Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
3 | |
3 | |
1 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - conker

Pagine: [1]  2  3  ...  216 
1
Nell'articolo riportato da Garalla c'è un passaggio interessante: si accenna al rilancio di Pk nel 2019 e si dice che l'operazione non ha ottenuto il successo sperato e, a questo punto, il Direttore Bertani ha chiamato il disegnatore Vian. Quindi secondo la Direzione editoriale l'insuccesso sarebbe stato risolto solo dal cambio di disegnatore? Un po' ingeneroso attribuire questo carico di responsabilità a Lavoradori.
Il discorso però cambia se questo accenno dovessee essere frutto solo di una interpretazione del redattore dell'articolo.

Personalmente ho trovato per UNE tante critiche ai disegni. Decisamente più che sulla storia come numero e intensità. Quindi non è ingeneroso.

martoriato da una colorazione amatoriale... l’accusa di una narrazione non chiarissima per quanto riguarda lo svolgersi degli eventi la puoi replicare pari pari su Vian in Danger Dome, quindi magari il problema non è il disegnatore, tanto più che parliamo di veterani... credo proprio queste storie necessitassero di più respiro

poi sono gusti... Lavoradori nell’omogeneizzazione generale certamente spicca come un’oasi in mezzo al deserto, e il tratto può piacere o meno, ma in quanto a potenza espressiva e dinamismo ha pochi rivali


2
27 recensioni più quella dell'articolista e tutti han votato 1 stella su 5..  che stroncatura.

inesatto, quella visualizzata è una media (io ad esempio ho dato 2 stelle)

3
I tempi sono quelli che sono, la scelta del peculiare (e costoso) formato e la periodicità in sincrono con le maggiori fiere del fumetto sono scelte precise e ponderate... non avrebbero rischiato la distribuzione di un prodotto di questo tipo senza il traino delle fiere del fumetto, Lucca in primis

4
È notizia fresca la prossima uscita di una Snyder's cut del film Justice League (che, ricordiamo, è stato smontato e rimontato alla buona, considerati tempi strettissimi e budget, da Joss Whedon, risultando una sorta di creatura di Frankenstein con sprazzi di luce in mezzo al buio)... Snyder che, in tutti i suoi DC movie, ha interpretato a modo suo, con una sua visione, personaggi molto ben radicati nell'immaginario collettivo. Legittimo. Poi io mi trovo tra i tanti spettatori che quei personaggi non li hanno riconosciuti a schermo. Non basta per me il costume a rendere Superman tale. E neanche i superpoteri. È un insieme di tante piccole cose a rendere Superman "Superman". E Whedon nella breve scena iniziale di Justice League credo lo colga come Snyder non era riuscito minimamente a fare in due film interi, Man of Steel e Batman vs Superman.

Altro discorso.

I colpi a effetto, a sovvertire i (conosciuti) personaggi e le loro relazioni e l'ambiente in cui agiscono, ci stanno benissimo. Accidenti, adoro essere spiazzato. E anche qui mi viene da citare Joss Whedon, stavolta su Buffy dove di scherzetti ce ne ha giocati in quantità. Il più clamoroso forse quando improvvisamente appare dal nulla la sorella dell'ammazzavampiri. Destabilizzante. Ma tutto aveva una sua logica che è poi emersa.

Questo per ribadire che nel breve questi due volumi di PK non mi hanno convinto appieno sotto determinati aspetti, ma magari serve solo altro tempo e spazio per ingranare bene.

P.S. davvero mi si porta a esempio una "altalenante" qualità delle uscite di PKNA? una serie che usciva mensilmente con dietro un corposo team di scrittori e disegnatori paragonato alla formula attuale con un team creativo definito e uscite (2 o 3 in un anno?) rarefatte? la cosa non è sovrapponibile


5
questo PK mi sembra somigliare a un blockbuster hollywoodiano action diretto da Michael Bay... frenetico, con scontri ed esplosioni, ma superficiale e a tratti confuso

e sotto tanti aspetti mi ha ricordato anche i film DC di Zack Snyder, dove vedi tizi iconici in costume che non si comportano come ti aspetteresti... e allora pensi “quello è vestito da Superman, ma non è Superman... quell’altro ha l’aspetto di Batman, ma non è Batman” e via dicendo

la lettura non è fluida e i personaggi non catturano, un po’ perché non del tutto riconoscibili con il loro modo di agire passato, un po’ perché persi in una narrazione frenetica

la colorazione è un pelo migliore di PKUNE, ma sempre lontana anni luce da quello che può fare un bravo colorista

visivamente, io adoro Lavoradori e mi è dispiaciuto tantissimo non ritrovarlo sul volume 2 come precedentemente annunciato, Vian fa comunque un lavoro apprezzabile, a tratti anche suggestivo

6
Le altre discussioni / Caratterizzazione di Qui, Quo e Qua
« il: Venerdì 1 Mag 2020, 22:45:40 »
Sempre più, anche sulle pagine di Topolino, i nipotini di Paperino stanno venendo caratterizzati in modo diverso l’uno dall’altro. Ognuno con un suo carattere, sogni e aspirazioni.
Visivamente però l’unica differenza è solo il colore del berretto (o dell’abbigliamento, comunque identico per tutti e tre, in alcuni casi).

Nelle nuove DuckTales i tre si distinguono, oltre che per carattere, anche per ciuffi e abbigliamento differenti (e posture e atteggiamenti eccetera).

La domanda è, perché non portare questa differenza visiva anche sulle pagine di Topolino?
È perfettamente logico che personalità e gusti diversi esprimano infine un look che sia proprio di quell’individuo.

Lo vedo come un potenziale notevole arricchimento e il giochino dell’interscambiabilità dei nipotini non verrebbe comunque meno se dovesse servire (perché si tratta al più solo di scambiare vestiti e aggiustare il ciuffo).





7
Topolino / Re:Topolino 3361
« il: Domenica 26 Apr 2020, 12:48:42 »
la casa dei dipinti che fingono è senza dubbio piacevole e dagli spunti interessanti, credo tuttavia sia una di quelle storie cui probabilmente avrebbe giovato molto una estetica forte e particolare per restare bene impressa nell’immaginario, in breve un disegnatore più votato al bizzarro e al surreale

Non saprei. Solitamente chi ha un tratto più 'estremo' finisce quasi sempre ad esasperare il tono, rendendolo più paradossale e comico/grottesco che creepy. Penso a Intini, a Picone, a Lavoradori...
Questa è una storia dal sapore gotico, elegante ed austero. Personalmente avrei faticato a leggerla con uno stile grafico troppo surreale.
Ti dirò, forse fra i disegnatori in scuderia avrei visto bene Roberto Vian (alla X-Mickey, per intenderci). O un Celoni (non è una caso che abbia illustrato la trilogia gotica di Enna), o un Mottura. Al massimo un Faccini, ma pur sempre accostandosi a Casty.
Il fatto che una storia venga ideata, sceneggiata e disegnata dallo stesso autore, a me ha sempre ispirato una sorta di fiducia: non necessariamente in termini di qualità, ma quantomeno in termini di 'fedeltà' rispetto all'idea.

Celoni, Mottura e Faccini erano proprio i primissimi nomi cui avevo pensato per questo genere di storia, più Cavazzano e Mastantuono che tutto possono :)

8
Topolino / Re:Topolino 3361
« il: Domenica 26 Apr 2020, 10:48:11 »
trovo il Casty disegnatore una sorta di anacronismo grafico sul Topo e tante volte mi chiedo quel soggetto come sarebbe stato interpretato da un’altra mano, magari scelta in base ai peculiari toni della storia da raccontare... premesso questo, la componente autoriale a me non dispiace e l’estetica “vintage” una tantum credo ci possa stare benissimo sulla rivista

la casa dei dipinti che fingono è senza dubbio piacevole e dagli spunti interessanti, credo tuttavia sia una di quelle storie cui probabilmente avrebbe giovato molto una estetica forte e particolare per restare bene impressa nell’immaginario, in breve un disegnatore più votato al bizzarro e al surreale

9
Topolino / Re:Topolino 3358
« il: Mercoledì 22 Apr 2020, 16:28:59 »
come da un po' di Topolino a questa parte, la prima metà del giornalino tende a essere molto piacevole... la seconda decisamente meno

belli gli scorci australiani tratteggiati da Zironi nella storia di apertura in una storia che ha buon ritmo e non annoia mai, ho molto apprezzato in alcuni frangenti l'uso più libero della gabbia... Nucci/Intini confermano la perfetta sinergia di questo team creativo con un altro episodio divertentissimo in cui l'umorismo dei testi si fonde con quello visivo, anche qui i personaggi "secondari" (dai granchietti di Coccodega Bay ai pennuti di questa storia) contribuiscono notevolmente alla vis comica della storia... Area 15 in un episodio che tocca diverse corde, comico, sentimentale ma non stucchevole, finanche filosofico e poetico (alcune sbavature grafiche, tipo Qua che esce di casa salutando Quo e Qua? o le proporzioni del deposito rispetto ai paperi che sembra piccolissimo durante l'attacco di Amelia ed enorme qualche pagina più avanti, non inficiano comunque la bontà complessiva)

10
Topolino / Re:Topolino 3357
« il: Mercoledì 22 Apr 2020, 15:45:39 »
le mie preferite del numero sicuramente Area 15 e (soprattutto) quella con Newton, che abbina una storia decisamente piacevole da leggere a un comparto visivo strepitoso sotto ogni aspetto, dall'espressività dei personaggi (che facilmente ti strappano anche più di un sorriso) alla ricchezza di dettagli che contribuiscono a dare ulteriore spessore ai nostri nonché vita alla storia... gli splendidi scorci di Coccodega Bay con gli onnipresenti granchietti li trovo così belli che spero davvero vi sarà modo in futuro di tornarvi :)         

11
Topolino / Re:Topolino 3360
« il: Domenica 19 Apr 2020, 10:57:18 »
Mi rendo conto che il mio può sembrare un atteggiamento da saccente. Tuttavia trovo certe posture decisamente innaturali se non ridicole, che non giovano all'autore e alle sue tavole. Per questo mi sono permesso, da storico lettore, di rilevarlo.  ;)

se sono ridicole va benissimo, no? un fumetto umoristico dovrebbe far ridere  O0

che poi il pensiero del lettore (magari amante di un determinato e specifico modo di fare fumetto) lo comprendo benissimo, solo che un conto è dire che ti piace la luminosità degli affreschi di Michelangelo a confronto del chiaroscuro del Caravaggio, un altro è “dare consiglio” a Caravaggio di abbandonare un po’ l’uso del nero, eh

12
Topolino / Re:Topolino 3360
« il: Domenica 19 Apr 2020, 10:01:29 »
Consiglierei a Mastantuono di perdere il vizio di disegnare le mani con polso a 90° e palmo con dita unite, oltre ad essere una postura innaturale diventa stancante da vedere.

fortunatamente per il mondo, il professionista Mastantuono continuerà a fare il suo mestiere come meglio crede :)

se c’è una cosa che rende da sempre ricco Topolino, è la diversità di approccio che hanno i differenti artisti che vi collaborano... un patrimonio che, credo, si debba continuare a proteggere :)

13
Commenti sugli autori / Re:Alberto Lavoradori
« il: Martedì 11 Feb 2020, 14:12:18 »
e sempre per gli 85 anni del nostro, un qualcosa di più convenzionale :)

link

14
Il sito del Papersera / Re:TopoOscar 2019
« il: Martedì 4 Feb 2020, 12:01:47 »
"Dicci cosa ne pensi sul forum, e – perché no – proponi le tue idee per migliorare e rendere più coinvolgente la prossima edizione del TopoOscar!"

Un'idea che mi è venuta così al volo: si potrebbe pensare di fare un turno di qualificazione, in modo da scremare le storie e ridurre la "dispersione" dei voti...
Si potrebbero ammettere alla "finale" solo i primi dieci partecipanti per ogni categoria, o quelli che prendono almeno un tot di voti; a quel punto, sarebbe anche più facile ricordarsi le storie, o anche rileggersele, cosa impossibile con il sistema attuale!

si potrebbe anche fare un lavoro di selezione delle storie più apprezzate in modo progressivo, durante l'anno, per trimestre o quadrimestre ad esempio, invece di portarsi tutto a inizio anno nuovo... renderebbe anche più vivace l'annata  :)

se no ci vorrebbe la possibilità di dare e raccogliere i voti degli utenti sulle singole storie, settimana dopo settimana... a fine anno avresti possibilità di scremare quelle con media punteggio più bassa e organizzare un TopoOscar più efficace

in sintesi, la scrematura va fatta prima... mentre i lettori leggono le storie :)

15
Il sito del Papersera / Re:TopoOscar 2019
« il: Sabato 1 Feb 2020, 14:45:02 »
Storie coi topi: Foglie Rosse la preferita, a ruota le castyane Acquadombra e il Castello sulla Luna

Storie coi paperi: Il condono natalizio la preferita insieme a Orgoglio e Pregiudizio, a ruota i Tempi del Klondike

Brevi: Paperina... e Paperino su tutte, poi il Deposito in Fuga e la Soluzione Economica

Scrittori: Casty, Enna e Radice

Disegnatori (con almeno 70 tavole pubblicate): Intini, Mastantuono e Turconi

Copertine: Frex dominante, con lo zione pioniere omaggio a Barks e la splendida doppia natalizia

Pagine: [1]  2  3  ...  216 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.