Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
5 | |
3 | |
3 | |
2 | |
5 | |
3 | |
5 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - MarKeno

Pagine: [1]
1
Sfide e richieste di aiuto / Paperino, autobus e panini: vi dice nulla?
« il: Lunedì 21 Mag 2012, 14:21:42 »
Cari tuttologi del forum, un mio amico mi ha girato un suo ricordo di una vecchia storia per cercare di rintracciarla. Pur suonandomi familiare, non riesco a identificarla. Vi giro direttamente la sua descrizione:
(lol, sembra la trafila di scaricabarile per comprare i medicinali imbarazzanti in farmacia, ma è la vera verità!).

Citazione
Mi piacerebbe conoscere il titolo di una storia che lessi almeno una decina d'anni fa.
La sinossi, a grandi linee, era questa: Paperino acquista un vecchio autobus e lo converte in un chiosco di panini che riscuote un successo oltre ogni più rosea aspettativa. Tale successo è dovuto ad un colpo di genio di Paperino: l'introduzione nei panini di un misterioso ingrediente segreto. Tale ingrediente, dopo mille peripezie, si scoprirà essere un semplicissimo mix di sale e pepe.

Sono certo che mi dice qualcosa, ma non so cosa. Qualche illuminato più illuminato di me?
Grazie in anticipo.

2
Sfide e richieste di aiuto / All together
« il: Martedì 27 Apr 2010, 09:38:57 »
Raga, un bisogno urgente che solo la vostra sconfinata disneyanità può soddisfare. Allora, avrei impellente necessità di rintracciare una bella immagine (di grandezza/risoluzione medio-alta) che presenti QUANTI PIU' PERSONAGGI DISNEY INSIEME possibile. Personaggi dei lungometraggi, dei cartoni, dei fumetti. Insomma, una bella istantanea dell'universo disneyano, più ricca possibile, ma anche abbastanza "comprensibile" (se i personaggi sono troppo accalcati diventa intaggab... ahem, confusa!  ;))
Dopo questa esternazione il motivo della mia richiesta diventa facilmente intuibile almeno da un paio di paperseristi!!!

In ogni caso, a corollario di questa richiesta, mi verrebbe da pensare a quella famosa tavola di chiusura con tutti quei millemila personaggi che chiedono a Paperino di raccontarla loro, una storia. Ne avevamo parlato qui sul papersera (un quiz in cui pacuvio chiedeva di enumerarli tutti, forse? Mmm, chi me lo linka???). Ecco, nel caso in cui tale tavola si rivelasse utile, non è che ne esiste un buono scan sul web, per caso?

Grazie in anticipo per qualsiasi sbattimento!

3
Sfide e richieste di aiuto / Quarta di copertina: qui vi voglio!
« il: Giovedì 11 Mar 2010, 12:38:10 »
Ragazzi, ho bisogno di voi e della vostra webcultura fumettistica sconfinata.
Vorrei reperire (sono anche abbastanza sicuro che ci sia!) una bacheca/lista/galleria di immagini riferite alle quarte di copertina storiche di Topolino. Tanto per intenderci: quelle con un giocattolo o un altro prodotto per l'infanzia pubblicizzato in ogni numero. Barbie, Ziguli, He-man, Minipony e quant'altro venivano sfoggiati dal retro del nostro giornale preferito (cosa che accade tuttora, ma in modi differenti). Ecco, a me interessano (tanto per cambiare) specialmente gli anni '80 e '90, al limite i primissimi 2000.

Sono quasi certo di essermi imbattuto in qualcosa del genere qualche tempo fa, e ora che mi serve davvero non mi ricordo assolutamente dove reperirlo. Sull'inducks immagino non ci sia nulla del genere... Avete qualche idea? Potete aiutarmi??? Grazie sin da ora.

4
Mostre, Fiere e esposizioni / Mostra Mercato del fumetto a Bologna
« il: Sabato 4 Apr 2009, 11:48:44 »
Sabato 18 e domenica 19 aprile, in quel del Palanord di Bologna, si tiene la consueta esposizione primaverile. Non sarà un'esplosione di autori, confronti, incontri e quant'altro, però di fumetti ce ne sono, e tanti.
Occasione per rimpinguare la propria collezione, trovare pezzi e prezzi interessanti, anche rari e passare qualche ora immersi tra le nuvolette che ci piacciono tanto, specie se si abita nei dintorni.

Chi, oltre a me, farà un salto?

5
Il sito del Papersera / Banner sul Papersera
« il: Lunedì 20 Ott 2008, 20:50:37 »
Vorrei chiedere come funziona la presenza dei banner sul sito del Papersera. Mi spiego meglio; immagino che la pubblicità sia un mezzo di sostentamento utile, per non dire fondamentale, per ogni sito, e il Papersera non vedo perchè debba fare eccezione.

Però ci sono vari tipi di pubblicità. E, francamente, banner che inneggiano a incontri amorosi per single o addirittura a chat per gay non mi sembrano propriamente adatti ad un sito come questo, in cui, credo, l'età media dei visitatori sia drasticamente sotto a quella dei maggiorenni. Quando mi sono imbattuto per la prima volta in simili "striscioni" sono rimasto un po' basito.

Prima di scagliare ogni sasso bisognerebbe conoscere tutto, o almeno tanto, sul bersaglio. Io invece, lo confesso, sono molto ignorante sulla pubblicità sul web, su chi gestisce i banner, chi li sceglie, se si generano casualmente, o se, all'opposto, appaiono sempre e comunque laddove devono apparire. Nel senso, l'immagine qui sotto, surfando tra le pagine del Papersera, l'ho vista solo io? L'abbiamo vista in tanti? L'abbiamo vista tutti?

E' proprio per capire queste cose che ho aperto questo topic, pur rendendomi conto, magari, della sua potenziale inappropriatezza. Spero di non essere stato in nessun modo fuori luogo e aspetto di sentire cosa ne pensiate a riguardo.


6
Le altre discussioni / Nostalgia portami via
« il: Venerdì 23 Ott 2009, 13:53:55 »
Ogni tanto mi capita di pensare. Al di là del mal di testa che ne deriva, qualche volta ci scappa pure una riflessione più o meno coerente.
Di recente, mi sono reso conto di quanto non sia solo nel mio essere "nostalgico", spogliando di qualsiasi accezione negativa questa parola.
Voglio dire, quanti, come me, oggi sono sempre più legati e affascinati da quello che facevano ieri? E parlo di giochi, programmi tv, avventure grafiche, film, cartoni, sigle, canzoni e quant'altro. Compresi, eccome, i fumetti.

Il forum stesso, del resto, è una prova piuttosto lampante di ciò. Le sezioni dedicate ai ricordi, le discussioni incentrate su grandi del passato, i giochetti che chiamano in causa vecchissimi albi non sono forse superiori ai riferimenti odierni? E quante volte ci siamo lanciati in discorsi tipo "com'erano belle quelle vecchie storie genuine", oppure " che meraviglia le gm quando non avevano il cellulare..." eccetera.

Ecco, vorrei che questo topic fosse una sorta di "serbatoio" per raccogliere tutte queste suggestioni, per dare sfogo a questi pensieri. Si tratta di un tema, infatti, che mi sta molto, moltissimo a cuore. Spesso fatico a capire PERCHE' senta questo grande bisogno di "revival". Non sarebbe meglio guardare solo al futuro? Tralasciare le cose passate che hanno senso solo se considerate nell'ambito in cui sorsero (giocate a un arcade senza riflettere sul suo valore "vintage": sai che palle!!!  :D)
Se un po' sentite anche voi questo tipo di nostalgia (e non ditemi che non è così perché non ci credo!  :)), come vi spiegate la cosa? Perché siamo così attratti dal ricordo, dal recupero? E' un male, è un bene o è semplicemente inevitabile?
E che rapporto ha questa "nostalgia" con i fumetti disney in particolare, forse tra i prodotti più rappresentativi in assoluto dell'immaginario dei giovani (e non solo)?
Le storie di ieri che amiamo tanto, hanno senso solo per noi che le recuperiamo, o sono adatte alle nuove generazioni? Forse tra vent'anni diranno "come era bello quando Qui, Quo, Qua giocavano alla play station e non usavano quella nuovissima realtà virtuale 4d così povera di poesia!"?

Come al solito ho sbrodolato mille parole. So che abbiamo discusso di simili argomenti qua e là, ma data l'importanza che sta rivestendo per me questo discorso, ci terrei molto a sviluppare ulteriormente il tema in uno spazio adeguato. Spero che questo vada bene. E spero vorrete intervenire in grande numero. Mi interessano i pareri di tutti voi, perché so per certo (il Papersera docet!) che tutti voi siete assolutamente sensibili alla cosa. Grazie.

7
Le altre discussioni / Clichés nelle storie Disney
« il: Martedì 30 Set 2008, 12:50:23 »
Avete mai avuto l'impressione che alcune trame, alcuni spunti, alcune impostazioni di storie Disney si ripetessero più e più volte, dando vita ad alcuni clichés?
Beh io sì, eccome. (Non che la cosa sia di per sè negativa, intendiamoci.)

Questo topic l'ho aperto per citare qualcuno di questi clichès, scoprire se è solo un'impressione personale che esistano o se anche altri li abbiano notati, parlarne un po', nel bene e nel male, su come vengono utilizzati e in quali storie, magari, li ricordiamo.

Comincio citando un cilché secondo me molto ricorrente nelle storie d'avventura:

- Il tesoro che si rivela essere un tesoro fittizio, ovvero prezioso e importante solo per una determinata civiltà o per criteri geografici, la cui scoperta lascia solitamente basito chi lo trova (esempi: tesoro nel deserto=acqua; tesoro antico=sale o spezie; ...)

Questo clichè, a mio avviso, è trito e ritrito. Seppure alcune volte viene usato meravigliosamente e in modo utile ai fini della storia (e penso ai 3 caballeros di Dn Rosa, in cui SPOILER l'argento del tesoro si rivela essere mercurio liquido usato per raffinarlo, oramai ho l'impressione che sia più che altro uno stratagemma di poca riuscita per tentare di dare un finale a sorpresa (o presunto) tale alla storia, vedi l'assurda trovata dell'ultimo Indiana Jones. (sì, lo so, non è Disney, ma mi ha fatto troppo pena!!!)

Un altro tema ricorrente è quello dello:

- scambio di borse, buste, valige, pacchi o quant'altro.

Quante volte lo avete visto in una storia Disney? Dieci? Cento? E sempre tra criminali (tipo Gamba) e buoni (magari tontoloni, tipo Pippo o scaltri, tipo il Topo), con la storia che si dipana nel tentativo di rientrare in possesso del pacco/valigia/busta/borsa in questione poichè contenente refurtiva o altro.

Che ne dite? Avete altri esempi dei due casi qui riportati? E altri clichés da citare?
A voi..

8
Le altre discussioni / Storici e Filosofi prestanome per Disney
« il: Martedì 7 Ott 2008, 13:17:33 »
Ma quanti sono gli animali/comprimari/oggetti delle storie della Disney che si chiamano con il nome esatto di personaggi famosi della storia, della filosofia o della letteratura?

Apro questo topic per tutti coloro che fossero curiosi, quanto me, di scoprire un po' di identità omonime nascoste tra i personaggi meno in vista, saltuari e, magari, misconosciuti della Disney.
Chi avesse ricordi di nomi famosi e qualche nozione sul battezzato originario in questione, è caldamente invitato a postare.

Comincio io con:

- La scopa di nocciola:
BELZEBU', il "signore delle mosche", divinità malvagia ebraica che è finita con l'aderire al Diavolo in persona.

- il gatto di Paperino:
MALACHIA, un famoso Santo e Profeta.

- forse il più famoso, tra i personaggi omonimi, la brillante mente di Paperopoli:
ARCHIMEDE PITAGORICO, inventore e filosofo Siracusiano dell'antichità, ricordato, tra le altre cose, per le sue invenzioni belliche e il celeberrimo teorema.

Ve ne vengono in mente altri??? Fatevi sotto!

9
Off Topic / "Lasciatemi spammaaare..."
« il: Lunedì 6 Lug 2009, 14:16:37 »
Ebbene sì.
Sono un recensore. Uh yeah.

Un sito che pubblica recensioni di film, musica, fumetti e altro ha accettato di affidarmi il "reparto" fumetti (nonché film tratti da fumetti, o ibridi affini). Ho scelto un nick che, pur senza discostarsi troppo dal mio nome, richiami immediatamente la mia passione Disneyana, in particolare per l'autore che di recente mi ha emozionato di più, mr. Don Rosa. In parole povere, sarò MarKeno, che suona come mi hanno sempre chiamato gli amici. (Tra l'altro, sto ponderando se cambiare il nick anche sul Papersera. Di certo questo è più musicale, meglio si presta ad un nome. Presentarmi a Reggio dicendo "marcopuntotrecentotredici" è stata abbastanza un'agonia!)

Ora, visti gli argomenti affini delle recensioni e vista la confidenza che ho maturato con il forum e i suoi utenti, mi chiedevo se fosse opportuno, interessante, utile, o anche solo non troppo fastidioso se, quando mi pubblicheranno un articolo, ve lo comunicassi con un link. (sono un recensore novellino e non credo capiterà spesso, in ogni caso...)

Di certo, i vostri commenti e le vostre impressioni mi sarebbero di grande aiuto nel perfezionarmi, oltre che fonti di ulteriore dialogo e confronto. Il Papersera è una comunità ricca, con una "cultura" che spazia dai videogames old generation ai fumetti Marvel. Per questo sono sicurissimo che i vostri pareri mi sarebbero davvero utili.

In questo "appello" mi rivolgo a tutti, ovviamente, ma in primis a Paolo e agli altri moderatori. Come da titolo, mi rendo conto che una tale proposta sarebbe una sorta di spam, dunque capirò un rifiuto, ci mancherebbe. Spero di non essere stato inopportuno già con la richiesta!!!  ;)

Grazie in ogni caso.

Marco

10
Off Topic / Chi legge fumetti è creativo per forza!!!
« il: Giovedì 29 Apr 2010, 17:40:37 »
Chi legge fumetti sin da piccolo svilupa un lato creativo. E' quasi un dato di fatto: l'immaginazione, la fantasia, le idee vengono stimolate come da pochi altri media. Parlandone con Isa, mi sono reso conto che ciò si sposa assai bene con un'iniziativa che potrei proporvi, cercando di non dilungarmi troppo come mio solito.

Dunque, sto svolgendo uno stage presso un laboratorio universitario di ricerca sulla comunicazione e stiamo organizzando un grosso evento per il 26 e 27 di maggio (lavoro che mi succhia il tempo libero e i momenti di svago anche sul forum!). Questa manifestazione coinvolgerà da vicino l'Università di Urbino e alcune grandi aziende leader nel campo della comunicazione (da mediaset.it a Radio DeeJay e M2O). Lo scopo è quello di far incontrare gli studenti con il mondo del lavoro e viceversa. Ci saranno workshop, incontri, lezioni e 3 concorsi a premi che vogliono proprio premiare la creatività e le idee. E qui ritorno al discorso di prima. Perché dei 3 concorsi, almeno 2 credo siano davvero indicatissimi da proporvi:

- il primo, consiste nella realizzazione di uno storyboard per uno spot da 60 secondi. Vengono forniti pochi dettagli sull'ambientazione, i personaggi e il messaggio; poi il resto (trama, svolgimento, stile,...) è tutto da creare. Si tratta di una piccola sceneggiatura, insomma. E so che di aspiranti sceneggiatori qui ce ne sono tanti! Inoltre, tale storyboard può essere arricchito da disegni, layout e bozzetti. E so che ci sono anche tanti aspiranti disegnatori!!! ;) (si vincono 1.000 euro, può partecipare chiunque purché studente)

- il secondo è ancora più "libero". Bisogna rispondere alla domanda "Chi è Margò?". Margò nasce come una linea di viaggi per giovani, e si lega a un immaginario di libertà, scoperta, avventura. A partire da questo, bisogna far girare la fantasia. Personificare Margò, renderla (o renderlo???) un'entità esprimibile attraverso qualsiasi mezzo: un racconto, un disegno, un video, una foto, una storia a fumetti, insomma TUTTO ciò che possa esprimere la personalità di un personaggio. (si vince un viaggio a Ibiza per 2 persone, può partecipare chiunque purché maggiorenne)

-infine, il terzo contest prevede la realizzazione di una strategia di comunicazione sui social network per un'azienda (tokidoki). Qui certamente la componente grafico/creativa scende in secondo piano, ma non si sa mai che chi mastica di forum, mastichi anche di social network!! ;)

Vi propongo tutto questo perché, trovandomi dietro le quinte di chi organizza, e posso garantirvi la serietà della cosa. Inoltre, i premi devono pur andare a qualcuno, e allora tanto meglio se andranno ad amici miei del forum!!!  :D Visto che tra disegnatori già ferratissimi, sceneggiatori in erba, o semplici menti creative, le potenzialità qui non mancano di certo.

Se questa segnalazione venisse reputata spam, prego i moderatori di eliminarla senza problemi. Non volevo risutare invasivo, solo esporre un'opportunità a persone che SO che potrebbero coglierla. Bacci, Vito, Glad, Isa, Malachia, Lory, e tutti gli altri della banda... non vi fischiano le orecchie??? ;D

Per qualsiasi info, contattatemi via MP, scrivete qui, o scrivetemi su Facebook. Il sito ufficiale della manifestazione è www.cantieredellogo.com ed è lì che ci si iscrive ai concorsi o alle lezioni (entro il 7 maggio).

Provateci! Che gliela facciamo vedere a chi dice che i fumetti non servano a niente! Alla faccia!!! ;)

11
Off Topic / Barack Obama alla Casa Bianca
« il: Giovedì 6 Nov 2008, 11:50:30 »
Ora, non vorrei dire banalità trite e ritrite, nè scatenare un dibattito politoco, ma l'elezione del nuovo presidente Americano, afroamericano, giovane e democratico, è indubbiamente un fatto storico.
Un fatto di risonanza mondiale, al di là della martellante regolarità con cui hanno squillato le trombe oltreoceano dei tg nostrani.

Vedere un afroamericano sedersi nella poltrona che fu sempre e solo toccata da fondoschiena esclusivamente candidi, per me, è un colpo d'occhio meraviglioso. Una speranza che sembrava assurda, quasi un'eresia, sino a poco tempo fa. Sentire il discorso da neo-Presidente di Obama, con un'eco di Martin Luther King nelle orecchie, mi ha emozionato, inutile negarlo
.
L'America, sotto la guida del nuovo presidente, dovrà affrontare numerose difficoltà, così come qualsiasi paese le affronta oggi, in tempi duri e spesso intricati. Le pressioni e le aspettative che pesano sulle spalle di Obama rischieranno di schiacciarlo, e vedremo presto se sarà davvero degno della fiducia che tantissimi hanno riposto in lui. Ma comunque andrà, il puro e semplice fatto che una elezione del genere si sia verificata, va, a mio avviso, interpretata come la testimonianza che il mondo può cambiare, e non necessariamente in peggio.

Un primo, grande passo per il meraviglioso sogno di un'integrazione razziale che sia davvero globale è stato compiuto. Vedremo se la sua risonanza sarà leggera e il sogno si perderà presto. Io credo e spero di no.

E, lasciatemi osare, chissà che la pelle scura non si possa presto vedere, oltre che alla casa bianca, anche dopo la fumata bianca.

12
Cinema, musica e letteratura / The secret of Kells
« il: Martedì 28 Mag 2013, 19:03:11 »
Ho sbirciato e non ho trovato un topic analogo, spero di non aver visto male! In ogni caso ieri sera ho, spinto da un'amica, visionato questo (a me) totalmente sconosciuto lungometraggio d'animazione del 2009, THE SECRET OF KELLS: http://www.imdb.com/title/tt0485601/

La prima cosa che ho pensato, terminato il film è stata: ME-RA-VI-GLIO-SO!
La seconda: devo assolutamente condividerlo! Perché, davvero, era da tempo che non venivo rapito così dall'animazione, tanto da ricordarmi perché a volte viene accostata - con merito - all'arte.
E dunque, beccatevi 'sta manciata di parole entusiastiche.

Siamo nell'Irlanda monastica, terra di suggestioni incantate, foreste misteriose e terribili invasori nordici che avanzano inarrestabili. L'Abate di Kells sta ultimando i lavori per l'innalzamento di un muro gigantesco, che tenga fuori gli uomini del nord. Eppure c'è chi dice che la crudeltà si combatte con il sapere, non con le barriere. E un giovanissimo monaco, nient'altro che un bimbo, si troverà ben presto a esplorare i segreti del magico mondo che lo circonda e, soprattutto, di quello ancor più magico che ha dentro, per vedere ultimato uno dei libri più celebri di tutti i tempi: the Book of Kells (chi è stato in Irlanda lo avrà visto sicuramente e chi non c'è stato farebbe bene ad andarci!!!).

La trama è storicamente connotata e ricca di suggestioni e spunti di riflessione su tanti e tali argomenti che manco ve li sto a elencare. I personaggi sono intriganti, ben caratterizzati e convincenti nelle loro interazioni.
Ma due sopra ogni altri sono i comparti che mi hanno semplicemente sbigottito: l'animazione, da un lato, e le musiche, dall'altro.

I disegni di THE SECRET OF KELLS riescono a fare ciò che - a mio parere - ad Hercules della Disney riusciva solo in parte (o forse ero meno propenso io a coglierlo?): evocare nel tratto un periodo storico e un insieme di suggestioni ad esso legate. La vera, incredibile forza di questo lungometraggio sta proprio nei giochi di forme, nelle scelte stilistiche, nell'uso straniante di simmetrie, proporzioni, geometrie e prospettive. Come se davvero stessimo osservando un cartone miniato, e non animato! Capace parimenti di divertire e avvincere, ipnotizzare e scuotere.
Il tutto, accompagnato da melodie che echeggiano di rimandi celtici, di canti da brughiera, di suoni mistici e lontani. L'ho visto in inglese e le voci dei personaggi si mescolano alla perfezione a queste atmosfere, spesso anzi fomentandole e dando loro un tocco in più.

Io l'ho semplicemente adorato. Sicuramente non è perfetto e verso la fine si avverte uno stacco forse troppo netto. Ma sono quisquilie e pinzillacchere, di fronte alla mia boccuccia che ha fatto "OH" per i 3/4 del minutaggio!
Per cui vorrei consigliarvelo spassionatamente e anche raccogliere i pareri di coloro che già l'avessero visto o che lo guarderanno poi.

IL TRAILER:
http://youtu.be/tMPhHTtKZ8Q

PS: vi sfido, dopo aver visto il film, a resistere alla tentazione di chiamare il vostro futuro, eventuale gatto bianco Pangur Ban.

13
Cinema, musica e letteratura / Boris - Gli occhi del cuore
« il: Lunedì 7 Dic 2009, 12:51:52 »


Folgorato. Questa è la parola giusta per descrivere il mio incontro con questa pazzesca serie tv tutta ITALIANA. Trattasi di un vero piccolo capolavoro di intelligenza, freschezza e ironia. Stanno per trasmettere la terza stagione, e io non sto più nella pelle. Le precedenti le ho divorate, rimanendo a dir poco estasiato dagli spunti, dalle trovate e dai personaggi che compaiono, sia come comparse che come attori fissi.

La vicenda ruota intorno alle riprese di una scalcinatissima fiction televisiva (Gli occhi del cuore 2) e sviscera con una ironia intensa e genuina tutti gli altarini, le manie e i controsensi di un mondo, anzi due (quello dello spettacolo e, più marginalmente, degli spettatori) che spogliati di ogni loro possibile mascheramento, si rivelano per quello che sono: spazzatura travestita da meraviglia per un pubblico ansioso di specchiarsi nella propria mediocrità.

Le logiche del denaro, della pressione politica, del restare nei tempi, del quietare le manie da divismo degli attori diventano i cardini veri della produzione, al di là di ogni pretesa qualitativa o artistica. E il mondo del set si popola di personaggi che risultano più macchiette di quelli creati ad hoc da un gruppo di sceneggiatori fancazzisti: il direttore della fotografia che si deve impegnare per rendere le immagini peggiori della pubblicità se no la gente cambia canale durante gli spot, gli stagisti trattati alla stregua di schiavi sottopagati e destinati all'immortale compito di "portare il caffé", il regista che si barcamena tra la vergogna per la monnezza che crea e il bisogno di pagare le bollette a fine mese... Appassionarsi a loro diventa semplice, fin troppo semplice, così come immedesimarsi in loro. E le risate nascono fluide, come la narrazione che scorre e i tormentoni che nascono, a partire dalla sigla iniziale, cantata da Elio e le Storie Tese e letteralmente impossibile da cancellare dalla testa una volta ascoltata.

Se posso permettermi un azzardato quanto giustificato paragone, mi sento di affermare che Boris è lo Scrubs italiano. Divertente ma non stupido, irriverente ma non banale, delizioso e sempre gradevole. Lo consiglio davvero a chiunque!!! E a quelli che già lo conoscono o lo seguono abitualmente domando: che ne dite? E' o non è una autentica meraviglia???

14
Non Solo Disney / Strangers in Paradise
« il: Martedì 3 Mar 2009, 17:08:08 »
E' da quando ho letto l'intervista alla De Poli che voglio creare questo topic. Perché la direttora nomina, tra le sue letture fumettose preferite, quella che io reputo, personalmente, l'emozione messa su carta. Solo raramente, e solo in ambito Disney, mi era capitato di sentire un'affinità, un'empatia, un sentimento tali nei confronti di personaggi disegnati.

Sto parlando di STRANGERS IN PARADISE, del genio Terry Moore.

Il fatto che anche colei che dirige il giornale simbolo di questo sito annoveri tra le sue passioni questa serie meravigliosa, mi ha stuzzicato, finché, finalmente, ora che sono un cugino di Alf (fico!!!) mi sono deciso a proporre un topic adeguato. Bene, allora ecco qua:



SIP (abbreviazione!) è qualcosa di incredibile. Io l'ho scoperto per caso, nella biblioteca sala borsa, a Bologna. E sono stato folgorato.

La storia gravita intorno ad un classico-insolito triangolo: Katina Choovanski, la ragazza della foto, che tutti chiamano Katchoo, e Francine Peters sono amiche. Molto amiche. Forse qualcosa di più; o almeno, questo è quello che sente la vulcanica Katchoo, che odia gli esseri umani di sesso maschile più di ogni altra cosa. Francine invece, la classica ragazza della porta accanto, è immersa nel sogno di un matrimonio con un bravo ragazzo, di una casa calda in cui crescere bimbi e tenere un cane. Due mondi all'apparenza opposti, che spesso collidono, ma che mai si separano. Finché non arriva il terzo vertice del triangolo, di nome David, follemente innamorato di Katchoo, a complicare ulteriormente le cose.

Questa la premessa. Vi sembra una soap o un telefilm alla Dawson's Creek? Non potreste essere più lontano. Perchè la vicenda, che parte in sordina, quasi grottescamente, coi disegni ancora acerbi del suo autore, piano piano cresce, si fa potente, piena, corposa. E il disegno di Moore si accosta alla perfezione. Ti trascina all'interno del mondo che crea e ti fa innamorare di esso. Dei suoi risvolti inattesi, dei retroscena di un passato intricato, dell'azione che a tratti esplode violenta, ma soprattutto dei suoi personaggi.

Mai, mai un autore aveva saputo spalancarmi la porta del cuore delle sue creature con l'intensità con cui l'ha fatto Terry Moore. Lui non disegna, lui posa emozioni sulla carta. Le espressioni dei volti, le gestualità dei suoi personaggi sono più reali di quelle di molti attori. Ti conquistano.

E i personaggi crescono, diventano adulti, sempre immersi nella loro vita "normale", sospesi tra il sottile erotismo che a volte traspare da corpi femminili veri, lontani anni luce dalle bambole tutte forme che in costume da supereroe, o dalla lussuria che spicca dalle opere di un Manara, e l'ironia coinvolgente che l'autore riesce a suscitare grazie a una pungente vena comica.

E poi i disegni si sposano alla musica, alla poesia, a stralci di narrazione in prosa. Note, dipinti, versi... tutto questo trova la sua collocazione in SIP, dando vita a un insieme che non può non colpire. Non a caso, la serie, sempre autonoma e quindi legata solo all'arte del suo unico autore, ha vinto il premio Eisner, più una serie di altri riconoscimenti.

Insomma, io mi sono sentito avvolto da SIP. Rapito. Mi ha costretto a seguirlo, spinto ad amare i suoi personaggi, così reali che mi sembrava di conoscerli davvero, di poterli incontrare per strada se fossi stato fortunato. Chiamarlo "fumetto" mi sembra così riduttivo... è stato, per me, un vero concentrato di emozioni, di sensazioni forti, dense, pesanti.

Basta, non voglio dilungarmi in un monologo che nessuno leggerebbe (già fatto??). Vorrei chiedere però se altri conoscono bene/hanno sentito nominare quest'opera. Vorrei capire qualche suggestione, qualche parere. C'è qualcuno, oltre a me e alla direttora, che si è innamorato del lavoro di una vita di Moore?

15
Non Solo Disney / Crossgen Universe
« il: Giovedì 2 Ott 2008, 19:08:05 »
Ho acquistato in blocco 3 serie dell?universo Crossgen ad un prezzo vantaggioso. So che, successivamente alla loro complessa vicenda editoriale, sia americana che italiana, appassionarsi a questi fumetti potrebbe rivelarsi un'impresa fallimentare e dispendiosa, ma attirato dal profumo fantasy di Sojourn e Mystic, nonchè da una delle poche serie conclusesi, Ruse, mi ci sono tuffato comunque.

C'è qualcuno in questo forum che sa di che parlo? Che conosce la Crossgen, ha acquistato dei suoi fumetti e ha voglia di parlarne un po'?
Presto mi darò alla lettura e avere qualche buon compagno di commenti sarebbe per me motivo di gioia, senza contare le informazioni supplementari che potrei aver bisogno di reperire....

Insomma, Crossgen Univers fan, se ci siete, battete un colpo!

Pagine: [1]

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.