Papersera.net

×
Pagina iniziale
Edicola
Showcase
Calendario
Topolino settimanale
Hot topics
Post non letti
Post nuovi dall'ultima visita
Risposte a topic cui hai partecipato
In edicola
3 | |
5 | |
5 | |
3 | |
4 | |
5 | |
4 | |
3 | |
3 | |
3 | |
4 | |
5 | |
Topolino 3294 - Recensione di Chen Dai-Lem

Il 3294 si apre con un editoriale del direttore Bertani che, dalle vacanze e provvisto di nuovo avatar, ci presenta brevemente le storie di questa settimana e ci anticipa quello che leggeremo la prossima, aggiungendo che da questo numero (che si presenta con una nuova e più riuscita veste grafica dell’indice, distribuito in due pagine) ci sarà più spazio per le anteprime sui contenuti futuri del libretto.
Partiamo dalla conclusione della trasposizione disneyana di Orgoglio e pregiudizio (Radice/Turconi). Si può discutere sull'opera che può piacere o meno (come tutti i romanzi) a seconda della sensibilità personale, ma quello su cui non si può discutere è la bravura che i due autori hanno saputo dimostrare anche in questo caso. Teresa Radice e Stefano Turconi sono riusciti in questi tre episodi ad adattare molto fedelmente la trama dell’originale, toccando tutti i passaggi fondamentali, battute comprese, e sono stati capaci di ricreare l’atmosfera romantica del celebre romanzo di Jane Austen, tanto che ci ritroviamo ad aspettare il bacio tra Elizabeth e Duckcy fino alla penultima tavola, momento in cui possiamo tirare un sospiro di sollievo. Come detto nel primo episodio, i due autori hanno scelto molto bene i protagonisti della storia, ognuno aveva il ruolo che più gli si avvicinava e una nota di merito va a Paperino, che abbandona i panni del papero pasticcione e irascibile e veste quelli del nobile (di estrazione e di sentimenti) risultando molto affascinante. Fra le protagoniste femminili non può che spiccare Paperina, anche se Brigitta mi ha fatta sorridere in più di un’occasione e l’epilogo finale con Paperone è davvero ben riuscito. Credo, in conclusione, che la storia sia davvero ben realizzata e che possa instillare ai giovani lettori la voglia di avvicinarsi all'originale, uno dei compiti che questi adattamenti dovrebbero svolgere.
In Paperino e i Bassotti ospitali (Arrighini/Tosolini), Paperino frigge per errore, insieme alle frittelle, il telefono dello zio, che va su tutte le furie, lo disereda e lo sfratta, lasciandolo in mezzo a una strada. Paperino si trova quindi a vagare in cerca di una sistemazione dai parenti più prossimi, che non possono ospitarlo chi per un motivo, chi per un altro e finisce alla roulotte dei Bassotti. Il pretesto che scatena la storia è talmente labile che non ne fa prendere sul serio il prosieguo. Insomma perché il cellulare di zio Paperone era sull'angolo cottura pronto per essere fritto? Quante volte Paperino ha combinato disastri anche ben più gravi? E allora perché proprio questa volta zio Paperone dà letteralmente i numeri prendendosela in questo modo? Si sa che sono fumetti e non ci si dovrebbero fare troppe domande, ma per poterli meglio apprezzare rimane necessaria una certa logica narrativa.
Pippo e il malinteso criminoso (Moscato/Baccinelli) è una buona storia che vede Pippo, nella sua versione più stralunata che ci ricorda il faraciano "Genio nell'ombra", coinvolto in un divertente inseguimento che porterà all'arresto di un ricercatissimo latitante.
In Pluto archeologo sportivo, Secchi e Coppola spediscono il cane di Topolino a fare un curioso viaggio nel tempo in solitaria che permetterà di trovare la soluzione ad un "mistero" che il professor Zapotec, forse, avrebbe già dovuto conoscere, mentre Nonna Papera e il pieno… vuoto (Bosco/Chierchini) direi che rispecchia perfettamente il titolo, perché sono otto tavole piene di nulla; non c’è assolutamente niente che resti al lettore dopo averle lette.
Per quanto riguarda i redazionali segnaliamo due articoli: uno che si occupa di Attenti al gorilla, nuovo film con Frank Matano, e l’altro dedicato al tour estivo di Laura Pausini e Biagio Antonacci.

Leggi la recensione

Voto del recensore:
Voto medio: (21)
Esegui il login per votare

Topolino 3295

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

*

piccolobush
Flagello dei mari
Moderatore
   (1)

  • *****
  • Post: 4231
    • Offline
    • Mostra profilo
   (1)
    Re:Topolino 3295
    Risposta #30: Giovedì 24 Gen 2019, 10:37:01
    Prendo ad esempio questo tuo intervento ma, in realtà, la domanda è rivolta, a cominciare dal recensore settimanale piccolobush, a chiunque ha messo in rilevo l'ingenuità o l'assurdità del particolare di Sgrinfia che gira in maschera per Parigi in pieno mercato.
    Premetto che posso essere d'accordo sul fatto, però mi viene da chiedervi: visto questa - ripeto, sostanzialmente giusta - vostra accentuata criticità verso queste assurdità, come fate poi a conciliare e a farvi piacere storie dove appare un Super Pippo che chiunque riconoscerebbe al primo sguardo e storie con un Paperinik che, seppur leggermente più mascherato, assomiglia senza alcun dubbio a Paperino, se non altro  -e c'è ben altro -per il cappello che porta e il fatto che fa volare una macchina targata 313? Forse anche nei fumetti ci dovrebbe essere un limite al lecito, l'importante però è decidere bene qual è e che sia uguale per tutti! SmBho
    Semplicemente la sospensione dell'incredulità ha un limite che qui viene abbondantemente superato.
    P.S.: forse ti è sfuggito, ma quando paperino diventa paperinik, cambia la targa della macchina in "X". Questo tanto per ribadire il concetto appena espresso: va bene la sospensione dell'incredulità, ma pretendere che i lettori siano scemi no :D

    *

    piccolobush
    Flagello dei mari
    Moderatore
       (1)

    • *****
    • Post: 4231
      • Offline
      • Mostra profilo
       (1)
      Re:Topolino 3295
      Risposta #31: Giovedì 24 Gen 2019, 10:47:46
      Dirò di più: criticare così aspramente il fatto che Sgrinfia giri mascherato in mezzo alla gente, dopo che da ormai 55 anni, nelle storie extra italiane, Macchia Nera gira per il mondo sempre e dovunque con la tunica nera in ogni ora del giorno senza che nessuno abbia qualcosa da ridire, mi sembra, onestamente, paradossale ... per non dire altro.
      Qua tralasci una cosa fondamentale: macchia nera è conosciuto. Il suo mantello non ha (più) il compito di celarne l'identità, è solo un modo per mimetizzarsi nella notte oltre che un elemento identificativo. Non può quindi pensare di fuggire a topolino o alla polizia semplicemente togliendoselo. Nella storia in questione, l'identità del ladro invece non è nota. Se si fosse tolto la calzamaglia sarebbe stato indistinguibile tra la folla. Quindi è, nella migliore delle ipotesi, una svista madornale che insieme alle altre (vogliamo parlare di come viene catturato o di come confessa tutto, ma tutto tutto, perchè ovviamente chi commissiona un furto mette al corrente l'esecutore di ogni sua idea che gli passa per la testa, di cosa ha intenzione di fare con l'oggetto rubato, etc...) azzoppa completamente la trama. Poi, che l'autore non avesse alcun interesse a imbastire una storia credibile ma solo di parlare di fotografia ok, però resta una storia scritta male
      « Ultima modifica: Giovedì 24 Gen 2019, 10:50:46 da piccolobush »

      *

      doppio segreto
      Gran Mogol

      • ***
      • Post: 548
      • Topolino primo amore che non si scorda mai
        • Offline
        • Mostra profilo

        Re:Topolino 3295
        Risposta #32: Giovedì 24 Gen 2019, 16:13:26
        Fermo restando le mie grosse riserve verso i supereroi disneyani, dove mi piacerebbe un tono molto più critico, direi che siete stati molto convincenti sulla storia in questione. :)
        Sei una brava persona Topolino. E' questo il tuo guaio (Vera Ackerman)

        *

        Vincenzo
        Cugino di Alf

        • ****
        • Post: 1120
        • Esordiente
          • Offline
          • Mostra profilo

          Re:Topolino 3295
          Risposta #33: Giovedì 24 Gen 2019, 16:33:20
          Ma che semplicemente non abbia avuto il tempo per togliersi la calzamaglia non è plausibile, eh?
          If you can dream it, you can do it.

          *

          piccolobush
          Flagello dei mari
          Moderatore
             (2)

          • *****
          • Post: 4231
            • Offline
            • Mostra profilo
             (2)
            Re:Topolino 3295
            Risposta #34: Giovedì 24 Gen 2019, 17:18:13
            Ma che semplicemente non abbia avuto il tempo per togliersi la calzamaglia non è plausibile, eh?
            Non ha avuto il tempo? Commette il furto in piena notte eppure all'alba è ancora lì. Altro che togliersi la calzamaglia, avrebbe avuto il tempo anche di espatriare :P
            Il fatto è che la sequenza è semplicemente scritta male

            *

            MatteZena
            Papero del Mistero
               (1)

            • **
            • Post: 215
            • Esordiente
              • Offline
              • Mostra profilo
               (1)
              Re:Topolino 3295
              Risposta #35: Giovedì 24 Gen 2019, 17:29:38
              Dirò di più: criticare così aspramente il fatto che Sgrinfia giri mascherato in mezzo alla gente, dopo che da ormai 55 anni, nelle storie extra italiane, Macchia Nera gira per il mondo sempre e dovunque con la tunica nera in ogni ora del giorno senza che nessuno abbia qualcosa da ridire, mi sembra, onestamente, paradossale ... per non dire altro.
              Qua tralasci una cosa fondamentale: macchia nera è conosciuto. Il suo mantello non ha (più) il compito di celarne l'identità, è solo un modo per mimetizzarsi nella notte oltre che un elemento identificativo. Non può quindi pensare di fuggire a topolino o alla polizia semplicemente togliendoselo. Nella storia in questione, l'identità del ladro invece non è nota. Se si fosse tolto la calzamaglia sarebbe stato indistinguibile tra la folla. Quindi è, nella migliore delle ipotesi, una svista madornale che insieme alle altre (vogliamo parlare di come viene catturato o di come confessa tutto, ma tutto tutto, perchè ovviamente chi commissiona un furto mette al corrente l'esecutore di ogni sua idea che gli passa per la testa, di cosa ha intenzione di fare con l'oggetto rubato, etc...) azzoppa completamente la trama. Poi, che l'autore non avesse alcun interesse a imbastire una storia credibile ma solo di parlare di fotografia ok, però resta una storia scritta male
              Personalmente una piccola svista come questa non penso sia un elemento in grado di rovinare una storia comunque carina e godibile. Inoltre, poi non lo so eh, penso che la svista della calzamaglia non sia da attribuire allo sceneggiatore, ma quanto al disegnatore, che ha fatto un ottimo lavoro per questa storia, ma penso che la svista sia stata sua.
              E comunque penso che il modo in cui hai attaccato lo sceneggiatore sia proprio inadatto e poco gentile nei suoi confronti, che ha comunque realizzato una storia interessante e, come sempre, si vede che ha messo impegno nello scriverla, poiché si è sempre dimostrato un ottimo sceneggiatore. Poi il fatto che la storia non sia ai livelli magari dei precedenti capitoli della serie non è comunque un motivo per "distruggerla" così

              *

              piccolobush
              Flagello dei mari
              Moderatore
                 (3)

              • *****
              • Post: 4231
                • Offline
                • Mostra profilo
                 (3)
                Re:Topolino 3295
                Risposta #36: Venerdì 25 Gen 2019, 11:32:16
                Personalmente una piccola svista come questa non penso sia un elemento in grado di rovinare una storia
                Chiamala piccola. Non è neanche una. Poi nessuno mette in dubbio l'impegno degli autori. Così come è ovvio che il prodotto finale che vediamo in edicola passa attraverso varie mani dopo che lo sceneggiatore ha consegnato il suo lavoro e quindi è impossibile sapere se ci siano state azioni tali da cambiare quella che doveva essere la versione originale. Purtroppo noi possiamo commentare solo ciò che ci fanno leggere (e che è firmato dagli autori e solo da loro) e quello che ho letto è una storia con tante pecche.
                Io credo che l'affetto e il rispetto che nutriamo per gli autori non debbano farci passar sopra a cose del genere. E' un servizio che facciamo anche a loro

                Citazione
                Poi il fatto che la storia non sia ai livelli magari dei precedenti capitoli della serie non è comunque un motivo per "distruggerla" così
                Guarda, potrei dire che il problema invece è che è proprio al livello di quasi tutte le precedenti

                 

                Dati personali, cookies e GDPR

                Questo sito, per garantirti la migliore user experience possibile, utilizza dati classificati come "personali", cookie tecnici e non. In particolare per quanto riguarda i "dati personali", memorizziamo il tuo indirizzo IP per la gestione tecnica della navigazione sul forum, e - se sei iscritto al forum - il tuo indirizzo email per motivi di sicurezza oltre che tecnici, inoltre se vuoi puoi inserire la tua data di nascita allo scopo di apparire nella lista dei compleanni. Il dettaglio sul trattamento dei dati personali è descritto nella nostra pagina delle politiche sulla privacy, dove potrai gestire il consenso (o il dissenso) al loro utilizzo.

                Puoi accettare quanto sopra descritto - e continuare con la navigazione sul sito - cliccando qui.

                Se poi vuoi approfondire la questione c'è il sito del Garante della privacy.