Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
2 | |
2 | |
2 | |
2 | |
3 | |
4 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Antoniosecondo

Pagine: [1]  2 
1
Testate Regolari / Re:I Classici Disney 1 - La Grande Caccia al Tesoro
« il: Mercoledì 31 Lug 2019, 23:41:50 »
E allora, se le cose stanno così, mi ritengo ancora più offeso. Ma forse non è nemmeno il caso di prendersela, vista la pochezza delle dichiarazioni. Solo chi non è addentro al lavoro creativo può dire che la qualità di un prodotto dipende dal tempo che ci si dedica! E comunque, io sono sempre stato abbondantemente nei tempi e la frequenza mensile non ha minimamente influito sul risultato finale.

Se uno è non sa fare una cosa - e magari io sono uno di quelli - non la sa fare e basta. Anche se gli dai il doppio, il triplo, il quadruplo del tempo. Persino un anno intero.

La chiusura delle Topostorie è stata sicuramente determinata dal fatto che le entrate non coprivano le spese. Punto. Riduciamole, ricorrendo al lavoro interno e vediamo se le cose vanno meglio: perfetta politica di marketing che condivido in pieno. Ma politica, appunto. E i politici non sono le Vestali della verità...

2
Testate Regolari / Re:I Classici Disney 1 - La Grande Caccia al Tesoro
« il: Mercoledì 31 Lug 2019, 12:17:25 »
Topostorie, come spiegato dalla Panini non ha chiuso per mancanza di vendite ma di organizzazione dei tempi ! peraltro sono anni che i Classici pubblicano storie recenti contrariamente ai grandi classici !!

A me, che curavo di Topostorie di persona e con grande passione, abilità (spero) e fatica (anche per i tanti limiti imposti dall'Editore; primo fra tutti la necessità di usare storie in formato digitale, così ristamparle costa meno), è stato detto cha la chiusura della testata è conseguenza delle vendite insufficienti. Motivare la chiusura con l'organizzazione dei tempi - se davvero è stato detto così - è decisamente lesivo della professionaltà mia e dell'editing che se ne occupava: non abbiamo mai consegnato il lavoro nemmeno con un minuto di ritardo.

E già che ci sono, ne approfitto per un commento: basta con il "mito" dei Grandi Classici di una volta. I lettori regolari di Topolino, compreso il sottoscritto, non ci si avvicinavano nemmeno, perché pubblicavano storie che avevano letto e - come si usava allora - riletto più volte. E le storie di collegamento non avevano una qualità, soprattutto grafica, tale da giustificare l'acquisto.

Gli acquirenti di quei Classici erano per la stragrande maggioranza lettori per i quali le storie pubblicate erano del tutto o per la maggior parte inedite, o perché lettori saltuari di Topolino, o perché nuovi lettori per ragioni anagrafiche, oppure anche lettori di ritorno.
E questo succede anche adesso. Con gli stessi risultati del millennio scorso, quando i "mitici" volumetti avevano una diffusione corrispondente esattamente alla metà di quella di Topolino. Con una sola... piccola differenza: allora Topolino vendeva parecchie centinaia di migliaia di copie!

3
Sarò con molto piacere a Reggio Emilia per festeggiare il premiato a me personalmente caro e al quale devo moltissimo, come puoi immaginare chi ne conosce il nome.
Verrò con mia moglie Gabriella, anche lei legata al "campione2.
Perciò prenoto due pranzi e un volume.

4
Testate Regolari / Re: Topostorie n. 14 Prima Pagina (Giugno 2015)
« il: Martedì 9 Giu 2015, 11:21:05 »
Scusate il ritardo, ma non riuscivo più a "penetrare" nel sistema. Ahi, sono proprio negato!
Per la scelta della storie, dovete tenere presente che sono piuttosto obbligato dalla lunghezza, perché non posso fare un storia di collegamento troppo spezzettata o ripetitivsa (beato Dalmasso che lavorava molto spesso con storie in due puntate!).
Giutamente è stato osservato che quelle del Papersera cosiddetto americano sono troppo corte e anche abbastanza lontane dalle attuali.
Sulla congruenza, non ci posso fare niente; certo non mi è consentito cambiare le storie (anzi, è impossibile). D'altra parte, la caratteristica delle sgorie Disney (quella che ha fatto anche la loro fortuna) è che si tratta di "teatrini senza memoria", dove tutto è valido (con certi limiti: i Nipptini saranno sempre tre). Quante origini della Numero Uno sono state scritte? E Topolino che ogni tanto lavora, menyre nela maggior parte delle storie è beato in ozio (cassa integrazione?) in attesa che gli capiti qualche avventura. Per non parlare della casa di Paperino o di Topolino o di Pippo, che da una storia all'altra cambia una parte considerevole dei connotati architettonici.
Diciamo che il limite - molto ampio - della congruenza è il "verosimile".
In questo caso, è verosimile che la redazione del Papersera abbia avuto nel corso degli anni alti e bassi. Il perché non lo sappiamo, ma, se vogliamo, possiamo anche immaginarcelo (avarizia di Paperone e conseguente riduzione delle spese; crisi dell'editoria…). Ma è poi importante?
Credo che la maggior patte dei lettori (il sottoscritto per primo) si goda (quando sono belle) le storie indipendentemente dal prima e dal dopo. C'è qualcuno che soffre perché non sa che fine ha fatto l'ultimo balabù (per non parlare del penultimo, trasformato in colbacco...) o se la Fondazione de' Paperoni è ancora in piedi? E continua la pioggia di sardine promessa da Paperone allo Scozzese Volante?
Piuttosto, una domanda dettata dalla vanità: siccome ho fatto abbastanza fatica a trovare un soggetto per la storia di collegamento (data anche la "leggerezza" della materia), c'è qualcuno che l'ha apprezzata? A me personalmente - ma siete liberissimi di smentirmi - piace e credo di avere centrato gli obiettivi del caso: un buon "legante" e una caratterizzazione umoristica in linea con i personaggi.
Fatemi sapere.

5
Testate Speciali / Re: Topolino Diamond Edition - Speciale Disney n. 69
« il: Venerdì 15 Mag 2015, 07:10:01 »
Concordo con la tua scelta. Purtroppo la storia con Paperoga non mi stava, e così ho dovuto ripiegare su quella più breve di Ciccio…

6
Grazie a tutti per le ottime idee, di cui farò certamente tesoro, se non subito,sicuramente in un futuro che spero lungo e magari un po' più salutisticamente migliore di questo. Come ha detto uno di voi, domani è un altro giorno. I suggerimenti sono tutti stimolanti e me li sono appuntati con attenzione, aggiungendo già ad alcuni delle note sulle possibili storie di collegamento. Adesso si tratta di lasciar decantare, perché un buon soggetto è come il vino: invecchiando migliora. Anche se però non mancano vini - e soggetti - che si possono gustare novelli. D'altra parte, il mondo è bello perché è vario. E io sono pure astemio!

7
Testate Regolari / Re: Topostorie - Discussione generale
« il: Mercoledì 15 Apr 2015, 00:20:49 »
Amici, che devo dire? Innanzitutto, scusa per non avere risposto subito: ho avuto qualche problema di salute. Essere il più anziano sceneggiatore italiano in attività (come attesta Alfredo Castelli) ha i suoi inconvenienti.
Poi un grazie grandissimo a tutti. Siete stati veramente formidabili a scatenare la creatività che è in voi!
E poi mannaggia… perché mi avete lanciato delle sfide non da poco, molte e molto accattivanti. Ne terrò sicuramente conto, anche se molte idee purtroppo non riuscirò a realizzarle. Principalmente per mia incapacità, ma anche perché di alcune sarebbe un problema radunare le storie (che magari ci sono, ma il problema è trovarle e - una volta trovate - metterle insieme). Comunque ci proverò; dovrò provarci per forza, altrimenti la collana si ferma! Per oggi è tutto, ciao e ancora "scusa", "grazie" e "mannaggia"!

8
Testate Regolari / Topostorie: consigli e proposte sulle prossime tematiche
« il: Venerdì 10 Apr 2015, 16:05:39 »
Amici, sono a corto di idee. Tenendo conto che i volumi devono sempre avere come protagonisti principali personaggi di grosso calibro (Paperino, Topolino, Zio Paperone, Pippo e forse Minni e Paperina e Qui Quo Qua), se qualcuno ha uno spunto, un argomento, un'idea per mettere insieme un numero, il suo aiuto sarà più che gradito. Nel processo creativo, l'inizio è sempre la parte più difficile, perciò è molto utile restringere il campo avendo una base solida da cui partire. A volte basta anche la parodia di un titolo o di una frase celebre. Poi magari non si trovano le storie adatte, ma questa è appunto un'altra storia...

9
Testate Regolari / Re: Topostorie n. 12 Uova, paperi e conigli (Aprile 2015)
« il: Mercoledì 8 Apr 2015, 10:15:12 »
In effetti potrei anticiparvi i contenuti fino al n. 18, che sto per chiudere. Ma perché rovinare la sorpresa? Mi sbilancio annunciandovi protagonisti e titoli (se saranno confermati in redazione). N. 13: "P&P - The Producers", con Paperino e Paperina (ma non è una storia d'amore; non di questi tempi, almeno…). N. 14: "Prima Pagina", ovviamente con Paperino, Paperoga e il Papersera (con le ottime "Cronache sui tacchi a spillo"). N. 15: "Pippo Dynasty", con Topolino, Pippo e una stuolo di parenti (mia moglie, alla quale faccio sempre leggere i miei lavori, ha definito la sceneggiatura "scoppiettante": perciò, se quel Topostorie non vi piacerà, potrete prendervela anche un poco con lei).

10
Dimenticavo. Alessandro Perina è un MOSTRO! Non sbaglia una copertina
E tenete conto in che condizioni lavora: l'infelice - come me - è interista!

11
Non sono tante le storie italiane a tema pasquale, e quelle belle sono state sfruttate più volte. La mia filosofia è - nei limiti del possibile (numero di pagine, attinenza con la storia cornice…), e della qualità delle storie (vedi Vicar, Branca, Ferioli, Fecchi… ma anche Leoni, Marabelli...), di cercare di proporre il più possibile storie poco o addirittura mai lette perché uscite su testate minori.

Magari sbaglio, ma io, come lettore (anche se i Classici non li compravo, perché le storie le avevo tutte nella mia allora non invasiva raccolta di Topolino), preferirei così.

Avevo detto che la storia cornice era raccontata? Be', in parte lo è: Diciamo che è "tecnica mista".

Ciao e grazie per i complimenti che - anche se tutti lo negano - dopo i soldi, sono l'alimento di cui si nutrono i creativi

12
Testate Regolari / Re: Topostorie n. 10 Paperi a Venezia (Febbraio 2015)
« il: Martedì 10 Feb 2015, 17:03:53 »
volevo scrivere: "la puoi fare solo TU"...

13
Testate Regolari / Re: Topostorie n. 10 Paperi a Venezia (Febbraio 2015)
« il: Martedì 10 Feb 2015, 17:02:28 »
Hai perfettamente ragione e concordo con te (come si dice? Quoto?). Il problema è che è davvero difficile e in qualche caso addirittura impossibile (quando ti dicono che quella tal cosa la puoi fare solo, sta' attento: non ti fanno un complimento, ti rifilano una sola!). Perciò invoco fin da ora l'indulgenza dei lettori se in qualche numero le storie saranno "calate". Cercherò almeno di trovarle rare e piacevoli.

14
Testate Regolari / Re: Topostorie n. 10 Paperi a Venezia (Febbraio 2015)
« il: Martedì 10 Feb 2015, 01:05:39 »
Che devo dire? Grazie. Però basta con questo sig. Marconi! Mi fate sentire vecchio… mentre sappiamo tutti benissimo che viviamo nel mondo del fumetto proprio per sentirci giovani. Perciò, come ho sempre detto anche ai miei collaboratori, chiamatemi per nome e datemi del tu. E lo stesso invito che mi fecero a loro tempo "mosti sacri" che ho avuto la fortuna di frequentare, come Scarpa, Carpi, Cimino, Asteriti, Gatto, Chierchini…
Siamo tutti Peter Pan e sull'Isola-che-non-c'è si usa fare così.

15
Testate Regolari / Re: Topostorie n. 10 Paperi a Venezia (Febbraio 2015)
« il: Lunedì 9 Feb 2015, 22:28:14 »
Calma, amico. Nessuno si scalda, men che meno con te. Non ce l'ho con nessuno, né in particolare né in generale. Ho solo, per una volta tanto, voluto difendere un po' il mio lavoro e, per non essere tacciato di permalosità, l'ho fatto, come ho scritto, in occasione di un giudizio positivo. È evidente che il mio intervento tiene conto delle vostre osservazioni critiche sui vari numeri della collana.
PS. Per quelle due storie di Scarpa (peraltro "minori") sono stato ampiamente redarguito.

Pagine: [1]  2 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.