D
Uack! - Discussione generale  (Letto 15572 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Cataclysm
  • Giovane Marmotta
  • **
  • 109
  • Post: 139
  • Esordiente
    • Offline
    • Mostra profilo
    • Showcase
   (2)

Re:Uack! - Discussione generale
« Risposta #1545 il: Venerdì 7 Dic 2018, 14:58:08 »
A parer mio sarebbe stato meglio chiudere con Paperopoli, trascinare la testata giusto per "aggiungere qualche numero" (pur con la concreta possibilità di una chiusura imminente) personalmente la trovo una politica poco corretta nei confronti del lettore, specie quello affezionato.
A me invece sembra che sia stato un tentativo estremo di salvare la testata, che però ha portato ulteriori abbandoni anziché compensare la passività. Di qui la scelta inevitabile della chiusura.


Non riesco proprio a comprendere come potessero sperare in un esito differente diminuendo la foliazione di 30 pagine e aumentando successivamente il prezzo da 5,00 euro a 5,50 euro.

Onestamente ero ottimista nei confronti di Uack nonostante tutto, più che altro perchè avendo fatto fuori tutte le altre testate collezionistiche (Tesori, Definitive, Legendary) pensavo (o speravo) mantenessero almeno Uack insieme agli altri periodici da edicola ma così non è stato, evidentemente questi ultimi quattro anni di gestione devono avergli dato una bella batosta se si è arrivati a tanto.

Non mi dispiace averla recuperata tutta, Uack intendo, perchè nonostante la sua non-completezza ci tenevo ad averla, dato che trovo i redazionali con i retroscena e le cover originali molto più curati della GDP e soprattutto gli storyboard e le inedite che offrono qualcosa in più ma dentro di me speravo che si arrivasse almeno ad arrancare per un'altra decina di numeri.

Torna su

TubaMascherata21
  • Evroniano
  • **
  • 66
  • Post: 126
  • Paperoniano convinto
    • Online
    • Mostra profilo
    • Showcase

Re:Uack! - Discussione generale
« Risposta #1546 il: Sabato 8 Dic 2018, 11:08:05 »
A parer mio sarebbe stato meglio chiudere con Paperopoli, trascinare la testata giusto per "aggiungere qualche numero" (pur con la concreta possibilità di una chiusura imminente) personalmente la trovo una politica poco corretta nei confronti del lettore, specie quello affezionato.
A me invece sembra che sia stato un tentativo estremo di salvare la testata, che però ha portato ulteriori abbandoni anziché compensare la passività. Di qui la scelta inevitabile della chiusura.

Max, presupponendo pur il lodevole intento di salvare la testata dalla chiusura, non si sono posti il problema che cambiare (di nuovo) veste a quest'ultima potesse portare ad un ulteriore disaffezionarsi dei lettori. Posto che si tratta(va) di una testata con un target di mercato ben preciso (i collezionisti) e che anche la "trasformazione" di Tesori International non aveva pagato in tal senso, mi sarei aspettato una politica di continuità (volta a salvaguardare uno degli aspetti a parer mio non trascurabili). Se la testata fosse stata chiusa ancora sotto le vesti di "Paperopoli" nulla avrei da obiettare: penserei esattamente le stesse cose da te enunciate. Tuttavia questa seconda "mutazione" mi è apparsa fin da subito forzata in un certo qual modo, IMHO.
La mia collezione INDUCKS
Torna su

Max
  • Ombronauta
  • ****
  • 529
  • Post: 931
  • Appassionato Disney
    • Offline
    • Mostra profilo
    • Showcase

Re:Uack! - Discussione generale
« Risposta #1547 il: Sabato 8 Dic 2018, 15:20:38 »
A parer mio sarebbe stato meglio chiudere con Paperopoli, trascinare la testata giusto per "aggiungere qualche numero" (pur con la concreta possibilità di una chiusura imminente) personalmente la trovo una politica poco corretta nei confronti del lettore, specie quello affezionato.
A me invece sembra che sia stato un tentativo estremo di salvare la testata, che però ha portato ulteriori abbandoni anziché compensare la passività. Di qui la scelta inevitabile della chiusura.

Max, presupponendo pur il lodevole intento di salvare la testata dalla chiusura, non si sono posti il problema che cambiare (di nuovo) veste a quest'ultima potesse portare ad un ulteriore disaffezionarsi dei lettori. Posto che si tratta(va) di una testata con un target di mercato ben preciso (i collezionisti) e che anche la "trasformazione" di Tesori International non aveva pagato in tal senso, mi sarei aspettato una politica di continuità (volta a salvaguardare uno degli aspetti a parer mio non trascurabili). Se la testata fosse stata chiusa ancora sotto le vesti di "Paperopoli" nulla avrei da obiettare: penserei esattamente le stesse cose da te enunciate. Tuttavia questa seconda "mutazione" mi è apparsa fin da subito forzata in un certo qual modo, IMHO.
Siamo d'accordo. Oltre a rivelare l'andamento tragico delle vendite, con il cambio di nome della testata (ed una folle ripartenza da 1 nella costina) questo ultimo passaggio ha eliminato ogni prospettiva di salvezza riducendo ulteriormente il già misero pubblico. La cosa, comunque, mi spiace: non solo perché avevo preso ad acquistarlo regolarmente e per la testata in sé che viene troncata senza plausibili prospettive di continuazione futura, ma anche perché finalmente si era giunti ad una forma molto elegante e valida: solo storie di Barks e copertine riprese da copertine vere, non da assurdi (e brutti) ingrandimenti di vignette, ed una ottima veste grafica. Personalmente avrei tentato il tutto per tutto prima di chiudere, e quindi anche un aumento notevole (ad almeno 6,90 euro).
Torna su

TubaMascherata21
  • Evroniano
  • **
  • 66
  • Post: 126
  • Paperoniano convinto
    • Online
    • Mostra profilo
    • Showcase

Re:Uack! - Discussione generale
« Risposta #1548 il: Lunedì 10 Dic 2018, 17:03:13 »
A parer mio sarebbe stato meglio chiudere con Paperopoli, trascinare la testata giusto per "aggiungere qualche numero" (pur con la concreta possibilità di una chiusura imminente) personalmente la trovo una politica poco corretta nei confronti del lettore, specie quello affezionato.
A me invece sembra che sia stato un tentativo estremo di salvare la testata, che però ha portato ulteriori abbandoni anziché compensare la passività. Di qui la scelta inevitabile della chiusura.

Max, presupponendo pur il lodevole intento di salvare la testata dalla chiusura, non si sono posti il problema che cambiare (di nuovo) veste a quest'ultima potesse portare ad un ulteriore disaffezionarsi dei lettori. Posto che si tratta(va) di una testata con un target di mercato ben preciso (i collezionisti) e che anche la "trasformazione" di Tesori International non aveva pagato in tal senso, mi sarei aspettato una politica di continuità (volta a salvaguardare uno degli aspetti a parer mio non trascurabili). Se la testata fosse stata chiusa ancora sotto le vesti di "Paperopoli" nulla avrei da obiettare: penserei esattamente le stesse cose da te enunciate. Tuttavia questa seconda "mutazione" mi è apparsa fin da subito forzata in un certo qual modo, IMHO.
Siamo d'accordo. Oltre a rivelare l'andamento tragico delle vendite, con il cambio di nome della testata (ed una folle ripartenza da 1 nella costina) questo ultimo passaggio ha eliminato ogni prospettiva di salvezza riducendo ulteriormente il già misero pubblico. La cosa, comunque, mi spiace: non solo perché avevo preso ad acquistarlo regolarmente e per la testata in sé che viene troncata senza plausibili prospettive di continuazione futura, ma anche perché finalmente si era giunti ad una forma molto elegante e valida: solo storie di Barks e copertine riprese da copertine vere, non da assurdi (e brutti) ingrandimenti di vignette, ed una ottima veste grafica. Personalmente avrei tentato il tutto per tutto prima di chiudere, e quindi anche un aumento notevole (ad almeno 6,90 euro).

Sull'aumento di prezzo concordo con te Max: essendo una testata per collezionisti il prezzo avrebbe potuto senza dubbio subire un aumento e ci sarebbero stati i motivi. Detto ciò dispiace anche a me perché l'intento iniziale era più che lodevole e, come hai ben evidenziato, si era giunti ad una veste grafica elegante e certo migliore del "primo" Uack. Peccato che, ancora una volta, Panini non abbi saputo far bene i conti e abbia così "sacrificato" praticamente l'unica testata paniniana-disney per collezionisti (escludendo la DRL), consegnandoci ad un futuro incerto e ad una "nuova testata" ancor più incerta (e di dubbia durata).
La mia collezione INDUCKS
Torna su