Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
5 | |
3 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
3 | |

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Post - MarioCX

Pagine:  1  ...  92  93 [94]  95  96  ...  102 
1396
Off Topic / Re: DIO ESISTE!?
« il: Domenica 25 Mag 2014, 21:17:36 »
Una cosa che ho riscontrato in passato in persone che affermavano di essere atee e il repentino cambiamento che avevano  quando sopraggiungeva una malattia una difficoltà un problema. A chi si rivolgevano perché li aiutasse? A Dio..Perché. questo ? abbiamo bisogno di un entità a cui rivolgerci per affrontare il dolore più grande quindi prima di ritenervi davvero atei aspettate un dolore forte solo così capirete se lo siete davvero

............................. ............................. .....

E questo spiega che è l'uomo a creare Dio e non il contrario.
Un entità che possa determinare laddove non abbiamo alcun potere di farlo.
Sono inconciliabilmente ateo finchè avrò piena facoltà del mio giudizio e delle mie facoltà mentali.
A fronte di un dolore immenso potrei perdere questa facoltà e sperare anche nel mago otelma. E allora? Questo cambierebbe le cose? Le realtà si renderebbe conforme alla mia disperazione e il mago otelma potrebbe aiutarmi?

Ed è qui che i preti di ogni credo sguazzano. Nel dolore incontenibile di chi nulla può se non sperare in ciò che ormai l'umanità ha superato da almeno 200 anni, ovvero la concezione creazionista.

L'umanità nella punta più avanzata del pensiero filosofico, intendo, poi c'è chi crede anche ai tarocchi e all'oroscopo nel 2014...

1397
Non Solo Disney / Re: Michel Vaillant
« il: Domenica 12 Mag 2013, 20:51:09 »
Sono appassionato di Ric Roland (Hochet) e ho tutta la produzione italiana su Classici Audacia e Albi Ardimento.
Qualche anno fa avevo iniziato ad acquistare gli albi francesi dell'editore Du Lombard, ma alla fine era più la fatica che facevo che il piacere della storia e così ho smesso.
A Lucca in novembre ho parlato con un tale allo stand dell'editore "La Nona Arte" e all'epoca mi ha detto che Ric sarebbe uscito forse in maggio. Ma secondo me, purtroppo, può anche essere che non se ne faccia nulla. Non mi è sembrata una risposta molto decisa.

1398
Non Solo Disney / Re: Michel Vaillant
« il: Lunedì 6 Mag 2013, 00:44:49 »
Con Michel ho una vecchia passione nata da bambino ai tempi degli "Albi Ardimento".
Sto facendo la collezione della Gazzetta, ottima iniziativa.
Anche se non si tratta della mia band-dessinee preferita (palma che spetta a Ric Hochet), non mi sono fatto scappare l'occasione.

Per gli amanti di motori e fumetti credo sia una buona occasione per farsi una bella collezione a prezzo modico...e poi per i fans delle Citroen classiche e delle auto vintage in genere, non sono poche le occasioni per ammirare magnifiche DS21 impegnate nei rally o semplicemente in giro per le città splendidamente e fedelmente disegnate come location delle storie...Nizza, Montecarlo, Milano, Monza, Lisbona oltre a, naturalmente, Parigi sede legale della Vaillante.
E poi Ami6, Panhard, Consul, Dauphine...basti tenere conto che la prima storia risale al 1957 e che il periodo d'oro della serie è quello a cavallo tra anni '60 e '70.

1399
Non Solo Disney / Re: CONSIGLI FUMETTISTICI
« il: Lunedì 29 Apr 2013, 22:44:11 »
A proposito de "I Romanzi a fumetti Bonelli", imperdibili i due episodi di Gigi Simeoni, "Gli occhi e il buio" e "Stria":

http://forum.riasc.it/public/index.php?topic=12564.0

1400
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Venerdì 19 Apr 2013, 11:47:12 »
Monselice 2006.
Naturalmente c'ero e qui trovi il reportage completo della giornata:
http://www.cxclub.it/monselice2006.htm

Per quanto riguarda la Serie 1, l'ho avuta in passato nella configurazione 25 TRD Turbo anno-modello 1985, ovvero l'ultimo della serie 1.
Il problema di avere due storiche è che non trovo mai il tempo per farle "girare" e a volte stanno ferme anche un mese.
Prima o poi venderò almeno la DS.

Ciao!

1401
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Giovedì 18 Apr 2013, 00:22:54 »
Riguardo la Prinz e le altre so bene che sono molto anteriori alla R5 , il mio discorso vuol proprio dire che trovavo assurdo acquistarle ancora negli anni settanta allorchè erano disponibibili utilitarie più razionali, moderne e piacevoli.

Mah...la Bianchina ha chiuso nel 1969, anno in cui non vendeva praticamente più nulla, la Prinz nel 1973 era ancora in listino ma dal 1970 in avanti le immatricolazioni erano al lumicino.
I tempi erano maturi per le nuove utilitarie tutto avanti.

La mia CX è una 25 GTi Automatica Serie 2 del 1986.
Ha interni in cuoio, clima automatico, ABS e il tetto apribile elettrico.
La puoi vedere in foto di vari anni qui:
http://www.cxclub.it/CXsoci.htm
Alla voce "La 25GTi Automatique anno-modello 1986 del Webmaster".
Ti confesso che ne vado molto orgoglioso.
Inoltre è protagonista assoluta del calendario CX Club 2013.
Lo puoi scaricare e stampare, così avrai la mia CX sotto gli occhi per il resto dell'anno. Qui: http://www.cxclub.it/CalendarioCXClub2013.pdf
Ciao!


1402
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Venerdì 12 Apr 2013, 10:03:20 »

... come carne da macello alla fine dell'inseguimento da parte  del commissario Belli - un altro mito imperituro ! Similmente a molte 1100, 500, Giulia, e così via. Potevano usare una nuova e costosa CX ? Per lo stesso motivo le Alfetta negli inseguimenti le vediamo solo alla fine del decennio. E' una questione di costi, però vedi come si riscontrava la CX come auto 'di bella' (se non erro la ricordo guidata da Milian versione 'gobbo').

La prima auto su cui ho viaggiato da bambino è stata una ID : vuoi perchè ero piccolo, vuoi per il suo 'cipiglio' (fari carenati ma maniglie sporgenti, penso acquistata nel '71) mi attirava ma mi faceva paura; la sensazione di piacere quando papà è passato alla CX è indimenticabile: molto più coesa, aggressiva ma sorridente, e l'interno un meraviglioso salotto.

Questa sensazione non mi abbandona  ;) ecco perchè ci tengo a fare dei distinguo con la DS, il cui mito nel mondo delle auto depoca perdipiù ha cannibalizzato la CX.

Nei paesi del Nord Europa, in particolare in quello che una volta si chiamava BeNeLux, la CX ha una fama ed una celebrazione che superano di gran lunga la DS.
Guidare CX è una goduria immane (la quasi totalità è provvista del mitico servosterzo DiRaVi), quando guido la DS invece mi annoio un po'...

1403
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Mercoledì 10 Apr 2013, 13:24:56 »
Rispondo a Paperozzo senza quotarlo per non fare post abnormi.

E' vero quello che dici sulla Prinz e la sua filosofia da "piccola sedan", un concetto simile a quello della Bianchina. Però la Prinz IV (è di quella che stiamo parlando) viene presentata nel 1961 e la Bianchina nel '58 (mi pare)...non si possono paragonare alla R5 che esce nel 1972.
La Prinz sarà ancora disponibile nei saloni Audi-NSU solo per un anno ancora.
Il suo ciclo concettuale e vitale era quindi ormai concluso.

Per la CX: si, è un prodotto degli anni '70 perchè è nei '70 che le berline 2 volumi ebbero la massima espressione.
Basti pensare alla bellissima Rover SD1, commercialmente conosciuta come "3500" almeno quella di primogenitura.
Quindi la tua classificazione è sicuramente corretta. Come appassionato e possessore/osservatore negli anni di centinaia di CX, mi sento però di affermare che essa ebbe la sua migliore espressione con la Serie2, presentata in autunno 1985 per l'anno-modello 1986.

La DS, che pure ho in versione DSuper, è secolarizzata nei '70 da tanta cinematografia di genere dell'epoca...

1404
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Domenica 31 Mar 2013, 11:50:27 »
Perché dovrei? :-? A me piace, se poi questo crea qualche problema...non mi tocca la cosa.

Nessun problema.
La trovo però assolutamente banale e piuttosto sgraziata oltre che insignificante per la storia dell'automobile.
Io vado pazzo per la Prinz e per la Fiat 130 berlina che si possono tranquillamente giudicare allo stesso modo.
Però capisco che è una cosa mia, di storia personale, e certo non si possono giudicare nè belle, nè particolarmente significative soprattutto la seconda.
Infatti non le ho inserite in questo contesto.

1405
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Sabato 30 Mar 2013, 22:18:05 »
La più bella:
Peugeot 304
Appena posso me ne compro una, la adoro.

Dimmi che stai scherzando.

1406
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Sabato 30 Mar 2013, 11:26:24 »
Ah! Ecco perchè ti chiami "alec"....un omaggio ad Alec Issigonis?
http://it.wikipedia.org/wiki/Alec_Issigonis

1407
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Venerdì 29 Mar 2013, 23:30:45 »
;D
E ora a chi la passo?
Ad andrea!

A me, e la prendo volentieri.

Negli anni '60 e primi '70 la Prinz fu un'eccellente utilitaria svariate yarde sopra la Fiat 500 che era un atroce scatolino la cui recente santificazione la dice lunga come sia facile far credere ai gonzi l'opposto della verità, anche quando questa è palese.
La Prinz era veloce, comoda, di ottima fattura e costruita con materiali eccellenti.
In anni in cui le Fiat erano già fradice di ruggine praticamente da nuove, la Prinz aveva una resistenza alla corrosione paragonabile alle auto di oggi. Aveva una morbida selleria accogliente, 120K/h di crociera e un aspetto non peggiore delle coeve Simca 1000, Citroen Ami, BMW 700 e similari.
Era l'auto un mio zio e per anni siamo andati in montagna in tre a sciare con la Prinz che ha sempre fatto il suo dovere.
Soprattutto comodamente.
Una piccola grande automobile da rispettare.

1408
Off Topic / Re: Le auto PIU' degli anni settanta
« il: Giovedì 28 Mar 2013, 20:38:03 »
La più significativa:
NSU RO80 (1967-1977) ex-aequo Citroen DS (1955-1975).
Assolutamente stupefacenti entrambe.

La più bella:
qui il discorso è controverso. La mia passione per la CX II mi fa tendere a considerare la CX un'automobile degli anni '80 ed in effetti è stata comunque prodotta per tutto il decennio '80-'89, mentre nei 70 no.
E negli '80 era ben più diffusa che nell'intervallo '75-'79 oltre che più "matura" in tutti i suoi aspetti.
Quindi direi CX, ma sono più propenso a dire DS perchè maggiormente caratterizzante del decennio che proponi.
E' vero che il suo decennio "pieno" sono i '60, ma nei settanta era una presenza forstissima sulle strade. La CX non ancora, come detto lo sarà il decennio successivo.

La più brutta:
Mah...le inglesi tipo Princess, Allegro...quelle brutture lì...

1409
Non Solo Disney / Re: Sergio Bonelli
« il: Lunedì 26 Set 2011, 23:06:53 »

Chi ha fatto della lealtà, dell'onestà, della franchezza e dell'esporsi in prima persona ragioni di vita irrinunciabili, molto probabilmente è stato un lettore di fumetti Bonelli.
E spesso lo è ancora.

Ho 46 anni. Tex e Zagor mi hanno accompagnato per tutta la vita.
Negli anni sono cambiate idee, lavori, amici e fidanzate, ma Tex e Zagor sono sempre stati lì a farmi compagnia con le loro vicende sempre avvincenti, ma soprattutto con il loro essere portatori di valori virili oggi in disgrazia e fuori moda, come è fuori moda definirli tali.
Ma, come sempre, di ciò non me ne può fregar di meno.

In questo giorno triste sono però contento, anni fa, di aver scritto questo umile tributo: http://www.cxclub.it/editorialeNovDic09.htm

Addio Sergio e grazie di tutto.

1410
Non Solo Disney / Re: Zagor
« il: Martedì 7 Giu 2011, 23:08:25 »
Io sono uno zagoriano di ferro, nonchè iscritto al http://www.spiritoconlascure.it/forum/

A proposito...sabato sarò a Casale Monferrato presente a questa iniziativa:

Pagine:  1  ...  92  93 [94]  95  96  ...  102 

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.