Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
Le nostre recensioni
3 | |
2 | |
4 | |
5 | |
2 | |
3 | |
3 | |
3 | |
5 | |
3 | |
3 | |
3 | |

Post recenti

1
Topolino / Re:Topolino 3386
« Ultimo post da Micio Nero il Oggi alle 15:53:06 »
Bella recensione!  :)

Però in nipotini che "cambiano età" a seconda di quel che la trama richiede non è una novità: anche già negli anni 70/80 c'erano storie in cui erano chiaramente bambini, ed altre in cui erano già più adolescenti. Essendo gli unici personaggi principali "giovani" del mondo papero, devono per forza di cose ricoprire più ruoli quando la storia richiede personaggi non adulti.
2
Topolino / Re:Variant Panini
« Ultimo post da Luxor il Oggi alle 14:55:16 »
Ma è vero che uscirà il 30 dicembre?

Onestamente dubito uscirà così tardi e, soprattutto, molto tempo dopo l'uscita del 3388 in edicola.

Più facile che uscirà tra un paio di settimane, in concomitanza con il 3388 regolare e all'incirca nei giorni in cui ci sarebbe dovuta essere Lucca Comics.
3
Testate Speciali / Re:Nuove testate Disney - 2020
« Ultimo post da Mr. Verne il Oggi alle 14:39:44 »
Citazione

Sette volumi cartonati pubblicati nella collana Disney De Luxe raccontano le imprese della PK New Era in un prestigioso cofanetto per celebrare il 25esimo del super papero più amato dell’universo Disney. Da Potere e Potenza, la storia del rilancio di Pikappa, a Droidi, ultimo capitolo della saga.
Fonte

Le 7 deluxe uscite in passato senza accenni a Pk Tube...
4
Walt Disney Animation Studios / Re:Censura cartoni
« Ultimo post da RocK il Oggi alle 13:15:21 »
non ho capito...i cinesi non possono essere cattivi? i tedeschi non possono essere rappresentati come malvagi? quind il cattivo di die hard 3 che fine fa?
chi può essere rappresentato in maniera caricaturale? nessuno? o alcuni si e altri no?

ridicolo.
5
Le altre discussioni / Re:I.N.D.U.C.K.S.
« Ultimo post da luciochef il Oggi alle 12:25:24 »
Non vorrei che fosse una mia svista ma è possibile che su Inducks, attualmente, siano registrati solo i numeri fino al 40 di "Paperinik Le origini del Mito" ?
6
Topolino / Topolino 3386
« Ultimo post da piccolobush il Oggi alle 11:58:06 »
Recensione Topolino 3386


 Una nuova avventura di Newton e dei suoi amici, sempre ad opera della coppia Nucci & Intini, apre il numero di questa settimana. Siamo a pochi giorni da Halloween e l’argomento scelto è perfettamente in tema, così come lo sono i disegni, carichi di atmosfera e “tensione”, che ci restituiscono il nipote di Archimede quasi in versione “scienziato folle” in Newton Pitagorico e gli incubi dell’incubatrice.

 La storia è indubbiamente breve per una posizione storicamente destinata ad avventure più corpose, ma d’altronde tutto si regge su un escamotage narrativo non nuovo (ma sempre d’effetto) che non può essere tirato troppo in lungo se non si vuole depotenziarne l’efficacia. Il fatto di promuoverla a storia di apertura e con copertina annessa, poi, è sicuramente indice di quanto la Redazione punti su questa serie.

 È interessante semmai vedere come fattivamente coesistano più versioni dei nipotini, quasi a differenziarsi per coprire fasce di età diverse in una fase della vita in cui anche un solo anno può rappresentare un cambiamento significativo: con Area 15 e progetti analoghi si affrontano tematiche adolescenziali, mentre qua i personaggi sono decisamente più piccoli, orientativamente a cavallo tra elementari e medie, quindi 9-12 anni.

 In un certo senso prendono il posto che fu di Paperino Paperotto: le età dei protagonisti sono circa le stesse ma, mentre la serie di Enna era incentrata su Paperino bambino e quindi forzatamente ambientata molto indietro nel tempo, in un epoca che i più giovani di oggi non possono conoscere, Newton e i suoi amici hanno l’identico entusiasmo e la stessa ingenuità dei bimbi di Quack Town ma trasportati nel presente, lo stesso dei loro lettori.

 
I deliri di onnipotenza di un piccolo scienziato pazzo

Procede molto bene L’isola dei misteri, secondo lavoro dedicato da Artibani alla figura del Capitano Nemo. La trama di fondo è quella, ovviamente, de L’isola misteriosa con un gruppo di naufraghi (i detenuti del romanzo sono qua sostituiti da Minni e Paperina nel ruolo di un’esploratrice e di una giornalista) che si ritrova su un’isola sconosciuta, apparentemente abitata da una qualche presenza che non vuole rivelarsi.

 La storia è un esempio di come si gestiscono bene i personaggi: Pippo è un ottimo Nemo; le due protagoniste (finalmente tali) sono perfettamente credibili; Topolino, per una volta in un ruolo subalterno rispetto all’amico, e Paperino completano benissimo il gruppo dei “buoni”. Macchia Nera e Gambadilegno sono invece i due villain della storia, tutto sommato abbastanza temibili. Il risultato è in linea con lo spirito delle opere di Verne, robusta avventura esotica mixata con tanta tecnologia più o meno futuribile, una lettura piacevole con i disegni di Pastrovicchio che prendono il ruolo delle illustrazioni dei romanzi d’epoca.

 Gli italici paperi invece, arrivata alla terza puntata, trasmette una sola sensazione: noia, noia profonda. Tre puntate di nulla, di chiacchiere senza costrutto, di risoluzioni improvvisate e mai chiare. Venerus raduna quasi tutto il cast dei paperi ma la scena è occupata totalmente da Paperone (anzi, Paperonoro); gli altri sono ridotti al ruolo di comparse, sono del tutto marginali. È dalla puntata precedente che lui e Tizio Caio (basterebbe già questo nome per capire il livello a cui siamo) blaterano di affari e di carriere, vignetta dopo vignetta, pagina dopo pagina e la soglia di attenzione si abbassa sempre di più.

 A sorpresa invece (almeno per me) Mickey 2.0 si rivela un buon lavoro. Sciarrone era ancora acerbo con il digitale e si vede, ma Faraci era ancora molto ispirato e si vede anche quello. Per il momento quindi due begli episodi in attesa di una conclusione che si spera all’altezza.

 Superfluo invece commentare un tardo Rota degli anni Duemila che non ha più la freschezza di un tempo, per di più in un formato che penalizza uno dei suoi punti di forza, le grandi vignette panoramiche, e al servizio di una delle tante anonime storie “livello Mega” provenienti dalla Egmont.

 Il numero è completato da un piccolo approfondimento sui sogni e la loro importanza e dalla seconda puntata di Strano ma vero, rubrica dedicata alle curiosità “made in Japan”



Voto del recensore: 3/5
Per accedere alla pagina originale della recensione e mettere il tuo voto:
http://www.papersera.net/wp/2020/10/18/topolino-3386/
7
Topolino / Re:Topolino 3386
« Ultimo post da camera_nøve il Oggi alle 08:56:09 »
Uno dei numeri di Topolino più godibile degli ultimi tempi? Confermo!

Questo e altro nella puntata settimanale del The Fisbio Show: https://youtu.be/Y_BZiw9EZlg  :D
8
Testate Speciali / Re:Disney d'Autore 5-6 - Casty 1 e 2
« Ultimo post da fab4mas il Oggi alle 07:38:56 »
DAll account IG di casty:

ok ci rinuncio, non riesco a incollare la foto di instagram.    :o ..cmq esce il vol 2

https://www.instagram.com/p/CGf1mP0B4ev/?utm_source=ig_web_copy_link
9
Sfide e richieste di aiuto / Re:Immagini natalizie
« Ultimo post da ventinofatale il Oggi alle 01:20:30 »
ti consiglio immagini prese da Zio Paperone e il ventino fatale e le storie natalizie di Vicar
10
Commenti sulle storie / Per chi suona il campanello
« Ultimo post da Maximilian il Domenica 18 Ott 2020, 20:28:14 »
https://inducks.org/story.php?c=I+TL+2278-2

Questa storia  è uscita in concomitanza con l’anniversario della nascita di Hemingway, tuttavia va ben oltre il semplice omaggio. Anzitutto il titolo, oltre a citare un romanzo dello scrittore, ha un senso nella trama, in quanto per qualcuno suona effettivamente il campanello.

Il fumetto sfrutta la celebrazione del centenario per parlare di tutt’altro, ovvero della situazione di Topolino, sempre in giro in viaggi o imprese varie e quindi spesso mancante da casa, privo di un mestiere fisso e di una stabilità di qualsiasi tipo. Si riflette quindi su come il protagonista viva tale irregolarità e cosa significhino per lui le avventure che riempiono il suo tempo.
Compare, in una manciata di vignette, anche Pippo, in una interpretazione magistrale: egli riesce a capire l’amico meglio di tutti e mette in luce le intime, sebbene molto poco evidenti, caratteristiche che hanno in comune.

In poco più di venti pagine si riesce a creare una originale, efficace,  profonda e commovente riflessione su Topolino, semplice solo in apparenza e nell’esposizione, indagando fatti e situazioni evidenti a tutti e perciò dati per scontato, mentre qui vengono analizzati per coglierne l’autentica essenza.

Si tratta di una storia che chiunque ami il personaggio non potrà che apprezzare.

Grazie, Sisti.

Dati personali, cookies e GDPR

Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.