Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
2 | |
2 | |
4 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
5 | |
2 | |
2 | |
2 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - marisa

Pagine: [1]
1
Sfide e richieste di aiuto / storia con "magnifico snello"
« il: Mercoledì 9 Mag 2007, 21:11:00 »

Questa richiesta d'aiuto è praticamente rivolta al nostro collega dal nickname omonimo, che, penso lo abbia preso da una storia di topolino (sempre inizi '70) in cui Gambadilegno teletrasportava, su di un'astronave in orbita attorno alla Terra, i palazzi di Topolinia ad uno ad uno, facendoli quindi sparire dalla città. Ricordo che Topolino veniva risucchiato anche lui e portato al cospetto del "Magnifico Snello" (Gamba, appunto) che, in tuta spaziale verde, cantava ossessivamente "Vivere senza malinconia" Sbaglio, Magnifico? In ogni caso qualcuno può ricordarmi il titolo?
Grazie!!!!

2
Sfide e richieste di aiuto / Torte di zucca e zucche giganti...
« il: Domenica 6 Mag 2007, 19:15:34 »

La prima storia di cui ho qualche ricordo frammentario e per cui vi chiedo aiuto, uscì su un Almanacco Topolino (mi pare fosse l'ultima storia del numero in questione). Non ricordo i particolari della trama, ma Topolino era coinvolto in un indagine in un pueblo sudamericano e c'era un tormentone ricorrente delle "favolose torte di zucca di Minni", cosa che, da piccola, mi rimase impressa e per un bel po' tormentai mia madre perchè me ne facesse una (cosa che, poverina, non era proprio in grado di fare!) Non mi azzardo con altri particolari, perchè potrei sbagliarmi.

L'altra, credo che fosse su un Topolino e disegnata da Asteriti. Topolino e Pippo erano ospiti di una fattoria in cui i raccolti languivano. Provano un concime e dopo una notte trovano raccolti eccezionali, pomodori, meloni sovradimensionati, ma che addirittura si muovono e corrono via... Scopriranno che si tratta di un popolo sotterraneo con fattezze vegetali, danneggiato dal "popolo di sopra" . Piuttosto drammatica, con vegetali "cattivi" resi ancora più inquietanti dai ben noti disegni di Asteriti...

Insomma aspetto aiuto nel ricostruire i pezzi di memoria scomparsi... Grazie a tutti in anticipo

3
Commenti sulle storie / Zio Paperone e il giardino del “Piccolo Gik”
« il: Martedì 23 Ott 2007, 20:09:09 »
Zio Paperone e il giardino del “Piccolo Gik” Cimino / De Vita

Spero che il ritardo con cui rispondo all’invito di Paolo sia compensato dall’amore che ho – e che mi auguro di riuscire a trasmettere – per questa storia
Difficile commentarla evitando il rischio di rivelare dettagli salienti della trama, tanto questa è ricca di colpi di scena quasi cinematografici; cercherò quindi più di rievocarne l’atmosfera.
L’inizio vede Paperone trasferitosi con i nipoti in un non meglio identificato deserto, a sovrintendere lavori minerari decisamente invasivi, allo scopo di trovare nuovi giacimenti da sfruttare. La scoperta, da parte degli operai, di un misterioso prisma  di grandi dimensioni, catapulterà i paperi in un’avventura molto pericolosa, contro i superstiti di una popolazione che aveva vissuto tempi migliori…
Il canovaccio è decisamente fedele al più puro stile ciminiano, ma ciò che caratterizza questa storia è la forte tensione emotiva che la pervade, raggiungendo più volte momenti di grande intensità.
Il prisma appena rinvenuto, davanti a cui Paperone si ferma a riflettere, ricorda il monolito di “2001 odissea nello spazio”, ma, al contrario di questo, svelerà ben presto il suo segreto.
La storia vive di sentimenti forti, mirabilmente resi dai disegni di De Vita: forte è il messaggio ecologista -in questo Cimino è stato sicuramente un precursore-   il senso di perdita di un ambiente incontaminato è così intenso e assoluto che
SPOILER la popolazione dei Gik decide di autoinfliggersi l’oblio per rivivere, almeno nei sogni, la bellezza del loro paradiso perduto. Forte è l’amore parentale, che diventa disperazione e dà agli zii la forza di reagire almeno per salvare i nipotini. Forte è il senso di perdita: i Gik avevano perso il loro mondo, Paperone le ricchezze e, anche il “premio di consolazione” che si porta a casa può, solo aiutare a dimenticare la disavventura. FINE SPOILER
Il senso di sconfitta e di irreversibilità che percorre tutta la storia, sembra quasi provenire a Cimino da una sfiducia nelle “umane sorti e progressive”, in un periodo in cui, chi era ricco come Paperone, pensava alla Natura solo come ad un serbatoio di ricchezze da spremere senza rimorsi. E chi vi trova un messaggio di grande attualità, non sbaglia…

4
Commenti sulle storie / Qualche storia che ho nel cuore
« il: Lunedì 21 Ago 2006, 21:30:58 »
Ciao a tutti! :)
Sono Marisa e questo è il mio primo messaggio.
Ho scoperto da soli due giorni il sito e in particolare il forum e non riesco più a staccarmene: e' la mia dimensione parallela ideale!!! ;D
Ho amato soprattutto i topics delle storie migliori, che mi hanno provocato tanta nostalgia :'( , ma mi hanno anche permesso di scoprire tanti tesori che mi erano sfuggiti: stimolata dai vostri consigli, stamattina ho trovato "ZP e le lenticchie di Babilonia" (procurandomi, come avevate suggerito, "Paperalexander" ) Un vero gioiello che rischiavo di perdere! Grazie a tutti!
Per quanto riguarda le storie che metterei in una mia classifica personale, le ho viste con piacere già quasi tutte citate.
Mi permetto di aggiungerne alcune, così come mi tornano alla mente

"Zio Paperone e il giardino del piccolo Gik"
"Zio Paperone e le scimmie porporine"
"Topolino e la stella del sud"
"Paperfaust"
La serie di "Topolino Kid e Pippo sei colpi" (in particolare Jack la Vaporiera)
"Topolino e i pirati dei caraibi"

Sono sicura che me ne affioreranno altre alla memoria, ma nel frattempo volevo condividere con voi queste.
Un saluto a tutti e a presto!

5
La discussione sull'evoluzione (o involuzione, a seconda) dei personaggi di Topolino e Gambadilegno, dovuta secondo me anche alla tendenza al politically correct, che bandiva l'uso di armi, l'accenno alla violenza (minacce di morte, possibilità di epiloghi infausti etc.) mi ha portato a pensare che la censura nei fumetti sia sempre un bavaglio alla possibilità di espressione.
Altro esempio è quello che si faceva in un altro thread, in cui si ricordavano i tempi in cui i personaggi Disney bevevano (o incontravano personaggi che bevevano alcolici alla grande, senza che qualcuno li biasimasse): anche questo penso sia un paletto che limiti la creatività.
Anche la dieta dei nostri eroi è stata a volte ritoccata e, una più marcata tendenza alla lotta dei junk food rischierebbe di farci perdere anche quel poco di "gustoso" che rimane a Paperino quando si spaparanza sul divano per vedere la partita...
Poi però ho pensato alle pellicce... Quella che era una convenzione radicata, ora, è sparita dai fumetti. Non posso fare a meno di pensare per fortuna, perchè la caccia agli animali per la pelliccia era vista come assolutamente normale, anche a costo di uccidere l'"ultimo balabù" . Certo, la storia in questione è un caposaldo assoluto dei fumetti Disney italiani, ma inorridirei oggi a leggere qualcosa di simile.
Ma allora, esistono censure giuste e sbagliate? E se si, quali secondo voi dovrebbero essere i limiti?

6
Le altre discussioni / personaggio femminile preferito
« il: Lunedì 19 Feb 2007, 21:23:11 »

Il titolo del topic è in tema con la cerimonia degli Oscar ormai vicina, ma mi è stata in realtà suggerita dall'altro thread "Che paperi siete" da cui uscivano a fatica personaggi femminili in cui identificarsi. Senza voler arrivare a tanto, ho sempre trovato però le figure femminili Disney "sottoutilizzate", quando non caratterizzate in maniera superficiale, o decisamente antipatica e petulante. Ciò premesso, volevo provare con voi a elencare i pregi delle "femmine" Disney preferite, ed eventualmente le storie in cui vengono maggiormente valorizzate.


7
Le altre discussioni / Pippo: genio o sregolatezza?
« il: Giovedì 18 Gen 2007, 22:44:14 »
Sperando di non affrontare un tema già trattato, (ho controllato, mi pare di no...) volevo intavolare con voi una discussione su come giudicate Pippo. Considerando che è nato come un perfetto tontolone, ma che poi è stato fatto evolvere fino a diventare un filosofo naif quando non addirittura un genio inconsapevole, mi interesserebbe conoscere secondo voi qual è il vero Pippo, o quale dovrebbe essere...

8
Le altre discussioni / i cartelli di zio Paperone
« il: Domenica 7 Ott 2007, 20:34:02 »
Forse sarebbe interessante (se non è già stato fatto) cercare di fare un censimento delle massime che ZP ha affisso, nel tempo, sulle pareti del deposito e del suo ufficio (ma, i cartelli sono una prerogativa italiana? Me ne ricordo in molte storie di Cimino, ma li hanno usati anche altri autori?) Oltre alla onnipresente "il tempo è denaro", infatti Paperone si è profuso in una serie di proverbi. Ho ritrovato, per esempio,  in ZP e l'occhio di zampirone (Cimino/Cavazzano) lavoro e decoro" e. due vignette dopo: "più lavoro più decoro" (il grassetto era nel testo originale) , ma anche il minimalista "Ding ding ding"

Questa è un po' OT, ma carina: In uno studio medico in cui si reca Paperone, in: ZP e l'infallibile cura dello stress c'è un cartello che avverte: "a che ti serve l'oro se acciaccato è il piloro?"

Piuttosto OT (e qui si potrebbe aprire topic apposito sulle postazioni in cui ZP sfoga il proprio dolore), in ZP e il traguardo difficile si vede Paperone che piange in una vasca denominata Piangitoio, da cui parte un tubo con cartello che avverte: "Recuperatore di sali minerali" !

Spesso, poi anche i cartelli esterni di avvertimento sono memorabili, oltre agli onnipresenti "sciò", "via" e "mine", ho trovato anche "scorpioni neri", "bocche di lupo"... e via minacciando!



9
Le altre discussioni / Io detesto...
« il: Martedì 20 Feb 2007, 23:06:50 »
Mi sembra strano che non ci sia già un topic del genere e, in realtà, avevo qualche remora ad iniziarne un'altro io, ma la curiosità di sondare i vostri pareri è più forte della "prudenza": qual è il personaggio che vi è più antipatico?
Io mi esprimo fra un po', per non influenzare...

10
Le altre discussioni / pathos
« il: Martedì 10 Apr 2007, 23:12:37 »
Vorrei rievocare col vostro aiuto i momenti più lirici tratteggiati nelle storie Disney. Credo che sarà interessante osservare quali passaggi di quali storie siano state soggettivamente emozionanti per ciascuno di noi. Proporrei di ritenere scontate le immagini "forti" dei film ( Bambi, Dumbo, il Re Leone etc.) in quanto costruite apposta e mi concentrerei sui fumetti, in cui, questo tipo di emozione è più rara (e, purtroppo, lo diventa sempre più).

Io mi esprimerò fra un po'. Ho bisogno di un po' di tempo per focalizzare e scegliere immagini ed emozioni

11
Commenti sugli autori / Stefano Ambrosio
« il: Mercoledì 16 Mag 2007, 11:55:54 »
Ho pensato molto, prima di aprire questo topic, in virtù di quanto si è scatenato nel thread relativo a WOM.
Ma proprio per quello, ho creduto fosse opportuno aprire un topic dedicato all'autore che più di ogni altro, negli ultimi tempi, è entrato nei nostri discorsi: era una mancanza ingiustificabile, dal momento che, nel bene e nel male, è stato uno degli sceneggiatori più prolifici degli ultimi tempi e che, discutendo dei suoi lavori, finiamo sempre per parlare (e, a volte, straparlare) di lui.
Mi sembrava quindi giusto ritrovarci in una piattaforma a lui dedicata, per discutere seriamente del suo lavoro. E mi sembrava anche un modo per offrirgli un'opportunità e una sede appropriata in cui palesarsi e raccontarci delle sue motivazioni, delle sue opere e di cosa pensa dei nostri giudizi.
Insomma, prendiamoci le nostre responsabilità e, da conoscitori e appassionati, affrontiamo seriamente la "Questione Ambrosio", che volenti o nolenti, ormai fa parte dell'orizzonte disneyano, sviscerandone in modo corretto eventuali pregi e difetti.
In fervente e fiduciosa attesa di poterne discutere col diretto interessato

12
Toon Studios & altra animazione / Si è spento Ollie Johnston
« il: Venerdì 18 Apr 2008, 10:12:15 »

 L'ultimo dei "Nove Vecchi" della squadra pioniera messa in piedi da Walt Disney, è morto lunedi 14 aprile a 95 anni. Aveva partecipato alla realizzazione di "Biancaneve e i Sette nani" e di lì la sua carriera aveva coinciso con la brillante e mondiale ascesa dell'animazione Disney.
Un pezzo di storia (e di immaginazione, e di arte...) che se ne va.

13
Cinema, musica e letteratura / Cosa salvereste dalla distruzione?
« il: Sabato 3 Feb 2007, 16:56:58 »

Diciamo che ognuno di noi può salvare da un'ipotetica catastrofe:
  
1  film
1 canzone (o musica)
1 libro
e, visto il forum, una storia Disney

Voi cosa salvereste?

Il mio libro: "Il gabbiano Jonathan Livingstone"
La storia Disney: "l'Inferno di Topolino" (ma lascio con dolore la saga...)
Per il film e la canzone devo pensarci...

Pagine: [1]

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.