Papersera.net

Le Pubblicazioni => Topolino => Topic aperto da: SalvoPikappa - Lunedì 3 Dic 2018, 22:22:17

Titolo: Topolino 3289
Inserito da: SalvoPikappa - Lunedì 3 Dic 2018, 22:22:17
Indice

(http://www.topolino.it/assets/COVER/1WTOPO32890.jpg)

Editoriale (https://i.imgur.com/sdmuC6z.jpg)

Topolino in: che fine ha fatto Peter Quarky? - Vitaliano/Perina
Zio Paperone e i misfatti nell’oscurità - Panaro/Castellani
Alla ricerca di Topolino – Ep. 5: la sorgente del tempo - Artibani/Intini
Paperoga insegna – Il postino - Mazzoleni/Del Conte
Paperino e l’app da un milione di dollari - Deninotti/Virzì
PK – Droidi, ep. 3 - Sisti/Sciarrone

Auguri, Peter Quarky di Francesca Agrati - Foto di Roberta Baria e Redazione Superquark

Prossimo numero (https://i.imgur.com/xWwtoON.jpg)
In edicola questa settimana (https://i.imgur.com/1qQLrsg.jpg)
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Garalla - Martedì 4 Dic 2018, 09:20:40
Ho letto Droidi.
Ricordo di aver letto diverse critiche agli episodi precedenti perché molte cose non erano chiare.
Visto come si stava intrecciando la storia ho voluto dare fiducia a Sisti. Era chiaro che avesse in mente una storia e quella poco chiarezza era voluta.
Non mi sbagliavo affatto!
La storia era un evidente parodia di Blade Runner e questo mina sicuramente alcuni colpi di scena scontati per chi conosce l'opera originale e forse troppo veloci per chi non li conosce preferendo quindi una scrittura molto più asciutta, pulita e secca.
Pur senza il famoso monologo "ne ho visto cose che voi umani non potete neanche immagine" l'omaggio ad uno dei classici della fantascienza sono più che riusciti.
Il giallo sotteso alla storia, che ha mosso i tre droidi di Chandra dal futuro e spinto Tyrell e PK ad indagare si apre comunque a riflessioni non dissimili a quelle di Blade Runner per quanto tarato su un pubblico Disney e nonostante questo coerente e fedele a PKNA senza andare a fare brutti pasticci come accaduto per Nebula e Trauma ne Gli Orizzonti degli Event
Applausi per Sisti per aver realizzato la miglior storia di questa PKNE (assieme a Potere e Potenza) nonostante sia un "filler" ma di quelli buoni che non ti fan rimpiangere la trama principale.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: raes - Martedì 4 Dic 2018, 12:59:33
Pur senza il famoso monologo "ne ho visto cose che voi umani non potete neanche immagine" l'omaggio ad uno dei classici della fantascienza sono più che riusciti.
se leggi bene un accenno al monologo c'è
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: paolo87 - Martedì 4 Dic 2018, 14:20:30
Regà, io devo aspettare domani per leggerla. Non fatemi friggere...  ;D
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vito65 - Martedì 4 Dic 2018, 15:33:12
Applausi per Sisti per aver realizzato la miglior storia di questa PKNE (assieme a Potere e Potenza) nonostante sia un "filler" ma di quelli buoni che non ti fan rimpiangere la trama principale.
Questo commento è, nell'attesa di leggere domani la terza parte della storia, di grande conforto.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Mattemicio - Mercoledì 5 Dic 2018, 13:27:33
Non ho ancora letto le storie, ma adoro Vitaliano anche solo per aver inserito la presa in giro al movimento terrapiattista all'interno della storia di Peter Quarky
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Pato_Donald - Giovedì 6 Dic 2018, 00:48:49
No scusate ma da quando Topolino da del lei a Paperone?
Questa formalità non mi piace mai!
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Paolino B. - Giovedì 6 Dic 2018, 06:20:29
Pur senza il famoso monologo "ne ho visto cose che voi umani non potete neanche immagine" l'omaggio ad uno dei classici della fantascienza sono più che riusciti.
se leggi bene un accenno al monologo c'è

Sì, nel secondo episodio!
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: paolo87 - Giovedì 6 Dic 2018, 13:08:43
No scusate ma da quando Topolino da del lei a Paperone?
Questa formalità non mi piace mai!

Ricordiamoci, però, che in questa storia Topolino ha perso la memoria e non si ricorda di conoscerlo. Secondo me gli da del lei come chiunque lo darebbe ad una persona più anziana, per educazione.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: doppio segreto - Giovedì 6 Dic 2018, 15:23:51
E' assai paradossale che una storia che si propone di sbugiardare le bufale scientifiche ci presenti poi una vignetta dove convivono dinosauri e uomini primitivi e che infine si concluda con gli immancabili alieni verdognoli che piacciono tanto nelle storie di Topolino. :P ::)


Spesso ho letto inutili polemiche sui vip paperinizzati che compaiono nelle storie. In realtà, dal mio punto di vista non c'è nulla di male nel farlo e, se poi l'intento è di carattere divulgativo, ben vengano. Il punto è come saper realizzare una storia di divulgazione con una storia che riesca a tenerti desta la curiosità fino in fondo e, come sempre, ancora una volta, Che fine ha fatto Peter Quarky è un'occasione andata a vuoto in questa direzione. Peccato! :o

Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Garalla - Giovedì 6 Dic 2018, 15:40:32
E' assai paradossale che una storia che si propone di sbugiardare le bufale scientifiche ci presenti poi una vignetta dove convivono dinosauri e uomini primitivi e che infine si concluda con gli immancabili alieni verdognoli che piacciono tanto nelle storie di Topolino. :P ::)


Spesso ho letto inutili polemiche sui vip paperinizzati che compaiono nelle storie. In realtà, dal mio punto di vista non c'è nulla di male nel farlo e, se poi l'intento è di carattere divulgativo, ben vengano. Il punto è come saper realizzare una storia di divulgazione con una storia che riesca a tenerti desta la curiosità fino in fondo e, come sempre, ancora una volta, Che fine ha fatto Peter Quarky è un'occasione andata a vuoto in questa direzione. Peccato! :o

Credo che lo scopo della storia fosse
Spoiler: mostra
spiegare co's'è il metodo scientifico e come funzioni.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: doppio segreto - Giovedì 6 Dic 2018, 16:01:35
Credo che lo scopo della storia fosse
Spoiler: mostra
spiegare co's'è il metodo scientifico e come funzioni.

Sì, certo e questa sarebbe la parte divulgativa scientifica che però è coronata due falsità scientifiche, come ho detto già, che inficiano assai l'idea. Poi però, in ogni racconto di Topolino ci deve essere la parte che tiene desta l'avventura, il mistero ecc. e, come sempre, anche in questa storia, quella parte è assolutamente fiacca, direi, quasi un sovrappiù di cui se ne vorrebbe fare volentieri a meno ma che non si può. Spero di essermi spiegato. :)
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vincenzo - Giovedì 6 Dic 2018, 17:06:45
Lo scopo della storia era principalmente rendere omaggio a una grandissima personalità che se lo strameritava, oltre che dare una bella stoccata alle varie teorie assurde che si trovano in rete, e l'obiettivo è stato centrato in pieno.
Chiaro che in una storia di questo tenore l'aspetto narrativo venga messo in secondo piano.
Poi ovviamente nei fumetti Disney l'elemento magico esiste e anche quello fantascientifico come la presenza degli alieni, altrimenti moltissime storie non avrebbero mai visto luce. La vignetta col dinosauro poi è una chiara licenza del disegnatore (tra l'altro per rappresentare una situazione fittizia) quindi ha poco senso criticarla nel contesto della storia.
Molto buona la storia di Panaro, coadiuvata dai sempre bei disegni della Castellani.
Le sorgenti del tempo è un altro ottimo episodio della serie di Artibani, con un'ottima interazione della "strana coppia", specialmente nel finale.
Non male le due brevi con protagonista Paperoga, soprattutto quella di Deninotti.
Per quanto riguarda Droidi l'episodio finale non delude le attese, una bella avventura pikappica che rende omaggio a un classico della fantascienza mantenendo intatte le atmosfere della serie. La classica conferma che prima di giudicare qualcosa si debba attendere di avere il quadro completo.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: doppio segreto - Giovedì 6 Dic 2018, 17:42:57
Lo scopo della storia era principalmente rendere omaggio a una grandissima personalità che se lo strameritava, oltre che dare una bella stoccata alle varie teorie assurde che si trovano in rete, e l'obiettivo è stato centrato in pieno.
Chiaro che in una storia di questo tenore l'aspetto narrativo venga messo in secondo piano.
Poi ovviamente nei fumetti Disney l'elemento magico esiste e anche quello fantascientifico come la presenza degli alieni, altrimenti moltissime storie non avrebbero mai visto luce. La vignetta col dinosauro poi è una chiara licenza del disegnatore (tra l'altro per rappresentare una situazione fittizia) quindi ha poco senso criticarla nel contesto della storia.
Che sia strameritato l'omaggio a Piero Angela non c'è alcun dubbio e, nulla di quello che ho scritto, fa pensare che io pensi il contrario.
Sul fatto che l'obiettivo di dare una stoccata alle assurde teorie che si trovano in rete sia centrato in pieno, continuo a pensare che si poteva fare meglio evitando di cascare nello stesso errore di chi divulga le teorie assurde. Il fatto che sia una libertà del disegnatore a me non cambia nulla, non ho puntato il dito contro l'autore per questo in quanto non ho fatto nomi.
Il fattore fantascientifico - che poi si riduce ai soliti alieni verdognoli - non era affatto necessario al fine di una celebrazione di un si grande personaggio e, Dio solo sa, quanto sarebbe stato meglio che le infinite storie a cui fai cenno, non fossero mai esistite.


Infine il fatto che il fattore narrativo venga messo in secondo piano.


Il problema, caro Vincenzo è che da un po' di tempo a questa parte, nel nome di una più che auspicabile divulgazione culturale, viene troppo spesso messo da parte il fattore narrativo e, anche qui Dio solo lo sa, quanto invece sarebbe assai auspicabile ed efficace, riuscire a ben coniugare il fattore divulgativo con quello narrativo.
Storie come questa seppur utili da un punto di vista culturale non riescono ad avere quel tipo di impatto attrattivo che unisce l'utile al dilettevole, e questo è un male o, ancor peggio un cattivo servizio nei confronti della cultura che deve uscire da quel cliché in cui molti la percepiscono: la barbosità.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: GioReb - Giovedì 6 Dic 2018, 20:37:18
Topolino in: che fine ha fatto Peter Quarky?: Mah... Apprezzo l'omaggio a Piero Angela nonché l'attualità della divulgazione scientifica contro le bufale e le pseudoscienze ma secondo me l'obiettivo non è stato centrato in pieno o comunque fino in fondo. Sarà perché ho l'idiosincrasia degli alieni dopo l'indigestione disneyana degli scorsi anni in cui non passava albo che non contenesse il mostriciattolo exraterrestre di turno, sarà perché non posso soffrire gli anglicismi piazzati a sproposito (chiamare il protagonista "Quark" senza la "y" finale da bimbam..kia faceva soffrire troppo? O il "debunkatore" che segnala le "fake" in luogo di "falso" era troppo banale?), la storia non mi ha convinto molto.
Mi ha fatto comunque piacere leggere "La scienza non propone dogmi, ma ipotesi che possono essere smantite da nuove scoperte", cosa della quale molti sedicenti scienziati paiono dimenticare assai volentieri ergendosi a unici depositari della Verità; e secondo me sarebbe valsa la pena sviluppare lì il racconto.
Quello degli alieni (mi raccomando, verdognoli e con il tablet in mano!!!) era per dimostrare che non bisogna essere increduli fino in fondo e/o che non è detto che la scienza - almeno quella finora nota - possa spiegare ogni cosa, però forse si poteva procedere diversamente.
Voto 7 per l'omaggio a Piero Angela.

Zio Paperone e i misfatti nell’oscurità: La storia in sè non l'ho trovata male, anche se mi stupisce che un ladro tanto abile da scassinare una supercassaforte finisca dilettantescamente con l'insistere sui colpi senza mettere in inventario che nel frattempo la parte avversa avrebbe potuto organizzarsi diversamente (dico, due sacchi pieni di diamanti non bastavano!?). Così pure Paperone che va ad affrontare un ladro totalmente disarmato. Castellani inoltre dovrebbe secondo me migliorare le espressioni dei personaggi (Qui, Quo e Qua che vorrebbero fare i "seriosi" e invece li trovo comici senza far ridere) e curare meglio i dettagli (a pag. 58 si vedono i binari senza scambi!!!). Voto 7.

Alla ricerca di Topolino – Ep. 5: la sorgente del tempo: Mi sono piaciute sia la storia che i disegni. Ho adorato il famoso orologio da tavola Solari Cifra sul comodino di Topolino a pag. 100.  :) :) :) Voto 8.

Paperoga insegna – Il postino: Forse un po' deja vu ma tutto sommato godibile (anche se al posto di Paperoga avrei risposto per le rime al destinatario che si è lamentato della finestra rotta).  ;D Voto 7.

Paperino e l’app da un milione di dollari: In genere non amo molto le storie con Paperino e Paperoga ma anche questa non l'ho tovata affatto male, anzi.  :) Voto 8.

PK – Droidi, ep. 3: Ultimo episodio di un PK che non ha deluso le aspettative e pure con un finale (per me) inaspettato. Sempre ottimi i disegni. Voto 9.

Oserei dire si sia trattato di un numero che si è fatto perdonare le manchevolezze del numero precedente.  ;)

GioReb
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: McDuck - Giovedì 6 Dic 2018, 20:46:15
Lo scopo della storia era principalmente rendere omaggio a una grandissima personalità che se lo strameritava, oltre che dare una bella stoccata alle varie teorie assurde che si trovano in rete, e l'obiettivo è stato centrato in pieno.

Del vero Piero Angela, il Piero piumato non possiede né la calma che lo contraddistingue, né tantomeno la sua proverbiale introversione.
Il programma che conduce, poi, non assomiglia per niente a Super Quark.
Insomma, voleva essere davvero un omaggio?
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Paperinika - Giovedì 6 Dic 2018, 22:17:11
Credo che lo scopo della storia fosse
SPOILER: HIDE
spiegare co's'è il metodo scientifico e come funzioni.
A parte che devo capire quale sia lo spoiler qua, mi sembra che comunque nella storia il metodo scientifico sia stato abbastanza sopravanzato dal "debunkatore", letteralmente deus ex machina e contrapposto al coso acchiappapanzane dell'altro conduttore.

Sugli alieni non so che dire, ritengo che accostarli a Piero Angela equivalga grossomodo a fare la carbonara con la panna, però effettivamente la visione di GioReb può quantomeno risollevare un attimo quel punto.
Citazione
Quello degli alieni (mi raccomando, verdognoli e con il tablet in mano!!!) era per dimostrare che non bisogna essere increduli fino in fondo e/o che non è detto che la scienza - almeno quella finora nota - possa spiegare ogni cosa, però forse si poteva procedere diversamente.
Sugli altri meh, il messaggio è l'importanza del metodo scientifico e ok, fin qui ci siamo, però la trovo comunque poco riuscita complessivamente.

Lo scopo della storia era principalmente rendere omaggio a una grandissima personalità che se lo strameritava, oltre che dare una bella stoccata alle varie teorie assurde che si trovano in rete, e l'obiettivo è stato centrato in pieno.

Del vero Piero Angela, il Piero piumato non possiede né la calma che lo contraddistingue, né tantomeno la sua proverbiale introversione.
Il programma che conduce, poi, non assomiglia per niente a Super Quark.
Insomma, voleva essere davvero un omaggio?
Ecco, oltretutto, questo è un aspetto non da poco.
A parte la caricatura, il nome e la popolarità del personaggio introdotto, cosa c'è davvero di omaggio a Piero Angela in questa storia?
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Lucandrea - Giovedì 6 Dic 2018, 23:18:12
Il mio commento:
Topolino in: che fine ha fatto Peter Quarky? voto 7
Condivido i vostri punti di vista in merito ad un omaggio poco riuscito a Piero Angela: ci sono elementi di omaggio molto validi mentre ce ne sono altri fuori luogo. Il finale "alieno" stona con tutta la storia e con Peter Quarky. Ottimo Perina
Zio Paperone e i misfatti nell’oscurità voto 7,5
Storia vecchio stile dove tutto si svolge con tranquillità e ben dosando i vari passaggi. Buon lavoro della Castellani
Alla ricerca di Topolino – Ep. 5: La sorgente del tempo voto 7,5
Vedere Topolino e Paperone come coppia in una storia capita raramente: buon risultato anche se Intini in qualche raffigurazione dei personaggi mi ha convinto poco
Paperoga insegna – Il postino voto 6
Breve simpatica
Paperino e l’app da un milione di dollari voto 5
Secondo me l'idea era da sviluppare per una storia più lunga: in poche tavole perde molto del suo senso
PK – Droidi, ep. 3 voto 8,5
Tutto si spiega in fondo e anche il finale è un piccolo colpo di genio. Droidi non delude
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: raes - Venerdì 7 Dic 2018, 08:52:51
più che a super quark la storia fa riferimento a vecchie trasmissioni di angela in cui dava la caccia a pseudoscienzati 
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Hero of Sky - Venerdì 7 Dic 2018, 10:34:52
Chiaro che i terrapiattisti stanno sulle balle a tutti, me compreso, e secondo me dovrebbero ripassare la fisica, e non solo quella. Detto ciò, però, pur avendo apprezzato il suo contributo alla divulgazione, uno come Angela, che dice che la scienza non è democratica, quando la storia della scienza dimostra l'esatto contrario, proprio non riesce a starmi simpatico.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Paperinika - Venerdì 7 Dic 2018, 11:25:53
Detto ciò, però, pur avendo apprezzato il suo contributo alla divulgazione, uno come Angela, che dice che la scienza non è democratica, quando la storia della scienza dimostra l'esatto contrario,
Credo ti sia sfuggito completamente il senso di quello che intendeva dire.
Ma mi fermo qui, perché la deriva sfocerebbe nell'OT selvaggio, ed è meglio evitare.

Aggiungo due parole sulla storia di PK, dichiaratamente (almeno nelle intenzioni dell'autore) un omaggio a Blade Runner, che ho rivisto prima di rileggere la storia in maniera completa

Sì, perché la prima lettura inframmezzata dalle pause settimanali mi aveva dato una sola ed unica impressione: quella del brodo allungato. Tra spiegoni, poca azione e vignettone e splash page composte al 90 per cento da sfondi, l'impressione è stata solo quella.

Rileggendola dopo il film devo dire che la lettura è passata molto meglio, più fluido il ritmo e anche i vari riferimenti e strizzate d'occhio al film entrano a far parte della storia, che prima sembrava quasi vuota.
C'è da dire, poi, che il terzo episodio racchiude quasi tutto della narrazione, e quindi anche questo è un aspetto che influisce molto sulle sensazioni post lettura.

Nonostante tutto promossa, ma continuo a pensare che PK debba chiudersi dignitosamente una volta per tutte, senza continuare a rimestare nel fanservice (nonostante alcuni risultati interessanti).
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Luxor - Venerdì 7 Dic 2018, 12:17:07
Chiaro che i terrapiattisti stanno sulle balle a tutti, me compreso, e secondo me dovrebbero ripassare la fisica, e non solo quella. Detto ciò, però, pur avendo apprezzato il suo contributo alla divulgazione, uno come Angela, che dice che la scienza non è democratica, quando la storia della scienza dimostra l'esatto contrario, proprio non riesce a starmi simpatico.

Ho avuto la fortuna di assistere ad una Lectio Magistralis di Piero Angela, dove ha ribadito fermamente questo concetto, sul quale non posso che essere d'accordo.

Concetto che va ribadito come non mai ai giorni nostri, che con l'avvento e l'espansione di internet e dei social media hanno visto incrementare in maniera esponenziale il numero di cosiddetti esperti che vedono complotti ovunque e che sono pronti a mettere in discussione ogni certezza ed ogni conquista scientifica raggiunta sinora.

E se la storia della Terra piatta alla fine può essere presa come una bufala tutto sommato innocua, anche se fa specie pensare a gente convinta realmente che l'Australia non esista, ci sono argomenti ben più seri che non possono essere sottovalutati, come i vaccini, che hanno fatto regredire pericolosamente l'Italia e che sono già costati carissimi in termini di vite umane.

La democrazia si fonda sulle opinioni, la scienza non potrà mai essere democratica perchè si basa su conoscenze specifiche e prove evidenti e quindi, a meno di portare controprove inoppugnabili, non possono essere ammissibili pseudo-teorie suffragate da semplici convinzioni, che a conti fatti sono quindi soltanto fuffa, ed ecco il senso del messaggio di Piero Angela.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: salimbeti - Venerdì 7 Dic 2018, 12:26:03
Chiaro che i terrapiattisti stanno sulle balle a tutti, me compreso, e secondo me dovrebbero ripassare la fisica, e non solo quella. Detto ciò, però, pur avendo apprezzato il suo contributo alla divulgazione, uno come Angela, che dice che la scienza non è democratica, quando la storia della scienza dimostra l'esatto contrario, proprio non riesce a starmi simpatico.

La Scienza non è "democratica" per il semplice fatto che chiunque voglia sostenere una teoria, che ha a che fare con la scienza, deve essere in possesso di dati, che possano essere verificati da altri scienziati ed eventualmente confermati o confutati, ma non posso argomentare una teoria scientifica solo con delle opinioni personali.
Le opinioni non hanno la stessa valenza dei fatti, quindi non c'è par condicio (come in democrazia), su una rivista scientifica non potrei pubblicare una mia teoria senza che sia supportata da dati oggettivi ,verificabili e riproducibili,  ma solo basata su una mia personale visione delle cose.
In pratica in un ambito sociale democratico chiunque può dire la sua, nessuno per esempio può impedirti di sostenere che la terra è piatta, o che l' uomo non è mai andato sulla Luna, o che Alieni invisibili sono già tra noi, mentre  in ambito scientifico la tua opinione è accettata solo se basata su dati verificabili.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Bramo - Venerdì 7 Dic 2018, 22:12:24
Anche questa settimana ho potuto dire la mia sul nuovo numero di Topolino direttamente al pulpito dell'Edicola del Papersera.
Potete quindi leggere la mia recensione dell'albo scrollando con il mouse fino alla cima di questa pagina o andando alla sezione dell'Edicola dalla home page del sito ;)
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Andy98 - Sabato 8 Dic 2018, 21:26:38
Non posso che dar ragione a coloro che hanno definito Topolino in: Che fine ha fatto Peter Quarky? un omaggio poco riuscito ad una personalità importante come Piero Angela.
La storia in sé non sarebbe nemmeno malvagia, soprattutto perché Vitaliano riesce a contenere quella sfumatura di comicità eccessivamente fine a se stessa che ha caratterizzato, per esempio, la sua precedente prova, tuttavia si perde in una serie di soluzioni piuttosto risibili, prima fra tutte la presenza dei marziani che cozzano con le premesse fissate in partenza, ovverosia l'importanza del pensiero scientifico, quello stesso pensiero messo in secondo piano da una macchina in grado di stabilire se una data congettura sia vera o falsa.
Fa sorridere come ormai Topolino non riesca a parlare di cultura se non attraverso poche vignette didascaliche che dicono poco e niente sull'argomento, un po' come ha fatto Gagnor con le sue recenti storie sull'arte: sembra proprio che narrazione ed informazione non siano in grado di coesistere senza che la prima venga messa da parte per la seconda, e viceversa, confezionando, quindi, dei prodotti di qualità piuttosto altalenante. Da parte mia, queste sono occasioni sprecate per informare con leggerezza un vasto pubblico su questioni che dovrebbero far riflettere: La scienza non propone dogmi, ma ipotesi che possono essere smentite da nuove scoperte. è una constatazione sacrosanta che non trova alcuna collocazione negli sviluppi successivi della storia, che sceglie piuttosto di immaginare un piumato Piero Angela attorniato da extraterrestri, o di parlare di misteriosi test di intelligenza vincolati da contratti intergalattici. Magari sacrificando questa componente alquanto demenziale e concentrandosi piuttosto sul pensiero di Piero Angela, si sarebbe potuto ottenere un omaggio più convincente, e, soprattutto, più interessante per il lettore che mai come oggi ha necessità di relazionarsi col pensiero scientifico: non è facendo diventare i topolinesi un'improvvisa manica di pecoroni ignoranti a spingere il lettore all'informazione, e, soprattutto, alla comprensione ragionata di determinati argomenti.
Forse bisognerebbe prendere in considerazione l'idea di affiancare a storie di questo genere degli esperti, un po' come è accaduto con Artibani e Saracco, in modo da cercare un equilibrio tra una narrazione gradevole e leggera nello stile di Topolino e un'informazione tanto essenziale quanto completa e non banale, altrimenti ci si limiterebbe a richiamare giusto quelle due o tre cose che bene o male tutti potrebbero conoscere sull'argomento senza offrire un motivo di approfondimento: a riguardo, so di essermi ripetuto più di una volta, tuttavia è una questione che mi è molto vicina per svariate ragioni, sicché mi dispiace che quando ci sia la possibilità di aprire degli squarci su determinate questioni si scelga di farle passare in secondo piano a favore, piuttosto, di una comicità che si ripiega su se stessa.

Piacevole, invece, Zio Paperone e i misfatti nell'oscurità, che al di là del titolo da thriller non ne ha l'atmosfera, un elemento che secondo me l'avrebbe resa più interessante. Questa volta devo dire che mi è piaciuto il modo in cui Panaro si è mosso, regalando, soprattutto, un duo Paperone-Paperino bello frizzante e senza troppi fronzoli sentimentalistici, anche se il giallo in sé è piuttosto debole e poco convincente per certi versi - ad esempio, al di là dell'insistenza con cui si è cercato di far apparire Bud come il colpevole dei furti, mi è difficile credere che il cuoco in mensa potesse aver appreso del cacciavite di quest'ultimo. Tuttavia ripagano delle spiegazioni conclusive meno forzate del solito e dei bei disegni espressivi della Castellani. Di degna menzione, infine, la quarta vignetta di pagina 79, che conferisce un minimo di profondità ad un villain lontano dai soliti schemi panariani.

Per quanto riguarda le brevi, in ultimo luogo, ho trovato molto simpatica quella di Paperoga, talché mi sarebbe piaciuto se tutte le altre del ciclo avessero avuto un po' di gag come è accaduto in questa.
Paperino e l'app da un milione di dollari, invece, ha uno spunto da storia ben più lunga delle otto pagine che le sono dedicate, soprattutto è confusa dal punto di vista narrativo: credo che Deninotti debba puntare piuttosto sulle storie lunghe, poiché nelle brevi gli riesce difficile costruire una situazione che riesca a risolversi senza avere l'impressione che qualcosa non funzioni. Se non altro, i disegni di Verzì sono carini, ma non possono nascondere quella carenza di sostanza che mi è parso di percepire.

Non posso, purtroppo, esprimermi sulle altre due storie: quella di Artibani la leggerò a ciclo completato, mentre PK non riscuote proprio il mio interesse salvo qualche rara eccezione.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vito65 - Domenica 9 Dic 2018, 00:09:58
Trovo che un po' tutti i commenti espressi sopra sul Topolino n. 3289 diano una presentazione puntuale di pregi e difetti delle storie in esso contenute, per cui nulla aggiungo.
Vorrei invece soffermarmi un attimo su Droidi per chiedere aiuto ai colleghi forumisti su un paio di punti che mi suscitano perplessità: alla luce della lettura completa della storia, il Pikappa che appare nelle prime tavole del primo episodio è il vero Pikappa del XXI secolo, prima che venga tramortito da Duckard? E cosa intende esattamente Uno quando dice che Duckard non poteva richiedere il permesso di prelevare Pk dal passato senza fornire i dettagli della sua missione? Non deve comunque essere sempre autorizzato dalla Tempolizia per spostarsi nel tempo per le sue missioni, e quindi non deve comunque fornire sempre i dettagli sui motivi dei suoi viaggi temporali? Se si è recato nel XXI secolo per tramortire Pk, non ha chiesto il permesso? Non ha dato spiegazioni in merito? O forse Duckard viene fermato dall'Ispettore Wuff nel corso del primo espisodio proprio per fornire questi dettagli che prima non ha dato? Se qualcuno può fornirmi lumi, lo ringrazio.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Sisti - Domenica 9 Dic 2018, 10:29:28
Buongiorno a tutti, volevo ringraziarvi dei commenti a proposito di Droidi, ma prima ne approfitto per cercare di sciogliere i dubbi di Vito. Allora: sì, il Pikappa delle tavole iniziali è quello vero, in carne e piume nel nostro presente, prima d'essere tramortito da Duckard. Infatti lì si ferma la copia che il droide fa della sua memoria. Come detective temporale privato, Duckard deve informare la tempolizia dei propri spostamenti nel tempo, ma non è soggetto a restrizioni quanto un comune cittadino, per cui può dire che si recherà agli inizi del XXI secolo a cercare elementi per un'indagine e la cosa non susciterà obiezioni. Ben diverso sarebbe stato se avesse dichiarato di voler portare il vero PK in un tempo che non è il suo: gliene avrebbero chiesta la ragione, nonché i dettagli inconfessabili dell'incarico affidatogli da Chandra! Quindi, approfittando dei privilegi concessi dalla sua licenza, ha fatto un salto nel XXI e ha duplicato la memoria di PK, per inserirla nel suo droide replicante e avere un credibile PK-esca. Quando Wuff lo ha visto, nelle immagini trasmesse dal robot di pattuglia durante la scena al bar, è andato a prelevare Duckard per chiedergli spiegazioni. Dopodiché lo ha lasciato andare, poiché creare un falso PK temporaneo non può generare reali anomalie nel flusso del passato e dunque non costituisce un reato temporale, però da quel momento s'è insospettito e li ha tenuti sotto controllo. Spero che così sia più chiaro, ma per ogni altro dubbio sono come sempre a disposizione. Ciò detto, grazie a tutti ancora una volta. Mi pare che la storia non vi sia dispiaciuta e ne sono felice, perché da un pezzo desideravo dedicare un omaggio a Blade Runner (in effetti Droidi doveva originariamente uscire per i 35 anni del film, ma il mondo editoriale ha i suoi ritmi), che è stato un elemento fondante del mio immaginario fantastico… come lo è - credo - per moltissimi di noi. Se sono incorso nel peccato di fanservice me ne scuso, ma nello specifico il fan ero io :) Alla prossima!
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: luciochef - Domenica 9 Dic 2018, 10:58:32
Quando ieri leggevo le domande di Vito, gran conoscitore del Pk e delle sue vicende, pensavo esattamente : " Sarebbe il massimo, se oltre a qualche utente che abbia idee più chiare sui risvolti della vicenda, a rispondere a tali quesiti ci fosse colui che questi risvolti li ha immaginati e creati...".
E stamattina ecco la gradita sorpresa !
Questi sono i rapporti che dovrebbero instaurarsi sempre tra autori e fan , appassionati, seguaci (o con altri millemila appellativi li si voglia chiamare).
Rapporti che in alcune occasioni possono essere anche leggermente aspri in base all'argomento trattato ( ma comunque basati sull'educazione, sul rispetto reciproco e sul rispetto del lavoro altrui) ma che comunque sono essenziali per poter chiarire dinamiche e "lati oscuri" delle storie.
Insomma è stata una bella sorpresa domenicale questo post di Sisti a cui vanno i complimenti per la storia e per il modo in cui interagisce con noi !
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Paperinika - Domenica 9 Dic 2018, 11:54:14
Se sono incorso nel peccato di fanservice me ne scuso, ma nello specifico il fan ero io
Per carità, non ero rivolta espressamente a te, anzi!

Tra l'altro, ricordo che mi accennasti dell'omaggio per il 35mo di Blade Runner proprio un paio di anni fa a Reggio Emilia... e a tutto pensavo meno che al fanservice (oltre al fatto che allora non avevo ancora mai visto Blade Runner, ma vabbè, ho recuperato ;D).

La mia è un'osservazione generica sul mondo di PK di questi ultimi anni. A mio parere è stato concepito/impostato (in maniera più o meno spontanea forse, ma non mi addentrerò in simili meandri sulla base delle mie sole sensazioni) sì per chiudere i buchi lasciati da PKNA e PK2, ma anche per spalancare dei portoni che non avevano nessun bisogno di essere aperti... se non appunto in nome della logica fanservice che negli ultimi anni ha portato, nel cinema e nei fumetti, una valanga di sequel e reboot i cui esiti non sono sempre all'altezza dei capisaldi storici.

Con questo non voglio dire che Droidi o Cronaca di un ritorno o le altre non mi siano piaciute, però, ecco, come dire... mi manca un elemento fondamentale per apprezzarle fino in fondo, perchè è impossibile non inquadrarle nel discorso generale di cui si parlava prima (sì, ok, Droidi ha poco a che vedere con il discorso del sequel in senso stretto, ma immagino tu abbia capito che mi riferisco in generale al nuovo universo di PK e non ad una singola storia nello specifico). ;)
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vito65 - Domenica 9 Dic 2018, 14:38:50
Ringrazio Alessandro Sisti per il graditissimo regalo delle sue delucidazioni sul soggetto di Droidi: precisazioni puntuali, chiare e precise; inoltre, lo ringrazio specificatamente anche per la cortesia della risposta, che traspare chiaramente dal suo post.
Già che ci sono, un ultimo dubbietto...Nel 2179 Vertighel è un giovane scienziato, in Frammenti d'Autunno siamo nel 2255 circa, sono passati 76 anni ed il nostro Leonard, seppur in gamba, è chiaramente in età avanzata. E' giusto concludere che nel suddetto arco temporale il progresso ha influito sulla longevità?
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Jay J - Lunedì 10 Dic 2018, 14:36:43
Buongiorno a tutti, volevo ringraziarvi dei commenti a proposito di Droidi, ma prima ne approfitto per cercare di sciogliere i dubbi di Vito. Allora: sì, il Pikappa delle tavole iniziali è quello vero, in carne e piume nel nostro presente, prima d'essere tramortito da Duckard. Infatti lì si ferma la copia che il droide fa della sua memoria. Come detective temporale privato, Duckard deve informare la tempolizia dei propri spostamenti nel tempo, ma non è soggetto a restrizioni quanto un comune cittadino, per cui può dire che si recherà agli inizi del XXI secolo a cercare elementi per un'indagine e la cosa non susciterà obiezioni. Ben diverso sarebbe stato se avesse dichiarato di voler portare il vero PK in un tempo che non è il suo: gliene avrebbero chiesta la ragione, nonché i dettagli inconfessabili dell'incarico affidatogli da Chandra! Quindi, approfittando dei privilegi concessi dalla sua licenza, ha fatto un salto nel XXI e ha duplicato la memoria di PK, per inserirla nel suo droide replicante e avere un credibile PK-esca. Quando Wuff lo ha visto, nelle immagini trasmesse dal robot di pattuglia durante la scena al bar, è andato a prelevare Duckard per chiedergli spiegazioni. Dopodiché lo ha lasciato andare, poiché creare un falso PK temporaneo non può generare reali anomalie nel flusso del passato e dunque non costituisce un reato temporale, però da quel momento s'è insospettito e li ha tenuti sotto controllo. Spero che così sia più chiaro, ma per ogni altro dubbio sono come sempre a disposizione. Ciò detto, grazie a tutti ancora una volta. Mi pare che la storia non vi sia dispiaciuta e ne sono felice, perché da un pezzo desideravo dedicare un omaggio a Blade Runner (in effetti Droidi doveva originariamente uscire per i 35 anni del film, ma il mondo editoriale ha i suoi ritmi), che è stato un elemento fondante del mio immaginario fantastico… come lo è - credo - per moltissimi di noi. Se sono incorso nel peccato di fanservice me ne scuso, ma nello specifico il fan ero io :) Alla prossima!
Buongiorno, voglio farle i complimenti per una storia veramente riuscita. Riesce a combinare la parodia/omaggio a blade runner, il giusto passo, un finale commovente e piuttosto maturo e a incastrarci perfettamente nella continuity, aggiungendo nuovi interessanti elementi.
Due osservazioni: questa storia oltre che Le parti e il tutto cita anche PkTube #2 (Il giorno del Fondatore), collocandosi alcuni anni prima. Era già stata pensata allora?
Ci sono voci chedicono che in origine era stata pensata in due parti, ma poi Sciarrone ha diluito, tuttavia sembra essere naturalmente in tre parti. Qualche retroscena?
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Max - Martedì 11 Dic 2018, 09:28:31
A me nella prima storia sembra che non venga chiarito con precisione cosa si intende per metodo scientifico, che è poi la base di tutta la storia. La frase riguardo le ipotesi che si possono smentire in futuro può risultare perciò un po' oscura, senza la dovuta premessa del percorso di osservazione - ipotesi - verifica/sperimentazione - dimostrazione.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Sisti - Martedì 11 Dic 2018, 11:54:17
Eccomi, un po' in "zona Cesarini" e me ne scuso: prometto di lasciare al più presto il posto a Topolino 3290. Giusto il tempo di dire a Vito che prima di decidere in quale anno collocare i fatti di Droidi, anch'io mi sono perso a fare calcoli sulle età (apparenti e reali) sia di Vertighel sia di Odin Eidolon. L'idea cui sono arrivato è che nel 23° secolo possa essere abbastanza normale un'aspettativa di vita attorno ai 120 anni, unita a un credibile prolungamento della forma fisica, tanto più nel caso di due personaggi che sicuramente possono permettersi il meglio dei trattamenti medici. Anche se per Odin sono solo di facciata ;) Grazie a Jay J per i complimenti e - se non sono troppo informale - direi che potremmo anche darci del tu, sì? Droidi cita le storie che menzioni nel tentativo di stabilire una cronologia coerente, però non l'avevo già immaginata ai tempi di quelle, se non nella misura in cui da anni avevo in mente di scrivere qualcosa che si ispirasse a Blade Runner. Credo infatti che che ci siano elementi comuni fra la condizione dei droidi di PK e quella dei replicanti di Dick, tanto che fin dall'epoca delle vecchie serie avevo creato il personaggio di Tyrrel Duckard, senza tuttavia mai metterlo in scena personalmente. Quanto alla lunghezza, in effetti la mia sceneggiatura originale era di 64 tavole (come i vecchi PKNA) su due puntate, ma successivamente è stata riadattata, da Claudio per valorizzarne maggiormente le visioni più suggestive (e direi che come sempre c'è riuscito in modo straordinario), oltreché - immagino - per meglio assolvere ad altre esigenze editoriali. E' una pratica tutt'altro che inconsueta, nelle nostre storie come nei romanzi o nel montaggio cinematografico, e d'altronde mi pare che anche proprio di Blade Runner sia uscita in seguito una versione "director's cut". Per finire mi permetto di rivolgere una domanda a Paperinika, casomai ripassasse da queste parti. Mi hai scritto d'aver visto Blade Runner solo di recente, ma non che effetto t'ha fatto. Noi che lo conserviamo come un film di culto ci basiamo sulle sensazioni che ci ha dato 35 anni fa, quando era qualcosa di diverso dal resto della scena fantastica, però può darsi che a te, oggi, non sia sembrato così coinvolgente...
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Paperinika - Martedì 11 Dic 2018, 12:09:26
Per finire mi permetto di rivolgere una domanda a Paperinika, casomai ripassasse da queste parti. Mi hai scritto d'aver visto Blade Runner solo di recente, ma non che effetto t'ha fatto. Noi che lo conserviamo come un film di culto ci basiamo sulle sensazioni che ci ha dato 35 anni fa, quando era qualcosa di diverso dal resto della scena fantastica, però può darsi che a te, oggi, non sia sembrato così coinvolgente...
Diciamo che è servita anche lì una seconda visione per poterlo apprezzare maggiormente. :)
Anche se riconosco che non è esattamente il mio genere (e anche l'averlo visto così tanto tempo dopo l'uscita, in effetti, può aver influito).
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Dippy Dawg - Martedì 11 Dic 2018, 15:33:04
Per finire mi permetto di rivolgere una domanda a Paperinika, casomai ripassasse da queste parti...
Mi permetto di rispondere anch'io alla domanda di Sisti, visto che, nonostante sia un film dei miei tempi, l'ho visto solo pochi anni fa (come anche Guerre Stellari, del resto!)... ::)

In effetti, non mi ha entusiasmato!
Va detto, però, che, anche non se non l'avevo mai visto, in pratica lo conoscevo già, perché da vent'anni ne sentivo parlare, ne leggevo commenti, ne sentivo citazioni ("io ne ho viste di cose..."), ne sentivo pareri di spettatori entusiasti, ne sentivo parlare a proposito di finali alternativi, leggevo altri fumetti più o meno ispirati (come Nathan Never)... tutte cose che hanno contribuito a non dare le stesse sensazioni che avrebbe dato a vederlo "in diretta"!

Aggiungo due cose, a proposito di "Droidi":
- non avevo colto per niente i riferimenti a Blade Runner, quindi è stata per me una storia a se stante, a tutti gli effetti! ;)
- il finale mi è piaciuto veramente tanto! Non sono un fanatico di PK, quindi non ricordavo bene tutti i riferimenti alle storie passate e ai personaggi già visti, per cui ho letto le prime due puntate un po' a fatica... ma quel finale ha risollevato tutto! :)
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vito65 - Martedì 11 Dic 2018, 15:33:22
Ancora grazie ad Alessandro Sisti per il suo ulteriore intervento: è stato proprio un piacere interloquire con una persona così cortese e disponibile!
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Erdesgr - Martedì 11 Dic 2018, 15:43:11
@Sisti   

Domanda diretta e a bruciapelo: ci sono possibilità per il prosieguo della storia di Xadhoom dopo Cronaca di un futuro?  Mi spiego: ha pensato se dare una "conclusione" al personaggio e, se si, avrebbe intenzione di proporlo alla redazione di topolino?
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: paolo87 - Martedì 11 Dic 2018, 16:10:50
Piccolo aneddoto personale: io vidi Blade Runner in quarta superiore... a scuola. L'insegnante, in un singolare stato di grazia, aveva deciso che era un'opera troppo importante per non conoscerla! Il problema è che, proprio perchè si trattava di una cosa "vista a scuola", l'atteggiamento generale della classe fu analogo a quello che avremmo avuto di fronte all'ennesimo pippone sui Promessi Sposi. Proprio per questo non l'ho più rivisto, disinteressandomene come a qualunque argomento "imparato a scuola" ... finchè la lettura di Droidi non mi ha stimolato a recuperarlo. La nuova visione, a distanza di tredici anni, me lo ha fatto amare moltissimo! Ringrazio Alessandro Sisti per avermi indotto a recuperare quello che per me era un tesoro perduto.  ;D
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Sisti - Martedì 11 Dic 2018, 19:36:54
Risposta a bruciapelo per Erdesgr: chi lo sa? Io una mezza idea di quello che farà Xadhoom ce l'avrei, poi però è inevitabile che la fantasia si adegui a tempi e decisioni dei piani editoriali. Grazie a Paperinika e a Dippy per quanto mi scrivono su Blade Runner e a Paolo per il suo aneddoto, che m'induce inquietanti riflessioni. A una delle mie nipotine, in terza media, l'insegnante ha deciso di far leggere "Io, robot" di Asimov, dopodiché la signorina in questione mi ha detto che non le piace, è noioso e ci mette una vita per arrivare da qualche parte! Personalmente ho un ottimo rapporto con la scuola, ma a questo punto spero che PK non diventi mai un testo da antologia.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: raes - Martedì 11 Dic 2018, 20:16:22
io non conosco pk  nelle pubblicazioni precedenti ma ho gradito ugualmente la storia
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vito65 - Martedì 11 Dic 2018, 21:05:49
Riallacciandomi alla riflessione di Paperinika sull'importanza che ogni filone della saga pikappica trovi una degna conclusione, a me pare che, al momento, gli unici punti veramenti in sospeso (a parte gli spiragli aperti nel finale di LODE, che potrebbero anche restare senza ulteriori sviluppi) siano quelli determinati da Gli argini del tempo, dove abbiamo lasciato la base Time 0 sganciata dal fulcro atemporale e in balia del flusso dello spaziotempo, e quelli determinati da Cronaca di un ritorno dove, oltre alla vicenda di Xadhoom, si potrebbe aprire un capitolo sugli En'tomek.
Io non dubitavo che Alessandro Sisti avesse un'idea su Xadhoom: il finale aperto di CDUR lo faceva capire chiaramente; sarebbe un vero peccato se, adesso che la vicenda si è riaperta, non venisse esplicata e portata a conclusione: speriamo che non ci siano problemi a riguardo.
Invece, Alessandro, sulla sorte della base Time 0 dopo che è precipitata nel flusso spaziotemporale conosceremo  qualche sviluppo?
E...altre due domandine su Droidi, giusto per rientrare "in topic", le posso fare? Sì, vero?
Nelle prime due tavole del primo episodio, l'interlocuzione del vero Pk del XXI secolo, con i riferimenti ai cronoviaggi ed alle perdite di tempo, poteva far pensare, in sede di prima lettura, ad un dialogo con il Razziatore. Pk invece sta parlando con Duckard, no? Duckard lo sorprende e lo tramortirsce alle spalle, ma prima lo aveva indotto in inganno con il falso appostamento di cui parlerà poi al Pk-droide, giusto?
Inoltre, la foto che mostra a Pk nel primo episodio è veramente recuperata dagli archivi della Tempolizia? È forse quella scattata dai passanti curiosi, qualche tavola dopo, che sarà magari successivamente recuperata dalla tempolizia, in uno degli affascinanti paradossi temporali a te congeniali?
Spero che ripassi da queste parti a rispondere, ancora una volta!
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: GrouchoMarx81 - Mercoledì 12 Dic 2018, 00:46:38
piccolo ot/curiosità il sito da 1 milione di dollari citato nella storia di paperino e paperoga esiste veramente si chiama http://www.milliondollarhomepage.com/
fu ideato nel 2005 da un ragazzo di 20 anni e in pochissimo tempo riuscì a vendere tutti i pixel (gli ultimi 1000 vennero messi all'asta su ebay) e costavano appunto 1 dollaro l'uno :) dopo di lui tanti altri provarono a replicare il successo ma senza risultati
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Sisti - Mercoledì 12 Dic 2018, 10:03:02
(…) a me pare che, al momento, gli unici punti veramenti in sospeso (a parte gli spiragli aperti nel finale di LODE, che potrebbero anche restare senza ulteriori sviluppi) siano quelli determinati da Gli argini del tempo, dove abbiamo lasciato la base Time 0 sganciata dal fulcro atemporale e in balia del flusso dello spaziotempo, e quelli determinati da Cronaca di un ritorno dove, oltre alla vicenda di Xadhoom, si potrebbe aprire un capitolo sugli En'tomek.

E i Rettificatori no? Io non li perderei d'occhio, fidati.
Citazione
Invece, Alessandro, sulla sorte della base Time 0 dopo che è precipitata nel flusso spaziotemporale conosceremo  qualche sviluppo?

Anche qui mi tocca risponderti "chissà". Per quanto mi riguarda, credo ci sarebbe del buon materiale da sviluppare. Si vedrà.
Citazione
E...altre due domandine su Droidi, giusto per rientrare "in topic", le posso fare? Sì, vero?

Certo, ci mancherebbe!
Citazione
Nelle prime due tavole del primo episodio, l'interlocuzione del vero Pk del XXI secolo, con i riferimenti ai cronoviaggi ed alle perdite di tempo, poteva far pensare, in sede di prima lettura, ad un dialogo con il Razziatore. Pk invece sta parlando con Duckard, no? Duckard lo sorprende e lo tramortirsce alle spalle, ma prima lo aveva indotto in inganno con il falso appostamento di cui parlerà poi al Pk-droide, giusto?

Non proprio. PK (quello vero) è in cima a un grattacielo nel nostro presente e fa giusto in tempo ad accorgersi d'avere qualcuno alle spalle, che viene tramortito. Ne ha quindi solo un ricordo vago, che Duckard giustifica al PK-droide spacciandogli la storiella dell'appostamento. In queste due tavole il nostro eroe non parla con nessuno: il testo è stato modificato, presumo per fornire una mini-presentazione del personaggio a quei lettori che non lo conoscessero. Nella versione iniziale PK brontolava fra sé, dicendo che a fare il supereroe s'imparano due cose. La prima è a detestare le notti di pioggia e la seconda - notando dietro di sé una sagoma, riflessa dall'acqua sul terreno - è apprezzare le pozzanghere.
 
Citazione
Inoltre, la foto che mostra a Pk nel primo episodio è veramente recuperata dagli archivi della Tempolizia? È forse quella scattata dai passanti curiosi, qualche tavola dopo, che sarà magari successivamente recuperata dalla tempolizia, in uno degli affascinanti paradossi temporali a te congeniali?

Questa l'hai azzeccata al 100%. E' proprio la foto scattata dai passanti, recuperata dall'ispettore Wuff nella sua indagine e di conseguenza archiviata dalla tempolizia, in un file dove Duckard, come ex-tempoliziotto, riuscirà in seguito a introdursi.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Gumi - Mercoledì 12 Dic 2018, 12:37:41
Ciao Alessandro, ti ho sistemato i "quote", spero non ti dispiaccia.

Complimenti poi per la storia: mi è piaciuta moltissimo e la ritengo sicuramente una delle migliori della "new era", e ai livelli di alcune tra le più belle storie di pkna.

Ho finalmente ritrovato le emozioni che cerco nella lettura di queste storie e per questo ti ringrazio.
Speriamo, e lo scrivo solamente come auspicio, di aver la possibilità di leggere presto altre avventure del vecchio mantello belle come questa. :)
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: pi8 - Mercoledì 12 Dic 2018, 14:45:38
Scusate una domanda: ma i francobolli metallici sono compresi nel prezzo o venduti in una versione separata a prezzo maggiorato?
Tutte le pubblicità sul Topo non riportano nulla!
E il mio edicolante riceve solo copie senza i francobolli!!!!
Non so cosa pensare...
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Luxor - Mercoledì 12 Dic 2018, 15:04:56
Scusate una domanda: ma i francobolli metallici sono compresi nel prezzo o venduti in una versione separata a prezzo maggiorato?
Tutte le pubblicità sul Topo non riportano nulla!
E il mio edicolante riceve solo copie senza i francobolli!!!!
Non so cosa pensare...

Venduti in una versione separata a prezzo maggiorato, poi chiedere al tuo edicolante di fare richiesta specifica oppure ordinare le copie con i francobolli in fumetteria o comprarle direttamente online.
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Sisti - Mercoledì 12 Dic 2018, 16:57:31
Ciao Alessandro, ti ho sistemato i "quote", spero non ti dispiaccia.

Complimenti poi per la storia: mi è piaciuta moltissimo e la ritengo sicuramente una delle migliori della "new era", e ai livelli di alcune tra le più belle storie di pkna.

Ho finalmente ritrovato le emozioni che cerco nella lettura di queste storie e per questo ti ringrazio.
Speriamo, e lo scrivo solamente come auspicio, di aver la possibilità di leggere presto altre avventure del vecchio mantello belle come questa. :)

Grazie per i "quote", io avevo fatto un po' un pasticcio. Ti devo un aperitivo la prossima volta che c'incontriamo.

E naturalmente grazie anche per i complimenti  ;D
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: Vito65 - Giovedì 13 Dic 2018, 00:28:42
Un cordiale saluto ad Alessandro Sisti: mi (ci) ha regalato il piacere di un piccolo e significativo Botta&Risposta, che personalmente mi ha lasciato contento e soddisfatto. Mi associo ai complimenti fatti dagli altri forumisti, in particolare a quelli di Gumi, per l'elevato livello di Droidi, una di quelle storie che un lettore non dimentica!
Titolo: Re:Topolino 3289
Inserito da: pi8 - Venerdì 14 Dic 2018, 20:15:35
Scusate una domanda: ma i francobolli metallici sono compresi nel prezzo o venduti in una versione separata a prezzo maggiorato?
Tutte le pubblicità sul Topo non riportano nulla!
E il mio edicolante riceve solo copie senza i francobolli!!!!
Non so cosa pensare...

Venduti in una versione separata a prezzo maggiorato, poi chiedere al tuo edicolante di fare richiesta specifica oppure ordinare le copie con i francobolli in fumetteria o comprarle direttamente online.
Grazie mille