Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
4 | |
3 | |
3 | |
1 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Donaldmouse

Pagine: [1]  2  3  ...  9 
1
Topolino / Re:Topolino 3333
« il: Giovedì 10 Ott 2019, 18:16:11 »
Non sono affatto un sostenitore dei rifacimenti delle storie del passato che, anzi, ho sempre mal tollerato.


Nel caso di Topolino e il condominio dei fantasmi, la mia attenzione è stata subito però favorevolmente colpita perché, aldilà dell'idea di fondo e della presenza dei tre protagonisti principali, rimane ben poco del canovaccio originario a, tal punto, che si può tranquillamente parlare di una storia pressoché nuova.
Ho letto e affrontato il racconto con un certo entusiasmo, vivendolo come se fosse una nuova storia, rimanendo felicemente sorpreso da molti effetti speciali e rimproverandole un'unica lacuna ormai cronicizzata in molte storie: la sua frettolosità legata alla dittatura del dover comunque restare entro le tassative 29/30 tavole.


Tutto questo però è caduto miseramente e con mia grande delusione, nel finale che, lì si, almeno nello spirito di base, sarebbe stato assai opportuno che non ci si fosse troppo discostato dalla filosofia dell'originale.


Cosa intendo?


Spoiler: mostra

Come spesso accade nelle storie, non solo attuali, ma da qualche tempo a questa parte, i cattivi o sono giustificabili come persone che fanno delle piccole marachelle, sostanzialmente quasi in buona fede, oppure come in questo caso, non sono affatto cattivi ma, giustificano il loro modo di comportarsi con motivazioni veramente surreali - per non dire assurde - senza che, per altro, aldilà di un banale rimbrotto per questo atteggiamento, nessuno gliene faccia pagare le conseguenze.
La realtà è che nella comunità topoliniana ormai, nelle migliore delle ipotesi si va da ladruncoli - tale è ormai diventato Gambadilegno - a personaggi che tutto sono fuorché cattivi antagonisti. Non penso che sia un caso che, nell'anno in cui Macchia Nera festeggia i suoi 80 anni, praticamente è scomparso dal giornalino. Poi sarò contento di essere smentito come sempre.



La conseguenza è quella che per un lettore come me diventa sempre più difficile giustificare la spesa del settimanale, ormai legata esclusivamente ad un fatto affettivo.


Ma fino a che punto potrò reggere?

Spoiler: mostra
 
Questa cosa dei cattivi non la comprendo a pieno. Che messaggio si fa passare? Hai fatto una cosa illegale o comunque non proprio corretta e con un rimprovero e una giustificazione te la cavi?

2
Topolino / Re:Topolino 3332
« il: Mercoledì 2 Ott 2019, 17:09:24 »
Per curiosità, nelle copie con allegato il toposcienza, c'è il prezzo maggiorato in copertina?
Si e il tutto viene 8,90.
Il precedente libricino cartonato della serie era uscito solo in fumetteria e costava 10 euro (tanto che non lo presi). Questo, considerando i 3 euro del Topo, costa quasi la metà (5,90) e sul retro vedo un prezzo ufficiale di 6,90, se preso da solo in fumetteria. Immagino che la Panini abbia decisamente abbassato il prezzo di questa serie a causa di una magra vendita del precedente cartonato.

Peccato che non abbia letto nulla riguardo questa accoppiata che ho scoperto solo stamane in edicola:
se l'avessi saputo in tempo avrei tolto dall'abbonamento questo numero (farlo adesso mi sembrerebbe tardivo e, forse, improponibile - a meno che non abbiano una smodata fiducia in un abbonato da diversi anni); inoltre, se mi fossi accorto dell'attuale prezzo, inferiore di oltre 3 euro rispetto al precedente volumetto, avrei potuto acquistare il cartonato da solo in fumetteria e aspettare il Topo nella cassetta postale.
_______________________________________________________________________

Anche questa copertina, come molte delle più recenti, è veramente bella. Meriterebbero di diventare Metal Plate, la cui serie di 30 uscite ha privilegiato l'importanza storica delle stesse, spesso a scanso della bellezza fine a se stessa. Qualora diventassero metalliche, dovrebbero comunque riportare, per restare fedeli all'originale, quel codice a barre che altre testate hanno tranquillamente messo in quarta mentre quella principale (e storica) continua a metterlo sopra le cifre del prezzo e del numero. Tutto il grande lavoro di disegnatori e coloristi, liberato dagli 'strilli', viene comunque 'macchiato' da questo inamovibile e antiestetico codice. Speriamo che fra i tanti cambiamenti promessi da Alex Bertani riguardo il libretto ci sia anche il suo spostamento in quarta di copertina.
Che io sappia questa accoppiata venne annunciata qualche anteprima fa

3
Topolino / Re:Topolino Speciale Anteprime - 2019
« il: Sabato 21 Set 2019, 11:45:43 »
Io so solo quanto detto da Gatto qualche mese fa, cioè che De Vita ha deciso di appendere la matita al chiodo e che rimaneva ancora una sua storia da pubblicare

4
Topolino / Re:Topolino Speciale Anteprime - 2019
« il: Sabato 21 Set 2019, 09:02:47 »
http://topolino.it/archivio-edicola/3331/
Una storia in due tempi di Massimo De Vita autore completo?
Ma è la sua ultima?
Se quanto detto da Gatto è vero, è la sua ultima

5
Topolino / Re:Topolino 3330
« il: Venerdì 20 Set 2019, 11:47:40 »
Ma solo io mi sono stufato delle copertine a tema calcistico? Sì ok è la Panini... ma davvero ormai quando vedo una copertina del genere con paperi e topi con sorrisi da mentadent a rincorrere un pallone mi passa la voglia di comprare il Topo.
1. La copertina è legata alla storia;
2. Le copertine calcistiche ci sono sempre state.

6
Commenti sulle storie / Re: Young Donald Duck
« il: Mercoledì 21 Ago 2019, 20:26:40 »
Francesco Artibani voleva un'idea per creare un altro spin-off più giovane per Donald lo scorso inverno, come hanno fatto Bruno Enna e Paola Mulazzi. Parlo inglese più grande per me!
Tralasciando le schifose traduzioni di Google, credo tu sia un italiano che si diverte a tradurre male e sparare cavolate. Moood?
Non penso, lo trovo spesso sotto i post di YD di Artibani. A meno che non sia anche quello un fake

7
Commenti sulle storie / Re: Young Donald Duck
« il: Martedì 20 Ago 2019, 18:51:41 »
Hello Arzzi.
I speak little English, so I can't understand you. I ask if anyone can translate your posts, even a forum user.
-ilFu
Io tradurrei anche, se non fosse che si tratta quasi sempre di frasi fuori contesto di cui fatico a capire il senso.  :-\

Arzzi, what is your mother tongue? What you're saying it's not always clear.
Sul profilo c'è scritto Canada

8
Commenti sulle storie / Re: Young Donald Duck
« il: Lunedì 19 Ago 2019, 12:04:00 »
Sto osservando da spettatore "neutrale" a questa vicenda che mette in discussione la creazione e la stesura di questa nuova serie dedicata al giovane Paperino.
Dico neutrale poiché a me, in generale, non è mai interessato molto di continuity, serialità o altri argomenti del genere. A me interessa che le storie siano belle, interessanti, scritte con criterio e disegnate (nel possibile) ancora meglio.
Ma mi sforzo e cerco di capire e comprendere le posizioni di tutte le parti in causa.
Ognuno, in base ai propri gusti (o forse meglio dire alle proprie "aspettative"), accoglie le nuove avventure con spirito critico differente.
Quello che a me fa storcere il naso parte solo da una affermazione che mi fa imbestialire al solo leggerla.
Gli autori agiscono così perché "è un prodotto dedicato al mercato estero e perlopiù americano".
E a noi, di cortesia, cosa ce ne dovrebbe fregare ?
Ogni appassionato di una determinata materia, argomento, fonte di svago sarebbe (uso il condizionale..) tenuto a ricercare tutto ciò che ruota intorno al microcosmo inerente tale passione.
Non sono (o meglio non sarebbero) gli autori a doversi fare carico (e quindi limitando la propria creatività) di tali vuoti o mancanze.
Noto da sempre un certo "servilismo" verso gli Americani che noi ci dovremmo scrollare di dosso con convinzione.
Non tanto per un semplice ed insulso discorso patriottico, ma proprio per convincerci che il fulcro, il centro del fumetto Disney mondiale siamo noi e non loro.
Questi ragionamenti mi fanno sempre pensare al discorso degli inglesi sul football (ossia il calcio). Siccome lo hanno creato loro (o così dicono...) sono stati convinti per decenni che loro fossero i migliori e che solo loro potessero deciderne le sorti. Ma poi il tempo ed i risultati sul campo hanno decretato ben altro.
Penso sia arrivato il momento che i simpatici amici che vivono fuori dai nostri confini nazionali si impegnino a scoprire un mondo dei fumetti che, soprattutto in Italia, è cresciuto e progredito.
Se significa che debbano informarsi e leggere tutte le storie di PP8, è ora che lo facciano.
Perché se Artibani decide di intavolare una serie per idee sue libere è un conto, se la deve plasmare per non far "scomodare" i lettori statunitensi allora non mi sta bene.
Capisco che sia un mercato grosso e di riferimento, ma capisco pure che tanti altri paesi non hanno la stessa "delicatezza" nei nostri riguardi.
Perché come documentato spesso in Olanda non si fanno scrupoli a fare storie che vertono sulla "Malavita italica" in barba alle nostre tradizioni ed ai limiti che regolano le nostre pubblicazioni.
Detto ciò aspetto di conoscere il continuo della serie con tranquillità e calma. Sicuro che gli autori italiani sappiano fare, come sempre, un egregio lavoro. Anche dovendo sottostare a ragionamenti davvero tarati e assurdi.....
Le storie danesi in cui vi è la "Malavita italica" non nascono come prodotto internazionale, mentre Young Donald si. Come è già stato detto più volte, questa è una serie commissionata dalla casa madre che verrà proposta nei paesi europei, negli USA, in Sud America ecc. Artibani non decide di plasmare la storia per non far scomodare gli statunitensi, ma per rendere quello che alla fine è un evento (se così vogliamo chiamarlo, visto che non avrà seguiti) fruibile a tutti i lettori di tutti i paesi senza dover recuperare storie magari mai stampate nei suddetti paesi.

9
Topolino / Re: Topolino 3325
« il: Mercoledì 14 Ago 2019, 20:40:49 »
Francesco Artibani avrebbe avuto qualcosa a che fare con la nuova serie a fumetti.
Artibani ha scritto il soggetto per tutti gli episodi e ne ha sceneggiati 4

10
Topolino / Re:Topolino 3324
« il: Mercoledì 14 Ago 2019, 10:29:38 »
Ma che paragone è?

Scusa, si sta proponendo di snaturare il passato per attirare i più giovani perchè se no non leggerebbero. Ammetti che c'è da avere paura, altro che Orwell!!!  :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock:
Se negli anni '30 non esistevano i telefonini nè i videogiochi, debbo per forza di cose far credere il contraro ai miei cuginetti perchè se no se ne disinteressano?
Io da piccolo leggevo le storie di Al Taliaferro che riproduceva con estrema cura la sua America contemporanea e proprio grazie alle sue illustrazioni potevo già farmi una cultura su come fossero gli Stati Uniti di quell'epoca e il loro contesto (per esempio l'oscuramento, la campagna per la donazione del ferro per la Grande Guerra, i pneumatici a rischio confisca per l'esercito, ecc.). E nulla mi importava se allora non esistevano i trenini elettrici di cui andavo matto.
Ogni epoca ha avuto le sue scoperte, i suoi contesti, i suoi sviluppi oppure i suoi regressi, ecc. ecc. e come tali vanno rispettati, anche in un fumetto. Anzi, in questo caso a maggior ragione proprio perchè indirizzati anche ai più giovani.
Pertanto, se cominciamo col far credere a loro che ai primi del secolo scorso esistevano già cose ben lungi dall'essere scoperte, non meravigliamoci se poi crescono con le idee confuse. La lettura va invogliata con idee e spunti giusti coadiuvate con illustrazioni degne di nota (anche per questo sono molto severo con i disegnatori).

Penso di essermi spiegato.

Felice serata!

GioReb
È stato detto più volte nel topic (riportando anche le parole dello stesso Artibani) eppure non hai capito che non è il sequel di pp8, ma semplicemente una serie che vuole mostrare l'adolescenza di un personaggio in tempi moderni. Non si sta parlando di tex che vive in un'epoca ben definita, ma di personaggi senza tempo che vivono sempre la realtà che ci circonda. Vuoi leggere qualcosa di cristallizzato e con una continuity serrata? Esiste Don Rosa. YD evidentemente non è un prodotto che fa per te

11
Topolino / Re:Topolino 3324
« il: Martedì 13 Ago 2019, 20:24:25 »
Meo Porcello è un personaggio "one shot", lo riconosci? Buon per te. No? Amen. Vedere, per un solo episodio, personaggi che hanno un ampio background non avrebbe senso.
Sull'ultimo punto: i ragazzi di oggi non leggono più come una volta, quindi se non trovano qualcosa di famigliare non sono invogliati. Già i miei coetanei (dovrei avere la tua età) non leggono neanche sotto tortura, figuriamoci i più piccoli che hanno altri passatempi
Sono d'accordo che non leggano neanche sotto tortura, ma non sono convinto che mettere modernità senza criterio sia un'esca allettante. Mia sorella, che ha sempre disdegnato i miei fumetti disney, sta ora iniziando a leggere manga impregnati di concetti propri della cultura giapponese. Credo che sia stata catturata anche dall'atmosfera esotica che si respira leggendoli.
Ricordo che ai tempi mi avvicinai al fumetto disney grazie a Barks, e solo dopo iniziai a comprare il Topolino. Del maestro dell'Oregon adoravo le sue avventure di ampio respiro, scoprire questi luoghi lontani come città d'oro o imperi subacquei, popoli spaziali ed eden celesti. Era la meraviglia a catturarmi, leggere di cose lontane ed aliene al mio quotidiano. Quindi, per quella che  è la mia limitata esperienza, punterei proprio sul fascino che suscita ciò che è lontano, meraviglio e distante per tentare di attirare nuovo pubblico.
Concordo con te, però guardandomi intorno non posso far altro che notare ciò che ho scritto sopra. Non nego, ovviamente, che le eccezioni ci siano

12
Topolino / Re:Topolino 3324
« il: Martedì 13 Ago 2019, 19:58:28 »
Leggendo certi commenti mi chiedo come facciano ad apprezzare topi, cani e anatre antropomorfe che fanno robe. Quello è congruente e logico?

Gli animali antropomorfi fanno parte della premessa narrativa che uno accetta prima di leggere le storie Disney. L'incoerenza storica e con le opere precedenti, giustificata al grido di "Eh, ma è una storia internazionale", no.
Anche perché continuo davvero a non comprendere perché un pubblico internazionale dovrebbe:
1) Aver difficoltà a capire subito chi sono i personaggi principali e iconici di PP8
2) Non apprezzare i suddetti personaggi, che invece hanno saputo dimostrare di essere dei comprimari divertenti e carismatici.
3) Preferire a Tom, Louis, Betty, Millicent (ragazzi come lui) l'oscura figura di Meo Porcello.
4) Perché un ragazzino moderno debba necessariamente e assolutamente ritrovarsi in un contesto a lui famigliare con videogiochi e Nintendo Swich. Ma la lettura non è anche fatta proprio per scoprire e meravigliarsi con esperienze esotiche, lontane nello spazio e nel tempo?

Comunque lungi da me da pretendere che i vari cicli narrativi siano coerenti fra di loro, o che si presti cura al contesto storico, o che si tenti di utilizzare personaggi interessanti come Della, che avrebbe avuto con Paperino un rapporto assolutamente inedito e inesplorato, invece che i soliti Pippo e Topolino. Solo che, personalmente, una storia senza nessuna di queste premesse così non mi interessa affatto.
Meo Porcello è un personaggio "one shot", lo riconosci? Buon per te. No? Amen. Vedere, per un solo episodio, personaggi che hanno un ampio background non avrebbe senso.
Sull'ultimo punto: i ragazzi di oggi non leggono più come una volta, quindi se non trovano qualcosa di famigliare non sono invogliati. Già i miei coetanei (dovrei avere la tua età) non leggono neanche sotto tortura, figuriamoci i più piccoli che hanno altri passatempi

13
Topolino / Re:Topolino 3324
« il: Martedì 13 Ago 2019, 13:21:32 »
Non ha una collocazione storica precisa, è un sorta di passato ma con ambientazione contemporanea: la serie è indirizzata agli adolescenti di oggi e per far si che si possono immedesimarsi nei personaggi, non si possono tenere fuori videogiochi o smartphone. L'idea di base è la stessa usata nel magazine PP8 di qualche anno fa.

Adesso capisco perché oggidì non sanno nemmeno chi fossero Napoleone Bonaparte o Giacomo Leopardi!!!  :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock: :30 Total shock:

GioReb
Ma che paragone è?

14
Topolino / Re:Topolino 3324
« il: Lunedì 12 Ago 2019, 18:10:16 »
perché YD è continuazione di PP8.
Aggiungo: senza contare che YD è perfino in aperta contraddizione con PP8, in quando in PP8 (presumibilmente ambientato cronologicamente prima) Zio Paperone visita spesso Elvira, e Paperino non cova per lui nessun astio particolare. Quindi suona quanto mai strano che il Paperino di YD affermi: "Per me, nemmeno sa che esisto". Ma come, se in PP8 viene alla fattoria ogni due per tre... di cosa stiamo parlando dai.

Perfettamente d'accordo. E' proprio questo che non mi va giù...se volevano fare le cose fatte bene un vero e proprio sequel di PP8 sarebbe stato l'ideale, non una storia che si trova a metà tra un prodotto che elude completamente dal precedente e un'epopea ormai avviata. Va bene che è destinato al pubblico americano, però un minimo di coerenza da Artibani me l'aspettavo...

E come hai detto precedentemente, l'idea innovativa sarebbe stata inserire Della e i genitori di Paperino, collegandosi eventualmente alle trame di Don Rosa, il quale mi pare un autore molto più apprezzato dal pubblico di ragazzini al quale è destinato un prodotto del genere, al contrario di svariati autori italiani contemporanei che un ragazzino di 13 anni nemmeno si fila, soprattutto dopo che hanno tentato di infantilizzare il target del magazine l'anno scorso... SmShame2

Parla un ragazzo di 17 anni, innamoratosi di Barks e Rosa ormai 5 anni fa.
Stiamo parlando di personaggi che hanno 80 anni di storie, anche basta con sta continuity a tutti i costi. Don Rosa vi ha completamente rovinato sotto questo punto di vista. Vorrei anche ricordare che YD è un prodotto destinato a tutto il mondo e magari. e sottolineo magari, non tutti sono a conoscenza di PP8, non tutti sono fissati con il Don e Barks e non tutti si interessano alla continuity.

15
10 euro per 48 pagine?? Se escono anche solo 10 albi sono già 100 euro, l'equivalente un anno di abbonamento a Topolino :'D

Troppo.

Stai confrontando:
- un prezzo di copertina con un prezzo da abbonamento;
- il formato "economico" di Topolino con un cartonato francese;
- un giornale rivolto a tutti con un volume focalizzato su un certo target;
- un fumetto con storie generiche e slegate tra loro con un albo che necessita di nuove idee, studi, ecc... che non cozzino con la continuity;
- un albo che ha una tiratura più alta rispetto ad un altro più "sperimentale";

E non me ne vengono in mente altre al momento...

E' un confronto assurdo: a mio giudizio 9,90€ sono anche pochi considerando tutto il lavoro che c'è dietro
Io un'altra ce l'ho: la periodicità. Topolino ha 52 uscite l'anno, questa quante potrà mai averne? Lucca, Napoli e Roma ad essere generosi?

Pagine: [1]  2  3  ...  9 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.