Papersera.net

Le Pubblicazioni => Topolino => Topic aperto da: SalvoPikappa - Lunedì 4 Feb 2019, 16:44:04

Titolo: Topolino 3298
Inserito da: SalvoPikappa - Lunedì 4 Feb 2019, 16:44:04
(http://www.topolino.it/assets/COVER/1WTOPO32980.jpg)
Cover di Alessandro Perina

Indice


Topolino e l’amico non ritrovato - di Tito Faraci e Roberto Vian

Il conte di Anatrham, ep. 2 - di Marco Bosco e Nico Picone

Wizards of Gamba – Il diamagic della torre di ghiaccio - di Gabriele Panini e Francesco D'Ippolito

Paperino e la stella andina - di Giorgio Figus e Emmanuele Baccinelli

Paperetta, Paperoga e l’improponibile Grumby - di Giulio D'Antona e Vitale Mangiatordi


Next>>>SAN VALENTINO
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: PeppeScrooge89 - Mercoledì 6 Feb 2019, 11:41:11
Buongiorno ragazzi . Per caso sapete se la versione con il gadget di san valentino ha il prezzo diverso come i topolini usciti in occasione dei francobolli di metallo .
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Garalla - Mercoledì 6 Feb 2019, 11:54:38
Buongiorno ragazzi . Per caso sapete se la versione con il gadget di san valentino ha il prezzo diverso come i topolini usciti in occasione dei francobolli di metallo .

Sì, costa 3,90 €
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: PeppeScrooge89 - Mercoledì 6 Feb 2019, 12:15:08
Buongiorno ragazzi . Per caso sapete se la versione con il gadget di san valentino ha il prezzo diverso come i topolini usciti in occasione dei francobolli di metallo .

Sì, costa 3,90 €
   Anche sulla copertina il prezzo è diverso ? 3,90 invece di 2,70 ?
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vito65 - Mercoledì 6 Feb 2019, 13:05:28
Ho sfogliato il nuovo Topolino e ho notato una cosa che mi ha pacevolmente sorpreso: non mi aspettavo che i nostri auspici sulla chiusura dello "Sgrunt", espressi appena sette giorni fa, si realizzassero così presto...
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Garalla - Mercoledì 6 Feb 2019, 13:14:29
"espressi sette giorni fa"... Ma se è dal restyle che tutti criticano quella rubrica?
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: francescovalentini - Mercoledì 6 Feb 2019, 13:17:48
Buongiorno ragazzi . Per caso sapete se la versione con il gadget di san valentino ha il prezzo diverso come i topolini usciti in occasione dei francobolli di metallo .

Sì, costa 3,90 €
   Anche sulla copertina il prezzo è diverso ? 3,90 invece di 2,70 ?

Si scritto 3,90 anche sulla copertina! Uffa!
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: PeppeScrooge89 - Mercoledì 6 Feb 2019, 14:05:07
Buongiorno ragazzi . Per caso sapete se la versione con il gadget di san valentino ha il prezzo diverso come i topolini usciti in occasione dei francobolli di metallo .

Sì, costa 3,90 €
   Anche sulla copertina il prezzo è diverso ? 3,90 invece di 2,70 ?

Si scritto 3,90 anche sulla copertina! Uffa!
Grazie mille . Da collezionista e abbonato dovrò comprarlo
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: PeppeScrooge89 - Mercoledì 6 Feb 2019, 14:06:42
"espressi sette giorni fa"... Ma se è dal restyle che tutti criticano quella rubrica?
Non se ne poteva più menomale . Cmq complimenti per il tuo canale youtube , ti seguo sempre .
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Filo Sganga - Mercoledì 6 Feb 2019, 14:14:24
Ma quanto è bella la storia dell’amico ritrovato di faraci e vian?
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vito65 - Mercoledì 6 Feb 2019, 14:14:59
"espressi sette giorni fa"... Ma se è dal restyle che tutti criticano quella rubrica?
Mi riferivo semplicemente alla curiosa coincidenza fra le nostre ultime considerazioni al riguardo e la chiusura della rubrica a stretto giro di posta.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: francescovalentini - Mercoledì 6 Feb 2019, 21:15:08

Si scritto 3,90 anche sulla copertina! Uffa!
[/quote] Grazie mille . Da collezionista e abbonato dovrò comprarlo
[/quote]

Anche io dovrò comprarlo!
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vito65 - Giovedì 7 Feb 2019, 00:18:13
Ma quanto è bella la storia dell’amico ritrovato di faraci e vian?
Tanto, direi.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: hendrik - Giovedì 7 Feb 2019, 07:45:25
La variante è da 3,50 euro, e non 3,90.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Garalla - Giovedì 7 Feb 2019, 09:08:17
Mea culpa sul sovraprezzo. Non ho preso il Topolino e ho visto che costava di più e a memoria da Anteprima ricordavo un 3,90 (e ho controllato anche ora per sicurezza... su Anteprima è segnato a 3,90 e sul sito di Panini il prezzo di vendita quello è).

Comunque... Bene la storia di Faraci e Vian anche se quest'ultimo è irriconoscibile. Ho sempre apprezzato il suo tratto ma qui mi è sembrato tirato via un sacco. Bello il concept dietro la storia ma la sua risoluzione non mi è chiara e il tutto risulta un po' facilone.

Molto bene invece il Conte di Anathram che continua ad introdurre il cast e le varie sottotrame con ora anche Paperino presente come assoluto co-protagonista.

Wizards of Gamba... sembra una mini con Gambadilegno normale solo in costume. L'ambientazione pre-serie non aiuta in questo.

Paperino e la stella andina Paperino e Paperoga alla ricerca di un fiore per Zio Paperone in n paese lontano. Storia dal gusto molto classico, nessun reale guizzo creativo ma solida e ben disegnata.
Paperetta, Paperoga e l’improponibile Grumby  prima storia del ciclo Paperopoli Film Festival (l'ho capito per il logo se era scritto da qualche parte me lo sono perso) . Isabella Ragonese scrive la storia che Giulio D'antona sistema... storia che parte cercando di valorizzare la grinta di Paperetta Ye-Ye e l'imprevidibilità di Paperoga nel cercare di vendere Grumby, un robot da cucina. La storia nel complesso si salva.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Probicuo - Giovedì 7 Feb 2019, 18:42:31
Non male nel complesso questo numero.

Bella la prima storia, "Topolino e l'amico non ritrovato", sia per trama che disegni: come già evidenziato da altri, però, il tratto di Vian sembra un po' diverso dal solito, direi più "vuoto".
Ho apprezzato anche "Paperino e la stella andina" e "Paperetta, Paperoga e l'improponibile «Grumpy»", soprattutto per la parte grafica di Baccinelli e di Mangiatordi rispettivamente.
Anche la puntata corrente de "Il conte di Anatrham" è piuttosto carina: forse però risulta troppo simile alla parodia di "Orgoglio e Pregiudizio" come trama e ambientazione. Magari l'avrei pubblicata in un momento diverso.

E non posso che essere contento per la chiusura della rubrica "Sgrunt!" ;D
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: GioReb - Venerdì 8 Feb 2019, 22:20:52
Dopo tanto tempo ho tovato un Topolino che mi ha soddisfatto in pieno.  :) :) :) :) :) :)

Topolino e l’amico non ritrovato: mi è piaciuta la storia, classica ma con la giusta suspense e ben coadiuvata dai disegni di Vian che ci offre prospettive insolite che tengono col fiato sospeso fino all'ultimo. Voto 9.

Il conte di Anatrham, ep. 2: la storia scorre bene e la trama si sta infittendo in modo pertinente. Spero solo che Amelia resti un personaggio "realistico" e non ci propini magie e incantesimi fuori luogo. Voto al momento sospeso anche se lascia ben sperare. Intanto confermo il 7 a Picone che mostra di essersi impegnato e confido di aumentargli il voto mano a mano che imparerà le proporzioni dei vari personaggi (arti troppo spessi e tozzi, apertura becchi da migliorare. Non ultimo un'autovettura anni '10-'20 con anacronistici pneumaici da hot road anziché con le caratteristiche gomme strette).

Wizards of Gamba – Il diamagic della torre di ghiaccio: la storia più debole dell'albo con le solite impiastraggini di Sgrinfia. Inoltre non capisco cosa ci azzecchi il mondo di Wizard of Mickey che in questo caso si rischia di inflazionare. Si risolleva un poco grazie ai disegni di D'Ippolito. Voto 6 1/2.

Paperino e la stella andina: classica avventura ma gradevole e scorrevole, anche se avrei trovato qualche altra soluzione riguardo il sistema difensivo (francamente le anacronistiche armi a raggi coimnciano a stancarmi). Bene i disegni di Baccinelli anche se si è sbagliato nel colorare il rimbalzo del fiore anziché il gambo a pag. 114 quinta vignetta. Voto 7/8.

Paperetta, Paperoga e l’improponibile Grumby: Anche questa storia mi è piaciuta, con una serie di piccoli colpi di scena e che vede personaggi in piena forma ovvero l'insolita accoppiata Paperetta Yè-Yè - finalmente nel suo giusto ruolo - e Paperoga, impiastro quanto basta senza annoiare ma anzi mantenendo la sua giusta verve comica. Il tutto disegnato da un Mangiatordi che vorrei vedere più spesso. Voto 9.

Per completare la ciliegina segnalo pure le storie minime, soprattutto la prima, che finalmente strappano qualche sorriso e il "Che aria tira a..." iniziale, sintetico inno all'amicizia.

Dulcis in fundo, scomparsa la sciocca e insipida paginetta degli Sgrunt (standing ovation!!!)  :D :D :D :D :D :D

Sarà che oggi sono di buon umore e mi sento generoso con i voti, questo albetto mi ha soddisfatto quasi in pieno e mi auguro di ritrovare finalmente quel Topolino che da tempo bramavo. Bene così!

GioReb
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: pippide322 - Sabato 9 Feb 2019, 01:02:02
Finalmente un topolino con tutte storie all'altezza.

Che aria tira a ....Topolinia
Inno all'amicizia, Silvia Ziche non si smentisce mai

TOPOLINO E L'AMICO NON RITROVATO
 Disegni di R. Vian ben fatti, ho molto apprezzato il contrasto luci e ombre soprattutto nella parte iniziale della storia. Trama molto coerente che ti lascia sulle spine per tutta la durata della storia e con un finale davvero piacevole.
Storia che fa riflettere sul concetto di amicizia in generale e sul rapporto così particolare tra Topolino e Pippo.

IL CONTE DI ANATRHAM PARTE 2
In questo episodio vengono introdotti altri personaggi che peró non danno un senso di confusione nella trama. Anzi quest'ultima risulta essere ben fatta e con giusti intrecci che possono portare a dei buoni sviluppi. Ho apprezzato molto il personaggio di Paperino che viene rappresentato come umile e che sa subito relazionarsi con i vari personaggi che incontra.
Buoni i disegni di Nico piccone

PAPERINO E LA STELLA ANDINA
 Sará per la trama classica, sará per la mia passione per le storie d'avvenutura ma a mio parere questa é la storia più bella dell'albo. La vignetta finale rappresenta tutta l'essenza del personaggio di Paperino nel quale tutti noi ci rispecchiano nel bene e nel male.

PAPERETTA, PAPEROGA E L'IMPROPONIBILE "GRUMBY"
Trama davvero avvincente , con molti colpi di scena. Apprezzato molto la coppia Paperoga-Paperetta Ye-Ye  che sanno far divertire senza stancare troppo.
Molto belli i disegni di Mangiatordi.

WIZARDS OF GAMBA
Sgrinfia é sempre Sgrinfia

Menzione speciale per 3 Bassotti e 1 Deposito che mi hanno fatto davvero divertire.

Copertina a dir poco fantastica.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: aripasolo - Sabato 9 Feb 2019, 17:32:22
Dopo tanto tempo ho tovato un Topolino che mi ha soddisfatto in pieno.  :) :) :) :) :) :)

Topolino e l’amico non ritrovato: mi è piaciuta la storia, classica ma con la giusta suspense e ben coadiuvata dai disegni di Vian che ci offre prospettive insolite che tengono col fiato sospeso fino all'ultimo. Voto 9.

Il conte di Anatrham, ep. 2: la storia scorre bene e la trama si sta infittendo in modo pertinente. Spero solo che Amelia resti un personaggio "realistico" e non ci propini magie e incantesimi fuori luogo. Voto al momento sospeso anche se lascia ben sperare. Intanto confermo il 7 a Picone che mostra di essersi impegnato e confido di aumentargli il voto mano a mano che imparerà le proporzioni dei vari personaggi (arti troppo spessi e tozzi, apertura becchi da migliorare. Non ultimo un'autovettura anni '10-'20 con anacronistici pneumaici da hot road anziché con le caratteristiche gomme strette).

Wizards of Gamba – Il diamagic della torre di ghiaccio: la storia più debole dell'albo con le solite impiastraggini di Sgrinfia. Inoltre non capisco cosa ci azzecchi il mondo di Wizard of Mickey che in questo caso si rischia di inflazionare. Si risolleva un poco grazie ai disegni di D'Ippolito. Voto 6 1/2.

Paperino e la stella andina: classica avventura ma gradevole e scorrevole, anche se avrei trovato qualche altra soluzione riguardo il sistema difensivo (francamente le anacronistiche armi a raggi coimnciano a stancarmi). Bene i disegni di Baccinelli anche se si è sbagliato nel colorare il rimbalzo del fiore anziché il gambo a pag. 114 quinta vignetta. Voto 7/8.

Paperetta, Paperoga e l’improponibile Grumby: Anche questa storia mi è piaciuta, con una serie di piccoli colpi di scena e che vede personaggi in piena forma ovvero l'insolita accoppiata Paperetta Yè-Yè - finalmente nel suo giusto ruolo - e Paperoga, impiastro quanto basta senza annoiare ma anzi mantenendo la sua giusta verve comica. Il tutto disegnato da un Mangiatordi che vorrei vedere più spesso. Voto 9.

Per completare la ciliegina segnalo pure le storie minime, soprattutto la prima, che finalmente strappano qualche sorriso e il "Che aria tira a..." iniziale, sintetico inno all'amicizia.

Dulcis in fundo, scomparsa la sciocca e insipida paginetta degli Sgrunt (standing ovation!!!)  :D :D :D :D :D :D

Sarà che oggi sono di buon umore e mi sento generoso con i voti, questo albetto mi ha soddisfatto quasi in pieno e mi auguro di ritrovare finalmente quel Topolino che da tempo bramavo. Bene così!

GioReb


Condivido parola per parola. E onore al direttore..meno storie ma piu ben costruite..senza..le...strani ere
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: prezio - Domenica 10 Feb 2019, 02:17:28
Che bellezza questo nuovo corso, ragazzi.

Niente vip, niente inutili storie sanremesi, copertine FINALMENTE belle e storie altrettanto interessanti.

Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Frame - Domenica 10 Feb 2019, 02:39:04
Che bellezza questo nuovo corso, ragazzi.

Niente vip, niente inutili storie sanremesi, copertine FINALMENTE belle e storie altrettanto interessanti.

D'accordissimo con te!!
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Paperinika - Domenica 10 Feb 2019, 19:05:12
Posto che sul "nuovo corso" ci andrei cauta, dato che sono solo i primi numeri, devo dire che questo Topolino è di gran lunga il migliore degli ultimi mesi.
Tutte storie belle e piacevoli (ad eccezione di quella roba che va sotto il marchio di WOM), anche se c'è un MA bello grosso.

Ma quanto è bella la storia dell’amico ritrovato di faraci e vian?
Io mi sento in dovere di fare un distinguo. Ottimo il soggetto, così così la sceneggiatura, pessimo il finale, che affonda tutto.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Dippy - Domenica 10 Feb 2019, 21:27:33
Io mi sento in dovere di fare un distinguo. Ottimo il soggetto, così così la sceneggiatura, pessimo il finale, che affonda tutto.

A cosa ti riferisci, se posso?
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: GioReb - Lunedì 11 Feb 2019, 08:27:56
Che bellezza questo nuovo corso, ragazzi.

Niente vip, niente inutili storie sanremesi, copertine FINALMENTE belle e storie altrettanto interessanti.

Se poi nel prossimo numero NON dovessimo ritrovare le solite storielline sanvalentiniane sarebbe proprio il massimo!  :) :) :)

Ma mi sa che m'illudo troppo.

GioReb
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Frame - Lunedì 11 Feb 2019, 10:08:26
Che bellezza questo nuovo corso, ragazzi.

Niente vip, niente inutili storie sanremesi, copertine FINALMENTE belle e storie altrettanto interessanti.

Se poi nel prossimo numero NON dovessimo ritrovare le solite storielline sanvalentiniane sarebbe proprio il massimo!  :) :) :)

Ma mi sa che m'illudo troppo.

GioReb


Dall'anteprima del prossimo numero risulta una sola storia legata a san Valentino, quella d'apertura.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vincenzo - Lunedì 11 Feb 2019, 17:19:53
Pure a me piacerebbe sapere cosa non vada nel finale dell'amico non ritrovato, storia davvero fantastica pervasa da un'atmosfera malinconica resa perfettamente dalle matite di Vian, che non mi ha convinto molto solo in alcuni primi piani del protagonista. La trama di Faraci parte da uno spunto geniale che si sviluppa in modo estremamente convincente, candidandosi di già fra le migliori dell'anno.
Ma anche il resto del numero non delude, dalla classica avventura di Figus e Baccinelli passando per il secondo episodio del Conte di Anatrham, fino alla divertentissima storia di D'Antona con una coppia di personaggi molto affiatata e ricca di momenti comici riusciti. Sempre un piacere ritrovare Mangiatordi.
Concorde nel dire che il nuovo anno si sia aperto decisamente meglio del precedente.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: MatteZena - Lunedì 11 Feb 2019, 19:45:44
Premetto che non ho letto ancora tutto il numero ma mi piacerebbe esprimere un parere sulla prima storia:
Questa storia l'ho adorata, sceneggiatura ottima e disegni pure. Mi ha riportato alle storie sempre di Faraci degli anni '90 (per esempio i suoi gialli e 'Dalla Parte Sbagliata'). I disegni di Vian mi sono piaciuti moltissimo e mi hanno ricordato, per inquadrature e aspetti di alcuni personaggi, i disegni di Cavazzano nelle storie Faraciane anni '90. La storia è interessante, matura, cupa al punto giusto, con buone ambientazioni e personaggi vecchi e nuovi che funzionano.
A me il finale è piaciuto molto, mi ha sorpreso perché non me l'aspettavo e mi ha strappato anche una risatina. Mi sento di dare 9 a questa ottima storia che, per ora, va sicuramente tra le 3 migliori storie Topoliniesche per il TopoOscar 2019.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vito65 - Lunedì 11 Feb 2019, 21:09:13
Dopo aver letto il secondo episodio del Conte di Anatrham devo dire che quel che più mi sta piacendo di questa saga è il modo in cui viene rappresentata la vita del gruppo familiare che ruota intorno al castello dei Quackley. Tutte le vicende e i diversi interessi di ciascun personaggio sono ben armonizzati in un quadro d'insieme unitario, e quelle che potrebbero essere considerate delle sottotrame o microtrame relative al singolo personaggio o gruppo di personaggi non spezzano l'armonia dell'insieme.
Io sono fra quelli che ha molto apprezzato L'amico non ritrovato; contrariamente a Mattemicio il finale non mi ha sorpreso: non dico che era scontato, ma certamente era quello auspicabile in base all'evoluzione della vicenda. Anch'io non capisco bene l'opinione di Paperinika al riguardo e, in particolare, in cosa questo finale potesse essere migliore. Qualche perplessità invece me l'hanno suscitata i disegni.
Paperino e la stella andina è una godibile avventura classica, ben sviluppata e ben disegnata. Qui sì, però, che ho avuto qualche perplessità sul finale: ad un certo punto infatti Paperino e Paperoga capiscono di avere in pugno la situazione e telefonano a Paperone nell' intento, sembrerebbe, di trarre il massimo vantaggio dalla loro scoperta, ma in definitiva tutto quel che ottengono si riduce ad un momento di gloria di fronte alla stampa: forse un po' pochino come risultato.
La storia conclusiva dell'albo ci presenta una Paperetta spumeggiante ed intraprendente al meglio delle sue caratteristiche, forse solo un po' irriverente ed irrispettosa nei riguardi di Paperone quando, all'inizio, lo appella come "vecchio mio".
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Toluk - Lunedì 11 Feb 2019, 22:42:35
Anche a me non è piaciuto il finale de L‘amico non ritrovato e faccio fatica a capire come altri non si accorgano della sua incongruenza. Cioè...

SPOILER

Spoiler: mostra
Topolino aggiusta le cose nel passato ma torna nel presente e Zapotec e Marlin -colpo di scena!- ancora non si ricordano di Pippo. Poi però Topolino torna a casa e Pippo é lí che lo aspetta! Ma che diavolo...?!? Purtoppo per inserire la sorpresa finale si fa una forzatura che rovina di molto la storia.

Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vito65 - Martedì 12 Feb 2019, 00:19:04
Ma Zapotec lo spiega o, meglio, fa un'ipotesi che si rivelerà esatta due pagine dopo:
Spoiler: mostra
 gli effetti del secondo viaggio di Topolino nel passato si riflettono sul presente un po' in ritardo.
Questo piccolo espediente dà un pizzico di incertezza che si risolve poi felicemente nel finale.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Paperinika - Martedì 12 Feb 2019, 10:05:36
Anche a me non è piaciuto il finale de L‘amico non ritrovato e faccio fatica a capire come altri non si accorgano della sua incongruenza. Cioè...

SPOILER

Spoiler: mostra
Topolino aggiusta le cose nel passato ma torna nel presente e Zapotec e Marlin -colpo di scena!- ancora non si ricordano di Pippo. Poi però Topolino torna a casa e Pippo é lí che lo aspetta! Ma che diavolo...?!? Purtoppo per inserire la sorpresa finale si fa una forzatura che rovina di molto la storia.

Credo che non serva aggiungere molto altro a quello che è il mero svolgimento dei fatti, che per me resta con un grosso buco di trama. Il suggerimento di Zapotec (gli effetti si producono in ritardo) è una forzatura enorme, vuoi perchè è palesemente un escamotage per mantenere la suspence, vuoi perchè non ricordo storie con la macchina del tempo in cui gli effetti di paradossi o pasticci non si siano visti nell'immediato.

Sul fatto poi che, nonostante questo, Pippo si materializzi così dal nulla a casa di Topolino senza nessun nesso logico con la trama, devo ancora capirne il motivo.

Ripeto, bella storia, ma la sceneggiatura nel finale lascia parecchio a desiderare.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Sir Top de Tops - Martedì 12 Feb 2019, 12:00:54
Anche a me non è piaciuto il finale de L‘amico non ritrovato e faccio fatica a capire come altri non si accorgano della sua incongruenza. Cioè...

SPOILER

Spoiler: mostra
Topolino aggiusta le cose nel passato ma torna nel presente e Zapotec e Marlin -colpo di scena!- ancora non si ricordano di Pippo. Poi però Topolino torna a casa e Pippo é lí che lo aspetta! Ma che diavolo...?!? Purtoppo per inserire la sorpresa finale si fa una forzatura che rovina di molto la storia.

Credo che non serva aggiungere molto altro a quello che è il mero svolgimento dei fatti, che per me resta con un grosso buco di trama. Il suggerimento di Zapotec (gli effetti si producono in ritardo) è una forzatura enorme, vuoi perchè è palesemente un escamotage per mantenere la suspence, vuoi perchè non ricordo storie con la macchina del tempo in cui gli effetti di paradossi o pasticci non si siano visti nell'immediato.

Sul fatto poi che, nonostante questo, Pippo si materializzi così dal nulla a casa di Topolino senza nessun nesso logico con la trama, devo ancora capirne il motivo.

Ripeto, bella storia, ma la sceneggiatura nel finale lascia parecchio a desiderare.

No ragazzi non c'è nessun bucco nessuna forzatura, non aveta ancora capito? è la marea la marea dei secoli  SmRoll

A parte gli scherzi, letta solo ieri per ritardi postali, ma cosa è successo a Vian? Ha rotto il tavolo da disegno e ha disegnato la storia tenendo i fogli sulle gionocchia?  SmShame2 perchè veramente in alcuni casi era irriconoscibile, sopratutto nei visi
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Vincenzo - Martedì 12 Feb 2019, 12:39:57
Bah, mi sembra la classica ricerca del pelo nell'uovo.
Se dovessimo fare le pulci a ogni singola storia di fantasia  (non solo di Topolino) non se ne salverebbe nessuna, ma non avrebbe senso perché è molto più importante il messaggio che essa propone.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Andy98 - Martedì 12 Feb 2019, 15:34:33
Bah, mi sembra la classica ricerca del pelo nell'uovo.
Se dovessimo fare le pulci a ogni singola storia di fantasia  (non solo di Topolino) non se ne salverebbe nessuna, ma non avrebbe senso perché è molto più importante il messaggio che essa propone.

Posto che a mio avviso la forma giochi comunque un ruolo di rilievo nella veicolazione di un messaggio - non predominante, ovviamente, altrimenti giustificherei seducenti discorsi dall'impeccabile retorica ma dalla vacua sostanza - una narrazione che si rispetti non dovrebbe mai scendere a compromessi pur di regalare un colpo di scena: nonostante il finale possa apparire bello, con quel Topolino contento quanto il lettore che ha seguito la vicenda, il momento rimane comunque cristallizzato come qualcosa di a sé stante che non si incastra bene nell'architettura complessiva.
Penso che ciò sia da imputare alla spiegazione, piuttosto pretestuosa, di Zapotec sul ritardo degli effetti: avrei preferito che tutti si ricordassero di Pippo senza che però questi comparisse davanti a loro, di modo che Topolino rimanesse col dubbio sino alla fine.
In ogni caso, Faraci è riuscito a scrivere una storia permeata di una malinconica inquietudine, sensazione perfettamente trasmessa dai disegni di Vian: concordo con quelli che lo vedono "diverso" dal suo solito tratto, però sospetto che sia stata una scelta voluta per via dei toni della narrazione, il che sarebbe ben gradito poiché è giusto che il tratto del disegnatore riesca a restituire quello che la sceneggiatura intende comunicare, e per farlo è alle volte necessario una sorta di "stile dello stile", una raffinazione significativa degli stilemi più distintivi. Magari poi potrei essere smentito dalle prossime prove di Vian, tuttavia ritengo che un disegnatore così solido come lui abbia comunque raggiunto la propria maturità espressiva, quindi non sarei così sorpreso se avesse cominciato a "distorcere" un po' il proprio stile, del resto è quello che è accaduto, per esempio, alla Migheli, a Lavoradori o ad Intini.

Menzione speciale per Paperino e la stella andina di Figus/Baccinelli. Per quanto classica, è supportata da una solida sceneggiatura, e questo basta a non renderla una blanda ripetizione di situazioni trite e ritrite. Direi che è esattamente il genere di storie intermedie che mi aspetterei sempre di leggere: senza pretese, cioè, ma lo stesso piacevoli. Ogni tanto fa piacere ritrovarsi un Pico de Paperis, peraltro ottimamente disegnato da Baccinelli, funzionale alla trama e che si discosti dalla figura dell'intellettuale dalle lauree coi nomi improbabili, come è purtroppo accaduto di frequente.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: rambo - Martedì 12 Feb 2019, 15:40:50
...a me il "nuovo stile" provato da Vian piace. Mi sembra un omaggio/un'evoluzione moderna dello stile dello Scarpa della Collana Chirikawa e dei tratteggi a china del Cavazzano anni 70
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: piccolobush - Martedì 12 Feb 2019, 15:56:47
Bah, mi sembra la classica ricerca del pelo nell'uovo.
Se dovessimo fare le pulci a ogni singola storia di fantasia  (non solo di Topolino) non se ne salverebbe nessuna, ma non avrebbe senso perché è molto più importante il messaggio che essa propone.
Vedo che noi "contro" stiamo dicendo tutti le stesse cose. Questo significa che la storia in effetti ha qualcosa (più di qualcosa) che non va. Poi certo, come dici tu e gli altri "pro", si può decidere di dare la precedenza al messaggio e preferire il finale rassicurante ma stonato.
Per quel che mi riguarda ho pensato che questa storia sarebbe stata un'ottima occasione per qualcosa di insolito: cioè chiudere sulla frase finale di zapotec o magari mentre topolino apre la porta. Lasciare quindi in sospeso la vicenda, forti del patto con il lettore che si rinnova ad ogni storia (tutto deve tornare al punto di partenza).
Scarpa lo aveva fatto 60 anni fa, in tempi diversi in cui sicuramente una cosa del genere era più semplice da produrre.
Eppure se dovessi fare un nome su chi oggi potrebbe fare una operazione del genere, considerando nome, curriculum, "forza", faraci è probabilmente il primo che mi verrebbe in mente.
Ecco perchè questa storia, in me, ha generato più rimpianti che soddisfazioni
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: rambo - Martedì 12 Feb 2019, 16:20:40
Cambio completamente discorso... a proposito dell'intro del Direttore: "Vi segnalo che [...] Paperino e Zio Paperone saranno stampati con una nuova tecnica che ne migliorerà la leggibilità, intervento che ci ha costretto [...] a un leggerissimo cambiamento di formato. Un investimento importante per un miglioramento della qualità delle nostre collane [...] che [...] continuerà anche nei prossimi mesi."
Magari chi di voi segue queste due testate, nel prossimo futuro mi saprà levare il dubbio... sicuramente è un'iniziativa nel solco di quanto già fatto sul Libretto per migliorare la leggibilità del testo per i lettori con dislessia. Ma - a pensar male si fa peccato... - se il cambio di formato (e forse anche di carta) fosse dovuto a un nuovo stampatore, più economico di quello attuale, a cui sono state passate le due testate? Di sicuro sarò clamorosamente smentito... scusatemi se ho indugiato per un attimo a voler pensare per forza male, non me ne vogliate.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Dippy - Martedì 12 Feb 2019, 17:56:04
Uhm... Continuo a non essere convinto della vostra lettura. Mi sembra abbiate preso le storie di Zapotec e Marlin per un trattato di fisica quantistica... Forse può apparire un po' forzato l'espediente,  ma non esagererei così tanto. Piuttosto, Vian... Quello sì mi ha convinto un po' meno.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Gancio - Mercoledì 13 Feb 2019, 10:50:00
Non ho ancora letto tutto il numero, ma ho piacere a scrivere due righe sulla storia d'apertura.
Innanzitutto, partendo dall'aspetto grafico, credo che il risultato sia stato abbastanza buono: certo, lo stile di Vian sembra portare alcune innovazioni o modifiche, e tuttavia, a parte forse qualche primo piano (che altri avete già definito "un po' vuoto", e trovo sia appropriata come definizione), in generale ritengo che il suo tratto sia riuscito a trasmettere le sensazioni di inquietudine e senso di smarrimento provate dal protagonista.
Passando, invece, alla trama, beh il mio giudizio è ampiamente positivo: Faraci propone un qualcosa che, già a prima vista, si presenta originale ed allo stesso tempo "serio"; questo è un aspetto importante, perchè pone in dubbio le certezze del lettore mettendo subito in chiaro che non si tratta di uno scherzo, di una situazione ironica, ma di un accadimento di una certa gravità ed importanza; lo stesso lettore, quindi, avanzando tra le pagine, prova il medesimo senso di smarrimento di Topolino, quell'impotenza data dal fuggevole ricordo di qualcosa che forse non è mai esistito, che sembra ormai relegato ad una dimensione meramente onirica, ma che allo stesso tempo continua a vivere nella mente del protagonista grazie al fortissimo legame della loro amicizia. E così, combattuto tra un senso dell'ineluttabile e voglia di non cedervi, Topolino insiste, tenta varie strade, finchè ecco l'illuminazione, l'idea risolutiva, tentare di sondare la sua mente ed i suoi ricordi, andare alla radice del problema. Questo ribadisce ulteriormente il messaggio della forza dell'amicizia, perchè razionalmente pure Topolino avrebbe dovuto dimenticare, invece la sua mente resiste e gli indica la soluzione, o quantomeno dove cercarla. Il finale risulta forse un po' accelerato: dall'incontro di Pippo con il suo antenato in poi prevale, infatti, l'azione, a differenza della prima parte dove maggioritaria era la dimensione interiore del protagonista; certo, a pensarci bene Topolino ha un unico tentativo a disposizione, non può sbagliare ma non ha neppure troppo tempo per pianificare la strategia, e così improvvisa, mettendo in mostra un lato meno razionale e più emotivo. Più "pippesco", se vogliamo.
Quanto al finale, capisco come - da un punto di vista più logico - questo parte possa aver fatto storcere il naso ad alcuni; e tuttavia immagino che fare immediatamente ricordare Pippo a Zapotec e Marlin non avrebbe avuto la stessa resa, in termini d'impatto emozionale. D'altronde, a voler mettere al primo posta la logica razionale, resterebbero vari punti critici: Pippo quando rientra, di preciso? Ed ancor prima, quando è che sparisce? E perchè solo Topolino lo ricorda? Stiamo pur sempre tentando di cercando una logica in ciò che per definizione è un paradosso (Ritorno al Futuro docet, ricordate la progressiva scomparsa dei volti dei fratelli di Marty dalla fotografia?), per cui forse meglio lasciar un po' di spazio in più alla fantasia ed all'aspetto emozionale del messaggio che - finalmente - una bella storia di Topolino ci vuol trasmettere.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Donald112 - Mercoledì 13 Feb 2019, 14:29:45
Volevo scrivere anche io un commento sulla storia d'apertura, di cui ho apprezzato anche il finale, ma credo che non ci sia altro da aggiungere al commento di Gancio, che sottoscrivo in pieno.
L'unico appunto riguarda la copertina, pur bella, che ho trovato un po' troppo "spoilerosa": infatti lascia intuire che una parte della storia sia ambientata nel passato e il viaggio nel tempo avviene solo verso la fine della vicenda.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Paperinika - Mercoledì 13 Feb 2019, 15:03:59
L'unico appunto riguarda la copertina, pur bella, che ho trovato un po' troppo "spoilerosa": infatti lascia intuire che una parte della storia sia ambientata nel passato e il viaggio nel tempo avviene solo verso la fine della vicenda.
Sta faccenda degli spoiler sta un po' sfuggendo di mano, secondo me.
Ma non mi rivolgo solo a te, eh, ormai qualunque anticipazione, trailer, immagine o altro relativo ad un'opera (cinematografica, letteraria, fumettistica, videoludica o qualunque altra tipologia) lo vedo etichettato quasi sempre come spoiler.
Lo spoiler è quello che brucia i colpi di scena, non quello che dice dove o quando è ambientata la vicenda. Almeno secondo me.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: brigo - Mercoledì 13 Feb 2019, 19:47:20
Il "Topolino" in questione mi è arrivato solo oggi e ancora non l'ho letto completamente, ma mi piacerebbe intervenire al volo solo in merito alla prima storia:

da un lato non posso dar torto a chi l'ha apprezzata appieno; dall'altro ci sono forzature lievi, ma effettivamente palesi.

E quindi???

Quindi quando l'ho letta, nel finale, mi è venuto un brivido di emozione e soddisfazione, pur sapendo che lo status quo non sarebbe stato alterato.
E se dopo 30 anni leggi una storia con animali parlanti, e pur immaginando come andrà a finire ti capita di essere 'scosso' da un'emozione, io personalmente passo sopra a tutto ciò che non va.  :)

Ringrazio Faraci per questa scintilla d'emozione.
Ringrazio un po' meno Vian, che questa volta non sono riuscito ad apprezzare. Per carità, crea ottime atmosfere, ma disegna un Topolino spesso irriconoscibile. E anche l'inchiostrazione non mi ha convinto (e Vian ci ha abituati ad inchiostrazioni pressoché perfette).
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Donald112 - Mercoledì 13 Feb 2019, 21:35:28
Sta faccenda degli spoiler sta un po' sfuggendo di mano, secondo me.
Ma non mi rivolgo solo a te, eh, ormai qualunque anticipazione, trailer, immagine o altro relativo ad un'opera (cinematografica, letteraria, fumettistica, videoludica o qualunque altra tipologia) lo vedo etichettato quasi sempre come spoiler.
Lo spoiler è quello che brucia i colpi di scena, non quello che dice dove o quando è ambientata la vicenda. Almeno secondo me.
Effettivamente credo di aver sbagliato con l’utilizzo del termine spoiler perché, come giustamente scrivi, si riferisce ai colpi di scena mentre nella copertina non vi è nulla di tutto ciò ma solo l’anticipazione dell’ambientazione (parziale) in epoca storica. Forse avrei dovuto utilizzare altre parole per scrivere ciò che intendevo.
La storia d'apertura ha anche una forte componente di giallo e di suspence (dove è finito Pippo? Perchè nessuno si ricorda di lui?). Le soluzioni al mistero potevano essere molteplici, oltre a quella utilizzata: per esempio Macchia Nera che rapisce Pippo e crea una macchina ipnotica per farlo dimenticare oppure qualche congegno futuristico azionato per sbaglio da Eta Beta. Tuttavia, mentre leggevo la storia ho subito pensato che la causa del mistero avesse a che fare con un evento accaduto in un’epoca passata o che comunque questo fosse importante ai fini della risoluzione, conoscendo la copertina. Ed effettivamente è ciò che successo nella seconda parte. Quindi una piccola componente di suspence/sorpresa è scomparsa quasi subito, almeno per me, per questo avevo parlato di copertina “spoilerosa”. Ovviamente la sorpresa non è scomparsa totalmente perché in ogni caso mi era ignoto il come quella scena ambientata nel passato avrebbe influito sulla trama, tuttavia sapevo che doveva avvenire. Detto questo ribadisco quanto scritto sopra: la storia mi è piaciuta moltissimo e mi ha emozionato parecchio.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Sir Top de Tops - Giovedì 14 Feb 2019, 09:57:12
Nella storia di Paperetta c'è un immagine di Papeoga a pagina 138, seconda vignetta che fa riderissimo "l'aggeggio mi è ostico" (https://img.forumfree.net/html/emoticons/laugh.gif)
Servirebbe che qualcuno salvasse l'mmagine prima che venga dimenticata, tornerebbe utile in tanti frangenti su questo forum (http://www.akatsukifan.org/_altervista_ht/gif/looksisi.gif)
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: bunny777 - Giovedì 14 Feb 2019, 11:56:17
se dopo 30 anni leggi una storia con animali parlanti, e pur immaginando come andrà a finire ti capita di essere 'scosso' da un'emozione, io personalmente passo sopra a tutto ciò che non va.  :)
Non ho letto la storia in questione, quindi non entro nel merito, ma mi piace sottolineare il pensiero di Brigo. Non è sempre il finale prevedibile di una storia che ne decreta la qualità ma il percorso: diversamente, sarebbe come dire che dopo aver visto un buon film giallo non lo si possa rivedere di nuovo perchè ne si conosce già il finale. Io rivedo sempre con piacere 'Il delitto perfetto' di Hitchcock ed è sempre un brivido.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Cornelius Coot - Giovedì 14 Feb 2019, 20:25:24
TOPOLINO E L'AMICO NON RITROVATO
Ho spesso criticato la Macchina del Tempo per aver troppo banalizzato gli omonimi viaggi ma, in questo caso, penso che Topolino e Pippo ci penseranno due volte prima di intraprenderne un altro, visti i pericoli che hanno corso. In effetti basta un niente per modificare i futuri sviluppi di cose e persone, direttamente o indirettamente, e non è detto che si riesca sempre a rimediare ai guasti prodotti (per quanto l'happy ending si debba garantire). Il 'nuovo' Vian credo sia tale per aver utilizzato il computer piuttosto che la carta nelle sue illustrazioni, comunque notevoli.

IL CONTE DI ANATRHAM   (secondo episodio)
In queste recenti storie 'in costume' noto una migliore o diversa utilizzazione di alcuni personaggi rispetto alle storie 'presenti' e quotidiane: in Orgoglio e Pregiudizio Chiquita è un'acuta, attenta e loquace amica di Paperina (e non un cameo muto) e le nipotine 'esistono' (come minimo); in "Anatrham" Dinamite Bla è decisamente contro Paperone per questioni economico-lavorative e Amelia, libera dalle sue fissazioni monetarie, da il meglio di se.  Anche i rapporti familiari e interpersonali sono sviluppati con più acume, emergono meglio, più nitidi, rispetto alle storie 'normali' dove tutto sembra essere 'scontato' e, dunque, non approfondito o raccontato. E' grazie a questa diversa narrativa che sto apprezzando questa storia di un secolo fa, nonostante sia arrivata a breve distanza da quella simile di due secoli fa, appena conclusasi. 

PAPERINO E LA STELLA ANDINA
Sempre piacevoli le avventure peruviane dei paperi, un filone di antica e consolidata tradizione. Paperino e Paperoga (coppia che preferisco nelle storie lunghe piuttosto che nelle banali brevi) hanno un attacco di buonismo che sinceramente poco comprendo, sebbene la quasi 'animalità' di un vegetale dovrebbe giustificarlo. Alla fine, comunque, non fanno la parte dei 'fessi', visto che lo ziastro non aspetterebbe altro. Dissento con chi ha scritto che i cugini si sono accontentati della sola 'gloria': questa, unità alla pubbicità conseguente, potrebbe portargli anche 'altro'.

PAPERETTA, PAPEROGA E L'IMPROPONIBILE 'GRUMBY'
Dopo averlo chiamato 'vecchio mio' e 'Paperone', alla fine la Yé-Yé si ricorda di chiamare 'zio' quel papero che 'qualche' anno fa la prelevò da Dollar City dove sua nonna Doretta non era in grado di starle dietro. Ottima l'accoppiata con Paperoga (che fa tris nelle storie lunghe di questo numero) che ha avuto un suo buon rodaggio nelle passate graphic di Agrati e Ferrario. Bravissimo Mangiatordi, uno dei disegnatori più dinamici e brillanti (ricordate Brigittik?) che disegna Paperetta come pochi sono riusciti a fare (Scarpa, Dalla Santa, Faccini, Ferrario...)
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Gancio - Venerdì 15 Feb 2019, 19:11:33
"Paperetta, Paperoga e l'improponibile Grumby" è la seconda storia che ho letto in questo numero, e anch'essa merita certamente due righe a commento: graficamente la resa è ottima, i personaggi sono ben delineati, dinamici, Paperetta è anche femminile il giusto (e non sempre accade), Paperoga strampalato come sempre, insomma si fa leggere volentieri. La trama spicca in originalità sopratutto per l'accoppiata dei protagonisti, un duo frizzante ed ironico, certo ben amalgamato; ma non è da mano anche il vedere Paperetta alle prese con una nuova "passione" - la vendita - così diversa dalla sua classica caratterizzazione di giovane giornalista free-lance. Risulta molto divertente vederla in azione, così decisa e di certo degna di Paperone quanto a caparbietà ed inventiva, mentre Paperoga fornisce una interpretazione equilibrata, fa da contraltrare alla protagonista ma senza esagerare o prevalere a tutti i costi. Peraltro, la vicenda ruota attorno ad una tematica assolutamente moderna e d'attualità quale la tecnologia applicata all'ambito culinario, il che conferisce alla storia un autentico sapore d'innovazione, così diverso dai classici -  e spesso malriusciti - tentativi di modernizzare le storie solo dando in mano ai personaggi tablet e smartphone assortiti. Bene così, l'ho letta con piacere e mi ha divertito, è più che sufficiente per promuoverla!
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: prezio - Venerdì 15 Feb 2019, 23:20:58
Posto che sul "nuovo corso" ci andrei cauta, dato che sono solo i primi numeri, devo dire che questo Topolino è di gran lunga il migliore degli ultimi mesi.
Tutte storie belle e piacevoli (ad eccezione di quella roba che va sotto il marchio di WOM), anche se c'è un MA bello grosso.

Ma quanto è bella la storia dell’amico ritrovato di faraci e vian?
Io mi sento in dovere di fare un distinguo. Ottimo il soggetto, così così la sceneggiatura, pessimo il finale, che affonda tutto.

Vero sul nuovo corso, ma ci sono piccoli segnali che sinceramente apprezzo tantissimo:

- copertine belle
- niente vip nelle storie
- niente sanremo nelle storie
- eliminato lo sgrunt
- ritorno dei gulp
- sommario esplicativo, chiaro e che valorizza le storie
- NESSUNA celebrazione.inutile per il.numero 3300

Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: MatteZena - Venerdì 15 Feb 2019, 23:54:51
- NESSUNA celebrazione.inutile per il.numero 3300
Personalmente apprezzavo che si celebrasse, anche se poco, i numero 00 (i cento): ricordo che nel 2900  uscì una storia di Casty che aveva come antagonisti i baloon  (caratteristici del fumetto) e nel 3901 ci fu un restyling. Il il 3100 fu un numero composto come un menù (anche per celebrare l'EXPO 2015), nel 3200 ci fu il remake di Paperino e il ventino fatale. Mi spiace che in questo 3300 non ci sia niente di particolare, però pazienza...
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Gumi - Sabato 16 Feb 2019, 13:56:02
nel 3200 ci fu il remake di Paperino e il ventino fatale. Mi spiace che in questo 3300 non ci sia niente di particolare, però pazienza...
se per celebrare dovevamo fa un remake tipo quello del ventino fatale è assolutamente meglio far passare la festa in cavalleria. Preferisco piuttosto festeggiare con una storia bella come Anatrham, che settimana dopo settimana non sta deludendo le premesse fatte nella prima puntata e procede spedita, per ora e a mio avviso, a candidarsi come una delle migliori storie dell'anno.
Titolo: Re:Topolino 3298
Inserito da: Cornelius Coot - Sabato 16 Feb 2019, 14:13:29
Inoltre la pubblicazione del remake del Ventino avvenne per una casualità sul 3200 e non certo per celebrare un numero relativamente tondo. Ricordare i numeri centenari potrebbe avere un senso nel primo migliaio di uscite, quelle a tre cifre, ma poi...