Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
4 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
2 | |
2 | |
2 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - Paper_Butler

Pagine: [1]  2  3  ...  57 
1
Off Topic / Re:Buon compleanno 2020
« il: Venerdì 5 Giu 2020, 10:57:04 »
Grazie a tutti e auguri al Savini!

2
Le altre discussioni / Re:I peggiori personaggi apparsi su Topolino
« il: Lunedì 25 Mag 2020, 17:48:52 »
Si, però attenzione perché quella storia letta dopo i 10 anni perde inevitabilmente molto del fascino e si potrebbe restare delusi.
Il motivo per cui io continuo a preferire un "Ladri D'Ombre" od un "Occhio parlante" alla "Collana", anche se razionalmente ne comprendo perfettamente tutto il valore.
Le altre due storie citate piacciono anche a me, ma personalmente quando ho letto per la prima volta "La collana Chirikawa" (ne ho parlato anche nella sezione "Romano Scarpa Forever"), sono rimasto a dir poco incantato. E di anni ne avevo trenta... ;)

(perdonate l'OT)

3
Commenti sugli autori / Re:Carl Barks
« il: Giovedì 21 Mag 2020, 15:17:32 »
L'ho recuperato anche io su RaiPlay. È stata una mezz'ora ben spesa, molto interessanti i racconti di Luca Boschi e le parole di Don Rosa sui propri riferimenti cinematografici. Belli gli spezzoni: logico che fossero diversi quelli da "Quarto potere", ho gradito anche in particolare quelli da "Sfida infernale" di John Ford e da "Ho camminato con uno zombi" di Tourneur, un film che ho visto, quasi per caso, appena un paio d'anni fa.

Nemmeno a me è piaciuta la chiosa di Raffaelli su Paperone ai giorni nostri. Il concetto andava chiarito meglio e soprattutto, a mio parere, non posto alla fine, come una "sentenza": mi ha lasciato una sensazione "amara" al termine di una visione per il resto piacevole. E comunque Scrooge è ben altro.

4
Topolino / Re:Topolino 3363
« il: Martedì 12 Mag 2020, 16:46:58 »
Ho trovato molto valida la storia di Fantomius sul Topolino di questa settimana. A prima vista potrebbe sembrare una “minore” perché non porta avanti la “continuity” e torna a essere di sole 24 pagine come i primi episodi. È invece, a mio parere, una bella avventura gialla, ben scritta e disegnata con cura, piena di ritmo e dettagli. Forse proprio il suo non avere grandi pretese, almeno in apparenza, ha contribuito a farmela apprezzare e gustare di più.

Mi è piaciuto il fatto che Fantomius, in realtà, compaia soltanto in due tavole e che per il resto vediamo all’opera Lord Quackett e Dolly in borghese. Un po’ come accadeva in diverse delle prime storie di Paperinik, in cui spesso il Diabolico Vendicatore appariva quasi con il contagocce, lasciando gran parte della ribalta a Paperino ma creando grande hype per il suo arrivo.

Il rapporto che lega Quackett e Dolly, fatto a volte di sguardi che bastano a intendersi (come accade in due vignette all’inizio), è sempre più approfondito. E il protagonista, pur destinato sempre a vincere, appare comunque meno infallibile, più umano, il che evita di alienargli le simpatie del lettore ed è decisamente un bene.

Quindi, in attesa delle “storie di grande impatto e levatura” promesse dal direttore nell’editoriale, posso dire di aver gradito parecchio questo “ultimo scampolo di quiete prima della tempesta”.

5
Off Topic / Re:Buon compleanno 2020
« il: Lunedì 11 Mag 2020, 12:35:28 »
Auguri, Paolo!

6
Topolino / Re:Topolino 3361
« il: Venerdì 24 Apr 2020, 12:44:03 »
Ho letto che qualcuno ci ha visto un po' Dorian Gray, qualcun'altro lo stile di Tim Burton. Io ho subito pensato a Hitchcock, visto che Casty nella parte iniziale cita a più riprese "Gli Uccelli". Il nome della cittadina è ovviamente ispirato alla Bodega Bay del film, la casa isolata sull'altra sponda del lago rispetto al villaggio è identica a quella dove vive Mitch, il protagonista. Per non parlare delle cornacchie che "importunano" Topolino e Pippo.

Anche a me l'inizio ha fatto subito pensare a "Gli Uccelli", mi fa piacere che anche tu lo abbia notato, esponendolo alla perfezione. :)

Fra l'altro Casty cita Hitchcock proprio come fece il suo "maestro" Romano Scarpa, soprattutto nella "Collana Chirikawa", dove vi sono evidenti richiami a "Io ti salverò" e a "La donna che visse due volte". In quella storia, anche volendo, Scarpa non avrebbe potuto omaggiare "The Birds" perché il film sarebbe uscito solo tre anni più tardi, nel 1963.

Comunque è vero che nella "Casa dei dipinti che fingono" si possono ravvisare varie "ispirazioni", ma lo stile di Casty è unico e originale. Quella che c'entra ben poco, a dispetto del titolo, è "La casa dalle finestre che ridono", che, ammetto, personalmente avevo visto la settimana scorsa proprio in previsione della lettura della nuova avventura, per non perdermi eventuali riferimenti. L'unico punto in comune, direi, è che si parla della storia di un pittore (ma sono ben diversi!). A fugare ogni dubbio, peraltro, Casty, nello streaming con Bramo, ha confessato di non aver ancora visionato la pellicola di Pupi Avati...

Detto questo, ho trovato la storia molto emozionante (vari tipi di emozione...), con un'atmosfera avvolgente dalla prima all'ultima pagina. Secondo me anche la lunghezza va bene così. Poi, certo, di Casty non se ne avrebbe mai abbastanza! :)

7
Romano Scarpa forever! / Re:Paperolimpiadi
« il: Giovedì 23 Apr 2020, 12:25:29 »
Mi fa molto piacere la ripresa di questa sezione del forum, in occasione di una pur triste ricorrenza. Impressiona pensare che siano già passati quindici anni dalla scomparsa del Maestro (e cinque dalla nascita dello spazio "Romano Scarpa forever", che ne ricordava il decennale).

Per questioni anagrafiche, ebbi la fortuna di gustare subito le "Paperolimpiadi", in occasione della prima uscita, settimana dopo settimana sul libretto. Come Kim, anche io, oltre che di fumetto Disney, ero appassionato di sport a 360 gradi e per me era fantastico trovare su "Topolino", e così a lungo, una storia del genere (seppure lo sport facesse appunto solo da cornice). La trama complessa e coinvolgente, i diversi piani di lettura, il cast quanto mai ampio e nuovi azzeccati personaggi hanno fatto sì che l'avventura sia rimasta indelebile nella memoria di tanti.

Davvero interessante l'articolo di Kim, esaustivo e anche "sentito", ricco di informazioni sulla storia e al contempo "personale" (dall'infanzia a oggi). :)

8
Le altre discussioni / Re:Direttori:Alex Bertani
« il: Lunedì 6 Apr 2020, 11:41:26 »
Molto ben fatta la diretta di ieri: Bertani aperto e disponibile, molti temi interessanti trattati, conduzione di Fisbio impeccabile... Il tempo è volato ed ero così "ipnotizzato" che per restare a seguire fino alla fine mi si è raffreddata la cena!

Complimenti al nostro YouTuber, sempre più bravo! :)

9
Sfide e richieste di aiuto / Re:Romano Scarpa - Sognando la Calidornia
« il: Martedì 11 Feb 2020, 16:23:07 »
Mi aggiungo anche io agli entusiasti di questo libro, davvero completo, ricco di analisi interessanti e contenuti originali, una magnifica lettura per gli estimatori dell'opera di Romano Scarpa.

Fra l'altro, ricordo che fu proprio Dippy Dawg, qui sopra, a consigliarmelo qualche anno fa in un giro al Romics, e lo ringrazio ancora! :)

10
Off Topic / Re:Buon compleanno 2019
« il: Domenica 10 Nov 2019, 21:48:06 »
Tanti auguri, Luxor!

11
Mostre, Fiere e esposizioni / Re:Romics 3/6 Ottobre 2019
« il: Martedì 1 Ott 2019, 12:42:06 »
Penso di passare in fiera sabato nel primo pomeriggio e probabilmente anche nella mattinata di giovedì.
Il messaggio vale anche per Paper Butler!
Grazie, vengo volentieri alla cena! :)

12
Topolino / Re:Topolino 3329
« il: Giovedì 12 Set 2019, 15:57:00 »
La saga dei nipotini sta piacendo molto anche a me. Per il momento non me la sento di azzardare paragoni così alti come quello di Tang, ma devo dire che sto apprezzando il nuovo lavoro di Enna (con Perina e Mazzarello) molto più di quanto immaginassi. Date le premesse, pur nutrendo grande fiducia nell'autore, temevo gli fosse stata commissionata una superficiale operazione "giovanilistica" stile Young Donald (almeno per ciò che quest'ultimo sta rivelandosi), ma per fortuna il rischio è completamente scongiurato.

Anche i due nuovi episodi mi hanno tenuto incollato alle pagine. Spassosissime le scene con Paperoga, specie quelle relative alla fiera della mongolfiera: mi sono ritrovato a ridere di gusto più di una volta, tanto che, al termine della lettura, ancora divertito, ho voluto mostrare alcune vignette anche a una familiare meno appassionata di fumetto (che ha condiviso il gradimento, o almeno così mi è parso!). Non sempre amo questo personaggio, che in certe storie può rivelarsi quasi "fastidioso", ma qui è utilizzato in maniera davvero fantastica.

Trovo molto validi gli sviluppi di entrambe le vicende: in particolare in quella di Qua sono trattate con abilità tematiche assai complesse come i rapporti tra i (pre) adolescenti. Le relazioni tra i personaggi sono delineate in modo tutt'altro che banale, con un significato profondo dato alle azioni e alle semplici espressioni del volto, evitando al contempo comportamenti "zuccherosi" (non uso la parola a caso!) che sarebbero fuori luogo, oltre che ben poco credibili. Il tutto è condito con dosi ottimali di humour e leggerezza, che contribuiscono, per quanto mi riguarda, a creare un forte interesse per il seguito delle avventure.

13
Il sito del Papersera / Re:16 anni di Papersera
« il: Martedì 10 Set 2019, 14:11:33 »
Tanti auguri al Papersera anche da parte mia!
E complimenti a Paolo e agli altri amici per l'ottimo lavoro di restyling!
Felice di far parte di questa galassia! :)

14
Topolino / Re: Topolino 3327
« il: Lunedì 2 Set 2019, 19:29:34 »
Un breve commento sulla saga di Bruno Enna con i nipotini: secondo me promette bene. La prima puntata mi è piaciuta, l’ho trovata divertente e anche realistica su certe dinamiche che possono venire a crearsi nelle famiglie tra adulti e (pre) adolescenti. In particolare mi è sembrata molto azzeccata l’immagine di Qua con sempre indosso le cuffione, a creare distacco dal mondo circostante, che, almeno all'inizio, suscita forte irritazione in Paperino: non è difficile rivedervisi! Queste diverse sfaccettature di caratteri e passioni dei nipotini hanno un ottimo potenziale: staremo a vedere come evolveranno le situazioni, di sicuro in questa prima parte l’autore è riuscito a mettermi parecchia curiosità.

Invece devo dire che non sto apprezzando granché l’altra saga dedicata ai ragazzi in crescita, “Young Donald Duck”, a parer mio troppo stereotipata e forzatamente “giovanilistica”: un tipico prodotto “americano”, nel senso negativo, vuoto e superficiale del termine. E dire che la prima puntata non mi era dispiaciuta... Ma probabilmente sono io ad avere un’età fuori target!

Non so, poi, se sia il caso di riproporre Reginella come nella storia di questo numero. Capisco che gli autori si ritrovino con la necessità di allontanarla da Paperino (o comunque di non farla interagire con lui in determinate maniere), ma così mi sembra che la sua figura sia un po’ banalizzata, in un certo senso quasi “snaturata”. La storia non l’ho trovata brutta, diciamo nella media, in alcuni punti mi ha anche fatto sorridere, ma è il fatto che la protagonista sia quella Reginella che abbiamo imparato a conoscere in frangenti ben diversi a non convincermi. Magari, chissà, questo farla interagire in avventure minori (e un po' forzatamente) con i parenti di Paperino prelude a qualcosa di avvincente e al momento imprevedibile: in quest’ottica la cosa potrebbe assumere un significato differente... O forse è semplicemente un’evoluzione del personaggio, un modo per tenerlo vivo - ma decisamente sotto tono - al di là delle restrizioni imposte, e allora, per quanto mi riguarda, permarrebbero forti dubbi sulla validità dell’operazione.

Il resto del numero è nella media, a parte i disegni di Lavoradori, che personalmente non riesco a digerire. Mi ha fatto piacere trovare a fine libretto una “one page” disegnata dal maestro Chierchini.

15
Commenti sugli autori / Re:Giulio Chierchini
« il: Lunedì 19 Ago 2019, 18:27:35 »
Vorrei ringraziare anche io il maestro Chierchini, vera colonna Disney per tanti anni. Un artista di qualità, originale, dal tratto inconfondibile, nonché una persona gentile e disponibile, con cui qualche anno fa a Reggio ho avuto il sincero piacere di scambiare due chiacchiere e fare anche una foto.

Bello questo modo di ricordarlo qui attraverso le storie più memorabili. A quelle citate aggiungerei "La disfida di Paperetta", avventura in due puntate di cui era autore completo. La lessi all’età di sette anni e mi colpì molto, inducendomi a ricercare maggiori informazioni sui reali eventi di Barletta. Uno di quei momenti impagabili in cui Topolino, divertendo, ha contribuito a istruire.

Pagine: [1]  2  3  ...  57 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.