della Pk² Mail, dopo aver ricevuto una lettera (seguita anche da altre) di un lettore abitante del paese dal nome più improbabile d’Italia! Il tormentone era arrivato a tale livello di popolarità da dedicargli addirittura un servizio del genere, lol!

Pk² # 12 – Blackout

(http://img228.imageshack.us/img228/4600/itpk2012a001.jpg)

Ecco invece un numero loffio. Strano, dato che è sceneggiato dal creatore della serie. Blackout (Artibani, Migheli) vede Pikappa preda di un criminale come Cormack Trentor, che tramite la realtà virtuale riesce a trasferire la sua mente nel corpo di Paperinik. Il tutto anche per colpa di una Juniper sempre più pasticciona e ambigua, oltre che sempre più avversa la padre. Infatti nonostante Everett cerchi di far sentire sempre più a suo agio l’unica delle due figlie che ha sotto il suo controllo, addirittura affidandole un ruolo importante in un nuovo progetto delle industrie Ducklair, Juniper è sempre più rancorosa verso il genitore. Infine, per quanto riguarda Paperino, scopriamo che Mortimer sei mesi dopo sarebbe andato in pensione e a lui sarebbe succeduto uno tra Tempest, Fitzroy, Rupert o Paperino.
Parallelamente vediamo come Korinna sotto falso nome abbia trovato lavoro come baby sitter.
Una storia che oltre ad aggiungere poco alla vicenda non appassiona nemmeno più di tanto, infatti sembra essere quasi disconosciuta dall’autore con con questa avventura chiude la sua collaborazione con Pk² e con PK in generale. I disegni della Migheli, per quanto graziosi, non aiutano in quanto non li trovo adatti.

Per le rubriche: la Pk² Mail si arricchisce di una pagina per pubblicizzare e prendere in giro allo stesso tempo lo speciale invernale di Witch, il Riportage fa rotolare a terra dal ridere con la cronaca di come è andato il Lucca Comics tra Pk² e Witch, con inviato speciale Bertoni che diventa streghetta! E la paurosa foto di Sciarrone. Sciarrone che da questo numero non disegna più le copertine, che saranno d’ora in poi ad opera di Emilio Urbano.
 
Pk² # 13 – Tutto e Niente

(http://img200.imageshack.us/img200/5192/itpk2013a001.jpg)

Non c’entrerà niente con la trama principale, ma questa sì che è una gran bella storia. Non per piaggeria verso uno dei miei sceneggiatori preferiti in assoluto, ma perché Tutto e niente (Faraci, L. Pastrovicchio) è davvero una piccola gemma. L’ho letta e riletta non so quante volte, tanto mi ha colpito e mi è piaciuta. Paperinik combatte da giorni contro Morgoth, una specie di drago/dinosauro vestito con un’armatura da combattente e con un’arma mutaforma. Questo inineterrottamente, giorno dopo giorno, senza che lo status quo della situazione cambi o si sblocchi in un verso o nell’altro. A questo si aggiunge che Paperino, sia nei panni mascherati sia come vigilante alla Starcorp, è sempre più distratto, non riesce a concentrarsi sulle cose. Se infine uno strano papero di colore viene ad avvertire in modo enigmatico il nostro eroe su qualcosa che non va, allora c’è da scommettere che Pikappa è finito in un guaio grosso.
La preview nel numero precedente pubblicizzava questa storia con lo strillo “Dagli autori di Trauma”, e in effetti si ricostituisce la coppia sceneggiatore-disegnatore di una delle più belle storie di PKNA. Ma anche l’atmosfera che Tito Faraci sa inserire nell’avventura ricorda molto da vicino quella leggendaria storia, lo stesso senso di oppressione e la stessa voglia di fare introspezione nell’animo “duale” di Paperino/Pikappa. In questo senso lol la battuta “Forse avrei bisogno di uno strizzacervelli. Suppongo mi diagnosticherebbe problemi di… doppia personalità", tra l’altro a seguito di una scena a forte impatto. Paperino è smarrito e si sente incompreso. Un Paperino perfetto.
I disegni di Pastrovicchio non sono ai livelli di Trauma, ma comunque sembra porre un freno alla parabola discendente che aveva preso nei primi numeri di questa “seconda stagione” di PK.

Per le rubriche: cambiamento in Updating a livello di struttura. Da questo numero e per tutti i prossimi la pagina “riassunto” non è più suddivisa in personaggi ma è un vero e proprio sunto degli avvenimenti salienti accaduti in PK a partire dal # 1 di Pk². Poi un discorso a parte merita il Riportage, dato che descrive l’incontro di Bretoni con i Velvet, il mio gruppo musicale preferito. Quando uscì questo numero non lo erano ancora in realtà (lo sarebbero stati dal 2005 con l’uscita del’album-svolta “Dieci Motivi”), anche se già mi piaciucchiavano per alcuni pezzi, e se mi aveva fatto ridere allora figuriamoci a rileggerlo recentemente! Divertentissime le espressioni e le gag dell’illustre pelato, così come quelle dei componenti del gruppo, Pier (il frontman) in primis. Bellissimo, specie per la conclusione a cui questo incontro ha portato per Bertoni! Per quello che ne so, è l’unica volta in cui un gruppo musicale fa un’ospitata su PK (mentre su “Topolino” era ed è molto più frequente leggere servizi su vip, anche se non di questo taglio demenziale!).
E’ poi importante sottolineare quello che viene detto in Digital Pk²: il PK Team decide di rivelare in parte i progetti delle storie che sarebbero comparse su PK nei mesi successivi. Apprendiamo così che nel prossimo numero avremmo avuto una storia con Tempest (e fin qui tutto a posto), che due numeri dopo avremmo avuto la storia con il ritorno del Colonnello Neopard (che invece sarebbe arrivata tre mesi dopo in mezzo alla quadrilogia finale in cui non c’entrava una cippa… ma qui capiamo che i propositi erano di metterla prima in modo più sensato), che tre numeri dopo Lyla avrebbe incontrato di nuovo Tyrrel Duckard (!!!) e che sei mesi dopo ci sarebbe stato il ricongiungimento delle due figlie di Ducklair, promettendo “più di uno scontro”. Insomma, alla fine di gennaio 2002 il PK Team aveva in mente di pubblicare la storia di Neopard avulsa da una ipotetica quadrilogia finale, e soprattutto pensava ancora di pubblicare il ritorno di Tyrrel. L’hanno scritto nero su bianco, peccato che qualcosa è andato storto…

Pk² # 14 – L’Ultima Caccia

(http://img130.imageshack.us/img130/8982/itpk2014a001.jpg)

Penalizzata da una copertina un po’ bruttina, L’ultima caccia (Enna, Rigano) è una storia meravigliosa. Trovarsi una doppietta simile (la storia di Faraci lo scorso numero e questa adesso) faceva ben sperare i lettori, che si potevano gustare storie di qualità, anche se sempre avulse dal tema principale della serie.
Le capacità narrative e poetiche di Bruno Enna non sono estranee ai lettori di fumetto Disney e a quelli di PK in particolare, avendo regalato spesso ai pkers (prima e dopo quest’avventura) vere e proprie perle. Non si smentisce qui, dove ne approfitta per farci conoscere uno scorcio di passato di Tempest Gale, l’energica collega di Paperino alla Starcorp. Scopriamo la sua triste storia di quando era una recluta in una forza privata paramilitare, una storia di amicizia e tradimento. Ma il drammatico passato di Tempest sta per tornare in modo molto concreto, e sarà compito di un certo papero mascherato risolvere la situazione.
La storia si compone, oltre che azione, anche di frasi, concetti e situazioni molto poetici, tipici di Enna, che riesce a parlare dritto al cuore del lettore senza sembrare stucchevole o retorico, ma con la naturalezza di chi è bravo a raccontare belle storie, che ti lasciano dentro qualcosa. E a me la storia di Stevros il Gatto, vecchio amico e collega di Tempest, mi è rimasta dentro. “Non esiste una fine, se vivono i ricordi. E alcuni fanno più male di altri” è una frase che non ho mai dimenticato, e che mi commuove sempre. Applausi per Enna dunque, ma anche per il giovane Giovanni Rigano, qui alle prime esperienze nel mondo Disney dopo qualche “Ciak” e qualche storia per “Topolino”. Già qui il ragazzo sa mostrare tutto il suo talento alla prima prova su PK, un disegno moderno, cinetico, adattissimo alla natura delle tavole di PK, che lo ha fatto balzare già allora in cima ai miei disegnatori preferiti subito sotto Sciarrone.
E a proposito di disegno, è spettacolare la quarta di copertina del numero precedente, che pubblicizzava L’ultima caccia, con tre strisce che penso siano ad opera di Sciarrone veramente stupende!
Per le rubriche: per la Pk² Mail non posso non ricordare lo specchietto “La fontana di Trevi è mia!” (lol) e soprattutto lo “spazio Bettani: Bertoni presepi e decori” che segnava il ritorno di un abituè della posta pikappica.
Il Riportage si butta in demenziali teorie di cambio monetario (eravamo nei primi mesi dell’euro…)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 7 Ott 2009, 23:29:59
Pk² # 15 – Il Vero Nemico

(http://img560.imageshack.us/img560/9131/itpk2015a001.jpg)

Inizia con questo numero quella che dalla copertina viene reclamizzata come The “Quadrilogy”. Un’altra copertina anonima di Urbano ci introduce infatti a Il vero nemico (Secchi, Turconi), storia in cui è lo stesso Paperinik che camminando avanti e indietro per la Century si arrovella sulle intenzioni e sulla figura di Everett Ducklair. Insomma, in pratica è come se dicesse al lettore “dopo un sacco di numeri filler che hanno allungato il brodo mentre tu volevi saperne di più della faccenda di Ducklair oltre al fatto che è un alieno, adesso mi sono rotto anch’io e voglio andare fino in fondo”. Infatti Pikappa decreta a Lyo di voler chiarire una volta per tutte il mistero Ducklair, dà priorità a questa faccenda. E lo fa riassumento gli eventi principali dei 14 numer precedenti, analizzando Korinna e Juniper, il caso dei chip impiantati nella mente di tranquilli cittadini, le antenne a rifrazione mistica e la sonda spaziale vista in Pk² # 9. Proprio da questa il nostro eroe decide di partire, scoprendo che Birgit Q la sta portando in qualche luogo misterioso. Le scene in cui Pikappa insegue e combatte la colonna di mezzi capitanata da Birgit è molto simile a quella vista in Pk² # 3, ma per fortuna stavolta uno sviluppo inedito è la disillusione di Birgit che ormai non ha più fiducia nel suo principale, e soprattutto motivo di godimento da parte del lettore è il flashback sul passato di Everett, che apprendiamo ascoltando il racconto che l’alieno fa a Juniper per spiegarle finalmente il motivo per cui è scappato da Corona e per il quale ha portato le figlie con sé. Capiamo così che Ducklair non è brutto e cattivo ma ha agito così per sottrarre le figlie a un destino che le avrebbe private delle emozioni e di una normale vita sociale per plasmare delle regine. Insomma, nuova luce si getta su Ducklair e su tutta la vicenda, tanto che vedendo i modi duri con cui Korinna tratta i bambini a cui fa da baby-sitter (modi che la fanno licenziare), vediamo un parallelo con l’educazione coroniana.
Buona storia, insomma, che prometteva molto, e con bei disegni di Turconi. Si poteva fare di più? Forse, ma allora questo numero era stato sufficiente per galvanizzarmi.

Rubriche nella norma.  

Pk² # 16 – Capitano di Ventura

(http://img215.imageshack.us/img215/6243/itpk2016a001.jpg)

Intendiamoci, io I mastini dell’universo (PKNA # 27) non l’ho letto. Ma dopo aver letto Capitano di ventura (Sisti, fratelli Pastrovicchio) la voglia l’ho sempre avuta. La copertina stavolta è convincente, se non fosse per il fatto che questo viene considerato come il secondo episodio della Quadrilogia in corso d’opera. Peccato che questa storia non c’entri proprio nulla con l’affare Ducklair, e infatti originariamente non era da includere in questa “saga conclusiva”. Ma come apprendiamo dall’analisi di Grrodon sul Sollazzo, questa Quadrilogia è nata in fretta e furia per chiudere al volo Pk² che aveva saputo creare pochi consensi e dare spazio al nuovo progetto che già bolliva in pentola. Non stupisce quindi vedere una storia già pronta essere buttata a caso nel minestrone che si stava creando. E se non fosse che la storia parla di tutt’altro da quello che ci si aspetta, sarebbe anche molto bella. Infatti anche chi come me non aveva mai letto del Colonnello Neopard non poteva non essere divertito e appassionato dal sergente Q’Wynkennon e dal carisma di Neopard in persona. Pikappa deve andare a salvare il vecchio amico che è finito dei guai in una delle sue battaglie da mercenario spaziale, e lo fa insieme al sergente di cui sopra, il cui divertimento sta nel linguaggio. Esso infatti è all’apparenza incomprensibile, e sicuramente lo è per Paperinik, ma prestando una certa attenzione si nota una “finezza” inserita da Sisti, che presumo sia presente anche in PKNA # 27: il linguaggio del robot è dialetto milanese o comunque lombardo! La cosa risulta chiara nell’ultima vignetta a pagina 19 (“Soproh pikun tentankamee” suona come “son propi cuntent anca mi”, cioè “sono proprio contento anch’io”), così come nella pagine dopo “Halgg enò! Leyn seedifycil?” suona come “el ghè no! Lè in sì dificil?”, cioè “non c’è! E’ così difficile?”. E ce ne sarebbero a iosa di esempi così, in tutta la prima parte della storia. Questo inside joke è molto divertente, specie per la traduzione nelle didascalie che di solito rende più “dolci” alcune frasi che suonano più rudi nell’originale dialettale. Cosa analoga è successa in uno specchietto della rubrica Riportage dello scorso numero, in cui si forniva un dizionarietto italiano-alieno in cui il linguaggio extraterrestre si poteva ricondurre al dialetto milanese analogamente a quanto accade in quest'avventura.
Il divertimento è dato anche nelle prime tavole, quando l’apparizione dell’astronave fa scontrare Angus Fangus, che dà la colpa a Ducklair, con un’altra giornalista che vede come responsabile Pikappa, vecchia “vittima” proprio di Fangus. Ma non solo di divertimento vive questa bella storia, che si avvale anche di una parte di pura azione molto concitata e che comunque nasconde in sé risvolti simpatici e che fanno ridere. Una bella storia di PK, insomma, più che di Pk², inserita a caso in questo punto della continuity e questo tende un po’ a penalizzarla. I disegni dei due Pastrovicchio vede vincitore Lorenzo, che si riscatta dalle recenti cattive prove con un bel tratto, che sicuramente preferisco a quello comunque apprezzabile di Alessandro.

Per le rubriche: nella Pk² Mail una lettrice è innamorata di Bertoni, mentre nella Techno Room una pagina è dedicata al gioco PK Race.

Pk² # 17 – Nel Fuoco

(http://img543.imageshack.us/img543/8876/itpk2017a001.jpg)

Si ritorna finalmente a parlare di Ducklair family. In Nel fuoco (Macchetto, Barbaro) infatti Korinna torna ad essere una minaccia per Paperopoli dopo la tranquilla parentesi come baby-sitter. Ruba un macchinario avveniristico dai laboratori del padre e grazie ad esso può provocare improvvisi e devastanti incendi in diverse zone della città, fino a incendiare la Ducklair Manor e a ricongiungersi con la sorella, vero obiettivo di questa sortita insieme a quello di creare un po’ di danni alla città e all’immagine del padre. Il tutto è stato realizzato con la complicità di Gordon Bekko, senior vice president della Ducklair Enterprise che ha complottato insieme a Birgit Q, che cercava un modo di vendicarsi di chi l’ha manovrata senza rispetto (vedi due numeri fa). Quello di Birgit è un risvolto molto interessante, in realtà, perché quando nel finale salta fuori il suo coinvolgimento emergono molto chiaramente le caratteristiche dei due più stretti collaboratori di Ducklair, che troppo spesso sono stati lasciati sullo sfondo: Boring è il vecchio e fidato alleato del principale, vero e proprio braccio destro, grande conoscitore dell’azienda e che ha fiducia cieca nel capo, qualunque cosa faccia (vedi istruzione delle antenne in Pk² # 7). Birgit è ambiziosa e giovane, quindi crede che il suo impegno e la sua devozione non vadano sempre alimentati ma debbano raggiungere presto un riconoscimento, un attestato di fiducia… se si sente presa in giro o manovrata, attacca senza pietà e con colpi bassi. Per questo a Boring lei fa schifo ormai, dopo che solitamente la riteneva solo troppo impulsiva e “rampante” per certi atteggiamenti deleteri. Un altro numero dove la contrapposizione tra i due e quindi tra le due filosofie di gestione di un’azienda enorme come quella di Everett Ducklair è il n. 8, dove Ambrosio riesce a inserire anche questo elemento adulto in Soltanto un amico, mostrando le mosse sei due per affrontare il problema dei chip rubati.
Comunque, alla fine Pikappa riesce a distruggere la macchina, Fangus ha nuovo materiale contro Ducklair, Paperinik è sempre più perplesso sul ruolo che le figlie hanno con gli atteggiamenti di Everett e Korinna e Juniper si sono riunite. E sono più cattive che mai, l’atteggiamento di odio latente che iniziava a circolare anche nella figlia bionda già dagli ultimi numeri del 2001 sono esplosi insieme alla rabbia di Korinna. Cosa accadrà ora?

Per le rubriche: l’editoriale inizia a buttare i semi della novità, dicendo tra sconclusionate righe che qualcosa si sta muovendo. La Pk² Mail parla di gente che ha la Bertoni Card, e infine le ultime due facciate intitolate PK New Look propongono una demenziale esperienza di Bertoni agente segreto che entra in possesso di materiale top secret sulla nuovissima serie di PK! Se solo avessimo saputo cosa aspettarci, da quelle righe c’era da galvanizzarsi (oltre che da ridere) ma nessuno all’epoca avrebbe potuto immaginare…

Pk² # 18 – Affari di Famiglia

(http://img43.imageshack.us/img43/8268/itpk2018a001.jpg)

Col numero 18 della testata si chiude la serie di Pk². Durata molto poco, sicuramente meno di quelle che erano le intenzioni iniziali del progetto, la serie ha riscosso poco successo tra il pubblico dei più giovani per il target troppo adulto delle storie (che avvicinava tutto il progetto più a MM che al predecessore PKNA) e tra i pkers di vecchia data che erano troppo affezionati alle ambientazioni, ai personaggi e alle tematiche della prima, mitica saga. Questi probabilmente i motivi che hanno spinto il PK Team a chiudere anzitempo la baracca, risolvendo in modo repentino con questa fantomatica “Quadrilogia” tutti i casini della serie, cioè tutti i segreti dietro a Everett e famiglia. Affari di famiglia (Ambrosio, Gula) chiude la sequenza di quattro storie (che poi sarebbero tre, non contando l’imbucata Capitano di Ventura) in cui si parte dal fatto che Ducklair è un alieno per spiegare tutti i motivi che l’hanno spinto a fuggire da Corona con le figlie. Tre numeri fa abbiamo scoperto che la moglie di Everett, Serifa, voleva per Korinna e Juniper un futuro da regine, anche se questo voleva dire annullare le loro emozioni, e per salvaguardare le figlie Everett è arrivato sulla Terra. Ma dal numero scorso vediamo che le stesse sorelle sono molto pericolose, e ora che finalmente sono riuscite a riunirsi cosa accadrà? E’ presto detto: un losco piano delle due riesce a incastrare Everett, che viene creduto da tutto il mondo morto in un incidente aereo, mentre invece sta per essere condannato dalla sua prole, pronta a ereditare il suo impero economico per poi conquistare il nostro pianeta. Infatti le due ragazze sono ambiziose quanto la madre, e odiano il padre che le ha sottratte a un destino di comando, quindi decidono di prendersi la Terra come pianeta da dominare.
Paperinik riceve fin dall’inizio della storia la visita di un droide, che gli porta un messaggio di Everett che gli spiega come agire in caso la situazione precipiti, e prontamente il papero mascherato interviene con un’arma fornitagli dal suo ex-mentore che neutralizza i poteri di Korinna e Juniper. Insomma, battaglia o scontro poco e niente, ma Ambrosio è bravo a scrivere una storia che, in fondo, ha l’ingrato compito di condensare un finale che avrebbe dovuto prendersi tempi diversi e risvolti molto diversi. Se guardiamo ancora all’analisi di Grrodon, notiamo che la conclusione avrebbe dovuto svolgersi su Corona avrebbe visto lo scontro con Serifa, mentre qui si è dovuto rendere nemici al 100% le due figlie. Ma, dicevo, nonostante ciò la storia fila abbastanza bene, e i momenti di commozione non mancano, con la figura di un Ducklair più umano che mai.
Sul lato della vita privata di Paperino, vediamo che Rupert Potomac riesce sia a conquistare (e a fare la proposta) a Stella Nice, e inoltre guadagna i gradi di Mortimer Bloom che va in pensione, come annunciato nel # 12, e che decreta la sua scelta con un discorso che ancora mi fa complimentare con Ambrosio. Angus intanto non crede alla notizia della scomparsa di Everett, e si ripromette di indagare a fondo senza mollare la notizia, e Paperinik si chiede se questa è davvero la fine, osservando Everett che riparte per Corona riportando là le figlie perché decidano da sole il loro destino. In effetti è la fine delle “new adventures” di Paperinik targate PK, dato che il mese successivo sarebbe iniziato il Frittole, che anche se considerato come la terza serie di PK come ben sappiamo non continua questi avvenimento ma si svolge in una realtà parallela.
I disegni di Gula sono ottimi, a parte alcuni imperfezioni fornisce un’ulteriore prova della sua grande abilità che lo rende uno dei miei disegnatori preferiti, e lo si vede nel tratteggiare Pikappa, Everett e le sue due figlie.
Per le rubriche: l’editoriale annuncia sempre in tono sibillino che dal mese prossimo si cambia e che finisce un altro arco narrativo, mentre l’altra cosa rilevante è il PK Preview. Cinque facciate fitte di schizzi e bozzetti a matita, e di input più o meno chiari e più o meno vaghi su quello che sarebbe diventato PK di lì a un mese. Se leggendola allora quest’anteprima non mi aveva fatto sospettare niente (anzi, cose come il ritorno di Uno e degli Evroniani non potevano che essere cose positive), adesso col senno di poi si può vedere come il PK Team non avesse barato e avesse detto più volte che si ricominciava daccapo. Certo nessuno immaginava quanto daccapo! Il tutto costruito con la solita ironia.

Che dire a conclusione di questo lavoro? Come ho detto all’inizio, Pk² è una serie a cui sono affezionato, pure ai numeri filler, pure agli apparenti “andar per campi”, pure per i pasticci, pure per gli ultimi numeri che risentono un po’ della chiusura affrettata, fatta non solo per il poco successo di questa seconda serie ma anche in vista del videogioco “Chi è PK?” e dell’esportazione del fumetto negli USA. Ha segnato un periodo particolare della mie giovinezza preadolescenziale, l’ho apprezzato per le storie diverse da quelle di “Topolino” che proponeva e mi ha insegnato ad amare PK, il suo mondo e i suoi personaggi tanto da fidelizzarmi e farmi raccattare per quanto possibile le storie della prima saga. Ed è con questo amore che ho costruito quest’analisi, sull’onda della memoria mista a una recente rilettura degli albi, e anche per mostrare luci e ombre di questa saga. Se l’analisi che ho fatto per PK – Pikappa aveva lo scopo di rivalutare un po’ i pregiudizi verso la serie Frittole andando un po’ più nello specifico per mostrare il buono che aveva da dare, qui c’era il bisogno di andare a fondo per doverosa attenzione ad un fumetto molto adulto consideratolo come prodotto Disney, che ha avuto però una vita editoriale così travagliata e una fine così veloce che ha causato sia consensi che critiche, e anche a posteriori è difficile sentire un parere deciso su Pk². Nemmeno io lo so o voglio dare, ma spero che oltre a divulgare la conoscenza di questa serie e di queste storie, possa servire da spunto per nuove riflessioni più ragionate su questi 18 numeri.

Ringrazio infine Grrodon per la sua analisi generale sulla saga che ha fatto sul thread ne La Tana del Sollazzo e che mi ha dato molte chiavi di lettura utili per questo mio lavoro (l'ho citata più volte nel corso della mia esposizione, chiunque voglia leggerla la trova qui: http://www.ilsollazzo.com/forum/viewtopic.php?f=32&t=317#p2409 )
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Andrea87 - Giovedì 8 Ott 2009, 07:34:43
everett, tu non sei normale! ;D

ma nemmeno io lo sono, perchè me lo son letto tutto d'un fiato :D

bravo!

e adesso sotto con PKNA :dito:
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: flip - Giovedì 8 Ott 2009, 10:14:09
Mi unisco ai "non normali" ;D. Bel lavoro, complimenti!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Quaquarone93 - Giovedì 8 Ott 2009, 18:59:32
Eccellente analisi, perfetta anche (e forse soprattutto) per chi non ha avuto occasione di leggere la saga, se non per una sola puntata.
Direi che questo post, insieme a quello su PK Frittole e, volendo, quello su Mezzavilla, potrebbero essere messi in evidenza, con buona pace di tutti.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Giovedì 8 Ott 2009, 23:10:52
Ragazzi, che io non sia normale è un dato di fatto ormai, pensavo lo sapeste! :P
Comunque grazie per i complimenti, grazie anche alla "promozione" di Quaquarone, ma non esageriamo, suvvia 8-) Se mettessero in evidenza ogni analisi che mi metto a fare, la parte in evidenza diventerebbe troppo grande, visti altri progetti che bollono già in pentola. ::)
e adesso sotto con PKNA :dito:
Adesso non esageriamo! Su questo non ho le competenze, purtroppo... (non che abbia avuto chissà quali competenze per scrivere queste analisi, ma con PKNA mi mancano le fonti... :'()
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bacci - Venerdì 9 Ott 2009, 02:01:33
Sai, anch'io ho letto PK2 prima di recuperare qualche numero dei PKNA precedenti, e anche per me ha avuto un impatto fortissimo, soprattutto grazie all'atmosfera adulta che riuscivano a ricreare i disegni di Sciarrone. Dico soprattutto i disegni, perchè visto quanto ero giovane, erano quelli che mi colpivano di più. Poi però li accantonai su uno scaffale e non ne sentì quasi neanche più parlare. Ma adesso mi hai messo voglia di rileggerli tutti!

Peccato che, come MM, non abbia avuto molto successo(ma dove li prendete tutti questi retroscena editoriali sui motivi di chiusura selle testate? :))Comunque ne serbo davvero un ricordo ottimo.

Ah, dimenticavo: Complimentissimi, Everett, e un bel "mipiaceasssai"!! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: el_pikappa - Venerdì 9 Ott 2009, 11:46:23
Ho dovuto pensarci su 300 volte prima di leggere questa FANTASTICA  :D analisi del Pk2!ho dovuto pensarci su perchè considero quasta serie veramente eccezionale,anche meglio della prima serie,per i suoi toni ed intrecci di storia adulti,disegni meravigliosi (credo che uno sciarrone in questo modo non si trovi da nessuna parte...) e non particolarmente abituati con altre serie precedenti!ma sia prima che durante la lettura (con tutte quelle anticipazioni mai realizzate,come il ritorno di Tyrrel..) mi veniva quella rabbia nel pensare che questa serie sia stata chiusa così velocemente pur non meritandola,facendo spazio in futuro ad una cagata colossale cm le pk frittole (eccezion fatta per pochissimissimi numeri,in base sempre all'analisi da te fatta,che sinceramente mi ha fatto rivalutare qualcosina di questa serie,costratto a rileggere in pkcult),ma sempre cagata considero (come mio semplice parere)!! è come se si fosse rinnovato quel dolore e incazzamento di qualche anno fa,quando non riuscivo a farmene una ragione che quel num.18 era proprio l'ultimo..E pensare che ancora tutt'ora sopravvivono testate,come Witch,che pur nella sua devoluzione esce ancora mensilmente in edicola,magazine (ormai si parla di questo) che farà magari il botto in termini di vendita e che accontenta le bimbe in fase pre-adolescenziale che hanno bisogno di consigli di trucco e di sapere le ultime su zac efron,spazzando ogni residuo di storia e fumetto che si era aperto circa 104 numeri fa...Che rabbia!!!
p.s:Credo proprio che ti tocchi fare anche un'analisi di questo ormai ex-fumetto così mi spieghi il perchè... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Venerdì 9 Ott 2009, 22:04:51
bacci88, sono contento di aver trovato qualcun altro che ha praticamente iniziato le sue letture pikappiche dalla seconda serie. Non sono solo! ;) Non posso che quotarti quando dici che i disegni di Sciarrone siano bellissimi e stupendi, era davvero al massimo della forma e della sua evoluzione nel tratto, tanto da rendere i numeri 1, 3 e 11 dei veri gioielli grafici, al servizio anche di trame solide scritte dai più validi sceneggiaotori pikappici.
el_pikappa... è vero, le storie e gli intrecci di PK2 sono in genere più adulti di PKNA, ma ciò non toglie niente al valore della prima serie di PK e al fatto che molte di quelle storie hanno un grado di liricità e poetica altissimo. Certo è che però se quelle potevano comunicare alcuni grandi valori e messaggi tanto ai grandi quanto ai più piccoli, PK2 parla attraverso situazioni un po' più complesse e verosimili, ambientate in una Paperopoli più verosimile (basti pensare a Soltanto un amico, a me viene in mente sempre solo quest'esempio ma non solo in quella storia si può riscontrare quanto dico), e quindi più difficilmente apprezzabile da un bambino.
Grazie a entrambi per i complimenti alla mega-analisi ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MarKeno - Domenica 11 Ott 2009, 14:37:55
Non posso che inchinarmi, ancora una volta, alla passione e all'impegno di Everett, messi al servizio di noi altri pkers di vecchia data, nonché di futuri pkers. Ebbene sì, dico "futuri" perché credo che questa iniziativa più che lodevole, per metà recensoria e per metà nostalgica, potrebbe aver infuso in qualche forumista anche solo un po' di voglia di tuffarsi nell'universo pkappico, a vari anni dalla sua chiusura. Ecco, a costoro non potrei che dire: BUTTATEVI!!!
Buttatevi perché non ve ne pentirete. Partite dall'inizio, se potete, e finite prima della indegna "fine", se volete. E' un'esperienza fumettistica che vi segnerà e vi conquisterà. E' stato così in diretta, credo sarà più o meno lo stesso ad oggi.
E se volete la prova, guardate un po' COSA è riuscito a provocare questa epopea a fumetti in un pker come Everett. Un simile lavoro si spiega solo con una immensa passione, che può nascere solo dalla qualità più vera.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Domenica 11 Ott 2009, 16:30:30
Quoto MarKeno, e dico che merita buttarsi! Chi si fosse perso PKNA o PK2, li cerchi usati, in bancarelle o altro, ma deve farlo.
Complimenti a Everett, e non dico di più.
A parte un suggerimento...e perchè non fare MM, oppure PKNA dopo esserselo cercato in giro ( a me capitò di completare la collezione un po' d'anni fa e non fu così dispendioso).
Ottimo lavoro :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Domenica 11 Ott 2009, 21:47:58
Grazie mille anche a Markeno e a V... e condivido le vostre speranze: è ovvio che questi lavori vengono mossi da una specie di "operazione nostalgia", ma è altrettanto ovvio che se servissero a incuriosire e interessare fumettomani che non conoscevano il PK world, ben venga, ne sarò felicissimo! In fondo, è anche questo il significato di divulgazione culturale, che seppur impropriamente cerco di portare avanti nei confronti di alcuni aspetti del fumetto Disney, di certo una delle operazioni culturali più influenti dello scorso secolo. :)
@ V: sarebbe bello fare questo lavoro anche per PKNA (per chiudere la trilogia) e per MM, che avrebbe anche un numero limitato di albi e quindi sarebbe veloce... ma in entrambi i casi mancano le fonti, purtroppo, perchè se PKNA ho qualche numero sparso, di MM ho solo i primi 3 numeri del volume "Le origini". Be', quando prima o poi mi capiterà di poter raccattare queste due serie, fosse anche fra anni, se nessuno ci avrò pensato prima (ed è ben accetto) provvederò sicuramente.
Qualcuno qualche post più sopra chiedeva analoga cosa anche per Witch, che come citato nell'analisi nacque quasi in contemporane con PK2. Lì è ancora peggio, non ne presi nemmeno un numero mai, causa scarsissimo nteresse verso quel fumetto e quel genere. Cosa che permane tutt'ora. Quindi quell'analisi nn vedrà la luce, almeno per mano mia.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: PORTAMANTELLO - Domenica 11 Ott 2009, 22:08:07
sarebbe bello fare questo lavoro anche per PKNA (per chiudere la trilogia) e per MM

O_O
Ero convinto di averla postata, la retrospettiva di MM!
Invece l'avevo salvata per intero sul pc, che poi ho dovuto resettare... non credo di avere un back-up da qualche parte, però una controllatina ora la do...

Per PKNA: è ben lungi dall'essere completa, però ci sarebbe questa retrospettiva sollazzosa (http://www.elikrotupos.com/sollazzo/viewtopic.php?f=3&t=324&start=0), sparsa nel topic...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: el_pikappa - Lunedì 12 Ott 2009, 07:00:35
Citazione
Qualcuno qualche post più sopra chiedeva analoga cosa anche per Witch, che come citato nell'analisi nacque quasi in contemporane con PK2. Lì è ancora peggio, non ne presi nemmeno un numero mai, causa scarsissimo nteresse verso quel fumetto e quel genere. Cosa che permane tutt'ora. Quindi quell'analisi nn vedrà la luce, almeno per mano mia.

sono stato io a proporlo.. ::) ..se non ti ha mai dato interesse dall'inizio che era una vera e propria fantastica serie (che ti consiglio comunque di leggere,almeno i primi 3/4 capitoli),figurati adesso se ti potrà interessare visto lo stile "porcheroso" dv è arrivata..

Citazione
Non posso che inchinarmi, ancora una volta, alla passione e all'impegno di Everett, messi al servizio di noi altri pkers di vecchia data, nonché di futuri pkers. Ebbene sì, dico "futuri" perché credo che questa iniziativa più che lodevole, per metà recensoria e per metà nostalgica, potrebbe aver infuso in qualche forumista anche solo un po' di voglia di tuffarsi nell'universo pkappico, a vari anni dalla sua chiusura. Ecco, a costoro non potrei che dire: BUTTATEVI!!!
Buttatevi perché non ve ne pentirete. Partite dall'inizio, se potete, e finite prima della indegna "fine", se volete. E' un'esperienza fumettistica che vi segnerà e vi conquisterà. E' stato così in diretta, credo sarà più o meno lo stesso ad oggi.
E se volete la prova, guardate un po' COSA è riuscito a provocare questa epopea a fumetti in un pker come Everett. Un simile lavoro si spiega solo con una immensa passione, che può nascere solo dalla qualità più vera.

quoto in pieno!!anzi quasi quasi m sentirei invidioso...vorrei nn averlo mai letto,proprio per rivivere il piacere della conquista e della curiosità della prima volta...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MarKeno - Lunedì 12 Ott 2009, 15:51:59
vorrei nn averlo mai letto,proprio per rivivere il piacere della conquista e della curiosità della prima volta...

"Voglio tornare vergine, ogni volta che io ce ne ho voglia", canta il poeta. Eeeh, la macchina del tempo di Zapotec e Marlin, quanto sarebbe bella da usare! Però nisba, ovviamente. E allora posso dire che io sono contento, di più, entusiasta, di avere vissuto quelle emozioni quando è stato il tempo giusto. Ricordo con che trepidazione aspettavo il 20 del mese... cose perdute, certo, ma che bello averle trascorse!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: dany91 - Lunedì 12 Ott 2009, 23:09:04

"Voglio tornare vergine, ogni volta che io ce ne ho voglia", canta il poeta. Eeeh, la macchina del tempo di Zapotec e Marlin, quanto sarebbe bella da usare! Però nisba, ovviamente. E allora posso dire che io sono contento, di più, entusiasta, di avere vissuto quelle emozioni quando è stato il tempo giusto. Ricordo con che trepidazione aspettavo il 20 del mese... cose perdute, certo, ma che bello averle trascorse!
io in genere se amo tanto un fumetto evglio trovare le stesse emozioni che mi ha dato la prima volta, lo leggo dopo tanto tempo finchè quasi me lo dimentico... ci godo comunque...un po cm i film e giochi
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Duck Fener - Giovedì 22 Ott 2009, 16:20:30
Non sapevo l'avessero pubblicizzato anche in TV:

[media]http://www.youtube.com/watch?v=G-EZ7xK1dVs[/media]
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: el_pikappa - Giovedì 22 Ott 2009, 18:33:06
Citazione
Non sapevo l'avessero pubblicizzato anche in TV

mi sembra una cavolata,qualcosa organizzata da qualcuno..ne su italia 1 ne su jetix o raisat  hanno mai trasmesso sta cosa..
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Pacuvio - Giovedì 22 Ott 2009, 18:38:28
No, no... è autenticissimo! Ricordo che ai tempi lo vidi su Mtv (visto che io non ho mai avuto Disney Channel)... e poi non hai notato chi è che ha caricato il video su You Tube? ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DoNotBend - Venerdì 23 Ott 2009, 18:43:50
Complimenti per la passione e l'ottimo lavoro Everett! :D
Non è apprezzata come la "Prima Serie" ma anche lei ci ha regalato emozioni! Specialmente il nuovo e ritrovato utilizzo Di Everett Ducklair (personaggio heh).

Ammetto di aver saltato la recensione del numero #11 non mi voglio spoilerare poiché il numero in questione non è mai stato in mio possesso, ero un'abbonata e non mi arrivò mai °_° L'unico numero mancante nella mia collezione °_°
Ricordo di aver mandato per sbaglio la prima mail di reclamo al pkteam invece del servizio apposito e loro mi risposero cattivissimi e acidissimi! XD Dopo vari reclami al giusto settore continuò a non arrivare... a quanto pare si è sempre perso per posta °_° oppure un vicino dispettoso >:( o magari un bizzarro ometto collezionatore di soli numeri #11 di Pk2 faceva le poste sotto casa mia per rubare tutte le mie copie ù_ù ormai ho varie teorie, queste sono le meno strane lol
Comunque, mi sono incaponita e nel corso degli anni non l'ho mai comprato! XD (sto ancora aspettando il numero nonostante abbia cambiato casa lol) Rimedierò forse quest'anno?! Chissà... :-o *suspance*

Ho comunque avuto la mia dolce vendetta più avanti... MUHAHA-bè, più o meno. °_°

Sono un po' scioccata dalla pubblicità di PK... o_o
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: el_pikappa - Sabato 24 Ott 2009, 15:32:02
Citazione
Complimenti per la passione e l'ottimo lavoro Everett!
Non è apprezzata come la "Prima Serie" ma anche lei ci ha regalato emozioni! Specialmente il nuovo e ritrovato utilizzo Di Everett Ducklair (personaggio heh).

Ammetto di aver saltato la recensione del numero #11 non mi voglio spoilerare poiché il numero in questione non è mai stato in mio possesso, ero un'abbonata e non mi arrivò mai °_° L'unico numero mancante nella mia collezione °_°
Ricordo di aver mandato per sbaglio la prima mail di reclamo al pkteam invece del servizio apposito e loro mi risposero cattivissimi e acidissimi! XD Dopo vari reclami al giusto settore continuò a non arrivare... a quanto pare si è sempre perso per posta °_° oppure un vicino dispettoso  o magari un bizzarro ometto collezionatore di soli numeri #11 di Pk2 faceva le poste sotto casa mia per rubare tutte le mie copie ù_ù ormai ho varie teorie, queste sono le meno strane lol
Comunque, mi sono incaponita e nel corso degli anni non l'ho mai comprato! XD (sto ancora aspettando il numero nonostante abbia cambiato casa lol) Rimedierò forse quest'anno?! Chissà... :-o *suspance*

Ho comunque avuto la mia dolce vendetta più avanti... MUHAHA-bè, più o meno. °_°

Sono un po' scioccata dalla pubblicità di PK... o_o

ahaha..visto la storia che racconti,il personaggio non è solo everett..comunque benvenuta!!!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MarKeno - Sabato 24 Ott 2009, 15:36:32
Ho comunque avuto la mia dolce vendetta più avanti... MUHAHA-bè, più o meno. °_°

Raccontaraccontaracconta!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DoNotBend - Lunedì 26 Ott 2009, 00:22:35
ahaha..visto la storia che racconti,il personaggio non è solo everett..comunque benvenuta!!!
lol Grazie! ô_o

 ;D ;)

Raccontaraccontaracconta!
C'era una volta-scherzoscherzo XD

Tutto cominciò con "Pk - Pikappa".
Il numero 007 sarebbe dovuto essere il mio ultimo fumetto pikappico in quanto decisi di NON rinnovare il mio abbonamento. Lo comunicai al servizio apposito 8-) ma -sorpresasorpresa- Pikappa continuò ad arrivare! E non parlo di qualche numero ma tutto Pikappa + 2-3 ristampe senza pagare! XD
Ora, normalmente avrei chiamato/mandato email per mettere fine al pastrocchio MA ero in fase vendetta e così non fu.

Alla fine ho dunque avuto la mia rivalsa -parziale-... si tratta pur sempre di PK FRITTOLE!! X__X

... ma è davvero così?!

Possibile che in tutto quel tempo non si siano mai accorti di nulla?! Lo avranno fatto apposta - per provocarmi ancora di più! è_é cosa non si fa per non sprecare carta da buttare via! Pensateci, 2 piccioni con una fava: schernirmi e tenere pulito l'ambiente. DAMN YOU servizio abbonamenti!! *pugno al cielo* cospirazioneeee! XD


Morale della favola: avrei preferito un solo numero #11 di PK2 invece di (quasi) TUTTO PK Frittole (+ ristampe XD) gratis! ;D


Ora dovrei dire qualcosa inerente al topic, sono pesantemente OT.
uhm
ehm
Leggete PK o criceti giganti invaderanno invadranno invad-entreranno con la forza nella vostra stanzetta! :-B

Scusate, dopo la mezzanotte divento più sciocca del solito! :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: dany91 - Lunedì 26 Ott 2009, 17:00:07
lol Grazie! ô_o

 ;D ;)

C'era una volta-scherzoscherzo XD

Tutto cominciò con "Pk - Pikappa".
Il numero 007 sarebbe dovuto essere il mio ultimo fumetto pikappico in quanto decisi di NON rinnovare il mio abbonamento. Lo comunicai al servizio apposito 8-) ma -sorpresasorpresa- Pikappa continuò ad arrivare! E non parlo di qualche numero ma tutto Pikappa + 2-3 ristampe senza pagare! XD
Ora, normalmente avrei chiamato/mandato email per mettere fine al pastrocchio MA ero in fase vendetta e così non fu.

Alla fine ho dunque avuto la mia rivalsa -parziale-... si tratta pur sempre di PK FRITTOLE!! X__X

... ma è davvero così?!

Possibile che in tutto quel tempo non si siano mai accorti di nulla?! Lo avranno fatto apposta - per provocarmi ancora di più! è_é cosa non si fa per non sprecare carta da buttare via! Pensateci, 2 piccioni con una fava: schernirmi e tenere pulito l'ambiente. DAMN YOU servizio abbonamenti!! *pugno al cielo* cospirazioneeee! XD


Morale della favola: avrei preferito un solo numero #11 di PK2 invece di (quasi) TUTTO PK Frittole (+ ristampe XD) gratis! ;D


Ora dovrei dire qualcosa inerente al topic, sono pesantemente OT.
uhm
ehm
Leggete PK o criceti giganti invaderanno invadranno invad-entreranno con la forza nella vostra stanzetta! :-B

Scusate, dopo la mezzanotte divento più sciocca del solito! :D
lol magari fosse successo a me... io ho comprato da un signore di questo forum gentilissimo tutto in blocco pk-pk2-pikappa... ora sto leggendomi la terza serie per prima visto che è più scadente e poi comincio la prima...  :D

Così è meglio, anche perchè cmq la terza serie la vedo ben migliore di tante altre storie di paperinik attuali...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MarKeno - Lunedì 26 Ott 2009, 23:00:04
io ho comprato da un signore di questo forum gentilissimo tutto in blocco pk-pk2-pikappa... ora sto leggendomi la terza serie per prima visto che è più scadente e poi comincio la prima...  :D
 

E termini quindi con l'ultimo numero di pk2? Beh, non c'è che dire, un ordine di tutto rispetto! Solo, mi raccomando, anzi MI RACCOMANDO, non abituarti agli standard di Pk-frittole! Cioè, leggiti pure questa terza serie per prima, poi dimenticala egregiamente, tipo car-can, tanto per restare in tema, e gettati a tabula rasa sul resto. Non portarti dietro nemmeno un po' di strascico, di eredità frittolica: il meglio deve assolutamente arrivare!

PS: grazie per l'aneddoto, DNB!  ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Domenica 27 Dic 2009, 20:04:48
PK2. Anch'io iniziazi le mie letture pikappiche con questa bellissima serie, nell'ormai lontano 2001, purtroppo non dal 1° numero, ma dal sesto, e tuttora non ho ancora recuperato quei primi cinque numeri (ma ancora per poco). Beh, che dire, una serie veramente di qualità, con storie adulte, complesse e quasi mai banali (ricordo che all'epoca non ci capivo quasi nulla, avevo 11 anni), che approfondiva il lato psicologico di personaggi come Everett o le figlie. E che, pur essendo la continuazione naturale di PKNA, ne era diversa sotto parecchi aspetti. L'atmosfera dark, con molta influenza cyberpunk, l'ambientazione metropolitana delle storie, la continuity molto stretta. Probabilmente sono stati proprio questi i punti che non soddisfarono pienamente parte dei vecchi lettori, cosa che personalmente ancora non capisco, dato che avendo letto entrambe le serie, anche se non integralmente, non riesco a trovare punti in cui questa seconda serie sia così drasticamente inferiore a PKNA tanto da suscitare tutte queste critiche.
Per quanto riguarda il finale, non posso che essere daccordo sul fatto che sia quantomeno frettoloso, anche se nel complesso della sua natura, non è affatto un finale malvagio e tutt'altro che banale, migliore senz'altro di come sarebbe stato un finale in cui PK spaccava tutto e tutti vivievano felici e contenti.
Insomma, una gran bell'opera, che non ha avuto ciò che meritava,  soprattutto a causa dell'imposta apertura di quell'orribile "cosa" che fu PK-Frittole.

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: dany91 - Domenica 27 Dic 2009, 20:54:36

E termini quindi con l'ultimo numero di pk2? Beh, non c'è che dire, un ordine di tutto rispetto! Solo, mi raccomando, anzi MI RACCOMANDO, non abituarti agli standard di Pk-frittole! Cioè, leggiti pure questa terza serie per prima, poi dimenticala egregiamente, tipo car-can, tanto per restare in tema, e gettati a tabula rasa sul resto. Non portarti dietro nemmeno un po' di strascico, di eredità frittolica: il meglio deve assolutamente arrivare!

PS: grazie per l'aneddoto, DNB!  ;)
lo so... e infatti lo farò...XD
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 24 Feb 2010, 12:46:24
Ho riletto con attenzione proprio in questi giorni l’intera serie di PK2, anzi, alcuni numeri devo dire di averli letti ben più di una volta, per cercare di capire al meglio ogni singolo particolare della intricata vicenda Ducklair che si è dipanata sulle pagine di quei numeri, e per poter quindi sottoporre questa seconda serie pikappica ad una più attenta e oggettiva analisi cercando di evidenziarne sia i pregi (molti) che i difetti (indiscutibili, come ogni cosa che si rispetti).
Innanzitutto vorrei dire che per me questa serie ha significato qualcosa di incredibile, un tipo di fumetto che non avrei mai creduto poter trovare su una pubblicazione Disney (l’ho letto prima di PKNA), un utilizzo di Paperinik che mi ha entusiasmato, e per questo devo ammettere di amarla particolarmente, anche se, come detto sopra, tenterò di metterne in luce sia i lati positivi che quelli negativi.
I primi tre numeri della serie costituiscono una sorta di trilogia introduttiva, nella quale PK si vede stravolgere le abitudini da parte di Everett e dove si gettano le basi della trama principale grazie all’alone di mistero attorno a Ducklair. L’episodio debole tra questi è sicuramente il secondo, a causa di una trama un po’ vuota e dei disegni di un Pastrovicchio troppo sottotono. Al contrario il #3 contribuisce a gettare un po’ di luce sulla vicenda, presentando entrambe le figlie di Everett. I due numeri successivi sono più autoconclusivi dei precedenti. Il #4 è ancora molto legato alla trama principale e serve ad aumentare il mistero nel quale è immerso Ducklair, mentre il #5 è una storia bellissima, ci presenta una vicenda con un soggetto e un’ambientazione alla Blade Runner, molto legata alla prima serie, in cui riappaiono i viaggi nel tempo, e in cui l’esplorazione dei sentimenti di Lyla è resa in modo stupendo. Da qui in poi la qualità della serie comincerà a scendere, probabilmente perché arrivati nella fase centrale, in cui la tensione dei primi numeri può alleviarsi in luogo di storie condite con meno suspense, fase calante che si concluderà, a mio parere, con il #11. Onde Alpha è una storia banale e infantile, in cui succede ben poco d’interessante. Le due successive, Ancora un giorno e Soltanto un amico, rialzano la qualità, anche se le vicende della trama principale sono narrate più superficialmente, preferendo focalizzare l’attenzione su altri avvenimenti minori, che però non necessariamente devono essere considerati non interessanti. A questo proposito vorrei spezzare una lancia in favore del #8, Soltanto un amico, che pur essendo solo sommariamente legato alla vicenda Ducklair, ci mostra una storia molto adulta, ben sceneggiata e disegnata, pur essendo sostanzialmente un’autoconclusiva. Il # 9, Gradi di separazione, è il numero degli indizi a profusione. Si cominciano a svelare piccoli particolari che possono far  intuire sviluppi futuri. La storia è però a mio parere debole sotto il profilo della sceneggiatura, troppo ostica e complicata, e soprattutto dei disegni di Barbaro, assolutamente inadatti. Il numero successivo invece è decisamente fuori luogo. Dopo un numero tanto legato alla trama principale, si torna prepotentemente alle vicende metropolitane già viste due numeri fa, con risultati però stavolta decisamente più banali e meno interessanti. La qualità della serie si rialza però improvvisamente con il capolavoro Il peso dei ricordi, sceneggiato in modo perfetto e disegnato divinamente da uno Sciarrone al massimo della forma, numero che svela finalmente l’identita dell’enigmatico Everett, che si rivela essere un alieno fuggito dal pianeta Corona portando con se le due figlie. Pur in un periodo che vedrà produrre ottimi numeri, ci si trova di fronte al #12, Blackout, altra storia piuttosto piatta e poco originale, che ha il solo pregio di mostrarci l’affiorare dell’odio di Juniper verso il padre con un certo anticipo rispetto agli ultimi numeri. Per fortuna che dopo questo passo falso arriverà una coppia di numeri decisamente belli. Tutto e niente, #13, è una storia completamente slegata dalla trama principale, in cui Paperinik si scopre imprigionato nella realtà virtuale da una strana intelligenza artificiale e costretto a compiere ripetutamente le stesse azioni. La sceneggiatura di Faraci è da Oscar, le vignette che rappresentano i pensieri di PK sono encomiabili, tutto il numero è intriso di una profonda introspezione psicologica che sembra più trattare di Paperino che di Paperinik. E dopo aver goduto questa fantastica avventura, ci viene proposto il bis con L’ultima caccia, opera dell’immenso Enna, storia matura e poetica, profonda e commovente, oltre che meravigliosamente disegnata dal giovane Rigano, che si dimostra quasi ai livelli di Sciarrone. Gli ultimi quattro numeri costituiscono la Quadrilogia finale, nella quale, esclusa la pur ottima Capitano di ventura, la vicenda si avvia alla conclusione. In questi numeri scopriamo che Ducklair non ha affatto cattive intenzioni, ma anzi vuole proteggere le figlie dalla madre, che è sarebbe disposta a barattare le loro emozioni per assicurare loro il comando sul loro pianeta. Il problema è che esse non sono d’accordo con il padre e fino all’ultimo tentano di  metterlo fuori gioco, fino all’intervento di PK, su richiesta dello stesso Everett, che riesce a fermare il loro intento. La storia si conclude con il ritorno di uno sconfitto Everett su Corona, portando con sé le figlie, pur sapendo che andrà sicuramente incontro ad un triste destino.
Insomma la trama è sviluppata bene, il difetto principale è però la fretta con cui la serie è stata chiusa in favore dell’apertura dell’orribile terza serie, svolgendo troppo velocemente avvenimenti che certamente avrebbero dovuto beneficiare di altri tempi. Il finale comunque non è malvagio, è tutt’altro che banale, anzi, io penso che faccia molto riflettere il fatto che le figlie di Everett rifiutino in questo modo il gesto del padre, arrivando addirittura a tentare di ucciderlo. Il problema secondo me per cui questa serie non è stata apprezzata molto dalla “vecchia guardia” è il fatto che alle battaglie spaziali spettacolari e alle avventure avvincenti della prima serie, siano state sostituite le storie più psicologiche e riflessive di questa, provocando una certa sorpresa e una certa delusione.
A mio parere la serie è più che valida, la maturazione del protagonista e degli altri personaggi è sicuramente un aspetto positivo, certo non mancano episodi mediocri di cui si sarebbe fatto volentieri a meno, ma anche in PKNA erano presenti episodi di minor qualità. Direi quindi che non mi sembra giustificabile criticare in modo eccessivo questa serie che, nonostante tutto, ci ha offerto altre fantastiche avventure del nostro supereroe preferito.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 24 Feb 2010, 21:37:08
Non posso che concordare in toto con l'analisi di Vertighel, il quale ha saputo davvero riassumere in un bel post delle (da me) condivisibili considerazioni generali su PK2.
Quoto un po' tutto, soffermandomi proprio sulle ultime righe, che appoggio proprio in pieno: anch'io penso che il minor successo della seconda serie delle avventure pikappiche sia dovuto alla abbastanza netta differenza di narrazione, se così posso dire. Se in PKNA c'era fantascienza a badilate, scenari spaziali, scontri con alieni e viaggi temporali, qui si cerca di portare il tutto ad un livello più introspettivo-psicologico-filosofico che a me gusta particolarmente, e questo giustifica cosa intendevo quando blateravo di un tsglio più "adulto" rispetto alla prima serie.
Mah, sarà che anch'io ho conosciuto PKNA dopo PK2, comunque condivido e faccio i complimenti a Vertighel per questa ottima e lucida analisi! :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 24 Feb 2010, 22:49:36
Ti ringrazio molto per i complimenti Everett, mi fa piacere vedere che, finalmente direi, c'è qualcuno che la pensa come me su questa seconda serie,
Non puoi pensare quanto mi faccia male vedere certi commenti, pochi per fortuna, in cui PK2 è descritta quasi alla stregua di PKFrittole (ne ho letti un paio che dicevano che era addirittura peggio!!!).
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Giovedì 25 Feb 2010, 11:54:30
Non posso che quotarvi entrambi. Anch'io non esito a mettere la seconda serie allo stesso livello della prima, in quanto c'è più continuity e tematiche più complesse.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MarKeno - Giovedì 25 Feb 2010, 13:29:20
Sono assolutamente convinto che il fattore "esordio" conti terribilmente, ma non posso che quotare i vostri pareri, nella misura in cui mettono in buona luce questa saga che merita asslutamente di essere letta.
Sono convinto che i fattori messi in luce da Leonard siano corretti e, in linea di massima, coincidano anche con le ragioni di insuccesso della serie. PKNA aveva creato un piccolo mondo fidelizzatissimo ma anche ben cristallizzato. "Uccidere uno", eliminare personaggi chiave come Razziatore, Xadhoom, Due (seppur con chiusure meravigliose!) e virare i toni dalla fantascienza spaziale/viaggi temporali all'introspezione urbana ha senza dubbi lasciato scontento lo zoccolo duro dei pkers.
Io non ero tra questi. PK2 mi è piaciuto, non tanto quanto PKNA (fattore "esordi", raga, fattore "esordi"!!!) ma paragonarlo o anche solo accostarlo da lontano a PK3 è ERESIA.
Un ultimo appunto sul finale: la frenesia con cui si chiude, la rapidità con cui si termina la serie, elementi visti come parziali difetti da Leonard sono secondo me dovuti SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al calo di vendite e all'idea di correre ai ripari con il frittolume. A mio avviso, la serie sarebbe potuta e dovuta continuare ancora a lungo, ma per motivi di forza maggiore è stata messa una robusta toppa e si è chiuso il tutto. Stesso identico discorso per MMMM, altra testata che per motivi analoghi non è stata troppo gradita dai lettori (è adorata da pochi altri!) e chiusa bruscamente.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Giovedì 25 Feb 2010, 14:06:29
Ti dirò Marco, come ho già scritto prima il finale mi è sempre sembrato buono, soprattutto faceva molto riflettere, soltanto la serie non avrebbe dovuto interrompersi lì. Sembra che prima che fosse decisa la chiusura, si pensava ad un finale simile a quello attuale, salvo poi preventivare una trasferta di PK su Corona in cui chissà cosa sarebbe successo. Ora il vero problema resta la riattivazione di Uno, ecco questa è stata proprio una boiata, non aver riservato una paginetta UNA alla sua riattivazione. Ora mi chiedo: sarebbe così oneroso per la Disney pubblicare uno speciale (non di più, uno basterebbe) dove si ripari a questa mancanza, magari mostrando anche il ritorno di Everett sulla Terra? Non so voi, ma io ci spero sempre.

Citazione
Io non ero tra questi. PK2 mi è piaciuto, non tanto quanto PKNA (fattore "esordi", raga, fattore "esordi"!!!) ma paragonarlo o anche solo accostarlo da lontano a PK3 è ERESIA.
[quote\]

Parole sacrosante!!!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MarKeno - Giovedì 25 Feb 2010, 16:23:26
E così siamo tornati alle utopie, da cui poi era tutto partito. Uno speciale di raccordo, tu dici... impossibile, secondo me. Andrebbe pubblicizzato (un numero solo non ha troppa visibilità) e sarebbe diretto a persone che acquistavano fumetti disney dieci anni fa, quindi con tutta probabilità non lo fanno più ora (almeno non con continuità).
Sarebbe forse più logico (ma si parla sempre di utopie) una nuova serie. Da tanto, tantissimo tempo (a mia memoria) non si vede un progetto simile in Disney. Testate di ristampe, ma nessuna saga nuova che faccia storia a sé. Si potrebbe partire proprio da un revival di PKNA, capace di attirare vecchi fan e nuovi adepti. Un trait d'union che chiuda le parentesi rimaste aperte. Forse 50 numeri sarebbero eccessivi, ma 12 (un anno!) salterebbero fuori di certo. E saremmo di nuovo a fare la posta alle edicole il 20 del mese... ;)

Ma basta sognare. Altrimenti l'OT si propaga e riesco a creare un "fuori tema" incrociato tra PK e le utopie che nemmeno l'Ariosto coi suoi chiasmi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Giovedì 25 Feb 2010, 18:28:29
Concordo con le considerazioni di Markeno.
Il fattore finale... anch'io come Vertighel non lo schifo, mi è sempre parso un buon finale, stonava solo la "falsa quadrilogia" in tutto il disegno... ma è comunque storia nota che la serie era progettata per andare ben oltre i 18 numeri che abbiamo effettivamente avuto, addirittura sul Reportage del numero di dicembre (o gennaio) si faceva anticipazioni che prevedevano una storia col ritorno di Tyrrel Duckard, oltre che il finale su Corono a cui allude Vertighel.
Uno speciale che spieghi tutto? "Dolce sognar e lasciarsi cullar nell'incanto della notte" (cit.), certo è il sogno di moltissimi Pkers (così come una nuova serie anche di un numero limitato di uscite come dice Markeno) ma non credo sia l'intenzione della Disney Italia. Dal resoconto dell'ultima çucca Grrodon ci ha mostrato come Sisto ha ancora nella mente e nel cuore i fasti pikappici e più volte ha sognato di realizzare qualcosa, ma non nasconde la complicatezza del progetto. Però sul libro della mostra "Da Paperinik a PK" lo stesso Sisto insinua che il personaggi è sempre pronto a nuove esperienze, se chiamato...
Bah, temo che dovremo tenerci quello che abbiamo e accontentarci.
Intanto ne approfitto per dire che oggi sono riuscito a trovare il n. 5 di PK2. Finalmente possiedo tutta la collezione della seconda serie delle avventure pikappiche. I numeri dal 2 al 5 (+ lo Speciale) infatti ai tempi di uscita li lessi a scrocco, ma non li ho mai posseduti fino a quest'ultimo mese! Quando avrò un po' di tempo quindi rileggerò la mia maxi-analisi che ho fatto nella prima pagina di questo topic e nelle recensioni di questi numeri, se noto imprecisioni dovute al fatto che quando le ho scritte andavao sull'onda dei ricordi e della memoria, correggo e/o amplio.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Giovedì 25 Feb 2010, 19:36:27
Eh, lo so, ragazzi, è un sogno, ma sognare non costa nulla. Quello che pensavo è che se proprio la Disney non volesse far partire una nuova serie potrebbe riparare la lacuna con un volume speciale singolo. Ehhh utopia!!!

PS: Everett non ti preoccupare, ho letto tutta la tua analisi e non ci sono imprecisioni. E' un vero capolavoro.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 1 Mar 2010, 20:55:49
Piccolo OT:
Ragazzi stavo pensando, visto che esiste il topic per PK2 e anche quello per PKFrittole (!), mi sembra inglorioso per il mitico PKNA che non gli sia dedicata una discussione generale in cui raccogliere le recensioni e i commenti di tutto il forum. Potremmo fare le recensioni di ogni numero facendone un po' per uno piano piano. Che ne dite?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Miriam - Martedì 30 Mar 2010, 23:38:27
dico che mi sembra un'ottima idea, visto che ho tutti e 56 gli albi di pkna ed è una saga fantastica, non si può non parlare di questa magnifica serie. poi ho letto tutti i pk2 e i pikappa belli, ma la mia preferita sia per gli ottimi disegni che per la trama è pkna!!

W pkna! miticooooooo:):)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 31 Mar 2010, 19:49:51
Be, io sarei dispostissimo ad aprire un topic di recensioni su PKNA se sapessi che c'è qualcuno interessato al progetto e che avesse voglia di fare qualche recensione.
E ovviamente se i moderatori sono d'accordo, visto che si parla di recensire una serie chius ormai quasi 10 anni fa.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Domenica 16 Mag 2010, 12:20:42
Faccio lo stesso che ho fatto per PK Frittole: riesumo il topic su PK2 per affiancarlo a quello su PKNA in corso.
Un doveroso omaggio a Everett, e a Leonard, che ha raccolto la sfida.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Domenica 16 Mag 2010, 23:08:37
Faccio lo stesso che ho fatto per PK Frittole: riesumo il topic su PK2 per affiancarlo a quello su PKNA in corso.
Un doveroso omaggio a Everett, e a Leonard, che ha raccolto la sfida.
Ti rispondo qui anche per le belle parole nel topic del Frittole.
Grazie mille V, avere i 3 topic delle 3 serie pikappiche vicini l'uno all'altro mi sembra una buona idea, e al di là di questo non posso che ringraziarti (e arrossire un po' :P) per i complimenti che rivolgi al lavoro di questo thread. :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Giovedì 17 Giu 2010, 21:50:29
Dopo aver riletto questa stupenda retrospettiva su PK², mi sono chiesto, quanti dovevano essere i numeri finali teorici? Insomma, quanto sarebbe dovuta durare la serie per chè avesse la sua fine naturale (battaglia su Corona e via dicendo)?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Giovedì 17 Giu 2010, 22:23:29
Dopo aver riletto questa stupenda retrospettiva su PK², mi sono chiesto, quanti dovevano essere i numeri finali teorici? Insomma, quanto sarebbe dovuta durare la serie per chè avesse la sua fine naturale (battaglia su Corona e via dicendo)?
Che io sappia, non è dato saperlo. Immagino che il Pk Team avesse dei piani e medio-lungo termine con la storia in generale e alcune sottotrame che magari si sarebbero intersecate con quella principale (penso a Tyrrel, come sbocco dei viaggi nel tempo per la seconda serie), che avrebbero sviluppato poi man mano, anche vedendo le storie che gli autori avrebbero sfornato. Non so se avessero un numero prestabilito di uscite, ma nonostante la struttura a continuity molto stretta tendo ad escluderlo, di certo però le intenzioni nel 2001 erano sicuramente quelle di arrivare oltre il n. 18.
PS. grazie per l'aggettivo "stupenda" 8-)

PPS. Ho corretto, nel post della prima pagina dove sono pubblicate le recensioni degli ultimi numeri della testata, il link al thread de La Tana del Sollazzo dove è presente l'analisi generica di PK2 ad opera di Grrodon che mi è servita da base per costruire la mia più analitica.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Venerdì 18 Giu 2010, 02:56:25
Non ho ancora letto nulla, ma mi viene spontaneo scrivere questo, e lo scrivo: vorrei tanto tornare indietro, quando rinunciai all'acquisto di PK2, vorrei tanto tornarvi perché mi rendo conto di essermi persa qualcosa di storico, e per di più per l'ennesima volta. Ho letto solo 6 numeri sparsi di questa serie, e me ne mancano più della metà. In realtà quel poco che ho letto non mi è piaciuto granché, soprattutto l'ultimo numero. Tutt'altro, non mi era piaciuto affatto, tranne per il fatto che sembrava un vero telefilm, e c'era un'alone indiscutibilmente attraente intorno alle storie, per quanto PKNA, a mio parere, fosse di molto superiore.
Eppure vorrei tanto rileggerlo. Perché penso di essere cambiata, e che ora sarei in grado di capire meglio ciò che leggo, e di apprezzare qualsivoglia innovazione, soprattutto se sullo stile di PK2. E non accetto il fatto che l'abbiano troncato così, dal niente, a partire da scuse striminzite come "troppo adulto / a molti pkers non piace" fino a scuse più serie come "...non lo acquistano abbastanza persone...".
Una cosa veramente indecente, non sappiamo nemmeno come ha fatto Uno a tornare sulla Terra. Perché sì, voi che fate parte della branca coolflamizzata dei pkers (quelli idioti, in altre parole), PK2 è la continuazione di PKNA.
Ma va.


Ma va????
E non gli ha detto niente a quelli che Uno c'era, sulla Terra, nel 2180 e qualcosa? E' stato detto in uno degli ultimi numeri, diamine! Perché sì, ci sono stati pkers che hanno montato bordelli a partire dalla cancellazione di Uno... la quale era impossibile, ma loro non se n'erano accorti! Troppo presi dalle critiche, mi pare ovvio.
Sciopero della compera, e PK2 chiude i battenti. E altrettanto fa X-Mickey, per poi giungere alla degenerazione di Witch. Che crollo disastroso del cavolo, non ha senso. Da allora quali fumetti Disney "nuovi" produce la Disney? Topolino? Sì, ma poc'altro. E wow, quante innovazioni.
Basta, prometto che domani leggo tutto il topic riga per riga, eccetto eventuali anticipazioni.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Venerdì 18 Giu 2010, 10:33:39
Dopo aver riletto questa stupenda retrospettiva su PK², mi sono chiesto, quanti dovevano essere i numeri finali teorici? Insomma, quanto sarebbe dovuta durare la serie per chè avesse la sua fine naturale (battaglia su Corona e via dicendo)?
Io invece credo che il PK Team una vaga idea su quanto far durare PK2 ce l'avesse. E' un'ipotesi che ho in testa da un po' e che avevo già illustrato una volta sul forum del PK Hack:
dunque, durante i numeri finali di PKNA, quando PK2 era già in lavorazione, la redazione aveva sicuramente in testa il progetto della cancellazione di Uno.
Ora, prendiamo PKNA#48, quando Uno dice a Everett che non si vedono da 184 anni, tanti mesi e tanti giorni. Svolgendosi quel dialogo nel 2188 è ovvio che l'ultimo incontro fra i due sia avvenuto nel 2004. Bene, questo potrebbe significare (e sottolineo POTREBBE) che il PK Team avesse in mente un numero più o meno prestabilito di albi che avrebbero dovuto portare alla conclusione della serie nel 2004, ovviamente con la riattivazione di Uno da parte di Everett che dopo questo non si sarebbe fatto più vivo per i famosi 184 anni, finendo a Dasham-Bul.
Sicuramente in mezzo a tutta la trama principale si sarebbero dovute inserire altre sottotrame che per i motivi che conosciamo alla fine sono rimaste sulla carta o realizzate solo a metà, ad esempio quella di Tyrrel e Lyla, come ha sottolineato Everett.

Comunque, P.R.D.Q.P. eh?!?

Citazione
Basta, prometto che domani leggo tutto il topic riga per riga, eccetto eventuali anticipazioni
Brava Lyla, leggiti tutto che è un'analisi grandiosa, solo occhio agli spoiler! E ovviamente fila a recuperare PK2 che merita davvero! ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Martedì 29 Giu 2010, 22:23:09
Ho visto l’altro giorno Zardoz, di John Boorman, con Sean Connery, del 1981. Da una parte il suo film capolavoro, Excalibur, mi era piaciuto molto, dall’altra il fatto che il vero nome di Everett sia proprio Zardoz, ispirato allo stesso film, mi hanno portato a vedere questo lungometraggio.
Il film è strano, brillante in molte idee, ma che non riesce a spiegarsi in maniera compiuta. L’idea è fare un ritratto dell’uomo futuro, e presente, in preda a fanatismi religiosi e a deliri di onnipotenza che non sa gestire, suggerendo che proprio dall’umiltà e da una certa qual purezza, si possa giungere ad un corretto svolgersi della vita, tematiche che in qualche modo sono state riprese in Excalibur.Il tutto è sottolineato dallo splendido e riflessivo II movimento della Settima Sinfonia di Beethoven.
Passando al nostro Everett, nel film Zardoz è un dio sanguinario, che chiede alla classe di eletti degli Sterminatori di uccidere i Bruti, i reietti dell’umanità. Attenti allo SPOILER: in verità Zardoz è un semplice essere umano, il vero motore della storia, un grande burattinaio che fa sì che la storia giunga al suo compimento.
Possiamo concludere dicendo che Everett e Zardoz abbiano poco in comune, se non la grande capacità di dissimulazione e la possibilità di manovrare gli eventi nell’ombra. Inoltre, nella società in cui vive appare come un disturbatore, così come Everett su Corona, in cui non accetta la legge e rapisce le sue due figlie sulla Terra.
Sicuramente, il PkTeam conosce il film, e c’è un poco di ispirazione. Se vi capita di incrociarlo in tv, il film non  è male, e si fa vedere, anche se la sceneggiatura ha un po’ di intoppi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Martedì 29 Giu 2010, 23:18:03
Ho visto l’altro giorno Zardoz, di John Boorman, con Sean Connery, del 1981.
Grazie a V per il contributo. Il Pk Team lo conosce, soprattuto gli autori della storia Il Peso dei Ricordi. Per averne conferma, basta vedere il "Tekno Room" di Pk2 # 14 dove un lettore chiede:
Pikappica redazione, ho appena finito di leggere il numero 11 e mi è sorto un dubbio: il vero nome di Ducklair, Zardoz, mi ricorda un vecchio film di Sean Connery. Si tratta solo di una coincidenza oppure è una cosa da voi elaborata?
Viene riportata la risposta dei due sceneggiatori, Catenacci e Cordara:
Catenacci: Abbiamo provato con nomi di fantasia, di amici e di cantanti, ma alla fine questo ci è sembrato il più adatto. "Zardoz" è un film che ha segnato la nostra infanzia!
Cordara: Zardoz chi?
 
L'ho precisato solo per completezza sull'affare "Zardoz", oltre che per risposta anche lollosa, in puro stile PK Team. Comunque terrò conto del consiglio cinefilo ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Martedì 29 Giu 2010, 23:21:38
In effetti mi ricordavo di quella lettera, e proprio da questa spinto mi ero deciso di vedere questo film.
Però sono stato troppo pigro per riesumarla, cosa che ha fatto Everett, bravo ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Lunedì 2 Ago 2010, 17:09:13
Seguono super-mega spoiler su PK2!

E allora eccomi qua, a dire finalmente anch'io la mia su questa serie, fresco fresco della lettura di qualche settimana fa. Per quanto possa sembrare strano, infatti, non la seguii all’epoca dell’uscita in edicola, non riesco nemmeno ora a darmene una motivazione valida, ma fu così. Negli anni seguenti sono sempre stato piuttosto restio a recuperarla, forse temendo di rimanerne deluso, che non sarebbe stata capace di confermare le aspettative piuttosto alte che mi si erano create leggendo i commenti più che positivi qui e, in generale, sul web, e che non sarebbe riuscita a ridonarmi le stesse sensazioni, le stesse emozioni fortissime della prima serie; forse era  la convinzione che ciò in cui mi sarei imbattuto sarebbe stato “diverso”, in particolare per l’assenza, di cui naturalmente ero a conoscenza, di Uno, personaggio al quale devo tantissimo, figura azzeccatissima, che sempre mi ha fatto divertire, emozionare, sentire a mio agio con tutta la vicenda; o forse, invece, era stato solamente il fatto di non essermi mai imbattuto nell’occasione giusta per recuperare la serie, chissà.

Fatto sta che, al maggio appena passato, sono incappato in un’offerta talmente vantaggiosa da non potervi rinunciare, che mi ha permesso di recuperare quasi tutta la serie, sino al numero 11. Tra impegni vari, letture arretrate sia di libri che di fumetti, studio e compagnia bella, non ho avuto molto tempo per affrontare la lettura della serie sino a giugno. Insomma, non è passato molto tempo da quando, finalmente, ho preso in mano il primo numero. Mi sono spaparanzato sul letto. Ho acceso la luce. Sospiro. Ducklair. Si comincia. Non devo girare molte pagine per capire tutto quello che sta dietro al cambio di rotta della testata, le intenzioni future, le motivazioni che ci stanno dietro. Loro, del Pkteam, la loro sfida l’hanno già vinta, e con un successo strepitoso. Che si siano annoiati? Possibile. Certo, c’è la voglia di ricominciare da capo, di cimentarsi in una nuova avventura, di tentare l’impossibile. Proseguire con Pkna all’infinito? Troppo facile, troppo noioso. Occorre un punto di svolta, da cui ricominciare da zero. Eccolo. Con mio grande, grandissimo piacere, noto che la mail è rimasta la stessa, che l’umorismo del tutto fuori dalle righe è ancora quello, così come le risate che suscita l’impavido Vitaliano, sempre pronto a farsi beffe dei poveri fan e a uscirsene con battute simpaticissime.

Ma basta con le parole. E che nessuno mi disturbi, ora: chiudiamo porta e telefono.  E’ giunto il momento di iniziare a leggere la storia vera e propria. Che storia. Magia. Vedo quello che già sapevo prendere forma, man mano che giro le pagine. Everett comunica lo spegnimento di Uno. E chissà perché, dopo tutto, non me ne ero ancora convinto. Che io lo credessi immortale, come Paperinik? Everett caccia Paperino. Paperino si incazza e se ne va. In questo momento registro delle reazioni anomale... simili a ciò che voi chiamate dolore... e di questo sono felice. Il messaggio di Uno. Insieme abbiamo scoperto tante cose, ma la più importante è la certezza che non esiste l’impossibile. Dio mio, il messaggio di Uno. Io sono vivo... e finché tu ti ricorderai di me, allora io continuerò a esistere. Lacrima. Ma giuro, lacrima. Che emozioni. Il momento più intenso dell’intera serie e, che io ricordi, anche di tutto Pk in generale.

Tutto Ducklair è un po’ lo specchio dell’intera serie, almeno per come l’ho inquadrata io: un ottimo connubio di scene d’azione, trovate divertenti e scene più toccanti, riflessive, profonde. Pur essendo vero che queste ultime siano tra le meno dominanti, lo è altrettanto, ai miei occhi, che siano le più riuscite, capaci di donare emozioni molto intense, toccando il loro apice nel primo numero, ma anche nei successivi, in particolare nel rapporto tra Everett e le due figlie. Le scene d’azione sono le più presenti, prevalgono in gran parte degli episodi, e sono anch’esse coinvolgenti, appassionanti, e ricordano in tutto e per tutto quelle della storica serie. Un po’ come gag e battute, sempre cariche dello stesso, intenso umorismo, mai superficiale, ma sempre divertente. Sono probabilmente questi aspetti a rendere il target di riferimento della testata ancora più maturo, più adulto di quello originale, che potrebbe aver portato a un minor numero di acquirenti e, quindi, alla chiusura anticipata della serie. Le trovate originali nella serie non mancano di certo: spunti per la trama, creazione di nuovi personaggi, rivisitazioni di quelli vecchi,  luoghi e ambienti. Ecco a proposito degli ambienti... devo ammettere che la mancanza dei da me tanto amati viaggi nel tempo, nel futuro e nel passato, dei deserti assolati, delle montagne neozelandesi, dei pianeti alieni l’ho proprio sentita. Sì, la scelta di ambientare la (quasi) totalità delle vicende nella sola Paperopoli è certamente voluta, ma non mi sarebbe dispiaciuto imbattermi in alcuni dei vecchi elementi ricorrenti del passato. Ma la decisione di ripartire da zero era chiara, ed è per questo stesso motivo che la presenza dell’esercito è del tutto scomparsa, così come, in gran parte, quella dell’FBI, che però è stata spiegata in modo esauriente, e di diversi altri personaggi, amici o nemici, che sono stati o eliminati o totalmente rivisti in ruoli differenti, ma sempre con la stessa, immancabile originalità. Lo stesso vale anche per i luoghi, o i personaggi, che sono stati sostituiti. Il primo esempio a venirmi in mente è il nuovo rifugio pikappico nella vecchia fabbrica: originale e stravagante, proprio come il burbero e bizzarro personaggio di Lyo.

E che dire allora  della misteriosa Korinna, della dolce Juniper, del nuovo, interessantissimo stravolgimento del personaggio di Everett, della Starcop e dei nuovi colleghi di Paperino... Simpaticissimo Rupert e il suo atteggiamento da massiccio tontolone, specie con la bella Stella. L’ambiente della Starcop è allegro e vivace, e le personalità di ogni agente è ben caratterizzata, non solo Rupert, ma anche Tempest Gale, Fitzroy, e il capo Mortimer. Per fortuna, qualche punto di contatto con la vecchia serie è rimasto. E così il buon vecchio Angus è rimasto lo stesso scorbutico divoratore di merendine al colesterolo e Lyla sempre la buona, affascinante amica del supereroe, pronta ad aiutarlo in caso di difficoltà.

Le trame dei singoli episodi sono sempre ben sviluppate, coinvolgenti, imprevedibili e si amalgano alla perfezione l’uno con l’altro, rendendo il tutto visibile come un’unica grande vicenda, molto più che non la prima serie, i cui episodi erano più indipendenti e slegati fra loro, forse a causa del numero di sottotrame e nemici davvero superiore. I disegnatori, in gran parte gli stessi di PKNA, continuano a svolgere il loro lavoro in modo sublime, rendendo impagabile anche la qualità visiva dell’opera. Insomma, si sarà capito, sono soddisfattissimo di essermi tuffato in questa esperienza. E’ un po’ come vedere la tanto attesa nuova stagione del tuo telefilm preferito, un po’ come rivedere un vecchio, vecchissimo amico e scoprire che siete cambiati un sacco, che siete diventati grandi, ma che tra voi c’è ancora quell’indissolubile legame della vostra infanzia, che ancora vi volete molto bene, come due fratelli. Non penso smetterò mai di ringraziare il Pkteam per tutte le emozioni che mi ha donato. Grazie.

   _Gunni Helm
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Pacuvio - Lunedì 2 Ago 2010, 17:14:51
Ottimo contributo, bravo. :)

Un consiglio spassionato: aggiungi qualche punto e a capo alla recensione, perché altrimenti così risulta un po' "pesante", e potrebbe scoraggiare qualche lettore. ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Lunedì 2 Ago 2010, 17:30:59
Ottimo contributo, bravo. :)

Un consiglio spassionato: aggiungi qualche punto e a capo alla recensione, perché altrimenti così risulta un po' "pesante", e potrebbe scoraggiare qualche lettore. ;)
Grazie mille! ;)

Riguardo i punti a capo, ehm... effettivamente hai ragione, ho scritto di getto, tutto d'un fiato, e non ci avevo pensato. Ora ho provveduto, dovrebbe andar bene... arrivare anche a "saltare una riga", cambiando così paragrafo, mi sembrerebbe eccessivo. Hai fatto bene a farmelo notare.

   _Gunni Helm

Ecco, puntualmente... mi piace di più anche con la riga :P.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 2 Ago 2010, 17:39:45
Che post meraviglioso Gunni Helm! Mi avevi già anticipato le tue impressioni positive sulla lettura, ma davvero non avevo immaginato che tu fossi rimasto tanto estasiato da questo.
Che dire, sottoscrivo in pieno tutto ciò che hai detto.
E' vero, la rivoluzione rispetto alla prima serie c'è stata eccome, a partire dai personaggi, per finire con le ambientazioni e la trama, ma non riesco a non dire che questo progetto si merita tutto la mia ammirazione, tanto che non esito ad elevarla qualitativamente al livello della precedente, gloriosa PKNA.
Certo, alcuni numeri sottotono ci furono eccome, penso ad esempio a Onde Alpha e Altovolume fra quelli che hai letto tu, e che si potrebbe individuare un periodo di leggero calo qualitativo fra gli albi 6 e 10, ma direi che complessivamente la serie rimane a livelli qualitativi elevatissimi, che non possono che permetterle di annoverarsi, insieme al suo prequel, fra i capolavori assoluti del fumetto Disney di sempre.
Non posso fare altro se non augurarti di recuperare i restanti numeri della serie, fra i quali figurano alcune storie davvero eccelse, che sicuramente ti permetteranno di fugare i molti interrogativi che la trama del fumetto ti avrà fatto emergere nella mente.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Lunedì 2 Ago 2010, 19:07:22
- cut -
Onde Alpha è letteralmente un fumetto clone...
Comunque, io ho letto solo i primi 4 numeri, un paio nel mezzo della serie, e l'ultimissimo volume, che ancora custodisco ed ho in questo momento sotto agli occhi...
Vorrei tanto leggere anche il resto, ma al momento sono impossibilitata a farlo.
Nonostante abbia letto ben 6 numeri meno di te ed uno in più, bè... posso solo quotare quanto dici, in particolare il fatto che anche io ho sofferto molto la cancellazione delle trame sviluppate in più parti (e più tempi) del mondo. Ed anche l'emozione che si prova a leggere l'ultimo messaggio di Uno a Paperino, una lacrima non ha potuto trattenersi.

Peccato che non si sia mai concluso nulla; Uno sarebbe dovuto rimanere in vita, in qualche modo.
La storia avrebbe dovuto trovare una conclusione, un finale diverso, il karma, il risultato finale non erano quelli proposti sul #18... perché Uno, l'ho ripetuto decine di volte, non poteva essere stato cancellato per sempre, o Odin Eidolon non sarebbe mai esistito nel futuro, dove invece Paperinik l'ha visto, senza però mai sapere di chi si trattasse...
Un po' colpa di una cosa, un po' colpa di un'altra, non sapremo mai più che cosa aveva in mente il Pkteam per mandare avanti la storia, ma che ci possiamo fare ormai?

Vabbè attendo di leggere in qualche modo il resto della serie e faccio pace col cervello... .-.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Lunedì 2 Ago 2010, 22:53:37
E allora eccomi qua, a dire finalmente anch'io la mia su questa serie, fresco fresco della lettura di qualche settimana fa.
Bravo Gunni! Hai sicuramente fatto una saggia scelta (ricordavo che l'avevi scritto da qualche parte di questo affare), perchè PK2 merita davvero! E per il rimandare la lettura... ultimamente mi ritrovo sempre più spesso in una situazione del genere.
Complimenti per queste riflessioni, te lo dico subito: sono un ottimo contributo a questo topic. E sei stato bravissimo a metterle giù. Adesso vedo di rispondere a qualcosa in particolare...
Ma basta con le parole. E che nessuno mi disturbi, ora: chiudiamo porta e telefono.  E’ giunto il momento di iniziare a leggere la storia vera e propria. Che storia. Magia. Vedo quello che già sapevo prendere forma, man mano che giro le pagine. Everett comunica lo spegnimento di Uno. E chissà perché, dopo tutto, non me ne ero ancora convinto. Che io lo credessi immortale, come Paperinik? Everett caccia Paperino. Paperino si incazza e se ne va. In questo momento registro delle reazioni anomale... simili a ciò che voi chiamate dolore... e di questo sono felice. Il messaggio di Uno. Insieme abbiamo scoperto tante cose, ma la più importante è la certezza che non esiste l’impossibile. Dio mio, il messaggio di Uno. Io sono vivo... e finché tu ti ricorderai di me, allora io continuerò a esistere. Lacrima. Ma giuro, lacrima. Che emozioni. Il momento più intenso dell’intera serie e, che io ricordi, anche di tutto Pk in generale.
E' un momento così intenso, credo, per moltissimi lettori. La prima volta che lo lessi, "in diretta" nel gennaio del 2001 piansi anch'io, e conoscevo PKNA e Uno molto molto poco! Ma la potenza di quel dialogo e di quella scena era qualcosa di straordinariamente forte, e infatti piango ogni volta che rileggo la storia (e l'ho riletta tantissime volte!)

Sono probabilmente questi aspetti a rendere il target di riferimento della testata ancora più maturo, più adulto di quello originale, che potrebbe aver portato a un minor numero di acquirenti e, quindi, alla chiusura anticipata della serie. Le trovate originali nella serie non mancano di certo: spunti per la trama, creazione di nuovi personaggi, rivisitazioni di quelli vecchi,  luoghi e ambienti. Ecco a proposito degli ambienti... devo ammettere che la mancanza dei da me tanto amati viaggi nel tempo, nel futuro e nel passato, dei deserti assolati, delle montagne neozelandesi, dei pianeti alieni l’ho proprio sentita. Sì, la scelta di ambientare la (quasi) totalità delle vicende nella sola Paperopoli è certamente voluta, ma non mi sarebbe dispiaciuto imbattermi in alcuni dei vecchi elementi ricorrenti del passato.
Sì, io sono un fermo sostenitore (ma conosco molti che non la pensano come me) dell'opinione che PK2 sia più "adulta", più "matura" di PKNA. Non tanto nei temi, visto che PKNA presenta moltissime storie che hanno aspetti profondamente pscicologici/filosofici/riflessivi, e PK2 prosegue la cosa... ma nelle ambientazioni che tu citi in questo pezzo che ho quotato. L'area urbana la fa da padrone, il 90% delle avventure si svolge nella Paperopoli metropoli dark costellata di intrighi e misteri. Il # 4 con la sua scena nella metropolitana (si contano sulle dita le storie disney che mostrano la metro) mostrandola come ambiente pericoloso è un esempio di questo, come la Century o come la presenza affaristica di Ducklair. L'ambientazione, l'atmosfera e i toni della narrazione li trovo più adulti nel senso del come vengono proposti.

E che dire allora  della misteriosa Korinna, della dolce Juniper, del nuovo, interessantissimo stravolgimento del personaggio di Everett, della Starcop e dei nuovi colleghi di Paperino... Simpaticissimo Rupert e il suo atteggiamento da massiccio tontolone, specie con la bella Stella. L’ambiente della Starcop è allegro e vivace, e le personalità di ogni agente è ben caratterizzata, non solo Rupert, ma anche Tempest Gale, Fitzroy, e il capo Mortimer. Per fortuna, qualche punto di contatto con la vecchia serie è rimasto. E così il buon vecchio Angus è rimasto lo stesso scorbutico divoratore di merendine al colesterolo e Lyla sempre la buona, affascinante amica del supereroe, pronta ad aiutarlo in caso di difficoltà.
Ho molto apprezzato il dare un lavoro fisso a Paperino: è un altro elemento che rende più adulta la serie, dare una ruotine lavorativa a Paperino, che il papero deve conciliare con gli impegni mascherati e questo lo avvicina ai supereroi Marvel/DC. La cosa riprende a amplifica il periodo di PKNA in cui era fattorino a 00Channel, e verrà sputtanata in Frittole allorchè Paperino cambierà lavoro ogni santo numero. Della Starcorp, poi, anch'io adoro i personaggi nuovi.
Dei vecchi, è da notare che a volte sono anche cambiati: Angus è sempre il solito, ma adesso pensa a infagare Everett più che Pikappa, per esempio. E Lyla intrappolata nel nostro tempo è una figura più drammatica e solitaria.

Vabbè a questo punto precipitati a procurarti, in un modo o nell'altro, i restanti numeri per arrivare alla fine. Ma, se hai letto fino all'11... com'è che non hai detto niente su quel numero, Il Peso dei Ricordi è una delle storie più belle tra PKNA, PK2 e Frittole, una tra le mie preferite Disney.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 2 Ago 2010, 23:11:23
Citazione
Ma, se hai letto fino all'11... com'è che non hai detto niente su quel numero, Il Peso dei Ricordi è una delle storie più belle tra PKNA, PK2 e Frittole, una tra le mie preferite Disney.
Come non quotare, come non quotare...
Gunni, vogliamo sapere cosa pensi de Il Peso dei Ricordi! :P
Sottoscrivo in pieno ciò detto da Everett, una storia meravigliosa, con una sceneggiatura di un livello estremo, perfetta nell'intrecciare in tre piani narrativi realtà/intervista/flashback, sibillinamente (ma raffinatamente) poetica nel raccontare la storia di Everett, addirittura strappalacrime nell'ultima vignetta.
E poi i disegni, i disegni! Ci credete se vi dico che questa è forse la storia Disney meglio disegnata che io abbia letto? Sciarrone qui ha veramente creato un capolavoro grafico. Tutto, tutto è fatto a meraviglia, il Paperinik perfetto, le ambientazioni moz-za-fia-to, le scene d'azione, Everett, e poi le papere (!!!)... Lyla e Korinna semplicemente divine, la splash-page con le due sorelle seminude...
Basta, chiudo qui sennò scrivo un'ode a Sciarrone. Applausi, applausi e ancora applausi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Martedì 3 Ago 2010, 17:28:45
Grazie per i complimenti ragazzi, anche se...

Ma, se hai letto fino all'11... com'è che non hai detto niente su quel numero, Il Peso dei Ricordi è una delle storie più belle tra PKNA, PK2 e Frittole, una tra le mie preferite Disney.
Come non quotare, come non quotare...
Gunni, vogliamo sapere cosa pensi de Il Peso dei Ricordi! :P
Ecco, uffa! Lo sapevo che qualcosa mi scappava... e sì che l'ho letto e me ne sono subito innamorato, ma mi sono limitato a parlare della serie in generale e mi è sfuggito! Eh vabbé, rimedierò con un altro post-recensione, stavolta specifico su questo splendido numero. Naturalmente, seguono pesantissimi spoiler, occhio!

Il peso dei ricordi. Già il titolo è uno dei più intensi, dei più evocativi di tutto Pk. E che dire, allora, della storia? Wow. Sì, ma non so se basti. Forse è meglio spenderci altre due parole. Insomma, a partire dall’inizio, dalla primissima pagina, è tutto un cliché di emozioni, un suggestivo e turbinoso vortice di immagini e parole che ti afferra e ti trascina sino all’ultima pagina, sino all’ultima, intensissima vignetta conclusiva che racchiude in sé tutte l’impeto emotivo della storia, e te lo spara addosso con talmente tanta forza che è impossibile restarne indifferenti. Un colpo di scena dietro l’altro, la rivelazione che sembra la più sconvolgente viene seguita a ruota da un’altra ancor più scioccante. Cento interrogativi che si risolvono, mille altri che si vengono a creare.

L’intreccio e ottimo: bravissimi gli sceneggiatori a intrecciare tra le due sottotrame principali, il flashback e il presente, alla perfezione. Sembra quasi che girando le pagine le due storie si fondano in un’unica avventura: e io che quasi, con Korinna e Paperinik che entrano nell’astronave sommersa, mi aspetto Everett spuntar fuori da un momento all’altro. Proprio quell’Everett capellone che viene salvato in mare e poi allevato da due vecchi paesani? Che si dimostra sin da subito un asso nella meccanica, trasformando vecchie tv in tv a colori? Proprio quel giovane alieno che non solo ha di che tormentarsi sul suo futuro e sulla sua “ragion d’essere”, ma ha anche da rimuginare sulle sue origini di cui ha perso il ricordo? Proprio quello. Sì, che bello questo flashback. La storia sarà un po’ stereotipata, col naufrago salvato e cresciuto come un figlio, ma vederci proprio quell’Everett, le cui origini erano così misteriose che ormai nessuno se ne aspettava un resoconto, a vestire quei panni... L’affetto reciproco per i genitori adottivi, quei due vecchini che dopo anni e anni, sono ancora convinti di aver perduto quella notte il vecchio Everett, insieme al suo amore, e suscitano una tenerezza incredibile. È un Everett più umano che più umano non si può, quel giovane che cresce in quella vecchia casa, in quel vecchio paesino sul mare, che dimostra un’incredibile altruismo e una spontanea generosità. Tutto sino a quella notte. E che notte! Everett mette a repentaglio la propria vita per salvare chi in passato aveva fatto altrettanto e viene trascinato giù dalla tempesta e viene prelevato dall’astronave e vede! Tuffo al cuore. Se non bastassero immagini e grido di Everett, arriva, poco dopo, la sconvolgente spiegazione di Korinna. Oddio che roba! Ragazzi, emozione dopo emozione, abbiamo quasi toccato l’apice. E poi, che temi che vengono affrontati in questo numero... parliamo di due ragazze che hanno passato l’infanzia ibernate in un’astronave sott’acqua. E un’altra cosa... a questo punto della vicenda, arriviamo a capire l’odio di Korinna, ma anche le emozioni del buon vecchio Everett, senza riuscire, alla fin fine, a prendere le parti di uno dei due, come solo le migliori storie sanno far fare.

 E allora arriviamo all’ultima pagina, all’ultima splendida vignetta e ci facciamo afferrare dalle emozioni, da quel vortice di cui parlavo, e tutt’un tratto ci sentiamo ancor più partecipi del dolore, dei sensi di colpa, dell’amarezza di Everett, capiamo tutto quello che ha provato e che prova tuttora, e lo vediamo con occhi diversi, molto diversi. Dopotutto, tra perdere la propria infanzia a causa di qualcun altro e perdere il piacere di crescere le proprie figlie a causa propria, l’abisso non credo sia così ampio.

E tutto questo senza contare l’altra parte della storia, quella attuale con Paperinik e Korinna. Se è vero che è l’altra a donare più emozioni, è anche vero che anche questa assume un ruolo indispensabile a rendere l’intera storia la meraviglia che è: contribuisce a non rendere esageratamente sentimentale la storia, ad aggiungere quel po’ di azione che non guasta mai e una qualche gag divertente... ma non solo, è anche indispensabile per dare la massima efficacia alle numerose rivelazioni, relazionandole con il presente e a creare quella sensazione di suspance che si perderebbe se il flashback fosse un tutt’uno. E come non ricordare quel “L’oceano ci accoglierà! Vi mostrerò il modo per raggiungere un mondo migliore”, come se il tutto non fosse già abbastanza maturo di per sé. Bella la configurazione acquatica dello scudo, che ricorda molto PKNA, dove le nuove scoperte di questo tipo abbondavano eccome. Aggiungiamo al tutto anche un Angus in piena forma e uno spietato locandiere tritauomini, marito di una cuoca dalla cucina pesante.
 
Infine, se dobbiamo tessere le lodi di Sciarrone, allora facciamolo. Tutta la storia è disegnata magistralmente, comica quando deve essere comica, drammatica al punto giusto quando deve esserlo, personaggi principali e comparse hanno lo stesso, preciso livello di perfezione, e rispettano una proporzionalità perfetta, uno stile irresistibile e sinuoso, come anche gli ambienti, le abitazioni del piccolo paesino, il mare e le sue onde durante la tempesta. E le sue papere sono le migliori, a dirla tutta. È anche merito suo se la storia riesce a tenerti in una specie di stato di trance, cullandoti con le sue emozioni dalla prima all’ultima vignetta.

Mi sono fatto perdonare? :P

   _Gunni Helm
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 3 Ago 2010, 20:11:56
Citazione
Mi sono fatto perdonare?
Non c'è altro da dire se non... CLAP, CLAP, CLAP! Pollice su senza alcun dubbio!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Martedì 3 Ago 2010, 20:19:28
Sai, io ho avuto la sfiga madornale di fare conoscenza solo con l'ultimo numero, di PK2. Mi feci un'idea decisamente poco positiva (l'ultimo numero è bruttarello, eh sì) e anche quando imparai ad usare Internet mi lessi praticamente tutta la trama senza il fumetto. E' stato un mezzo suicidio, lo so, è solo che non trovavo nessuno che collezionasse PK2, dalle mie parti, ed ero curiosa di sapere da dove proveniva una storia che non aveva nulla a che fare con quella che la mia generazione aveva conosciuto (quasi) per prima (cioé PK-Frittole... anche se in realtà l'ho conosciuto più tardi, ma fu ciò, appunto, a provocarmi una gran confusione mentale: perché la serie intitolata "PK2" era uscita PRIMA di quella intitolata solo "PK"? E perché le due storie non avevano niente a che vedere l'una con l'altra? Della serie: "WTF. Oh mia Dea. Ma questi cosa cacchio si fumano". E, come dire?, sono venuta a sapere l'indispensabile premessa soltanto troppo tempo dopo, quando non m'interessava più niente. Vabè, chiusa questa lunghissima parentesi...); era tanto per precisare che leggere tutta la trama freddamente spiaccicata su una pagina web non mi aveva minimamente colpito, né mi aveva provocato nessuna reazione particolare, soprattutto perché l'ultimo numero mi aveva suggerito OGNI cosa rilevante fra quelle indispensabili a capire almeno la trama principale del fumetto per intero... nessuna sorpresa, nessuna emozione, solo un accidenti di riassunto. Quando avevo letto la trama di Il Peso dei Ricordi di certo non avevo provato più di quanto non avessi provato per le altre trame, rimanevo quasi delusa. Invece leggendo il post di Gunni... ho letto tutto d'un fiato, e accidenti a te :P, mi sono quasi emozionata.
Ti esprimi proprio bene, non c'è che dire. :D :D :D
Ma a forza di leggere faccio poco altro che incrementare la voglia di leggere la seconda serie e rendermi conto realmente di cosa mi sono persa. Insomma, sarà meglio che mi tenga alla larga da questo topic, fino a che (chissà quanti secoli passeranno) non avrò ultimato la lettura del blocco. Help :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Martedì 3 Ago 2010, 20:21:28
Mi sono fatto perdonare? :P
Sì! :D
Vedo che stai abbracciando sempre più il lato oscuro delle recensioni, chilometriche e iper-dettagliate, che ormai mi pervade da anni :P bravo, mio giovane Sith ;D
Per il resto quoto in tutto e per tutto il tuo post, hai ben descritto quello che provo anch'io verso questa storia, la magnificenza che scaturisce dai commoventi flashback, la tecnica narrativa, il passato di Everett spiattellato come non avremmo mai osato sperare, i disegni ultra-sbavv di Sciarrone, le papere sexyssime di Sciarrone... concordo su tutto. E' anche vero che non è originalissima la storia nel naufrago accolto da due bravi genitori adottivi, ma se è per questo anche la rivelazione che un personaggio misterioso è in reaòtà un alieno non è una novità! La potenza della storia è da ascrivere alla portata emozionale che hai ben tratteggiato e che trasuda da ogni vignetta, oltre all'importanza del raccontare il passato di un personaggio già controverdo di suo ma che nell'ultimo anno prima di questa storia era diventato ancor più enigmatico.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Mercoledì 4 Ago 2010, 18:13:08
Ma quante belle parole, ragazzi! Grazie, davvero. :)

Continuerò ad "abbracciare questo lato oscuro delle recensioni, chilometriche e iper-dettagliate", se riscuote tanto successo. E che il nostro Impero continui a espandersi. :P

   _Gunni Helm
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 26 Ago 2010, 15:44:37
Se posso anch'io inserirmi nella discussione, al di là di quanto le singole storie fossero più o meno belle, PK2, per me che da sempre leggevo PKNA, altro non fu se non una corretta continuazione del precedente fumetto, tanto che, sempre globalmente, la qualità delle trame in generale non era inferiore a quella del gigante PKNA.

Anzi, al di là ovviamente della piega inattesa che tutta la storia aveva preso, il passaggio da una testata all'altra non fu né traumatico né deludente: la vita di Paperinik era ad una svolta, e niente di più, per quanto detta svolta rivoluzionasse la trama della vicenda. Ma non rivoluzionava, ed è questo il punto fondamentale che secondo me merita di essere evidenziato, il personaggio Paperinik, che per noi era ancora quello di PKNA e prima ancora l'erede di Fantomius direttamente prelevato dalle pagine di Topolino. Pk, in altre parole, era sempre stato, e perdonatemi la ripetizione, quello di sempre, con la sua psicologia, con il suo modo di fare, con le sue battute sarcastiche, con il suo coraggio ed il suo eroismo, collocato in nuove vicende che ne esaltavano particolari aspetti. Ma, di fondo, era il nostro Paperinik.

Nel momento in cui PK2 cambiò la rotta della vita dell'eroe, sapevo che comunque avrei sempre trovato grandi storie, nelle quali il nostro eroe sarebbe sempre stato il nostro Paperinik e non una frittolatura di Lanterna Verde: e poco importava se l'ambientazione fosse stata più terrestre che spaziale, e se Paperinik fosse tornato ad occuparsi di piccola criminalità più che di alieni succhiaemozioni. Perché anche PK2 sapeva emozionare, sapeva commuovere, sapeva fare riflettere e sapeva divertire, cose che le Frittole avevano ridotto notevolmente, anche nei loro numeri migliori.

Noto che "Il peso dei ricordi" sembra farla da padrone nelle preferenze degli altri utenti. Anche a me è piaciuto molto, ma posso spezzare una lancia a favore altresì di "L'ultima caccia"? Numero che ho trovato strepitoso perché ha saputo unire ad un'ottima trama sotto il profilo avventuroso, una grandiosa introspezione psicologica dei personaggi, secondo me superiore a "Il peso dei ricordi". E poi è stato il primo numero disegnato da Giovanni Rigano, che all'esordio è stato in grado di trasmettere con il suo tratto sottilissimo (usa una matita 7h come Massimo De Vita?) ogni singola emozione che Tempest ha provato lungo tutta la storia, esattamente come Sciarrone aveva fatto ne "Il peso dei ricordi" con Korinna, Avinta ed Anchor, e come lo stesso Sciarrone fece con Lyla in (e so che qui molti saranno d'accordo con me) "Frammenti d'autunno".

A ciò si aggiunga la strepitosa caratterizzazione dei cattivi come Morando e Fox, difficile da ritrovare anche in altri grandi comparse della prima serie di PKNA: lo ammetto, avrei voluto rivedere quei due in altri numeri della saga, magari collegandoli più strettamente alla vicenda Ducklair, come sembrava essere reso possibile da una spiegazione data sul corpetto del Predatore, che somigliava molto a quello sfoggiato dal Birgit in "Linee di memoria".

Un gran bel numero di una grande serie, purtroppo sottovalutata dai lettori. Voi che ne dite?

PS: secondo post ancor più chilometrico del primo. Mi merito da solo un "Poche ragazze da quelle parti! :'("
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Venerdì 27 Ago 2010, 16:39:54
Noto che "Il peso dei ricordi" sembra farla da padrone nelle preferenze degli altri utenti. Anche a me è piaciuto molto, ma posso spezzare una lancia a favore altresì di "L'ultima caccia"? Numero che ho trovato strepitoso perché ha saputo unire ad un'ottima trama sotto il profilo avventuroso, una grandiosa introspezione psicologica dei personaggi, secondo me superiore a "Il peso dei ricordi". E poi è stato il primo numero disegnato da Giovanni Rigano, che all'esordio è stato in grado di trasmettere con il suo tratto sottilissimo (usa una matita 7h come Massimo De Vita?) ogni singola emozione che Tempest ha provato lungo tutta la storia, esattamente come Sciarrone aveva fatto ne "Il peso dei ricordi" con Korinna, Avinta ed Anchor, e come lo stesso Sciarrone fece con Lyla in (e so che qui molti saranno d'accordo con me) "Frammenti d'autunno".
Sottoscrivo in pieno tutto quello che hai detto. Ti basti sapere che L'Ultima Caccia è il mio numero preferito di TUTTO PK dopo Frammenti d'Autunno (l'Immenso) e Trauma (il Ciclonico)! Ed Enna il mio autore Disney preferito! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 27 Ago 2010, 17:13:41
Pensate che io sono talmente pikappero da non avere una storia preferita, ma più storie preferite, secondo questa classifica assolutamente delirante, che mi consente però di non sceglierne mai una, perché sarebbe un'impresa troppo difficile:

1) i tre numeri zero, Ombre su Venere, Il giorno del Sole Freddo, Sotto un nuovo sole, Ritratto dell'eroe da giovane, Silicio, Trauma, Seconda Stesura, Carpe Diem, Motore/Azione, Mekkano, I mastini dell'universo, Frammenti d'Autunno, Fase due, Il giorno che verrà - Niente di personale, Sotto un nuovo sole, Tempo al tempo, La sindrome di Ulisse, Operazione Efesto, Ducklair, La voce del Buio, Onde Alpha (dedicherò un post a questa storia non tanto apprezzata), Il peso dei ricordi, L'ultima caccia, Capitano di Ventura;

2) tutte le altre a parte Le sorgenti della luna e La notte più buia;

3) La notte più buia e Le sorgenti della luna, questa all'ultimissimo posto.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Venerdì 27 Ago 2010, 22:48:31
Eh, ma stilare classifiche è difficile... ci sono così tanti numeri che meritano un primo/secondo posto...

Fra i più brutti però inserirei anche Prima dell'Alba... con tutto il rispetto dovuto a Faraci, che ovviamente si è saputo più volte riscattare con numeri eccezionali.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Sabato 28 Ago 2010, 15:04:03
Hai perfettametne ragione, Lyla. Infatti per me è stato tanto difficile fare una classifica, che ne ho fatta una piena di parimeriti. A me stesso, un poche ragazze, un criceto, un tricheco o una discesa a giocare? Lascio agli altri di decidere... se passasse di qui Vitaliano, poi...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Martedì 31 Ago 2010, 23:57:47
Complimentadomi per il tuo post di commento alla serie, che quoto e condivido, sottolineo
Onde Alpha[/i] (dedicherò un post a questa storia non tanto apprezzata)
Non vedo l'ora, perchè anch'io non schifo questa storia che pur non essendo nulla di che la ritengo buona. Ma a proposito di questa storia volevo segnalare il caso delle vignette copiate: qui (http://www.lbreda.com/pikappa/index/speciale/vignette/vignette.htm)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Mercoledì 1 Set 2010, 01:06:05
Eheh, quello già l'avevo visto... Marco ha avuto una carenza di fiducia nelle proprie capacità o cosa? ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 1 Set 2010, 11:40:27
Piacere di concserti, Everett! Mancavi solo tu al mio nuovo giro di conoscenze. Con l'occasione faccio i complimenti da subito per le recensioni: spero tu abbia notato la mia idea di recensire anche i personaggi nel post di PKNA; la cosa non ha lasciato indifferenti gli altri, ma è il caso che sia tu a dire l'ultima parola in merito!

PS: noto che siamo pure conterranei e neanche tanto lontani: anche tu ti sei qua e la deliziato con Simone Stenti giornalista calcistico in TV, difensore a spada tratta della Juve e null'altro? Non sono mai riuscito a chiamarlo in trasmissione, altrimenti lo salutavo dicendogli: "Un saluto al sommo Simone Stenti..." Come ci sarebbe rimasto secondo voi? ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 1 Set 2010, 11:59:49
Come promesso, vediamo di postare qualche riga su Onde Alpha, storia che io ho trovato gradevole, a differenza, a quanto pare, di molti.

Qual è la funzione principale della storia in sé e per sé considerata? Dare a Pk un lato eroico d'azione, evitando, per le esigenze narrative che subito spiegherò, analisi intimiste dell'eroe.

In questa storia, infatti, Sisti si è trovato a:

1) doverci fare vedere un'interazione più ampia di quanto sin qui visto tra Juniper ed Everett, e bravo Sisti a presentarcela senza troppe ridondanze che avrebbero steccato: non possiamo pretendere chissà quali dialoghi profondi tra quei due ora, dopo che non si parlavano da anni (chi si ricorda di Indiana Jnes e l'ultima crociata?) senza prima rifare "amicizia"?

2) introdurre il personaggio di Lyo, che è da subito un bisbetico e non può interagire immediatametne in modo approfondito con PK;

3) fare in modo che dopo una battaglia tutta azione Lyo si convinca che PK sia un eroe e lo aiuti permettendogli di parcheggiarsi in Century (nota il nome già usato in PKNA Niente di personale): grande Sisti nel farci intendere che Lyo capisca però la nobiltà di PK non dalla battaglia, ma dal taroccamento d'informazioni (che Lyo ben intende) fatto da Morrighan.

Insomma, doveva essere un numero di transizione, e Sisti ben ha fatto il suo dovere, dandoci una per me non banale trama di sottofondo, ed in fondo scavando (oltreché nel sottosuolo di Paperopoli ;D) nel rapporto che lega Tempest e Rupert, dipinti come due grandi amici, secondo uno dei topos più ricorrenti in tutta la saga di PKNA e PK2 (quello dell'amicizia senza se e senza ma, cfr il mio post su Xadhoom nella discussione su PKNA).

Quanto al comparto grafico, lo ritengo senza infamia e senza lode, posto che le espressioni dei personaggi comunque ben rivelano le loro emozioni, l'azione non manca e la dinamicità delle scene non è affatto male: peccato però per le troppe "citazioni" che Everett evidenzia nel suo topic (ma dove trovate tutte queste fonti voialtri? Sono proprio imbranato! :().

Un solido numero tutto azione, che ci serve per introdurre nuove situazioni e nuovi personaggi (Lyo si era solo intravisto) in vista del futuro,e per questo, data la sua peculiare funzione, non l'ho trovato né insipido, né banale, ma piuttosto divertente.

Aspetto, come al solito, commenti e reazioni (ormai vedo che ogni mio post lunghetto scatena risposte, quindi... scatenatevi)!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Mercoledì 1 Set 2010, 14:55:42
Uhm... anche secondo me, Onde Alpha non è male come storia. Certo, non si può dire che sia una di quelle avventure indimenticabili a cui siamo stati abituati, una di quelle che lasciano in noi un segno profondo, facendoci riflettere ed emozionare; non è nemmeno una di quelle storie storie leggere, di quelle che hanno il loro punto di forza principale nelle gag e nella trama spassosa; è, piuttosto, una storia semplice ma carina, che, pur introducendo diversi aspetti della serie che non erano ancora venuti fuori, rimane abbastanza indipendente dalla continuity più stretta che si era già messa bene in mostra nei primissimi numeri. E' un numero di stallo, con una trama non troppo impegnativa ma comunque nemmeno banale, sfruttato soprattutto per inserire gli elementi cruciali fatti notare da pkthebest.

Come promesso, vediamo di postare qualche riga su Onde Alpha, storia che io ho trovato gradevole, a differenza, a quanto pare, di molti.

Qual è la funzione principale della storia in sé e per sé considerata? Dare a Pk un lato eroico d'azione, evitando, per le esigenze narrative che subito spiegherò, analisi intimiste dell'eroe.

In questa storia, infatti, Sisti si è trovato a:

1) doverci fare vedere un'interazione più ampia di quanto sin qui visto tra Juniper ed Everett, e bravo Sisti a presentarcela senza troppe ridondanze che avrebbero steccato: non possiamo pretendere chissà quali dialoghi profondi tra quei due ora, dopo che non si parlavano da anni (chi si ricorda di Indiana Jnes e l'ultima crociata?) senza prima rifare "amicizia"?

2) introdurre il personaggio di Lyo, che è da subito un bisbetico e non può interagire immediatametne in modo approfondito con PK;

3) fare in modo che dopo una battaglia tutta azione Lyo si convinca che PK sia un eroe e lo aiuti permettendogli di parcheggiarsi in Century (nota il nome già usato in PKNA Niente di personale): grande Sisti nel farci intendere che Lyo capisca però la nobiltà di PK non dalla battaglia, ma dal taroccamento d'informazioni (che Lyo ben intende) fatto da Morrighan.

Insomma, doveva essere un numero di transizione, e Sisti ben ha fatto il suo dovere, dandoci una per me non banale trama di sottofondo, ed in fondo scavando (oltreché nel sottosuolo di Paperopoli ;D) nel rapporto che lega Tempest e Rupert, dipinti come due grandi amici, secondo uno dei topos più ricorrenti in tutta la saga di PKNA e PK2 (quello dell'amicizia senza se e senza ma, cfr il mio post su Xadhoom nella discussione su PKNA).

Anche io la vedo come te. Come ho detto sopra, secondo me, la trama, le tematiche sviluppate, le sensazioni e tutto il resto non sono affatto male, considerando la mole di elementi che Sisti doveva per forza di cose inserire. In particolare il personaggio di Lyo, quel vecchio burbero irascibile a cui è tanto facile affezionarsi: per quanto mi riguarda, è da subito diventato, tra le nuove comparse della seconda serie, una delle mie preferite. Quindi, introdurlo al meglio era fondamentale, così come dargli il giusto peso nella vicenda e iniziare a farlo interagire con Paperinik. Oltre a questo, come hai fatto giustamente notare, vengono sviluppati i rapporti tra numerosi personaggi e, attraverso questi, vengono evidenziate e approfondite molto bene alcune tematiche tanto legate a PKNA dalle sue origini come l'amore e l'amicizia. In particolare parliamo dell'amicizia tra Rupert e Tempest, ma anche tra questi due e Paperino, del intricato e difficile rapporto padre - figlia che riguarda Everett e Juniper, del suo primo affacciarsi al mondo di fuori, alle sue bellezze e alle sue difficoltà. A questo è giusto aggiungere una trama non scontata e a suo modo adatta a fungere da contenitore per tutti questi elementi, con una buona componente d'azione e di mistero. Insomma, la storia non è affatto male: la principale pecca è appunto il fatto che parte della vicenda, compreso la tanto cara per noi analisi psicologica e introspettiva dei protagonisti è stata sacrificata, per dare il dovuto peso ad altri aspetti, come la conoscenza più approfondita del personaggio di Lyo, riuscendo comunque a far ben risaltare alcune tematiche fondamentali e a rendere la vicenda scorrevole e intrigante. Mica poco.

Quanto al comparto grafico, lo ritengo senza infamia e senza lode, posto che le espressioni dei personaggi comunque ben rivelano le loro emozioni, l'azione non manca e la dinamicità delle scene non è affatto male: peccato però per le troppe "citazioni" che Everett evidenzia nel suo topic (ma dove trovate tutte queste fonti voialtri? Sono proprio imbranato! :().

Ma a proposito di questa storia volevo segnalare il caso delle vignette copiate: qui (http://www.lbreda.com/pikappa/index/speciale/vignette/vignette.htm)

Io, invece, non ne sapevo niente. I disegni di questa storia mi erano parsi nella sua media, imho superiori a quelli che ha fatto vedere nella terza serie, ma non avevo mai visto queste vignette. Che dire, sconcertante... alcune in particolare, per esempio le due di Everett che con il suo stile hanno davvero poco a che fare, ma anche il Pikappa da Ritratto dell'eroe da giovane, le varie espressioni di Tempest Gale e così via... sono così uguali da sembrare effettivamente dei ricalchi.



   _Gunni Helm
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 1 Set 2010, 15:37:00
Domandona: e se le scopiazzature fossero state suggerite da Sisti nella sceneggiatura, "assolveremmo" Gervasio o no?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 1 Set 2010, 20:50:59
No, condanneremmo anche Sisti! Non me ne vogliano i due autori, che stimo e rispetto molto, ma una, due citazioni ci possono stare, però quando si arriva a questi livelli secondo me si esagera un po'.

Quando alla storia in se: incredibilmente, per una volta non concordo con Gunni! E di conseguenza neanche con pkthebest.
Il fatto è che Onde Alpha è ben poco difendibile. Nonostante tutto pkthebest è riuscito davvero bene a sottolineare tutti i (pochi) vantaggi che la storia presenta e che evito di rielencare. Il problema è che il tutto è immerso in un insieme non convinciente, non adeguato. A cominciare dalla trama base, quella aliena e del Rupert-nemico. Non ci siamo, è troppo banale, troppo piatta, a tratti ricorda Prima dell'Alba (e sapete bene che non è un complimento!). Inoltre sembra che tutta la storia sia un po' troppo buttata sul comico e in questo i disegni comunque accettabili di Gervasio (pur con qualche scivolone su Tempest soprattutto, tralasciando le "citazioni"...) fanno la loro parte.
Vero che dietro la superficie sono nascosti interessantissimi spunti per importanti sottorame, ma è anche vero è che il tutto andava sviluppato organicamente meglio, ecco.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 1 Set 2010, 22:23:05
Piacere di concserti, Everett! Mancavi solo tu al mio nuovo giro di conoscenze. Con l'occasione faccio i complimenti da subito per le recensioni: spero tu abbia notato la mia idea di recensire anche i personaggi nel post di PKNA; la cosa non ha lasciato indifferenti gli altri, ma è il caso che sia tu a dire l'ultima parola in merito!

PS: noto che siamo pure conterranei e neanche tanto lontani: anche tu ti sei qua e la deliziato con Simone Stenti giornalista calcistico in TV, difensore a spada tratta della Juve e null'altro? Non sono mai riuscito a chiamarlo in trasmissione, altrimenti lo salutavo dicendogli: "Un saluto al sommo Simone Stenti..." Come ci sarebbe rimasto secondo voi? ;D
Eh già, quando sei arrivato qui io ero in vacanza e lontano dal forum, quindi ci incontriamo ora... in questi due giorni in cui sto recuperando un po' di post e thread che mi sono perduto per riaggiornarmi però ho già visto che trasudi passione pikappica da tutti i pori, e possiedi anche buone doti di analisi. Complimenti davvero anche per le tue riflessioni e commenti sul topic di PKNA.
Ho visto la tua proposta sulla retrospettiva edicata a ogni personaggio della serie... tra l'altro l'impostazione che hai dato con Xadhoom (evoluzione del personaggio citando avvenimenti e storie che lo riguardano) mi pare ottima e vincente. COsì come l'idea in sè, che può effettivamente offrire secondo me un nuovo punto di vista nel parlare di PK. Quindi direi che tu, Vertighel, Lyla e chiunque voglia può postare una cosa del genere da cui poi possono nascere belle discussioni. Parteciperò volentieri anch'io, anche se nei prossimi giorni avrò poco tempo per una cosa del genere... ma prenoto almeno il mio omonimo di nick name! ;)
Per Stenti... avevo letto di 'sta cosa nell'altro topic, e per me è stata una rivelazione! Non ne sapevo niente, purtroppo forse anche perchè non seguo niente di calcio e quindi nemmeno le trasmissioni sportive in tv. Ma i miei genitori sono tifosi incalliti (tra l'altro della squadra di Stenti) quindi se magari riesci a dirmi i programmi e le reti locali che bazzica riesco a beccarlo :P
Per Onde Alpha... come dissi poco più su, io non la ricordo così negativamente come molti fan dicono, compreso lo stesso Vertighel qui sopra... ma è anche vero che non la rileggo da un bel po' e che sono rientrato in possesso dell'albo solo da pochi mesi... dovrei rileggerla, penso, per confermare bene il mio parere, ma leggendo i due post di pkthebest e di Gunni mi sento di condiverli in linea di massima. Per le "citazioni"... vorrei ricordare il linciaggio che subì l'estate scorsa Ferrario per i disegni copiati sul fumetto delle Cronache del Mondo Emerso... qui siamo a quei livelli secondo voi?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 2 Set 2010, 08:58:45
Non conosco le Cronache del mondo emerso e quindi non posso commentare Ferrario, ma faccio io una citazione di Wilson Minzer (da Il Filosofo Portatile, a cura di Guido Almansi, Teadue, Mantova 2004): "Rubare a uno solo è plagio, rubare a molti è ricerca." Applicabile ad Onde Alpha, direi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Venerdì 3 Set 2010, 08:48:48
Non conosco le Cronache del mondo emerso e quindi non posso commentare Ferrario
Tanto per dare un'idea del caso a chi non lo conoscesse: la polemica, che riguardava una miniserie di quattro albi edita da Panini e incentrata, appunto sulle Cronache della Troisi, che ha anche collaborato alla sua creazione, era nata la scorsa estate e si era accesa in modo molto forte, soprattutto in rete, tanto da convincere la stessa Panini a interrompere temporaneamente la pubblicazione della miniserie a metà "per accertamenti", miniserie che poi è stata riproposta questa estate con il nome di un nuovo disegnatore in copertina, Dall'Oglio, che ha ridisegnato tutte le vignette sospette, che erano interamente opera, appunto, di Ferrario Si parlava di cose come queste, sullo stampo di quelle di Onde Alpha, proposte da Everett:

(http://www.papersera.net/public_html2/showcase/Gunni_Helm/News6749.jpg)

Io sono rimasto piuttosto perplesso riguardo entrambi, anche se effettivamente le vignette copiate da Ferrario erano molte di più.

ma faccio io una citazione di Wilson Minzer (da Il Filosofo Portatile, a cura di Guido Almansi, Teadue, Mantova 2004): "Rubare a uno solo è plagio, rubare a molti è ricerca." Applicabile ad Onde Alpha, direi.

Se la vediamo così, allora possiamo applicare lo stesso concetto anche a Ferrario, che ha sempre affermato che il suo si trattasse di un grande lavoro di ricerca sulle opere orientali, anche se ha copiato quasi esclusivamente da Miyazaki. Vi posto alcune parole sue:

Citazione
[...] Per prima cosa vorrei chiarire che la Panini non mi ha imposto nessuno stile, sono io che ho proposto un lavoro alla Miyazaki. Mi esaltava l'idea di provare una nuova linea artistica e, forse sbagliando, ho impostato tutto sullo stile del mio idolo. Credo di aver fatto un lavoro pazzesco di ricerca di pittura e di lavoro sulle atmosfere e sul colore. Anche sui personaggi volevo avvicinarmi e in alcune pose li ho proprio copiati, ma l'ho fatto in maniera palese e rispettosa(dichiarandolo sempre) Chiunque compri un art-book di Miyazaki può trovare quei disegni. Nella mia stupida mente, non c'era l'idea di fare meno fatica, anche perchè, senza vantarmi, non credo di dover copiare nessuno, ma di tributare colui che stimo. Lungi da me fare il furbetto, non sono uno che ha paura di fare fatica e credo d'averlo dimostrato con tutto il mio lavoro.

Insomma, era tanto per darvi qualche spunto per confrontare i due lavori, perché ognuno tragga le proprie conclusioni.

   _Gunni Helm
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 6 Set 2010, 15:39:46
E dopo gli strafalcioni di PKNA, quelli di PK2!

Ducklair: Paperinik sembra non conoscere il significato di telecinesi: strano, vista l'avventura in PKNA con Jana...

Solo un po' di paura: Ducklair sembra non sapere che Lyla è un droide: strano, visto che lo ha letto nel libro del destino, addirittura sfruttandolo per salvare il droide...

La voce del buio: l'airbag della Pikar è disegnato normale, non elettromagnetico! Strano che Pk non si ricordi il nome del carburante dell'auto, se in Trauma parlava di self-service di monometildrazina (peraltro sbagliando, perché è monometilIdrazina).

La fine della storia: le tavole dove
1) Pk si reca in volo da Lyla e si sente preso in giro perché ha capito che Lyla sta ospitando un droide;
2) Pk guarda il filmato di Duckard all'aeroporto;
sono invertite.

Gradi di separazione: Juniper è disegnata con i piedi palmati, ma in altri episodi ha le gambe bianche ed i piedi "umani".

Il peso dei ricordi: o Everett è un ragazzo padre, o il tempo su Corona è lento a passare. Ma Juniper e Korinna si sviluppano in tempi terrestri, quindi qualcuno mi sa spiegare come è possibile che Anchor e Evinta abbiano già i capelli bianchi e sembrino due vecchietti, mentre Everett, che, pur essendo per i due un figlio, ha solo pochi anni meno di loro, sembri lo stesso giovincello pettinato e vestito diversamente?

Tutto e niente: strano che l'IA che vede tutto quel che capita a Paperopoli non si sia mai interfacciata con Uno..

L'ultima caccia: facciamo conto che la storia narrata da Tempest a Paperino duri il tempo che impieghiamo noi a leggerla, cioé tre o quattro minuti. Allora, il Predatore si è sciroppato tre minuti di immagini ed intanto Tempest è stata ferma per tre minuti ad attendere l'artigliata senza fuggire?

Il vero nemico: Birgit al porto di Paperopoli ritira il container quando è giorno fatto; Paperinik si libera dal blob-ball di notte, ed in almeno quattro-cinque ore Birgit è arrivata solo dal porto al Duckmall? Traffico congestionato o cosa? E poi perché Birgit doveva passare per forza dal centro? Passare sulle tangenziali era vietato?

Capitano di ventura: strano che all'inizio Birgit si preoccupi della salute di Ducklair... Strano poi che PK, saputo il nome Groft Var Moor appena sceso su Armadha, non si chieda se Kruth Var Moor possa essere un suo parente...

Nel fuoco: strano che Everett non colga il tracciato cerebrale delle figlie quando, alla fine, sono nelle vicinanze della Ducklair Manor...

Affari di famiglia: il robot in copertina ha i colori invertiti rispetto a quelli della storia.

Come sempre, aspetto commenti!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Lunedì 6 Set 2010, 15:47:55
Oddio, un paio di errori sono problemi dei disegnatori... però in effetti strafalcioni sono e strafalcioni rimangono!

Piuttosto, cercherai anche gli strafalcioni del Frittole? ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 6 Set 2010, 16:04:22
Lyla, quel che mi chiedi ora... o è un'imprea titanica o è troppo facile!

Senza perdersi in dettagli eccessivi, diciamo che... tutte le frittole sono un unico, gigante blooper! ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 6 Set 2010, 22:15:27
Citazione
Gradi di separazione: Juniper è disegnata con i piedi palmati, ma in altri episodi ha le gambe bianche ed i piedi "umani".
Di questa questione si è sempre discusso parecchio.
Nel caso delle cosiddette "donne col becco" (Lyla, Juniper e Korinna), non esisteva una regola ben precisa fra i disegnatori sul come disegnar loro i piedi. C'era chi faceva i piedi palmati, chi metteva sempre le scarpe, chi faceva i piedi umani, chi faceva addirittura tutte le gambe arancioni (è successo pochissimo, ma mi pare che sia così), chi faceva in certi numeri e vignette così e in altre cosà.

Ecco come la penso io: quei personaggi femminili di cui stiamo parlando "non sono" papere, o almeno lo sono solo "ufficialmente". Le ho sempre viste come donne in tutto e per tutto, le loro caratteristiche fisiche totalmente umane dovevano far risaltare la loro sensualità, era una scelta molto precisa quella intrapresa. Il becco ci doveva essere, e non si discute, è l'unico elemento che riconduce ancora al mondo antropomorfo.
Personalmente, posso accettare nel loro graphic design i piedi palmati quando le gambe sono coperte dai pantaloni, ma non oltre. La soluzione "alla Barbucci" (sullo Spec. '97), con gambe bianche e piedi arancioni, la trovo semplicemente orrenda, e infatti l'unica vignetta in quella storia in cui questa condizione compare è l'unica che trovo sgradevole.
Inutile dire che preferisco nettamente i piedi umani a Lyla, Korinna e Juniper. E' un fattore che aumenta ulteriormente il loro fascino. La Korinna de Il Peso dei Ricordi ha dei piedini semplicemente divini (e non solo quello!), mentre quella sventola di Lyla su Qualcosa che Manca non sarebbe certo tale con i piedi palmati.
Certo che chi disegna i personaggi con le scarpe si evita tutti i problemi!

Citazione
Il peso dei ricordi: o Everett è un ragazzo padre, o il tempo su Corona è lento a passare. Ma Juniper e Korinna si sviluppano in tempi terrestri, quindi qualcuno mi sa spiegare come è possibile che Anchor e Evinta abbiano già i capelli bianchi e sembrino due vecchietti, mentre Everett, che, pur essendo per i due un figlio, ha solo pochi anni meno di loro, sembri lo stesso giovincello pettinato e vestito diversamente?
Ah, guarda, qui ti assicuro che è meglio non addentrarsi!
La questione coroniana è sempre stato il più grosso punto di incongruenza di PK2, ma la cosa è talmente complessa che è inutile stare a ragionarci qui, ora. Ho provato anch'io a cercare di risolvere la matassa, e forse, più o meno, ci ero anche riuscito, ma dato l'intrico dopo cinque minuti mi ero già dimenticato tutto.
E' innegabile che chi ha sviluppato questo punto (sicuramente Cordara e Catenacci, non so però quanto a quel punto Artibani c'entrasse ancora) si sia lasciato sfuggire un po' la cosa di mano ed abbia quindi inevitabilmente lasciato dei lati quantomeno oscuri (il tempo trascorso da Everett a Goosebeach, il tempo trascorso dalle figlie nelle capsule, l'età di Everett all'arrivo sulla Terra, il viaggio Corona-Terra,...).
Stare a discutere così è abbastanza inutile, c'è talmente tanta roba li dentro da poterci quasi fare una tesi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Martedì 7 Set 2010, 00:19:48
Senza contare che il becco, alle suddette "donne papere" sta anche bene. :)

C'è chi vuole rendere delle normali caricature di bellezza e chi invece vuole farle davvero belle, come per inserirle in un contesto un filino più serio. Dipende dallo stile del disegnatore. Io apprezzo in tutti i modi, a patto che i disegni s'intonino alla sceneggiatura.

Un ps. che non credo c'entri nulla, qui, ma ci ho pensato un po' e alla fine credo che Lyla me la prenderò, per questa ripresa introspettiva dei personaggi... però potrebbe arrivare molto tardi, considerando che devo leggermi ancora tanti numeri.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: PORTAMANTELLO - Martedì 7 Set 2010, 00:28:34
Ducklair: Paperinik sembra non conoscere il significato di telecinesi: strano, vista l'avventura in PKNA con Jana...

E' palesemente una gag.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 7 Set 2010, 12:15:45
Citazione
Un ps. che non credo c'entri nulla, qui, ma ci ho pensato un po' e alla fine credo che Lyla me la prenderò, per questa ripresa introspettiva dei personaggi... però potrebbe arrivare molto tardi, considerando che devo leggermi ancora tanti numeri.
L'unico numero che credo tu non abbia letto e che è obbligatorio per l'analisi di Lyla è La Fine della Storia. Al limite anche lo Soeciale '01 per la meravigliosa Qualcosa che Manca.
Nel resto di PK2 Lyla è quasi una comparsa. Il Frittole è, come al solito, assolutamente inutile, lascia pure stare.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: el_pikappa - Martedì 7 Set 2010, 14:22:47
Citazione
Ecco come la penso io: quei personaggi femminili di cui stiamo parlando "non sono" papere, o almeno lo sono solo "ufficialmente". Le ho sempre viste come donne in tutto e per tutto, le loro caratteristiche fisiche totalmente umane dovevano far risaltare la loro sensualità, era una scelta molto precisa quella intrapresa

LYLA,KORINNA,JUNIPER,BIRGIT Q disegnate da Sciarrone...SBAVOOooo :o
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Martedì 7 Set 2010, 23:07:58
Di questa questione si è sempre discusso parecchio.
Nel caso delle cosiddette "donne col becco" (Lyla, Juniper e Korinna), non esisteva una regola ben precisa fra i disegnatori sul come disegnar loro i piedi. C'era chi faceva i piedi palmati, chi metteva sempre le scarpe, chi faceva i piedi umani, chi faceva addirittura tutte le gambe arancioni (è successo pochissimo, ma mi pare che sia così), chi faceva in certi numeri e vignette così e in altre cosà.

Ecco come la penso io: quei personaggi femminili di cui stiamo parlando "non sono" papere, o almeno lo sono solo "ufficialmente". Le ho sempre viste come donne in tutto e per tutto, le loro caratteristiche fisiche totalmente umane dovevano far risaltare la loro sensualità, era una scelta molto precisa quella intrapresa. Il becco ci doveva essere, e non si discute, è l'unico elemento che riconduce ancora al mondo antropomorfo.
Personalmente, posso accettare nel loro graphic design i piedi palmati quando le gambe sono coperte dai pantaloni, ma non oltre. La soluzione "alla Barbucci" (sullo Spec. '97), con gambe bianche e piedi arancioni, la trovo semplicemente orrenda, e infatti l'unica vignetta in quella storia in cui questa condizione compare è l'unica che trovo sgradevole.
Inutile dire che preferisco nettamente i piedi umani a Lyla, Korinna e Juniper. E' un fattore che aumenta ulteriormente il loro fascino. La Korinna de Il Peso dei Ricordi ha dei piedini semplicemente divini (e non solo quello!), mentre quella sventola di Lyla su Qualcosa che Manca non sarebbe certo tale con i piedi palmati.
Certo che chi disegna i personaggi con le scarpe si evita tutti i problemi!

Sì, anche io la vedo così. Personaggi come Lyla, Korinna o Juniper, ma non solo loro, sono graficamente quasi del tutto umani, becco a parte, appunto, che praticamente funge da ultimo appiglio con il mondo antropomorfo, per rendere più naturale il rapporto tra i personaggi. Fattostà che, insomma, i piedi palmati a figure del genere imho sono proprio un pugno in un occhio, peggio ancora se parliamo di gambe completamente arancioni! Concordo anche sul fatto che se invece le gambe sono coperte dai pantaloni la soluzione è più accettabile, ma mi stonano davvero molto i piedi palmati in figure del genere. Insomma, io ce li vedo bene solo nelle classiche figure "a pera", non in quelle più umanizzate, come in questo caso. Per esempio, visto che poco tempo fa parlavamo dell'impatto visivo del vignettone de Il peso dei ricordi in cui Everett ritrova le figlie cresciute nell'astronave: pensa un po' se ci mettiamo alle due delle gambe arancioni, che spettacolo! Innegabilmente l'impatto visivo delle papere del tipo di Lyla, Korinna e Juniper è superiore in maniera abissale se queste hanno piedi umani.
E purtroppo lo Speciale di Pk2 non è ancora in mio possesso, e quindi non ho ancora potuto apprezzare Qualcosa che manca, e, visti nomi coinvolti e commenti entusiastici di tutti voi, riguardo sia la sceneggiatura che il comparto grafico non vedo davvero l'ora di leggerla.
 
Ah, guarda, qui ti assicuro che è meglio non addentrarsi!
La questione coroniana è sempre stato il più grosso punto di incongruenza di PK2, ma la cosa è talmente complessa che è inutile stare a ragionarci qui, ora. Ho provato anch'io a cercare di risolvere la matassa, e forse, più o meno, ci ero anche riuscito, ma dato l'intrico dopo cinque minuti mi ero già dimenticato tutto.
E' innegabile che chi ha sviluppato questo punto (sicuramente Cordara e Catenacci, non so però quanto a quel punto Artibani c'entrasse ancora) si sia lasciato sfuggire un po' la cosa di mano ed abbia quindi inevitabilmente lasciato dei lati quantomeno oscuri (il tempo trascorso da Everett a Goosebeach, il tempo trascorso dalle figlie nelle capsule, l'età di Everett all'arrivo sulla Terra, il viaggio Corona-Terra,...).
Stare a discutere così è abbastanza inutile, c'è talmente tanta roba li dentro da poterci quasi fare una tesi!

Anche io in effetti mi ero un po' scervellato riguardo questi enigmi temporali, senza però cavarne un ragno dal buco, appena letta la storia. Però non è poi una cosa così importante, che qualche anno qua e là sia andato perduto o che sia comparso qualche anno di troppo, visto che comunque sono sempre stati funzionali alla storia, che non ha affatto perso per questo il suo fascino, ad ogni modo maturo e realistico.

   _Gunni Helm
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Mercoledì 8 Set 2010, 00:40:17
L'unico numero che credo tu non abbia letto e che è obbligatorio per l'analisi di Lyla è La Fine della Storia. Al limite anche lo Soeciale '01 per la meravigliosa Qualcosa che Manca.
Nel resto di PK2 Lyla è quasi una comparsa. Il Frittole è, come al solito, assolutamente inutile, lascia pure stare.
Chi ha mai letto qualcosa di tale Davide C. mi capirà... Qualcosa che manca è forse una specie di "Il Sapore della Notte"? Ho letto la trama in giro, e sinceramente mi sembra che le due cose siano stranamente simili... poi ovviamente non avendo mai letto il fumetto non ti so dir nulla.

Il Frittole volevo contarcelo nel senso che lì Lyla fa molte più apparizioni (da quel che ho letto) se facciamo dei confronti, però se dovesse essere necessario penso che lo aggiungerò solo in futuro. Per adesso mi limito ad aspettare La Fine della Storia e Qualcosa che manca. :)

@Gunni: certo che le gambe arancioni le vedresti solo lì, i corpi da paperi almeno loro ce l'avrebbero, quindi sarebbe assolutamente coerente! :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 8 Set 2010, 08:42:04
Purtroppo per Lyla (personaggio, non l'utente) le gambe bianche con i piedi palmati arancioni sono la soluzione corretta, posto che sin dall'inizio Lyla si è vista con le zampe palmate (senza scarpe) e da subito con le gambe bianche nelle prime apparizioni con la gonna!

Qualcosa che manca è da recuperare assolutamente, se siete fan della poetica di Enna anche in formato mignon... Per tacere del bimbo Ronald il cui nome circola a mo' di tormentone in tutta la storia! ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 8 Set 2010, 12:48:57
Citazione
Chi ha mai letto qualcosa di tale Davide C. mi capirà... Qualcosa che manca è forse una specie di "Il Sapore della Notte"? Ho letto la trama in giro, e sinceramente mi sembra che le due cose siano stranamente simili... poi ovviamente non avendo mai letto il fumetto non ti so dir nulla.
Certamente! Il Sapore della Notte è per stessa ammissione di Silverware ispirato a Qualcosa che Manca. Nelle intenzioni di Davide dovrebbe esserne l'ipotetico seguito, anche se a me piace più vederlo come "versione alternativa" della storia Enniana. Ovvio quindi che le trame si assomiglino, la cosa è voluta, anche se la FF del Silver ha più spazio per approfondire il tutto, non avendo il limite di tavole.

Per il resto, se recuperi le due storie indicate, hai tutto ciò che serve per l'analisi di Lyla.

Citazione
Purtroppo per Lyla (personaggio, non l'utente) le gambe bianche con i piedi palmati arancioni sono la soluzione corretta, posto che sin dall'inizio Lyla si è vista con le zampe palmate (senza scarpe) e da subito con le gambe bianche nelle prime apparizioni con la gonna!
E' vero, però bisogna tener conto del fatto che i piedi palmati e le gambe bianche comparvero (che io ricordi) solo su Time 0 di Barbucci, e solo in una vignetta.
In tutte le altre occasioni (sempre parlando degli inizi) sono quasi sicuro di ricordare che o venivano mostrati i piedi o venivano mostrate le gambe. Quando venivano mostrati entrambi si cercava sempre qualche espediente per risolvere la cosa (scarpe, pantaloni lunghi, ecc.), evidentemente perchè anche i disegnatori si rendevano conto che questo miscuglio non era proprio il massimo dell'estetica.

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Mercoledì 8 Set 2010, 22:24:53
Certamente! Il Sapore della Notte è per stessa ammissione di Silverware ispirato a Qualcosa che Manca. Nelle intenzioni di Davide dovrebbe esserne l'ipotetico seguito, anche se a me piace più vederlo come "versione alternativa" della storia Enniana. Ovvio quindi che le trame si assomiglino, la cosa è voluta, anche se la FF del Silver ha più spazio per approfondire il tutto, non avendo il limite di tavole.
Infine l'ho letta, Qualcosa che manca!
Ora mi manca solo una storia :) si fa per dire!

Devo dire che Qualcosa che manca è veramente bella. Ad essere sincera avrei preferito che la trasmissione di certi segnali e certi passaggi non li spiegasse Lyla in prima persona; quando questo procedimento non c'è, di solito la qualità della storia mi sembra superiore. Tuttavia, la storia in sé non avrebbe avuto senso (non per qualunque lettore, senza dubbio) se quell'introspezione non fosse stata esplicitata! Senza contare che è stato fatto davvero bene, in modo fine e poetico (nel modo in cui Enna ci ha abituati, in fin dei conti... :P)... trovo evidente la scelta di Sciarrone per questa storia, proprio in virtù di Frammenti d'Autunno, al quale si ricollega molto sia nella tematica che nel gusto. :)

Ora che conosco sia Qualcosa che manca che Il Sapore della Notte, posso dirlo: posso appurare che il secondo è un ipotetico "secondo tempo" (sennò Cynthia quando l'ha conosciuta? :P) però è più bello pensare che sia una versione alternativa, poetica allo stesso modo, ma farcita di una bella citazione in più (Enna si sarà ispirato a qualcosa...?) e rimodellata un po' sul suo esempio. Devo ammettere che anche vedere una versione a fumetti della storia di Davide non sarebbe male, togliendo il Duckmall anche la sua storia sarebbe stata perfetta, per ciò che vuole trasmettere.

Il resto lo metterò nell'analisi, quando sarà completa. E ricordate... "Se non c'è al Duckmall, non esiste!" :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 9 Set 2010, 08:46:39
Slogan che, per chi non lo sapesse, riprende quello della Rinascente di Milano di qualche anno fa per il quale "Alla Rinascente... c'è!"
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Giovedì 16 Set 2010, 00:28:25
E' così, alla fine ho letto anche Tutto e Niente. Anche per questa storia ci tenevo a fare un piccolo commento, una piccola nota che non è apparsa sulla retrospettiva: chi di voi ha notato che Faraci ha citato beffardamente e magistralmente l'Amleto, basando tutta la trama su un ben noto tema shakespeariano? :)

Che meraviglia, maaamma mia! Faraci, dopo Trauma, Novecento, Anderville, e ora questo! Se stai leggendo in questo momento voglio che tu sappia che ti STIMO davvero!!!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 16 Set 2010, 14:37:59
Ammetto di non avere mai notato similitudini tra Tutto e niente e l'Amleto: complimenti, Lyla!

Con l'occasione una domanda un po' per tutti. Leggo spesso che PK2 avrebbe aumentato il tono di violenza nella serie, rispetto a PKNA. Intendete come "quantità" di violenza, o come realismo della stessa?

Botte e sparatorie in PKNA non mancavano di certo, ed ammetto di non avere mai notato questo stacco tra le due serie...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Giovedì 16 Set 2010, 16:19:32
Ammetto di non avere mai notato similitudini tra Tutto e niente e l'Amleto: complimenti, Lyla!
In realtà stavo per scrivere anche di Trauma, ieri, ma volevo andare a letto e non mi ricordavo bene quale frase fosse la primissima battuta pronunciata da Gorthan nell'albo di Trauma.
Poco fa ho controllato, e la frase viene da niente popò di meno che l'Amleto, un'altra volta.
"Dagli autori di Trauma", diceva l'anteprima... beh, wow, si vede proprio che quest'albo è il discendente diretto del suo predecessore PKNAico. ;)
Volevo spendere un po' di tempo a controllare in quale senso Faraci si fosse orientato sull'Amleto per fondare questo fantastico n° 10 di PKNA *urge un ripasso di letteratura*
Però non me ne ero granché accorta, prima, pur avendo sentori. La molla è scattata quando Paperino ha iniziato a dire "sì, riposare... dormire... sognare... forse...". Ecco, al che sono scattata in aria. Stima profonda per Faraci.

Citazione
Con l'occasione una domanda un po' per tutti. Leggo spesso che PK2 avrebbe aumentato il tono di violenza nella serie, rispetto a PKNA. Intendete come "quantità" di violenza, o come realismo della stessa?

Botte e sparatorie in PKNA non mancavano di certo, ed ammetto di non avere mai notato questo stacco tra le due serie...
Imho, non si tratta di vera e propria "violenza", o se non altro non è superiore a quella di PKNA. Si gioca un po' sulla psicologica: la serie è (per ovvi motivi) intrisa di malinconia, ed i temi sono poco più adulti, poco in realtà, ma senza dubbio più espliciti. Le trame non passano più all'acqua di rose, come accadeva in PKNA, l'atmosfera generale vuole essere un filtro più inefficace, al fine di far trasparire maggior serietà, e di conseguenza agli occhi del lettore vengono messe in maggior risalto quelle scene "violente" che di solito passano inosservate.
Senza contare che un buon contributo a tutto questo lo dà la trama principale.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Giovedì 16 Set 2010, 21:39:11

Con l'occasione una domanda un po' per tutti. Leggo spesso che PK2 avrebbe aumentato il tono di violenza nella serie, rispetto a PKNA. Intendete come "quantità" di violenza, o come realismo della stessa?
  
Io non credo.
E' vero che PK2 rispetto a PKNA ha sicuramente aumentato il livello di realismo, sia nell'ambientazione urbana sia nei temi (la psicologia malata di certi personaggi è incredibile per un fumetto Disney). Però è anche vero che, alla fin fine, se ci state attenti, in tutto PK2 non muore mai nessuno e nemmeno nessuno ci va troppo vicino. Gli unici che avevano intenzioni davvero serie erano Tyrrel, il Predatore e K&J, che in realtà non volevano uccidere il padre, ma "fargli passare ciò che lui aveva fatto passare a loro", che poteva essere anche peggio.
Poi non è affatto detto che senza la morte un fumetto non possa comunque essere violento, come già detto anche la violenza psicologica è molto pericolosa, c'è però da dire che PKNA era più esplicito quando si trattava di mostrare "l'atto crudo" (passatemi il termine), anche in situazioni spesso decisamente realistiche (avete fatto il conto di quanti morti ci sono in PKNA? Senza contare tutti gli Evroniani uccisi qua e la, ci sono Xadhoom, Vertighel, Grrodon, Geena, Hasting, Raghor, Ethan, Zoster, il Razziatore anche se poi "resuscita", un bel po' di Xerbiani). Un numero decisamente notevole.

Citazione
chi di voi ha notato che Faraci ha citato beffardamente e magistralmente l'Amleto, basando tutta la trama su un ben noto tema shakespeariano?
Lyla, puoi spiegarlo meglio? Mi interessa molto. :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Venerdì 17 Set 2010, 19:40:40
Il contrasto della realtà con l'irrealtà, e il reagire o l'essere inattivi.
Nell'Amleto, il protagonista non riesce a distinguere ciò che è reale da ciò che è sola illusione, e per questo rimane sospeso nel dubbio, senza agire o tentare seriamente di smuovere le acque.
Nel più famoso monologo di Amleto (essere o non essere) viene spiegata buona parte delle riflessioni insite nell'opera.

Tornando a Tutto e Niente, Paperinik inizia un monologo con sé stesso, annunciando di avere un problema: non coglie ciò che fa, è distratto e confuso (infatti, anche se ancora non lo sa, si trova in sospeso in una vita non reale, perfettamente riprodotta dall'originale, o quasi). Le parti nelle quali quel famoso dialogo viene citato più esplicitamente sono l'inizio (Essere o non essere, questo è il problema/Negli ultimi tempi, ho problema) e nella parte del "dormire, sognare forse" che ho già detto prima.
Il che ha molto senso, devo dire, se in quello che dovrebbe essere il suo predecessore, cioé Trauma, la prima battuta richiama una frase pronunciata nell'Amleto.
Sicuramente c'è dell'altro che non ho notato, comunque.

Il pezzetto di cui parlavo io (ovviamente scopiazzato da traduzione prefabbricata su un sito):

Essere o non essere, questo è il problema: se sia più nobile d'animo sopportare gli oltraggi, i sassi e i dardi dell'iniqua fortuna, o prender l'armi contro un mare di triboli e combattendo disperderli. Morire, dormire, nulla di più, e con un sonno dirsi che poniamo fine al cordoglio e alle infinite miserie naturale retaggio della carne, è soluzione da accogliere a mani giunte.
Morire, dormire, sognare forse: ma qui é l'ostacolo, quali sogni possano assalirci in quel sonno di morte quando siamo già sdipanati dal groviglio mortale, ci trattiene: é la remora questa che di tanto prolunga la vita ai nostri tormenti.


*coff*, leviamo eventuali spoiler, che è meglio. :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Venerdì 17 Set 2010, 22:30:59
Io non credo.
E' vero che PK2 rispetto a PKNA ha sicuramente aumentato il livello di realismo, sia nell'ambientazione urbana sia nei temi (la psicologia malata di certi personaggi è incredibile per un fumetto Disney). Però è anche vero che, alla fin fine, se ci state attenti, in tutto PK2 non muore mai nessuno e nemmeno nessuno ci va troppo vicino. Gli unici che avevano intenzioni davvero serie erano Tyrrel, il Predatore e K&J, che in realtà non volevano uccidere il padre, ma "fargli passare ciò che lui aveva fatto passare a loro", che poteva essere anche peggio.
Poi non è affatto detto che senza la morte un fumetto non possa comunque essere violento, come già detto anche la violenza psicologica è molto pericolosa, c'è però da dire che PKNA era più esplicito quando si trattava di mostrare "l'atto crudo" (passatemi il termine), anche in situazioni spesso decisamente realistiche (avete fatto il conto di quanti morti ci sono in PKNA? Senza contare tutti gli Evroniani uccisi qua e la, ci sono Xadhoom, Vertighel, Grrodon, Geena, Hasting, Raghor, Ethan, Zoster, il Razziatore anche se poi "resuscita", un bel po' di Xerbiani). Un numero decisamente notevole.

Quoto. Il realismo maggiore non era nella violenza, ma nelle situazioni più urbane e quindi più realistiche: pensate a numeri come Soltanto un amico e Altovolume, decisamente metropolitane come storie e quindi più reali, in una Paperopoli che potrebbe essere una metropoli americana qualunque con le gang di malviventi, il poliziotto duro e la recluta e le riserve verso un giustiziere mascherato. Erano più realistiche, diciamo, le sparatorie tra gang rivali che si dividono il territorio a suon di furti e ricatti che quelle con alieni viola succhiaemozioni. E anche l'elettroinquinamento è un tema più reale dei viaggi nel tempo, per dire.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Sabato 18 Set 2010, 16:42:26
Lyla, grazie per la spiegazione, il tuo discorso ha perfettamente senso.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 5 Ott 2010, 15:44:42
In tema di citazioni cinematografiche, che dire di Gordon Bekko, il cui nome è ricalcato da quello di Gordon Gekko, il personaggio impersonato da Michael Douglas in Wall Street (1988)? Ovviamente era uno squalo della finanza...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 5 Ott 2010, 16:16:36
Ecco la citazione che mi sforzavo di ricordare!!! Invano.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 7 Ott 2010, 15:28:07
Una domanda.

Secondo voi, il fatto che la Century ltd del XXIII secolo (vedi PKNA Niente di Personale) si chiami come la fabbrica Century di Lyo implica che il PKTeam ne voleva combinare una delle sue, o è una mera coincidenza (per non dire mancanza d'idee)?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Giovedì 7 Ott 2010, 16:06:41
In quale pagina viene citata la Century in Niente di Personale? :-?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 8 Ott 2010, 10:23:20
Dove Eidolon parla a Paperinik della nuova situazione del XXIII secolo, spiegando che la Tempolizia è controllata dalla Century. È la ditta che fa da copertura all'Organizzazione in quel numero.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 13 Ott 2010, 16:34:04
Anche questa è vera e la volevo postare da un po', ma la memoria mi frega, sentita a Studio Aperto nel 2003, se non sbaglio.

Un paesino della Grecia a 15 km dal mare è stato teatro di un curioso fenomeno: una tromba d'aria ha scagliato un grande quantitativo di pesci sul paesino, con gioia degli abitanti per l'insolita pioggia. Il paesino, ed è questo che all'epoca mi diede molto da pensare, si chiama... (suspense) CORONA!!!!!!!!!!  ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: PORTAMANTELLO - Mercoledì 13 Ott 2010, 16:50:34
E la birra Corona dove la mettiamo? :P
Più che Pk, questa storia non può che richiamare Scarpa (http://www.romanoscarpa.net/articoli/tegucigalpa-e-la-pioggia-di-sardine)... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Sabato 23 Ott 2010, 17:38:33
L'unica cosa che avevo letto di PK2 in giro era che continuava la trama lì dove PKNA finiva, e lo faceva con temi un pò più maturi. Concordo, e devo dire che forse l'hanno fatto non troppo bene, nel senso che questo stacco si è avvertito fin da subito, e senza saperlo poteva risultare pesante.
Certamente, la grossa differenza stilistica e narrativa fra le due serie era un fatto voluto proprio per enfatizzare il bisogno del cambio.
A mio parere però è stato gestito molto bene, almeno nei numeri iniziali.

Citazione
Comunque è stato notevole il cambio di scena, e si avverte un sacco che l'opera è incompiuta...
Citazione
Il fatto di aver letto tutte e due le serie di seguito, anche se un pò tardino, mi ha aiutato ad apprezzare tutte e due le serie, con una nota di amarezza alla fine della seconda.
La fine frettolosa è sicuramente il più grosso punto debole di PK2. Come ho  già avuto modo di dire, però, pur nella fretta si è riusciti a tirare fuori un finale non banale e soprattutto non superficiale (e mi riferisco agli ultimi due numeri e in particolare a quello ambrosiano), riflessivo e maturo, in linea con le caratteristiche della serie, insomma.
Ovvio che qualcosa di più studiato sarebbe stato ancor più apprezzabile, ma mi rendo conto del fatto che, date le condizioni in cui versava la testata in quel periodo, non avremmo potuto avere di meglio.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Sabato 23 Ott 2010, 20:22:15
A me non piace granché come l'hanno gestita.
Ottima senza dubbio, dal mio punto di vista, la trama principale, ma non le singole storie. Sarà che quando le leggevo ce l'avevo ancora con l'arietta fresca che PKNA sempre emanava... ;D

Comunque... ma il virus di Tutto e Niente? La prima volta che l'ho letto mi era balenato in mente Uno... un altro filone inconcluso o qualcosa di legato alla trama principale? Mi manca da leggere un solo numero (il 15) ma non mi sembra che se ne parli, a giudicare dai riassunti.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Garalla - Domenica 24 Ott 2010, 14:18:19
Certo gli ultimi due numeri sono belli, però... come conclusione mi aspettavo qualcosa di più. Comunque comprendendo i problemi che c'erano non si è potuto fare di meglio, e mi viene proprio da chiedere... com'era il finale originale?
Comunque se mai volessero fare un PK3 comincerebbe senza dubbio col ritorno di Everett, questo è certo
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Domenica 24 Ott 2010, 14:29:02
com'era il finale originale?
Se ne sa poco, ma si vociferava (non so con quanto fondamento) che il finale prevedesse tutto il cast su Corona per combattere il vero nemico, vale a dire la moglie di Everett.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 25 Ott 2010, 11:50:14
Certo gli ultimi due numeri sono belli, però... come conclusione mi aspettavo qualcosa di più. Comunque comprendendo i problemi che c'erano non si è potuto fare di meglio, e mi viene proprio da chiedere... com'era il finale originale?
Comunque se mai volessero fare un PK3 comincerebbe senza dubbio col ritorno di Everett, questo è certo

O anche del solo Uno, che potrebbe essere stato riattivato nel frattempo da Everett, e che sta ricostruendo con le sue servounità i piani 150 e 151 della DT, visto che qualcuno prima o poi vorrà salire in mansarda, e noterà la copertura olografica...

Cavolì, ho già scritto io il finale "non visto" di PK2 per quanto concerne il ritorno di Uno, me ne sono accorto adesso!!!! ;) ;D

PS: Leonard, cortesemente, mi dici come fai a quotare un post addirittura da un topic all'altro? Merci beaucoup!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 25 Ott 2010, 12:02:31
Quando rispondi ad un messaggio, nella barra dei pulsanti ce n'è uno chiamato "Inserisci Citazione". Lo premi e fra le due parentesi quadre che ti compaiono nell'editor puoi incolare un messaggio copiato in precedenza da questo o da altro topic. Poi rispondi dopo le parentesi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 25 Ott 2010, 12:15:00
Quando rispondi ad un messaggio, nella barra dei pulsanti ce n'è uno chiamato "Inserisci Citazione". Lo premi e fra le due parentesi quadre che ti compaiono nell'editor puoi incolare un messaggio copiato in precedenza da questo o da altro topic. Poi rispondi dopo le parentesi.

Grazie, Leonard... Mi autopunisco e mi do un PRDQP da solo per non averci pensato da solo, data la semplicità della cosa. Colombo, se cerchi un nuovo modo per aggiornare la faccenda dell'uovo...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Domenica 31 Ott 2010, 17:12:47
Salve! Sono un lettore della "seconda ora" di PK (iniziai con "Strettamente Riservato" e con il numero 32 di PKNA), e per me PK2 ha rappresentato, all'epoca (prima-seconda media) uno sconvolgimento della prospettiva. Soprattutto per la scomparsa di Uno, personaggio al quale ero legatissimo.
Infatti, scelsi di lasciar perdere i numeri 13 e 14.
Argh.
Ho finito di leggerli proprio adesso (tornato da lucca) e devo dire di poter rifinire la mia idea su una serie che all'epoca avevo ampiamente sottovalutato.
Resta però una cosa: in qualunque maniera lo si possa giustificare, il finale (nello specifico i numeri 17 e 18) non sono mai riuscito ad apprezzarlo.
Certo, il lavoro degli sceneggiatori, considerando le scadenze minime, è stato ottimo (specie il discorso conclusivo di Bloom, complimenti ad Ambrosio!) ... ma i disegni... i disegni! Passi il lavoro del Barbaro (non riesco ad apprezzare il suo stile, però questo può essere solo un mio difetto), ma Ettore Gula come disegnatore dell'ultimo numero è stata una strafalcionata (anche se devo ammettere che ha fatto un ottimo lavoro con le inquadrature): il combattimento finale, poi, risolto in uno spiegone di 6 pagine 6!
No, capisco tutto, ma il finale proprio non riesco a farmelo piacere...

Spero di non aver sollevato troppo polverone, sparando all'impazzata.

:3
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Domenica 31 Ott 2010, 17:37:09
Infatti, scelsi di lasciar perdere i numeri 13 e 14.
Caspita, due fra i numeri più belli di PK tutto. Menomale che, a quanto sembra, hai avuto occasione di rivalutarli.

Quanto al resto...

Concordo sulle sceneggiature dei numeri 17 e 18, veramente ottime considerata anche la fretta, specialmente quella di Ambrosio.

Concordo anche sulla effettiva velocità del "combattimento" finale, davvero misero, però, povero Stefano, gli eran finite le pagine, che poteva fa? Direi che tutto sommato è stato molto equilibrato.

Non concordo, invece, sui disegni.
Barbaro è stato, come al solito purtroppo, inadeguato nella rappresentazione soprattutto dei personaggi, e credo che un uso tanto pessimo delle chine come in qusto numero non l'abbia mai fatto.
Non capisco invece il poco apprezzamento di Gula. Io lo trovo ottimo. Pulito, molto preciso, piuttosto dinamico e sapiente conoscitore delle inquadrature, come hai giustamente sottolineato. D'accordo, non sarà un mostro di espressività e di originalità, ma direi che i suoi disegni sono decisamente gradevoli e adatti alla storia.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Domenica 31 Ott 2010, 18:33:32
Rimane il fatto che avrebbe anche potuto rimaneggiarlo un pochino, questo finale. Certo, è difficile dover chiudere tutto così in fretta, causa i motivi detti e stradetti, ma sono comunque del parere che si sarebbe potuto fare di meglio... mi ricordo che, con una "sparaflashatina del cavolo" in UNA vignetta in croce in fondo ad una delle ultime pagine, le due terribili aliene sgranavano gli occhi a malapena e nella pagina appresso erano tragicamente per terra.

Un po' Ambrosio poteva fare di meglio, anche se riconosco la difficoltà dell'impresa, ma un po' poteva sforzarsi anche Gula. L'ho visto relativamente preciso con i disegni, ma le chine... e poi quel cambio di scena sapeva così tanto di taglio che non me lo sono riuscito a togliere dalla testa fino ad oggi. (http://i53.tinypic.com/2ibdcnr.gif) In realtà poi anche di questo la "colpa" sarebbe di Ambrosio.
Non volevo mica una sparatoria di 20 pagine, ma neanche tutta 'sta prescia! :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Domenica 31 Ott 2010, 18:48:15

ma neanche tutta 'sta prescia! :P

Scusa, Lyla: che cosa è? :-/ :-/ :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Domenica 31 Ott 2010, 18:58:02
Tradotto: fretta :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Domenica 31 Ott 2010, 20:06:35
@Vertighel: il disegno certamente è pulito, ma è proprio lo stile che non riesco a digerire. Certo, nella mia opinione... in particolare le metà inferiori dei personaggi. Ad esempio, il PK a pagina 64, mentre spara il suo famoso raggio-blu-che-mette-a-posto-tutto (^___^) sembra come allungato... in certe scene le mani mi sembrano sproporzionate (Korinna pag 62) ed in generale tutto il disegno mi sembra un po' troppo... "liquido"; purtroppo non so come esprimermi meglio, ma è un disagio diffuso che provo per le proporzioni e le espressioni dei personaggi nell'albo.
Ad esempio, sempre a pagina 64, quando le due sorelle vengono colpite dal raggio... è una delle vignette che capisco di meno.  Potrebbero essere in qualunque situazione, potrebbe essere un faro della polizia, una torcia elettrica... non c'è niente che definisca l'importanza della scena. La vignetta più importante dell'albo, diamine, e Korinna sembra appesa a un chiodo...
Questo accanto, come tu stesso hai ricordato, a delle ottime inquadrature.
Ho la sensazione che scegliendo un disegnatore diverso questo numero conclusivo avrebbe lasciato un sapore meno amaro in molte bocche.
E, sì, effettivamente ho perso due dei numeri migliori di PK2 e, con il 14, uno dei migliori in assoluto. Rigano mi ha davvero colpito.

@Lyla: la prescia c'è stata, ma secondo me risolvere il combattimento in 6 pagine con PK che entra in stile "duck-ex-machina"  ;) e risolve tutto on un colpo solo sa tanto di tirato via...

Tutto ciò, ovviamente, nella mia umile opinione  :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 2 Nov 2010, 15:52:06
Pure io trovo che il finale di PK2 sia stato parecchio affrettato e ciò è chiaramente visibile.

Se, però, si è davvero avuta tutta questa premura di dovere chiudere la baracca, riscrivendo trame magari già pronte, allora sia Ambrosio, sia Macchetto, sia i rispettivi disegnatori meritano i nostri complimenti, perché il finale, per quanto aperto, una sua logica ha.

Sarebbe bello però sapere per certo quando le cose sono cambiate in corsa, per potere effettivamente valutare il tempo a disposizione degli autori.

Per esempio, Gagnor nel suo topic ha scritto che, per stendere la storia pubblicata il 22 settembre su Dalì in tempo per tale data, aveva dovuto iniziare già a giugno compattandola in venti tavole, altrimenti non ce l'avrebbe fatta.

Quel che mi ha sempre lasciato basito (stupito in senso negativo, per i non lombardi ;)) è stata la non voglia di chiudere la storia di Tyrrel Duckard, senza dedicargli neppure un numero: sarebbe cambiato davvero tanto se si fossero dati alle stampe diciannove numeri e non diciotto? >:( >:( >:(

Artibani è tornato sul forum... magari ci potrebbe dire qualcosa in più!!!! ::) ::) ::)

PS: thanks, Lyla
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Mercoledì 3 Nov 2010, 08:59:14
Temo che diciannove numeri avrebbero suonato male: meglio una serie conclusa in pari che una in dispari (dopotutto, anche in PKNA l'ultimo numero era 49...50!). Immagino che la storia con Tyrrel fosse completamente avulsa dal corpus della trama principale (oppure era al contrario legata alla trama in versione originale, prima delle sterzata per la chiusura), e quindi la forbice, tra Neopard e lui...

Se Artibani è tornato sul forum... e magari sta leggendo questo post... sarebbe davvero interessante sapere quando fosse arrivata la fatale notizia. Maestro, risponda!  ;)

Poi... date le recensioni dei personaggi di PKNA sul forum, perché non farle anche dei personaggi di PK2? Nel caso, però, io mi prenoto Korinna...  8-)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Malachia - Mercoledì 3 Nov 2010, 09:53:43
Scusate l'OT (che poi provvederò a cancellare).

Shaggley, il tuo avatar è uguale a quello di hendrik (http://www.papersera.net/cgi-bin/yabb/YaBB.cgi?action=viewprofile;username=hendrik). Credo che la precedenza spetti a lui. ;)

Dal regolamento:
Citazione
•Cerchiamo di facilitare il nostro riconoscimento da parte degli altri utenti usando avatars diversi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 3 Nov 2010, 10:15:47
Poi... date le recensioni dei personaggi di PKNA sul forum, perché non farle anche dei personaggi di PK2? Nel caso, però, io mi prenoto Korinna...  8-)

La attendiamo con piacere, Shaggley! ;) ;) ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Mercoledì 3 Nov 2010, 12:48:54
@ Malachia: non riesco a salvare l'immagine personalizzata nel mio profilo. Ho provato ma non riesco a modificarla stabilmente... mi scuso per l'off topic, cancellerò quanto prima ^____^

Spero di riuscire a risolvere questo problema...

@pkthebest: perfetto, mi metto al lavoro :3
Piccolo sondaggio:
Tra le due figliole, voi chi preferite, Korinna o Juniper?

Ho unito i due post. La prossima volta che devi aggiungere qualcosa al tuo messaggio, basta cliccare sul tasto "Modifica".
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 3 Nov 2010, 13:59:35


Piccolo sondaggio:
Tra le due figliole, voi chi preferite, Korinna o Juniper?

Korinna, più bastarda dentro, più carogna, più... simile ad una mia carissima amica del tempo, anche fisicamente (ma non per il becco, sia chiaro)!!!! ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 3 Nov 2010, 19:06:27
Piccolo sondaggio:
Tra le due figliole, voi chi preferite, Korinna o Juniper?
Fisicamente, entrambe... [smiley=drool3.gif]

Caratterialmente non c'è proprio paragone: Korinna stravince.

Ha una psicologia fantastica, molto fuori dai canoni. E' maligna, determinata, cinica, fredda. Agisce sempre secondo il suo carattere e non lo travalica mai.

Juniper, invece, mi dispiace dirlo ma ha una caratterizzazione davvero pessima. All'inizio timida e insicura, dall'aspetto innocente, poi all'improvviso si trasforma in un mezzo clone della sorella senza un apparente motivo, poi sembra di nuovo dispiaciuta, poi torna cattiva...
Insomma, un casino, Juniper ognuno la trattava in modo diverso, e questo non ha potuto che nuocere alla riuscita del personaggio.

NB: da notare come Korinna sia avvenente solo disegnata da San Sciarrone, mentre Juniper, incredibilmente, riescono tutti a farla bona: persino Barbaro e la Migheli la fan carina, per non parlare di quelle stupende di Sciarrone e Turconi e la mia preferita, quella di Gula.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Mercoledì 3 Nov 2010, 19:48:42
Mah veramente a me non sembra che Korinna la disegni bene solo Sciarrone, anche se è vero che riesce meglio con lui che con altri... per il resto, nella via stra ovvia e per i motivi sopra citati Korinna rimane 10 volte meglio della sorella.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: ML-IHJCM - Giovedì 4 Nov 2010, 11:43:08
Juniper, invece, mi dispiace dirlo ma ha una caratterizzazione davvero pessima. All'inizio timida e insicura, dall'aspetto innocente, poi all'improvviso si trasforma in un mezzo clone della sorella senza un apparente motivo, poi sembra di nuovo dispiaciuta, poi torna cattiva...
Insomma, un casino, Juniper ognuno la trattava in modo diverso, e questo non ha potuto che nuocere alla riuscita del personaggio.

Personalmente, piu' che ad un'incertezza degli sceneggiatori, mi verrebbe da pensare che l'instabilita' sia propria della psicologia del personaggio: Juniper e' psicolabile, potenzialmente capace di passare da un'estremo all'altro. Nessuna delle sorelle puo' dirsi propriamente sana di mente, ma Korinna riesce fin troppo bene a tener sotto controllo le emozioni (anche se alla fine si lascia trascinare dall'odio per Everett), Juniper mostra piu' chiaramente i propri problemi.

Non sono pero' del tutto sicuro che quanto dico sia sensato: e' un po' che non rileggo le storie ...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 4 Nov 2010, 11:54:38

Personalmente, piu' che ad un'incertezza degli sceneggiatori, mi verrebbe da pensare che l'instabilita' sia propria della psicologia del personaggio: Juniper e' psicolabile, potenzialmente capace di passare da un'estremo all'altro. Nessuna delle sorelle puo' dirsi propriamente sana di mente, ma Korinna riesce fin troppo bene a tener sotto controllo le emozioni (anche se alla fine si lascia trascinare dall'odio per Everett), Juniper mostra piu' chiaramente i propri problemi.

Non sono pero' del tutto sicuro che quanto dico sia sensato: e' un po' che non rileggo le storie ...

È la stessa sensazione che ho avuto io... Non che Korinna fosse mentalmente sana, intendiamoci, ma Juniper evolve negativamente prigioniera del suo rancore verso il padre, che non esplode mai al 100% (per la vicinanza con Paperinik?) sinché non si ritrova con la sorella! Non siete d'accordo?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 5 Nov 2010, 22:05:24
Sono pienamente d'accordo con la risposta, ma non con la spiegazione. Può darsi che l'instabilità di Juniper facesse parte di un progetto preciso (specialmente la sua vicinanza esplicita al pikappero), che si è interrotto all'altezza del numero 14. Dopotutto, nelle poche scene (numero 15) in cui abbiamo visto le bambine, sembravano avere un'emotività del tutto normale.
Se si deve andare a cercare uno shock, lo porrei piuttosto nella permanenza criogenica e nel brusco risveglio.
Sul quale ci sono troppe cose che davvero non quadrano...

A proposito, l'analisi su Korinna è in arrivo ^____^
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Martedì 9 Nov 2010, 15:56:40
Nota: questa analisi contiene un’overdose di spoiler sulla saga di PK2, quindi consiglio vivamente a chiunque non la conosca del tutto di astenersi dalla lettura… e di tornare non appena completata.
Inoltre, tutto ciò vi è scritto rappresenta solo la mia opinione (anche se non lo ripeterò ogni tre frasi).
Enjoy!

(http://it.tinypic.com/view.php?pic=2dkgy05&s=3)

Il 2001 era appena iniziato, e nelle edicole il primo numero di PK2 stava sconvolgendo il mondo dei PKers. La figura di Everett Ducklair, che nella prima saga era stata piuttosto marginale e connotata quasi soltanto da lati positivi, subiva anch’essa uno stravolgimento, e per il papero mascherato sorgeva una nuova era di dubbi, incertezze e… paura.
Già dal numero successivo, una misteriosa figura incappucciata, Profunda, si dimostra capace di manipolarla, a spese del nostro supereroe preferito, che vedeva svanite d’un colpo tutte le difese mentali sviluppate a Dhasam-Bul ed assieme a Jana.
Si sarebbe dovuto aspettare il numero 3 per scoprire la vera identità dell’aggressore: l’altra figlia di Everett.
Korinna Ducklair.

Da quel momento, nulla sarebbe stato più lo stesso. Korinna rivela da subito una spiccata personalità ed un’emotività travolgente (nel vero senso della parola!), che la rendono una protagonista nel nuovo universo di Pikappa. Un’altra delle sue caratteristiche più evidenti è l’attitudine al controllo ed al comando, che mostra sin dalla sua apparizione. Ma più di tutto, Korinna è animata da un rancore bruciante nei confronti di Everett.
Fu un vero shock, vedere questa figura catapultata nell’universo straordinario, complesso e maturo, ma in fondo rassicurante, di Pikappa, che non esita ad attaccare il proprio padre! Soltanto con il tempo, la sua figura avrebbe ricevuto una spiegazione.
Una spiegazione, tuttavia, non del tutto completa.

Korinna compare per la prima volta anche prima di PK2: in PKNA 49/50, è all’origine dell’anomalia che spinge Everett a tornare a Paperopoli. Ma non si può intuire la natura di questa anomalia fino al numero 2, Solo un po’ di Paura, dove la ragazza fa precipitare paperinik in un incubo ad occhi aperti.
Nella vignetta finale, si vedono due capsule criogeniche... di cui una è vuota. Ma la mente dei pkers si affolla di domande.
Esse riceveranno risposta soltanto nel numero successivo, La voce del buio, in cui viene rivelata anche l'identità della prima (in quel momento sembrava unica) figlia di Ducklair, Juniper. La ragazza si limita a ciondolare e a mostrare qualche bel primo piano; viene catturata da Everett e portata su una strana piattaforma, dove poco dopo si incontrano Pikappa, Everett e la misteriosa Profunda, che afferma di voler portare Juniper via con sé.
Poco dopo, infatti, Everett mette da parte tutto il grande piano utilizzato per attirare Profunda e le toglie il cappuccio dell'impermeabile.
Un brivido coglie tutti i Pkers: una giovane ragazza bruna, dallo sguardo triste... Korinna Ducklair.
Due vignette dopo, un altro sconvoglimento: Korinna pone le mani attorno alla testa e lancia una serie di onde psichiche contro Everett, costringendolo a terra!
Si tratta di uno dei momenti che più esprimono la differenza tra PKNA e PK2. Una figlia che non si fa scrupoli ad attaccare il padre, verso il quale mostra un odio travolgente.
Il numero si conclude con la scomparsa di Korinna; l'ultima pagina la mostra prendere un passaggio da una famiglia “meno gialla del solito”, come notato da un lettore, diretta verso un paesino dal nome sconosciuto: Goose Beach.

Non vedremo più Korinna per altri 8 numeri, ma la sua assenza si farà sentire. Soprattutto per Everett, che mostra un attaccamento straordinario alla figlia, forse superiore a quello per Juniper (che in tutta questa prima fase non esce dal ruolo e mantiene per fortuna una certa unità psicologica) o quello che prova Juniper stessa per la sorella.
Korinna ha mostrato sin da subito una grandissima forza di carattere ed una pericolosa attitudine al controllo, ed Everett (e con lui tutti i Pkers) non possono che chiedersi cosa stia macchinando.
Gli “stacchi” dei numeri 6, 8, e 10 non aiutano in questo senso, ed anche il (bel) numero 9 non sembra dare molte spiegazioni, a parte un suggerimento piuttosto sottile.
Le risposte sarebbero arrivate con Il peso dei Ricordi.

Il numero 11 rappresenta un vertice non soltanto per la saga di PK2, di cui rappresenta un punto di svolta, ma per l'intera epopea di Pikappa. Un acme non solo di sceneggiatura, trama e dialoghi, ma anche di disegni, con uno Sciarrone che fornisce la sua prova migliore.
In questo numero Korinna fornisce la sua prova migliore: mostra fino in fondo il proprio carattere esplosivo e violento, la propria spietatezza. Sembra addirittura portare verso l'annegamento parecchi abitanti del paese. Allo stesso tempo, riesce finalmente a spiegarsi con Pikappa, tentando di portarlo dalla sua parte con una confessione scioccante: lei, sua sorella ed Everett sono alieni provenienti dal pianeta Corona.
Ecco finalmente la motivazione dell'odio di Korinna verso suo padre: essere cresciuta in una macchina.
Tuttavia, verso la fine la ragazza mostra di saper provare qualcosa di diverso oltre a rabbia e rancore, salvando la vita a paperinik.
Si completa così il quadro della psicologia di Korinna: dura, spietata e decisa, ma non una macchietta capace di provare solo odio e dolore. Un'evoluzione che è molto simile a quella di Xadhoom in PKNA.

Non bisogna attendere molto per la successiva apparizione della ragazza, e nel numero 12 la sua psicologia fa un ulteriore passo in avanti: riesce infatti a mostrarsi cordiale con un camionista che le ha dato un passaggio. Un'ulteriore sfaccettatura che aggiunge profondità, ma, e in questo sta la bravura degli sceneggiatori, senza negare gli altri aspetti della propria personalità (come farà qualche pagina dopo, rubando le memorie ad un'insegnante privata e prendendone il posto - con una delle frasi più memorabili di PK2).
Nella rubrica Digital PK2, qualche pagina dopo la fine del numero, c'è poi una piccola chicca: una lettera di Korinna a Babbo Natale (da lei chiamato Pama-Ran), al quale chiede un'astronave interstellare per tornare sul pianeta natale. Il suo destino l'attende, dice. Quale destino, si saprà solo con il numero 15.

Proprio con Il Vero Nemico, il numero che mostra più cose sul passato di Everett e sulle sue motivazioni, si scopre il suo destino: diventare regina di Corona al prezzo della soppressione di tutte le emozioni. Per ironia, proprio in questo numero la sua psicologia raggiunge la piena maturazione: viene mostrato il suo ruolo di istitutrice per una coppia di bambini, e si vede molto bene come le ferite riportate dall'allontanamento della madre e dalla crescita in una macchina abbiano provocato una freddezza ed una mancanza di umanità.
Tuttavia, una mancanza non totale.
In questo sta la tragicità di Korinna: la sua ricerca di sentimenti positivi (l'affetto della sorella, l'amore della madre, il riconoscimento del duo ruolo di figlia) si scontra sempre con la sua rabbia repressa e con il carattere esplosivo. Il numero 15 non fa che aumentare la tragicità, mostrando una Korinna bambina dall'emotività perfettamente normale.
La Korinna precipitata sulla terra è un personaggio incompleto, come molti dei più grandi comprimari di Pikappa: come Uno, come Xadhoom, come Urk.
A differenza di loro, però, la pace non arriverà mai.
Infatti, dopo le vignette finali in cui Korinna mostra frustrazione per la propria incapacità di esternare emozioni (c'è uno splendido momento in cui i due bambini, nonostante tutto, la salutano dalla finestra), che potevano essere un punto di lancio per mostrare una definitiva mutazione del personaggio in senso positivo, la poca fiducia da parte dei fan e delle scelte editoriali suicide portano ad un immediato retrofront.

Negli ultimi due numeri, Korinna ha un'involuzione, tornando ad essere Profunda: la ragazza incapace di sentimenti e desiderosa solo di provocare male al padre. Nelle scene iniziali del numero 17, viene mostrato questo suo carattere distruttivo sin dall'infanzia, appiattendone la personalità, rendendola un avversario a tutti gli effetti.
Anche Juniper la segue in questa evoluzione, sebbene in maniera assai più rapida.
Nell'ultimo numero, la ragazza mostra la totale mancanza di una qualunque empatia con chiunque. Soltanto una smodata ambizione ed un certo grado di malvagità vera e propria, che hanno sostituito la rabbia ed il rancore.
Korinna verrà poi riportata sul pianeta natale da Everett, le cui ultime parole relative alle figlie sono la speranza di riuscire a mutarle nel carattere e la volontà di far scegliere loro il proprio destino.
Una fine ingloriosa per un personaggio che, come tutto PK2, avrebbe potuto avere ben altro destino.

Per quanto riguarda il disegno, tutti gli autori sono sempre riusciti a dare una veste grafica più che adeguata a Korinna, almeno dal punto di vista delle emozioni: sono sempre risusciti (in vari gradi) a mostrarla dinamica, energica e risoluta. Dal punto di vista dell'avvenenza (che in PK2 è una variabile importante), la maggior parte dei disegnatori ha puntato sul viso e sulla testa, raggiungendo sempre ottimi risultati. Soltanto Gula, nel numero conclusivo, sembra perdere la mano in questo senso. Tuttavia, la Korinna migliore, per espressività ed avvenenza, è sempre stata quella di Turconi, che nel numero 15 fa un lavoro straordinario sia con la forma del corpo, cui riesce a dare femminilità ed eleganza, sia con  il contorno degli occhi, che le dona un'espressività unica.
Un capitolo a parte meriterebbe invece l'opera di Sciarrone, che nel Peso dei Ricordi raggiunge una vetta della sua arte, mostrandoci una Korinna perfettamente delineata nella sua aggressività latente (le pose sono perfette), della forma. E delle forme: il lavoro di Sciarrone esula dal capo dell'avvenenza per sconfinare, anche se di poco, nell'erotismo, portando la saga di Pikappa ad una vetta insuperata, come solo lui sa fare.
Nell'ultimo numero, invece Gula ricopre la ragazza con un paio di anonimi pantaloni e camicia, dimenticando le tute aderenti che avevano fatto la gioia dei Pkers solo il numero precedente, cui aggiunge una cravatta. Particolare sul quale ancora oggi mi interrogo. Ad ogni modo, le forme della ragazza ne sono quasi completamente nascoste, ed i vestiti del tutto urbani tolgono qualunque scampolo di mistero e di esotismo a Korinna, che sembra un'impiegata capitata per caso nella storia di Pikappa.
Anche dal punto di vista dei disegni, una fine ingloriosa.

La fortuna di Korinna, almeno rispetto alla sorella, è però di aver fatto almeno una fine coerente: le lacrime del numero 15, quell'unico momento di riflessione, di incertezza e di umanità può benissimo essere preso come un trauma che riporta la ragazza ai predenti stati emotivi, che cercherà ora di riempire con l'ambizione sfrenata.
Resta tuttavia, fino alla fine, un personaggio unico.
Non soltanto per la sua emotività che non ha precedenti nell'intera saga di Pikappa, facendone un personaggio pronto ad attaccare il suo stesso padre. Si tratta di un punto cruciale, forse quello che più di tutti, più ancora della mancanza di Uno stabilisce la linea di demarcazione tra PK2 e PKNA, mostra come siano cambiate le atmosfere.
Proprio questo il rapporto di odio con il padre è davvero ironico: la somiglianza tra Korinna ed Everett è grande.
Non solo per l'aspetto fisico - ciglioni compresi: i migliori disegnatori hanno sempre saputo far risaltare questo particolare! - ma soprattutto per l'emotività. I due hanno una grande forza di carattere, una volontà di ferro e la capacità di realizzare grandi cose. Entrambi possiedono lati oscuri (la tendenza alla costruzione di armi distruttive di Everett e quella alla dominazione di Korinna) ed entrambi hanno aspetti molto positivi, sebbene quelli di Korinna siano appena accennati.
Ma forse la più grande somiglianza è la capacità di stravolgere e condurre gli eventi, che la rendono uno dei personaggi più importanti di PK2, anche quando non è presente. Il lettore si chiede spesso cosa stia facendo Korinna (assieme con Everett - può darsi che la ragazza sia la sua preferita?), e non lo fa per amor di questione, ma perché sa che le sue azioni saranno fondamentali.
Korinna Ducklair avrebbe meritato un'evoluzione più approfondita, avrebbe meritato di veder sbocciare i sentimenti positivi appena accennati ne Il Peso dei Ricordi e ne Il Vero Nemico. Un'evoluzione simile avrebbe potuto forse condurla su una strada simile a quella di Xadhoom, farle trovare uno sbocco al rancore così come era successo per la Xerbiana in Metamorfosi.
Dopotutto, Xadhoom riusciva alla fine a trovare una ragione di vita, ed in alcune memorabili immagini di Metamorfosi e Sotto un Nuovo Sole, riusciva a mostrare il sorriso, la speranza che accompagnava il suo cuore termonucleare.

Sono poche le vignette in cui Korinna sorride, e sono sempre relative alla sua vita da bambina. Può essere sorpresa, addolorata o indifferente, ma non la si vede mai felice.

Questa, questa è davvero una delle più grandi mancanze di PK2, ed uno dei simboli di ciò che sarebbe potuto essere.
Una Korinna felice.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 9 Nov 2010, 16:08:03
Che dire, Shaggley? Complimenti, pollicione su e benvenuto nel novero dei superrecensori!

Ti quoto sotto tutti i profili, anche e soprattutto nell'avere visto in Korinna un'evoluzione uguale e contraria a quella di Xadhoom: io, che scrissi la recensione sull'aliena, non ero arrivato a questo parallelo!

L'esito è stato molto diverso per le due ragazze, ma l'odio e il rancore che le guidano si somigliano molto, pur avendo un differente centro di focalizzazione!

Bravissimo ancora!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 9 Nov 2010, 17:42:38
Complimenti anche da parte mia. Ottima analisi.
Concordo con pkthebest soprattutto sull'interessantissimo parallelismo con l'evoluzione di Xadhoom.
Ancor più interessante sarebbe mettere in relazione le psicologie delle due sorelle, e magari anche quella di Everett, anche se ho il sospetto che il cambiamento in corsa del finale, e mi riferisco soprattutto a Juniper, tolga attendibilità a una cosa del genere.
Sarei stato molto curioso di sapere qual era l'impostazione e l'evoluzione originaria dei caratteri delle due ragazze.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Martedì 9 Nov 2010, 18:34:59
Bè, facendo questo parallelismo con Xadhoom mi hai in qualche modo spiegato perché la ritenessi superiore alla sorella. :P

Però non avrei mai voluto che l'evoluzione continuasse sulla falsa riga della xerbiana, forse forse mi avrebbe un po' distrutto il personaggio.

Sono sempre stata un po' fissata con gli pseudo-esseri umani (non proprio umani in questo caso, ma lasciamo perdere :P), per questo trovavo interessante il fatto che le sorelle fossero cresciute in capsule criogeniche: Korinna, come hai già spiegato anche troppo bene, non ha completato il proprio sviluppo da regina durante l'ibernazione, e ciò si può notare bene nei punti che hai elencato...
Juniper invece è ancora meno umana, ma non la si può comprendere. O ogni autore la sfaccettava come gli pareva in virtù del fatto che fosse psicolabile, o non l'hanno usata bene. In ogni caso, mancando della caratterizzazione profonda (tutto ciò assolutamente IMHO, magari qualcun'altro c'ha visto qualcosa...) della sorella, non riesco a vederla al suo pari, ma neanche un po'...

Ad ogni modo, ottima recensione! Forse però per attuare una recensione sarebbe (davvero) meglio limitare il riassunto interno della trama, per quanto a volte sia necessario :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Martedì 9 Nov 2010, 21:58:11
@pkthebest: grazie davvero (si mette la corona da Superecensore in testa). Mi spiace solo non averla postata prima.
@L. Vertighel: in effetti, possiamo idealmente porre una linea di demarcazione con il numero 15 allo "stato dell'arte" delle psicologie di Korinna e Juniper. Quindi abbiamo una bruna che è piena di rabbia ma sta architettando qualcosa (ci ho riflettuto ed ho almeno un'ipotesi su cosa potesse essere) ed una bionda che sta diventando rancorosa come la sorella. In effetti, Juniper è anche più subdola di Korinna. Sicuramente ha preso tutto da mammà.
Il discorso è interessante...
@Lyla: grazie! Comunque ho cercato di ridurre all'osso la trama, tranne dove era essenziale per spiegare il personaggio...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 15 Nov 2010, 16:30:00
Buonsalve a tutti.
Da un paio di mesi mi sono imbarcato in una missione suicida e balorda che meriterebbe come risposta sberleffi e schiaffoni, quindi vi sfrutto come confessionale, non fosse mai che mi riportiate alla realtà.

Sono stato per anni uno dei famigerati “Pkers”.
Non ho firmato "petizioni anti-PK2" nè ho mai scritto fan-fiction (in realtà le detesto cordialmente, il che contraddice il seguito del post, ma vabbè).
Mi sono limitato a leggere e adorare sia PKNA che PK2. Ho comprato anche il Frittole, più per forza di inerzia che per altro.

Ricordo ancora una Lucca recente (2007? 2008?) dove incontrai Oskar Bertoni Davide Catenacci e gli chiesi se mai, chissà, seppercasovolesseilcielo, in futuro avessero avuto intenzione di pubblicare anche solo uno specialino annuale o una miniserie conclusiva di PK. Ricordo lo sguardo di commiserazione che mi rivolse, il tono accondiscendente della sua voce: aveva, giustamente, pietà di me.
Distratto dalla sua faccia, non ricordo di preciso quel che disse, ma era qualcosa tipo "Ma ancora a PK siete attaccati? E su, e dai, e via! Non vedi quante belle iniziative sta facendo la Disney? Non vedi quante belle serie sta sfornando la Disney? Non vedi quante belle storie ci sono su Topolino? Leggi quelle, no?".
In effetti, come non rimaner folgorati dalla bellezza di Papernova e Papertotti (i miei pregiudizi dell'epoca non mi avevano ancora fatto scoprire il Casty).

A parte quell'exploit per anni non pensai più al pikappero: dopotutto dalle mie parti ce ne erano, di ragazze. Per non parlare dei criceti.
Per anni, fino a pochissimo tempo fa, quando mi è tornato tutto in mente, quasi per caso (come la Madeleine di Proust, a voler fare una citazione colta à-la-Gorthan).
E mi è venuta un’idea un po’ sciocca e difficilmente praticabile...ma non impossibile da realizzare.

In breve, ho deciso di realizzare la storia “finale” di PK.
Il Paperinik delle prime due serie, si intende, non certo il Guardiano della Galassia, non me ne volessero.
Una storia che risolva tutte le trame in sospeso, che veda il ritorno di personaggi lasciati nel dimenticatoio (e che dia una conclusione alla loro storia personale) e che faccia da conclusione vera e propria alla saga di PKNA e PK2.
In effetti, mi sono venute diverse idee per mescolare insieme (per poi risolverle) più sottotrame, che si incastrerebbero fra loro in maniera non-forzata e che, anzi, abbia un senso.
Il rischio di fare l’ennesima fan-fiction fighetta/tamarra è dietro l’angolo, lo so.
Ma voglio mantenere il più possibile lo spirito originario della serie di PKNA e di PK2, serie che a loro modo hanno saputo “osare”, ma senza ridicoli eccessi.
Ho letto fan-fiction dove, per darsi un tono (e in nome di un presunto “realismo”), Paperinik urlava “Cazzo! Merda!”, gente finiva squartata, stuprata e roba così (ok, anche quella di Silver dove Qui si drogava, però il passato di Stefan Vladuck ivi narrato non mi dispiaceva  :P).
Inutile dire che non è necessario utilizzare simili espedienti per realizzare una storia decente e che intendo rispettare alla perfezione i canoni stilistici del PK che tutti conosciamo.
Ho anche una disegnatrice al mio fianco, una mia amica uscita fresca fresca dalla Scuola Internazionale di Comics, molto brava (e mi duole dirlo, visto che io ho fatto il corso di sceneggiatura per la concorrenza, la Scuola Romana di Fumetti…ma divago). [Ok, non è ancora "uscita" da lì ed è pure impegnata con la suddetta Scuola, ma non dispero]

Il mio piano è questo: io intanto la storia la realizzo, la scrivo e la faccio disegnare. Poi, casomai, una volta finita (scritta e disegnata) la propongo alla Disney. Se (come immagino) non la vorranno, pazienza. Di certo non cercherò di vendere il prodotto ad altre case editrici, Mamma Disney mi denuncerebbe e avrebbe pure ragione.
Al peggio terrò la storia per me, per il mio piacere personale (non so neanche se mettere la storia online senza guadagnarci un soldo possa essere visto come “sfruttamento non autorizzato” dei personaggi Disney…mi informerò, non intendo far cavolate).

Ho anche contattato Francesco Artibani per il progetto, per avere informazioni sui suoi progetti originari per il finale di PK2 e per avere un suo parere da sceneggiatore sulla mia storia (che devo ancora mostrargli).
Pare che apprezzi la mia intenzione di dare vita all'ultima storia di Pikappa, anche se mi ha confermato l'impossibilità per la Disney di dar spazio a una mia eventuale creazione (e li capisco anche, per carità).
Penso che farò lo stesso con Cordara.

Ok, ora lanciate gli stracci! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 15 Nov 2010, 16:33:52
E porca miseria!
Uno impiega mesi a lurkare, raccogliere dati e buttare giù bozze.
E poi arriva il Sommo a fregargli l'idea di sotto i piedi!
;)
A parte scherzi, sei il benvenuto, buon lavoro, sono ansioso di vedere quello che tirerai fuori.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 15 Nov 2010, 16:48:15
Sommo, sei un grande... Non è che, sotto sotto, sei l'originale Sommo, vero?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 15 Nov 2010, 16:51:57
Sommo, sei un grande... Non è che, sotto sotto, sei l'originale Sommo, vero?

Simone Stenti, intendi? Magari! :P
L'ultima volta che ne sentii parlare, era diventato un commentatore calcistico o giù di lì! ;)

E porca miseria!
Uno impiega mesi a lurkare, raccogliere dati e buttare giù bozze.
E poi arriva il Sommo a fregargli l'idea di sotto i piedi!
;)
A parte scherzi, sei il benvenuto, buon lavoro, sono ansioso di vedere quello che tirerai fuori.

Ah, beh, per quel che mi riguarda una cosa non esclude l'altra! ;P
Anzi, la tua idea qual era?

Spero, ad ogni modo, di poter confrontare con tutti voi le mie idee, con Grrodon in particolare! :)
Quali migliori giudici di una folla di pker agguerriti ed iper-competenti?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 15 Nov 2010, 16:57:15
Tanto per cominciare, una riflessione.

Korinna vuole tornare su Corona.
Juniper vuole tornare su Corona.

Il padre ha una nave interstellare nascosta in soffitta.

Rasoio di occam.

Altre domande?  ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 15 Nov 2010, 17:02:32
Seconda riflessione.

Serifa è furiosa con Everett.
Corona era in piena crisi politica quando Everett è partito.
Il progetto per la nuova regina, senza le due bambine, può non essere andato in porto.
Everett ha violato le leggi di Corona.
Everett ha impedito a Corona di avere una regina.
Everett teme una minaccia.
Serifa era la madre delle bambine.

Rasoio di Occam.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Lunedì 15 Nov 2010, 17:15:56
Ok, Sommo, tu sei Norman.
Stavolta posso affermarlo con certezza. :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 15 Nov 2010, 17:25:07
Ah beh, Shaggley, questo è chiaro. La mia storia comincia proprio dalla pagina finale di PK2 #18, e proprio con Everett, la cui vicenda si svolge parallelamente a quella di PK sulla Terra.
Cioè, questi sono proprio I FONDAMENTALI! :P Penso che nessuna storia che continui le trame di PKNA e PK2 possa ignorare ciò, non trovi?

Vi faccio una lista del primo abbozzo di "casting" di questa mia serie:

Paperinik, Angus Fangus, Dan Woodstein (?), Ziggy&Jana (?), Mary Ann Flagstarr, Everett Ducklar/Zardoz, Uno, Korinna&Juniper, Rupert Potomac, Stella Nice, Tempest Gale, Fitzroy, Kravenn, Gorthan, Mike M. Morrighan, Anymore Boring, Fenimore Cook, Birgit Q, Argale Cardaxis, Mc Coy/Grrodon, Buck (il cane di Norman Bates Russell), Camera 9/Stefan Vladuck, Serifa Ducklair / Artana XII, Tecnarca Zarefeex di Corona, Priore di Dhasam-Bul, Malice Sturling, Joshua Spader.

Sommo Zotnam, Zondag(?), Zargon, Sublime Zatnor (menzionato in PKNA 13, lo rivelo essere l'evroniano di alto rango con cui parla Zargon in PKNA 9), Tecnocrate Zreex (cameo-citazione da PK Frittole -che detesto, precisiamo-), Guardia 246, Esperimento Abominio, Generale Kromagnonn (mai nominato, è il nome che ho dato al generale evroniano di PKNA 13), Ammiraglio Argon, Generale Zortag, Sputhon, Generale Zukkon, Ammiraglio Krauton, capobranca Kerebron, capobranca Kranyoon, Ammiraglio Monodon + Zundaff (il suo "cane"), Keeran, "Sommo" Zeron, generale Zentium, capobranca Zeleron, supervisore Vraakon(?).

Norman Bates Russell, Xarion, Xari, Xalya, Stella "Xadhoom", Nebula Faraday, Clint E. Westcock, Abraham Lincoln Wisecube, ex-soldato Janson, Tyrrell Duckard, Lyla Lay, Lyonard D'Aq/Astrongman, Urk(?), Odin Eidolon, Razziatore, Trip, Rockerduck, Zio Paperone, Nonna Papera & Ciccio, Dinamite Bla, Qui, Quo e Qua, Paperina, Gastone, Victor Darko di Stahlburg (?), Tarkoz, T99, Yak e Kurg, Neopard e Q'Wynkennon.

Quelli col "(?)" accanto sono quelli che potrei eventualmente tagliare dalla storia... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 15 Nov 2010, 17:26:15
Ok, Sommo, tu sei Norman.
Stavolta posso affermarlo con certezza. :P

Il forumista Norman Osborn? Ah, sì, confermo! :P
Da che forum ci conosciamo e come mi hai scovato? :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 15 Nov 2010, 17:34:28
No, non mi sono spiegato.
la mia idea era del tutto diversa.
Non intendevo continuare da PK2 18, ma sterzare pesantemente all'altezza del numero 15 dalla storia pubblicata (non me la sento di dire "originale").
Ciò che è fondamentale, per me, non sono tanto le vicende delle storie, se si vuole realizzare una fanfiction, o un what if, ma le psicologie dei personaggi. :)

Comunque un cast d'eccezione (e anche piuttosto grande...  8-))! Sono particolarmente curioso di vedere cosa tirerai fuori con Zio Paperone!  :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Grrodon - Lunedì 15 Nov 2010, 17:35:01
Disapprovo e approvo, ovviamente. Come tutti, immagino. Pk è un sogno finito, e ci trattano pure male se lo rimpiangiamo. Ma se proprio pensi di combinare qualcosa concludi Pk2 che è rimasto in sospeso.
C'è il discorso Corona da chiudere, e Everett da far tornare a Dhasam Bul. Inoltre trova un modo per ripristinare al termine lo status quo di Paperinik classico in maniera morbida, senza troppi traumi, col testimone che passa nuovamente in mano ad Archimede, ma Uno che viene comunque riacceso da Everett. Trova un modo per separare Paperino e Uno in maniera che non si escludano rimpatriate occasionali. E occhio al registro narrativo, che non sia troppo epico, dannazione. Impara da Casty e disimpara da Silverware, e segui l'idea di Artibani che è la più ufficiale. Ricorda che stai eseguendo un rattoppo, fallo bene senza troppi voli pindarici. E tieni un profilo basso, senza strafare. Non tutte le trame vanno riprese per forza. E lasciali stare quei cavolo di Evroniani.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 15 Nov 2010, 17:51:16
Concordo con Groodon: meglio evitare gli evroniani, salvo il precitato...

Comunque manca un punto fermo: Uno dovrà essere riattivato in qualche modo!

Scusate, altrove Sommo Zotnam si fa chiamare Norman Osborn?! Beh, attento, Norman: io sono un fan dell'Uomo Ragno (che odia l'one more day, peraltro)! Fine OT!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Lunedì 15 Nov 2010, 17:52:35
Da che forum ci conosciamo e come mi hai scovato? :D
E che ci vuole, dal momento che avete detto le stesse identiche cose in due posti diversi (qui e sul PKFZ)? :D

Ad ogni modo, ora ho due locazioni diverse per seguire l'impresa... :P

Su una cosa devo assolutamente concordare con Grrodon, comunque: limitare l'epicismo del registro... stona dannatamente con pretese inutili e addirittura banalizza. :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Lunedì 15 Nov 2010, 17:56:55
Ottima idea Sommo, anche se sapere qualcosa in piu sul generale evroniano delle sorgenti della luna, oppure di Gorthan, non sarebbe male.
In generale, approvo, e se avrai bisogno di consigli, chiedi a noi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 15 Nov 2010, 17:59:43
Ottima idea Sommo (...) se avrai bisogno di consigli, chiedi a noi.

Ovviamente io sono a disposizione per qualsiasi necessità! E molti di noi sono pure abituati ai lavori di gruppo! ;) ;) ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 15 Nov 2010, 18:08:38
Disapprovo e approvo, ovviamente. Come tutti, immagino. Pk è un sogno finito, e ci trattano pure male se lo rimpiangiamo. Ma se proprio pensidi combinare qualcosa concludi Pk2 che è rimasto in sospeso.
C'è il discorso Corona da chiudere, e Everett da far tornare a Dhasam Bul. Inoltre trova un modo per ripristinare al termine lo status quo di Paperinik classico in maniera morbida, senza troppi traumi, col testimone che passa nuovamente in mano ad Archimede, ma Uno che viene comunque riacceso da Everett. Trova un modo per separare Paperino e Uno in maniera che non si escludano rimpatriate occasionali. E occhio al registro narrativo, che non sia troppo epico, dannazione. Impara da Casty e disimpara da Silverware, e segui l'idea di Artibani che è la più ufficiale. Ricorda che stai eseguendo un rattoppo, fallo bene senza troppi voli pindarici. E tieni un profilo basso, senza strafare. Non tutte le trame vanno riprese per forza. E lasciali stare quei cavolo di Evroniani.

Senz'altro la riattivazione di Uno e il ritorno di Everett a Dhasam-Bul sono l'obiettivo principale.
Un ritorno di PK alla "vecchia vita" dopo il finale della mia minisaga lo avevo messo in programma (in una scena verso la fine, la "vecchia scuola" e gli stivaletti a molla giocano un ruolo abbastanza importante): il tuo post mi conferma che è la decisione giusta da prendere.

E non temere per il registro: non intendo scrivere di personaggi che "si parlano addosso" in maniera vanagloriosa e fintamente epica, silverwarate confermo di non volerle fare.
In realtà confidavo proprio di risolvere più sottotrame possibili, non foss'altro che, mentre mi venivano in mente, le trovate "si scrivevano da sè" e fondevano insieme più elementi.
La maggior parte degli evroniani citati fa solo dei camei, i personaggi davvero importanti saranno sostanzialmente Gorthan e Zotnam, con una spolveratina di Grrodon.
Vi anticipo lo svolgimento della trama:

1- Fenimore Cook e la Cook Ltd tentano un'acquisizione ostile della Ducklair Enterprises, già indebolita dalla "scomparsa" misteriosa di Everett Ducklair e ora nelle mani di Anymore Boring.
Cook ha dalla sua la collaborazione di due ex-dipendenti di Ducklair, entrambi desiderosi di vendetta verso Everett e la sua compagnia: Birgit Q e Argale Cardaxis. Probabile reclutamento di Tyrrel Duckard come mercenario, per sabotare le fabbriche della Ducklair Enterprises e indebolirle ulteriormente (Tyrrell ovviamente vuole approfittarne per ricostruire lo strumento annienta-linea temporale che ha tentato di usare in PK2 5).
Ah, Birgit Q, in rappresentanza della Cook Ltd, viene mandata a trattare (in un pranzo) con "un certo" Leopold Millighan di Anderville, per un'alleanza Cook Ltd-Millitronics.

2-Raduno di tutti gli evroniani superstiti nella Nave Madre del Sommo Zotnam, rimasta nella cintura di asteroidi e ora divenuta "Nuovo Evron". E' presente anche Gorthan (alias "saggio fra noi" di PKNA 37, in versione cyborg fuso con Mekkano), che sostiene di essere guarito dalla sua "malattia" (PKNA 20) ma che segretamente trama nell'ombra, principalmente per trovare nuove forme di sostentamento per il suo popolo.
"Ospiti" della Nave Madre sono tre prigionieri, tenuti coscienti e non coolflame per non sprecare "cibo": Nebula Faraday, Norman Bates Russell e Xarion, lo xerbiano dello speciale '99.

3-Everett Ducklair non è solo nel viaggio verso Corona: Uno è stato riattivato e scaricato nell'hardware dell'astronave. Ad attenderlo c'è la moglie Serifa, divenuta intanto Regina di Corona...e c'è anche il suo vecchio maestro, il Tecnarca Zarefeex (menzionato in PK2 9, apparso in PK2 18). Korinna e Juniper vivono sulla loro pelle il famoso detto: "Attento a quel che desideri: potrebbe realizzarsi".
Precisazione: in questa storia, Paperinik NON andrà su Corona. Aspettatevi il momento-badass per la nostra intelligenza artificiale preferita: ha diritto anche lui a qualche frase a effetto, dopotutto. Non silverwariana, possibilmente :P

4-Grrodon fugge dal carcere del Dept. 51. Tramite i suoi poteri mutaforma riesce ad assumere il ruolo del Segretario alla Difesa degli Stati Uniti. Il generale Westcock viene pre-pensionato, ma trova una nuova speranza proprio in uno degli uomini che detesta maggiormente: Wisecube, ora diventato senatore.

5-Zargon è sopravvissuto all'incontro con Xadhoom nel PKNA 9, sì, ma è in perenne overcarica e le sue funzioni cerebrali sono ridotte al minimo. E' poco più di una bestia ringhiante, comandato a bacchetta dall'evroniano suo superiore con cui parla sempre nel 9. Tale evroniano lo chiamerei Sublime Zatnor (menzionato in PKNA 13 ma mai visto...perchè non rivelare che sono la stessa persona? ;) ).
Il sublime Zatnor vuole usare Zargon come strumento per annientare la sezione scientifica evroniana, approfittando dei tafferugli nello scontro finale, ma...

6-scopriamo qualcosa in più sulla missione segreta di Mary Ann Flagstarr (menzionata in PK2 5) e su Stefan Vladuck/Camera 9 (che ha adottato Buck, il cane di Russell, dopo PKNA 13). Preciso che la maggior parte dei segreti di Camera 9 resteranno tali: sono quelli che rendono il personaggio speciale, dopotutto.

7-scopriremo perchè Ducklair voleva Angus e Lyla in PKNA 49/50. Sarà anche posta una fine al problema della microcontrazione.

8-Bravestone, come diceva il generale evroniano di PKNA 13 (generale che qui torna), era solo la "prova generale". E infatti qui ci sarà una vera e propria invasione di Paperopoli, con tutti i crismi. Vari personaggi disney appariranno, per l'occasione. Aggiungo anche uno "struggente" scontro al Duckmall Center, i cui clienti/gestori/guardiani difenderanno con onore. Ci sarà anche un inaspettato sacrificio da parte di un personaggio abbastanza odiato dai fan, che avrà il suo momento di gloria.

9-Xadhoom è una stella, ok. Ma non è propriamente "morta". E' semplicemente diventata "più potente di quanto possiamo immaginare".
E il suo legame col "cd" di PKNA 37/44/45/46 è più stretto di quanto pensiamo.

10-Suvvia, Lyo E' Astrongman, ormai lo pensiamo tutti! :P E sarà tempo per lui di indossare di nuovo il suo vecchio costume...un'ultima volta?

Citazione
Su una cosa devo assolutamente concordare con Grrodon, comunque: limitare l'epicismo del registro... stona dannatamente con pretese inutili e addirittura banalizza

Tutto giusto, ma...quando mai ho parlato di registro epico? :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Grrodon - Lunedì 15 Nov 2010, 18:28:37
Ehr, sembreresti voler fare le cose per bene...ma gli Evroniani, talpa Grrodoniana a parte, erano diventati "buoni". Sul Lato Oscuro concludeva il discorso secondo me.
Invece secondo i piani del Pk-team il vero finale era su Corona con anche Pk, e con Neopard ingaggiato da Serifa, mi par di ricordare. Ritirando fuori gli Evroniani, e risolvendo la microcontrazione, non starai negando la chiusura di quelle sottotrame?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 15 Nov 2010, 18:56:59
Ehr, sembreresti voler fare le cose per bene...ma gli Evroniani, talpa Grrodoniana a parte, erano diventati "buoni". Sul Lato Oscuro concludeva il discorso secondo me.
Invece secondo i piani del Pk-team il vero finale era su Corona con anche Pk, e con Neopard ingaggiato da Serifa, mi par di ricordare. Ritirando fuori gli Evroniani, e risolvendo la microcontrazione, non starai negando la chiusura di quelle sottotrame?

Sì, il vero finale prevedeva anche PK su Corona insieme al resto del cast dei personaggi.
Artibani in realtà non mi ha potuto aiutare in ciò, perchè con gli anni s'è dimenticato le trame che aveva in mente, ma del resto son passati anni, lo capisco! :P

Però Pikappa, in questo caso, mi è più utile sulla Terra. Anche perchè mi permette di far risolvere la sottotrama coroniana parallelamente alle vicissitudini terrestri del pikappero. E alla fine le due trame portanti si incontreranno, coi due che si ritroveranno "a metà strada" tra Terra e Corona (e Neopard giocherà un ruolo, in tutto ciò).

La "bontà" degli evroniani alla fine del #44 si è rivelata un bluff, imho, con la rivelazione che tutti gli eventi avvenuti fino all'ultima pagina erano in realtà un elaborato inganno per far credere ai terrestri che la minaccia evroniana fosse finita e -soprattutto- per infiltrare una talpa nei loro ranghi. Talpa che, difatti, già dal numero seguente cerca di destabilizzare gli equilibri di potere terrestri (per rendere la Terra più facile da dominare al suo popolo, per quando tornerà). Insomma, il finale del #44 rovescia tutte le aspettative, un classico esempio di "tutto quel che credevi è sbagliato" che sconvolge le convinzioni del lettore. Insomma, tutto quel che nel 44 dice Zeron, alla luce del finale, è da prendere con le pinze.

E il "saggio fra noi" era già previsto dal PK-Team come occasione per riprendere gli evronz, qualora si trovasse loro un ruolo.
Aggiungiamo il fatto che Zotnam, in quanto consigliere dotato di coda parlante, è de facto l'erede designato dell'Imperatore, e il fatto che la Nave Madre, come rivelato nella scheda di PKNA #17, è praticamente indipendente da Evron...

Mi interessa comunque in particolar modo rendere giustizia al personaggio di Wisecube. Senza cambiare le carte in tavola (nessuna intenzione di sconfessare PKNA 29), vorrei comunque dare un'evoluzione al suo personaggio, trasformato troppo sbrigativamente in figura negativa e subito congedato (anche piuttosto bruscamente). A tal proposito la collaborazione forzata tra lui e Westcock potrebbe far dire ancora qualcosa al personaggio.

PS: ah, dimenticavo: sto finendo or ora i due prologhi della serie.
Nel primo troviamo un Angus Fangus versione "Marco Travaglio", con tanto di blog personale (cliccatissimo dai giovani paperopolesi) e diretta webcam, che ragguaglia i lettori sulle vicissitudini di Pk. In sostanza, il kiwi fa un'inchiesta su Paperinik, con tanto di interviste, e ripercorre la storia del papero mascherato, da Villa Rosa in poi. Può essere un utile "riassunto" personalizzato delle origini del Pk "in continuity" di Guido Martina, per aggiornare rapidamente i neofiti.

Nel secondo c'è un monologo di Everett, che si svolge immediatamente prima della penultima pagina di PK2. In questa storiella, Everett racconta nel dettaglio cosa lo ha mosso, cosa ha letto nel Libro del Destino (non c'ha solo scritto... ;P), perchè Lyla ed Angus fossero così importanti per lui e così via.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: ML-IHJCM - Martedì 16 Nov 2010, 05:13:21
Il progetto per la nuova regina, senza le due bambine, può non essere andato in porto.

Everett ha impedito a Corona di avere una regina.

Niente da eccepire sul resto, ma a quanto ricordo le bambine servivano piu' alle ambizioni di Serifa che ad un progetto approvato dalle autorita' coroniane. Juniper e Korinna sarebbero state solo candidabili al trono, senza certezza di salirvi. O sbaglio?
Everett ha certamente violato le leggi, ma scrivere che abbia impedito a Corona di avere una regina mi sembra una forzatura, per quanto ho appena obiettato.

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Martedì 16 Nov 2010, 09:13:22
Senza dubbio non avevano la certezza che una di loro diventasse regina, ma la sicumera di Serifa mi ha dato da pensare: dopotutto era una parlamentare. Può darsi che il progetto originale fosse suo.
Senza Korinna e Juniper, può darsi che nessuna delle altre bambine abbia avuto la forza mentale sufficiente per reggere il comando.
Da cui continue crisi politiche.
A questo punto sono possibili due scenari:
1) Vengono mandate le sonde per riprendere le sorelle e per fare di una di loro una regina.
2) Serifa riesce a cavalcare la crisi politica e a diventare una regina carismatica in grado di unire il popolo sotto la sua egida.

Non so quanto di questo fosse nella mente degli sceneggiatori, ma a me sono sembrate le soluzioni più logiche in base agli elementi che ho raccolto ed alla psicologia di Serifa.
C'è anche da considerare la struttura sociale e politica di Corona, che è tanto gerarchizzata da permettere a chiunque controlli il parlamento di essere accettato dalla popolazione (in un mondo in cui metà della popolazione è esclusa dal comando!) come capo.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 16 Nov 2010, 12:04:06
Dubbio. Se la DE è in crisi tanto che Fenimore Cook vuole lanciarvi sopra un'OPA ostile... non è più logico che siano un tale Pdp ed un tale RK a cercare di fare un bel bottino?! :-/ :-/ :-/ Del resto, Pdp già l'aveva fatto una volta!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 16 Nov 2010, 15:04:51
Niente da eccepire sul resto, ma a quanto ricordo le bambine servivano piu' alle ambizioni di Serifa che ad un progetto approvato dalle autorita' coroniane. Juniper e Korinna sarebbero state solo candidabili al trono, senza certezza di salirvi. O sbaglio?
Everett ha certamente violato le leggi, ma scrivere che abbia impedito a Corona di avere una regina mi sembra una forzatura, per quanto ho appena obiettato.

Il progetto era stato approvato dalla regina coroniana (Artana VI o VII, non ricordo). Detto questo, sì, Serifa sperava che le due bimbe ottenessero il potere che a lei era stato negato.
Ma penso che fosse qualcosa di più di una pia illusione: Serifa era ben conscia del potenziale delle sue figlie, del resto.
E' tuttavia possibile che il progetto sia continuato, scegliendo un'altra regina. D'altro canto Serifa, in quanto parlamentare, può aver cambiato le carte in regola, assumendo sempre più potere fino a salire al vertice.
E ricordiamoci che ora non aveva più un marito nè dei figli...e il non avere affetti era il prerequisito indispensabile per diventare regina. Everett, paradossalmente, le ha fatto un favore, fuggendo con le figlie.

Dubbio. Se la DE è in crisi tanto che Fenimore Cook vuole lanciarvi sopra un'OPA ostile... non è più logico che siano un tale Pdp ed un tale RK a cercare di fare un bel bottino?! :-/ :-/ :-/ Del resto, Pdp già l'aveva fatto una volta!

PdP ha semplicemente comprato la Ducklair Tower, non l'intero impero del genio-magnate.
Neanche quando Everett era in esilio volontario a Dhasam-Bul, Paperone ha mai deciso di approfittarne.
Penso inoltre che Paperone, per quanto squalo della finanza, sia un tipo che gioca in maniera più pulita di così.

Rockerduck avrebbe potuto tentare di farlo, in effetti, avendo la spregiudicatezza necessaria, ma penso che gli manchi l'oculatezza per riuscire a spuntarla contro un vecchio leone come Anymore. Avrebbe presto desistito (ha già abbastanza grane con la PdP per impelagarsi in battaglie la cui vittoria non è scontata).
Fenimore Cook, invece, spronato da Birgit Q, che conosce molto bene Boring, la DE e i suoi punti deboli, può avere l'impulso giusto per farlo.

Ad ogni modo, Rockerduck e Paperone appariranno, sia nel prologo di Angus (dove Rockerduck rimembrerà brevemente le sue disavventure in "Paperinik e il ritorno a Villa Rosa") sia nella storia stessa, verso la fine.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 16 Nov 2010, 15:28:58

PdP ha semplicemente comprato la Ducklair Tower, non l'intero impero del genio-magnate.
Neanche quando Everett era in esilio volontario a Dhasam-Bul, Paperone ha mai deciso di approfittarne.
Penso inoltre che Paperone, per quanto squalo della finanza, sia un tipo che gioca in maniera più pulita di così.

Rockerduck avrebbe potuto tentare di farlo, in effetti, avendo la spregiudicatezza necessaria, ma penso che gli manchi l'oculatezza per riuscire a spuntarla contro un vecchio leone come Anymore. Avrebbe presto desistito (ha già abbastanza grane con la PdP per impelagarsi in battaglie la cui vittoria non è scontata).
Fenimore Cook, invece, spronato da Birgit Q, che conosce molto bene Boring, la DE e i suoi punti deboli, può avere l'impulso giusto per farlo.


Grosso errore, Sommo! Paperone ha comprato parecchio dell'impero Ducklair, oltre alla DT. Per esempio la Duckdecks in Silicio! Quindi, ti meriti (e lo capirai, scommetto) un bel thwipp! ;) ;) ;)

Rockerduck non la spunterebbe con Anymore? Mhh, ho i miei dubbissimi: il bombettaro non si fa problemi a cacciare grano, e magari pure assumere Anymore alle sue dipendenze...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Mercoledì 17 Nov 2010, 13:09:25

Grosso errore, Sommo! Paperone ha comprato parecchio dell'impero Ducklair, oltre alla DT. Per esempio la Duckdecks in Silicio! Quindi, ti meriti (e lo capirai, scommetto) un bel thwipp! ;) ;) ;)

Rockerduck non la spunterebbe con Anymore? Mhh, ho i miei dubbissimi: il bombettaro non si fa problemi a cacciare grano, e magari pure assumere Anymore alle sue dipendenze...

Rockerduck magari può anche cacciare il grano, ma Anymore difficilmente accetterebbe di farsi annettere all'impero di uno scialacquatore professionista specializzato in fallimenti (e conseguente ingestione di bombette).

Sul "parecchio" ci andrei cauto: la Duckdecks, per quanto ne sappiamo, è un caso isolato, e dalle rubriche di PK2 sappiamo che, in assenza di Everett, la DE è rimasta saldamente in mano a Anymore Boring, tant'è che per anni han continuato a lavorarci Argale Cardaxis e Gordon Bekko, ed hanno anche avuto modo di assoldare Birgit Q in seguito.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 17 Nov 2010, 14:48:26

Rockerduck magari può anche cacciare il grano, ma Anymore difficilmente accetterebbe di farsi annettere all'impero di uno scialacquatore professionista specializzato in fallimenti (e conseguente ingestione di bombette).

Sul "parecchio" ci andrei cauto: la Duckdecks, per quanto ne sappiamo, è un caso isolato, e dalle rubriche di PK2 sappiamo che, in assenza di Everett, la DE è rimasta saldamente in mano a Anymore Boring, tant'è che per anni han continuato a lavorarci Argale Cardaxis e Gordon Bekko, ed hanno anche avuto modo di assoldare Birgit Q in seguito.

In Silicio Uno lascia intendere che Pdp ne abbia acquistate tante... Altro salto mortale imposto dalle incongruenze del Pkteam? :-/

Rk perde di solito solo quando sfida Pdp, ma per il resto non è di certo un fallito. Pure ED avrebbe assai da imparare da Pdp per me sul piano affaristico, ma anche da Rk! Per questo vedrei bene Rk che compra la DE: per dare un bel colpo a Pdp, ed avere uno scafato come Boring al suo fianco potrebbe essere un bell'aiuto.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Mercoledì 17 Nov 2010, 15:12:19

In Silicio Uno lascia intendere che Pdp ne abbia acquistate tante... Altro salto mortale imposto dalle incongruenze del Pkteam? :-/

Rk perde di solito solo quando sfida Pdp, ma per il resto non è di certo un fallito. Pure ED avrebbe assai da imparare da Pdp per me sul piano affaristico, ma anche da Rk! Per questo vedrei bene Rk che compra la DE: per dare un bel colpo a Pdp, ed avere uno scafato come Boring al suo fianco potrebbe essere un bell'aiuto.

Tra il lasciare intendere e la realtà dei fatti c'è una bella differenza...

Comunque, apprezzo la tua difesa d'ufficio di Rockerduck, ma non intendo fargli acquisire la DE, mi dispiace :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 17 Nov 2010, 15:22:13
Ovviamente le mie sono solo proposte per idee e ispirazioni! Sentiti libero di scrivere quel che meglio credi: di sicuro sarà sempre apprezzatissimo da tutti noi fan! ;) ;) ;)

PS. ho azzeccato quando ho pensato tu fossi un fan dell'Uomo Ragno, laddove ti fai chiamare Norman Osborn altrove?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Mercoledì 17 Nov 2010, 16:21:07
Ovviamente le mie sono solo proposte per idee e ispirazioni! Sentiti libero di scrivere quel che meglio credi: di sicuro sarà sempre apprezzatissimo da tutti noi fan! ;) ;) ;)

PS. ho azzeccato quando ho pensato tu fossi un fan dell'Uomo Ragno, laddove ti fai chiamare Norman Osborn altrove?

Sì, lo sono da anni, anche se dalla Riunione dei Cinque in poi (e dal conseguente, nefando ciclo di Howard Mackie e John Byrne) il Ragno s'è svalutato parecchio. Anche One More Day e il Brand New Day mi han fatto storcere il naso...benchè le ultime storie del BND stiano prendendo una piega che apprezzo molto.

FINE OT

E comunque Rockerduck avrà un ruolo nella storia, non temete! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 18 Nov 2010, 09:52:45
Ancora, cambio argomento per un attimo.

Se Shaggley ha fatto un parallelo tra Xadhoom e Korinna, ci può stare analogo raffronto tra Xerba e Corona?

In fondo, parlando di Sotto un nuovo sole, notavo quanto gli Xerbiani fossero freddi e tutto sommato menefreghisti (Xari ne è buon paradigma), ed i coroniani sono ancora più esasperati... Forse però dovrei dire le Coroniane!

Che sia stato ripreso un certo devitico motto, per cui più si diventa intelligenti, più vengono esasperati i nostri lati malvagi (vedi Topolino e la città di Psathura)?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 18 Nov 2010, 11:55:30
Citazione
Se Shaggley ha fatto un parallelo tra Xadhoom e Korinna, ci può stare analogo raffronto tra Xerba e Corona?

In fondo, parlando di Sotto un nuovo sole, notavo quanto gli Xerbiani fossero freddi e tutto sommato menefreghisti (Xari ne è buon paradigma), ed i coroniani sono ancora più esasperati... Forse però dovrei dire le Coroniane!

Bravo pkthebest! Questo era uno dei punti che volevo sviluppare. Non in riferimento a Xerba, però (tendo a considerare PKNA un capitolo chiuso scrivendo su PK2 - a parte qualcUNO - perché mi piace l'aria di smarrimento e solitudine che ha preso il Pikappero); sono convinto che gli autori avessero da che ridire sulla società coroniana, che sembra un piccolo eden ma è governato da donne simili a robot.
Se vogliamo fare un paragone estemporaneo, ecco ciò che avrei da dire:

Xerba è un mondo in cui vige una meritocrazia assoluta (sigh...) nella gestione del potere. Significa che chiunque può giungere alla massima carica basandosi soltanto sulle proprie scoperte. Diciamo che, come nel nostro mondo il potere è dato essenzialmente dall'economia, nel loro è dato dalla scienza. Infatti, quando le idee di Xadhoom sono bollate come "fantasiose", viene definito come il peggiore insulto su Xerba. Un po' come dire ad un miliardario che i suoi soldi sono falsi!
Certo la tendenza "scientifica" rende gli xerbiani opportunisti (Xalya, Xalya!), ma io lo vedo come un comportamento coerente con la loro cultura e forma mentis.

Corona è qualcosa di diverso: nonostante anche esso sembri una specie di eden dove tutto è perfetto, la perfezione si paga al costo di due altissimi prezzi: il primo è che metà della popolazione è esclusa dal comando (gli uomini), e che l'altra metà può governare solo in virtù del maggiore controllo emozionale.
Una società che non si basa sul merito come Xerba, ma sulle doti di nascita, (anche per questo ho detto che Korinna e Juniper avevano maggiori possibilità di diventare regine rispetto alle altre - soprattutto Korinna!), una società che è pronta a scagliarsi tutta contro chi viola le sue leggi (come fa notare Serifa) non è nel mio giudizio una società libera.

Quindi: Xerba società tecnocratica, meritocratica in cui c'è spazio per i sentimenti, ma con persone (che seppure non malvagie) spesso opportuniste.
Corona società chiusa, ripiegata su sé stessa, autocratica e in cui i sentimenti sono considerati pericolosi nella gestione del potere.

Tra le due, io preferirei Xerba.
Anche perché Everett mi sembra un'eccezione, non la regola.

Parlando ancora dei due mondi, chi tra di voi ha letto il ciclo della Fondazione di Asimov?
Xerba mi sembra si possa assimilare alla prima Fondazione (tecnocratica ed opportunista) mentre Corona alla seconda Fondazione (basata sui poteri mentali e sul controllo ferreo).
A qualcuno è mai venuto in mente un confronto del genere?
 :D

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 18 Nov 2010, 13:41:34
Io continuo a preferire... la nostra vecchia Terra, pur con tutti i suoi problemi e le sue difficoltà.

Purtroppo non apprezzo molto i romanzi di fantascienza, quindi su Asimov non so che risponderti: complimenti però per il nuovo parallelo trovato!

Posso fare una citazione dalla Pkmail? Siamo una generazione di raffinati intellettuali, grazie a PK! ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Giovedì 18 Nov 2010, 14:22:00
Secondo me l'apparente freddezza di Xari è una forzatura nella trama dovuta alle seguenti esigenze di trama:

1)Xadhoom doveva morire. E doveva trasformarsi in stella. Questo si intuiva già da Lontano Lontano, quando gli evroniani parlano del pianeta uguale alla Terra a cui mancherebbe solo un sole per poter essere foriero di vita.

2)A Xado, tornata col suo popolo, serviva un pretesto per sentirsi "troppo diversa ormai" e per capire che il suo posto non era quello. Da lì la sua "lite" con gli altri xerbiani. Ma è una lite sui generis: lei si lamenta che gli xerbiani non sono come lei, perchè non avendo i suoi poteri non hanno nemmeno un futuro.

3)A Xari, sparita Xado, serviva un lieto fine, ovvero qualcuna che (si intuisce) consolerà il giovane rimasto senza donna. Il tutto però è stato fatto in maniera frettolosa, in maniera tale che sembri che Xari si sia subito messo con Xalya (alla fine le mette solo le mani sulle spalle, in maniera amichevole: lo faccio anche io con le amiche pur essendo fidanzato).
Nella mia storia c'è appunto un interludio con Xari e Xalya che rende più giustizia alla sua relazione con Xado (ma senza colpi di scena da fan fiction amorosa, sia chiaro).
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 18 Nov 2010, 14:42:59
Stiamo un po' esulando da pk2, ma la carognaggine di Xari sta tutta nel fatto che "quella creatura aliena non significava nulla per [lui]." Hai mai visto Paperinik ragionare così in tutto PKNA e PK2? No: PK avrebbe cercato di salvare la creatura come tutti gli altri!

Per questo io vedo gli Xerbiani come menefreghisti, anche se giusto un po' meno delle Coroniane!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 19 Nov 2010, 16:14:25
Stiamo un po' esulando da pk2, ma la carognaggine di Xari sta tutta nel fatto che "quella creatura aliena non significava nulla per [lui]." Hai mai visto Paperinik ragionare così in tutto PKNA e PK2? No: PK avrebbe cercato di salvare la creatura come tutti gli altri!

Per questo io vedo gli Xerbiani come menefreghisti, anche se giusto un po' meno delle Coroniane!

Questo è verissimo: anche se "aliena", quella creatura era pur sempre un essere vivente, per giunta nemica dell'Impero che teneva in giogo il suo popolo.
Il suo ragionamento è stato fin troppo machiavellico, da "il fine giustifica i mezzi".

Purtroppo gli autori non hanno avuto il coraggio di spingersi in là e di connotarlo definitivamente in maniera negativa (nessuno biasima Xari per la cosa), nè han cercato di redimerlo.
Il risultato è un personaggio nè carne nè pesce, addirittura non è neanche sufficientemente carognone per odiarlo. E' solo fastidioso. Ed è un peccato, perchè pochi mesi prima ci eravamo goduti la sua caratterizzazione eroica in "La fine del mondo".

Torno IN TOPIC e aggiungo una riflessione su Corona: oltre ad essere fondata su cinismo e fredda logica, la società coroniana è anche piuttosto repressiva. E come dice proprio il numero finale, PK2 #18, Everett ha avuto un ruolo nel renderla tale: mi viene quindi da pensare che il fuggitivo coroniano del 18 catturato da Everett non fosse un criminale, ma semplicemente un comune cittadino che aveva "osato" pensare troppo, farsi domande, discutere il pensiero dominante.
E non dimentichiamoci del Tecnarca Zarefeex, dalle sembianze leonine...tutto fa pensare che Everett dovesse diventare il suo successore, e probabilmente è sempre lui ad aver inviato la sonda #9 sulla Terra...temo che anche lui abbia il dente avvelenato col suo ex-allievo (nonchè ex-delfino designato).
Non si dovrà guardare solo dall'ex moglie, quindi...

C'è da fare una riflessione: quanto può, onestamente, reggere una società che si basa sul negare emozioni e sentimenti? In fondo la regina stessa, Artana VI, non era riuscita a raggiungere un totale autocontrollo, finendo per crearsi una famiglia di nascosto.
La stessa Korinna, pur essendo devota agli insegnamenti della madre, ha provato sofferenza nel momento in cui è stata allontanata dai bambini a cui faceva da baby sitter.
Quanto sarà solido, il parlamento coroniano, nel seguire gli ordini della regina, quand'anche fosse Serifa in persona?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 19 Nov 2010, 22:41:05


Purtroppo gli autori non hanno avuto il coraggio di spingersi in là e di connotarlo definitivamente in maniera negativa (nessuno biasima Xari per la cosa), nè han cercato di redimerlo.
Il risultato è un personaggio nè carne nè pesce, addirittura non è neanche sufficientemente carognone per odiarlo. E' solo fastidioso. Ed è un peccato, perchè pochi mesi prima ci eravamo goduti la sua caratterizzazione eroica in "La fine del mondo".

Torno IN TOPIC e aggiungo una riflessione su Corona: oltre ad essere fondata su cinismo e fredda logica, la società coroniana è anche piuttosto repressiva. E come dice proprio il numero finale, PK2 #18, Everett ha avuto un ruolo nel renderla tale: mi viene quindi da pensare che il fuggitivo coroniano del 18 catturato da Everett non fosse un criminale, ma semplicemente un comune cittadino che aveva "osato" pensare troppo, farsi domande, discutere il pensiero dominante.

Ma allora, se non si può pensare autonomamente, Corona somiglia a Evron!

Per me l'essere né carne né pesce di Xari era voluto da Sisti, perché così l'abbiamo odiato di più!!!! O easgero io?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 25 Nov 2010, 15:58:28
Dopo attenta riflessione e revisione degli appunti, credo sia venuto pronto per porre all'attenzione degli utenti di questo blog anche il mio progetto di "Fanfiction Finale" di Pikappa.
Si tratterà di una sterzata dalla storia ufficiale a partire dal numero 16, ovvero da dopo l'avventura con Neopard: gli eventi dei numeri 17 e 18 non esistono più.

Rullo di tamburi.
Segue pioggia di uova marce.
Lentamente, la folla inferocita viene trattenuta.

Dicevo... *ack*... si tratterà di una revisione radicale, in quanto il progetto stesso era stato abbozzato dagli autori per squisiti motivi economici; questo progetto, inoltre, è una vera ed autentica fan fiction.
Sarà basata su uno studio *ha-ehm!* filologico dei numeri di PK2 e di parte di PKNA, con una particolare attenzione ai profili psicologici dei personaggi, come quello eseguito da me su Korinna e da altri valorosi su Everett, Pikappa eccetera.
Significa, insomma, che si tratterà di un racconto, non di un fumetto.

La folla scrolle le spalle.
Che ce ne facciamo di un raccontino.
Raccoglie le uova ancora buone e se ne va.

Prendo il megafono:
Tuttavia, ciò non esclude che se qualche anima volenterosa volesse sviluppare il progetto in senso grafico, il buon Shaggley sarà più che lieto di ringraziarla!

La folla ritorna, più arrabbiata di prima, armata di mele e pomodori.
"Ladro!"
"Mentecatto!"
"Don Rosa!"

Insomma - schivo un cocomero - il progetto è in caldo, in fase di studio avanzata.
Ci sono proposte che vorrei discutere con voi, idee che vorrei condivideste.
Apro le braccia e sorrido.

*splaf!*

Mi tolgo il pomodoro dal viso.
La prima è... nel numero 2 Korinna dona a Pikappa un congegno che genera onde di paura e se ne autoalimenta. Un oggettino che fa pendant con la psicologia della ragazza, senza dubbio, ma non si capisce come mai Korinna possa averlo con sé.
Ancora meno si capisce come Pikappa possa essere stato istruito sui dettagli meccanici dei robottoni di Everett.
Everett afferma di riconoscere "quella tecnologia": quasi certamente si tratta di tecnologia coroniana (e forse proprio tecnologia Ducklair).
Può darsi che Korinna l'avesse preso dall'armamentario del padre?
Ma allora, com'è possibile che abbia riferito a Pikappa i dettagli dei robot?
Forse che Korinna possiede anche la psicometria (la capacità apprendere tutto da un oggetto, dalle sue funzioni alla sua storia alle persone che l'hanno posseduto, con un semplice tocco)?
Voi che ne pensate?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 25 Nov 2010, 16:09:00
Soluzione semplicissima. Nel sonno indotto dalle capsule criogeniche, KeJ hanno avuto anche varie nozioni instillate, ivi comprese quelle di tecnologia coroniana.

Quindi costruire un risuonatore di panico e conoscere la struttura base dei robot diventa facilissimo per Korinna.

Può funzionare?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 25 Nov 2010, 16:13:12
La soluzione è ottima.
Solo un piccolo problema: perché instillare delle nozioni di tecnologia coroniana a ragazze che non avrebbero dovuto avere a che fare con quel pianeta per molti anni? Dal momento che Everett non voleva crescessero in una macchina, credo non l'abbia fatto.
Tuttavia questo risolverebbe anche la questione del numero 11, in cui korinna utilizza facilmente lo scudo extransformer.

Grazie, pkthebest.
Se qualcun altro vuole dire la sua... la mia idea andava in una direzione totalmente diversa.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 25 Nov 2010, 16:16:27
Beh, per lo stesso motivo per il quale al classico si studia matematica e allo scientifico filosofia: un po' di cultura generale non guasta, e magari quella che per noi è fantascienza su un pianeta evoluto come Corona è solo nozionistica di base, vista l'importanza che la tecnologia ha da quelle parti.

In fondo, quando studi per la patente hai qualche nozione su come è fatta la macchina: quindi, le nozioni di robotica servono se in casa si guasta il domestico robot, senza spendere capitali dall'elettricista!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 26 Nov 2010, 16:49:46
Diciamo anche una cosa: le figlie di Ducklair probabilmente erano anche abbastanza geniali, sin da piccole.
In particolare la madre le faceva studiare per diventare regine, quindi qualche nozione possono averla acquisita lì.
Ricordiamo anche che baby-Korinna nel #17 riprogramma un robot per dare fuoco a un museo. Quindi di tecnologia un po' ci capiva.

Poi c'è un'altra ipotesi da tirare in ballo: come possiamo essere certi che Ducklair si sia limitato a vestire con una tutina le figlie e a tenerle in sonno criogenico (e nei sotterranei della torre)?
Chi ci dice che non si siano svegliate prima?
E che magari siano vissute per un breve periodo nella Ducklair Manor (vedi discorso di Everett a Korinna nel #3)?
E che magari, una volta svegliatesi, abbiano tentato di uccidere il padre, scatenando il loro immenso potere telepatico?
In tal caso Everett potrebbe averle battute con fatica (e magari son svenute nella lotta) per poi decidere che era meglio rimetterle "sotto ghiaccio" finchè non avrebbe trovato un modo per restituire loro l'infanzia. Quest'ipotesi spiegherebbe il motivo per il quale Everett TEME le figlie, a tal punto che il fatto che una capsula criogenica si apra viene considerato una possibile minaccia per la Terra.

PS: dimenticavo una cosa. Nella mia trama citavo il Tecnarca Zarefeex. Non ho specificato che è di Armadha, lui. Non è coroniano, e difatti ha lo stesso aspetto leonino degli armadhiani (vedi Neopard).
E' probabile però che abbia fatto carriera a Corona (che probabilmente lo paga profumatamente), dato che è stato lui a inviare la sonda del #9. Probabile anche che sia assunto alle più alte cariche scientifiche (e che Everett fosse destinato a succedergli).
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Domenica 28 Nov 2010, 12:53:32
Citazione
Chi ci dice che non si siano svegliate prima?

Altamente probabile, anzi direi che è quasi certo, dal momento che le capsule criogeniche mostrate nel numero 11 non sono certo quelle in dotazione nel livello delta.
Anche la possibilità di uno scontro mentale con le figlie (forse solo con Korinna) è alta; forse che i poteri di Korinna sono stati sufficienti, nel tempo, a rompere la capsula?

Quanto alla minaccia, non credo derivasse soltanto dalle figlie. O quanto meno non una minaccia per la terra. Dopotutto, io credo che l'ambizione di korinna e Juniper verso l'impero ducklair ed il nostro piccolo azzurro mondo fosse un ripiego degli sceneggiatori per renderle ancora più "nemiche".
(Quanto alla "minaccia" di Everett, suppongo avesse molto più a che fare con Corona stessa che con le figlie. Vedi la sua reazione nel n°9 alla vista della sonda)

C'è un altro problema.
Il tempo trascorso da Everett dai Mc Gregor sembra piuttosto breve.
Ma in quel tempo, com'è possibile che le figlie siano cresciute così tanto?

Se si ipotizza che le capsule le abbiano fatto crescere a ritmo accelerato, però, s'incastrano un sacco di pezzi: il breve tempo dai Mc Gregor diventa coerente con la crescita delle figlie, può anche spiegare la loro accresciuta conoscenza di tecnologia. Può benissimo dimostrare anche la loro primitiva emotività (la loro intelligenza è adulta e perspicace, ma la loro emotività è infantile, specie quella di Juniper).
Inoltre, si spiegano anche i furti di "apparecchi elettronici" al mall in PK2 2. Servivano per costruire il risuonatore di panico (Questo però secondo me crea un controsenso: se Korinna è così brava a smanettare con la tecnologia, perché non l'ha mai più usata?)?

Resta un ultimo dubbio: come ha fatto Korinna ad uscire dalla blindatissima Ducklair Tower?
La soluzione secondo me ha a che fare con "Ducklair", ovvero con il numero UNO...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 29 Nov 2010, 16:21:43

Altamente probabile, anzi direi che è quasi certo, dal momento che le capsule criogeniche mostrate nel numero 11 non sono certo quelle in dotazione nel livello delta.
Anche la possibilità di uno scontro mentale con le figlie (forse solo con Korinna) è alta; forse che i poteri di Korinna sono stati sufficienti, nel tempo, a rompere la capsula?

Quanto alla minaccia, non credo derivasse soltanto dalle figlie. O quanto meno non una minaccia per la terra. Dopotutto, io credo che l'ambizione di korinna e Juniper verso l'impero ducklair ed il nostro piccolo azzurro mondo fosse un ripiego degli sceneggiatori per renderle ancora più "nemiche".
(Quanto alla "minaccia" di Everett, suppongo avesse molto più a che fare con Corona stessa che con le figlie. Vedi la sua reazione nel n°9 alla vista della sonda)

C'è un altro problema.
Il tempo trascorso da Everett dai Mc Gregor sembra piuttosto breve.
Ma in quel tempo, com'è possibile che le figlie siano cresciute così tanto?

Se si ipotizza che le capsule le abbiano fatto crescere a ritmo accelerato, però, s'incastrano un sacco di pezzi: il breve tempo dai Mc Gregor diventa coerente con la crescita delle figlie, può anche spiegare la loro accresciuta conoscenza di tecnologia. Può benissimo dimostrare anche la loro primitiva emotività (la loro intelligenza è adulta e perspicace, ma la loro emotività è infantile, specie quella di Juniper).
Inoltre, si spiegano anche i furti di "apparecchi elettronici" al mall in PK2 2. Servivano per costruire il risuonatore di panico (Questo però secondo me crea un controsenso: se Korinna è così brava a smanettare con la tecnologia, perché non l'ha mai più usata?)?

Resta un ultimo dubbio: come ha fatto Korinna ad uscire dalla blindatissima Ducklair Tower?
La soluzione secondo me ha a che fare con "Ducklair", ovvero con il numero UNO...

Beh, però la "minaccia" diventa concreta quando una delle due capsule si apre (e Korinna viene "scatenata" su un mondo ignaro).
Detto questo, non è sbagliato quel che dici: prima della brusca accelerata, il "vero nemico" (come esemplificato anche dal titolo del 15) era Serifa Ducklair.

Per quanto riguarda l'uscita dalla DT, mi ricordo che in PKNA 9 i sotterranei erano comunicanti con le fogne, ergo...
Però l'idea di Uno che la aiuta è suggestiva.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 29 Nov 2010, 17:32:04
Citazione
Beh, però la "minaccia" diventa concreta quando una delle due capsule si apre (e Korinna viene "scatenata" su un mondo ignaro).
Detto questo, non è sbagliato quel che dici: prima della brusca accelerata, il "vero nemico" (come esemplificato anche dal titolo del 15) era Serifa Ducklair.

Per quanto riguarda l'uscita dalla DT, mi ricordo che in PKNA 9 i sotterranei erano comunicanti con le fogne, ergo...
Però l'idea di Uno che la aiuta è suggestiva.

Secondo me, la minaccia era davvero relativa a Corona, ovvero alla possibilità che il tracciato mentale di Korinna venga in qualche modo identificato. Infatti Juniper viene fatta uscire soltanto quando Everett la usa come ultima risorsa per ritrovare la sorella. Anche le antenne a rifrazione mistica possono essere viste in questa logica.
Di certo, Juniper e soprattutto Korinna sono estremamente pericolose già da sole.

Per quanto riguarda l'uscita dalla ducklair tower, se non ricordo male sono tutte quante blindate. In tutte le le altre storie non ho mai trovato riferimenti ad un'entrata diretta o comunque non sorvegliata tra la DT ed il mondo esterno.
Invece, più di una volta la DT viene presentata come un edificio impenetrabile, una vera fortezza. Dopotutto, prima che venisse spento, Uno era la Ducklair Tower! Quindi poteva benissimo controllarne lo stato.
Secondo me questo è un dettaglio importantissimo.
Inoltre, in una nota sul numero (se non ricordo male) 2 di PK2, viene spiegato che molto probabilmente Uno era a conoscenza dell'identità della figlia. Mentre Everett stava tornando da Dhasam Bul ed era impegnato a pasticciare con lo spazio-tempo, cosa può essere successo alla figlia? Sicuramente sappiamo che sia riuscita a scappare nelle fogne (dopotutto, il livello delta è sotterraneo), ma come ha fatto se Uno era a conoscenza dell'identità della fuggitiva?
Mettiamo queste riflessioni a confronto con una vignetta di PK2 1: nella seconda vignetta di pagina 20, il "globo" di Uno ed il pannello di controllo svaniscono come fossero stati un'ologramma. Possibile che Everett si fosse già "sbarazzato" di Uno? Magari come punizione per essere venuto meno al suo più importante dovere?
Questo contrasta però con le parole di Uno stesso nella seconda vignetta di pagina 27: "Neanche io conosco i motivi che l'hanno ricondotto in città dall'eremo di Dhasam Bul.".
Si crea quindi un assurdo logico: od Uno non era a conoscenza della fuga di Korinna, e la ragazza è riuscita a farsi strada attraverso la DT e ad uscirne viva (ma non si spiega come abbia fatto), oppure Uno era a conoscenza dell'identità di Korinna ed ha avuto una qualche parte nella sua fuga (ma questo contrasta con le sue parole).
L'unica soluzione è che abbia cercato di "mediare", nascondendo ad Everett l'identità di Pikappa e mentendogli sul perché fosse stato spento (dal momento che fa comunque parte delle sue funzioni); mi sembra che questa idea risolva l'assurdo logico, anche perché Korinna è pur sempre una Ducklair ed Uno è programmato per obbedirle.
Ma se qualcuno ha un'idea migliore, sono tutto orecchi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 29 Nov 2010, 17:47:41
Ottime riflessioni, ragazzi.

Non fatemi andare a riprendere tutta la Tekno Room, ma in una si diceva che Uno in un certo senso doveva provvedere al controllo delle capsule criogeniche o qualcosa del genere, no?

Al di là della giustificazione data a Paperinik nel numero 0 di PKNA, non è possibile che Uno sia stato creato dopo il breve scongelamento che ipotizzavate, proprio per fare da cane da guardia alle celle criogeniche dove Korinna e Juniper sono poi state risigillate?

Everett parte per Dasham nella certezza che Uno le curerà, e va sia a sistemare la sua parte malvagia, sia a prepararsi al nuovo scontro, affinando le capacità ESP, visto che la battaglia primigenia da voi ipotizzata con le figlie era stata durissima e vinta solo grazie, immagino, all'inesperienza delle due paperotte!

Ci sta?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 29 Nov 2010, 18:19:29
non è possibile che Uno sia stato creato dopo il breve scongelamento che ipotizzavate, proprio per fare da cane da guardia alle celle criogeniche dove Korinna e Juniper sono poi state risigillate?

Everett parte per Dhasam  Bul nella certezza che Uno le curerà, e va sia a sistemare la sua parte malvagia, sia a prepararsi al nuovo scontro, affinando le capacità ESP, visto che la battaglia primigenia da voi ipotizzata con le figlie era stata durissima e vinta solo grazie, immagino, all'inesperienza delle due paperotte!


Certo! Anche se riflettendo io non sono così propenso che sia veramente avvenuta una battaglia tra Juniper ed Everett, vista la diversità di atteggiamenti. Forse soltanto Korinna.
Però, questo non spiega come mai Korinna sia riuscita a fuggire nonostante il controllo di Uno.

Sulla "parte malvagia" di Everett, è interessante notare come non sia stata mai mostrata prima non solo del suo arrivo sulla terra ma prima del ritrovamento delle figlie cresciute nell'astronave.
Possibile che il subconscio di Everett fosse a conoscenza della "minaccia", e stesse cercando di prepararsi?
Allora, Uno, la costruzione dell'Impero Ducklair, le superarmi... tutto entra nella logica di un conflitto.
Con le figlie?
Poco probabile, dal momento che non molte delle armi sviluppate da Everett sono legate ai poteri mentali (se non sbaglio l'extransformer ha solo uno Psicocaptatore olografico).
Contro un intero pianeta?
Data la vastità della potenza in gioco, credo proprio di sì...

Riassumendo, un'ipotetica cronologia sarebbe:
1) Everett arriva, dopo un tempo non ben definito e dopo averne i mezzi, a Goose Beach e recupera le figlie.
2) Dal passaggio da una capsula all'altra, almeno una delle due si sveglia, ed almeno una delle due ha un probabile scontro con il padre (Korinna?). Dopodiché, entrambe finiscono sotto ghiaccio.
3) Negli anni seguenti, l'aggressività latente di Everett raggiunge livelli mai conosciuti prima: tende a costruire super-armi sempre più pericolose e potenti. Forse lo shock di avere costretto Korinna nella capsula l'ha mutato nel carattere? Oppure si è reso conto che Corona vorrà presto indietro due probabili regine? Che serifa ha il potere di venirlo a cercare? Sia come sia, Everett arriva al punto di non ritorno.
4) Viene creato Uno, in base agli schemi mentali di Everett (un altro dettaglio fondamentale) e il supercomputer si occupa di assicurare che a loro due non succeda niente di male. Poco dopo, Everett vende tutto e si reca nel monastero, pronto a tornare però se accadesse qualche grave emergenza.
5) Uno, annoiato e solitario, permette a Paperinik di entrare nella DT. L'inizio di PKNA.

Il resto, almeno per adesso, lo sappiamo...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 30 Nov 2010, 16:22:47
Citazione
Però, questo non spiega come mai Korinna sia riuscita a fuggire nonostante il controllo di Uno.

Korinna si sveglia perché i suoi poteri mentali ormai supersviluppati le consentono di agire anche in stato d'ibernazione, senza risvegliare le sue funzioni corporee tipo battito cardiaco (solo io guardavo Master con Lee Van Cliff?), e sa, perché conosce la tecnologia coroniana, come aprire la porta senza fare scattare un intervento immediato di Uno.

Uno si accorge che Korinna è fuggita solo quando la ragazza, attraverso i sotterranei che già conosceva (sottolineo questo, perché indica che KeJ hanno vissuto non ibernate magari per un breve periodo, e forse la DT sarebbe potuta essere stata creata da ED per loro), è arrivata ad una delle uscite e la ha attraversata, stavolta senza riuscire a fare fessa la nostra IA preferita (un attimo di distrazione di Korinna, nella confusione che può averle attraversato la testa?).

Uno, con Korinna fuori dal suo diretto controllo, fa scattare immediatamente l'allarme di Everett, che torna e lo disattiva. Quanto al fatto che Uno dica a PK di non sapere perché Everett sia tornato, Uno ha mentito a PK per non coinvolgerlo in uno scontro sin troppo pericoloso per il nostro supereroe beccuto (gli amici servono anche a questo, non trovate? ;))!

E sul fatto che Korinna usi meno la tecnologia negli episodi dopo il 2, suvvia, è una iper newtype (chi coglie la citazione? Aiutino: c'entra una piccola forma di cacio montano al maschile*) che vuole fare vedere quanto sappia fare con i poteri della mente, rifuggendo la tecnologia, troppo legata al padre (mica poi si fa tanti scrupoli ad usare l'acceleratore cinetico in PK2 17, no?).

Che ne dite? Funziona?

Firmato: il vostro sarto di continuity pkthebest ;D

* sarto di continuity che si noma altresì il pazzo dagli aiuti confondenti e non aiutanti... ;D ;D ;D Ma, se qualcuno decifra, pacca sulla spalla!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Martedì 30 Nov 2010, 21:11:26
Citazione
Korinna si sveglia perché i suoi poteri mentali ormai supersviluppati le consentono di agire anche in stato d'ibernazione, senza risvegliare le sue funzioni corporee tipo battito cardiaco (solo io guardavo Master con Lee Van Cliff?), e sa, perché conosce la tecnologia coroniana, come aprire la porta senza fare scattare un intervento immediato di Uno.

Uno si accorge che Korinna è fuggita solo quando la ragazza, attraverso i sotterranei che già conosceva (sottolineo questo, perché indica che KeJ hanno vissuto non ibernate magari per un breve periodo, e forse la DT sarebbe potuta essere stata creata da ED per loro), è arrivata ad una delle uscite e la ha attraversata, stavolta senza riuscire a fare fessa la nostra IA preferita (un attimo di distrazione di Korinna, nella confusione che può averle attraversato la testa?).

Uno, con Korinna fuori dal suo diretto controllo, fa scattare immediatamente l'allarme di Everett, che torna e lo disattiva. Quanto al fatto che Uno dica a PK di non sapere perché Everett sia tornato, Uno ha mentito a PK per non coinvolgerlo in uno scontro sin troppo pericoloso per il nostro supereroe beccuto (gli amici servono anche a questo, non trovate? )!

Francamente, credo proprio che non sia possibile, dal momento che Uno controlla ogni centimetro quadrato dell'edificio. Specialmente quelli così importanti da rinchiudere la bruna figlia di Everett Ducklair!
No, credo proprio che Uno se ne sia accorto e come!
Ma suppongo che l'attenzione vada spostata più sullo stato di Korinna. Juniper è rimasta traumatizzata per molto tempo dopo l'uscita dalla capsula. Poteri mentali e tutto, ma credo che Korinna sarebbe rimasta piuttosto confusa e pronta a chiedere spiegazioni.

Anche sulla possibilità di un soggiorno da sveglie con Everett, sono piuttosto scettico. Si tratta di una cosa che secondo me si può inserire come no, non ha grandi esigenze od importanza nella trama. Forse può spiegare meglio la rabbia di Korinna, ma essa può anche essere derivata dalle esperienze appena successive al suo risveglio. Senza contare che Juniper sembra assai incuriosita dal "nuovo mondo" in tutte le sue prime apparizioni.
Quindi tenderei per il no, ma chissà, magari ci sono dei riferimenti che mi sfuggono.

La soluzione del rifiuto di Korinna della tecnologia, invece è davvero geniale!
Grazie!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 1 Dic 2010, 14:49:04
Mettiamola così, allora.

Durante una prima uscita delle ragazze, sviluppatesi a forza in pochi anni ma con la mentalità di bambine appena adolescenti, le due perdono totalmente il controllo, non avendo alcun insegnamento sui loro poteri ESP, e rischiano di provocare un macello totale.

Everett le ferma ed è costretto, a malincuore, a tenerle imprigionate nelle capsule all'interno della DT, dove procede l'acculturamento "forzato", stile sonno di studio di Trider G7, delle ragazze, soprattutto per quanto concerne concetti come morale e rispetto, ma anche sotto il profilo tecnologico, visto che, se un giorno dovranno ereditare le imprese Ducklair, dovranno anche essere in grado di continuare l'opera paterna anche sotto il profilo dell'innovazione.

Ma qualcosa non va nella capsula di Korinna, che si guasta e, attivandosi il sistema d'emergenza, fa scongelare la ragazza. Stordita ma libera, adesso ha anche le conoscenze necessarie per reagire ai tentativi che Uno fa per fermarla (come aprire porte blindate, manometterle, disattivarle, trovare comandi d'emergenza), senza arrecarle danno, ovviamente. Avendo superato tutte le difese (si suppone che, come figlie di Everett, comunque avessero qualche accesso riservato) di Uno ed avendo lasciato i cunicoli, fuori quindi dal diretto controllo di Uno, alla IA non è rimasto altro che lanciare l'allarme ultimo al suo creatore, visto che le nozioni di morale inculcate alle ragazze non sono state ancora ultimate e sufficienti a farle recedere dai loro propositi!

Funge meglio in questo modo?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 3 Dic 2010, 13:54:00
Dunque, l'idea è buona.
Molto.
Il punto è che devo decidere se inserire una lotta tra KeJ ed Everett. Nell'economia della storia, non mi pare ce ne sia questo gran bisogno. Le figliole possono benissimo essere state messe sotto ghiaccio senza svegliarle, probabilmente in attesa che Everett risolvesse alcuni "problemucci", come la tendenza alla distruttività e l'attacco da parte di un pianeta alieno...
Devo decidere cosa fare, ma ora come ora tendo a pensare che non inserirò scontri padre-figlia.

Per quanto riguarda il ruolo di Uno, ho delle perplessità. Si tratta di uno dei miei personaggi preferiti di PKNA, ma appunto, fa parte della serie originale, ed era la forza principale che ha fatto di Paperinik Pikappa. Forse troverò una soluzione... la cosa che vorrei più mantenere sarebbe una storia incentrata fortemente su Pikappa (come è giusto che sia!) ma anche sulla sua caratteristica di supereroe solo e senza amici che fa tanto "Dark Knight" e che è una delle cose più affascinanti di PK2.

L'altra IA che vorrei inserire è Tyrrel. Il problema con lui è che è un personaggio sfruttato pochissimo, e nella terza serie la sua psicologia è stata abbassata a livello zerbino. Resta il fatto che tracciarne un profilo psicologico è difficile.

Però, rimango dell'idea che si sia messo a fare il sicario/ladro su commissione... è in tono col personaggio.
Magari la sua strada potrebbe di nuovo convergere con quella di Pikappa...

Preparerò anche un profilo di Juniper, come fatto con Korinna.
E forse anche un articolo su una delle caratteristiche di PKNA e di PK2 che più l'hanno differenziato da qualunque altro fumetto...
Regali di Natale in arrivo, insomma.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 3 Dic 2010, 18:46:44
Allora, Uno, la costruzione dell'Impero Ducklair, le superarmi... tutto entra nella logica di un conflitto.
Con le figlie?
Poco probabile, dal momento che non molte delle armi sviluppate da Everett sono legate ai poteri mentali (se non sbaglio l'extransformer ha solo uno Psicocaptatore olografico).
Contro un intero pianeta?
Data la vastità della potenza in gioco, credo proprio di sì...

Sì, anche solo pensando ai robottoni giganti di PKNA 16, penso sia altamente probabile che Everett si stesse preparando a una possibile invasione coroniana della Terra e che il suo lato "distruttivo" fosse legato a questa sua paranoia (benchè giustificata).

Citazione
4) Viene creato Uno, in base agli schemi mentali di Everett (un altro dettaglio fondamentale) e il supercomputer si occupa di assicurare che a loro due non succeda niente di male. Poco dopo, Everett vende tutto e si reca nel monastero, pronto a tornare però se accadesse qualche grave emergenza.

Esatto. Uno, possedendo gli schemi mentali di Everett, poteva essere un "padre virtuale" per le due figlie, educandole e sorvegliandole.

PS: ricordiamo anche che Uno si è trovato altre volte a non essere del tutto consapevole di quel che accadeva nel palazzo (complici le subroutines a cui a volte affidava il lavoro al posto suo).
Tant'è che nel numero Zero il nostro eroe entra nel piano segreto senza che Uno se ne accorga, e che nel già citato 16 Angus Fangus riesca a fargliela in barba (ancor prima di staccare i cavi per sbaglio).

PPS: cito per l'ennesima volta il 16: è bastato staccare un paio di cavi per isolare totalmente i sotterranei, togliendoli al controllo di Uno. Se ci fosse stato un guasto (magari in uno dei numerosi scontri che hanno coinvolto Uno e la Ducklair Tower), Uno potrebbe non essersi nemmeno accorto della fuga di Korinna.

Un esempio di questi guasti? Beh, quando Due attacca la DT in PKNA 48. O quando i virus del datapack di Xadhoom (e l'arrivo di Cuorediferro la Divoratrice, l'ultima Haga) mandano Uno in tilt in PKNA 46.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 3 Dic 2010, 19:00:59
Quella del guasto è un'altra possibile strada per una fuga inosservata di Korinna (ed un ritorno di un Everett furioso!), abbiamo visto quanto sia fragile Uno in più di un'occasione.
A questo punto, credo che dipenda più dalla volontà di scrivere una certa storia invece che un'altra. Abbiamo visto come molti fatti di PK2 possano dare adito a più di un'interpretazione in base a dove si voglia andare a parare...

Tra l'altro, c'è un'altra cosa della quale vorrei discutere riguardo ad Uno: si tratta di tecnologia coroniana, senza dubbio, ma secondo me Uno è in tutto e per tutto una macchina terrestre, realizzata secondo le formule di Turing.
Altrimenti non si spiegherebbe come mai in PKNA 23 il suo sistema venga fatto a pezzi dal virus Omega (che tristezza...) e come in Spore non riesca a superare lo sbarramento dell'esercito.

Che ne pensate? :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 6 Dic 2010, 14:53:35
Uno, come tutti i marchingegni everettiani, è frutto della tecnologia coroniana con mezzi della tecnologia terrestre, senza dubbio, ed è per questo che è vulnerabile al virus omega.

Ma, se leggerai un topic che scrissi nella sezione di PKNA, non ha senso alcuno che Uno non riesca a bypassare il dogwatcher, visto che poi, in tante altre occasioni, Uno ci dimostra di saper fare di peggio (la password di Fairfax, ad esempio): per me era un blooper colossale!

Geniale però l'idea del guasto indotto dalla haga o da Due: cronologicamente sarebbe perfetto!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 6 Dic 2010, 19:55:01
In effetti è sembrato strano anche a me che Uno non riuscisse a superare lo sbarramento dell'esercito. Ma eravamo ai primi numeri. Magari non era ancora chiaro che Uno fosse così futuribile; forse all'epoca Everett era ancora terrestre.
Ad ogni modo, la struttura profonda di Uno mi sembra terrestre, dato che vi si riferisce sempre in termini "normali", ma comunque deve essere capace anche di lavorare su altri sistemi e su altre basi - vedi Fase Due.
L'impressione insomma è quella di un computer a "super programmazione", capace di lavorare su più linguaggi.

Un'impressione che mi sarà utilissima.

Ah, in effetti da questa discussione è venuta una domanda interessante: qualcuno di voi sa se Everett ed Uno erano stati pensati sin dall'inizio come alieni? Oppure l'origine è arrivata dopo?
Guardando i primi numeri - beh, in effetti tutto PKNA tranne il glorioso Le Parti e il Tutto - non ho trovato indizio alcuno che mi faccia pensare ad Everett come alieno.
Magari qualcuno di voi ha usato uno psicocaptatore olografico su Artibani, su Sisti o Catenacci e può dirmi qualcosa?  :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 7 Dic 2010, 11:03:14
L'unica traccia è data dal fatto che la figlia era in sonno iperbarico, e quindi, se non fosse stato alieno fuggito da Corona, perché aveva la figlia in sonno iperbarico?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Martedì 7 Dic 2010, 11:32:54
Perché le doveva dei soldi?  ;)
Vent'anni di paghetta arretrata, magari.
La figlia credo non voglia dire molto, si possono fare mille ipotesi sul perché, magari il PKteam all'epoca non aveva l'idea di Everett come alieno (anche perché forse tra Evron, Xerba, Armadha e quant'altro, avrebbe inflazionato la cosa).
No, secondo me la figlia non basta...

Ah, a proposito, sbaglio o questa dichiarazione si trova sui files del PKNA 0/3? Se è così, essendo fortunato possessore solo dello 0 e dello 0/1, non l'ho letta... magari dava qualche altro indizio interessante?
Pkthebest, sei stato assunto come librario e archivista  ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 7 Dic 2010, 11:47:44
Te la cito testuale a memoria (ehm...): è una nota a margine di un primo schizzo lavoradoriano della DT.

"Ducklair Tower o Palace (...)
Stanza Delta: qui giace, in sonno iperbarico, la figlia di Everett Ducklair."

Nulla più. Altri piker l'avevano notato (nella posta di "Clandestino a bordo", ho controllato), peraltro.

Comunque, nota che:
1) si parla di una figlia sola;
2) si parla di sonno iperbarico e non criogenico;
3) siamo agli ultraalbori, quando neanche il nome della DT era certo.

Però l'idea c'era proprio sin dagli inizi, anche se non posso dirti a che scopo... :-/

Ps: non lasciare spazi tra testo e faccina, o la faccina non compare!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 7 Dic 2010, 12:41:19
Due domandine:

La prima è rivolta in particolare a GRRODON (il forumista, of course): il ritorno di PK alla vecchia vita con Archimede, ok, si può fare. Distruzione dello scudo extransformer (ce n'è un solo modello?) e della Pikar, ok.
Ma quale scusa potrebbe far sì che Uno non collabori più (o meglio, non collabori più CONTINUATIVAMENTE) con Paperinik? Riflettiamoci.

La seconda è rivolta un po' a tutti: è umanamente possibile che Astrongman si sia scontrato in passato con (un anziano) Fantomius?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Martedì 7 Dic 2010, 13:35:39
Grazie per il suggerimento! ;)
Almeno adesso le faccine compaiono :)
in effetti credo ne metterò un po' ;D

Tornando alla figlia, se così mi dici... uhm, la cosa è opinabile. Dopotutto, non credo sia un dettaglio molto importante... nella mia personale opinione e visione delle cose, credo che Everett sia stato concepito come terrestre, e lo sia rimasto almeno verso i numeri 30/40 di PKNA. Forse, al tempo della (splendida) miniserie Lo Zen e la Fisica dei Quanti le cose erano già cambiate... mah. mistero del Pkteam, amen.

Per le domande di sommo zotnam: a quanto vedo è passata un po' di acqua sotto i ponti! Una probabile ragione per cui Uno non collabori più è difficile da dire... dopotutto, non si conosce il contesto. Dopo la trasferta su Corona? Dopo anni? Boh. Se è dopo la trasferta su Corona:

1) danni psichici di Pikappa, che perde la memoria et similia.
2) danni nei dati di Uno. poco probabile in virtù del #48 di PKNA.
3) Mutua decisione, ma perché dovrebbe fare una cosa del genere?
4) Ducklair ci mette lo zampino. Magari rispegne Uno, oppure gli impedisce contatti con Pikappa.
5) Uno resta con Ducklair su Corona, per un certo periodo almeno.
6) Pikappa stesso decide di tornare alla vita tranquilla di un tempo.
7) volontà divina.

Per la seconda domanda: non ci sono opposizioni o dati contrastanti, quindi sì, si può fare. Basta che la cosa non riecheggi troppo nella vita di Fantomious. Forse (azzardo) l'incidente lo ha spinto a ritirarsi? Se non ricordo male, F. si era ritirato o era scomparso dalla circolazione decenni prima che Paperino trovasse i suoi arnesi.
Ah, poi... un dubbio che mi è sempre sorto: non è che Lyo e Astrongman sono la stessa identica persona?
No, così per provare...;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 7 Dic 2010, 14:34:57
Grazie per il suggerimento! ;)
Almeno adesso le faccine compaiono :)
in effetti credo ne metterò un po' ;D

Tornando alla figlia, se così mi dici... uhm, la cosa è opinabile. Dopotutto, non credo sia un dettaglio molto importante... nella mia personale opinione e visione delle cose, credo che Everett sia stato concepito come terrestre, e lo sia rimasto almeno verso i numeri 30/40 di PKNA. Forse, al tempo della (splendida) miniserie Lo Zen e la Fisica dei Quanti le cose erano già cambiate... mah. mistero del Pkteam, amen.

Per le domande di sommo zotnam: a quanto vedo è passata un po' di acqua sotto i ponti! Una probabile ragione per cui Uno non collabori più è difficile da dire... dopotutto, non si conosce il contesto. Dopo la trasferta su Corona? Dopo anni? Boh. Se è dopo la trasferta su Corona:

1) danni psichici di Pikappa, che perde la memoria et similia.
2) danni nei dati di Uno. poco probabile in virtù del #48 di PKNA.
3) Mutua decisione, ma perché dovrebbe fare una cosa del genere?
4) Ducklair ci mette lo zampino. Magari rispegne Uno, oppure gli impedisce contatti con Pikappa.
5) Uno resta con Ducklair su Corona, per un certo periodo almeno.
6) Pikappa stesso decide di tornare alla vita tranquilla di un tempo.
7) volontà divina.

Per la seconda domanda: non ci sono opposizioni o dati contrastanti, quindi sì, si può fare. Basta che la cosa non riecheggi troppo nella vita di Fantomious. Forse (azzardo) l'incidente lo ha spinto a ritirarsi? Se non ricordo male, F. si era ritirato o era scomparso dalla circolazione decenni prima che Paperino trovasse i suoi arnesi.
Ah, poi... un dubbio che mi è sempre sorto: non è che Lyo e Astrongman sono la stessa identica persona?
No, così per provare...;)

Solo un Fantomius molto anziano, però, avrebbe potuto scontrarsi con Astrongman.

Il PKteam lo ha scritto: l'intenzione originaria era che Lyo fosse un ex supereroe: poi lo si è escluso e lo si è fatto aiutante perché sembrava più carina come idea.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 7 Dic 2010, 19:25:48

Solo un Fantomius molto anziano, però, avrebbe potuto scontrarsi con Astrongman.

Il PKteam lo ha scritto: l'intenzione originaria era che Lyo fosse un ex supereroe: poi lo si è escluso e lo si è fatto aiutante perché sembrava più carina come idea.

Sì, ma secondo me bluffavano: è palese che Astrongman e Lyo fossero la stessa persona.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 9 Dic 2010, 09:59:32
Uh? Perché lo trovi così palese, scusa?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 10 Dic 2010, 19:06:51
Uh? Perché lo trovi così palese, scusa?

Beh, tra Astrongman che ha come sottotitolo "il custode", tra la vaghezza di Lyo quando dice di esserne stato "l'aiutante" e tutto il resto, mi sembra la cosa più sensata.
A meno che non si intenda fare una puttanata come "Destroyer Kid" in PK-Frittole.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 13 Dic 2010, 11:21:04
Ma perché non dirlo esplicitamente a Paperinik, allora? Non è che abbia trovato tante spiegazioni logiche... :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: ML-IHJCM - Martedì 14 Dic 2010, 11:33:58
Psicologia? Lyo mi pare un tipo che non ama parlare di se' in modo troppo esplicito; trovo abbastanza in carattere che sia disposto a svelare il suo segreto solo a meta'.
  E poi va considerato che un Lyo con passato d'aiutante piuttosto che da superore risulta meno ingombrante verso PK, in quanto meno autorevole, e sembra piu' naturale che faccia da "aiutante" anche per lui. Quindi anche accettando l'ipotesi che Lyo fosse stato Astrongman, che la cosa non venga detta esplicitamente e' ragionevole sia dal punto di vista degli autori che da quello di Lyo stesso (visto che il personaggio e' abbastanza sensibile da capire la situazione).
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 17 Dic 2010, 17:27:46
Psicologia? Lyo mi pare un tipo che non ama parlare di se' in modo troppo esplicito; trovo abbastanza in carattere che sia disposto a svelare il suo segreto solo a meta'.
  E poi va considerato che un Lyo con passato d'aiutante piuttosto che da superore risulta meno ingombrante verso PK, in quanto meno autorevole, e sembra piu' naturale che faccia da "aiutante" anche per lui. Quindi anche accettando l'ipotesi che Lyo fosse stato Astrongman, che la cosa non venga detta esplicitamente e' ragionevole sia dal punto di vista degli autori che da quello di Lyo stesso (visto che il personaggio e' abbastanza sensibile da capire la situazione).

Ci ripensavo ma... Lyo non è troppo giovane per essere stato Astrongman cinquant'anni prima? Non mi pare abbia già settant'anni, ma una sessantina a fare tanto! :-/ :-/ :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 10 Gen 2011, 21:13:27
Dopo le feste, ecco che arriva l'analisi su Juniper Ducklair.

Che Everett Ducklair avesse una figlia, ben nascosta nelle profondità della Ducklair Tower, era risaputo dai pochi, fortunati possessori del numero 0/3, Xadhoom!, dove in uno degli schizzi preparatori per la Torre, si veniva a conoscenza di una cella criogenica in cui dormiva la rampolla. Ma della sua esistenza si erano poi perse le tracce, vuoi anche per la marginalità di Everett nella saga di PKNA, fino all'ultimo numero, dove qualcosa, qualcosa si intuiva.
   Le vere rivelazioni sarebbero arrivate solo con il numero 1 della nuova saga, dove Everett si rivolgeva ad una delle due (e quanti sconvolgimenti sarebbero arrivati dalla seconda capsula!) celle criogeniche, rivolgendo la buonanotte alla figlia, chiamandola con il suo nome: Juniper. Per osservare l'aspetto fisico della ragazza, dobbiamo attendere fino al numero 3, la Voce del Buio: Juniper esce da una macchina blindata, con l'aspetto disastrato di chi è appena uscito da un luno sonno e con indosso una tuta molto simile a quella che si vede far da capolino tra i vestiti della misteriosa Profunda... il legame che vi è tra di loro, e che dà il titolo all'albo, è tutt'altro che insolito, dato che le due, come rivela Everett verso la fine, sono sorelle!

   Gemelle, anzi, ma gemelle molto diverse. Per cominciare nell'aspetto: dove Korinna ha un fascino misterioso e ribelle, una bellezza violenta, Juniper mostra invece ciocche bionde sparse, languidi occhi blu e ha, come la sorella, forme che all'epoca ebbero svariati effetti su svariati PKers, sui quali non è ora il caso di soffermarsi.
   Il carattere delle due è invece tutto un altro discorso, dal momento che Juniper è stata sconvolta da ogni sceneggiatore (e, nel numero 6, anche da un disegnatore) che vi abbia messo sopra le chine, e sulla sua reale personalità si possono fare solo delle ipotesi.
   La prima volta che vediamo Juniper "in azione" è nel numero 4, tra pagina 26 e pagina 27, a fronte di un falso specchio, dove Everett commenta sul suo aspetto dicendo: "Hai gli stessi occhi di tua madre.", e poco dopo "Sto provando ad essere un buon padre per tutte e due... altrimenti non vi avrei mai portato via da lei"; la scena è tra le più intriganti di questi primi numeri, anche se non dice nulla sul passato di Juniper o sulla sua personalità. Si può solo percepire che non sembra così violenta e piena di rabbia come Korinna.
   I primi indizi sulla sua personalità li abbiamo nel numero 5, La Fine della Storia, a pagina 22 e 23: Juniper mostra di provare anche lei rancore verso il padre (ed il gioco di sguardi tratteggiato da Turconi in queste due pagine è stupendo), per motivi appena accennati, ma seri: "La situazione con tua madre era diventata insostenibile... ma questo lo sai bene! Stava diventando troppo pericolosa.". Juniper non reagisce, ma a pagina 40 sembra aver superato il rancore latente, e mostra il primo vero sorriso. A differenza della sorella, ne vedremo molti altri. A pagina 52, mostra persino interesse per l'esterno, dimostra un'emotività semplice ed immediata, lontana (sembra) dai macchinosi piani di Korinna; la scena si conclude con una danza sotto la pioggia che lascia Everett basito. Ma le cose sono destinate a peggiorare: a pagina 70, l'ultima della storia, vediamo Juniper che guarda con tristezza il nuovo mondo in cui si trova. La Juniper di Cordara e Turconi è dunque una ragazza che ha superato il rancore verso il padre, o almeno così sembra, ma non la tristezza per la lontananza da casa; non è macchinosa ed ha un'emotività semplice.
   Nel numero successivo, abbiamo la prima uscita di Juniper nel mondo esterno, ed il contatto con Pikappa, a pagina 28, fa nascere in lei interesse per il papero mascherato "Pikappa si è messo fra lui e me. L'ha fatto per difendermi."; e allo stesso tempo nasce una delle sottotrame più interessanti, e peggio sfruttate, di PK2: l'interesse di Juniper per Paperinik. Interesse che Everett non approva, e cui cercherà di rimediare con un piccolo "taglio" alla memoria di PK; ma proprio nel momento in cui si appresta a farlo, compare (in maniera del tutto deus ex machina) Juniper, che pronuncia la frase più sconvolgente del numero: "Sono venuta ad impedirti di fare una cosa simile... contro il papero che amo!" La reazione di Everett e Pikappa è sconcertata, ma l'industriale cambia rapidamente idea quando Paperinik la salva da un un crollo, appena due pagine dopo. La rivelazione di Juniper sembra non lasciare tracce su PK, che anzi è tutto occupato a trovarsi un rifugio. La bionda figlia di Ducklair sembra in questo numero ancora più umana di prima, e inizia a mostrare un po' di spina dorsale, anche se la sua conflittualità con il padre è ancora molto bassa. Questa è la Juniper di Sisti e Marco "Copy&Paste" Gervasio.
   Nel numero 7, Juniper si prende una pausa, forse anche dalle funzioni cerebrali: a pagina 32 e 33 viene di nuovo tratteggiata con lo sguardo vacuo e perso del numero 3. Questa è la Juniper di Sisti e Macchetto.
   Passa un mese e la bionda fa un'altra breve improvvisata (Juniper compare poco, ma molto spesso anche nei numeri che poco hanno a che fare con la trama principale in tutta questa prima parte, a differenza di Korinna, e questa può essere una ragione dietro la sua frammentazione emotiva), peraltro assai meglio tratteggiata da Gula rispetto al numero 18. Picco di ormoni? Questa è la Juniper, silenziosa e inespressiva, di Ambrosio e Gula; il numero si chiude senza novità di sorta sulla vicenda Ducklair, ma è da segnalare il preview in quarta di copertina, uno dei migliori di tutte e due le serie pikappiche.
   Il numero 9, il bel Gradi di Separazione, vede Juniper finalmente in azione: a pagina 26 e 27, abbiamo il primo segno di un deficit emotivo: "Spiegatemi a cosa servono i fiori!" domanda ad uno stupefatto Morrighan, con lei per osservare che non esca dalla Ducklair Manor. Cosa che accade puntualmente, a pagina 32, quando Juniper avverte che il padre è molto turbato, e per la prima volta la vediamo usare i propri poteri mentali: costringe Morrighan a seguirla e poi, due pagine dopo, a restare sospeso sopra un cornicione per attirare l'attenzione di Paperinik. Questa è la prima volta che Juniper mostra attitudine al comando, con un discreto sprezzo dell'interesse altrui, e questo la accomuna alla sorella (per quanto l'abilità di Korinna al controllo sia immensamente superiore). Ci viene anche mostrato un abbraccio della bionda a Paperinik, riprendendo l'idea di un'attrazione da lei provata. Decisa, manipolatrice ma ancora in contatto emotivo con il padre (ha richiamato PK per aiutarlo, dopotutto): è la Juniper di Catenacci e Barbaro, anche lui in forma molto migliore rispetto al numero 17.
   Il numero 10 vede una pausa nelle apparizioni di Juniper, ed il numero 11 (il miglior numero di PK2 ed anche in generale una delle punte massime di tutte le saghe pikappiche) è interamente dedicato a Korinna, che riceve le amorose cure di Sciarrone. Segue il mediocre numero 12, ma che segna una svolta importantissima per Juniper, un ribaltamento della prospettiva improvviso e profondo: se per Korinna possiamo vedere un'evoluzione lenta e graduale verso una maggiore umanità, che ha il suo punto massimo nel numero 15, Juniper ha un'andamento a parabola; il culmine è stato raggiunto in Gradi di Separazione, ed adesso è ora di scendere. Juniper è ora a capo di un progetto per il recupero sociale di criminali pentiti, e pensa bene di utilizzarne uno per colpire le stesse industrie di suo padre; non è solo una rivelazione che sconvolge tutto il paradigma precedente di Juniper, ma mostra lo stesso odio viscerale di Korinna. Questo avvicinamento alla linea dura coinvolge anche Pikappa, che viene sacrificato da Juniper con poche remore ed una frase sinistra: "E prima o poi sarebbe comunque successo"; è la fine dell'interesse tra lei e Pikappa. Una delle sottotrame più interessanti viene troncata con un colpo d'accetta. Accanto a questa Juniper piena di odio e macchinatrice, abbiamo un notevole siparietto comico a pagina 24, che la presenta come pasticciona e poco adatta alla tecnologia (a differenza della sorella). Dura, machiavellica, ma ancora pasticciona; è la Juniper di Artibani e Migheli.
   Segue una pausa di due numeri prima del salto finale, in cui Juniper non ha apparizioni, tranne un'eloquente frase nel 14: "Così vedrò meno possibile la tua faccia [padre]!" Possiamo tirare alcune somme: un dato interessante è che non si sono avvicendati due sceneggiatori uguali nelle storie trattate fino ad ora, e ancora più importante, Juniper ha avuto un ruolo significativo solo nei numeri 6, 9 e 12, accanto ad una serie di camei e comparse inutili nei numeri 3,4,5 e 7; facendo un raffronto con Korinna, la figlia di Ducklair in quanto tale è apparsa fino ad ora solo nel numero 3 e nel numero 11, ed in entrambi ha sconvolto gli eventi. Ma la caratteristica più importante di Korinna, è la sua capacità di rimanere nei pensieri di Pikappa, di Everett e di Juniper anche mentre è a (suppongo) godersi il sole sulla spiaggia di Goose Beach! Juniper non ha la stessa importanza, non ha la stessa forza d'animo.
   Arriviamo al numero 15, il numero della Rivelazione, che completa quella del numero 11.  Tra pagina 14 e 15 Juniper ci viene mostrata dal punto di vista di Pikappa, che riassume il giudizio in una parola: "...è una pasticciona!"; è interessante notare come Paperinik affermi poco prima che le due sorelle sono molto diverse nel carattere: dà l'idea che Pikappa consideri Juniper ancora degna di fiducia, e come in fondo "buona", contrapposta alla sorella "cattiva". Per Juniper, Il Vero Nemico è uno splendido regresso ai fasti del numero 5: lacrime, rancore, ma ancora capacità di ascoltare il padre che narra del suo passato e dei motivi che hanno portato le sue figlie a crescere in capsule criogeniche. Rancorosa, ma triste ed indifesa: è la Juniper di Riccardo Secchi e di un Turconi in stato di grazia.
   Il numero 16 è il respiro prima del balzo, e poi entriamo nel girone dei due numeri finali: nelle prime pagine di Nel Fuoco vediamo le sorelle bambine, con una Korinna incattivita e con la voglia di fare la piromane, ma Juniper rimane emotivamente neutra. A pagina 27, invece, la ragazza esercita il suo fascino (ed il suo flusso mentale) sull'affarista Gordon Bekko,  mostrando come la sua tendenza al comando sia notevolmente cresciuta, e si sia allontanata dagli esperimenti su Morrighan. Poco dopo, esprime le vere motivazioni che l'hanno portata ad attaccare le industrie Ducklair: trasformare la Terra in un nuovo pianeta Corona, con lei e Korinna a capo. Niente meno che la conquista del mondo. Juniper in questo numero accresce le proprie abilità dissimulatorie, come a pagina 54, in cui dice al padre: "Spero di non deluderti mai.", mentre ne sta progettando la fine assieme alla sorella, e a pagina 69, si chiude del tutto ogni speranza di riscatto per quella che un tempo era la gemella "buona": Korinna le chiede se provi ancora qualcosa per Pikappa, e lei risponde: "E' coraggioso e qualche volta mi è stato utile, ma non mi accontento di così poco." Questa è la Juniper di Macchetto e Barbaro (disegnatore che sembra avere finito l'inchiostro di china).
    Con questo sordido  numero 17 ci si avvia alla storia conclusiva di una serie che avrebbe potuto dare tantissimo al fumetto italiano, non solo Disney, e che invece è rimasta abbozzata; Juniper mantiene per tutto Affari di Famiglia un'emotività a doppio binario, mentre simula affetto e comprensione per il padre, ma in realtà lo sta attirando nella trappola ordita con Korinna. Esemplificativa la sua espressione a pagina 24: il ghigno di chi sa di stare vincendo. Le ultime immagini di Juniper, tra pagina 54 e pagina 63, ce la mostrano rabbiosa e dalla fronte sempre aggrottata: Korinna ha assimilato la sorella, ha proiettato il proprio odio su di lei, e di Juniper non è rimasto più nulla. Questa è l'ultima Juniper, di Ambrosio e Gula.
    
La personalità di Juniper sembra, alla fine, una linea spezzata, che un consistente percorso verso un perdono del padre ed un aumento dell'empatia (assieme ad un certo coinvolgimento emotivo verso PK) fino al numero 9. Tre numeri dopo, vi è un brusco cambiamento di rotta, in quanto la ragazza si dimostra ostile al padre, forse ancora più di Korinna (dopotutto lei non ha tramato per rovinare le industrie di Everett e la sua reputazione: nel numero 11, Korinna sembra interessata soltanto ad andarsene). C'è un ritorno all'empatia e all'umanità nel numero 15, quando Juniper mostra più lacrime che rabbia, ma è solo un momento prima della definitiva caduta verso l'odio.
    Molto si può spiegare secondo la logica degli ultimi due numeri, che, per esigenze di trama (di chiusura) dovevano vedere le due sorelle tramutarsi in nemiche del nostro azzurrognolo pianeta; su quella che sarebbe potuta essere la personalità di Juniper se non fosse avvenuta la brusca chiusura, si possono solo fare delle ipotesi. Probabilmente la ragazza si sarebbe allineata alle idee di Korinna, ma avrebbe cercato di trascinare anche Pk dalla sua parte; ma se Korinna stessa fosse cambiata? Mi riferisco al finale del numero 15, unica volta in cui vediamo la ragazza con un accenno di lacrime, e l'odio e la rabbia sommersi da tristezza. Forse Juniper avrebbe aiutato Korinna, forse Korinna avrebbe trascinato Juniper nel baratro dell'odio cieco, forse Juniper stessa avrebbe rivelato alcune inclinazioni particolari. Se infatti Korinna è molto simile al padre (nell'aspetto, nella dimestichezza con la tecnologia, nell'intelligenza e nella volontà ferrea ), Juniper sembra più simile a Serifa, più affine alla capacità della madre di nascondere le vere emozioni ed i veri sentimenti, e questo la rende - o l'avrebbe resa - molto più pericolosa della violenta e rabbiosa Korinna.
    
Alla fine, sono soltanto ipotesi. Juniper resta un personaggio mal gestito, molto probabilmente per le sue continue comparse in diversi spezzoni e vignette nel corso delle storie, cosa che ne ha intorbidito l'emotività e non ha reso chiari alcuni passaggi, ed ha reso altri del tutto inspiegabili (come quello dalla preoccupazione del numero 9 all'ostilità del numero 12).
    Se non, con una soluzione, estrema. Si tratta di un problema di punto di vista: prima del numero 12, la storia non era ancora stata narrata dal punto di vista di Juniper (come invece avviene per Korinna sin dal numero 2): potrebbe essere che la ragazza non abbia fatto altro che nascondere il suo odio verso il padre, ma ben determinata a colpire dall'interno, invece che dall'esterno, come Korinna, costruendosi per ciò un'eria di ragazza acqua e sapone, dolce ed innocua? Quest'idea ben si sposa con la somiglianza psicologica tra madre e figlia, entrambe grandi dissimulatrici (Serifa ha ingannato Everett per anni!); inoltre, a pagina 52 di Onde Alpha, qualcuno afferma: "Onde! Onde cerebrali alpha! La sotto ce n'è una vera tempesta! Come fa Papernik a non percepirle?"; si può essere quasi certi che sia stata Juniper. Si tratta di un'ipotesi, ma se fosse vera, tanto di cappello a lei: significherebbe che la bionda telepate aveva suoi particolarissimi piani sin dall'inizio, e avrebbe ingannato la sorella, Pikappa e il padre.
    E, ancora dopo quasi dieci anni, avrebbe ingannato anche tutti noi.




Spero che questa analisi abbia stuzzicato il vostro interesse e, perché no, anche la vostra fantasia!
A breve (stavolta per davvero, a breve) l'analisi su Serifa, e poi, credo verso fine mese, i primi segni del progetto di PK2.0.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 11 Gen 2011, 16:42:53
Che dire, Shaggley? Ottima analisi, come sempre! Ammetto di propendere per la tesi della Juniper ingannatrice, acqua cheta che fa tremare i ponti, carogna quanto la sorella ma dissimulatrice perfetta!

Ma consentitemi un piccolo omaggio a PKNA e PK2, sintetico ma sentito. Volete la prova provata che questi furono due grandissimi fumetti? Beh, che direste del fatto che, a distanza di quindici anni dalla pubblicazione del numero 0 di PKNA e a più di otto da quella di PK2 18, riusciamo ancora a discuterne e a scrivere analisi e commenti come quelli che abbiamo steso finora un po' tutti?

È dura restare indifferenti di fronte a due serie così, anche ad anni, per non dire decenni, di distanza, e solo i grandi capolavori ti trasmettono sempre emozioni ogni volta che li prendi in mano o ne parli con gli altri.

Grazie a Disney Italia per avere creduto in questo folle progetto!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 12 Gen 2011, 11:15:41
Grazie a Disney Italia per avere creduto in questo folle progetto!
E per averlo mandato beatamente a viole... ::) (scusa, non ho resistito!)

PS: Bravo Shaggley! :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 12 Gen 2011, 15:30:44
Un dubbio. Ma l'idea di Everett alieno, secondo voi, era originaria o venuta dopo?

Sappiamo che l'idea della figlia prigioniera esisteva sin dall'alba dei tempi, ma la trama era già in nuce quella che poi abbiamo conosciuto, o Everett in origine era un terrestre che aveva ibernato le figlie per qualche arcano motivo, e solo dopo, sviluppando diversamente l'idea, è diventato un alieno? :-/ :-/ :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Mercoledì 12 Gen 2011, 19:09:38
I possessori del n° 0/3... pochi?!
Wow, è l'unico numero di PKNA che ho posseduto concretamente senza scroccarlo, a parte Frammenti d'Autunno! XD

Un dubbio. Ma l'idea di Everett alieno, secondo voi, era originaria o venuta dopo?
Secondo me il progetto è stato sviluppato più tardi, con l'avanzare della serie. In fin dei conti, tutto avrei detto all'inizio meno che Everett fosse un alieno. Non dava minimamente segno di esserlo. Anche se pensandoci non sembrava niente del genere nemmeno nel 49/50 di PKNA, o almeno non a me...

Comunque, ottima analisi e complimenti per la pazienza per stenderla... solo che mi sono fatta un'idea generale, a giudicare da quanto ho letto: mi sono domandata il perché di tutta questa psicologia altalenante e non ho potuto fare a meno di rispondermi che non credo Juniper sia un'ingannatrice, ma che semplicemente ogni autore abbia fatto i propri comodi interpretandola in modi più o meno differenti, ma che nonostante tutto delineano più o meno un'unica personalità. Considerando ogni numero singolarmente viene da pensare "bè, però è un buon/bel personaggio". Visto tutto nell'insieme invece non si capisce chi cavolo sia di preciso, sembra venirne fuori semplicemente una complessata i cui giudizi e i cui pensieri non vengono mai del tutto sviluppati secondo un'ottica davvero unitaria. Non ci sono chiari i suoi processi mentali, proprio perché ogni autore l'ha interpretata come preferiva, ovviamente basandosi sulla storia generale di PK2. O probabilmente il progetto prevedeva una personalità difficile da delineare. Capita che quando un personaggio è "difficile da trattare" viene interpretato in modi di volta in volta differenti, per un motivo o l'altro (in questo caso, poi, è passata sotto il controllo di più autori).
[il tutto firmato con un grosso e poderoso IMHO]

D'altro canto invece Korinna era ben precisa, pensandoci bene non era nemmeno un personaggio tanto complesso da interpretare: il classico personaggio vendicativo che di tanto in tanto torna sulle proprie orme (con l'aggiunta di tutti i gesti e le frasi significative del caso che la contraddistinguono, giustamente, dallo stereotipo, ma senza per questo farla sembrare matta).

In linea di massima si rimane sullo stesso discorso: Korinna è stata sviluppata poco ma bene. Juniper è stata un po' mandata in vacca. Avremmo potuto apprezzarla di più se avesse avuto una psicologia un po' meno interpretata a cacchio, a seconda di come girava all'autore :D senza contare che sicuramente ci saranno state di mezzo le esigenze della storia in sé...

Ah, l'altra ipotesi anch'essa più che plausibile è che invece sia tutto voluto, e che l'ambiguità di Juniper voglia appositamente rendere l'idea del personaggio con le idee per nulla chiare. Chi può dirlo...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 13 Gen 2011, 13:14:58
I possessori del n° 0/3... pochi?!
Wow, è l'unico numero di PKNA che ho posseduto concretamente senza scroccarlo, a parte Frammenti d'Autunno! XD

Secondo me il progetto è stato sviluppato più tardi, con l'avanzare della serie. In fin dei conti, tutto avrei detto all'inizio meno che Everett fosse un alieno. Non dava minimamente segno di esserlo. Anche se pensandoci non sembrava niente del genere nemmeno nel 49/50 di PKNA, o almeno non a me...

Comunque, ottima analisi e complimenti per la pazienza per stenderla... solo che mi sono fatta un'idea generale, a giudicare da quanto ho letto: mi sono domandata il perché di tutta questa psicologia altalenante e non ho potuto fare a meno di rispondermi che non credo Juniper sia un'ingannatrice, ma che semplicemente ogni autore abbia fatto i propri comodi interpretandola in modi più o meno differenti, ma che nonostante tutto delineano più o meno un'unica personalità. Considerando ogni numero singolarmente viene da pensare "bè, però è un buon/bel personaggio". Visto tutto nell'insieme invece non si capisce chi cavolo sia di preciso, sembra venirne fuori semplicemente una complessata i cui giudizi e i cui pensieri non vengono mai del tutto sviluppati secondo un'ottica davvero unitaria. Non ci sono chiari i suoi processi mentali, proprio perché ogni autore l'ha interpretata come preferiva, ovviamente basandosi sulla storia generale di PK2. O probabilmente il progetto prevedeva una personalità difficile da delineare. Capita che quando un personaggio è "difficile da trattare" viene interpretato in modi di volta in volta differenti, per un motivo o l'altro (in questo caso, poi, è passata sotto il controllo di più autori).
[il tutto firmato con un grosso e poderoso IMHO]

D'altro canto invece Korinna era ben precisa, pensandoci bene non era nemmeno un personaggio tanto complesso da interpretare: il classico personaggio vendicativo che di tanto in tanto torna sulle proprie orme (con l'aggiunta di tutti i gesti e le frasi significative del caso che la contraddistinguono, giustamente, dallo stereotipo, ma senza per questo farla sembrare matta).

In linea di massima si rimane sullo stesso discorso: Korinna è stata sviluppata poco ma bene. Juniper è stata un po' mandata in vacca. Avremmo potuto apprezzarla di più se avesse avuto una psicologia un po' meno interpretata a cacchio, a seconda di come girava all'autore :D senza contare che sicuramente ci saranno state di mezzo le esigenze della storia in sé...

Ah, l'altra ipotesi anch'essa più che plausibile è che invece sia tutto voluto, e che l'ambiguità di Juniper voglia appositamente rendere l'idea del personaggio con le idee per nulla chiare. Chi può dirlo...

Mah, io sono per un tutto voluto: se anche Juniper fosse dovuta essere più stabile, la avrebbero resa tale come hanno fatto con Korinna.

Però tutto il suo altalenare sa veramente di finta clamorosa, per stare vicina al padre e controllarlo, visto come alla fine J si rivela identica a K!

Cazzarola, ho appena trovato l'origine del cognome di Birgit: J(uniper), K(orinna) e Q presi dalle carte da gioco! ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Giovedì 13 Gen 2011, 21:26:11
Però tutto il suo altalenare sa veramente di finta clamorosa, per stare vicina al padre e controllarlo, visto come alla fine J si rivela identica a K!
Ma quel clamoroso cambio è stato troppo immediato e apparentemente privo di senso: per questo l'ho assimilato anch'esso alle esigenze di trama, secondo la quale probabilmente Juniper doveva finire per pensarla come Korinna, o comunque la trama dell'ultima storia quasi non sarebbe stata granché senza il suo voltafaccia... poi ovviamente le mie sono solo ipotesi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 14 Gen 2011, 14:02:49
    @pkthebest: grazie; sono felice che abbiate apprezzato l'analisi. Per quanto riguarda Everett, credo che la decisione di renderlo alieno sia stata fatta o nell'ultima fase di PKNA, o all'inizio di PK2: non ci sono elementi che accreditano le origini extra terrestri di Everett per tutta la prima serie, ed anzi, il miliardario rimane una figura piuttosto marginale (se non ricordo male, le sue apparizioni di un qualche rilievo sono solo in Due e in Nella Nebbia, oltre che alle Parti e il Tutto). All'epoca del numero 11, devo dire che un po' di delusione l'ho avuta. Giustificare i poteri mentali di Everett, Juniper e Korinna come alieni mi è sembrato un po' un modo per lavarsi le mani. Che poi la cosa sia stata gestita bene, in due numeri uno bello ed uno splendido come il 15 e l'11, è un altro discorso. Comunque io tendo per l'Everett in origine terrestre.

    @lyla: grazie anche a te. L'idea di Juniper malvagia ed ingannatrice era parecchio che l'avevo in testa (peraltro giustificata da numeri come il 12, il 17 ed il 18); certo è assai più probabile che la ragazza sia stata soltanto gestita male. Ma la possibilità che lei avesse organizzato tutto è affascinante, sia perché muta tutta la luce di PK2, sia perché è ottima per un eventuale futuro di Juniper (ovvero, l'utilità all'interno del mio progetto di PK2.0). Una piccola nota su Korinna: non mi sembra un personaggio stereotipato. Vero che la vendetta è un tema abusato, e che sulle pagine di Pikappa aveva avuto una grande eco (pensiamo solo a Xadhoom), ma una ragazza che attacca il padre dicendo di odiarlo, come avviene nel numero 3, beh, credo non sia mai successo niente di simile nel fumetto Disney. Quindi, anche se si può dire che il personaggio vendicativo è comune, quello che conta alla fine è il suo utilizzo, e l'utilizzo di Korinna, dosato con il contagocce, è stato geniale, al punto da renderla uno dei tre personaggi del "motore" di PK2, ovvero PK , Korinna ed Everett.
Poi, sono opinioni.

    Comunque, la cosa che più mi dispiace del personaggio di Juniper è l'aver trattato a pesci in faccia una delle sotto trame più interessanti: il suo interesse per Pikappa. Ne sarebbe potuta venire fuori una gran cosa: dopotutto, tutti i personaggi che hanno avuto a che fare con Paperinik ne sono usciti trasformati (breve elenco: Uno, Lyla, Everett, Xadhoom, il Razziatore, Gorthan... and so on), e secondo me questa è l'essenza del fumetto di Pikappa. Una Juniper ricondotta alla ragione e all'empatia dall'affetto verso Pikappa che si schiera a fianco del padre per la ricerca di Korinna, od una Korinna che affronta i suoi traumi e riesce a superare la sua stessa rabbia (Il Pikkappero ha esperienza al riguardo...); sono tutti effetti che PK avrebbe potuto provocare.
Se...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Venerdì 14 Gen 2011, 19:50:26
Sì, bè, il mio pensare alla Korinna-stereotipo era volto soprattutto al tema che rappresentava, ovviamente ;) vicino alla mia affermazione ho voluto specificare quello che intendevo dire con un minimo di precisione in più, che adesso visto dove verte il discorso volevo leggermente ampliare:

Il fatto che Korinna si rivolga al padre affermando di odiarlo è sicuramente innovativo per la Disney, ma lo è ancora di più, imho, il motivo per cui lo odia e in che modo. A vederla da fuori sembra un personaggio completamente accecato dall'ira, invece è più lucido di quanto non sembri, solo che reagisce agli stimoli esterni per il modo in cui è "cresciuta". Altrettanto vale per Juniper, ma con una crescita di tipo più diverso, perché entrambe hanno filtrato lo sviluppo tramite la propria personalità (e perché vederle cresciute alla stessa maniera sarebbe stato piatto e assai noioso). Solo che a differenza di Korinna Juniper, ribadisco, è stata alquanto pastrocchiata :P

Quotando il discorso che facevi verso la fine del post, probabilmente Pikappa avrebbe davvero potuto fornirle un punto di vista più stabile, Se... ::)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 14 Gen 2011, 20:55:39
Ottimo, lyla, adesso che ho capito del tutto sono d'accordo. Quanto alle innovazioni, credo che sia anche la prima volta che compare il "padre", dal momento che sono tutti zii, zie, nipoti e cugini, proprio per evitare IL tema scabroso. Per fare un esempio, ha sollevato enorme polverone la pubblicazione de La Prigioniera del Fosso dell'Agonia Bianca, qualche anno fa, storia di Don Rosa che lasciava molto spazio all'immaginazione nel rapporto tra Paperone e Doretta...
Sulle innovazioni varie di PK e PK2, prima o poi farò un articolo completo, promesso. Il tema è troppo interessante per lasciarselo sfuggire...

    Tornando al discorso di Korinna, una delle cose più interessanti della ragazza è proprio ciò di cui parlavi: la sua lucidità sotto lo strato di rabbia, il che conduce ad una questione che secondo me è cruciale: quanta parte dei poteri mentali dei coroniani spiega l'intelligenza? Secondo me, poco o nulla: Juniper non mostra un'intelligenza strabiliante (vedere la gag dell'intercom sul numero 12), e Serifa sembra più astuta che intelligente. Il vero genio di famiglia è Everett (non per niente era capo della sezione aereonautica - non è chiaro se del pianeta o solo della sua città, ma comunque è un ruolo equivalente a quello di un certo capo-branca evroniano, quindi non certo poco), ma Everett svetta tra i coroniani stessi, e per quanto i suoi poteri mentali siano sviluppati, non vediamo molte donne nelle sezioni scientifiche di Corona. Korinna ha ereditato il genio del padre? Basandosi sul risuonatore di panico del numero 2 e sulla sua confidenza con la tecnologia, sembrerebbe di sì.
Peccato non abbia mai avuto l'occasione di metterla in pratica...
E voi cosa ne pensate dell'intelligenza media dei coroniani?
Visto il tipo di governo che si ritrovano, non c'è da aspettarsi granché...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 17 Gen 2011, 09:35:38
Ampliano un concetto massimodevitesco: più diventiamo intelligenti, più tendiamo a diventare cattivi!

I Coroniani forse non lo sono, ma certo, l'avere sopraffatto e annullato, in nome dell'intelligenza, le loro emozioni, li ha privati della loro umanità!

Per me è questo ciò che Everett aveva capito, ed è in fondo la grande lezione (l'ennesima) che le saghe di PKNA e PK2 hanno saputo darci: grande fumetto anche per questo motivo, nulla da dire!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 17 Gen 2011, 10:54:04
Molto giusto, anche se secondo me la società coroniana è a metà tra quella evroniana e quella xerbiana: per gli evroniani, la gerarchia è tutto, e gli elementi estranei al grande disegno, anche i migliori, i più geniali, devono essere allontanati o più spesso distrutti (penso soprattutto a Zoster e ad un certo capo-branca... in effetti, la similitudini tra Gorthan ed Everett sono più d'una); per gli xerbiani, la società si basa sull'intelligenza e sul talento, ma non rifiutano le emozioni. Certo sembrano un popolo piuttosto egoista e chiuso (specie nella trilogia di Xadhoom e specie il Caro Xari... ma d'altra parte anche Xado era così nelle sue prime apparizioni, è stata la vicinanza con Pikappa a cambiarla), ma sono lontani anni luce dai coroniani.
    Su corona, vige un ordine ben definito e restrittivo, cui tutti i cittadini si conformano; e mentre sono occupati a fare i filosofi, il loro pianeta viene retto da un centinaio di donne chiuse in una stanza... la cosa più spaventosa dei coroniani è proprio l'apatia, il disinteresse che provano verso la politica (durante lo scandalo di Artana V, non ho visto manifestazioni per le strade o picchetti di fronte ai palazzi...): se rispettano le regole imposte dall'alto, non hanno nulla da temere. Il tanto decantato equilibrio raggiunto tra ambiente e tecnologia sembra essere il risultato di poche menti illuminate che hanno messo a tacere tutte le altre ed imposto il proprio sistema, chiudendosi poi in una gabbia dorata (Corona è un pianeta isolato rispetto al resto della galassia).
    Un simile sistema è forte fino a quando rimane in equilibrio, ma è sufficiente che questo equilibrio si spezzi nelle stanze del potere (la Camera delle Delibere, dove Serifa lavorava... e forse lavora tutt'ora) perché un elemento riesca a sopravanzare tutti gli altri (adesso basta che sto svelando troppi dettagli ;D).
Insomma, i Coroniani mi sembrano in bilico tra la società Xerbiana (fatta di effettiva armonia con lo sviluppo della natura, ma anche di egoismo e di chiusura) e quella Evroniana (fatta di gerarchia, regole insormontabili, controllo emotivo e mentale)... ed Everett, appunto, lo aveva capito...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 17 Gen 2011, 14:50:14
Sulle innovazioni varie di PK e PK2, prima o poi farò un articolo completo, promesso. Il tema è troppo interessante per lasciarselo sfuggire...

Cortesemente, linkati questa, prima di scrivere delle innovazioni di PKNA e PK2, se riguardano anche l'evoluzione di Paperinik ;): http://www.papersera.net/cgi-bin/yabb/YaBB.cgi?num=1288357236.

Apatia e disinteresse nella politica... Perché la cosa mi rimanda mentalmente al classico Capitan Harlock e al governo terrestre? È vero che qui i politicanti neppure sapevano fare quello ma, ora che mi ci fai pensare, potrebbe essere un'altra fonte d'ispirazione!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 17 Gen 2011, 21:14:18
No, sull'evoluzione di Paperinik non volevo parlare (anche perché sono un maniaco della perfezione e dovrei andare a rileggermi tutte le storie di Martina e compagnia... oltre a tutti i PKNA: sto già imparando a memoria i PK2!, rischio di ritrovarmi la testa in una bolla verde ;D) la questione andrà in tutt'altra direzione, un argomento che non avete ancora trattato, ma tra i più interessanti!
   Ad ogni modo l'articolo l'avevo letto, e mi è stato molto, molto utile per la creazione di un profilo psicologico del Paperinik di PK2.0, quindi grazie a te e a tutti gli autori.

   Quanto a Capitan Harlock, non l'ho mai visto (ahimè, assai bene me n'han parlato)... ma di sicuro l'ispirazione a me Corona l'ha data! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 20 Gen 2011, 12:36:33
Tutto è successo una mattina fredda ed umida di gennaio, dieci anni fa.
Mi ero fatto venire a prendere da scuola, stavo poco bene e covavo la febbre. Per aiutarmi a sopportare, chiesi la panacea mensile, appena uscita: Pikappa.
   Ottenni il primo numero di PK2 in un'edicola a lato della strada, incassata tra i negozi e le case. Mi diressi subito a leggere la storia... a pagina 17, il primo grande shock: mancava qualcUno, qualcUno di speciale, qualcUno davvero Unico, e che non sarebbe mai più ricomparso sulle pagine di Pikappa.
    Poi, il nuovo lavoro di Pikappa, l'ostilità con Everett, la scoperta della rampolla di casa Ducklair. In sessantadue pagine, il PKteam era stato capace di piegare, spezzare e distruggere tutte le certezze costruite con fatica e passione nel corso di anni. Lo spaesamento era totale, così come la voglia di vendetta per la scomparsa di Uno.
    PK2 ha rappresentato un trauma nel mio rapporto con Pikappa: troppo violento il passaggio da una serie all'altra, troppo mediocri le storie fuori continuity, troppo sconvolgenti il cambio di ambientazione e di atmosfera; senza dubbio, anche io ero all'epoca incapace di apprezzare ciò che di nuovo PK2 offriva, ovvero un Pikappa dimezzato e indebolito, che non sa più riconoscere gli amici dai nemici, che ha perso quasi tutti gli alleati ed il migliore amico... solo e senza scampo.
    Così, con mossa astuta, evitai di acquistare i numeri 13 e 14, proprio i due migliori fuori continuity della serie. Ma si sa, del senno di poi sono piene le fosse. Tornai a PK2 con il numero 15, e da allora fu un escalation di tensione, di ricerca di risposte... rimaste purtroppo frustrate dalla fine indecorosa ed affrettata (per quanto, e questo va detto, coerente).
    Diciotto mesi dopo quel fatidico gennaio, di PK2 mi sarebbe rimasto soprattutto l'amaro in bocca, per molti lunghi anni... poi, la svolta, con la scoperta del forum del papersera e l'interesse rinnovato attorno alla seconda serie, la maledetta, di PK. Un interesse che mi ha portato a rileggerla con occhio maturo, a criticarne le debolezze ma anche ad apprezzarne i punti di forza, e soprattutto a rendermi conto di quanto quella serie fosse stata così straordinaria, senza dubbio la più rivoluzionaria, la più matura per temi e la più lontana dai comuni canoni Disneyani.
    Cosa che mi ha sempre lasciato una sensazione strana: cosa sarebbe successo se...
Oggi, a dieci anni di distanza, almeno due appassionati vogliono dare corpo ed anima a quel "se", ciascuno secondo le proprie idee, emozioni, capacità di estrapolazione, sentimento. Per ora siamo soltanto io, Shaggley, e Sommo Zotnam ad aver dato voce al nostro desiderio di continuare una serie che ci ha mostrato il meglio della creatività Disney, ed italiana, all'inizio del terzo millennio. Ma sono sicuro che altri seguiranno.
    Questa volontà di continuare PK2 è secondo me il segno più importante di quanto fosse stata grande la breve seconda serie, se dopo anni qualcuno ha intenzione di spendere sudore, lavoro e lacrime per creare una continuazione coerente, anche grazie all'aiuto di questo forum (che per quanto mi riguarda, è stato utilissimo. Grazie a tutti, di vero cuore).
    A noi due, Shaggley e Sommo Zotnam, fate gli auguri: ne abbiamo bisogno.

E a PK2, i più fantasmatici, ectoplasmici, esopolomatici, decliviati, variazionati, sinceri auguri per questi

10 ANNI!

I primi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Garalla - Giovedì 20 Gen 2011, 14:43:16
Augurissimi a tutti quanti si stanno intraprendendo a questo cammino di completare PK2... Voglio sapere tutto su questo progetto!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 20 Gen 2011, 15:07:41
Già lo sapete, ragazzi! Augurissimi, e a disposizione per pareri, revisioni, sartoria di continuity.

E tra due mesi... quindicennale di PKNA!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 20 Gen 2011, 16:39:28
Citazione
Augurissimi a tutti quanti si stanno intraprendendo a questo cammino di completare PK2... Voglio sapere tutto su questo progetto!

   Grazie Topo Nuovo, questo è quanto: io ed un altro utente (Sommo Zotnam) stiamo pensando di scrivere una continuazione di PK2, al di là di ciò che è avvenuto in edicola. Sommo Zotnam dice che ne farà una versione a fumetti, assieme ad una sua amica, e che la storia partirà dal numero 18.

   Per quanto mi riguarda, io intendo fare un'operazione più radicale: si cancellano gli ultimi due numeri dalla mia continuity (mi concedo di farlo perché per scelte editoriali le personalità di K&J sono state modificate, e non sono dunque canoniche nemmeno le "canoniche"... spero di spiegarmi :)), e si riparte dagli eventi del numero 16, basandomi sui profili psicologici dei personaggi e sugli eventi fino ad allora avvenuti.
   Io ho intenzione di pubblicare una fan fiction, dal momento che è la scrittura, e non il disegno, il mio campo di forza; la pubblicazione avverrà su questa discussione e, penso, anche nella sezione dedicata alle FF sul Papersera.
   Al quando non so rispondere. Ci vorranno ancora un po' di giorni, suppongo. Ad ogni modo, se vuoi saperne di più, ti consiglio di rileggere la discussione (se non ricordo male il discorso era partito poco dopo la mia analisi su Korinna).
   Nel caso avessi dei suggerimenti (o dei reclami :P) al riguardo, ti ascolto volentieri, sei il benvenuto. :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Giovedì 20 Gen 2011, 16:48:35
Già lo sapete, ragazzi! Augurissimi, e a disposizione per pareri, revisioni, sartoria di continuity.

E tra due mesi... quindicennale di PKNA!
Stiamo. Diventando. Vecchi. :P

Caspita, è vero, oggi è il 20 gennaio 2011. Dieci anni fa era il 20 gennaio 2001. E io ero capitato in edicola per puro caso, cercando PaperFestival (lol ;D ), e avendo in precedenza letto di PK solo lo Speciale 00 di sei mesi prima, del cui stile mi ero innamorato ma che non avevo più comprato per paura di non capirci niente.
Ecco che invece ora spunta un nuovo PK, formato uguale, protagonista anche, ma reca un numero 1 in copertina.
Lo faccio mio.
A casa lo leggo e, pur sfuggendomi alcune cose legate alla continuity, mi innamorai di quel Paperinik, di Everett, del Paperino che trova un lavoro fisso, di quel crogiuolo di sentimenti toccanti che Artibani era riuscito a inserire in una delle storie a fumetti più belle che abbia mai letto in assoluto, scrivendo la chiosa perfetta sul rapporto tra Paperino/Pikappa e Uno e riuscendo a togliere ogni certezza al papero mascherato. E ovviamente rimasi affascinatissimo dai disegni spettacolosi di uno Sciarrone veramente ai suoi massimi livelli artistici.
E poi la posta, le rubriche di approfondimento e quelle sceme...

Non è un segreto, penso, che la mia passione per PK la devo in buona parte a quel 20 gennaio 2001, che ha confermato in modo diverso e devastante le già belle impressioni che avevo colto nell'estate del 2000.
Ringrazio Shaggley che mi ha ricordato questo anniversario :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 20 Gen 2011, 16:52:18
Stiamo. Diventando. Vecchi: :P

Noi disneyani siamo sempre giovani dentro! ;) ;) ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 20 Gen 2011, 22:02:40
E per finire in bellezza questo trittico sulla famiglia Ducklair, ecco la recensione su Serifa.

Non è semplice scrivere una recensione su un personaggio: entrano in gioco molti fattori, dalla simpatia personale che si prova, al numero di apparizioni, all'importanza specifica che dato personaggio assume nella narrazione. Ma è forse ancora più difficile se un personaggio di importanza notevole per l'economia di una storia (figurarsi di un intera saga!) compare per poche pagine, parla per poco tempo e viene mostrato con il contagocce.
   Questo è precisamente il caso di Serifa, la moglie di Everett Ducklair, di cui abbiamo una primissima apparizione in embrione nel numero 11, nella vignetta che mostra la partenza da Corona di Everett e delle due figlie: una minuscola figura si staglia sul vetro, immobile mentre osserva l'astronave che lascia il pianeta. Si tratta davvero di Serifa? Se così fosse, molte supposizioni andrebbero riviste, molte idee cambierebbero.
   Ma atteniamoci ai fatti. La prima volta che si sente parlare di Serifa in maniera esplicita (avendo Everett delle figlie, non saranno spuntate come funghi. Nonostante questo sia un fumetto Disney... ed è infatti una delle pochissime volte - forse l'unica, altri più esperti di me sapranno confermare o negare questa supposizione - che in una storia a fumetti si parla direttamente di un rapporto familiare) è nel numero 4, nella scena in cui Juniper si cambia i vestiti, nascosta dal (maledetto) testone di Everett, una delle più intense di tutto Pk². Sappiamo che Juniper e Korinna hanno una madre, da qualche parte (ancora non si sa che Everett è alieno), e si sa che era pericolosa, supposizione ribadita nel numero successivo.
   Serifa si fa quindi una nomea non proprio brillante, anche se le figlie non sembrano ricordarla con rancore, che anzi è tutto per Everett; nomea che è ribadita nel numero 15, dall'esemplificativo titolo Il Vero Nemico: dopo un'introduzione di poche pagine sulla famiglia Ducklair, abbiamo un breve cameo di Korinna in una delle scene più forti di questo intensissimo numero (il suo controllo mentale sui bambini di cui è istitutrice), e poi saltiamo a pagina 32, in cui un Everett triste e turbato (Turconi è un vero maestro con le espressioni di Everett: basta guardare la prima e la terza vignetta di pagina 32, la quarta di pagina 33, la seconda e la terza di pagina 34, è bravissimo a mostrare la difficoltà del geniale coroniano nello spiegarsi) che inizia un lungo flashback per spiegare a Juniper i motivi del loro arrivo sulla erra.
    Nel lungo flashback vengono mostrate alcune immagini di Corona, il pianeta natio, presentato come un luogo idilliaco e pacifico (in realtà le cose stanno in maniera molto diversa), e a pagina 37 abbiamo la prima apparizione di Serifa: una papera bassina, dall'aspetto e dalla corporatura molto simili a quelli di Everett (più di un lettore si è infatti chiesto come le figlie potessero essere alte e slanciate... ma al di là della genetica, ne siamo tutti contenti), dal viso assai somigliante a quello di Juniper, a parte i capelli lisci e virati di blu (?).  Serifa viene mostrata in preda al controllo emozionale, ed infatti per un'intera pagina non cambia espressione, salvo poi arrendersi di fronte alle boccacce di Everett, che fuori flashback afferma: "[...] Vostra madre era bellissima, e io me ne innamorai subito. Ma soprattutto sentivo che sotto quella scorza fredda c'era un cuore vivo, pieno di sentimenti".
    Passa il tempo, Everett e Serifa si fidanzano (mai ci vengono mostrate scene di affetto esplicito tra i due: soltanto abbracci teneri, mai baci, nemmeno su una guancia; le malelingue - come il sottoscritto - potrebbero già trarne certe conclusioni sull'emotività di Serifa...) ma arriva la crisi: la regina del pianeta si crea una famiglia di nascosto, viene deposta e tutte le parlamentari coroniane sotto di lei sperano di venire elette al suo posto. Serifa non assurge alla massima carica; la sua reazione è di rabbia e tristezza, e perdura per delle ore intere, fino a quando Everett a pagina 41 le fa la proposta di matrimonio. Si tratta di un momento topico: a pagina 42, prima vignetta, Serifa pronuncia una frase che ben riassume tutto il suo rapporto con Everett: "Oh, Everett! Grazie davvero! Scusami se ho pensato solo a me!".
    Nascono korinna e Juniper, e con loro i problemi. Serifa cambia emotività, diviene dispotica ed aggressiva, si raccoglie i capelli, comincia ad indossare un (orrendo) visore arancione davanti agli occhi, si lamenta con Everett che cerca di insegnare alle figlie a sviluppare sentimenti profondi che è "[...] proprio quello che non devono fare!": il motivo è chiaro, portare una delle due figlie sul trono di Corona. In tutta questa seconda fase di crisi, Everett si comporta in maniera piuttosto debole, cercando di istruire le figlie come desidera lui (le scene in cui le bambine si divertono insieme al padre sono struggenti per l'idea che danno di mancato, di ciò che sarebbe potuto essere), ma senza mai affrontare Serifa. Quali sono i motivi di questa debolezza? Se ne possono suggerire un paio: l'importanza di Serifa nella gerachia sociale e politica di Corona (in quanto parlamentare, un paragone molto, molto calzante è tra quello di uno dei 111 membri del Consiglio Imperiale evroniano ed un capo-branca, per quanto bravo e promettente - prima o poi dovrò affrontare le somiglianze tra Gorthan ed Everett, davvero affascinanti), che è assai elevata, con conseguenze ben immaginabili, e la mancanza dello sviluppo di una certa parte della personalità di Everett, che in questo momento è solo embrionale, o perfino non esiste affatto.
   La decisione di Serifa è tremenda: Korinna e Juniper verranno fatte crescere per dieci anni in capsule apposite, che le terranno isolate e le istruiranno solo con le conoscenze tecniche atte a governare Corona, garantendo così la scomparsa totale della loro sfera emotiva. In questo momento avviene un passaggio interessante: le bambine sono presenti durante la spiegazione di Serifa, e non sembrano contente di ciò che succederà (si nascondono dietro Everett). Come mai proveranno così tanto rancore nei suoi confronti, per la motivazione da loro stesse addotta, averle fatte crescere in una macchina, se poi avrebbero subito lo stesso fato anche se fossero rimaste su Corona, è un mistero. Anche in questo caso, possono essere avanzate solo ipotesi: la permanenza nelle capsule criogeniche ha fatto a pezzi l'emotività delle ragazze e anche la loro memoria. Se così fosse, andrebbero riconsiderate le emotività di entrambe le ragazze, specialmente di Korinna.
    Qualunque sia la soluzione a questa domanda, il resto è storia: le ragazze partono con Everett e Serifa rimane con un palmo di becco. Le ultime vignette ce la mostrano spietata, e priva di quella maschera che ha utilizzato per anni con Everett: "Una di loro otterrà quello che io non sono mai riuscita ad avere!". Si tratta dell'ultima battuta di Serifa in tutta la serie. D'ora in poi non ne sentiremo più parlare. Il numero si chiude sulle espressioni tristi di Juniper e di Korinna, e su quella pensosa e corrucciata di Pikappa, che lasciano presagire sviluppi emotivi interessanti per le due ragazze. Sviluppi che avverranno, ma in direzione completamente opposta a quella immaginata: Korinna e Juniper verranno infatti considerate come nemiche, prenderanno il posto della madre come avversario finale ed avranno un brusco calo emotivo, trasformandosi in vendicatrici e violente, cosa che, come detto poco sopra, è in totale contrasto con le loro storie personali e del tutto ingiustificata. Di Serifa non si saprà invece più niente.
    Il resto sono solo supposizioni. Forse anche la voce fuori campo nel numero 9, che si riferisce alla sonda, è di Serifa? In questo caso potrebbe stare seguendo personalmente la caccia ad Everett. Il quale è sempre stato molto vago sulla "minaccia" che avrebbe coinvolto personalmente lui e le sue figlie. Serifa era parte di questa minaccia? Quasi certamente sì. Ma allora, come? Sappiamo solo che del numero 15 emerge un ritratto duro, a volte a tinte fosche, della moglie di Everett, che lo ha ingannato e sfruttato per anni, ed il cui unico fine era soddisfare la propria sete di potere e grandezza. Non si saprà mai se questa sete sia stata soddisfatta, rimangono solo domande, proprio come nella mente di Pikappa; ad alcune di queste domande proverò a rispondere nei prossimi tempi, con il progetto PK2.0.
    Serifa rimarrà sempre un mistero. Dovunque lei sia, spero soltanto non dietro uno scranno a tramare le sorti di Corona. Ma si sa, questo è il mondo di Pk². Le cose non vanno come si pensa...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 21 Gen 2011, 10:30:31
Stupenda analisi, come sempre.

Però, la tipa dietro il vetro non poteva essere Serifa: l'immagine non è della base di partenza dell'astronave, invece che di casa loro?

Quanto a Serifa che sembrava piena di sentimenti (sul bellissima soprassediamo) a Everett, beh, può darsi che la cosa si sia aggravata col proseguire del corso, e che all'inizio Serifa non fosse quella carogna che abbiamo conosciuta!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 21 Gen 2011, 11:12:47
Grazie ^__^
    Per quanto riguarda la vignetta in questione, mi riferisco a: Il Peso dei Ricordi, pagina 57, seconda vignetta. Si vede chiaramente l'astronave che fuoriesce dal centro spaziale, con una figura che la osserva. Non è chiaro se si tratti di Serifa, ma di sicuro l'immagine è presa dal centro spaziale... d'altra parte, se non era Serifa, perché mostrarla nella vignetta? La presenza di quella figura ha un grande peso nella narrazione di Korinna, non mi sembra un particolare insignificante, anche perché può fungere da ponte per molte considerazioni interessanti.
    Su Serifa vera e propria, ho i miei forti dubbi. Credo che il cambiamento sia avvenuto con il trauma di non poter essere eletta a regina (una parlamentare già fidanzata eh...), la sua speranza tradita, unita alla sua incapacità di accettare le cosa e di guadare le sue effettive scelte (avrebbe potuto evitare Everett e concentrarsi sull'autocontrollo emozionale), ne fanno un personaggio più tragico che altro.
     Ma la questione più importante che volevo sollevare si riferisce alle due bambine: se la tesi della perdita di memoria (perdita che con il tempo si va riducendo, come è mostrato chiaramente almeno in Korinna... Juniper come al solito è inutile - o fa l'inutile ;)) è realistica, allora non si spiega come mai Korinna ce l'abbia a morte con il padre! E se non si spiega questo, anche il suo desiderio di tornare su Corona come regina (ben esplicitato nel numero 12, nella sua letterina a Pama-Ran... numero 12, quindi devo tenerne conto sempre e comunque) non è ben comprensibile.
     Le bambine hanno visto cosa le avrebbe aspettate... il fattore Everett è stato comunque migliore dell'opzione contraria (avrebbero potuto anche non essere mai elette!)... no, secondo me c'è qualcos'altro, qualcosa che avrebbero dovuto mostrarci attorno al numero 16-17 (come spiegato nel numero 14), nel momento in cui le due sorelle si fossero riunite. Forse il desiderio di rivedere la madre (despota)? Forse l'ambizione (ma perché ripartire da zero quando si ha un pianeta a disposizione... come in effetti è successo nei numeri 17 e 18)?
     Insomma, ogni soluzione canonica contrasta con le altre... io, alla fine, una mia teoria me la sono fatta.
Ma vorrei sentire anche le vostre. :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 21 Gen 2011, 11:32:45
Grazie ^__^
    Per quanto riguarda la vignetta in questione, mi riferisco a: Il Peso dei Ricordi, pagina 57, seconda vignetta. Si vede chiaramente l'astronave che fuoriesce dal centro spaziale, con una figura che la osserva. Non è chiaro se si tratti di Serifa, ma di sicuro l'immagine è presa dal centro spaziale... d'altra parte, se non era Serifa, perché mostrarla nella vignetta? La presenza di quella figura ha un grande peso nella narrazione di Korinna, non mi sembra un particolare insignificante, anche perché può fungere da ponte per molte considerazioni interessanti.
    Su Serifa vera e propria, ho i miei forti dubbi. Credo che il cambiamento sia avvenuto con il trauma di non poter essere eletta a regina (una parlamentare già fidanzata eh...), la sua speranza tradita, unita alla sua incapacità di accettare le cosa e di guadare le sue effettive scelte (avrebbe potuto evitare Everett e concentrarsi sull'autocontrollo emozionale), ne fanno un personaggio più tragico che altro.
     Ma la questione più importante che volevo sollevare si riferisce alle due bambine: se la tesi della perdita di memoria (perdita che con il tempo si va riducendo, come è mostrato chiaramente almeno in Korinna... Juniper come al solito è inutile - o fa l'inutile ;)) è realistica, allora non si spiega come mai Korinna ce l'abbia a morte con il padre! E se non si spiega questo, anche il suo desiderio di tornare su Corona come regina (ben esplicitato nel numero 12, nella sua letterina a Pama-Ran... numero 12, quindi devo tenerne conto sempre e comunque) non è ben comprensibile.
     Le bambine hanno visto cosa le avrebbe aspettate... il fattore Everett è stato comunque migliore dell'opzione contraria (avrebbero potuto anche non essere mai elette!)... no, secondo me c'è qualcos'altro, qualcosa che avrebbero dovuto mostrarci attorno al numero 16-17 (come spiegato nel numero 14), nel momento in cui le due sorelle si fossero riunite. Forse il desiderio di rivedere la madre (despota)? Forse l'ambizione (ma perché ripartire da zero quando si ha un pianeta a disposizione... come in effetti è successo nei numeri 17 e 18)?
     Insomma, ogni soluzione canonica contrasta con le altre... io, alla fine, una mia teoria me la sono fatta.
Ma vorrei sentire anche le vostre. :)

Io la vedo semplicissima, invece.

L'uscita dalle celle è comunque un trauma emozionale, che lascia perdita di memoria e stordimento temporanei, nei momenti immediatamente successivi, protraendosi solo per qualche giorno.

Juniper quindi, passati i primi momenti, ci fa ma non ci è, per dare l'impressione al padre che Korinna sia redimibile: in realtà ricorda tutto o quasi, e fa da complice della sorella nella trappola finale, visto che prova esattamente lo stesso sentimento di Korinna verso Everett!

Vogliono governare un pianeta, perché la crescita nelle capsule non ha consentito un loro sviluppo morale pieno: si sentono superiori e basta! Non sarà Corona? Sarà la Terra.

E qui sta l'inquietante: crescere in una capsula criogenica, senza sviluppo di una morale, ti rende uguale alle governanti di Corona che seguono corsi di soppressione emozionale (senza emozioni, cioè, diventiamo insensibili affamati di potere, non buoni governanti come si ritiene), uguale alla loro madre! La riflessione è fortissima, se ci fai caso! Pensaci!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 21 Gen 2011, 12:13:04
Citazione
L'uscita dalle celle è comunque un trauma emozionale, che lascia perdita di memoria e stordimento temporanei, nei momenti immediatamente successivi, protraendosi solo per qualche giorno.

Juniper quindi, passati i primi momenti, ci fa ma non ci è, per dare l'impressione al padre che Korinna sia redimibile: in realtà ricorda tutto o quasi, e fa da complice della sorella nella trappola finale, visto che prova esattamente lo stesso sentimento di Korinna verso Everett!

Vogliono governare un pianeta, perché la crescita nelle capsule non ha consentito un loro sviluppo morale pieno: si sentono superiori e basta! Non sarà Corona? Sarà la Terra.

E qui sta l'inquietante: crescere in una capsula criogenica, senza sviluppo di una morale, ti rende uguale alle governanti di Corona che seguono corsi di soppressione emozionale (senza emozioni, cioè, diventiamo insensibili affamati di potere, non buoni governanti come si ritiene), uguale alla loro madre! La riflessione è fortissima, se ci fai caso! Pensaci!

     Non credo che sia così semplice. Su Juniper sono d'accordo che si faccia piuttosto che esserci, ma riguardo alla trappola finale, quale? Nel numero 12 cerca di distruggere le aziende del padre e di farlo temere alla popolazione: se avesse dovuto assumerne il comando come dichiara nel numero 18, perché farlo? Juniper piange continuamente, mostra un'emotività rotta anche quando e da sola - e quindi si presume sincera - e non sembra occupata ad ordire grandi piani.          
     Inoltre, come avrebbe fatto ad ordire una trappola con la sorella a decine o centinaia di chilometri di distanza? Telepatia? Ma allora perché Everett avrebbe avuto bisogno di disseminare la città di antenne a rifrazione mistica? Quanto all'emotività nel numero 15, se finge di non ricordare la storia del padre, allora non si capisce come mai le ultime vignette la ritraggano triste e piangente e non allegra e trionfante per averlo ingannato ancora una volta; se invece davvero non se ne ricordava, questo crea una discrepanza con il recupero di memoria di Korinna.
      La bruna sorella, infatti, ricorda benissimo i motivi del viaggio ed è ansiosa di tornare su Corona. Ma se è così, vuol dire che odia il padre per averla sottratta ad un destino di comando. Ora, si può dire che la permanenza nelle capsule abbia fratturato la loro emotività, ma la rabbia di Korinna e la tristezza (vera o presunta) di Juniper sono emozioni. Anche molto potenti. Inoltre, se sullo sviluppo di Juniper si può dire molto per la sua frammentarietà, quello di Korinna è molto più coerente: se fosse solo affamata di potere, come mai nel numero 15 è triste e sconsolata per la perdita del posto da bambinaia?
      Io credo che la permanenza nelle celle abbia certamente fratturato le loro personalità, lasciandole monche, ma non mi pare una giustificazione sufficiente per dire che siano mosse solo da avidità e brama di potere... che tra l'altro sono esse stesse emozioni! Altrimenti che ci starebbe a fare l'autocontrollo emozionale? ;) Esso serve per bloccare sul nascere proprio le preferenze personali (come afferma Everett nel numero 15), e funziona, perché Corona per quanto sia un mondo totalitario, non è scosso da guerre o catastrofi date dal controllo di una sola persona sopra le altre... semmai, sembra che gli scandali avvengano (come quello di Artana) nel caso di emozioni positive. Anch Serifa se l'è presa con Everett per questo (numero 15). La mia impressione è che in tutto il numero 15 la tesi sia quella di trasformare le regine in macchine biologiche capaci di pensare soltanto tramite alternative logiche (un po' quello che succede nella saga dei Robot di Asimov), ma in lungo termine positive, e questo lo dimostra lo stato di benessere generale di Corona. Quanto al benessere morale, è altro discorso.
      Il punto è che secondo me Korinna si sente (ammesso e non concesso che possa ricordarsene) defraudata di un posto che le spettava di diritto... ma allora perché tale sensazione? Qui entro nella mia teoria (che a sua volta entrerà in PK2.0, quindi mi fermo qui ;)).
      Ma in generale, secondo me l'avidità e la brama di potere sono emozioni a tutti gli effetti, e la permanenza in una cella criogenica non può instillarle, ma al contrario avrebbe dovuto eliminarle... quindi non sono d'accordo.
Comunque, il mio progetto sta sulla lama sottile tra l'evidenza dei molti dati che ho raccolto e la mia volontà di portare la storia in una certa direzione (anche se più che altro mi baso sulla personalità dei personaggi e sulla domanda: in base a questo come reagirebbe in questo ambiente?), e le discussioni su questo forum mi aiutano a vedere la cosa in maniera diversa.
Quindi, grazie :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 21 Gen 2011, 13:01:10
Non credo che sia così semplice. Su Juniper sono d'accordo che si faccia piuttosto che esserci, ma riguardo alla trappola finale, quale? Nel numero 12 cerca di distruggere le aziende del padre e di farlo temere alla popolazione: se avesse dovuto assumerne il comando come dichiara nel numero 18, perché farlo? Juniper piange continuamente, mostra un'emotività rotta anche quando e da sola - e quindi si presume sincera - e non sembra occupata ad ordire grandi piani.

Hai detto bene, si presume sicnera sino a prova contraria (ehm... ogni tanto il lavoro torna fuori, anche perché scrivo tra una comparsa e l'altra ::)). Ogni pianto che vedi fare a Juniper nella casa, ogni pianto per ricordi e cose varie ecc ecc è spudoratamente finto, per aiutarsi a mascherare al padre vicino le vere emozioni! Se vuoi un'altra chiave almeno per il n. 15, Juniper piange per la perdita del potere su Corona, avida come ne è, e fintamente innocente.

Quanto alla trappola finale, cosa si sono dette nel richiamo telepatico del 3 J e K? Nessuno ha letto i loro pensieri e nessuno ce li ha detti: potrebbe starci un dialogo tipo il seguente:.

K: "Facciamo la buona e la cattiva! Io fo la perfida, tu fai la brava vicino a papà, così penserà di poterci recuperare!"
J: "Okay, ci penso io. Ma sei sicura di volerti allontanare così?"
K: "Certo, tornerò, intanto tu fai qualche finta e impara a usare bene l'impero Ducklair, soldi, potere ecc, che ci servirà quando torno!"
J: "D'accordo! Si va in scena!"
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 21 Gen 2011, 14:30:45
Strabiliante quanto un'analisi possa fare sbilanciare il giudizio di un personaggio... fino a poco tempo fa tutti ritenevano Juniper una minorata ed eccola adesso pronta alla conquista non di uno, ma di ben due mondi!
    Scherzi a parte, non abbiamo effettive prove sulla malignità o meno di Juniper, quindi nel discorso su Pk² non la metto... ben diverso è il discorso di PK2.0, ma non stiamo (ancora ;)) discutendo di questo. Il richiamo telepatico del numero 3 è una specie di collegamento psichico, da nessuna parte ci viene detto che vi si possa trasmettere immagini o pensieri (altrimenti suppongo Everett l'avrebbe letto), inoltre Juniper era davvero molto provata, e quasi incapace di intendere e di volere... direi che in generale le possibilità che le due sorelle abbiano architettato tutto insieme sono davvero poche.
     Certo, questa è la mia opinione: e qui entriamo nel campo più vasto cui accennavo poco fa, quello della volontà a scegliere una tesi rispetto che un'altra (in questo caso parliamo soltanto di interpretazione)... no, io sono convinto comunque, in base a ciò che vedo in Pk², che gli indizi portano a due conclusioni diverse, contrastanti tra loro, e c'è bisogno di un piccolo...intervento per farli combaciare.
    Ovviamente questo intervento è top secret. ;)
    C'è un'altra cosa che m'intriga di questa questione: secondo voi cosa intendeva Korinna quando nel numero 11 dice a Pikappa che presto avrebbe dovuto ricambiarle il favore?
    Io ho una mia teoria... ;) ;) ;)
    
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 21 Gen 2011, 14:45:47
Korinna per me voleva chiedere l'aiuto di PK contro Everett, dipinto come un alieno della peggior specie.

Se, poi, fosse solo per ricongiungersi alla sorella o in un attacco frontale, probabilmente sarebbe dipeso solo dal dipanarsi degli eventi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 21 Gen 2011, 15:16:20
Quella battuta sull'alieno della peggiore specie, non l'ho mai capita. Korinna è figlioccia di tale paparino, giusto?
Mah.
Certo che ci si potrebbero costruire trame intere su quella frase.
Però non ne ho voglia. ;D
   Comunque hai ragione, restava da vedere proprio il dipanarsi degli eventi... chissà cosa avrebbe riservato il futuro a Pikappa, conteso tra Korinna e Juniper? :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 21 Gen 2011, 15:56:42
  Comunque hai ragione, restava da vedere proprio il dipanarsi degli eventi... chissà cosa avrebbe riservato il futuro a Pikappa, conteso tra Korinna e Juniper? :D

"Scusate, ragazze, ma sono fidanzato e ho già una spasimante aliena!" ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 24 Gen 2011, 14:41:35
Ho riletto PK2 18, e Everett dice una frase molto interessante: afferma di non potere più leggere nelle menti delle figlie, perché ormai si sono sviluppate; la ragnatela mistica serviva non a individuare loro direttamente, ma a trovare persone che fossero entrate in contatto con le ragazze.

Ed ecco come Korinna e Juniper hanno potuto restare in contatto telepatico all'insaputa di Everett e tendergli una trappolona!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 2 Feb 2011, 14:11:58
Domandona. Ma qualcuno di voi ha capito chi sia l'addentatore di focacce del quale si parla nel riportage del n. 12, e le cui iniziali sono A.D.?

A bruciapelo mi viene in mente solo Antonello Dalena, ma ce ne vorrà prima di vederlo su PK... :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Mercoledì 9 Feb 2011, 22:30:01
Rieccomi! :D

Ottima l'analisi di Shaggley su Juniper e sul parallelismo con Serifa (la "dissimulatrice"). Se la rivelazione di Juniper come "villain" è un colpo di scena che potrebbe anche essere accettabile e gradito, in effetti, è la mancanza di approfondimento psicologico di Korinna a deludere: la scena dell'addio ai bambini a cui faceva da babysitter lasciava infatti presagire un potenziale ravvedimento futuro, o comunque una sua messa in discussione dello stile di vita coroniano (e anche nella mia storia quella scena del numero 15 sarà recuperata, affrontata e approfondita)

Ottimo anche il parallelismo fra Everett e Gorthan, e la società coroniana vista come una fusione fra quella xerbiana e quella evroniana.

Concordo anche con Pkthebest: a distanza di anni, queste storie fanno ancora discutere, e già questa è una prova del loro valore!

Un dubbio. Ma l'idea di Everett alieno, secondo voi, era originaria o venuta dopo?

Beh, già dal modo in cui Everett rivela telepaticamente a PK la combinazione per annientare Due (in PKNA 2, ovvio) si poteva capire che non era esattamente un papero qualunque.
Certo, poteva essere un'abilità imparata nel monastero, però...

   PK2 ha rappresentato un trauma nel mio rapporto con Pikappa: troppo violento il passaggio da una serie all'altra, troppo mediocri le storie fuori continuity, troppo sconvolgenti il cambio di ambientazione e di atmosfera; senza dubbio, anche io ero all'epoca incapace di apprezzare ciò che di nuovo PK2 offriva, ovvero un Pikappa dimezzato e indebolito, che non sa più riconoscere gli amici dai nemici, che ha perso quasi tutti gli alleati ed il migliore amico... solo e senza scampo.

E non fu un trauma solo per te: la tua analisi spiega più che bene le sensazioni che provarono un sacco di pkers, me compreso. A questo reagirono in due modi: alcuni continuarono a seguire la serie, apprezzandola a poco a poco e sperando nelle evoluzioni future, altri minacciarono di boicottare la serie, organizzarono "scismi" vari, e diedero ad Ambrosio e altri la prima vera scusa per chiudere tutto e buttarsi su Pk-Frittole.

 
Citazione
Oggi, a dieci anni di distanza, almeno due appassionati vogliono dare corpo ed anima a quel "se", ciascuno secondo le proprie idee, emozioni, capacità di estrapolazione, sentimento. Per ora siamo soltanto io, Shaggley, e Sommo Zotnam ad aver dato voce al nostro desiderio di continuare una serie che ci ha mostrato il meglio della creatività Disney, ed italiana, all'inizio del terzo millennio. Ma sono sicuro che altri seguiranno.
    Questa volontà di continuare PK2 è secondo me il segno più importante di quanto fosse stata grande la breve seconda serie, se dopo anni qualcuno ha intenzione di spendere sudore, lavoro e lacrime per creare una continuazione coerente, anche grazie all'aiuto di questo forum (che per quanto mi riguarda, è stato utilissimo. Grazie a tutti, di vero cuore).
    A noi due, Shaggley e Sommo Zotnam, fate gli auguri: ne abbiamo bisogno.

Mi hai commosso, sappilo.
Non avrei potuto sperare in un incoraggiamento migliore!

Citazione
Però, la tipa dietro il vetro non poteva essere Serifa: l'immagine non è della base di partenza dell'astronave, invece che di casa loro?

Vabbè, questa è facile: si è svegliata ed è arrivata allo spazioporto solo quand'era troppo tardi! :P

PS: su K&J, penso che il loro tormento principale sia quello di essere cresciute artificialmente e -soprattutto- di essere state sottratte alla mamma. Ok, nella scena del 15 si nascondevano dietro Everett, ma la mamma è sempre la mamma.
Penso, anzi, che il loro desiderio di impadronirsi del mondo per "diritto regale di nascita" sia sopraggiunto più tardi.
La mancanza della madre e l'odio verso il padre ha fatto sì che loro rivalutassero la proposta della madre.
Tutto ciò che resta loro della madre è solo il ricordo.
Il ricordo di lei e dei suoi progetti.
Conquistare un pianeta è per loro un modo per onorare la madre "scomparsa", in fin dei conti.

E chissà che una volta tornate su Corona, una volta ritrovata la madre, una volta scoperto cosa è diventata la loro madre, una volta messe di fronte alla concreta possibilità di governare un pianeta, una volta tornate a contatto con la società coroniana (coi suoi stili di vita, i suoi rapporti interpersonali, le sue censure emozionali)...beh, chissà che una volta accaduto tutto questo, non cambino idea... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 10 Feb 2011, 10:33:08
Sai, Sommo? L'idea che KeJ possano cambiare idea, una volta visti gli eccessi della società coroniana non è affatto sballata! Anzi, è davvero un'ottima considerazione!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Giovedì 10 Feb 2011, 12:46:10
@ SommoZotnam: Bentornato... mi fa piacere di essere riuscito ad incoraggiarti... la cosa è reciproca, sappilo :); e per quanto riguarda il resto... meglio che me ne stia a becco chiuso... o potrebbero uscirne troppe cose. ;)

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 10 Feb 2011, 15:31:15
Curiosità: ma secondo voi poi Paperinik ha rivelato a Lyo la sua vera identità o no? In qualche pagina di PK" lo lascerebbe intendere (vedi L'ultima caccia). :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Paperinika - Venerdì 11 Feb 2011, 16:21:57
[split] [link=http://www.papersera.net/cgi-bin/yabb/YaBB.cgi?num=1297362994][splithere][/link][splithere_end]
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 14 Feb 2011, 10:32:54
Stavo rileggendo "Nel Fuoco". Avete anche voi l'impressione che le pagine 37 e 38 (o 38-39) siano invertite? Mi sembra che il fuoco inizi una tavola dopo che l'ex pompiere lo ha denunciato... :-?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 14 Feb 2011, 14:55:11
Stranamente, ho avuto la stessa impressione anche io. Un altro dettaglio da aggiungere all'elenco di quel povero numero...

Piuttosto, vorrei sapere se avete qualche indizio su Tyrrel Duckard: nel numero 14 si sapeva che sarebbe dovuto tornare, ma non se ne fece nulla. Un personaggio così interessante e così poco sfruttato (forse anche perché rendere Lyla "impegnata" fu un clamoroso autogol? ::))... cosa ne pensate? Avete voci di corridoio, udite nelle stanze segrete del PKteam? :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 14 Feb 2011, 17:58:14
Stranamente, ho avuto la stessa impressione anche io. Un altro dettaglio da aggiungere all'elenco di quel povero numero...

Piuttosto, vorrei sapere se avete qualche indizio su Tyrrel Duckard: nel numero 14 si sapeva che sarebbe dovuto tornare, ma non se ne fece nulla. Un personaggio così interessante e così poco sfruttato (forse anche perché rendere Lyla "impegnata" fu un clamoroso autogol? ::))... cosa ne pensate? Avete voci di corridoio, udite nelle stanze segrete del PKteam? :)

Nulla di nulla, purtroppo! :(
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Lunedì 14 Feb 2011, 21:07:13
Che peccato. Un personaggio simile avrebbe meritato di più. L'interpretazione frittolata è troppo cupa e negativa per i miei gusti (il Tyrrel di Pk2 era giusto in bilico), ma il suo lavoro come killer mi è sempre sembrato quanto meno giusto.    
    Non riesco ad immaginarmelo dietro un bancone od un microfono, come Lyla; il tempoliziotto decaduto, solo e dimenticato in un luogo e in un tempo che non gli appartengono... cosa potrebbe vendere se non la sua esperienza in combattimento?
    Il problema è che essendo così poco sfruttato, è difficile inquadrarlo... :(
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 15 Feb 2011, 11:21:02
Che peccato. Un personaggio simile avrebbe meritato di più. L'interpretazione frittolata è troppo cupa e negativa per i miei gusti (il Tyrrel di Pk2 era giusto in bilico), ma il suo lavoro come killer mi è sempre sembrato quanto meno giusto.    
    Non riesco ad immaginarmelo dietro un bancone od un microfono, come Lyla; il tempoliziotto decaduto, solo e dimenticato in un luogo e in un tempo che non gli appartengono... cosa potrebbe vendere se non la sua esperienza in combattimento?
    Il problema è che essendo così poco sfruttato, è difficile inquadrarlo... :(

Se ci fai caso, è proprio come lo si è ripreso nelle frittole... Mercenario che sa solo combattere!

Ma come agente della Tempolizia, avrebbe potuto riciclarsi anche come dirigente, fondando qualche azienda funzionale tipo Robolab, viste le superiori conoscenze, e poi realizzarsi il suo bell'annichilatore temporale!

Male sfruttato, nonostante il potenziale enorme, davvero!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 17 Feb 2011, 13:43:25
Aggiornamento strafalcioni di PK2, voci Onde Alpha e Nel fuoco.

Ducklair: Paperinik sembra non conoscere il significato di telecinesi: strano, vista l'avventura in PKNA con Jana...

Solo un po' di paura: Ducklair sembra non sapere che Lyla sia un droide: strano, visto che lo ha letto nel libro del destino, addirittura sfruttandolo per salvare il droide...

La voce del buio: l'airbag della Pikar è disegnato normale, non elettromagnetico! Strano che Pk non si ricordi il nome del carburante dell'auto, se in Trauma parlava di self-service di monometildrazina (peraltro sbagliando, perché è monometilIdrazina).

La fine della storia: le tavole dove
1) Pk si reca in volo da Lyla e si sente preso in giro perché ha capito che Lyla sta ospitando un droide;
2) Pk guarda il filmato di Duckard all'aeroporto;
sono invertite.

Onde alpha: lo scudo Extransformer cambia anche qui spesso di mano...

Onde alpha: il titolo dello Q'zwokk supremo cambia da Prefetto a Perfetto e poi torna a Prefetto in tre nuvolette consecutive!

Gradi di separazione: Juniper è disegnata con i piedi palmati, ma in altri episodi ha le gambe bianche ed i piedi "umani".

Il peso dei ricordi: o Everett è un ragazzo padre, o il tempo su Corona è lento a passare. Ma Juniper e Korinna si sviluppano in tempi terrestri, quindi qualcuno mi sa spiegare come è possibile che Anchor e Evinta abbiano già i capelli bianchi e sembrino due vecchietti, mentre Everett, che, pur essendo per i due un figlio, ha solo pochi anni meno di loro, sembri lo stesso giovincello pettinato e vestito diversamente?

Tutto e niente: strano che l'IA che vede tutto quel che capita a Paperopoli non si sia mai interfacciata con Uno..

L'ultima caccia: facciamo conto che la storia narrata da Tempest a Paperino duri il tempo che impieghiamo noi a leggerla, cioé tre o quattro minuti. Allora, il Predatore si è sciroppato tre minuti di immagini ed intanto Tempest è stata ferma per tre minuti ad attendere l'artigliata senza fuggire?

Il vero nemico: Birgit al porto di Paperopoli ritira il container quando è giorno fatto; Paperinik si libera dal blob-ball di notte, ed in almeno quattro-cinque ore Birgit è arrivata solo dal porto al Duckmall? Traffico congestionato o cosa? E poi perché Birgit doveva passare per forza dal centro? Passare sulle tangenziali era vietato?

Capitano di ventura: strano che all'inizio Birgit si preoccupi della salute di Ducklair... Strano poi che PK, saputo il nome Groft Var Moor appena sceso su Armadha, non si chieda se Kruth Var Moor possa essere un suo parente...

Nel fuoco: strano che Everett non colga il tracciato cerebrale delle figlie quando, alla fine, sono nelle vicinanze della Ducklair Manor...

Nel fuoco: le prime due tavole dove si sviluppa il primo incendio (dove c'è il vecchio ex pompiere, per capirci), sono invertite.

Nel fuoco: Korinna non cambia mai la sua divisa lungo la storia, ma inizialmente porta degli stivali a metà polpaccio, che poi arrivano quasi al ginocchio durante lo scontro con Paperinik, per poi tornare a metà polpaccio nelle ultime vignette.

Affari di famiglia: il robot in copertina ha i colori invertiti rispetto a quelli della storia.

Dubbio: il fatto che Lyla e Tyrrel non debbano più ricevere la loro energia quotidiana da Time Zero (cfr PKNA Tempo al Tempo) dipende dall'intervento di Everett sul libro del destino, giusto?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 18 Feb 2011, 15:00:31
Solo un po' di paura: Ducklair sembra non sapere che Lyla sia un droide: strano, visto che lo ha letto nel libro del destino, addirittura sfruttandolo per salvare il droide...

Ricordiamo però che Lyla non sa che è stato Everett a riportarla nel nostro tempo. Per cui Everett deve fingere di essere quantomeno sorpreso. Se anche Lyla avesse avuto poteri telepatici, Everett non l'avrebbe ingannata così!

Ottima la mossa di Everett, comunque: se ci fate caso, nel numero 2, se Lyla fosse rimasta bloccata nel 23mo secolo, Paperinik, Everett, Angus e tutti gli occupanti della DT sarebbero morti a causa del risuonatore di panico!
E Lyla, in quanto addetta stampa della DE, era anche una balia perfetta per Juniper (vedi "Ancora un giorno"): poteva seguirla e non finire sotto l'influsso telepatico di Juniper (a differenza di Morrighan, in "Gradi di separazione").

Citazione
Il peso dei ricordi: o Everett è un ragazzo padre, o il tempo su Corona è lento a passare. Ma Juniper e Korinna si sviluppano in tempi terrestri, quindi qualcuno mi sa spiegare come è possibile che Anchor e Evinta abbiano già i capelli bianchi e sembrino due vecchietti, mentre Everett, che, pur essendo per i due un figlio, ha solo pochi anni meno di loro, sembri lo stesso giovincello pettinato e vestito diversamente?

La seconda che hai detto: il tempo passa più lentamente, per i Coroniani. Lo dimostra il fatto che, 188 anni dopo, Everett sia un vecchietto ancora giovanile ("su Dhasam-Bul conduciamo una vita molto salubre, sai? E poi ci sono alcune cosette di me che non ti ho mai detto").
Deduco piuttosto che la lentezza dell'invecchiamento inizi solo dalla pubertà in poi: ecco perchè Korinna e Juniper sono diventate due ragazze. Ma c'è da giurare che rimarranno "ragazze" per almeno una trentina d'anni...

Ah, ora che ci penso...in "Le Parti e il Tutto" a quanto pare Uno NON CONOSCE LA VERA NATURA ALIENA DI EVERETT! Le cose sono due, anzi tre: 1) errore 2) Uno non ha mai saputo niente, e tutto quel che pensavamo sul suo ruolo nel "custodire" K&J è sbagliato 3) Everett cancellerà ogni memoria di Corona da Uno, in futuro, forse per quieto vivere.

Citazione
L'ultima caccia: facciamo conto che la storia narrata da Tempest a Paperino duri il tempo che impieghiamo noi a leggerla, cioé tre o quattro minuti. Allora, il Predatore si è sciroppato tre minuti di immagini ed intanto Tempest è stata ferma per tre minuti ad attendere l'artigliata senza fuggire?

Un computer può leggere svariati dati in tempi brevissimi. La mente cibernetica superiore di Stavros avrà processato tutte le informazioni nell'arco di un pensiero.

Citazione
Capitano di ventura: strano che all'inizio Birgit si preoccupi della salute di Ducklair... Strano poi che PK, saputo il nome Groft Var Moor appena sceso su Armadha, non si chieda se Kruth Var Moor possa essere un suo parente...

Si fa chiamare "Kruth l'onesto", non ha mai rivelato il suo cognome prima del ritorno di Neopard.

Citazione
Nel fuoco: strano che Everett non colga il tracciato cerebrale delle figlie quando, alla fine, sono nelle vicinanze della Ducklair Manor...

Alt: le figlie pensano di aver schermato i loro pensieri. Ed Everett fa lo gnorri fino alla fine di PK2 18.
Ma nel finale si scopre che aveva ben capito, fin dall'inizio, la vera natura delle figlie, tant'è che organizza quel piano insieme a PK per neutralizzarle.
Quindi chissà, magari Everett HA colto il loro tracciato, mangiando la foglia, ma senza dir loro nulla per non farle preoccupare: la trappola del 18 non avrebbe funzionato...

Citazione
Dubbio: il fatto che Lyla e Tyrrel non debbano più ricevere la loro energia quotidiana da Time Zero (cfr PKNA Tempo al Tempo) dipende dall'intervento di Everett sul libro del destino, giusto?

Bravo: recentemente, rileggendo il 43, c'avevo pensato anche io. Lyla dice chiaramente che per sopravvivere ha bisogno di energia cronale inviata periodicamente da Time Zero.
Ora che Time Zero non c'è più, Lyla e Tyrrell hanno i giorni contati?
Forse è quel misterioso congegno con su scritto "5y" che Everett ha traslato (grazie al libro del destino) nei sotterranei della DT che fornisce a Lyla e Tyrrel l'energia necessaria...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shaggley - Venerdì 18 Feb 2011, 16:14:20
Continua l'avvocato dell'avvocato del diavolo.

Citazione
Ducklair: Paperinik sembra non conoscere il significato di telecinesi: strano, vista l'avventura in PKNA con Jana...
Uhm, io l'ho sempre considerata una battuta messa in forza in becco ad Everett. Non credo sia rilevante per la trama. Vero è che dell'esperienza con Jana ha dimenticato tutto. Gli farò dare un ripassino io... ;)

Citazione
Solo un po' di paura: Ducklair sembra non sapere che Lyla sia un droide: strano, visto che lo ha letto nel libro del destino, addirittura sfruttandolo per salvare il droide...
Ducklair è un bravo teatrante...

Citazione
La voce del buio: l'airbag della Pikar è disegnato normale, non elettromagnetico! Strano che Pk non si ricordi il nome del carburante dell'auto, se in Trauma parlava di self-service di monometildrazina (peraltro sbagliando, perché è monometilIdrazina).
Su questa mi arrendo. Ma la faccia di Pikappa quando legge il nome del carburante e la gag del furto di carburante dal razzo valgono il blooper - e forse questa vole come spiegazione.

Citazione
La fine della storia: le tavole dove
1) Pk si reca in volo da Lyla e si sente preso in giro perché ha capito che Lyla sta ospitando un droide;
2) Pk guarda il filmato di Duckard all'aeroporto;
sono invertite.
Forse. Non ho mai avuto la sensazione che lo fossero... mah.

Citazione
Onde alpha: lo scudo Extransformer cambia anche qui spesso di mano...
E hop! Si vede che Gervasio ha avuto problemi di copia&incolla.

Citazione
Onde alpha: il titolo dello Q'zwokk supremo cambia da Prefetto a Perfetto e poi torna a Prefetto in tre nuvolette consecutive!
Copy&paste, copy&paste... qualche errore alla fine ti arriva! ;)

Gradi di separazione: Juniper è disegnata con i piedi palmati, ma in altri episodi ha le gambe bianche ed i piedi "umani".

Ci stavo pensando giusto ieri. Anche Tyrrel nel numero 5, ma secondo me la cosa va accantonata del tutto ed i piedi delle due sorelle e di Tyrrel devono essere "umani". Del resto precedenti risalgono persino a Barks (con Archimede).
Quindi, se va bene per lui...

Citazione
Il peso dei ricordi: o Everett è un ragazzo padre, o il tempo su Corona è lento a passare. Ma Juniper e Korinna si sviluppano in tempi terrestri, quindi qualcuno mi sa spiegare come è possibile che Anchor e Evinta abbiano già i capelli bianchi e sembrino due vecchietti, mentre Everett, che, pur essendo per i due un figlio, ha solo pochi anni meno di loro, sembri lo stesso giovincello pettinato e vestito diversamente?
Hai toccato il tasto dolente della cronologia Pikappica2. Io me la spiego così.
1) anno 1996: Everett parte per l'Himalaya. Torna nel 2001.
2) Tra gli anni '70 e gli anni '80, Everett arriva sulla Terra (lo dimostrano gli abiti di Anchor ed evinta ed il livello tecnologico)
3) tra questi anni ed il 1996, Everett gira il mondo e diventa ricco e famoso.
4) In questo periodo recupera le figliole (motivo per cui doveva procurarsi del denaro in primis - chissà che ne sa il buon Anymore...?)

Conclusione: la differenza di età può essere data dal fatto che Anchor ed Evinta non sono proprio giovincelli, che Everett ha passato un certo tempo con i MCGregor (almeno un anno, suppongo), e dei circa quindici anni passati tra l'arrivo di Everett sulla Terra e la sua partenza per Dhasam Bul, cui si devono aggiungere altri 4 anni. Sono circa vent'anni, comparabili con l'invecchiamento dei due.
Inoltre, resta il fatto che nel numero 48 Everett sembra avere più di duecento anni. Quindi anche lunga vita.
@Sommo Zotnam: ecco un altro tasto dolente. La cosa mi ha dato parecchi problemi - ho trovato una soluzione, ma fa parte della trama che sto sviluppando :-X.


Citazione
Tutto e niente: strano che l'IA che vede tutto quel che capita a Paperopoli non si sia mai interfacciata con Uno..
Può darsi che sia stata creata quando Uno non era più attivo.

Citazione
L'ultima caccia: facciamo conto che la storia narrata da Tempest a Paperino duri il tempo che impieghiamo noi a leggerla, cioé tre o quattro minuti. Allora, il Predatore si è sciroppato tre minuti di immagini ed intanto Tempest è stata ferma per tre minuti ad attendere l'artigliata senza fuggire?
Avendo la mente bionica, cosa sono pochi megabyte di audio e immagini? ;)
Come giustamente detto da Sommo Zotnam, un computer non ha problemi...

Citazione
Il vero nemico: Birgit al porto di Paperopoli ritira il container quando è giorno fatto; Paperinik si libera dal blob-ball di notte, ed in almeno quattro-cinque ore Birgit è arrivata solo dal porto al Duckmall? Traffico congestionato o cosa? E poi perché Birgit doveva passare per forza dal centro? Passare sulle tangenziali era vietato?
Targhe alterne.

Citazione
Capitano di ventura: strano che all'inizio Birgit si preoccupi della salute di Ducklair... Strano poi che PK, saputo il nome Groft Var Moor appena sceso su Armadha, non si chieda se Kruth Var Moor possa essere un suo parente...
Forse è stato scritto prima del numero 15. Ma soprattutto: ufficio protetto da ogni ingerenza esterna? Ma siamo matti? Non ha alcun senso!

Citazione
Nel fuoco: strano che Everett non colga il tracciato cerebrale delle figlie quando, alla fine, sono nelle vicinanze della Ducklair Manor...
Blooper colossale. Ma la fretta, si sa, fece i gattini ciechi...

Citazione
Nel fuoco: le prime due tavole dove si sviluppa il primo incendio (dove c'è il vecchio ex pompiere, per capirci), sono invertite.
Ahimè ciò è vero.

Citazione
Nel fuoco: Korinna non cambia mai la sua divisa lungo la storia, ma inizialmente porta degli stivali a metà polpaccio, che poi arrivano quasi al ginocchio durante lo scontro con Paperinik, per poi tornare a metà polpaccio nelle ultime vignette.
Moda.

Citazione
Affari di famiglia: il robot in copertina ha i colori invertiti rispetto a quelli della storia.
Ancora moda.

D
Citazione
ubbio: il fatto che Lyla e Tyrrel non debbano più ricevere la loro energia quotidiana da Time Zero (cfr PKNA Tempo al Tempo) dipende dall'intervento di Everett sul libro del destino, giusto?
Molto molto molto probabile. Resta da capire perché... forse Tyrrel gli poteva essere utile in più di un modo?
Forse ho appena trovato un nuovo lavoro per il nostro androide killer preferito? ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 22 Mar 2011, 18:15:53
Cito dal topic di Artibani:


Andando un po' a memoria ricordo che nelle intenzioni c'era una trasferta spaziale sul mondo di Korinna e Juniper per trasformare la nuova saga, dopo una partenza terrestre, in un'avventura spaziale. Poi le cose sono andate diversamente; sulla riattivazione di Uno ho ricordi confusi e quindi taccio.
A proposito delle retrospettive devo dire che è stato fatto un lavoro veramente incredibile e ammirevole. Se non intervengo - oltre al fatto di non avere niente da aggiungere - è anche perchè certi particolari o alcuni passaggi delle storie li ho archiviati.
Di quel periodo conservo un ricordo molto bello, questo sì.

La trasferta spaziale è quindi una certezza, non una semplice ipotesi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 28 Mar 2011, 15:13:48
A proposito di vuoti di memoria, abbiamo dedicato a PKNA vari auguri per il suo quindicennale, giusto?

Ma perché nessuno si è ricordato che è anche il decennale di PK2, uscito il 20.1.2001 per la prima volta?

Lo so, lo so! PRDQP!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 28 Mar 2011, 15:44:09
Hai ragione, ma credo che la spiegazione stia nel fatto che, come me e te, molti ritengano giustamente le prime due serie un tutt'uno, al punto da festeggiarne un solo compleanno.

Piuttosto sarebbe il caso di "commemorare" l'anniversario di "morte" il 20 luglio... :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 28 Mar 2011, 15:54:21
Dell'anno prossimo, però, così facciamo il decennale tondo, direi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Lunedì 28 Mar 2011, 18:43:36
A proposito di vuoti di memoria, abbiamo dedicato a PKNA vari auguri per il suo quindicennale, giusto?

Ma perché nessuno si è ricordato che è anche il decennale di PK2, uscito il 20.1.2001 per la prima volta?

Lo so, lo so! PRDQP!
Ehm, avvocato... mi sa che è lei ad avere vuoti di memoria, dato che abbiamo ricordato anche questo importante anniversario (http://www.papersera.net/cgi-bin/yabb/YaBB.cgi?num=13765/213#213) ;) :P
E il bello è che avevi rispoto pure tu con un post :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 28 Mar 2011, 22:01:51
 :o
Nemmeno io mi ricordavo! Però io non avevo risposto quindi sono scusato. :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Lunedì 28 Mar 2011, 22:45:39
Mi sono mancate tutte queste discussioni tra pkers! (Ma quante ricorrenze pikappiche mi sono perso, accidenti! I quindici anni di PKNA! Auguri in ritardo, ma sinceri, a entrambe le testate, e mi dispiace di essermeli persi "in diretta"). Non so quanti dei topic arretrati riuscirò a recuperare in questi giorni, ma di certo quelli pikappici saranno tra i primi della lista, per quante pagine su pagine di chilometrici postoni, recensioni e quant'altro abbia da leggere.

Comunque, non so quanti di voi se ne ricordano, ma, dal momento che ero fermo con la lettura di PK2 al numero undici da chissà quanti mesi, qualche giorno fa sono finalmente riuscito nell'impresa di recuperare gli ultimi numeri. Mi sono fatto spellare, pagandoli quasi tre euro l'uno tutti insieme, ma non ho potuto farci niente, ormai la voglia di finire la serie era troppa e posso dire di essermi gustato abbastanza anche l'attesa. Mentre aspetto che mi arrivino, sto cogliendo l'occasione per dare una riletta ai primi undici per arrivare agli altri a mente bella fresca, non solo dal punto di vista della trama e dei contenuti. Poi mi spero di commentarli qua, come al solito, visto e considerato che le mie aspettative per questi ultimi numeri sono abbastanza alte. Per uno su tutti, come ben sapete. ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 29 Mar 2011, 00:18:52
Vogliamo-la-rece!
Vogliamo-la-rece!
Vogliamo-la-rece! [smiley=cheerleader2.gif]


Forza Gunni! :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 29 Mar 2011, 14:40:12
Vogliamo-la-rece!
Vogliamo-la-rece!
Vogliamo-la-rece! [smiley=cheerleader2.gif]


Forza Gunni! :D

Forza Gunni pure da me.

E, se ho vuoti di memoria, credo che la cosa dipenda dal nuovo nick... ehm ehm... :-[ :-[ :-[
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Mercoledì 6 Apr 2011, 14:01:36
Err...ma il topic sulla "seconda stesura" di PK2 ad opera di Shaggley è stato barbaramente cancellato?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Paperinika - Mercoledì 6 Apr 2011, 14:45:14
Err...ma il topic sulla "seconda stesura" di PK2 ad opera di Shaggley è stato barbaramente cancellato?
Toh, vero, non c'è. Che io sappia non è stato cancellato, può essere però che sia andato perso in seguito alla riorganizzazione delle sezioni delle testate... ?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Giovedì 7 Apr 2011, 20:10:01
Toh, vero, non c'è. Che io sappia non è stato cancellato, può essere però che sia andato perso in seguito alla riorganizzazione delle sezioni delle testate... ?

Pazienza, tanto immagino ce l'avrà comunque salvato sul suo pc! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Lunedì 13 Giu 2011, 23:24:03
Finalmente, trovo il tempo di buttarmi sugli ultimi numeri di pk2. Finalmente perché, tra studio e impegni vari, ho preferito aspettare qualche tempo di pausa per godermeli appieno. E ho appena letto il numero 12, Blackout.  Ho pensato stavolta, anziché spararvi il mega-recensone alla fine della serie, di commentarli a caldo man mano che vado avanti con la lettura, così da avere anche l’opportunità di scambiare anche qualche opinione con voi (e di rompervi le balle altre sette volte anziché una sola :P).

Parto da pk2 numero 12, Blackout, quindi. Blackout che, in tutta sincerità, ho trovato un po’ sottotono rispetto ai numeri precedenti, per svariati motivi.  La trama su cui si appoggia è sì deboluccia, ma si può leggere, tutto sommato; quello che non può non balzare all’occhio è il fatto che, come fa notare anche bramo nella sua rece, il numero si isola quasi completamente da quella stretta continuty tra i vari numeri nella quale avevamo individuato uno dei punti più a favore della serie. Qui, invece, la storia mi è sembrata troppo slegata dalla vicenda principale, salvo qualche flash qua e là, e alla fine troppo inconsistente e fine a sé stessa.  La sceneggiatura infatti, tutto sommato, non è male: la storia si fa leggere volentieri e fila via scorrevole, pur senza risultare emozionante come altre perle pikappiche che Artibani ci ha saputo regalare.

Mentre è adorabile come al solito, di Artibani, la sua vena ironica: qualche battuta o trovata spassosa, frizzante e originale, contribuisce ad alzare un po’ il livello della storia. Riguardo i disegni, invece, per quanto siano, non lo si può negare, carini, sembrano davvero fuori posto tra queste pagine, avendo ben poco di pikappico. Pikappicamente epica è invece la foto di Sciarrone nell'editoriale alla fine: Sciarrone che, cosa quantomai inquietante, mi ero sempre figurato così! Tutto sommato, alla fine, il mio giudizio sul numero è comunque sufficiente, soprattutto se analizzato singolarmente, ma, rispetto agli standard della serie e dello sceneggiatore, lo trovo davvero deboluccio.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 14 Giu 2011, 16:01:15
Quotonissimo totale, Gunni!

Bentornato tra noi. Devo dire che per me Blackout è stato uno dei numeri peggiori della serie, eppure era comunque un gradino sopra tanta produzione Disney del tempo.

Magia di PK2! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Mercoledì 22 Giu 2011, 00:32:49
Ho poco tempo per scrivere, ma mi sono imposto di commentare qua prima di proseguire con la lettura: allora, un po’ in ritardo, parliamo del numero 13, Tutto e niente.
      
Questo numero, a differenza del precedente, mi è piaciuto parecchio. Sarei a tanto così dal dire che mi è piaciuto ancora di più, ma nel finale, imho, perde diversi punti. Ho adorato la lettura della storia, e quel suo sguardo introspettivo puntato sul protagonista Paperino/Paperinik mi ha davvero emozionato, rievocando, tra l’altro, ricordi sempre freschi nella mia mente (sto parlando di Trauma, di cui dico subito). È questa stessa voglia di osservare le vicende e i loro personaggi con occhio introspettivo, in modo mai superficiale, ma profondo e attento, che, secondo me, ha molto contribuito a rendere pk una serie ancora più matura e ancora più “mitica”, capace di donare emozioni ma allo stesso tempo di far riflettere, di farci sentire vicinissimi ai personaggi, umani come non mai.

Così come mitico è stato, soprattutto in questo senso, Trauma, a cui Tutto e niente deve sicuramente diverse cose da questo punto di vista, tanto da far scattare immediatamente il collegamento tra le due opere (l’autore è sempre Faraci, non per niente). Se però non siamo ai livelli di Trauma, è anche vero che dal precedente numero, Blackout, siamo anni avanti.

Con tutte queste premesse però, devo dire che il finale mi ha lasciato un po’ deluso. Deluso perché, rispetto al resto della storia, la conclusione l’ho trovata piuttosto superficiale: in quelle poche pagine riservate ad essa e a quello che vorrebbe essere il “colpo di scena” finale, la presentazione del nemico,  questa mi è sembrata troppo superficiale e il “nemico”, l’intelligenza artificiale, troppo piatto come personaggio. Questo non toglie moltissimo alla storia, è però un peccato che, imho, concluda calando.

Una nota veloce, invece, anche sui disegni: ho trovato Pastrovicchio ancora sottotono rispetto a pkna, però in leggero miglioramento rispetto ai primi numeri di questa serie che aveva disegnato. Alcune inquadrature però, in alcune scene d’azione, ritraggono un Morgoth decisamente sproporzionato.

E ora sotto con L’ultima caccia! Enna. Non vedo l’ora.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Mercoledì 22 Giu 2011, 21:27:10
Ho adorato la lettura della storia, e quel suo sguardo introspettivo puntato sul protagonista Paperino/Paperinik mi ha davvero emozionato, rievocando, tra l’altro, ricordi sempre freschi nella mia mente (sto parlando di Trauma, di cui dico subito). È questa stessa voglia di osservare le vicende e i loro personaggi con occhio introspettivo, in modo mai superficiale, ma profondo e attento, che, secondo me, ha molto contribuito a rendere pk una serie ancora più matura e ancora più “mitica”, capace di donare emozioni ma allo stesso tempo di far riflettere, di farci sentire vicinissimi ai personaggi, umani come non mai.
Concordo su tutto il discorso. E' un Faraci decisamente molto intimista quello di questo piccolo capolavoro, uno dei numeri migliori di PK2 e forse di tutto PK, IMHO. I collegamenti con Trauma non sono peregrini, oltre allo stesso sceneggiatore c'è anche lo stesso disegnatore all'opera, inoltre la preview sul numero precedente recitava proprio "dai creatori di Trauma". Il Paperino/Pikappa di Tutto e Niente è quel Paperino/Pikappa complessato e molto, molto umano che si vede in Trauma infatti, anche se la storia pknaica è sicuramente migliore.
I momenti in cui Paperino gira per il Duckmall con le palpebre a mezz'asta perso in pensieri tardo-adolescenziali è qualcosa di entusiasmante, fa molto supereroe Marvel da un lato e dall'altro mi è rimasta impressa come immagine per come sentivo vicino a me il personaggio.

Con tutte queste premesse però, devo dire che il finale mi ha lasciato un po’ deluso. Deluso perché, rispetto al resto della storia, la conclusione l’ho trovata piuttosto superficiale: in quelle poche pagine riservate ad essa e a quello che vorrebbe essere il “colpo di scena” finale, la presentazione del nemico,  questa mi è sembrata troppo superficiale e il “nemico”, l’intelligenza artificiale, troppo piatto come personaggio. Questo non toglie moltissimo alla storia, è però un peccato che, imho, concluda calando.
Be', forse non mantiene le promesse montate con tutto l'hype orchestrato durante la storia, ma il finale non mi sembra così moscio. Alla fine ci sono bei dialoghi tra Paperino e il cattivo, e il fatto che quest'ultimo sia piatto è dovuto al suo essere artificiale (e non "aspirante umano" come Uno) e al suo essere provato dal virus.
La riflessione che scaturisce dal dialogo, e quindi le motivazioni del cattivo, mi sembrano però molto valide.

E ora sotto con L’ultima caccia! Enna. Non vedo l’ora.
Altro capolavoro. Ti aspetto al varco per leggere quello che ne scriverai. Fu un inizio anno super con questi due numeri uno dietro l'altro, Faraci ed Enna in formissima a dir poco che ci hanno consegnato due dei numeri migliori della seconda serie di PK. Fa pensare il fatto che queste storie siano del tutto fuori dalla continuity principale della serie, cioè l'intrigo della famiglia Ducklair.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 23 Giu 2011, 11:05:57
Quotone totale ai ragazzi che mi hanno preceduto.

Quando lessi queste due storie, consideravo PK2 al perfetto livello qualitativo di PKNA e non un decadimento della serie.

E adoravo anche questa versione apparentemente più urbana, perché, in fondo, Paperinik era sempre lui, il nostro eroe preferito, e queste due storie lo testimoniavano alla grandissima!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Yugo - Giovedì 30 Giu 2011, 15:52:54
Ho da poco finito di leggere Pk² e non mi è dispiaciuto, anche se complessivamente l'ho trovato un po' "sotto tono" rispetto a PKNA. Probabilmente gli è mancata un po' di epicità e di varietà di temi.
Ho comunque apprezzato la continuity più serrata (mentre negli ultimi numeri di PKNA è evidentemente stata fatta un po' di confusione nell'ordine di pubblicazione).
Ho letto in questo topic che la fine avrebbe dovuto avere un più ampio respiro, portando i protagonisti su Corona... peccato che non si sia potuto avverare.
Comunque secondo me la mancanza più grave riguarda Uno. Nel finale si sarebbe benissimo dedicare qualche tavola per preannunciare una sua riattivazione dopo la partenza di ED.
Quest'ultimo avrebbe potuto pronunciare una battuta del tipo "Magari un giorno, quando avrò sistemato i problemi sul mio pianeta, tornerò sulla Terra per ritirarmi a Dhasam-Bul, se i monaci vorranno riaccogliermi" (certo sarà dura dopo che li ha traditi!). Questi due accorgimenti avrebbero permesso di riagganciarsi a "Tutto e niente" "Le parti e il tutto", chiudendo del tutto le vicende del "vero" PK.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 1 Lug 2011, 08:53:51
Ho da poco finito di leggere Pk² e non mi è dispiaciuto, anche se complessivamente l'ho trovato un po' "sotto tono" rispetto a PKNA. Probabilmente gli è mancata un po' di epicità e di varietà di temi.
Ho comunque apprezzato la continuity più serrata (mentre negli ultimi numeri di PKNA è evidentemente stata fatta un po' di confusione nell'ordine di pubblicazione).
Ho letto in questo topic che la fine avrebbe dovuto avere un più ampio respiro, portando i protagonisti su Corona... peccato che non si sia potuto avverare.
Comunque secondo me la mancanza più grave riguarda Uno. Nel finale si sarebbe benissimo dedicare qualche tavola per preannunciare una sua riattivazione dopo la partenza di ED.
Quest'ultimo avrebbe potuto pronunciare una battuta del tipo "Magari un giorno, quando avrò sistemato i problemi sul mio pianeta, tornerò sulla Terra per ritirarmi a Dhasam-Bul, se i monaci vorranno riaccogliermi" (certo sarà dura dopo che li ha traditi!). Questi due accorgimenti avrebbero permesso di riagganciarsi a "Tutto e niente", chiudendo del tutto le vicende del "vero" PK.

Giustissimo, Yugo. La mancata riattivazione di Uno è stata la fregatura un po' per tutti... Se non si vuole credere che ED l'abbia fatta in gran segreto, e l'IA riattivata sta pian piano "ricostruendo" i piani mancanti della DT! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Lunedì 4 Lug 2011, 01:39:18
Altro capolavoro. Ti aspetto al varco per leggere quello che ne scriverai. Fu un inizio anno super con questi due numeri uno dietro l'altro, Faraci ed Enna in formissima a dir poco che ci hanno consegnato due dei numeri migliori della seconda serie di PK. Fa pensare il fatto che queste storie siano del tutto fuori dalla continuity principale della serie, cioè l'intrigo della famiglia Ducklair.
Condivido, sono riflessioni che sto facendo anch'io... E che, tra l'altro, mi stanno portando a rimangiare alcune cose dette al riguardo in precedenza (perché se è vero che la stretta continuity che unisce i vari numeri della serie può essere vista come un suo punto di forza, lo è anche che i numeri che ho finora amato di più, cioé Il peso dei ricordi, Tutto e Niente e, appunto, questo, ne sono quasi del tutto estranei, a fare eccezione trovo solo Ducklair).

Prima di dimenticarmene, allora, scrivo subito due righe sull'ultimo numero che ho letto, questo pomeriggio.

L’ultima caccia è un Capolavoro. Per davvero. Avevo aspettative altissime per questo episodio, ma, nonostante ciò, è riuscito a sorprendermi, a emozionarmi, a incuriosirmi, a appassionarmi tanto da lasciarmi col fiato sospeso dalla prima all’ultima vignetta. Sarà per i flashback di grandissimo impatto, sarà per la tragica ed emozionante figura di Stevros, che regala alla storia un sapore amaro e dei momenti toccanti, e non può non lasciare il segno nel lettore, sarà per la figura di Tempest, prima avvolta da un alone di mistero, ora magnificamente tratteggiata da Enna nella sua persona e nella sua storia, caratterizzata magnificamente, come, del resto, tutti gli altri personaggi, o sarà per tutto questo e altro ancora, ma L’ultima caccia mi ha emozionato e colpito tantissimo. Così tanto da farmi venire subito voglia di rileggerla, prima una e poi due volte, di seguito. Mi è capitato pochissime volte.

Non so se la porrei al livello de Il peso dei ricordi, o se addirittura al di sopra, ma la carica emotiva di questa storia è a quel livello, di sicuro. Quegli stessi flashback già così sapientemente utilizzati proprio ne Il peso dei ricordi vengono qui riproposti, e, per quanto si parli di Tempest e non di Everett, sortiscono lo stesso, bellissimo effetto. Emozionano, tanto. Ma anche tutta la vicenda è orchestrata perfettamente, e perfettamente i diversi fili della storia si intrecciano tra loro e con quello del passato, arricchiti dalla classica polvere magica della poesia di Enna che, neanche a dirlo, è riuscita a farmi volare di nuovo.

E poi ci sono i personaggi. I personaggi qui sono qualcosa di favoloso. La figura che rimane più impressa è sicuramente quella di Stevros. In tutta la sua tragicità, in tutta la sua sconvolgente complessità, è un personaggio la cui storia non può non lasciare il segno e toccare il lettore. E alla vignetta in cui tocca la mano di Tempest non sono riuscito a trattenere la lacrimuccia. Al leggere la bellissima frase “Non esiste una fine, se vivono i ricordi. E alcuni fanno più male di altri”, nemmeno. E di non troppo diverso spessore è il personaggio di Tempest, di cui prima sapevamo poco o niente, di cui ora sappiamo tutto quanto: ne esploriamo il triste passato tramite i flashback e la vediamo in azione in un ruolo da coprotagonista. Ma si potrebbero tessere le lodi della caratterizzazione di ogni personaggio coinvolto, dai nostri “soliti” personaggi a quelli che vedono qui la loro prima comparsa, dai buoni ai cattivi. Di questi ultimi, per esempio, non si può non apprezzare l’indole davvero, ma davvero bastarda (penso soprattutto a Fog).

Davvero belli anche i disegni. Rigano, alla sua prima storia pikappica, ma anche a una delle sue prime lunghe Disney, si destreggia incredibilmente bene: il suo stile, molto moderno, è non solo apprezzabilissimo, ma anche decisamente appropriato per queste pagine. Da parte mia, l’ho gradito molto.

Credo di non avere altro da aggiungere... In questo numero c’è tutto: dalla poesia di Enna che tocca le solite, inarrivabili vette a dei disegni, forse inaspettatamente, ben al di sopra della media, passando per una vicenda toccante e originale, resa tale da ottimi personaggi, scene appassionanti, momenti commoventi e tante, tantissime emozioni.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 4 Lug 2011, 01:49:51
Quoto anche le virgole.
Attenzione però che l'autore de Il Peso dei Ricordi non è Enna, bensì il duo Cordara-Catenacci.

A parte questo, splendida recensione per il mio terzo numero pikappico preferito!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Lunedì 4 Lug 2011, 14:35:13
Attenzione però che l'autore de Il Peso dei Ricordi non è Enna, bensì il duo Cordara-Catenacci.
Sì, certo: ho corretto, grazie della segnalazione. E dei complimenti! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 4 Lug 2011, 14:56:12
Anche per me superquotone, visto che già a suo tempo avevo spezzato una lancia per l'ultima caccia.

La trama di Morando si prestava a ulteriori sviluppi: purtroppo non fu mai ripresa! Un vero peccato!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gunni Helm - Sabato 9 Lug 2011, 15:54:25
Commenterò l'intera "Quadriolgy" posta come conclusione di pk2 più approfonditamente, una volta che l'avrò letta tutta. Ma, intanto, il numero 15, Il vero nemico, mi pare prometta bene. Ho apprezzato molto la storia, infatti, e in particolar modo i flashback ambientati in quel di Corona, che hanno ampiamente soddisfatto la mia curiosità su quali fossero le ragioni che hanno spinto Everett a venire sulla terra con le sue due figlie. Davvero belli. La trama non è poi così eccezionale, ma alla fin fine apprezzabile e, per quello che deve raccontare e trasmettere, funziona piuttosto bene. Tra l'altro, nonostante mi siano piaciuti moltissimo i due precedenti numeri fuori continuty, sono contento che la storia sia tornata a concentrarsi sul conflitto tra Paperinik e Everett.

Per il resto, ho trovato ottima la caratterizzazione di Everett e le difficoltà che è costretto a fronteggiare per via dei difficili rapporti con le due figlie, e di Paperinik, simpatico e riflessivo al punto giusto. Ho anche apprezzato l'attenzione dedicata ai personaggi secondari, quali Lyo e Birgit Q, per esempio. Mentre sono davvero belli i disegni di Turconi, che anche nelle scene d'azione si destreggia benissimo.

Tra non molto leggerò gli ultimi episodi, e sino ad allora è meglio che non mi sbilanci troppo, ma credo che la strada presa da questa conclusione possa essere quella giusta...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 27 Set 2011, 16:31:41
Stavo facendo un ripassone del topic, e...

avete fatto il conto di quanti morti ci sono in PKNA? Senza contare tutti gli Evroniani uccisi qua e la, ci sono Xadhoom, Vertighel, Grrodon, Geena, Hasting, Raghor, Ethan, Zoster, il Razziatore anche se poi "resuscita", un bel po' di Xerbiani.

Ethan di "Un solo respiro" credo sia ancora vivo: a chi altri apparterrebbe, sennò, la didascalia che dice "Sì." nel finale della storia? D'altronde Jana è molto spaventata dal "respiro" che ha udito.

Una domanda.

Secondo voi, il fatto che la Century ltd del XXIII secolo (vedi PKNA Niente di Personale) si chiami come la fabbrica Century di Lyo implica che il PKTeam ne voleva combinare una delle sue, o è una mera coincidenza (per non dire mancanza d'idee)?

Credo la seconda, anche perchè varrebbe anche per "Geena Onair" (personaggio, tra l'altro, fastidioso e inutile).

PS: ma Shaggley e la sua storia alternativa di PK2??? Che fine ha fatto???
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Fillo Sganga - Martedì 27 Set 2011, 18:23:37
Domanda ..ma nessuno di voi ha mai giocato a pk per ps2 ? Credo si chiamasse chi e' pk ! Io non ne ho mai avuto modo nemmeno di vedere un immagine :) sarei proprio curioso ..ma era un prodotto italiano ?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Giack - Martedì 27 Set 2011, 18:49:32
Citazione
Domanda ..ma nessuno di voi ha mai giocato a pk per ps2 ? Credo si chiamasse chi e' pk ! Io non ne ho mai avuto modo nemmeno di vedere un immagine  sarei proprio curioso ..ma era un prodotto italiano ?

Io sì. Purtroppo non l'ho perso diverso tempo fa e non sono comunque capace di mostrarti alcuna immagine per via della mia scarsa abilità al computer.
Chiedendo scusa per l'OT ai moderatori,mi permetto di spiegarti,caro Turk,la trama e la modalità di gioco a grandi linee.
 
Gli evroniani,comandati da Zoster e Zondag,attaccano la Terra.
Paperino,che lavora alla Ducklair Tower come custode,viene assoldato da Uno,trasformato in Pk (gli viene cambiata anche la voce!) e mandato a combattere gli evroniani.

Pk deve attraversare tre mondi (la base degli evroniani al Polo Nord-o forse Polo Sud,non ricordo,l'Area 52-dove sconfigge Zoster,Paperopoli-o per meglio dire le fogne di Paperopoli e la Ducklair Tower) sbaragliando gli evroniani e salvando degli scienziati che lo aiutano a raggiungere l'astronave madre degli evroniani dove sconfigge Zondag.

La modalità di gioco è abbastanza semplice:Pk attraverso un percorso guidato esplora i vari livelli,prendendo vari bonus (munizioni per sparare agli evroniani e ai coolflame e vite a forma di testa di Uno),cercando gli scienziati da liberare e utilizzando le varie capacità dello scudo extranformer,sempre aiutato da Uno.

Questo è tutto e,temendo di esermi dilungato troppo,spero di esserti stato utile!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 27 Set 2011, 23:06:32
Ethan di "Un solo respiro" credo sia ancora vivo: a chi altri apparterrebbe, sennò, la didascalia che dice "Sì." nel finale della storia? D'altronde Jana è molto spaventata dal "respiro" che ha udito.
In effetti potrebbe essere vero... anche se mi sembra trattato tutto in modo molto "surreale" in quell'ultima pagina per poter avere un po' di certezza.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 28 Set 2011, 14:09:23
Domanda ..ma nessuno di voi ha mai giocato a pk per ps2 ? Credo si chiamasse chi e' pk ! Io non ne ho mai avuto modo nemmeno di vedere un immagine :) sarei proprio curioso ..ma era un prodotto italiano ?

Lo vidi e provai in negozio, non mi impressionò e non era il mio genere: sono della scuola anni '80-'90, 500 lire una partita, e dopo quaranta minuti è finita! Non mi attirò per nulla!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Mercoledì 28 Set 2011, 16:37:07
Mamma mia, mi sto rileggendo alcune vecchie discussioni degli archivi dello Sbonk Forum...

Che dire, ho trovato la risposta alla domanda "CHI HA UCCISO PK E PK2?".
I giudizi della stragrande maggioranza degli utenti ora fanno decisamente sorridere, col senno di poi. Anzi, fanno proprio ridere, amaramente però.
Soprattutto quelli che esultavano per l'arrivo della Terza Serie perchè "ci sono Uno e gli evronz" e perchè "può solo migliorare, peggio di così non può andare".

La Storia, signori, quella con la esse maiuscola, gli ha dato torto. Ed è ironico che ORA tanta gente rimpianga quelle serie. Forse, ma solo forse, PK2 era il fumetto giusto, ma per il pubblico sbagliato.
Forse coloro che si lamentavano del "target dei bambini svegli delle elementari" non erano poi tanto meglio di coloro che denigravano. La riprova è che molti di loro, crescendo, si sono accorti del loro errore.


"in PK2 non va bene nulla, dalla grafica alle rubriche, e la storia è zeppa di errori e poco curata... quindi, ben venga una nuova serie, peggio di così"

"PK2 FA SCHIFO DATECI UNA NUOVA SERIE"

"pk2  è ORRIBILE, i disegni sono PESSIMI, le rubriche sono INUTILI, pkna era 10000 volte meglio"

"MI PIACEREBBE NON SO QUANTO SE NASCE PK3, POTREI SPICCARE UN SALTO E RAGGIUNGERE IL PARADISO DALLA GIOIA... PERCHè SE QUESTA SERIE HA UN DIFETTO, IL DIFETTO è DEFINIBILE CON "QUASI TUTTO""

"Se fosse stato per me io avrei già smesso di comprarlo, ma non so come mai non ci riesco..."

"fa leggermente pena"

"PK2 è stato un fallimento, e non è andando avanti così come se niente fosse che lo si trasformerà in un successone. Evidentemente, seppur con quattordici mesi di ritardo, si sono accorti degli errori compiuti. Non può che essere positiva la cosa."

"Peggiorare Pk2 è un'impresa quasi impossibile"

"L' unico errore di pk2 è la sua esistenza."

"Proprio perchè sono un vero pker non mi piace pk2"


Si lamentavano persino della ormai rimpianta PkMail ("rispondono alla cavolo").

Su PK2 #16, il PK Team risponde in maniera piccata allo "sciopero contro PK2" indetto da alcuni "PK Fan Club" via Internet.

----------------------------------

Non ci sembra così strano, ora, rileggere quei commenti?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 28 Set 2011, 17:23:49
Conosco praticamente A MEMORIA tutte le discussioni presenti sullo Sbonk Forum, quindi ti do ragione.

C'è da dire che come community di fan della primissima ora aveva la caratteristica di ostentare una ferrea "chiusura mentale" non solo verso qualsiasi linea narrativa ed editoriale che si staccasse dal primissimo PK (e per primissimo intendo proprio i primissimi numeri, non solo PK2), ma anche verso la cosiddetta "nuova utenza" che si affacciava alle prime esperienze con il fumetto.

A parziale giustificazione delle frasi inneggianti alla terza serie che hai riportato, c'è da dire una cosa: nessuno prima dell'uscita del primo numero immaginava il reboot. Metteteci l'odio (ingiustificato, non lo nego) per PK2, e si capiscono molte cose...

Che con il senno di poi la seconda serie sia stata rivalutata anche da coloro che facevano parte di quei detrattori (o così almeno credo) è cosa altrettanto normale.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 29 Set 2011, 10:58:35
Quando lessi lo speciale su PK2 18, io avevo intuito che vi sarebbe stato un reboot, ma non volevo crederci. Avevo anche intuito che Paperinik non sarebbe più stato presente, ma non volevo crederci (again!).

E, quando leggevo commenti non lusinghieri su PK2 (non sullo Sbonk visto che non ero un internauta, ma da quel che si intuiva dalla Mail), mi chiedevo cosa non andasse in quel fumetto.

Non lo riuscivo a vedere così adulto da non piacere a dei bambini: le trame erano comunque belle e coinvolgenti (L'ultima caccia, Tutto e niente, Il peso dei ricordi, citando a spaglio), e comunque con una nota positiva di fondo.

Insomma, qualcosa non mi tornava affatto, e quel reboot mi aveva messo in allarme.

Purtroppo avevo ragione...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Giovedì 29 Set 2011, 21:41:44
Quando lessi lo speciale su PK2 18, io avevo intuito che vi sarebbe stato un reboot, ma non volevo crederci. Avevo anche intuito che Paperinik non sarebbe più stato presente, ma non volevo crederci (again!).
Io invece ci ero cascato con tutte le scarpe, in quella calda e ormai lontana estate di 9 anni fa... leggendo e osservando lo speciale che cita l'Avvocato credevo davvero che la terza serie sarebbe stata un proseguimento della trama che con qualche trucco narrativo avrebbe riportato in scena Evroniani e Uno, cioè due delle cose che più mancavano ai pkers incalliti durante Pk2. Passai il mese dal 20 giugno al 20 luglio a sognare a occhi aperti su come sarebbero andate le cose, su come sarebbe stata quel nuovo numero 1...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Yugo - Venerdì 30 Set 2011, 02:20:09
"in PK2 non va bene nulla, dalla grafica alle rubriche, e la storia è zeppa di errori e poco curata... quindi, ben venga una nuova serie, peggio di così"

"PK2 FA SCHIFO DATECI UNA NUOVA SERIE"

"pk2  è ORRIBILE, i disegni sono PESSIMI, le rubriche sono INUTILI, pkna era 10000 volte meglio"

"MI PIACEREBBE NON SO QUANTO SE NASCE PK3, POTREI SPICCARE UN SALTO E RAGGIUNGERE IL PARADISO DALLA GIOIA... PERCHè SE QUESTA SERIE HA UN DIFETTO, IL DIFETTO è DEFINIBILE CON "QUASI TUTTO""

"Se fosse stato per me io avrei già smesso di comprarlo, ma non so come mai non ci riesco..."

"fa leggermente pena"

"PK2 è stato un fallimento, e non è andando avanti così come se niente fosse che lo si trasformerà in un successone. Evidentemente, seppur con quattordici mesi di ritardo, si sono accorti degli errori compiuti. Non può che essere positiva la cosa."

"Peggiorare Pk2 è un'impresa quasi impossibile"

"L' unico errore di pk2 è la sua esistenza."

"Proprio perchè sono un vero pker non mi piace pk2"


Si lamentavano persino della ormai rimpianta PkMail ("rispondono alla cavolo").

Su PK2 #16, il PK Team risponde in maniera piccata allo "sciopero contro PK2" indetto da alcuni "PK Fan Club" via Internet.
----------------------------------

Non ci sembra così strano, ora, rileggere quei commenti?

A leggere questi commenti, io che allora non seguivo PK (ma avevo letto qualche numero sparso di entrambe le serie), ora mi incavolo perché mi rendo conto che è anche per colpa di questi "fan" che PK2 non ha avuto una degna conclusione (e che abbiamo avuto il Frittole).
E' un po' quello che succede con i telefilm: se nella prima stagione non fanno ottimi risultati vengono cancellati e rimangono un prodotto incompleto, spesso chiuso in fretta e furia lasciando la trama in sospeso (e.g. Terminator the Sarah Connor Chronicles, Stargate Universe).

PK2 ha sicuramente dei difetti. Ma la mancanza di Uno ed Evroniani secondo me non lo è (e neanche le rubriche). Anzi, leggendo il primo numero, mi è piaciuto molto come siano state rimesse in discussione tutte le certezze del personaggio. Mica si sarebbe potuto continuare all'infinito con gli stessi temi di PKNA...

A mio parere PK2 ha toppato nei primi numeri. PKNA ha introdotto nei numeri zero e poi nei primi 4 numeri regolari tutte le principali sottotrame.
Invece, dopo l'ottimo primo numero, PK2 si è concentrato troppo su Everett e sulla trama delle antenne (un po' sconclusionata in realtà), e delle figlie di Everett, mentre secondo me avrebbe dovuto subito introdurre le altre trame (sebbene meno importanti rispetto a quella principale) cioè Tyrrel Duckard e Tempest Gale. A questo aggiungiamo qualche numero mediocre (Onde alpha e il pessimo speciale), che i fan erano meno propensi a perdonare rispetto a PKNA.

Comunque sono peccati veniali, io lodo comunque l'iniziativa del PKTeam che ha voluto rimettere tutto in discussione e che, se avesse avuto modo di sviluppare il progetto, avrebbe portato la trama a ricongiungersi con il futuro che già conoscevamo dalla vecchia serie (in cui Uno è attivo!).

Col senno di poi l'atteggiamento dei fan che non accettano nessun cambiamento mi sembra ottuso. Per fare un paragone, se tutti i fan di Star Trek avessero avuto questo atteggiamento verso Deep Space Nine, perchè "una serie di Star Trek non ambientata sull'Enterprise non ha senso", e questa fosse stata chiusa dopo le prime due non eccellenti stagioni, non avremmo avuto quella che io e molti altri consideriamo la migliore serie di Star Trek...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 30 Set 2011, 11:35:37
L'inizio di PK2 in realtà fu molto buono: Artibani riuscì con maestria a non rendere traumatico il passaggio da una "stagione" all'altra, nonostante i cambiamenti.

Alla "permanenza" della disattivazione di Uno non credetti neppure per un istante: solo due numeri prima avevamo avuto la conferma delle origini di Odin Eidolon, quindi...
Tra l'altro il primo numero aveva dei "tempi" perfetti, con tanto di quadretto di Paperino coi nipoti da applausi. Artibani riusciva a rendere bene PK in entrambe le sue identità, civile e supereroistica.

Il problema è stato dopo la prima trilogia. Ma non voglio far la "verginella": anche io ero pesantemente deluso. Sembrava che avessero finito le idee, limitandosi a scopiazzare Matrix (vedi Tyrrel Duckard, che comunque era un personaggio coi fiocchi...anche "Tutto e niente", per lo stesso motivo, mi disse poco).
In "Soltanto un amico", PK dice "sai, dopo aver combattuto contro razziatori temporali e vampiri alieni, quasi mi ripugna usare lo scudo contro un delinquente comune".

Era questo il punto.
Ci eravamo abituati a un PK che già al quarto numero (#1) finiva su venere.
Al sesto già affrontava la possibile distruzione della propria città.
Le storie erano troppo lente, troppo "urbane". E mancava Artibani, soprattutto, che era riuscito a renderle così digeribili.

Inoltre, la sparizione di Uno aveva un senso: con lui come aiutante, PK era pressochè invincibile. E inoltre, spesso e volentieri, faceva tutto Uno. La sua sparizione avrebbe dovuto rendere PK più "autonomo" e protagonista.

Peccato che dopo pochi numeri già venne trovato un nuovo (inutile) alleato, Lyo (che comunque era molto ben caratterizzato).
E che PK praticamente rimase uno spettatore degli eventi, sullo sfondo, senza riuscire a capire nulla nè a cambiare la situazione. Una comparsa, insomma.

Però da qui a buttar via tutto ce ne passava...dato che molti si erano lamentati già dal primo numero semplicemente perchè "Uno non c'era più" e perchè "rivolevano gli evroniani".
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 30 Set 2011, 11:58:36
Io non vedevo PK come comparsa. Certo, il papero non dominava o indirizzava gli eventi, ma per me PK2 era una continuazione logica di PKNA, anche se apparentemente non vi erano avventure spaziali.

Perché, lo ribadisco, per noi lettori in diretta, PKNA non era PK+Uno = avventura, ma era "Paperinik contro gli Evroniani". Le altre sottotrame, per quanto adorate, erano divagazioni da questa trama principale e nient'altro.

Caduto Evron, sapevo che PKNA sarebbe finito o avrebbe cambiato rotta. Ma, per quanto dispiaciuto, non vissi come una vera e propria perdita la disattivazione di Uno, perché non era Uno a fare la prima serie, ma era sempre l'eroe Paperinik alle prese con una nuova realtà.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Venerdì 30 Set 2011, 14:48:09
Io non vedevo PK come comparsa. Certo, il papero non dominava o indirizzava gli eventi, ma per me PK2 era una continuazione logica di PKNA, anche se apparentemente non vi erano avventure spaziali.

Sì, sì, mi riferisco principalmente riguardo il fatto di esser stati "bene abituati" con tanta carne al fuoco.
PK2 aveva il pregio della continuity, a scapito del numero di trame/eventi/location, come se per gestire una continuity stretta fosse indispensabile limitarsi ad avere una sola trama o ambientazione.

Però dai, PK per gran parte della serie interagisce poco coi personaggi, è in balia degli eventi e non riesce a condizionarli in alcuna maniera.

Citazione
Perché, lo ribadisco, per noi lettori in diretta, PKNA non era PK+Uno = avventura, ma era "Paperinik contro gli Evroniani". Le altre sottotrame, per quanto adorate, erano divagazioni da questa trama principale e nient'altro.

Su questo ci sono più scuole di pensiero: molti vedevano la trama temporale, ad esempio, come "la più amata". Vero, senz'altro, che gli evroniani avevano un ruolo principe in tutto ciò, ma alla fin fine il vero protagonista in PKNA era il suo intero mondo, quel mondo così corale di personaggi tridimensionali che lo speciale "Missing" fotografa con superba maestria.

Citazione
Caduto Evron, sapevo che PKNA sarebbe finito o avrebbe cambiato rotta. Ma, per quanto dispiaciuto, non vissi come una vera e propria perdita la disattivazione di Uno, perché non era Uno a fare la prima serie, ma era sempre l'eroe Paperinik alle prese con una nuova realtà.

Infatti, il problema è che gli altri non vollero accettarlo.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: hendrik - Sabato 24 Dic 2011, 19:06:43
Qualcuno potrebbe postare un'immagine dell'allegato allo Speciale 01?
Oltre a quella del Coa non ne trovo nessuna!
Grazie! :)

PS: se qualcuno volesse vendermi tale agendina o sapesse indicarmi dove trovarne una... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: prezio - Sabato 28 Gen 2012, 18:00:48
Passai il mese dal 20 giugno al 20 luglio a sognare a occhi aperti su come sarebbero andate le cose, su come sarebbe stata quel nuovo numero 1...

Anche io... ricordo tragico!!! XD

PK2 a mio parere fu un'ottima testata, che non piacque a molti fan a mio parere soltanto per il totale cambio di scena di PK e la radicale diversità rispetto a PKNA. Cambio che ci stava? Non ci stava? Inutile chiederselo: c'è stato e, a mio modesto parere, il risultato è ottimo.

La storia non ha soltanto nuovi protagonisti (lo stesso Everett è un personaggio TOTALMENTE nuovo), ma soprattutto un nuovo modo di impostare le storie e di sviluppare trame che non si fermano al numero in sè, ma che sono continuative e abbracciano l'intera opera (a parte qualche eccezione, come Tutto e Niente, storia molto simile per concezione a PKNA).

PK2 è una delle possibili evoluzioni di PKNA: il lavoro del PKteam fu enorme e ben riuscito, nonostante io per primo ci misi mesi e mesi a digerire la scomparsa di certi personaggi e tutti i cambiamenti della nuova testata.

Io sono ormai 10 anni che sogno che esca un giornale che riprenda la storia da quella ormai lontana e piena di polvere tavola finale del numero 18...  :'(
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 2 Mar 2012, 15:19:52
Ho fatto la deduzione definitiva dalla quale discende la riattivazione di Uno!

Guardate l'ultima vignetta di Affari di famiglia!

Everett lascia la DT con attivati i proiettori olografici di copertura. Ma è chiaro che così non potrà essere per sempre, e che gli ultimi due piani della DT dovranno essere ricostruiti man mano e di nascosto.

Quindi, Everett ha riattivato Uno, "nascosto" nelle memorie interne della DT, che pian piano, di notte, quando non visto e comunque protetto dalle coperture olografiche, sta riedificando la sommità della DT per poi "rientrarvi"!

Se s'incontrerà ancora con Paperinik, dipenderà da una quarta serie! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: prezio - Venerdì 2 Mar 2012, 15:33:30
Se s'incontrerà ancora con Paperinik, dipenderà da una quarta serie! ;)

Bè, a dire la verità si incontrerà con Paperinik sotto le spoglie di Odin. :)

In ogni caso, come spiegato in "Le parti e il tutto", anche Everett dovrà tornare sulla terra e in particolare al monastero...[/color][/glow]
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Venerdì 2 Mar 2012, 15:42:55
In ogni caso, come spiegato in "Le parti e il tutto", anche Everett dovrà tornare sulla terra e in particolare al monastero...
Non è così detto. Dobbiamo ricordarci che in quel caso ci troviamo in una linea temporale differente (cioé quella del continuum "normale").
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: prezio - Venerdì 2 Mar 2012, 15:50:06
Non è così detto. Dobbiamo ricordarci che in quel caso ci troviamo in una linea temporale differente (cioé quella del continuum "normale").

Differente rispetto a quale? O.o
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Venerdì 2 Mar 2012, 15:54:09
A niente. E' la linea temporale di tutte le altre storie post-PK#3.

Però vi prego, non discutete sui viaggi nel tempo, sono una cosa INSENSATA nel loro insieme, nessuno ne verrà mai a capo!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Lyla - Venerdì 2 Mar 2012, 15:56:29
Lascia perdere, lascia perdere, mi sono fatta un sacco di pare mentali al riguardo e se iniziamo a discuterne non ne usciamo più! :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: prezio - Venerdì 2 Mar 2012, 15:56:47
A niente. E' la linea temporale di tutte le altre storie post-PK#3.

Però vi prego, non discutete sui viaggi nel tempo, sono una cosa INSENSATA nel loro insieme, nessuno ne verrà mai a capo!

Ahaha in parte è vero... XD

Però io ho sempre visto la linea temporale di PKNA e Pk2 come unica e, sebbene con varie riserve, lineare...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 2 Mar 2012, 16:07:55

Ahaha in parte è vero... XD

Però io ho sempre visto la linea temporale di PKNA e Pk2 come unica e, sebbene con varie riserve, lineare...

Insensati i viaggi nel tempooooooooo? Ci se ne deve venire a capo e poche storie, chiaro? Perché le storie di PKNA e PK2 devono essere rammentate come un capolavoro scevro d'errori, riserve o quant'altro.

E perché sono un'ottima palestra per seguire poi Doctor Who, come Bramo ben sa! ;D ;D ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Sabato 3 Mar 2012, 15:00:22
E perché sono un'ottima palestra per seguire poi Doctor Who, come Bramo ben sa! ;D ;D ;D
Mi vedo costretto a quotare... :P
E in generale vedo molti punti in comune tra Doctor Who e PK...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Domenica 4 Mar 2012, 03:15:08
Non è così detto. Dobbiamo ricordarci che in quel caso ci troviamo in una linea temporale differente (cioé quella del continuum "normale").

Secondo me no, ricordiamoci che in Le Parti e il Tutto c'è un richiamo a una data (il 2004, mi pare) che ufficialmente doveva essere quello dell'"ultimo incontro" tra Everett e Uno prima della riunione nel futuro. E nel 2004 orientativamente avremmo avuto il 50mo numero di PK2 (probabilmente l'ultimo)... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Martedì 15 Mag 2012, 23:07:25
Io mi chiedo: se i lettori di PK2 mostravano tutto il loro scontento ogni mese e le vendite calavano...

il PKteam non poteva, che ne so, modificare la trama in corso d'opera anticipando alcune idee che avevano nel cassetto (o anche solo dire "sì, il tal personaggio tornerà, dovete avere pazienza") invece di concludere tutto in fretta e furia e ricominciare da zero col Frittole?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 16 Mag 2012, 15:56:25
Sul topic del Frittole capirai le ragioni commerciali della scelta, che adesso, a quanto pare, dieci anni dopo tornano a farsi valide, perché sembra che la Disney USA/UK le stia rendendo disponibili per I-pad e I-phone.

Fonte: http://tvtropes.org/pmwiki/pmwiki.php/Main/PaperinikNewAdventures

È lo stesso sito che avevo postato nel topic di PKNA, dove s'accenna a questo fatto.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 21 Mag 2012, 14:19:12
Io mi chiedo: se i lettori di PK2 mostravano tutto il loro scontento ogni mese e le vendite calavano...

il PKteam non poteva, che ne so, modificare la trama in corso d'opera anticipando alcune idee che avevano nel cassetto (o anche solo dire "sì, il tal personaggio tornerà, dovete avere pazienza") invece di concludere tutto in fretta e furia e ricominciare da zero col Frittole?

Ricordo che all'epoca alcune anticipazioni erano state fatte "de visu" ai Pikers che andavano in visita alla redazione (Grrodon eccetera), a tal proposito. Si parlava di una terza serie, dove probabilmente sarebbero tornati gli evronz, ecc. E PK2 doveva durare 50 numeri. E dopo la Quadrilogia la storia delle figlie doveva prendersi una "pausa" e ad essa si sarebbe affiancata una nuova trama.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Mercoledì 20 Giu 2012, 14:32:57
Dieci anni fa oggi.

L'ultimo numero di Pk2 era in edicola. E si chiudeva il ciclo PKNA/Pk2. La rivoluzione era terminata.

Dieci anni dopo, li rimpiangiamo ancora: qualcosa vorrà certo dire!

Unitevi alla commemorazione, Pkers catatonici! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: el_pikappa - Mercoledì 20 Giu 2012, 15:16:11

Unitevi alla commemorazione, Pkers catatonici! ;)

Così sia..AMEN! [smiley=angel.gif]
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: NuvolaNera - Mercoledì 20 Giu 2012, 17:49:37


Pk, ci manchi.

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: fdl 98 - Mercoledì 20 Giu 2012, 19:26:27
Chiedo a chi possiede l'originale: ma anche nei vostri albi, nel primo numero di Pk2 la sfera di uno risulta verde con delle chiazze marroncine, o comunque diversa dal solito?
Grazie. :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: ele684 - Giovedì 21 Giu 2012, 14:45:46
Chiedo a chi possiede l'originale: ma anche nei vostri albi, nel primo numero di Pk2 la sfera di uno risulta verde con delle chiazze marroncine, o comunque diversa dal solito?
Grazie. :)
sì anche nel numero che ho io è così chissà come mai :o....comunque quando hai tempi lessi il numero uno di pk2 rimasi un pò sconvolta e intristita per i cambiamenti della storia...tanto che ho solo il primo numero... :( lo ammetto
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 21 Giu 2012, 16:19:33
Male avere solo il primo di PK2! Molto male!

Tenete duro, ragazzi, perché questa saga merita, e la recente ristampa pare fatta apposta per farvela apprezzare in massimo grado!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Giovedì 21 Giu 2012, 19:52:25
ma alla fin fine il vero protagonista in PKNA era il suo intero mondo, quel mondo così corale di personaggi tridimensionali che lo speciale "Missing" fotografa con superba maestria.

Ecco, giusto, i personaggi.

In PKNA ce ne sono tanti e tutti almeno una volta hanno avuto il loro momento di gloria

In PK2 non dico che ce ne sono pochi, ma la maggior parte di essi è praticamente di contorno e ininfluente (le guardie della StarCorp e i dipendenti del Duckmall sono praticamente un piccolo esercito di comparse)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: ele684 - Sabato 23 Giu 2012, 10:43:24
Male avere solo il primo di PK2! Molto male!

Tenete duro, ragazzi, perché questa saga merita, e la recente ristampa pare fatta apposta per farvela apprezzare in massimo grado!
ehm...chiedo scusa all' avvocato ma la mancanza di Uno mi ha amareggiato... :'( mi ero affezionata sigh
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 25 Giu 2012, 14:12:28
ehm...chiedo scusa all' avvocato ma la mancanza di Uno mi ha amareggiato... :'( mi ero affezionata sigh

Sai, io credo di essere uno dei pochi pker che è rimasto intristito dalla "scomparsa" di Uno, ma non amareggiato.

Perché Uno era solo un comprimario, non un protagonista delle PKNA. Era amato, adorato, venerato, come gli Evroniani, come il Razziatore, come Xadhoom e come tutti gli altri. Ma PKNA era il racconto delle avventure di Paperinik, non di Uno.

Quindi, l'uscita di scena di Uno in PK2 ci poteva anche stare. Ero addolorato, non amareggiato! ;)

Ma va detta anche una cosa: quando lessi PKNA e PK2, ero già sull'adulto andante (nel 1996 avevo già 21 anni), quindi ben capisco che la mia reazione potesse essere diversa rispetto a quella che lettori più giovani potrebbero avere avuto! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: ele684 - Lunedì 25 Giu 2012, 16:14:35

Sai, io credo di essere uno dei pochi pker che è rimasto intristito dalla "scomparsa" di Uno, ma non amareggiato.

Perché Uno era solo un comprimario, non un protagonista delle PKNA. Era amato, adorato, venerato, come gli Evroniani, come il Razziatore, come Xadhoom e come tutti gli altri. Ma PKNA era il racconto delle avventure di Paperinik, non di Uno.

Quindi, l'uscita di scena di Uno in PK2 ci poteva anche stare. Ero addolorato, non amareggiato! ;)

Ma va detta anche una cosa: quando lessi PKNA e PK2, ero già sull'adulto andante (nel 1996 avevo già 21 anni), quindi ben capisco che la mia reazione potesse essere diversa rispetto a quella che lettori più giovani potrebbero avere avuto! ;)
Sì lo so, però per me Uno  era  il braccio destro di paperinik,non era sempre al centro della scena con lui,ma era  una sorta di angelo custode...In effetti nel 96 avevo 12 anni... :-[
Uno torna in pk frittole(ho alcuni numeri) ma è snaturato non è più l' amico fidato, è pedante..è un altro personaggio insomma  :o
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Lunedì 25 Giu 2012, 20:07:22
Ma PKNA era il racconto delle avventure di Paperinik

Eh, peccato che PK2 in questo senso fallisca...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: PIERVI - Lunedì 25 Giu 2012, 22:10:54
Bè, io quando lessi PK2 ci rimasi solo un po' male per la fine di Uno, ma tanto sapevo che sarebbe tornato in PK-Pikappa* perchè se no Odin Eidolon non sarebbe mai esistito!









*io lessi tutti i PK vari anni fa e quando ero a PK2 ero convinto che PK-Pikappa sarebbe stato il continuo diretto di PK2, come quest ultimo per PKNA!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gancio - Martedì 26 Giu 2012, 09:55:08

Eh, peccato che PK2 in questo senso fallisca...
Ma insomma, teniamo conto che in PK2 Paperinik torna ad essere molto più al centro della scena, deve provare ad uscire da tutti quegli impicci senza il suo amico ipertecnologico e (quasi) onnipotente che gli dava una grandissima mano...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 26 Giu 2012, 13:31:32

Eh, peccato che PK2 in questo senso fallisca...


Perché "fallisce", scusa? :-?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Martedì 26 Giu 2012, 16:05:58


Perché "fallisce", scusa? :-?

Perchè Paperinik non sembra affatto il protagonista, e i numeri in cui la sua presenza è decisiva si contano sulle dita di una mano monca
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 26 Giu 2012, 16:41:58

Perchè Paperinik non sembra affatto il protagonista, e i numeri in cui la sua presenza è decisiva si contano sulle dita di una mano monca

Su questo ha ragione lui: purtroppo PK rimase il più delle volte "in panchina", costretto ad essere sostanzialmente un mero spettatore, mai realmente decisivo.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: prezio - Martedì 26 Giu 2012, 17:28:36
Perchè Paperinik non sembra affatto il protagonista, e i numeri in cui la sua presenza è decisiva si contano sulle dita di una mano monca

E' così. Ed è insieme il grande pregio ed il grande difetto di questa saga. E' un pregio perché ci presenta un PK spogliato e non protagonista assoluto come in PKNA, in una veste ancora più innovativa e geniale. Per questo anche io, come Photomas, sono rimasto addolorato ma non amareggiato dallo spegnimento di Uno. Questo anche perché, per la continuity, sapevo che prima o poi l'intelligenza artificiale sarebbe dovuta tornare in gioco e (allora...) mi fidavo ciecamente del PkTeam. Ovviamente le mie critiche a Pk2, anche in veste di lunghe lettere alla redazione, non sono mancate, ma la testata è stata di assoluto valore.

Tuttavia la presenza di un Pk non in primo piano è un difetto perché Pk2 presenta dei comprimari che, a parte (forse) Everett, non convincono del tutto e non si dimostrano così carismatici come quelli di PKNA.

Ovviamente, IMHO.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 26 Giu 2012, 17:56:53
Io non vedo un Paperinik sullo sfondo, scusatemi.

Perché, se la guerra è tra Everett e le figlie, Paperinik vi prende parte e, in un modo o nell'altro ha un ruolo decisivo in tutta la vicenda... Non mi pare messo in disparte, ma valorizzato, al pari dei comprimari.

Scusatemi un attimo, proviamo a vedere:

1) introduttivo, qui PK è necessariamente passivo, ma non sullo sfondo;
2) PK è essenziale nella trappola tesa ad Everett;
3) è PK con Lyla a determinare le sorti dello scontro Everett/Korinna;
4) PK è manovrato, ma è lui ad evitare guai al prof. Squarie;
5) PK è decisivo nell'intervenire alla fine per fermare Tyrrel (non so se Lyla ci sarebbe riuscita da sola);
6) PK è al centro di tutta la vicenda;
7) PK indaga sulle antenne e riesce a distruggerne alcune;
8) PK ferma lo scontro tra le bande rivali;
9) PK è determinante nello scontro che consente ad Everett di riavere la soluzione che scioglie il mostro cattivo;
10) PK è l'unico che riesce a tenere testa a Grafton sinché non lo arrestano;
11) PK scopre una buona fetta della verità su Everett;
12) PK si vede scambiare il corpo e deve recuperarlo;
13) la storia si svolge tutta nella mente di PK;
14) PK deve fermare un cyborg, ed è lui a farlo;
15) PK qui è davvero un po' in ombra, ma dovevano narrarci la storia decisiva di Everett;
16) PK parte da solo per un viaggio interplanetario ed è la sua strategia che permette a Neopard di ehm... vincere? perdere? fate voi!
17) PK ferma Korinna al Duckmall, anche se le sfugge;
18) PK porta, in accordo con Everett, l'attacco decisivo alle sorelle.

E per voi è in ombra? Mah... :-?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: NuvolaNera - Martedì 26 Giu 2012, 19:05:57
Personalmente sono d'accordo con te. E aggiungerei, in compenso, due ragioni che secondo me non hanno aiutato PK2, ragioni che non mi sembra siano state sottolineate fino ad ora.

1) La prima è relativa al merchandising: bisogna tener conto che un fumetto come PKNA aveva un minimo sviluppato quest'aspetto (pensiamo all'album di figurine, alle varie Pkenda, orologi, zaini diari e astucci e cianfrusaglie varie). Sono aspetti non fondamentali, ok, ciò che conta è una buona storia. Ma nell'ambito che si era creato ci stavano e avrebbero fatto pubblicità al fumetto, oltre che a tenere salda la community dei fan. Invece mi ricordo una pubblicità su PK2 della linea scuola di Pk che faceva sempre riferimento alla prima serie.(Da notare che durante la terza serie, non è comunque stato fatto nessun passo al riguardo)

2) Una storia dalla continuity così serrata è difficile da gestire da diversi autori, che hanno necessariamente degli approcci diversi. E' per questo che sono accadute cose come la "schizofrenia" di Juniper, che ad ogni numero sembrava cambiare personalità. Le soluzioni potevano essere due, o affidare la serie a un unico autore, e lasciargli gestire almeno un arco narrativo, come avviene per i supereroi americani, oppure distendere la continuity e allargare i filoni, per permettere a ciascuno di gestirsi il suo (in questo modo però la storia di Everett non sarebbe stata così centrale).
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 26 Giu 2012, 22:19:35
In realtà Juniper non si comporta da schizofrenica: FINGE! :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Martedì 3 Lug 2012, 17:56:22
E non accetto il fatto che l'abbiano troncato così, dal niente, a partire da scuse striminzite come "troppo adulto / a molti pkers non piace" fino a scuse più serie come "...non lo acquistano abbastanza persone...".
Una cosa veramente indecente, non sappiamo nemmeno come ha fatto Everett a tornare sulla Terra. Perché sì, voi che fate parte della branca coolflamizzata dei pkers (quelli idioti, in altre parole), (...)
E non gli ha detto niente a quelli che Uno c'era, sulla Terra, nel 2180 e qualcosa? E' stato detto in uno degli ultimi numeri, diamine! Perché sì, ci sono stati pkers che hanno montato bordelli a partire dalla cancellazione di Uno... la quale era impossibile, ma loro non se n'erano accorti! Troppo presi dalle critiche, mi pare ovvio.
Sciopero della compera, e PK2 chiude i battenti. (...) Che crollo disastroso del cavolo, non ha senso.

Non è strano come su questo e altri forum i detrattori/scioperanti di PK2 siano praticamente spariti?

Mi piacerebbe sentire l'opinione di almeno uno di loro...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Sabato 7 Lug 2012, 20:36:20
Scusate il doppio post ma vorrei sapere: a cosa è servita la "saga" delle antenne esattamente?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Domenica 8 Lug 2012, 06:07:30
Scusate il doppio post ma vorrei sapere: a cosa è servita la "saga" delle antenne esattamente?

Una sottotrama che è servita come pretesto per mettere PK contro i "loschi piani" di Everett.
In realtà le antenne servono probabilmente a cercare Korinna, e probabilmente è tutto a fin di bene, ma è proprio sulla reciproca incomprensione di Paperinik e Ducklair che si basa PK2.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Domenica 15 Lug 2012, 20:24:41
D'altro canto Serifa, in quanto parlamentare, può aver cambiato le carte in regola, assumendo sempre più potere fino a salire al vertice.
E ricordiamoci che ora non aveva più un marito nè dei figli...e il non avere affetti era il prerequisito indispensabile per diventare regina. Everett, paradossalmente, le ha fatto un favore, fuggendo con le figlie.

Allora io mi chiedo, perché Serifa doveva essere il ¨vero nemico¨ di PK2?

Sarebbe diventata regina di un pianeta pacifico, e in ogni caso le sue azioni erano assolutamente legali: come può una persona che non ha mai fatto nulla di male essere un nemico?

Prendetemi pure a sassate ma io preferisco la soluzione adottata in extremis per chiudere PK2, cioè che fossero le sorelle Ducklair (¨mostri¨ creati involontariamente dalle azioni di Everett) il vero pericolo da fermare
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: cuginoAnatrone - Lunedì 16 Lug 2012, 18:52:54
Eccomi presente, appena iscritto! :D
Pk2 non mi è piaciuto proprio...cioè, non si può definire Pk un fumetto senza Uno, inoltre ci sono state troppe scelte che non condivido.
1)Everett come nemico non rende: per tutta la saga fino agli ultimi numeri non si riesce mai a capire se sia buono o cattivo o almeno dove vuole andare a parare. E' troppo indefinito, lo si riesce ad odiare solo all'inizio (UNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO), ma poi basta...insomma in 2 parole: in Pk2 non c'è un cattivo, un antagonista degno di questo nome.
2)Pk è stato bello per le diverse trame che si intrecciavano magistralmente tra loro: c'erano gli evroniani, xadhoom, lo scontro tempolizia/lyla/razziatore, due (inteso come IA). In Pk2, a parte qualche debole tentativo, c'è solo la trama principale..con quello che ne consegue!
3)Troppo concentrato su Pk, nessun altro personaggio degno di nota...i nuovi non hanno nessuno spessore.Dov'è camera9?Lyla? (la vera Lyla, qui è inutile) Xadhoom? UnoooooooooooonnooooooT_T?
4)Finale sbrigativo...lo leggi e ti chiedi "chissà cosa accade nel prossimo numero" poi leggi la pagina dopo e resti così O_O "...ma è finito?No dai.."
5)Ovviamente...hanno tolto Uno sostituitendolo con un vecchio scemo! E paperino nemmeno si arrabbia, si intristisce.."ah hai cancellato uno?Caspita...mmm...dunque che mi faccio per colazione?", roba da matti.

Insomma...se mai ci sarà una terza serie che metterà assieme le prime due (il nemico potrebbe essere la moglie di everett alla conquista della terra) allora Pk2 si potrà considerare come una piacevole transizione, così com'è PK2 NON ESISTE.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Lunedì 16 Lug 2012, 19:08:23
Questo lo dici tu. PK2 esiste eccome.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 16 Lug 2012, 19:29:48
Eccomi presente, appena iscritto! :D
Pk2 non mi è piaciuto proprio...cioè, non si può definire Pk un fumetto senza Uno, inoltre ci sono state troppe scelte che non condivido.
1)Everett come nemico non rende: per tutta la saga fino agli ultimi numeri non si riesce mai a capire se sia buono o cattivo o almeno dove vuole andare a parare. E' troppo indefinito, lo si riesce ad odiare solo all'inizio (UNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO), ma poi basta...insomma in 2 parole: in Pk2 non c'è un cattivo, un antagonista degno di questo nome.

Il fatto che ci fosse un "vero nemico" è suggerito per tutta la serie, nel numero 15 viene rivelato (e non è Everett), ma purtroppo hanno chiuso la serie troppo in fretta.

Citazione
2)Pk è stato bello per le diverse trame che si intrecciavano magistralmente tra loro: c'erano gli evroniani, xadhoom, lo scontro tempolizia/lyla/razziatore, due (inteso come IA). In Pk2, a parte qualche debole tentativo, c'è solo la trama principale..con quello che ne consegue!

Quello è stato un altro problema: in teoria c'erano nuove trame (Tyrrel ecc) che dovevano sposarsi con la trama principale, ma non sono state sfruttate in tempo.

Citazione
3)Troppo concentrato su Pk, nessun altro personaggio degno di nota...i nuovi non hanno nessuno spessore.Dov'è camera9?Lyla? (la vera Lyla, qui è inutile) Xadhoom? UnoooooooooooonnooooooT_T?
4)Finale sbrigativo...lo leggi e ti chiedi "chissà cosa accade nel prossimo numero" poi leggi la pagina dopo e resti così O_O "...ma è finito?No dai.."
5)Ovviamente...hanno tolto Uno sostituitendolo con un vecchio scemo! E paperino nemmeno si arrabbia, si intristisce.."ah hai cancellato uno?Caspita...mmm...dunque che mi faccio per colazione?", roba da matti.

Insomma...se mai ci sarà una terza serie che metterà assieme le prime due (il nemico potrebbe essere la moglie di everett alla conquista della terra) allora Pk2 si potrà considerare come una piacevole transizione, così com'è PK2 NON ESISTE.

Capisco quello che intendi dire.
PK2 così com'è non è un granché perché è sostanzialmente una grande "incompiuta".
E' monca, è zoppa, è interrotta sul più bello: ovvio che non soddisfi. Il mio sogno sarebbe unire le tematiche di PKNA a quelle di PK2 per porre fine a tutte le sottotrame lasciate aperte dalle due serie...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Lunedì 16 Lug 2012, 19:33:46

Allora io mi chiedo, perché Serifa doveva essere il ¨vero nemico¨ di PK2?

Sarebbe diventata regina di un pianeta pacifico, e in ogni caso le sue azioni erano assolutamente legali: come può una persona che non ha mai fatto nulla di male essere un nemico?

Prendetemi pure a sassate ma io preferisco la soluzione adottata in extremis per chiudere PK2, cioè che fossero le sorelle Ducklair (¨mostri¨ creati involontariamente dalle azioni di Everett) il vero pericolo da fermare

Dipende: in PK2 9 Corona stava inviando una seconda sonda sulla Terra (perché "nessuno può sfuggire impunemente alle nostre leggi"). Può anche darsi che Corona (e Serifa) intendessero recuperare Everett e figlie. Può essere che, ora che Everett è su Corona, Serifa lo condanni a morte e PK debba raggiungerlo per salvarlo, può darsi che siccome ora è regina (forse?) non voglia più fra i piedi neanche Korinna e Juniper (e che quindi vadano salvate anch'esse), può essere che il potere le abbia dato alla testa rendendola una tiranna dispotica...e ricordiamo che Corona non è così "pacifico" come sembra... ;)

Insomma, le opzioni sono tante.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: cuginoAnatrone - Lunedì 16 Lug 2012, 22:41:10
No dai, non puoi far comparire il "vero nemico" all'ultimo numero: il nemico, o almeno quello che si avvicina di più a questo concetto, è everett! Poi se anche fosse che Pk2 è stato interrotto prematuramente...che razza di scelta è quella di far comparire l'antagonista dopo 18 volumi?
E anche per le sottotrame: non ci sono, punto...non possiamo basarci su quello che "ci sarebbe stato"..

Alla fine sono d'accordo con te sulla prosecuzione e avrei anche già in mente l'inizio: sicuramente il nemico sarebbe Corona e, copiando un po' dalla prima serie, stavolta la terra viene attaccata dai compaesani di everett invece che dagli evroniani.
Ovviamente stavolta ci sarà di nuovo Uno che, alla fine della seconda stagione, everett ha riattivato come ringraziamento (sarebbe spassoso se, attualmente, lo impersona tramite ologrammi mandando avanti il suo impero)

Ma questa è solo un'idea..come hai detto ce ne sono tante di possibilità!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gancio - Martedì 17 Lug 2012, 12:28:46
Concordo con il concetto di incompiuto. Con la scusa dell'uscita de "il mito" mi sono riletto tutto pk2 con calma ed attenzione, ed è proprio quella la sensazione che trasmette...

Di cert un'ipotetica continuazione avrebbe talmente tanta "carne al fuoco" da farci uscire un bel po di numeri... se qualcuno vuole discutere delle sue idee mi farebbe piacere
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Martedì 17 Lug 2012, 13:21:22
Eccomi presente, appena iscritto! :D
Pk2 non mi è piaciuto proprio...cioè, non si può definire Pk un fumetto senza Uno, inoltre ci sono state troppe scelte che non condivido.
1)Everett come nemico non rende: per tutta la saga fino agli ultimi numeri non si riesce mai a capire se sia buono o cattivo o almeno dove vuole andare a parare. E' troppo indefinito, lo si riesce ad odiare solo all'inizio (UNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO), ma poi basta...insomma in 2 parole: in Pk2 non c'è un cattivo, un antagonista degno di questo nome.
2)Pk è stato bello per le diverse trame che si intrecciavano magistralmente tra loro: c'erano gli evroniani, xadhoom, lo scontro tempolizia/lyla/razziatore, due (inteso come IA). In Pk2, a parte qualche debole tentativo, c'è solo la trama principale..con quello che ne consegue!
3)Troppo concentrato su Pk, nessun altro personaggio degno di nota...i nuovi non hanno nessuno spessore.Dov'è camera9?Lyla? (la vera Lyla, qui è inutile) Xadhoom? UnoooooooooooonnooooooT_T?
4)Finale sbrigativo...lo leggi e ti chiedi "chissà cosa accade nel prossimo numero" poi leggi la pagina dopo e resti così O_O "...ma è finito?No dai.."
5)Ovviamente...hanno tolto Uno sostituitendolo con un vecchio scemo! E paperino nemmeno si arrabbia, si intristisce.."ah hai cancellato uno?Caspita...mmm...dunque che mi faccio per colazione?", roba da matti.

Insomma...se mai ci sarà una terza serie che metterà assieme le prime due (il nemico potrebbe essere la moglie di everett alla conquista della terra) allora Pk2 si potrà considerare come una piacevole transizione, così com'è PK2 NON ESISTE.

PK2 esiste, ed è il punto di riferimento immediatamente successivo alle PKNA. Che il finale, per quanto a suo modo completo, sia stato lasciato aperto, è un altro paio di maniche. Ogni ripresa che non sia una riscrittura deve partire da lì.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Martedì 17 Lug 2012, 17:41:39
No dai, non puoi far comparire il "vero nemico" all'ultimo numero: il nemico, o almeno quello che si avvicina di più a questo concetto, è everett!

-sigh- (alza gli occhi al cielo)

Non è comparso nell'ultimo numero. Originariamente PK2 doveva durare una cinquantina di numeri come PKNA, altro che ultimi numeri.

Citazione
Poi se anche fosse che Pk2 è stato interrotto prematuramente...che razza di scelta è quella di far comparire l'antagonista dopo 18 volumi?

Voglia di fare qualcosa di diverso? Di non spiattellare tutto già nei primi numeri ma di creare qualcosa di graduale? Per dire, eh.

Citazione
E anche per le sottotrame: non ci sono, punto...non possiamo basarci su quello che "ci sarebbe stato"..

PK2 era progettato in un certo modo, per cui le scelte effettuate vanno valutate tenendo conto delle intenzioni originali.

Citazione
Alla fine sono d'accordo con te sulla prosecuzione e avrei anche già in mente l'inizio: sicuramente il nemico sarebbe Corona e, copiando un po' dalla prima serie, stavolta la terra viene attaccata dai compaesani di everett invece che dagli evroniani.
Ovviamente stavolta ci sarà di nuovo Uno che, alla fine della seconda stagione, everett ha riattivato come ringraziamento (sarebbe spassoso se, attualmente, lo impersona tramite ologrammi mandando avanti il suo impero)

Ma questa è solo un'idea..come hai detto ce ne sono tante di possibilità!

E' questo il problema di PK2: più possibilità e potenzialità che realizzazione concreta.

Concordo con il concetto di incompiuto. Con la scusa dell'uscita de "il mito" mi sono riletto tutto pk2 con calma ed attenzione, ed è proprio quella la sensazione che trasmette...

Di cert un'ipotetica continuazione avrebbe talmente tanta "carne al fuoco" da farci uscire un bel po di numeri... se qualcuno vuole discutere delle sue idee mi farebbe piacere

Per cominciare, la trama di Everett, Korinna e Juniper su Corona, faccia a faccia con Serifa.

Poi, Uno (che necessariamente dovrà essere riattivato).

Il segreto di Astrongman (e di Lyo).

Tyrrel Duckard e in generale la Microcontrazione.

Grrodon che trama sulla Terra (in carcere nel dept. 51? E' un mutaforma -e l'esercito non lo sa-, può fuggire quando vuole).

Il Sommo Zotnam, il consigliere Zeron, il Saggio fra noi (Gorthan?)...insomma, gli evroniani superstiti.

Il cd di Xadhoom.

Fenimore Cook e la sua guerra con Angus.

Camera 9.

Il viaggio di Xarion (PKNA speciale '99).

La scomparsa di Norman Bates Russel (PKNA 13).

...carne al fuoco ce n'è tanta! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gancio - Martedì 17 Lug 2012, 19:00:20

Per cominciare, la trama di Everett, Korinna e Juniper su Corona, faccia a faccia con Serifa.
Poi, Uno (che necessariamente dovrà essere riattivato).
Questi due argomenti, tra loro collegati dato che Uno lo dovrebbe riattivare proprio Everett (magari in fuga da Corona) potrebbero costituire "l'ossatura principale", e concludersi con la partenza (il ritorno) di ED al monastero


Il segreto di Astrongman (e di Lyo).
Mi sarebbe piaciuto che alla fine si scopriva essere proprio Lyo il fantomatico supereroe anni 50, peccato cha la cosa era stata esclusa...

Tyrrel Duckard e in generale la Microcontrazione.
Questo lo ritengo un argomento importante, sia perchè potrebbe dare un minimo di risalto in più ad una certa papera bionda che in questa serie ha fatto ben poco, sia perchè è comunque collegato al discorso dei viaggi nel tempo, che prima o poi dovrebbero ritornare possibili

Grrodon che trama sulla Terra (in carcere nel dept. 51? E' un mutaforma -e l'esercito non lo sa-, può fuggire quando vuole).
Il Sommo Zotnam, il consigliere Zeron, il Saggio fra noi (Gorthan?)...insomma, gli evroniani superstiti.
E se gli evroniano diventassero ostili proprio verso corona? (d'accordo questa è grossa...)

Il cd di Xadhoom.
Già, che fine ha fatto...?

Fenimore Cook e la sua guerra con Angus.
Camera 9.
Il viaggio di Xarion (PKNA speciale '99).
La scomparsa di Norman Bates Russel (PKNA 13).
Questi argomenti hanno, forse, potenzialità minori rispetto agli altri, tuttavia qualche numero potrebbe uscirci...

...carne al fuoco ce n'è tanta! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Martedì 17 Lug 2012, 19:45:34
Il cd di Xadhoom.
Già, che fine ha fatto...?

Ma solo io ho capito che la memoria di Xadhoom ha smesso di funzionare in Nell'ombra PER SEMPRE?

La sua storia si è conclusa perfettamente, lasciamola riposare in pace  ::)

E se gli evroniani diventassero ostili proprio verso corona? (d'accordo questa è grossa...)

Casomai potrebbero fondare un'alleanza: i vertici coroniani crescono annullando le emozioni, gli evroniani si nutrono di emozioni, potrebbero fare uno scambio equo  ::)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Martedì 17 Lug 2012, 21:10:25
Ma solo io ho capito che la memoria di Xadhoom ha smesso di funzionare in Nell'ombra PER SEMPRE?

La sua storia si è conclusa perfettamente, lasciamola riposare in pace  ::)
Hai capito molto bene.

Casomai potrebbero fondare un'alleanza: i vertici coroniani crescono annullando le emozioni, gli evroniani si nutrono di emozioni, potrebbero fare uno scambio equo  ::)
Troppo macabro per essere Disney, purtroppo.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Gancio - Mercoledì 18 Lug 2012, 10:23:36
Troppo macabro per essere Disney, purtroppo.
In effetti non era male come idea, però non mi convince una cosa: come possono i Coroniani cedere qualcosa che imparano a non sviluppare, cioè che non hanno? Forse gli alieni beccuti viola potrebbero adattare la coolflamizzazione in modo tale da depredare le emozioni ma lasciare il soggetto comunque lucido?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Brad van Beck - Mercoledì 18 Lug 2012, 18:52:35
Salve!

Entro nella discussione in qualità di (parziale) detrattore di PK2

In sintesi ecco le mie opinioni (per quel poco che valgono):

I primi numeri (i primi tre per la precisione) erano ottimi: tanto i disegni quanto le sceneggiature si dimostravano all'altezza dei migliori PKNA.
"Ducklair" rimaneva certamente un capolavoro - amaro per la scomparsa di Uno - ma, anche per questo, straordinario.

Poi iniziava una lenta e praticamente inarrestabile flessione.

Quali i problemi? Diversi.

Il primo indissolubilmente legato alle caratteristiche di PKNA.
Nel corso della prima serie, Paperinik era stato di fatto promosso da eroe/vendicatore paperopolese a paladino del pianeta terra, coinvolto in avventure cosmiche con alleati straordinari e nemici implacabili.
In PK2 il suo ruolo veniva decisamente ridimensionato. Un esempio banale: le bande protagoniste di due tavole in "Trauma" (se non sbaglio) diventano in PK2 lo spunto per un intero albo ("Soltanto un amico"). Per un lettore che iniziasse l'avventura nel mondo di Paperinik con PK2 tutto questo non sarebbe certo un problema, non avendo punti di riferimento. Per un lettore della prima serie sarebbe come trovare, su un albo dei Vendicatori, una storia di Devil contro il Bue o il Gladiatore (gli appassionati Marvel capiranno!).

Secondo: il nemico.
C'è poco da fare: serve un nemico. Ducklair è un nemico a metà. Può andar bene per 5-6 numeri, non per 15. Non penso sia una giustificazione evidenziare come il progetto prevedesse 50 numeri. Dopo 10 mesi un nemico serve. Invece proprio in quel momento si naviga a vista: Everett chiaramente non è il cattivo, ma il nuovo misterioso avversario tarda a subentrare.

Terzo: l'alieno.
Ecco: Everett alieno no. Si tratta di gusti personali, ma provo ad argomentare. Si parte dal fatto che alieni del tutto identici ai (paperi) terrestri non dovrebbero essere molto comuni. Inoltre il personaggio tratteggiato in PKNA viene distrutto, così come le sue motivazioni. Perché ritirarsi in un eremo? Per sviluppare maggiormente i propri poteri psichici? Motivazione un po' debole. Per sfuggire alle proprie responsabilità? Boh. Anche il suo comportamento è fin troppo bizzarro e altalenante: tutta la storia delle antenne per cosa? Perché l'ostilità nei confronti di Pk?

Quarto: i comprimari e gli avversari.
Lyo non vale Uno e non viene particolarmente sfruttato. Tutto il Duckmall con annessa Starcorp non vale Channel 00 o anche solo un personaggio come Camera 9 (nel complesso poco sfruttato in PKNA). Tyrrel è la sola novità di rilievo. Peraltro non ho mai capito perché non risentisse dei problemi dovuti alla microcontrazione che avevano costretto Lyla a tornare nel futuro.

Piccola parentesi. In "La fine della storia" viene mostrata una scena dell'addestramento di Lyla. Da quando i droidi vengono addestrati? Non dovrebbero essere semplicemente programmati? I droidi si innamorano? Sognano pecore elettriche? Un simile atteggiamento non dovrebbe essere considerato "emotività fuori scala"? Roba da processo e da "Frammenti d'Autunno" (spettacolare!!!)

Quinto: perché abolire la copertina doppia?

Sesto: le storie brevi? Dove sono le storie brevi? Vedi alla voce Evron, Angus Tales...

E potrei parlare ancora, ma per il momento concludo qui.

Saluti!

P.S. Abbiate pietà, è il mio secondo post!




Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Mercoledì 18 Lug 2012, 18:53:30
...carne al fuoco ce n'è tanta! ;)

A questo proposito, Sommo, come sta andando il tuo progetto di stesura della storia di collegamento tra Pk2 e la continuity normale?

Mi ricordo che ci avevi mostrato una prima parte molto interessante, pero poi non ho più visto ninete, oppure mi sbaglio?

Aspetto fiducioso il seguito.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: cianfa88 - Giovedì 19 Lug 2012, 12:55:34
Tutto e niente
L'ultima caccia

Sono due ottime storie prese di per sè, ma sprecate per Pk2. Mi spiego: se fossero uscite per PKNA sarebbero state eccellenti, ma nella continuity stretta di PK2 stonano un po' e non riesco a farmele piacere completamente.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 19 Lug 2012, 15:59:29
Salve!

Entro nella discussione in qualità di (parziale) detrattore di PK2

In sintesi ecco le mie opinioni (per quel poco che valgono):

I primi numeri (i primi tre per la precisione) erano ottimi: tanto i disegni quanto le sceneggiature si dimostravano all'altezza dei migliori PKNA.
"Ducklair" rimaneva certamente un capolavoro - amaro per la scomparsa di Uno - ma, anche per questo, straordinario.

Poi iniziava una lenta e praticamente inarrestabile flessione.

Quali i problemi? Diversi.

Il primo indissolubilmente legato alle caratteristiche di PKNA.
Nel corso della prima serie, Paperinik era stato di fatto promosso da eroe/vendicatore paperopolese a paladino del pianeta terra, coinvolto in avventure cosmiche con alleati straordinari e nemici implacabili.
In PK2 il suo ruolo veniva decisamente ridimensionato. Un esempio banale: le bande protagoniste di due tavole in "Trauma" (se non sbaglio) diventano in PK2 lo spunto per un intero albo ("Soltanto un amico"). Per un lettore che iniziasse l'avventura nel mondo di Paperinik con PK2 tutto questo non sarebbe certo un problema, non avendo punti di riferimento. Per un lettore della prima serie sarebbe come trovare, su un albo dei Vendicatori, una storia di Devil contro il Bue o il Gladiatore (gli appassionati Marvel capiranno!).

Secondo: il nemico.
C'è poco da fare: serve un nemico. Ducklair è un nemico a metà. Può andar bene per 5-6 numeri, non per 15. Non penso sia una giustificazione evidenziare come il progetto prevedesse 50 numeri. Dopo 10 mesi un nemico serve. Invece proprio in quel momento si naviga a vista: Everett chiaramente non è il cattivo, ma il nuovo misterioso avversario tarda a subentrare.

Terzo: l'alieno.
Ecco: Everett alieno no. Si tratta di gusti personali, ma provo ad argomentare. Si parte dal fatto che alieni del tutto identici ai (paperi) terrestri non dovrebbero essere molto comuni. Inoltre il personaggio tratteggiato in PKNA viene distrutto, così come le sue motivazioni. Perché ritirarsi in un eremo? Per sviluppare maggiormente i propri poteri psichici? Motivazione un po' debole. Per sfuggire alle proprie responsabilità? Boh. Anche il suo comportamento è fin troppo bizzarro e altalenante: tutta la storia delle antenne per cosa? Perché l'ostilità nei confronti di Pk?

Quarto: i comprimari e gli avversari.
Lyo non vale Uno e non viene particolarmente sfruttato. Tutto il Duckmall con annessa Starcorp non vale Channel 00 o anche solo un personaggio come Camera 9 (nel complesso poco sfruttato in PKNA). Tyrrel è la sola novità di rilievo. Peraltro non ho mai capito perché non risentisse dei problemi dovuti alla microcontrazione che avevano costretto Lyla a tornare nel futuro.

Piccola parentesi. In "La fine della storia" viene mostrata una scena dell'addestramento di Lyla. Da quando i droidi vengono addestrati? Non dovrebbero essere semplicemente programmati? I droidi si innamorano? Sognano pecore elettriche? Un simile atteggiamento non dovrebbe essere considerato "emotività fuori scala"? Roba da processo e da "Frammenti d'Autunno" (spettacolare!!!)

Quinto: perché abolire la copertina doppia?

Sesto: le storie brevi? Dove sono le storie brevi? Vedi alla voce Evron, Angus Tales...

E potrei parlare ancora, ma per il momento concludo qui.

Saluti!

P.S. Abbiate pietà, è il mio secondo post!





Sai cos'è il punto? Che io non ho mai visto questa "urbanità" spaventosa in PK2.

Vero, un po' il contesto si restringe, ma mica più di tanto. Quante sono le avventure solo paperopolesi? Praticamente nessuna.

Quando c'è Everett, le cose si fanno sempre in grande stile: Paperopoli è lo sfondo di uno scontro di titani, ma sarebbe andato bene qualsiasi altro posto.

Le bande rivali e gli avvocati traffichini prendono spunto da giri internazionali di materiale bellico, anche extrapaperopoli.

Per il resto, il nostro papero gira dal Polo allo spazio, contro o in aiuto di un avversario alieno: quindi il suo campo dimensionale non è poi così urbano come lo si crede, ma è sempre "grande formato"! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Giovedì 19 Lug 2012, 16:43:45
Quinto: perché abolire la copertina doppia?

Sesto: le storie brevi? Dove sono le storie brevi? Vedi alla voce Evron, Angus Tales...

In generale Pk2 é un coraggioso tentativo di fare qualcosa di totalmente diverso rispetto a Pkna. Cambiare punto di vista, scenario, comprimari, cattivi, atmosfera. é su quest'ultima parola che si gioca tutto Pk2. Se in Pkna l'atmosfera era piu rilassata con venature seriose, fatta di cattivi netti e definiti, alieni viola e criminali temporali, in Pk2 si decide di puntare tutto sull'ambiguità, sulle sottigliezze, sul non detto, sull'indefinito. Di fatto Paperinik é solo, senza Uno, in un mondo dove ha perso i suoi classici appigli di riferimento. Everett gioca la parte di chi ti strappa via tutto, senza pero avere necessariamente intenti malvagi.

Pkna é più semplice, perché propone situazioni nette, schemi classici. Intelligentemente, inoltre, propone anche introspezione (vedi Gorthan o il razziatore). Pk2 é più complesso, meno evidente, e molto più esigente con il lettore, più pretenzioso. E forse chiese troppo, in maniera simile a quanto fatto con MM.

Pescando dalla mia storia personale, io avevo smesso di seguire Pkna fin dal numero 16, ma con Ducklair mi ero appassionato tantissimo alla vicenda, fin da subito. Smisi pero col numero 7, curioso di sapere gli svolgimenti ma stanco di un ritmo lento.

Sicuramente fu un errore non diversificare la storia fin da subito. Pero Pk2 é sicuramente la piu coraggiosa serie disney insieme a MM, capace di ribaltare tutto e puntare su ben altro, sentimenti ed emozioni, non rinnegando Pkna anzi, rinnovando ed esaltando la figura di Paperinik, ancora più a tutto tondo e carismatico.

Riguardo alla copertina doppia, direi che é stato un bene. Spesso e volentieri la quarta di copertina era vuota, usata come mera estensione dello sfondo. Inoltre le locandine non erano affatto male.

Invece la storia breve era inutile tante volte e, nel contesto serioso di Pk2 avrebbe stonato. Meglio le buone rubriche.

Entrambe queste soluzioni furono accolte dal Pkteam dopo il sondaggio fatto sul numero 40 di Pkna, se non sbaglio. E, personalmente, hanno fatto bene.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Giovedì 19 Lug 2012, 17:57:02
Questi due argomenti, tra loro collegati dato che Uno lo dovrebbe riattivare proprio Everett (magari in fuga da Corona) potrebbero costituire "l'ossatura principale", e concludersi con la partenza (il ritorno) di ED al monastero

Esatto: ogni storia futura di PK non potrà prescindere da questo esito.

Citazione
Mi sarebbe piaciuto che alla fine si scopriva essere proprio Lyo il fantomatico supereroe anni 50, peccato cha la cosa era stata esclusa...

Era praticamente palese: nel 17 dicono nella Tekno Room che era solo un assistente smentendo le voci, ma solo perché il prossimo numero doveva essere l'ultimo di PK2. Non aveva senso rivelare una cosa che non sarebbe mai stata confermata nella storia vera e propria.

Citazione
Questo lo ritengo un argomento importante, sia perchè potrebbe dare un minimo di risalto in più ad una certa papera bionda che in questa serie ha fatto ben poco, sia perchè è comunque collegato al discorso dei viaggi nel tempo, che prima o poi dovrebbero ritornare possibili

Ancora mi chiedo cosa contenesse quella storia mai narrata che era già in progettazione...


Ma solo io ho capito che la memoria di Xadhoom ha smesso di funzionare in Nell'ombra PER SEMPRE?

La sua storia si è conclusa perfettamente, lasciamola riposare in pace  ::)

E' una possibilità: di sicuro ora "riposa" e "chissà" se tornerà, come dice il padre.

La storia è presentata proprio in maniera tale che, se si volesse, si potrebbe anche chiuderla lì.

Citazione
Casomai potrebbero fondare un'alleanza: i vertici coroniani crescono annullando le emozioni, gli evroniani si nutrono di emozioni, potrebbero fare uno scambio equo  ::)

Sarebbe curioso vederli interagire: sarebbero un misero pasto, per gli evroniani, in effetti.

Perché ritirarsi in un eremo? Per sviluppare maggiormente i propri poteri psichici? Motivazione un po' debole. Per sfuggire alle proprie responsabilità? Boh. Anche il suo comportamento è fin troppo bizzarro e altalenante: tutta la storia delle antenne per cosa? Perché l'ostilità nei confronti di Pk?

Una cosa potrebbe non escludere l'altra: Everett potrebbe essere DAVVERO andato a Dhasam-Bul per "trovare la parte migliore di sé". PK2 casomai spiega perché sia diventato un paranoico costruttore di armi pericolosissime e distruttive: la paura di un'invasione da parte del suo popolo, la paura delle sue figlie.

Le antenne servivano per trovare Korinna e per verificare se le figlie stavano o meno manipolando la mente della popolazione (nei numeri 17 e 18 questo si rivela fondamentale).

Però sì, l'ostilità nei confronti di PK non ha senso. Ma soprattutto al lettore medio era palesemente chiaro che Everett comunque agisse a fin di bene, per cui come minaccia alla Lex Luthor risultava poco credibile: il suo bluff era noto.

Citazione
Tyrrel è la sola novità di rilievo. Peraltro non ho mai capito perché non risentisse dei problemi dovuti alla microcontrazione che avevano costretto Lyla a tornare nel futuro.

Sospetto sia un effetto collaterale della stessa "cosa" che ha "costretto" Lyla a restare nel presente.

Citazione
Piccola parentesi. In "La fine della storia" viene mostrata una scena dell'addestramento di Lyla. Da quando i droidi vengono addestrati? Non dovrebbero essere semplicemente programmati? I droidi si innamorano? Sognano pecore elettriche? Un simile atteggiamento non dovrebbe essere considerato "emotività fuori scala"? Roba da processo e da "Frammenti d'Autunno" (spettacolare!!!)

Sì, infatti quella scena m'è sembrata una sciocchezza pure a me.



A questo proposito, Sommo, come sta andando il tuo progetto di stesura della storia di collegamento tra Pk2 e la continuity normale?

Mi ricordo che ci avevi mostrato una prima parte molto interessante, pero poi non ho più visto ninete, oppure mi sbaglio?

Aspetto fiducioso il seguito.

Il problema principale è che vorrei realizzarlo come storia a fumetti (aggratis sul web e citando il copyright degli aventi diritto, così eviterei qualsivoglia grana legale, poiché non ne trarrei profitto), ma mi manca la materia prima: qualche anima pia che me la disegni (e che, possibilmente, me la disegni bene)! :)

Anzi, spargete la voce e fatemi sapere se c'è qualcuno/a che sia disponibile, ve ne sarei eternamente grato! :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: V - Giovedì 19 Lug 2012, 18:16:01
Il problema principale è che vorrei realizzarlo come storia a fumetti (aggratis sul web e citando il copyright degli aventi diritto, così eviterei qualsivoglia grana legale, poiché non ne trarrei profitto), ma mi manca la materia prima: qualche anima pia che me la disegni (e che, possibilmente, me la disegni bene)! :)

Anzi, spargete la voce e fatemi sapere se c'è qualcuno/a che sia disponibile, ve ne sarei eternamente grato! :D

Dunque avresti gia finito la sceneggiatura? Interessante.

In ogni caso c'e l'ottimo Bacci, é sicuramente pronto, basta chiamarlo ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Giovedì 19 Lug 2012, 19:04:12
Il quale è sempre sommerso di lavoro. :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Brad van Beck - Venerdì 20 Lug 2012, 21:48:48

Sicuramente fu un errore non diversificare la storia fin da subito. Pero Pk2 é sicuramente la piu coraggiosa serie disney insieme a MM, capace di ribaltare tutto e puntare su ben altro, sentimenti ed emozioni, non rinnegando Pkna anzi, rinnovando ed esaltando la figura di Paperinik, ancora più a tutto tondo e carismatico.

Riguardo alla copertina doppia, direi che é stato un bene. Spesso e volentieri la quarta di copertina era vuota, usata come mera estensione dello sfondo. Inoltre le locandine non erano affatto male.

Invece la storia breve era inutile tante volte e, nel contesto serioso di Pk2 avrebbe stonato. Meglio le buone rubriche.

Entrambe queste soluzioni furono accolte dal Pkteam dopo il sondaggio fatto sul numero 40 di Pkna, se non sbaglio. E, personalmente, hanno fatto bene.


È proprio il legame con MM che, in parte, contesto.

Premetto di essere un fan di MM sin dal primo numero. L'ambientazione, le avventure e gli intrighi sono perfetti per un personaggio come Topolino.

Paperino (e Paperinik) è invece, a mio parere, un personaggio dalla verve comica più accentuata, che soffre situazioni troppo opprimenti.

Peraltro proprio in Ducklair, un Artibani in gran spolvero stempera i toni, altrimenti drammatici, con le disavventure di un Paperino costretto a mascherare i danni prodotti da una Pikar in salotto!

Le storie brevi avrebbero potuto garantire un pizzico di comicità in più o approfondire la psicologia di alcuni personaggi (come nella serie 5Y in PKNA).

Le rubriche non sono certo male, ma non esaltanti. Non ho mai apprezzato un eccessivo approfondimento delle tematiche trattate nel fumetto, eccezion fatta per le schede dei personaggi e le rare schede tecniche di PKNA. La sospensione dell'incredulità finisce spesso con l'ultima tavola della storia.

Le locandine in alcuni casi erano veramente belle, ma la doppia copertina era ottima per il mio desktop!

Grazie per la risposta, è un piacere scambiare opinioni su questo forum!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Sommo Zotnam - Sabato 21 Lug 2012, 07:31:27

Dunque avresti gia finito la sceneggiatura? Interessante.

A grandi linee sì, la struttura è al 90% pronta (qualche dubbio su alcuni dettagli, ma facilmente risolvibili "in corso"). La prima storia è praticamente pronta.

Citazione
In ogni caso c'e l'ottimo Bacci, é sicuramente pronto, basta chiamarlo ;)

Non conosco, mi devo informare! :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Domenica 30 Dic 2012, 23:52:10
Peraltro proprio in Ducklair, un Artibani in gran spolvero stempera i toni, altrimenti drammatici, con le disavventure di un Paperino costretto a mascherare i danni prodotti da una Pikar in salotto!
Be', in realtà quello è lo stile di scrittura di Artibani: storie anche di grande tensione emotiva o di stampo avventuroso condite con dialoghi e situazioni comiche che diversificano il tono della storia in modo molto piacevole. Indipendentemente dall'atmosfera della seconda stagione di PK.

Le storie brevi avrebbero potuto garantire un pizzico di comicità in più o approfondire la psicologia di alcuni personaggi (come nella serie 5Y in PKNA).
Quello sicuramente. Però in redazione devono aver pensato che, se di cambio si trattava, doveva essere tanto coraggioso da toccare più punti possibili, in modo sensato. Togliere sicurezze ai lettori, oltre che a Paperinik.

Le rubriche non sono certo male, ma non esaltanti. Non ho mai apprezzato un eccessivo approfondimento delle tematiche trattate nel fumetto, eccezion fatta per le schede dei personaggi e le rare schede tecniche di PKNA. La sospensione dell'incredulità finisce spesso con l'ultima tavola della storia.
Non condivido. Anzi, uno dei punti forti di Frittole, per andare a ravanare in ambiti meno pregiati rispetto a PK2, erano proprio i Backstage di Ambrosio che approfondivano la realizzazione delle storie e tutto quel che ci sta dietro. Così il Teknoforum e il Digital PK in Pk2 :) Ad ogni modo, la rivista era equilibrata, visto che la PK2Mail e il Riportage erano lollosissimi :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Mason - Lunedì 31 Dic 2012, 00:20:42
Una curiosità su Affari di famiglia (PRDQP, insomma :P ):
Una volta sconfitte le figlie, Ducklair dichiara di fronte a PK di voler tornare su Corona, ma Everett quando ha scoperto che PK sa? Viene spiegato in una delle rubriche?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Lunedì 31 Dic 2012, 14:25:03
Una curiosità su Affari di famiglia (PRDQP, insomma :P ):
Una volta sconfitte le figlie, Ducklair dichiara di fronte a PK di voler tornare su Corona, ma Everett quando ha scoperto che PK sa? Viene spiegato in una delle rubriche?
Io me la sono spiegata in 2 modi: uno, Everett può aver letto nella mente di Paperinik in una qualunque occasione post-Pk2 #11 e aver visto che lui sapeva. Oppure, gliel'ha trasmessa come informazione quando il robottone gli ha dato istruzioni all'inizio dell'ultimo numero.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Mason - Martedì 26 Feb 2013, 17:59:52
Ma qualcuno ha mai spiegato quali sono i poteri di Serifa?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 28 Feb 2013, 16:03:24
Ma qualcuno ha mai spiegato quali sono i poteri di Serifa?


(PS.: ma avete cancellato post? :-?)

No, mai. Supponiamo abbia poteri telepatici, ma non ne conosciamo la natura.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Astrongman - Giovedì 20 Giu 2013, 11:50:02
Vorrei che mi aiutaste a fare un po' di luce sulla tormentata vita editoriale di quella che avrebbe potuto essere una magnifica testata:

- Quando di preciso si capì che PK2 non avrebbe raggiunto i 50 numeri prestabiliti? Più o meno da che numero in poi si cominciò il lavoro di riassunto e scrematura della saga? La rivelazione del numero 11 sulla vera natura di Everett doveva arrivare così "presto" (sempre usando come parametro una serie che doveva arrivare a 50 e più numeri) o era già in corso una pesante opera di riduzione?

-Francesco Artibani è colui che ha ideato la serie, suoi infatti sono i primi tre splendidi numeri della testata (con la collaborazione di Sisti in "Solo un po' di paura"). Dopo questi tre numeri però l'autore abbandonò le pagine della rivista e lavorò solo più a una storiella dello speciale Duckmall e al numero 12 "Blackout", storia collegata solo labilmente con la continuity (correggetemi se sbaglio). Perché il "papà" di PK2 ha abbandonato la serie da lui creata? I primi splendidi numeri sono la prova delle immense potenzialità di questa serie e di quanto potesse dare Artibani alle sue pagine. Io per numeri importanti come "Gradi di separazione" o "Il peso dei ricordi", la sottotrama di Duckard mi sembra fosse gestita da Cordara, mi sarei affidato al creatore della serie! (senza nulla togliere all'eccellente lavoro svolto da Catenacci e Cordara).

Visto che qui sul forum è presente proprio l'autore in questione mi piacerebbe parlarne (sempre se è disponibile e ne ha voglia) per capire un po' di più i motivi di questo "abbandono"
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shining Vivi - Venerdì 21 Giu 2013, 09:42:20
Volevo recuperare questa serie, secondo voi dove posso trovarla a prezzi umani?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 21 Giu 2013, 11:05:32
Volevo recuperare questa serie, secondo voi dove posso trovarla a prezzi umani?

Se vieni a Milano, potresti provare al Borsino del Fumetto: sono albi usati, ma di solito in ottime condizioni, ed a prezzi accessibili.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Astrongman - Lunedì 24 Giu 2013, 12:42:05
Ragazzi io apprezzo le spolliciate, ci mancherebbe, però mi piacerebbe sentire anche la vostra opinione sul mio messaggio di due post fa. Su, non siate timidi :)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 24 Giu 2013, 15:42:54
Ragazzi io apprezzo le spolliciate, ci mancherebbe, però mi piacerebbe sentire anche la vostra opinione sul mio messaggio di due post fa. Su, non siate timidi :)

Non è che non voglia risponderti. Ma, non avendo fonti precisissime e soprattutto stracerte, non vorrei darti notizie sbagliate.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bramo - Lunedì 24 Giu 2013, 16:06:23

Non è che non voglia risponderti. Ma, non avendo fonti precisissime e soprattutto stracerte, non vorrei darti notizie sbagliate.
Alberto non è avvocato per caso, e infatti lo quoto.
Più che altro le risposte alle tue domande si trovano qua e là, ma sono perlopiù voci di corridoi, presumibilmente plausibili ma mai ufficiali. Chiaramente basterebbe pensare ai motivi per cui è stato varato il Frittole e alla tempistica in cui è nato (cose che ricorda Faraci nell'intervista sull'Antro Atomico, per dire una cosa recente), e al fatto che erano gli anni in cui, di lì a poco, Artibani avrebbe interrotto la sua collaborazione con la Disney, per avere in mano un quadro generale. Ma appunto, non c'è che io sappia una fonte certa e ufficiale che possa spiegare esattamente come andò. Ma girellando per internet, nei forum patria dei vecchi pkers, e forse anche sul Papersera stesso, dovresti trovare alcune di queste voci di corridoio, scritte ai tempi :)
Poi, come giustamente dici tu, c'è l'autore di Ducklair sul forum, se legge il topic e crede opportuno, nessuno meglio di lui potrà levarti i dubbi del caso ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Evose - Lunedì 24 Giu 2013, 16:10:22
-Francesco Artibani è colui che ha ideato la serie, suoi infatti sono i primi tre splendidi numeri della testata (con la collaborazione di Sisti in "Solo un po' di paura"). Dopo questi tre numeri però l'autore abbandonò le pagine della rivista e lavorò solo più a una storiella dello speciale Duckmall e al numero 12 "Blackout", storia collegata solo labilmente con la continuity (correggetemi se sbaglio). Perché il "papà" di PK2 ha abbandonato la serie da lui creata? I primi splendidi numeri sono la prova delle immense potenzialità di questa serie e di quanto potesse dare Artibani alle sue pagine. Io per numeri importanti come "Gradi di separazione" o "Il peso dei ricordi", la sottotrama di Duckard mi sembra fosse gestita da Cordara, mi sarei affidato al creatore della serie! (senza nulla togliere all'eccellente lavoro svolto da Catenacci e Cordara).
 
Se ricordo bene, aveva deto che aveva smesso di sceeggiare su Pk2 per occuparsi di W.I.T.C.H.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Aoimoku - Lunedì 24 Giu 2013, 22:25:01
Vorrei che mi aiutaste a fare un po' di luce sulla tormentata vita editoriale di quella che avrebbe potuto essere una magnifica testata:

- Quando di preciso si capì che PK2 non avrebbe raggiunto i 50 numeri prestabiliti? Più o meno da che numero in poi si cominciò il lavoro di riassunto e scrematura della saga? La rivelazione del numero 11 sulla vera natura di Everett doveva arrivare così "presto" (sempre usando come parametro una serie che doveva arrivare a 50 e più numeri) o era già in corso una pesante opera di riduzione?
Parlando da ignorante, secondo me le cose precipitarono di colpo. Se il numero 11 fosse come dici tu "l'inizio della fine", perché avrebbero utilizzato 3 albi su 6 di quelli che lo seguirono per delle storie extra-continuity? Addirittura, una di queste storie è in mezzo alla trilogia finale, come se si fossero trovati in mano una storia che non doveva essere pubblicata lì, ma più avanti. Anche a livello di storie, a naso e alla cieca, direi che di riscrittura in vista della chiusura vi è solo una buona metà del penultimo e l'intero ultimo. Il resto è così come l'avremmo visto anche in caso di 50 numeri.

Conta poi che tutta la storia dei 50 numeri nasce, se non sbaglio, dalla frase di UNO in "Le parti e il tutto" (PKNA 48) secondo cui non vedeva Everett da un tempo pari a 50 mesi, cioè le ipotetiche 50 uscite di PK2 alla fine delle quali sarebbe avvenuta la trama di PKNA 48. Un viaggio mentale simile poteva benissimo farlo anche il PKteam, che nascose le figlie di Ducklair in una rubrica dei numeri 0 di PKNA, ma può essere anche un'elucubrazione dei soli fan.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MiTo - Mercoledì 2 Ott 2013, 22:50:46
Rischio il linciaggio se dico che PK2 mi piace più di PKNA?? :D

Sarà che c'è tanta continuity, sarà che viene trattato tantissimo l'aspetto psicologico del papero, sarà che Paperino non è solo Paperinik ma anche se stesso... bè, mi piace davvero tantissimo.

Anche perchè quello rappresentato non è il solito Paperino fallito e sfortunato. Peccato sia durata così poco, questa serie... :-/
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: L._Vertighel - Mercoledì 2 Ott 2013, 23:22:28
Non rischi, perché anche al sottoscritto piace per certi aspetti più che PKNA. In generale li metto perfettamente alla pari.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 3 Ott 2013, 17:08:53
Non rischi assolutamente, vai tranquillo!

Se avessi scritto che ti garbavano di più le Frittole, però, ti saresti dovuto preoccupare... ;) ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: MiTo - Giovedì 3 Ott 2013, 20:56:37
Citazione
Se avessi scritto che ti garbavano di più le Frittole, però, ti saresti dovuto preoccupare...

Vabbè, sarebbe come dire che preferisco una vecchia Panda a una Ferrari nuova di pacca... ::)

Mi volevo leggere tutte e tre le serie, ma la terza l'ho piantata a metà della prima puntata. E' un aborto :P
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Venerdì 4 Ott 2013, 16:00:39

Vabbè, sarebbe come dire che preferisco una vecchia Panda a una Ferrari nuova di pacca... ::)

Mi volevo leggere tutte e tre le serie, ma la terza l'ho piantata a metà della prima puntata. E' un aborto :P

Ecco, ti sei accorto dell'insulto che hai detto? Adesso l'aborto si potrebbe offendere e querelarti per diffamazione! ;) ;D

Scherzi a parte, per avere la mia opinione un po' su tutte le puntate, anche del frittole, basta leggere le note prelettura che scrivevo per PK Il Mito, dove riconoscevo una grandissima dignità a PKNA e PK2, che per me era comunque superiore alla media, e pari a PKNA.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: PiraTiz - Sabato 11 Gen 2014, 11:48:13
Avendo riletto da poco la saga di Pk2, vorrei porre anche in questo topic qualche dubbio che mi è sorto... Tralasciando le classiche domande derivate dalla palese incompiutezza dell'opera, ovvero su Uno/Everett/Corona/Tyrrel e via dicendo, mi volevo un attimo soffermare su "Tutto e niente".
Come ho avuto modo di leggere, questa è una fra le più apprezzate storie di tutta la saga, e devo dire che a una seconda (e anche terza) rilettura non mi è dispiaciuta affatto, dopo che in origine avevo abbandonato Pk2 proprio con questo numero (grave errore di cui mi sono pentito).
Il mio unico dubbio è sulla risoluzione finale, che mi sembra un po' strana: ok, Pikappa è prigioniero di un'intelligenza artificiale superevoluta che sconfigge grazie a un anonimo virus... ma la spiegazione e le motivazioni di questa IA mi ricordano molto i personaggi di Uno/Due, e la cosa mi ha lasciato alquanto perplesso... è possibile che non vi sia nessun punto di contatto fra questa vicenda e le nostre intelligenze artificiali? vista la somiglianza dell'argomento mi pare alquanto strano che nessuno ci abbia pensato, e che gli autori abbiano usato un espediente (quello dell'IA che acquisisce autonomia e si "ribella") già ampiamente utilizzato e tra i principali della prima saga di PK...

In parole povere, il mio dubbio è il seguente: possibile che in una prima stesura, anche considerando che la testata si sarebbe chiusa qualche numero dopo, ci fosse un qualche collegamento con Uno o Due, eliminato poi per non gettare altra carne sul fuoco in vista di una fine già troppo repentina e che non spiega tutto quello che doveva spiegare?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Aoimoku - Sabato 11 Gen 2014, 15:16:06
Quando ho letto quella storia ho pensato fino alla fine che dietro ci fosse un'intelligenza Ducklair se non proprio Uno o Due... ma vista la totale mancanza di riferimenti ad Everett penso sia solo un caso di mancanza di ispirazione...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Shining Vivi - Domenica 26 Gen 2014, 12:09:37
Sto cercando questa testata, sapreste dove trovarla a prezzi umani? Non vorrei spendere tantissimo.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Frengo3 - Martedì 11 Feb 2014, 19:01:46
Io vorrei proprio trovarla, invece...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: errorere - Martedì 11 Feb 2014, 22:18:14
Io vorrei proprio trovarla, invece...
Prova a mettere un annuncio sul mercatino del fumetto, io in questo modo l'ho trovata a 35 euro (ringrazio vivamente il vvenditore per il prezzo umano)
Ora una domanda : Lyla non ha più problemi di alimentazione? In fondo in Pkna era tornata a Time 0 proprio per questo, non irrilevante, problema.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: albrix - Lunedì 26 Mag 2014, 15:25:45
Salve sono un pker dell'ultim'ora che ha appena finito la prima letta di pkna (spettacolo!).
Vale la pena buttarsi anche su pk2?
Ho solo alcuni numeri e nel caso ne valesse la pena mi cercherei i mancanti e me la leggerei tutta dall'inizio :DD
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: PiraTiz - Lunedì 26 Mag 2014, 16:33:40
Salve sono un pker dell'ultim'ora che ha appena finito la prima letta di pkna (spettacolo!).
Vale la pena buttarsi anche su pk2?
Ho solo alcuni numeri e nel caso ne valesse la pena mi cercherei i mancanti e me la leggerei tutta dall'inizio :DD
Mi permetto di risponderti in quanto Pker della prima ora e Pker2 non troppo convinto ma pentito: la seconda serie è molto bella, più matura e complessa, e per questo probabilmente snobbata da molti (me compreso, all'inizio, ahimè...)
Alcuni innegabili difetti li ha (meno epica, meno varia, senza nemici e comprimari storici, finale frettoloso), però secondo me vale la pena leggerla, io l'ho completata poco tempo fa e sono rimasto contentissimo della spesa! Vai tranquillo!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Lunedì 26 Mag 2014, 17:15:08
Merita sicuramente. Leggila e difficilmente ti deluderà, salvi un paio di passaggi... E poi aiuterà a capire alcune cosettucce di Pkna, soprattutto sul nostro Everett, che non è chi dice di essere... ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: DearFearTear - Martedì 27 Mag 2014, 20:22:36
Due mesi fa su Youtube è uscito il terzo Motion Comic di LordOfCorruption:

https://www.youtube.com/watch?v=tgTn3ZC_1CI

dopo Fragments Of Autumn e Metamorphosis, ecco a voi The Last Hunt :D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Aoimoku - Mercoledì 28 Mag 2014, 11:26:41
Paperinik come "Duck Avenger" mi fa venire il magone  :(
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bearduck - Giovedì 17 Lug 2014, 22:12:35
Proprio qualche giorno fa ho finito la rilettura di PKNA / PK2, devo dire che Pk2 è certamente una bella serie, che chissà dove avrebbero portato se gli fosse stato consentito di sviluppare appieno le sue trame. Il senso di incompiutezza finale, e la fretta con cui  le vicende vengono chiuse lascia davvero l'amaro in bocca :( .
In ogni caso, gran belle storie, gran bella serie ;).
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Penny Duck - Lunedì 6 Ott 2014, 01:56:29
Visto che sul topic di PKNA si parlava di animazioni, chi di voi, tra i PKers storici, si ricorda di questa?

[media]http://youtu.be/yLqzaAcSCRQ[/media]

Purtroppo non ha l'audio, ma rimane comunque fantastica.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: rat-manik - Lunedì 6 Ott 2014, 07:25:28
Si tratta del "trailer" di lancio di pk2 vero?!  Io non l'ho mai visto in tv
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Evose - Lunedì 6 Ott 2014, 12:33:48
Si tratta di un trailler di Pk2, ma non destinato alla tv (altrimenti avrebbe avuto l'audio). Per la precisione l'ho estrappolato io come pubblicità presa da un sito di Milano (era ancora lì da 12 anni!) qualche settimana fa con l'aiuto di un mio amico...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Bloodstar - Domenica 21 Dic 2014, 17:49:34
Vorrei chiedervi se qualcuno può pubblicare la tavola (o le tavole, non so) del primo numero di pk2 in cui Uno viene disattivato e lascia quel messaggio di addio a pk (di cui sono venuto a conoscenza leggendo potere e potenza). Perché non lo trovo da nessuna parte. Grazie
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: kritolaos - Domenica 19 Apr 2015, 20:59:35
Trovata a Torino Comics serie completa di Pk2 (tranne lo speciale 01)  a 60 €!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Domenica 19 Apr 2015, 21:05:25
Gran bel colpo: merita davvero, se la leggi scevro da pregiudizi.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Dominatore delle Nuvole - Venerdì 24 Lug 2015, 15:58:13
E finalmente ho letto anch'io Pk2!
Vi dirò che, avendo letto in precedenza l'ultimo numero e conoscendo un po' le tematiche, non sapevo se avrebbe davvero incontrato i miei gusti. Comunque l'ho letta senza pregiudizi.
E infatti mi è piaciuto, eccome!
Un po' di annotazioni sparse. Tenete presente però che sono tutte impressioni "a caldo".


SPOILER!


Il primo numero è uno dei migliori: succede una quantità tale di cose che ti chiedi se hai veramente letto così poche pagine. Credo che sia lo Sciarrone migliore, uscito dalla "bambolosità" del primo PKNA ma ancora curato nei dettagli. E Artibani è perfetto, prima o seconda maniera.
Non ho apprezzato molto alcuni albi "spin-off" come Altovolume. (Fa eccezione Capitano di Ventura, che mi ha divertito molto; ma a quale titolo fa parte della Quadrilogia? Non c'entra niente!) Quelli che mi hanno veramente preso sono gli albi con la storia principale, anche per il suo non chiarirsi mai veramente fino alla fine eppure (miracolo!) lasciare comunque soddisfatti albo per albo.
Ora, alcune annotazioni sui personaggi, quelli che mi sono piaciuti di più o che ritengo comunque interessanti:

UNO! - Non è un personaggio della serie, ma l'addio a Pk è commovente, più di quanto potessi pensare. Una bella uscita di scena per quello che è forse il mio personaggio preferito di PKNA (va', mettiamoci il Razz e Gorthan). Averlo disattivato è un crimine, ma un crimine che ha funzionato.

PK - Grintoso come sempre, e in aggiunta solo. Lyo non è minimamente in grado di sostituire Uno (né è pensato per quello) e mi è sembrato di rivedere il vecchio Paperinik che parla con se stesso cercando di salvare la buccia ad ogni passo. Mai come in questa serie i confine Pk-Paperino rischiava di tradirsi, e invece (ben più che in PKNA) qui Pk è davvero Paperino. Le vicende al Duckmall (che sinceramente non mi hanno divertito né interessato gran che, Rupert dopo un po' ho cominciato a non sopportarlo proprio come personaggio) contribuiscono a ricordarci che Pk è sempre Paperino, e Artibani e Sisti in particolare hanno gestito molto bene questo equilibrio.

DUCKLAIR - Un personaggio che regge l'intera serie. Bellissimo. Ambiguo fino al punto giusto, poi rivelatosi per quello che è diventa definitivamente uno dei personaggi più belli. Certo, farne un alieno è una mossa un po' azzardata e in prima battuta inverosimile, ma acquista perfettamente senso. E la vicenda in cui è immerso è completamente inedita (J e K non sono sue nipoti!!) e -soprattutto- si dipana e si risolve in maniera assolutamente non scontata. Credo che il pregio principale, fra i varii, di Pk2 sia questo: presentare situazioni assolutamente inedite e risolvere 1)in maniera perfettamente originale, come nessun film si sognerebbe di fare 2) senza snaturare Pk, come ho detto prima, impresa quanto mai difficile. Se combatti alieni e razziatori Pk può somigliare (almeno in partenza e come tipo di "grinta") a Paperinik, ma qui è ancora più sottile e difficile.
Davvero, a partire dall'episodio in cui racconta a Juniper la storia su Corona ho parteggiato spudoratamente per Everett! E la sua decisione finale è perfettamente azzeccata: dolorosa, frustrante, inevitabile.

BIRGIT - Non male. Qui ha un senso decisamente più marcato che in Frittole (ma guarda un po'). Realistico e azzeccato il rapporto con Ducklair

J&K - Bimbette pericolose. La più sorprendente è Juniper, perché nonostante venga presentata differentemente dalla sorella, e "venga al mondo" più tardi e meno "vissuta", si rivela essere esattamente della stessa pasta di Korinna. L'episodio più bello, forse, quello del fuoco: "ma così fuocherà tutto il museo!". E "non è bello, adesso, dopo il fuoco?..."

ANGUS - Il "cambio di bersaglio" da Pk a Ducklair è un'ottima pensata. Dà al personaggio un po' di colore nuovo e gli permette di mantenersi fresco, fastidioso e deliziosamente insopportabile come sempre.

LYLA - Eliminato il filone dei viaggi nel tempo, sembrava che non le rimanesse nulla da fare. E invece... bello il rapporto con Ducklair. Anche qui è incredibile come si sia riusciti a salvare un personaggio che aveva perso tutto come possibilità narrative... Mi ha fatto piacere che l'episodio con Tyrrell si sia concluso in un unico numero senza strascichi: originale, secco, doloroso (per lei), e tanti saluti all'ex-tempoliziotto.

E infine, lasciatemi il piacere di presentare il vero Re di tutta la saga, l'uomo nell'ombra, l'eminenza grigia, l'unico, maestoso, ignifugo e inimitabile
AYMORE BORING! - Poco da dire. Personaggio defilato ma centrale, inutile ma essenziale, monodico ma divino. "Non ti colpisco solo perché sei una frazione di uomo, Boring!""Può essere, però quel poco che sono è leale!"... Ma dove lo trovate un ometto così? Bellissime tutte le schermaglie con Birgit.


In conlusione giudizio pienamente positivo al netto di alcuni albi isolati di cui proprio non ho compreso il senso. Ma vabbè. Personaggio preferito, non so voi, ma per me: assolutamente Anym EVERETT DUCKLAIR!!
(Oltre Pk, beninteso)

P.S. Se dovessi scegliere fra le due serie sceglierei ancora PKNA, ma non senza rimorsi!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Ramirez Hoffman - Venerdì 24 Lug 2015, 20:58:31
Fa sempre piacere vedere qualcuno che, come me, ha scoperto PK2 solo molto tardi; ma per un capolavoro del genere, anche tardi significa, comunque, grossissime sorprese!

Condivido tutto della tua analisi, "Dominatore delle nuvole"; a parte, forse, il parere su "Altovolume": mi aveva divertito parecchio, per la scrittura di Secchi ho sempre avuto un debole e suo è "Il vero nemico", quello che secondo me si gioca con "Niente di personale", "Un solo respiro" e "Tempo al tempo" il titolo di numero più bello delle prime due serie (be', anche di tutte e tre, dai  ;D).

A me erano piaciute molto anche le schermaglie fra i dipendenti del Duckmall; ma credo che sia anche una questione di esperienze esistenziali: mio padre, ad esempio, avendo fatto come lavoro... la guardia giurata in un centro commerciale, le trovava impressionanti perché molto realistiche.

L'aspetto che più mi impressionava di PK2, oltre al genere (sempre preferito il noir alla fantascienza), era come in essa PK fosse ancora più PK che nella prima serie; e, al contempo, più vicino al Paperinik e al Paperino classico. Un capolavoro di caratterizzazione.

PK2 rimane uno dei più grandi parti del fumetto italiano e, al contempo, uno dei più grandi rimpianti...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Dominatore delle Nuvole - Sabato 25 Lug 2015, 21:53:07
Ti ringrazio per il tuo appassionato "controcommento"!

Ho conosciuto PK, devo confessarlo, con Frittole, per banali motivi anagrafici: acquistai il n.24 ("Nemico invisibile") a dieci anni, poi arrivò il Reloaded che purtroppo (e sottolineo purtroppo) si interruppe con Tyrannic. "Pk tornerà prima di quanto crediate!". E invece... Ma a mio modesto parere, Potere e Potenza è stato uno dei migliori ritorni possibili, grazie al sempiterno genio di Artibani e alla favolosa pennellessa del Pastro...

Ora ho recuperato anche la prima parte di Frittole (che tutto sommato immagino troverò la voglia di leggere...); ma mi manca la seconda parte di PKNA, quella negletta dal Reloaded. Male che vada, rimedierò con il Giant.

A proposito di commenti, voglio il parere dell'Avvocato sulle mie annotazioni! Magari ho detto eresie e bestemmie...
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: brigo - Domenica 26 Lug 2015, 10:45:51
[...]e alla favolosa pennellessa del Pastro...

Glip! :P

(http://www.colorificio-online.it/public/zoom_94446210_pennellessa.jpg)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Dominatore delle Nuvole - Domenica 26 Lug 2015, 12:18:27

Glip! :P

(http://www.colorificio-online.it/public/zoom_94446210_pennellessa.jpg)
Era riferito a questo (ri- :P):


(http://www.papersera.net/public_html2/showcase/A.Basettoni/Penn.jpg)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: brigo - Domenica 26 Lug 2015, 12:23:13
Mi sembrava strano! :D



Ma sono l'unico a non sopportare la posta pikappica?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Domenica 26 Lug 2015, 12:25:22
Sostanzialmente no, Dominatore, nessuna castroneria ed anzi ottima analisi!

Complimenti per il coraggio di sfidare le frittole, però!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Castyano - Giovedì 6 Ago 2015, 22:22:56
Angus in Pk² concentra la sua attenzione su Ducklair e ne fa il suo nuovo bersaglio. Tuttavia, in "Se..." Everett dice che ha bisogno del giornalista. Un'altra sottotrama che non hanno potuto sviluppare?
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: pkthebest - Giovedì 6 Ago 2015, 22:33:31
Probabile, probabilissimo.

Fangus è senza scrupoli ma sa il suo mestiere: Everett avrebbe potuto manipolarlo in qualche modo o chissà!
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Romino Cidolfo - Sabato 26 Dic 2015, 02:17:07
Ciao a tutti! Loggo dopo tantissimo tempo (2 anni circa) per informarvi che ho trovato un'interessante somiglianza in PK2#14 (L'ultima caccia) tra la storia di Tempest Gale (albo pubblicato nel 2002) e Final Fantasy 7 (1997), metto sotto spoiler per chi non l'avesse giocato:
Spoiler: mostra
Tempest vuole entrare a tutti i costi nei Seaducks, una forza privata paramilitare, professionisti che agiscono per conto del governo senza farne parte. La stessa cosa accade per Cloud, che a tutti i costi vuole entrare nei SOLDIER, anche qua soldati professionisti che non fanno parte del governo ma agiscono per conto di esso (la Shinra può effettivamente essere paragonata al governo).
Entrambi ambiscono ai massimi gradi dell'organizzazione ma non ci arrivano, e tutti e 2 si vedono affiancati al miglior soldato in circolazione, Stevros e Sephiroth.
Entrambi compiono una missione in cui sembra che Stevros/Sephiroth sia morto, e sia Stevros sia Sephiroth escono dall' "incidente" radicalmente cambiati e malvagi (anche se poi Stevros si ravvede), inoltre sia Tempest sia Cloud dopo l'incidente devono lasciare l'organizzazione

C'è da dire che Enna ha giocato a dei bei videogiochi! ;)
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Roxas - Sabato 12 Nov 2016, 22:14:29
So che riprendo un topic un po stagionato. ma ho bisogno di chiarimenti.
Io possiedo, della serie PK, IL Vento del tempo, la prima ediizione, e si mi era piaciuta, ma all'epoca vedendo che erano tre numeri, almeno da quello che c'era scritto, dimenticai questa testata, anche non vedendola piu' in edicola.
Oggi ho ripreso con la giant, che quando ho visto in edicola mi ha incuriosito, poi ho capito.
Leggendo il primo numero ho appreso che era la ristampa della serie che avevo acquistato io.
Ho preso il primo, e poi causa finanza magre come Paperino, ho saltato alcuni numeri per poi riprendere verso urkm, seconda stesura e iniziare regolarmente ora la serie.
I numeri che mi mancano, vorrei recuperare il giant, che è quella che mi piace di piu' perchè ha colori meno accesi rispetto all'originale in carta patinata. Volevo chiedere se le ristampe e la serie del mito hanno la carta piu' opaca o riciclata, come le testate Paperino e Paperinik, in quanto rendono i colori meno vivaci,  e piu' reali rispetto a quelle tinte esagerate della prima serie.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Vito65 - Domenica 13 Nov 2016, 17:47:58
Volevo chiedere se le ristampe e la serie del mito hanno la carta piu' opaca o riciclata, come le testate Paperino e Paperinik, in quanto rendono i colori meno vivaci,  e piu' reali rispetto a quelle tinte esagerate della prima serie.
Nui volumi Pk Il mito la carta è opaca e i colori risultano meno vivaci anche rispetto al Giant; il formato delle pagine, inoltre, è ridotto.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Roxas - Domenica 13 Nov 2016, 18:00:20
grazie per la risposta. ora so che posso acquistare anche il mito, in quanto non ha colori esagerati nelle tinte.
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Aoimoku - Lunedì 14 Nov 2016, 23:22:10
In conlusione giudizio pienamente positivo al netto di alcuni albi isolati di cui proprio non ho compreso il senso. Ma vabbè. Personaggio preferito, non so voi, ma per me: assolutamente Anym EVERETT DUCKLAIR!!
(Oltre Pk, beninteso)

P.S. Se dovessi scegliere fra le due serie sceglierei ancora PKNA, ma non senza rimorsi!
Io voto... Tempest Gale!
(http://static1.comicvine.com/uploads/scale_small/0/77/1076166-no_fd2002_05c_001_tempestgale.jpg)

Tutto il microcosmo del Duckmall era molto azzeccato, a parte la mini-saga amorosa di Rupert che doveva durare un quarto per non stufare... ma la nostra piccola Tempest è adorabile! Piccola e grintosa, dolce ma anche dura... ho sempre avuto un debole per i personaggi così... e quel delizioso musetto culminante in quel nasino a tartufo me la faceva apprezzare assai anche visivamente  ;D
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Hero of Sky - Domenica 2 Lug 2017, 16:55:18
Serie molto sottovalutata secondo me. Personalmente la trovo un capolavoro, con un'introspezione che ha ben pochi eguali nel fumetto Disney, per non dire nessuno. Il mio numero preferito è l'Ultima Caccia ma trovo straordinari anche i primi tre, il Vero Nemico e il Peso dei Ricordi, anche se mi piacciono tutte
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Hero of Sky - Domenica 2 Lug 2017, 22:03:02
Due mesi fa su Youtube è uscito il terzo Motion Comic di LordOfCorruption:

https://www.youtube.com/watch?v=tgTn3ZC_1CI

dopo Fragments Of Autumn e Metamorphosis, ecco a voi The Last Hunt :D
Non c'è più  :'(
 

Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: Penny Duck - Sabato 8 Lug 2017, 15:55:56
Non c'è più  :'(
 


C'è ancora, tranquillo. Il video è stato cancellato e poi rimesso. Ecco il nuovo link:
https://youtu.be/XHx2uf7c8aA
Titolo: Re: Pk² - Discussione generale
Inserito da: erg - Domenica 29 Lug 2018, 16:27:31

E infine, lasciatemi il piacere di presentare il vero Re di tutta la saga, l'uomo nell'ombra, l'eminenza grigia, l'unico, maestoso, ignifugo e inimitabile
AYMORE BORING! - Poco da dire. Personaggio defilato ma centrale, inutile ma essenziale, monodico ma divino. "Non ti colpisco solo perché sei una frazione di uomo, Boring!""Può essere, però quel poco che sono è leale!"... Ma dove lo trovate un ometto così? Bellissime tutte le schermaglie con Birgit.


In conlusione giudizio pienamente positivo al netto di alcuni albi isolati di cui proprio non ho compreso il senso. Ma vabbè. Personaggio preferito, non so voi, ma per me: assolutamente Anym EVERETT DUCKLAIR!!
(Oltre Pk, beninteso)

P.S. Se dovessi scegliere fra le due serie sceglierei ancora PKNA, ma non senza rimorsi!

Mi fa piacere leggere questo commento, seppure in ritardo, visto che anch'io apprezzavo molto Boring e i suoi battibecchi con Birgit, decisamente molto più credibili di quelli presenti sul settimanale e non per questo meno divertenti. In generale l'intero cast di secondari e comprimari della seconda serie è di ottimo livello, dai custodi del Duckmail Center (escluso Fitzroy, troppo stereotipato nel ruolo di viscido arrivista) fino ai vari agenti di polizia, che non di rado vengono visti muoversi in autonomia dal supporto di PK, contro il crimine organizzato. Questo in particolare grazie ad una sceneggiatura rodata che sorregge anche i numeri dalle trame meno elaborate. L'unica nota negativa è il declassamento della figura di Lyla che, fatta esclusione per l'albo con Tyrrel e una graziosa mini nello speciale, non solo incide poco, ma compare poco. Sembra quasi che gli autori l'abbiano messa solo perché, dopo Uno ed il Razziatore, temevano la reazione dei fan nel rinunciare ad un altro dei personaggi simbolo della serie.

Non può deludere quindi l'ennesima occasione perduta di rivedere la collana in edicola dopo l'annuncio della chiusura del Giant con la prima serie. Ciò mi fa anche riflettere sul fatto che il successo di PKNE sia stato favorito principalmente dai pkers nostalgici, i quali avevano ben poca ragione di collezionare un'altra ristampa dopo aver comprato "Il Mito", e l'edizione spillata non sia più da considerarsi come un formato efficace per costruire una nuova generazione di lettori, probabilmente perché rispetto a 20 anni il mercato è ormai saturo. Non ci resta da sperare nell'inventività della "Panini Comics", ma sono pessimista nell'avere novità tra qualche anno...



 
Titolo: Re:Pk² - Discussione generale
Inserito da: Ramirez Hoffman - Giovedì 7 Nov 2019, 09:43:46
Torno sul forum dopo anni dall'ultimo dei miei (peraltro pochissimi) interventi, ma senza aver mai smesso di lurkare.

Giusto in questi mesi ho ripreso la rilettura delle due serie pikappiche, interrotta un paio d'anni fa a "Il giorno che verrà", e ieri sera sono arrivato alla storia che forse mi aveva colpito più, in entrambe le serie: "Il vero nemico". Non ne sono rimasto deluso. Certo, la mia memoria aveva un po' deformato la vicenda, ingigantendo la parte ambientata su Corona che nei miei ricordi occupava l'intera storia, mentre in realtà prende solo qualche pagina; ma ciò dà la misura di quanto mi avesse colpito quando la lessi la prima volta su "PK-Il mito".
Non c'è aspetto dell'episodio, a mio gusto, che non sia calibrato alla perfezione: la vicenda su Corona, le esperienze di Korinna come tata, lo scontro Paperinik-Birgit Q ("Trasporti spesso container vuoti da difendere con tanto accanimento, Birgit?"... una delle battute migliori della saga  :D )... tutto contribuisce ad approfondire i personaggi e a renderli reali.
Forse ciò contribuì a ingenerare nei fan l'impressione di una certa incoerenza dei personaggi, al tempo? Ho letto diverse cose in proposito: probabile che a leggere la serie in presa diretta, mese dopo mese, la sensazione ingenerata fosse quella. Letta oggi, un paio di episodi a settimana, l'impressione restituita è non di incoerenza, ma di quella complessa contraddittorietà che è propria della vita reale (Serifa sadica educatrice, ma al tempo stesso vittima della società assurdamente oppressiva di Corona; Juniper al tempo stesso fragile e malvagia; Korinna senza il minimo scrupolo a spingere all'annegamento l'intera popolazione maschile di Goose Beach e a lasciare senza memoria la vera tata - ciò mi ha DAVVERO impressionato-, ma al tempo stesso affezionata ai bambini che maltratta). E poi Birgit Q: donna spietata, che affronta senza troppi problemi la morte dei propri uomini o altrui (vedi il riferimento alle miniere di Gallio in PK2 n. 4), ma anche ferita per la poca considerazione e fiducia accordatale da Everett, dal quale desidera evidentemente essere approvata (per mero arrivismo, sembrava; nel finale de "Il vero nemico" sembra di intuire anche un sincero desiderio di lode).

La storia che però mi ha più colpito in questa rilettura è stata "L'ultima caccia": la ricordavo, parafrasando le parole di un altro utente, come "molto bella, ma la meno bella fra le storie di Enna per PK". Ora, invece, la ritengo la più bella. Più bella perfino di "Un solo respiro" (la mia preferita), perfino di "Frammenti d'autunno" (forse la preferita in assoluto dei PKers) e di tutte le altre, sempre splendide, storie pikappiche di Enna.
Una storia semplice, davvero matura, con scene molto forti (pare di intuire che Stevros per non farsi catturare si faccia ESPLODERE UNA GRANATA IN MANO), che in un fumetto realistico sarebbero state mostrate direttamente, qui invece per motivi disneyani alluse con grande decoro, ottenendo un effetto di drammaticità, ma al tempo stesso di grande decoro, come nei film degli anni Quaranta-Cinquanta che in genere adoro.
"L'ultima caccia" mi piace perché, paradossalmente, richiede un'empatia più difficile da ottenere. Se vogliamo è più facile identificarsi in una coppia di giovani innamorati e e perseguitati (Jana e Ziggy in "L'ultimo respiro") o in una seducente droide e nel folle scienziato che l'ha creata (qui non serve che citi la storia, vero?  :D ;D ); meno in un soldato muto che non vediamo mai in faccia e che viene trasformato in un mostro semi-meccanico. Adoro, inoltre, il Paperinik di Enna: demenziale anche più di altri autori, ma tostissimo e capace di sgominare senza problemi uomini armati in superiorità numerica (oltre che qui, succedeva anche in "Un solo respiro", sempre sul tetto).

Insomma, come cambiano le cose a distanza di quindici anni: al tempo, da quello che leggo, una buona parte dei PKers era insoddisfatta della serie, tanto che una delle cause della chiusura furono le scarse vendite, e certo dovevano avere le loro buone ragioni; ma avendo letto il tutto dopo anni, completamente astratto dal clima del tempo e dalla magia di una serie che prosegue mese dopo mese per anni, non riesco proprio a mettermi nei loro panni. PK2 è una serie grandiosa, che mi piace perfino di più della parimenti grandiosa PKNA, e quando penso che il tutto è poi stato interrotto e concluso in fretta mi vien voglia di citare Mario Brega in "Bianco Rosso e Verdone" e andare da chi decise di chiuderlo e urlare: "A 'NFAME, A 'NFAMONE, HAI FATTO CHIUDE ER PIKAPPA".  :D

Adesso ho una grandissima voglia di rileggermi gli ultimi tre episodi, a partire da "Capitano di ventura", che ricordo spassosissimo (dico solo due parole: "Dynodozer sfasciatronico"  :heart: ).