Papersera.net

Le Pubblicazioni => Topolino => Topic aperto da: Cornelius Coot - Mercoledì 17 Apr 2019, 14:37:05

Titolo: Topolino 3308
Inserito da: Cornelius Coot - Mercoledì 17 Apr 2019, 14:37:05
Numero vendibile anche con il Topo Notes disponibile in due colori: rosso e nero (al prezzo di 6 euro).
Gadget di qualità pregiata con copertina solida e vellutata. Misure 15,5 x 9 cm. Pagine interne semplicemente bianche con il solo piccolo logo azzurrino '70 anni di Topolino' in basso a destra. Logo più grande e colorato disegnato sul lato B del Topo Notes.

(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/57360339_10157168079498088_7505098150214893568_n.jpg?_nc_cat=107&_nc_ht=scontent-mxp1-1.xx&oh=c33fc2308585fb2ec91981c4cf3ae170&oe=5D2FF640)

Storie
Topolino e il mistero di Acquadombra                                  (Casty)
Zio Paperone e la B.B. Depositour                                          (Alessandro Sisti - Alessandro Perina)
Archimede e la soluzione economica                                   (Enrico Faccini)
Pippo e l'orologio taciturno                                                      (Vito Stabile - Libero Ermetti)
Paperino, Paperoga, Gastone e la finale imperdibile        (Bruno Sarda - Michele Mazzon)
Le Giovani Marmotte e l'intesa naturale                               (Matteo Venerus - Angelo Lucci)
OnePage - Deformazioni professionali - Incompreso       (Tito Faraci - Umberto Fizialetti)

Redazionali, Servizi e Rubriche
Che Aria tira a... Topolinia                                                      (Silvia Ziche)
Cari Amici di Topolino                                                            (Alex Bertani)
Posta&Risposta - La Giornata della Terra
Advengers: endgame (la fine di un'era?)                         (Jacopo Iovannitti)
TopoWeek - Agenda della Settimana                               (Francesca Agrati)
C'era una volta... l'incomprensibile fuorigioco!               (Fabio Licari)
Earth Day - Auguri, Terra!                                                     (Francesca Agrati)
TopoMusic - La musica che gira intorno                          (Silvia Gianatti - Santo Scarcella)
Anteprima Fumetti - La papertenacia è...                        (Barbara Garufi)
Etnaland - Tre parchi in uno! E anche di più...
Tutti in Fiera! - Cose belle al Comicon                               (Francesca Agrati)
Barze&Colmi
Questa settimana in Edicola!
Prossimo numero - Sul 3309 vi aspettano...

Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Cornelius Coot - Mercoledì 17 Apr 2019, 20:03:49
TOPOLINO E IL MISTERO DI ACQUADOMBRA - Gli elementi basici del racconto castyano per una avventura attraente ci sono tutti: bizzarri fenomeni atmosferici, un compagno d'avventure 'alternativo', una delle tante famose 'donnine' in doppia versione ('buonista' in carne ed ossa e 'cattiva' in H20), un nemico tanto estroverso quanto pericoloso. Ma soprattutto l'acqua, che sappiamo quanto benefica e malefica possa essere nella realtà, e che adesso conosceremo in versione 'antropomorfa'.

ZIO PAPERONE E LA B.B. DEPOSITOUR - L'ingenuità dei Bassotti è davvero senza fine e mi chiedo quanto questo aspetto possa essere continuamente ripreso senza entrare in contraddizione con il loro 'modus vivendi'. In questo caso è connessa al plot che altrimenti non avrebbe un certo sviluppo, per cui è 'funzionale' alla storia. Ma proprio in questa specifica situazione sembra essere fuori luogo, esagerata. Per il resto soggetto sicuramente simpatico dove troviamo un bambino per niente ammirato dalla statua del mio avatar (è 'altro' che vuol vedere) e una citazione di Notre Duck che, in questi giorni, fa ulteriormente piacere.

Archimede e la soluzione economica
Il triangolo Archimede-Paperone-Paperoga è più pericoloso di quello delle Bermude!
Paperino, Paperoga, Gastone e la finale imperdibile
Altro triangolo e anche in questo caso il finale è tutt'altro che roseo.

PIPPO E L'OROLOGIO TACITURNO - Inedita coppia Minni-Pippo per la ricerca di un tesoro più filosofico-alimentare che materiale. Assenza di Topolino doppiamente curiosa, considerando il motivo. Libero Ermetti è bravo anche nel delineare le fattezze feline di un irriducibile avversario.

LE GIOVANI MARMOTTE E L'INTESA NATURALE - Storia ecologista arenata nel suo stesso messaggio: complici anche matite piuttosto monotone di Lucci (una Migheli al maschile), gli interpreti recitano stancamente le parti assegnate. Alla fine le marmotte sembrano quasi degli orsi e anche la scala di proporzione va in crisi.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: 【Mirko】 - Mercoledì 17 Apr 2019, 22:26:12
Non mi aspettavo dimensioni così piccole per il gadget, purtroppo si tratta effettivamente di un block notes e non di un album da disegno stile Moleskine come speravo, peccato.

Qualcuno di voi l'ha preso?
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Lucandrea - Mercoledì 17 Apr 2019, 22:41:07
Parte bene Acquadombra dove troviamo molti punti caratteristici dello stile narrativo di Casty, tra situazioni complicate con risvolti umoristici e villain d'effetto. Piacevole la storia della BB Depositour e sempre efficace Faccini come autore completo. Nota stonata la storia sulle GM dove abbiamo una trama labile e inverosimile e i disegni di Lucci che difettano di proporzioni e staticità
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Vito65 - Giovedì 18 Apr 2019, 10:59:47
Indubbiamente la prima puntata di Acquadombra ci conferma che Casty è il degno erede di Scarpa, e che trattasi di allievo allo stesso livello del maestro. In questo primo episodio respiriamo aria di fenomeni scientifici inspiegabili, avventura, mistero, comicità ed elementi "thriller". Certamente la seconda puntata sarà all'altezza della prima.
Tutte le storie della parte centrale del libretto spingono efficacemente e con buon esito sul registro comico. Da notare, nella storia sceneggiata da Stabile, la ripresa di vari elementi classici del mondo disneyano: gli antenati di Pippo, la soffitta della sua casa come vero e proprio scrigno di cimeli, l'avventura alla riceca di un tesoro, il
Spoiler: mostra
tesoro che si rivela essere di altra natura rispetto a quella attesa,
il tutto trattato con padronanza e sicurezza. Da notare la lezione che ci viene da questa storia, insieme a quella castyana, che i cattivi
Spoiler: mostra
non devono essere necessariamente Macchia nera e Gambadilegono, ma che se ne possono creare altri altrettanto efficaci.

Chiude il numero una storia ecologista , probabilmente in omaggio all'imminente Eath Day.
Fra i redazionali, ho apprezzato l'articolo che spiega bene le regole del fuorigioco nel calcio, e l'articolo pubblicitario su Etnaland della mia Sicilia.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Mr. Bunz - Giovedì 18 Apr 2019, 13:05:49
Non mi aspettavo dimensioni così piccole per il gadget, purtroppo si tratta effettivamente di un block notes e non di un album da disegno stile Moleskine come speravo, peccato.

Qualcuno di voi l'ha preso?

Normalmente un block notes e' un block notes e non un albo da disegno. Il top notes ricalca esattamente la tipologia di articolo che ha reso famosa Moleskine (oltre perche' la usava Hemingway), a partire dalla coperta vellutata.
A mio parere un ottimo Gadget (in pratica a € 3,00).
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: 【Mirko】 - Giovedì 18 Apr 2019, 14:29:02
Sono andato anche in edicola per vedere dal vivo il gadget e le sue dimensioni rispetto a quelle del Topo, già da li si vede che è di buona qualità ma che è piccolo rispetto a ciò che desideravo.

Io pensavo che si avvicinasse di più a questa tipologia di notebook moleskine, vi allego il link: https://www.amazon.it/Moleskine-Taccuino-Notebook-Classic-Bianche/dp/8883701143/ref=sr_1_3?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=Moleskine+bianco&qid=1555589695&s=gateway&sr=8-3

Per 3 euro il prezzo ci sta, ma che venga allegato col Topo, costringendoti a spendere 6 euro per averlo, per me non vale la pena, separatamente 3 euro li avrei spesi.

Guardando su Facebook la gente è rimasta contenta della qualità ma non altrettanto contenta del prezzo, e in generale non contenta dell'aumento del prezzo del Topolino.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Bramo - Giovedì 18 Apr 2019, 22:50:09
Non male davvero questo #3308.
A partire dalla storia d’apertura, ovviamente: Casty ritorna all’avventura investigativa “perturbante” nel senso più classico, con un mistero che colpisce Topolinia, l’interessamento di Topolino e l’accompagnamento di Eta Beta, spesso sinonimo di trame appassionanti e dai risvolti intriganti.
Topolino e il mistero di Acquadombra è solo a metà, ma già l’intreccio è entrato nel vivo, mi sono appassionato alla vicenda e le scene più movimentate rendono sostenuto il ritmo della narrazione.
Ottimo Mickey, e non è una novità nella caratterizzazione castyana, e interessante
Spoiler: mostra
la figura di Lucettine, che va a infoltire la schiera di comprimarie femminili delle storie dell’autore friulano.

Spicca però particolarmente Eta: anche qui, non è certo la prima volta che lo sceneggiatore usa particolarmente bene l’uomo del futuro, ma in questo caso le caratteristiche e la levità del personaggio emergono in maniera deliziosa e azzeccata.
Lo stile di disegno è quello pulito e dalla linea classica ed essenziale a cui siamo abituati, non mancando alcune vignette d’effetto
Spoiler: mostra
(come l’inseguimento sott’acqua e la manona acquatica che esce dalla piscina).
Fremente attesa per la conclusione.

Altra storia molta buona è quella in seconda posizione: Alessandro Sisti con Zio Paperone e la B.B. Depositour non fa niente di eccezionale, a ben vedere, visto che l’impianto è piuttosto classico, quasi pezziniano per alcuni aspetti. Ma in questo “solco della tradizione” lo sceneggiatore realizza una storia brillante e che non annoia, dove il personaggio del titolo è più un comprimario che un protagonista, lasciando al centro della scena i Bassotti e, soprattutto, la cittadinanza di Paperopoli nel suo complesso, mossa che ho trovato azzeccata e riuscita, nell’ottica di ritratto della commedia umana che il fumetto Disney fatica da anni ad essere. Complimenti per l’idea e lo sviluppo, quindi, che si estendono a un Alessandro Perina particolarmente in forma.

Anche Vito Stabile realizza una storia dal sapore classico e dall’impianto solido: Pippo e l’orologio taciturno scorre che è un piacere, parte dalla soffitta di Pippo e arriva a un viaggio su un’isola alla ricerca di un tesoro insieme a Minni. La quintessenza dell’avventura, insomma, che da una situazione quotidiana si evolve fino all’avventura più esotica. L’uso di personaggi che solitamente non si immaginano in questi contesti è un plus, perché mostra le infinite sfaccettature del cast disneyano e diversifica alcune dinamiche che, in tali situazioni, rischiano sempre di avere poche novità da offrire.
Altro merito si ritrova nei dialoghi brillanti, dove la comicità surreale di Pippo la fa da padrona e viene gestita con il giusto approccio.
L’unico neo è nell’avversario di turno, prevedibile e piuttosto piatto, ma essendo marginale ai fini della vicenda si può chiudere un occhio. Se non altro presenta un design interessante, merito della matita elegante di Libero Ermetti; il disegnatore realizza anche dei Pippo e delle Minni davvero piacevoli da vedere, e contribuisce alla piacevolezza di una storia che sembra più lunga della sua effettiva durata… un merito, in uno scenario dove spesso le sceneggiature sembrano invece compresse nel numero di pagine a disposizione dell’autore e si ritrovano a finire alla bell’e meglio.

Anche Enrico Faccini consegna una buona prova: Archimede e Paperoga costituiscono un team-up inusitato, e anche per questo foriero di uno sviluppo divertentissimo. Nelle brevi e semi-brevi il fumettista dà davvero il meglio di sé, e in questo caso la surreale
Spoiler: mostra
“crisi pilifera” che colpisce le automobili,
i “boing” di Zio Paperone e l’ultima tavola confermano il talento comico di Faccini, oltre che una matita ispirata, dal tratto sottile e particolarmente ricercato nelle espressioni dei personaggi.

Le due storie più deboli sono Paperino, Paperoga, Gastone e la finale imperdibile e Le Giovani Marmotte e l’intesa naturale. La prima, a dire il vero, fa il suo dovere e pur partendo da uno spunto non proprio interessante o inedito presenta uno sviluppo frizzante e simpatico, che si sgonfia però in un finale non all’altezza.
La storia che chiude l’albo invece è un po’ difficile da inquadrare: come avventura delle GM aggiunge poco e niente al filone e annoia anche un pochetto, a un certo punto però Matteo Venerus mette a confronto i nipotini con delle marmotte così dispettose da ricreare scene vicine a quelle dei cortometraggi animati in cui Paperino veniva messo contro animaletti di vario genere. Siparietti anche divertenti ma che disorientano, sinceramente, sia per i personaggi coinvolti che per il tenore della trama. Il finale, infine, è più scontato che mai e contribuisce a rendere il racconto poca cosa. Anche i disegni di Lucci non spiccano: il suo tratto appare piuttosto rigido, poco dinamico e alcune vignette sembrano spoglie e fredde.

Per quanto riguarda le rubriche, intelligente e ben scritto l’articolo che introduce a Avengers: Endgame, con una mini-guida che – pur neanche lontanamente completa come tante che si trovano in rete, per forza di cose – riesce a dare alcune indicazioni di massima azzeccate. Mi è parsa ben fatta anche la rubrica sulla musica, capace di spaziare su generi diversi e con citazioni meno scontate di quanto uno potrebbe aspettarsi da una rivista come questa.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Vito65 - Venerdì 19 Apr 2019, 00:03:12
Nella prima parte di Acquadombra è stato bellissimo rivedere Eta Beta andare a dormire sul pomolo del letto di Topolino!
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Giona - Venerdì 19 Apr 2019, 09:51:45
Ottimo Mickey, e non è una novità nella caratterizzazione castyana, e interessante
Spoiler: mostra
la figura di Lucettine, che va a infoltire la schiera di comprimarie femminili delle storie dell’autore friulano.
Solo a me i suoi capelli hanno ricordato qualli di Tetsuwan Atom (meglio conosciuto in Occidente come Astro Boy)?

(http://yattatachi.com/wp-content/uploads/2016/08/Tetsuwan-Atom-Flying.jpg)
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Vincenzo - Venerdì 19 Apr 2019, 10:52:22
Non ci ho fatto caso ma in effetti è vero, c'è una certa somiglianza.
A parte questo come da tradizione Casty non delude e il mistero d'Acquadombra presenta una trama solida accompagnata da scene d'impatto rese splendidamente dalle sue matite, senza dimenticare gag riuscite come il siparietto con Gamba e l'allarmismo dei telegiornalisti. Magnifico inoltre Eta Beta marpione e sinceramente ingenuo, forse il personaggio in generale meglio caratterizzato da Casty oltre al protagonista.
Ma anche le altre storie si difendono bene, a partire dal Depositour di Sisti che presenta come dice Bramo echi pezziniani fino alle Gm di Venerus, le quali però scontano il fatto di appartenere a un filone generalmente poco variegato che non permette troppi sbocchi narrativi. Giusto comunque sottolineare l'invasione di specie animali nel contesto urbano, problema molto attuale anche qui da noi.
Le brevi di Faccini e Sarda strappano un sorriso sebbene non rientrino fra le migliori prove dei due autori.
Ma a parte la storia d'apertura a spiccare è la bella avventura di Pippo e Minni corredata come sempre dai dialoghi brillanti di Vito, ottimamente sintonizzati coi bei disegni di Ermetti. Mi chiedo se la citata vacanza di Topolino con Paperino sia un riferimento all'episodio della scatola dei ricordi artibanica sul monte Rattmore, chissà quando è stata scritta la storia. Sarebbe un bell'Easter egg.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Donaldmouse - Venerdì 19 Apr 2019, 12:23:02
Mi chiedo se la citata vacanza di Topolino con Paperino sia un riferimento all'episodio della scatola dei ricordi artibanica sul monte Rattmore, chissà quando è stata scritta la storia. Sarebbe un bell'Easter egg.
È un riferimento a in viaggio con Pippo, se non sbaglio
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Vincenzo - Venerdì 19 Apr 2019, 12:40:54
Mi chiedo se la citata vacanza di Topolino con Paperino sia un riferimento all'episodio della scatola dei ricordi artibanica sul monte Rattmore, chissà quando è stata scritta la storia. Sarebbe un bell'Easter egg.
È un riferimento a in viaggio con Pippo, se non sbaglio

Vero, può anche essere.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Paperinika - Venerdì 19 Apr 2019, 15:41:10
Sono andato anche in edicola per vedere dal vivo il gadget e le sue dimensioni rispetto a quelle del Topo, già da li si vede che è di buona qualità ma che è piccolo rispetto a ciò che desideravo.

Io pensavo che si avvicinasse di più a questa tipologia di notebook moleskine, vi allego il link: https://www.amazon.it/Moleskine-Taccuino-Notebook-Classic-Bianche/dp/8883701143/ref=sr_1_3?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=Moleskine+bianco&qid=1555589695&s=gateway&sr=8-3

Per 3 euro il prezzo ci sta, ma che venga allegato col Topo, costringendoti a spendere 6 euro per averlo, per me non vale la pena, separatamente 3 euro li avrei spesi.

Guardando su Facebook la gente è rimasta contenta della qualità ma non altrettanto contenta del prezzo, e in generale non contenta dell'aumento del prezzo del Topolino.
La Moleskine classica non costa meno di 9€, solitamente, e il problema è che 3€ vanno bene, ma 3€ più i 3 del Topolino no?

Ragazzi, io capisco la scocciatura per l'aumento di prezzo, ma lamentarsi di ogni sfumatura a che serve? Nessuno da roba gratis, e invece che ringraziare per un notebook a 3€, leggo spesso (non solo qui e non solo tu, sia chiaro, pure su facebook è pieno) solo lamentele che "si va bene il gadget, ma costa troppo". Ma chi è che vi obbliga a prenderlo?
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Loregbs - Venerdì 19 Apr 2019, 16:55:48
Come spesso accade la cifra stilistica di Casty si situa molto al di sopra degli altri autori Disney attuali. Qui siamo nel filone della trama pazzarellona alla Bill Walsh con aggiunta di quegli elementi castyani tipici, come la co-protagonista femminile, un perfetto uso dei comprimari (Eta-Beta meraviglioso), l'inizio straniante e a tratti inquietante ( "ATS ODNEVOIP!") e altre chicche assortite. I disegni li ho trovati più plastici e meno rigidi di alcune storie passate (penso ad esempio a quella perla che è "L'Impero Sottozero"), frutto, credo, di un diverso tipo di inchiostrazione. Molto hype per la seconda parte. Mi auguro che quest'anno la presenza di Casty sia più frequente rispetto alle recenti annate, la qualità di Topolino libretto ne gioverebbe moltissimo.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Vincenzo - Venerdì 19 Apr 2019, 17:46:57
Sono andato anche in edicola per vedere dal vivo il gadget e le sue dimensioni rispetto a quelle del Topo, già da li si vede che è di buona qualità ma che è piccolo rispetto a ciò che desideravo.

Io pensavo che si avvicinasse di più a questa tipologia di notebook moleskine, vi allego il link: https://www.amazon.it/Moleskine-Taccuino-Notebook-Classic-Bianche/dp/8883701143/ref=sr_1_3?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=Moleskine+bianco&qid=1555589695&s=gateway&sr=8-3

Per 3 euro il prezzo ci sta, ma che venga allegato col Topo, costringendoti a spendere 6 euro per averlo, per me non vale la pena, separatamente 3 euro li avrei spesi.

Guardando su Facebook la gente è rimasta contenta della qualità ma non altrettanto contenta del prezzo, e in generale non contenta dell'aumento del prezzo del Topolino.
La Moleskine classica non costa meno di 9€, solitamente, e il problema è che 3€ vanno bene, ma 3€ più i 3 del Topolino no?

Ragazzi, io capisco la scocciatura per l'aumento di prezzo, ma lamentarsi di ogni sfumatura a che serve? Nessuno da roba gratis, e invece che ringraziare per un notebook a 3€, leggo spesso (non solo qui e non solo tu, sia chiaro, pure su facebook è pieno) solo lamentele che "si va bene il gadget, ma costa troppo". Ma chi è che vi obbliga a prenderlo?

Quoto col sangue. Ci sono dei morti di fame terrificanti (e per chiarire non mi riferisco certo a Mirko, ma in generale)...
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: brigo - Venerdì 19 Apr 2019, 18:40:15
Dispiace che un numero così buono si sia concluso con una storia come quella delle Giovani Marmotte: noiosa da leggersi e non troppo attraente a vedersi.
Ma, ripeto, il numero è piacevole e sarebbe bello averne altri almeno di questo livello.

Menzione d'onore alla battuta del Depositour:
Spoiler: mostra
"Non precipitiamo" mentre si sta aprendo la botola
.  :))
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Donaldmouse - Venerdì 19 Apr 2019, 18:55:21
Come spesso accade la cifra stilistica di Casty si situa molto al di sopra degli altri autori Disney attuali. Qui siamo nel filone della trama pazzarellona alla Bill Walsh con aggiunta di quegli elementi castyani tipici, come la co-protagonista femminile, un perfetto uso dei comprimari (Eta-Beta meraviglioso), l'inizio straniante e a tratti inquietante ( "ATS ODNEVOIP!") e altre chicche assortite. I disegni li ho trovati più plastici e meno rigidi di alcune storie passate (penso ad esempio a quella perla che è "L'Impero Sottozero"), frutto, credo, di un diverso tipo di inchiostrazione. Molto hype per la seconda parte. Mi auguro che quest'anno la presenza di Casty sia più frequente rispetto alle recenti annate, la qualità di Topolino libretto ne gioverebbe moltissimo.
Ha già detto che sta scrivendo per altri autori e che a luglio esce un'altra storia in due puntate
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Sir Top de Tops - Sabato 20 Apr 2019, 01:40:54
Inizia bene la storia di Casty, come avete già detto
Spoiler: mostra
divertenti gli accenni ai telegiornali catastrofisti, la gente che filma con il telefonino e le teorie complottiste.
Per caso Hector Vector è un personaggio già apparso? Perchè Topolino dice di averlo già sentito nominare

Se proprio devo fare due appunti:
Spoiler: mostra
- prima parte un po corta, si legge velocemente
- viene detto che Macchia Nera si trova ad Alcatraz sarebbe stato bello se invece avessero detto Altacraz
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: tang laoya - Sabato 20 Apr 2019, 07:29:13
Adorabile
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: GioReb - Sabato 20 Apr 2019, 15:11:49
Numero "pasquale" che, a parte l'intro della Ziche, non ne fa minima menzione. Ma meglio così piuttosto che vedere le solite stucchevoli storielline consumistiche.

Mia pagella.  :)

Che Aria tira a... Topolinia di Silvia Ziche: Appuntamento ormai imperdibile con la nostra Ziche. Voto 7 1/2.  :)

Topolino e il mistero di Acquadombra di Casty: Voto per ora sospeso per una storia castiana lineare e pertinente anche se forse un poco affrettata e prevedibile: infatti i nostri giungono praticamente subito alla soluzione con un paio di ricerche in rete e il malvagio di turno usa - oserei dire alquanto dilettantescamente - un personaggio facilmente individuabile.

Zio Paperone e la B.B. Depositour di Alessandro Sisti - Alessandro Perina: Divertente storia incentrata sul turismo di massa anche se mi sembra strano che Paperone non sia il primo ad approfittarne e aspetti i Bassotti per sgominare la gang di turno anziché precederli, magari con lui camuffato per attirarli in trappola e sbarazzarsene anzitempo. Bene i disegni di Perina, ricchi e dettagliati. Voto 7/8.

Mio piccolo disappunto: era sempre stata la Cattedrale di Notre-Paper, adesso mi diventa quella di Notre-Duck.  >:(

Archimede e la soluzione economica di Enrico Faccini: Anche Faccini è ormai una garanzia e la sua puntuale storia surreale non delude, anche se un poco sottotono. Di certo è forse l'unico che abbia saputo valorizzare in pieno il personaggio di Paperoga che altrove è spesso inopportuno ed irritante. Voto 7 1/2.

Pippo e l'orologio taciturno di Vito Stabile - Libero Ermetti: Piacevole storia avventurosa con la rara accoppiata Pippo e Minni e basata su uno dei tanti bis ad infinitum prozii ripescati nel famoso pippesco solaio. Trama lineare con forse l'unica perplessità sul malvagio di turno che si limita alle Papayas anziché agognare a qualcosa di più. Bene i disegni di Ermetti che mostra di conoscere l'interno dei motoscafi e realizza arredi di case ben proporzionati. Voto 8.

Paperino, Paperoga, Gastone e la finale imperdibile di Bruno Sarda - Michele Mazzon: Chiaramente la storia prende in giro gli eccessi della tifoseria del calcio e i suoi rituali scaramantici. Tuttavia i due cugini dovrebbero ormai sapere da tempo che la fortuna di Gastone vale soltanto per lui e nessun altro. I disegni di Mazzon sono un po' sopra le righe anche se divertenti; dovrebbe però prestare maggiore attenzione ai dettagli (i soprammobili di cristallo che cambiano posizione da una vignetta all'altra, per esempio). Voto 7 1/2.

Le Giovani Marmotte e l'intesa naturale di Matteo Venerus - Angelo Lucci: Storiella ecologica pertinente ma che secondo me avrebbe potuto essere sviluppata meglio. E i disegni di Lucci non contribuiscono ad alzare il voto (veramente orrendi i piedi di Qui, Quo e Qua!!!). Voto 6.

OnePage - Deformazioni professionali - Incompreso di Tito Faraci - Umberto Fizialetti: Un raro divertente finalino che avrebbe meritato un tratto migliore. Voto 7.

Buona Pasqua a tutti

GioReb

P.S.: Consiglio alla Redazione di prestare maggiore attenzione nel presentare i numeri successivi in quanto le prime illustrazioni possono divenire involontari spoiler (vedi per esempio la storia castiana)
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Paperinika - Domenica 21 Apr 2019, 00:41:19
Mio piccolo disappunto: era sempre stata la Cattedrale di Notre-Paper, adesso mi diventa quella di Notre-Duck.
Beh, è il nome inglese originale di Barks.
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: GioReb - Domenica 21 Apr 2019, 13:32:25
Beh, è il nome inglese originale di Barks.

Se è per quello anche Paperopoli in luogo di Duckburg, Paperino anziché Donald Duck, ecc.

Ciao e buona Pasqua

GioReb
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Donaldmouse - Domenica 21 Apr 2019, 14:18:12
Beh, è il nome inglese originale di Barks.

Se è per quello anche Paperopoli in luogo di Duckburg, Paperino anziché Donald Duck, ecc.

Ciao e buona Pasqua

GioReb
C'è più assonanza tra duck e dame che tra dame e paper, quindi meglio notre duck che notre paper
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: MatteZena - Martedì 23 Apr 2019, 20:47:28
Numero veramente molto carino:
-Acquadombra: storia che segna il ritorno del Casty che tutti amiamo (visto che, per me, escluso Tutto questo accadrà ieri, nell'ultimo periodo  le sue storie sono state un po' deludenti). È interessante, intirgante e intrattiene. Voto (per il primo episodio): 8/9
-Zio Paperone e la B.B. depositour: storia con trama abbastanza scontata e breve, ma molto divertente e interessante. Mi ha ricordato le avvemture simili dei periodi anni '90 e 2008-2013
Voto: 8 1/2
-Archimede e la soluzione economica: grandissimo ritorno di Faccini, con una storia divertentissima e che segna  un ritorno "come si deve" del grande autore mio 'co-regionale'
Voto 8/9
-Pippo e l'orologio taciturno: storia che 'parte bene', ma che nella parte finale mi ha un po' deluso. In ogni caso molto simpatica.
Voto 7 1/2
-P,P e G e la finale imperdibile: storia molto simpatica he mi ha ricordato le storie estive dei primi anni 2010. Personalmente però labrei fatta uscire in un numero estivo (è infatti una classica storia da leggersi sotto l'ombrellone).
Voto: 8
-Le GM e l'intesa naturale: storia gradevole ma assai deludente. Infatti ero molto curioso del ritorno delle GM dopo un po' di tempo di assenza, ma lo sceneggiatore, che, mi spiace, ma proprio non riesco ad apprezzare, non è riuscito a migliorare i soliti problemi che si trovano nelle sue sceneggiature (dialoghi banali e scontati, storie semi-inesistenti e stupidità dei protagonisti). A sollevare un po' il livello i disegni di Lucci.
Voto: 6/7
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: paolobar - Martedì 21 Mag 2019, 19:29:20
Fabio Licari contribuisce spesso alla cura  di tutte le pubblicazioni a fumetti allegate alla Gazzetta dello Sport, a pagina 76-77 è definito 'giornalista della Gazzetta dello Sport', e quindi si suppone che sappia di sport...
ebbene, uno che scrive "diciamo che un attaccante è in fuorigioco se, quando riceve la palla, tra lui e la porta c'è soltanto il portiere (o comunque un solo difensore)" andrebbe subito mandato via!
 SmEvil
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Vincenzo - Mercoledì 22 Mag 2019, 18:29:41
Fabio Licari contribuisce spesso alla cura  di tutte le pubblicazioni a fumetti allegate alla Gazzetta dello Sport, a pagina 76-77 è definito 'giornalista della Gazzetta dello Sport', e quindi si suppone che sappia di sport...
ebbene, uno che scrive "diciamo che un attaccante è in fuorigioco se, quando riceve la palla, tra lui e la porta c'è soltanto il portiere (o comunque un solo difensore)" andrebbe subito mandato via!
 SmEvil

Dove sarebbe l'errore, scusa?
Titolo: Re:Topolino 3308
Inserito da: Luxor - Mercoledì 22 Mag 2019, 19:05:27
Fabio Licari contribuisce spesso alla cura  di tutte le pubblicazioni a fumetti allegate alla Gazzetta dello Sport, a pagina 76-77 è definito 'giornalista della Gazzetta dello Sport', e quindi si suppone che sappia di sport...
ebbene, uno che scrive "diciamo che un attaccante è in fuorigioco se, quando riceve la palla, tra lui e la porta c'è soltanto il portiere (o comunque un solo difensore)" andrebbe subito mandato via!
 SmEvil

Dove sarebbe l'errore, scusa?

Errori ce ne sono diversi, soprattutto perchè non viene specificato che la cosa importante è la linea del pallone.

Io attaccante posso anche essere solo davanti al portiere, ma se sono almeno sulla stessa linea del pallone, magari me lo passa un mio compagno posizionato accanto a me o più avanti di me anche se molto defilato, allora non sono in fuorigioco.

Al di là di tutte le varianti, attivo, passivo, di rientro, il fuorigioco si può spiegare partendo dalla posizione del pallone:

- Se il pallone arriva da dietro, allora l'attaccante è in fuorigioco se non c'è almeno un difensore col quale si trova in linea. Logicamente, se è più avanti di tutti i difensori e davanti a sè ha solo il portiere, allora è in fuorigioco.

- Se il pallone arriva dai lati, allora è fuorigioco solo se l'attaccante è più avanti rispetto alla linea del pallone e non ci sono difensori che lo tengono in gioco. Se l'attaccante è in linea col pallone, o addirittura più dietro, non sarà mai in fuorigioco, indipendentemente dal numero di difensori.